DECOLLATURA (CZ) – Il progetto “Michele Pane Poeta” dell’Associazione Pro Tur Calabria

L’Associazione Pro Tur Calabria ha lanciato il progetto Michele Pane Poeta, che ha l’obiettivo di divulgare e valorizzare le opere del poeta del Reventino.

«Abbiamo deciso – ha dichiarato la presidente Angela Perri – di coinvolgere il Parco Letterario di Adami, la Pro Loco e il Comune di Decollatura, che si aggiungeranno ad alcune associazioni, già contattate nella fase di messa a punto del Progetto, ed a singoli studiosi che hanno già condiviso l’idea della valorizzazione delle opere del Poeta del Reventino».

Il progetto, che sarà seguito dai due soci Mauro De GraziaAngelo Gallo, prevede la creazione e gestione di un sito web, già on line all’indirizzo www.michelepanepoeta.it  in versione di valutazione, per rendere fruibili in rete le opere del poeta Michele Pane, attualmente difficilmente consultabili per l’indisponibilità di copie delle edizioni originarie e per la difficoltà di reperire anche alcune ristampe risalenti ad alcuni decenni addietro.

Anche se in Rete sono già presenti alcune fra le più famose poesie di Michele Pane per apprezzarne compiutamente l’originalità e il valore del Poeta  è necessario poter consultare tutte le opere che il sito mette a disposizione come riproduzione anastatica del capitolo dedicato a Michele Pane del volume Decollatura e Motta Santa Lucia: due Paesi del Reventino (edito nei primi anni ’80, a cura della Scuola Media di Decollatura dalla Grafica Reventino). La riproduzione, effettuata alcuni anni addietro è stata a suo tempo autorizzata dall’editore Ugo Bruni, che il direttivo della Pro Tur ringrazia per la disponibilità.

Oltre alle opere, consultabili in formato pdf e flip sfogliabile, sono presenti notizie, foto e video sulla Frazione di Adami di Decollatura ed il testo della conferenza tenuta dal prof. Peppino Scalzo in occasione dell’intitolazione al Poeta della locale Scuola Media.

Il sito, nella versione attuale, è solo un’idea del progetto da integrare ed arricchire con il contributo di studiosi e cultori delle opere di Michele Pane e della storia locale di Decollatura, che è stata messa online perché il  Comune, la Pro Loco, l’Associazione Parco Letterario di Adami ed altre associazioni e cultori della poesia di Michele Pane possano prenderne visione e suggerire modifiche e integrazioni.

È prevista, inoltre, la creazione di una pagina Facebook dedicata a Michele Pane ed alle sue poesie e di un Gruppo Facebook degli amanti delle Poesia di Michele Pane. Verrà indetto un Premio Letterario Nazionale “Michele Pane Poeta” con sezione narrativa, poesia in lingua e poesia in vernacolo e successivamente verrà organizzato di un festival per brani musicali che utilizzino come testo le poesie di Michele Pane o di altro poeta calabrese in vernacolo o in lingua.

«Siamo coscienti che il progetto è ambizioso – hanno dichiarato Mauro De Grazia e Angelo Gallo – e per portarlo avanti ci sarà bisogno dell’impegno e della competenza di  studiosi e cultori della poesia dialettale e di quella di Michele Pane in particolare».

«Il nostro compito – hanno concluso – sarà prettamente organizzativo e di raccordo fra tutti i partecipanti al progetto e l’Associazione Pro Tur, che ha come fine principale la promozione turistica del territorio e la valorizzazione dei prodotti locali, metterà a disposizione la propria esperienza per quanto riguarda la comunicazione sul web e la forza organizzativa di tutti i dirigenti e soci». (rcz)

 

DECOLLATURA (CZ) – Al “Cava patate day” protagonista la patata viola

A Decollatura, si è svolto il Cava patate day, la prima scavatura delle patate viola in Calabria.

L’evento, gestito dal tecnico ColdirettiLuca Meringolo, ha visto l’azienda Talarico Michelangelo e di suo figlio Giuseppe ricevere, da parte del direttore interprovinciale di Catanzaro, Vibo Valentia e Crotone, Pietro Bozzo e del responsabile regionale di Campagna AmicaMario Ambrogio, il sigillo di campagna amica come custode dell’agro-biodiversità italiana e calabrese, in particolare.

La scavatura è avvenuta grazie anche alla collaborazione di altre aziende Coldiretti del luogo, del giovane Fabio Lucente, seguito e coadiuvato dal papà Angelo. Gli ospiti incuriositi hanno partecipato alla raccolta e sommerso di domande sia Giuseppe che Michelangelo, ma chiedendo anche informazioni specifiche alla dott.ssa Vincenzina Scalzo, divulgatrice Arsac, ente che ha fornito la semente al produttore.

L’azienda del reventino produce diverse e genuine colture locali: fagioli, zucche, mele, grano verna, tutte in pieno campo e realizzate con non poche difficoltà legate a molteplici fattori ambientali. La caratteristica principale di produzione dell’azienda vede la rotazione colturale, la nutrizione del terreno con sostanze biologiche e naturali quindi decisamente sostenibili e con l’uso di acque di irrigazione provenienti da sorgenti incontaminate.

Anche il metodo di raccolta è tradizionale, perché fatto a mano. Presenti inoltre numerose donne, che hanno partecipato al momento della raccolta. Di fronte alla ricca tavola imbandita a cura delle “donne di casa, le sig.re  Ornella e Debora, ci si è lasciati andare e ne è scaturito uno scambio di idee, usi e ricette pensando così nuovi possibili usi in cucina. Si è parlato del fondamentale e significativo ruolo delle donne all’interno dell’azienda con un approfondimento insieme a Maria Antonietta Mascaro, responsabile regionale Coldiretti donne impresa.

Uno degli impegni che è scaturito, da questa giornata, è la valorizzazione della patata viola anche con la creazione di ricette che scaturiranno dalla creatività, passione e innovazione degli agrichef di Terranostra-Campagna Amica, che anno portare in tavola quello che si produce. (rcz)

SOVERIA MANNELLI (CZ) – I parroci del territorio vicino ai fedeli

 

Il

In occasione delle festività pasquali, alcuni parroci del territorio di Soveria Mannelli, di Decollatura e della frazione di Adami, sempre di Decollatura, hanno lanciato un messaggio di vicinanza ai fedeli tramite le videocamere di Liberi.tv.

Don Antonio Costantino, parroco delle frazioni di Colla e Pirillo di Soveria Mannelli, ha riletto un brano evangelico, richiamando alla mente un grande terremoto che ha fatto rotolare via la pietra, «e noi – ha proseguito Don Antonio – dobbiamo fare altrettanto, è questo lo spirito di resurrezione, ovvero che la vita è più forte della sofferenza che proviamo, il messaggio di Cristo sta tutto qui».

Anche Padre Benedetto Marani, della Comunità Piccola Famiglia dell’Esodo di Decollatura e parroco della Frazione Adami di Decollatura ha parlato di speranza, tant’è che il suo pensiero si racchiude in una frase: ««dalla morte in croce alla luce della vita vera» e si augura ed augura a tutti, «che questa esperienza che stiamo vivendo, con i morti, i contagiati e la paura che tutti abbiamo, possa nascere una maggior consapevolezza, di recupero delle cose veramente essenziali, per noi e per chi ci sta accanto».

«Padre Benedetto questa forza, questa pazienza, la chiede soprattutto ai bambini, di dare l’esempio come Gesù, dare l’esempio ai più grandi. Ai giovani in generale, chiede il coraggio della responsabilità, perché se in questo periodo da una parte perdiamo qualche opportunità, dall’altra abbiamo la possibilità di crescere dentro, nell’amore fra di noi e in quello di Dio». (rcz)

Il messaggio don Don Antonio Costantino

Il messaggio di Padre Benedetto Marani