GIOIOSA IONICA (RC) – L’evento conclusivo del FilMuzik Arts Festival

Domani sera, alle 21.30, a Gioiosa Ionica,  in programma l’ultima serata della quarta edizione FilMuzik Arts Festival, manifestazione dedicata al cinema musicale organizzata dall’associazione culturale Bird Production, finanziata dalla Calabria Film Commission attraverso l’Avviso pubblico per il sostegno alla realizzazione di festival e rassegne cinematografiche e audiovisive in Calabria 2022 e la direzione artistica di Alberto Gatto e dal titolo Pressure.

Si comincia con la proiezione del documentario Aria Tammorra di Andrea Gagliardi, con il quale seguiremo il protagonista Andrea nella sua ricerca delle proprie radici culturali popolari attraverso le campagne napoletane per incontrare cantori virtuosi delle comunità contadine vesuviane che gli spiegheranno come tramandare tutte le caratteristiche della Tammurriata.

Un documentario che fa parte della selezione FilMuzik 2022 e che introdurrà il cineconcerto finale degli Sfracellos, gruppo musicale composto di soli violoncelli che ci delizierà con l’esecuzione di brani tratti da celebri colonne sonore mentre verranno proiettate le sequenze dei film da cui sono tratti.

Una serata che si rivelerà un’occasione per congedarci in vista del prossimo anno, ma anche per fare un bilancio dell’edizione che ci stiamo lasciando alle spalle, che non sarebbe stato possibile realizzare senza il prezioso supporto del Comune di Marina di Gioiosa Ionica per lo spettacolo teatrale Antigone, tenutosi al Teatro Romano; la Consulta delle Associazioni del Comune di Gioiosa Ionica; TeleMia; Sankara; Métis; EuropeDirect e Eurokom; Gei Bonsai en; Studio Gatto. (rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – Gli appuntamenti del FilMuzik Arts Festival

Proseguono gli appuntamenti, a Gioiosa Ionica, della quarta edizione del FilMuzik Arts Festival, organizzata dall’Associazione culturale Bird Production.

La kermesse è stata finanziata dalla Calabria Film Commission attraverso l’Avviso pubblico per il sostegno alla realizzazione di festival e rassegne cinematografiche e audiovisive in Calabria 2022, che vanta una volta di più la direzione artistica di Alberto Gatto e dal titolo Pressure che, grazie al patrocinio del Comune di Gioiosa Ionica, vi attende nella sempreverde cornice del Giardino di Palazzo Amaduri anche giovedì 11 agosto quando, alle ore 21:30, tornerà l’appuntamento con il critico cinematografico Antonio Falcone per parlare de La musica nel cinema. Seguirà la proiezione dei videoclip Pervitin power di M. Korporal e Focu Meu di E. Niutta. Chiuderà la serata la proiezione del grande classico di Jim Sharman del 1973 The Rocky Horror Picture Show.

Venerdì 12 agosto, poi, a partire dalle ore 20:00, spazio alla Bonsai Esperienze, mostra d’arte bonsai a cura di Gei Bonsai En, cui sarà affiancata una mostra fotografica di Frank Armocida e una degustazione di Sushi e Vini a cura della Cantina Feudo Gagliardi. Chiuderà la serata, alle ore 22:00, la proiezione de Il caso Minamata di A. Levitas.

Sabato 13 agosto, dunque, si inizierà di nuovo all’ora dell’aperitivo quando, alle 18:30, si svolgerà la pratica di Hatha Flow Yoga a cura di Beatrice Garzaniti dal titolo Da cuore a cuore, durante la quale è prevista l’esecuzione di musica dal vivo di Mafalda Gara. Alle ore 22:00, invece, spazio alla proiezione di L’afide e la formica alla presenza del Regista Mario Vitale.

Domenica 14 agosto, infine, la manifestazione si sposterà nell’evocativa cornice del Teatro Romano di Marina di Gioiosa Ionica per ospitare la messa in scena di Antigone, tragedia di Sofocle di cui sarà rappresentata una riscrittura che avrà per protagonisti Maria Minasi e Americo Melchionda.

Un programma denso di incontri, cinema e cultura che rappresentano la chiusura ideale della prima parte del FilMuzik Arts Festival che, dopo la breve pausa di Ferragosto, è pronto a ripartire da martedì 16 agosto e fino alla fine del mese con tanti altri appuntamenti di grande qualità e prestigio, realizzati anche grazie alla preziosa collaborazione dei nostri partner. (rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – Gli appuntamenti di inizio settimana del FilMuzik Arts Festival

Da lunedì 8 agosto, il FilMuzik Arts Festival è pronto a intrattenerci con spettacoli iconici e le immancabili proiezioni di grandi pellicole del cinema contemporaneo.

La kermesse, giunta alla quarta edizione, è organizzata dall’Associazione culturale Bird Production, finanziata dalla Calabria Film Commission attraverso l’Avviso pubblico per il sostegno alla realizzazione di festival e rassegne cinematografiche e audiovisive in Calabria 2022, che vanta una volta di più la direzione artistica di Alberto Gatto e dal titolo Pressure.

Lunedì, alle 21.30, nel Giardino di Palazzo Amaduri, è in programma lo spettacolo di marionette a filo The Gipsy Marionettist, a cura di Rasid Nikolic. Subito dopo verrà dunque presentato il breve video “S.P. Squillace Lido” E passa il virus di G. Logozzo e proiettato il capolavoro di Pete Docter, prodotto dai Pixar Animation Studios per Walt Disney, SOUL.

Martedì 9 agosto, poi, spazio allo spettacolo Bolle e Luci a cura dell’Associazione La Magia dei Sogni, che vi aspetta a partire dalle ore 21:30, mentre mercoledì 10 assisteremo al gradito ritorno de La poetessa del fuoco, che incanterà una volta di più il pubblico del Festival con il suo spettacolo di arte performativa C-R-E-A-T-I-V-A. (rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – Gli appuntamenti del FilMuzik Arts Festival per questo weekend

Sono tantissimi gli eventi in programma a Gioiosa Ionica, organizzati nell’ambito della quarta edizione del FilMuzik Arts Festival, che da domani fino a domenica proporrà ai suoi spettatori una parentesi dedicata al jazz e un ciclo di incontri.

La kermesse, organizzata dall’Associazione culturale Bird Production, finanziata dalla Calabria Film Commission attraverso l’Avviso pubblico per il sostegno alla realizzazione di festival e rassegne cinematografiche e audiovisive in Calabria 2022, che vanta una volta di più la direzione artistica di Alberto Gatto e dal titolo Pressure, prevede per domani, giovedì 4 agosto, alle 21.30, a Palazzo Amaduri, la presentazione del libro Solid. Quel diavolo di Scott Lafaro di Vincenzo Staiano, direttore artistico del Roccella Jazz Festival.

 Seguirà la proiezione di Jazz Noir, film biografico di Rolf van Eijk dedicato a Chet Baker, che indaga il genio e la sregolatezza del grande jazzista, trombettista e cantante tormentato dalla tossicodipendenza.

Si comincerà presto, poi, venerdì 5 agosto, quando, alle 18.30, vi attende Corpo mente e natura, allenamento armonico di mente e corpo a cura della Palestra FreeLife, al termine del quale si svolgerà un aperitivo conviviale. Alle22 invece, appuntamento con la Reading e performance teatrale a cura di Hymnos e Club delle storie dal titolo La nazione delle piante, tratta dall’omonimo libro di Stefano Mancuso in cui le piante stesse prendono la parola per illustrare agli uomini la propria Costituzione sulla quale costruire un futuro di esseri rispettosi della Terra e degli altri esseri viventi.

Sabato 6 agosto, dunque, alle 21.30, spazio al seminario di Bio acustica dimostrata a cura del maestro Carlo Frascà Il suono della vita, che farà il paio con l’appuntamento di domenica 7 agosto La danza della vita, laboratorio di Bio danza a cura di Alba Alvarez che vi attende di nuovo alle 18.30 e al termine del quale verrà proposto un nuovo aperitivo conviviale. (rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – Al FilMuzik Arts Festival si presenta il videoclip di Rocco Barbaro

Domani sera, a Gioiosa Ionica, alle 20, nella cornice del Giardino di Palazzo Amaduri, la presentazione del videoclip Speriamo Bene di Rocco Barbaro.

L’evento è il quarto appuntamento del FilMuzik Arts Festival, manifestazione dedicata al cinema musicale organizzata dall’associazione culturale Bird Production, finanziata dalla Fondazione Calabria Film Commission attraverso l’Avviso pubblico per il sostegno alla realizzazione di festival e rassegne cinematografiche e audiovisive in Calabria 2022 e con la direzione artistica di Alberto Gallo.

Il video musicale realizzato da Bird Production grazie al contributo della Fondazione Calabria Film Commission nell’ambito dell’Avviso Pubblico per la concessione di contributi per l’attrazione e il sostegno di produzioni audiovisive musicali (videoclip) nazionali e internazionali nel territorio della Regione Calabria e che può contare sulla collaborazione di Ivan Lentini, fondatore del gruppo reggae-dance hall dei Marvanza e artista apprezzato in tutta Italia per le sue qualità professionali in qualità di song producer, sarà presentato dallo stesso Barbaro, dal regista Alberto Gatto e da Giampaolo Calabrese, Project manager della Fondazione Calabria Film Commission.

Girato proprio tra le mura di Palazzo Amaduri a Gioiosa Ionica, oltre che al teatro romano di Marina di Gioiosa, al Tempio dell’antica Kaulon di Monasterace e agli scavi delle antiche Locri, Crotone e Vibo Valentia, la produzione vuole far emergere, con tono ironico, la bellezza materiale e immateriale dei paesaggi della Calabria di epoca Magno Greca, mostrandoci l’augusto splendore dei luoghi archeologici simbolo del nostro territorio nella speranza che questa terra torni agli antichi fasti anche attraverso le immagini della settima arte.

Con la sua pungente ironia, nel video Rocco Barbaro cercherà di valorizzare il nostro territorio più di quanto la natura e la storia abbiano già fatto, andando alla scoperta delle sue innumerevoli meraviglie sommerse e strizzando l’occhio al mito di Persefone, dea venerata nell’antica Locri, di cui l’artista cercherà le effigi scoprendo una terra fatta di accoglienza e ospitalità.

Con la presentazione del videoclip saranno finalmente illustrati tutti i dettagli del progetto e annunciata la data ufficiale di distribuzione che, grazie anche al contributo della Regione Calabria e della Fondazione Calabria Film Commission, avverrà per mezzo di Studio 54 Network e dell’emittente TeleMia, oltre che attraverso la pubblicazione sul sito, sul canale YouTube e sulle pagine Facebook e Instagram di Bird Producion e i distributori musicali Soundtrap con diffusione su Spotify, Amazon Music, Apple Music, Deezer, Google Play e YouTube Music.

Al termine della conferenza stampa, seguirà la proiezione della puntata del programma Donne di Calabria dedicato alla scrittrice e giornalista italiana gioiosana di adozione Clelia Romano Pellicano.

Un programma ricchissimo che riempirà, tuttavia, solo una delle tante serate del FilMuzik Arts Festival, che vi aspetta per tutto il resto del mese di agosto con tantissimi altri appuntamenti di grande qualità e prestigio realizzato anche grazie alla preziosa collaborazione dei nostri partner.

Per conoscere il programma completo e seguire gli ultimi aggiornamenti dal FilMuzik Arts Festival collegatevi alla pagina Facebook della manifestazione. (rrc)

Gli ultimi appuntamenti a Gioiosa del FilMuzik Arts Festival

Si avvia alla conclusione, a Gioiosa Jonica, la seconda edizione del FilMuzik Arts Festival “Where’s the revolution?” diretto da Alberto Gatto e organizzato dall’Associazione Culturale Bird Production, con il patrocinio del comune di Gioiosa Ionica, in collaborazione con la consulta delle associazioni, ai partner Caucaso factory, Recosol, Europe direct, Eurokom, Blu Birrai della Locride uniti e Antichi tessitori.

Un programma che ha allietato le serate ai visitatori del centro storico di Gioiosa Ionica, che presso il Giardino Meridiano di Palazzo Amaduri, con la sua ambientazione storica, artistica e al contempo immersa nel verde, curato dalla stessa Bird Production, ha fatto da cornice ai numerosi eventi che si concluderanno domenica 6 settembre.

Grazie a Gei Bonsai-En e Chokkan Club Bonsai Calabria che, ogni giovedì fino al 3 settembre, offre ai partecipanti le meravigliose opere d’arte viventi, approfondendone la pratica e la cura del Bonsai.

Questa seconda edizione, partita l’1 agosto è stata più che mai caratterizzata dalle immagini con musica suonata dal vivo: l’apertura con Erles Modafferi e del cantastorie Nino Racco, la serata con la musica hard rock di Marco Melìa, la proiezione del docufilm La Jota de saura con la chitarra battente di Francesco Loccisano e la proiezione del film muto di Dziga Vertov L’uomo con la macchina da presa, sonorizzato dal vivo dai celebri Marco Messina e Sacha Ricci, colonne portanti dello storico gruppo partenopeo 99 Posse e autori da anni di musiche originali per il teatro e per il cinema; l’ultimo loro lavoro per Martin Eden di Pietro Marcello, ispirato al romanzo di Jack London, ha ricevuto il Capri Music Award alla ventiquattresima edizione del festival Capri-Hollywood.

Durante tutta la durata del festival il Giardino Meridiano ha ospitato anche la mostra d’arte “Human Lives Matter (I can’t breath)” Le vite umane contano (non riesco a respirare) a cura di Re.Co.Sol.

Il festival si concluderà domenica 6 settembre ma diversi appuntamenti vi aspettano fino ad allora: giovedì 3 alle 21:00 l’appuntamento con Bonsai Experience “Esposizione nel Tokonoma” e “Tra ceramica e vaso Bonsai”; alle 22.00 sarà proiettato il cortometraggio di Enrico Masi In Calabria o del futuro perduto” in collaborazione con Caucaso e, a seguire, Ratte and Hum, il film documentario degli U2.

Sabato 5 settembre alle 21.00 focus sulle Politiche di Coesione e Fondi Europei in collaborazione con Eurokom e Europe Direct; alle 22.00 proiezione del cortometraggio di Enrico Carnuccio, Okofast e, a seguire, Historia do Futuro che chiuderà la trilogia brasiliana di Enrico Masi, in collaborazione con Caucaso.

Domenica 6 settembre alle ore 21.00, il focus sui Programmi Europei per la cultura e la cittadinanza attiva in collaborazione con Eurokom e Europe Direct; alle 22:00 chiuderà il festival il cine-concerto della FilMuzik Orchestra, che in collaborazione con Flexi Brass Quintet, vuole dare vita ad un progetto interamente dedicato alla produzione ed esecuzione di colonne sonore per il cinema, curato da Alberto Gatto per Bird Production.

Gli organizzatori invitano tutti a partecipare agli ultimi appuntamenti e assicurano di essere già al lavoro per la terza edizione del festival. To be continued. (mp)

GIOIOSA JONICA (RC) – FilMuzik Arts Festival, il cineconcerto con Marco Messina e Sacha Ricci

Domani sera, a Gioiosa Jonica, alle 22.00, a Palazzo Amaduri, la proiezione del film L’uomo con la macchina da presa di Dziga Vertov con le musiche dal vivo di Marco Messina e Sacha Ricci, storici esponenti dell’altrettanto storico combo 99Posse.

L’evento rientra nell’ambito del FilMuzik Arts Festival, e sarà anticipato dalla proiezione di The Sentry di Enrico Carnuccio.

L’uomo con la macchina da presa è un film del 1929, diretto dal regista sovietico Dziga Vertov. Il film è forse il compimento massimo (e finale) del movimento kinoglaz (“Il cineocchio”), nato negli anni venti per iniziativa di Vertov e propugnatore della superiorità del documentario sul cinema di finzione che, in sostanza, deve essere bandito perché inadatto a formare una società comunista.

Vertov raccoglie l’esperienza di anni di documentari propagandistici, le sue radici futuriste, le sue teorie secondo le quali il cinema deve essere uno strumento a servizio del popolo e della sua formazione comunista, e sublima il tutto in un’opera tecnicamente all’avanguardia e che ancora oggi colpisce per originalità e vivacità.

GIOIOSA JONICA (RC) – Al via il “FilMuzik Arts Festival”

Al via, oggi, a Gioiosa Jonica, al Giardino Meridiano di Palazzo Amaduri, l’edizione 2020 del FilMuzik arts festival.

La rassegna, dal titolo Where’s the revolution, è organizzato dall’Associazione Culturale Bird Production in collaborazione con la Consulta delle Associazioni di Gioiosa Ionica Re.Co.Sol; Gei Bonsai – En. & Chokkan Club Bonsai Calabria; Flexi Brass Quintet; Caucaso factory; Eurokom & Europe direct e con il patrocinio del Comune di Gioiosa Jonica, propone un festival di cinema musicale con la proiezione di film e documentari su gruppi musicali o singoli artisti che hanno segnato la storia della musica; film con proiezione e colonna sonora eseguita dal vivo e ancora videoclip musicali e video arte con musica dal vivo. Collaboriamo con tante realtà e ci piacerebbe conoscere altri artisti con i quali intraprendere nuove esperienze.

Il festival ha inoltre una sezione dedicata all’arte Bonsai, ovvero: Bonsai Experience. Insieme ad esperti bonsaisti e maestri di questa antica arte, presenteremo delle opere viventi, alle ore 21 di ogni giovedì di agosto; inoltre, solo in occasione degli incontri, offriremo consulenze sulla cura e la coltivazione della tua pianta. Svolgeremo un percorso di avvicinamento a questa pratica guidati anche da professionisti vasai e lo faremo dedicandovi un po’ di pazienza e di tempo; passo dopo passo come vuole la lenta evoluzione del Bonsai. Questa esperienza ti farà conoscere un mondo di pace e serenità. 

Un’ altra sezione è dedicata all’Arte della Moda in collaborazione con Antichi Tessitori, che fin dalla sua fondazione ha imposto come pietra angolare dei propri valori, la ricerca del bello, la Riscoperta delle tradizioni e delle arti del sud Italia. L’azienda espone per l’occasione una collezione sartoriale MadeInCalabria interamente fatta a mano che ripercorre la storia sartoriale e tessile del territorio attraverso i colori, i canoni estetici e le tecniche di lavorazione. 

Inoltre, durante la manifestazione, si potrà visitare la mostra d’arte Human lives matter (I can’t breathe) a cura di Re.Co.Sol.

Si parte sabato 1° agosto, alle 22.00, con la presentazione del Festival con Erles Modafferi e, a seguire, la conferenza-spettacolo di Nino Racco dal titolo Cantastorie in celluloide.

Il 6 agosto, alle 21.00, l’evento Il significato del Bonsai a cura di Gei Bonsai – En & Chokkan Club Bonsai Calabria e, alle 22.00, la proiezione del film Bohemian Rapsody (Queen) di Bryan Singer.

Sabato 8 agosto, dalle 22.00, la proiezione del film The sentry di Enrico Carnuccio in collaborazione con Luigi Tassone. A seguire, la proiezione del film L’uomo con ma macchina da presa di Dziga Vertov con musica dal vivo con Marco Messina e Sasha Ricci. (rrc)