LAUREANA DI BORRELLO (RC) – Il concerto del duo Carere-Ciullo

Domani sera, alle 19, a Laureana di Borrello, alla Casa della Musica, è in programma il concerto del duo Alessandro Carere (flauto) e Daniele Ciullo (pianoforte).

L’evento rientra nell’ambito della rassegna Primavera in Musica, organizzata da AMA Calabria in collaborazione con l’Associazione Paolo Ragone e il sostegno el Ministero della Cultura Direzione Generale Spettacolo, della Regione e della Città Metropolitana di Reggio Calabria, del Cidim, dell’Anbima Calabria e della Buffet & Crampon di Parigi e la collaborazione del Comune di Laureana di Borrello, dell’Istituto Superiore Raffaele Piria e dell’Istituto Comprensivo Laureana, Galatro Feroleto.

Nel suo programma il Duo eseguirà di Ernest Bloch Suite modale, di Pëtr Il’ič Čajkovskij Aria di Lensky, di Franz Doppler Fantasia Pastorale Ungherese, di Gary Schocker Siciliana e scherzo, di Ian Clarke Hipnosis, Deep Blue e di Gary Schocker Regrets and Resolutions. (rrc)

LAUREANA DI BORRELLO (RC) – Inaugurata la nuova “Casa della Musica”

È stata inaugurata, a Laureana di Borrello, nel Palazzo ex Prefettura, la Casa della Musica, sede di tutti i concerti da camera della cittadina della Piana di Gioia Tauro.

L’inaugurazione è stata fatta con il concerto dell’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello, che ha aperto la stagione concertistica Primavera in Musica, organizzata da Ama Calabria Associazione Musicale Paolo Ragone.

Alla cerimonia di inaugurazione ha preso parte anche il sindaco metropolitano di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, che insieme al vicesindaco Armando Neri e al consigliere delegato alla cultura, Filippo Quartuccio, hanno voluto essere presenti a questo importante evento per la cittadina pianigiana. Presenti, tra le autorità, anche la Sottosegretaria al Sud e alla Coesione Territoriale, Dalila Nesci, il presidente del Consiglio Regionale della Calabria, Giovanni Arruzzolo, il vicepresidente, Nicola Irto, e il sindaco di Laureana di Borrello, Alberto Morano.

«Una straordinaria emozione essere qui – ha dichiarato il sindaco Falcomatà a margine della cerimonia – per l’inaugurazione della nuova Casa della Cultura. Un centro di aggregazione e di produzione culturale che sarà un nuovo punto di riferimento per Laureana di Borrello e per l’intera comunità della Piana. Si continua quindi su un percorso che unisce la legalità e la cultura, due aspetti fondamentali che sono precondizione per la sfida dello sviluppo di questo territorio e dell’intera Città Metropolitana. E’ importante che le istituzioni metropolitane siano presenti a momenti come questo per testimoniare la nostra vicinanza al settore culturale ed in particolare al mondo della musica e alle attività bandistiche, comparti fortemente provati dall’ultimo anno e mezzo di inattività. La nostra convinzione è che le tante eccellenze presenti su questo territorio devono essere considerate un patrimonio di tutta la comunità metropolitana». 

D’accordo con il sindaco, anche il delegato alla cultura della Metrocity Filippo Quartuccio, che ha definito l’apertura della Casa della Musica di Laureana «una novità importante per l’intero comparto culturale metropolitano».

«Siamo qui – ha spiegato Quartuccio – perchè vogliamo sostenere un’iniziativa di spesso come questa. Il nostro territorio deve ripartire dalla cultura, dopo questo periodo di stop forzato, anche con il sostegno dell’Ente metropolitano, ad esempio con i bandi destinati agli eventi culturali e le altre iniziative programmate dai settori della Città Metropolitana che insieme agli altri colleghi stiamo seguendo. Un ulteriore valore aggiunto, infine, è la componente giovanile che caratterizza il complesso orchestrale di Laureana di Borrello, che è un motivo in più per dedicare la necessaria attenzione. È proprio con i giovani che vogliamo partire, per costruire non solo il futuro di questa terra ma anche il suo presente». 

Partecipata e ricca di suggestioni la cerimonia di inaugurazione. L’Orchestra, diretta dal Maestro Maurizio Managò, e con la partecipazione in qualità di solista del clarinettista Antonio Tinelli, si è esibita nelle musiche di Waignein, Barbieri, Moncalvo, Bacalov, Morricone, Piazzolla, Sparke, Gershwin.

Il ricco il calendario degli eventi, avviato quest’oggi, prevede i concerti del Quartetto di Percussioni nella giornata di lunedì 7 giugno, del Nigun Quartet martedì 8, del Duo Alessandro Carere, flauto e Daniele Ciullo, pianoforte per mercoledì 9 giugno, dei fisarmonicisti Domenico Raso e Gabriele Corsaro giovedì 10 giugno e del pianista Pasquale Morgante venerdì 11 giugno.

Ad arricchire ulteriormente il programma infine, due manifestazioni dedicate a giovani talenti, rispettivamente martedì 8 giugno con il saggio scolastico dei ragazzi iscritti all’Istituto Comprensivo di Laureana, Galatro e Feroleto, e sabato 12 giugno una rassegna concertistica di giovani talenti. (rrc)

LAUREANA DI BORRELLO (RC) – Il concerto dell’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello

È con il concerto dell’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello, alle 19, a Piazza Orto Carmine di Laureana di Borrello, che s’inaugura la stagione concertistica Primavera in Musica, organizzata da Ama CalabriaAssociazione Musciale Paolo Ragone.

L’Orchestra, diretta dal Maestro Maurizio Managò, e con la partecipazione n qualità di solista del clarinettista Antonio Tinelli, si esibirà nelle musiche di Waignein, Barbieri, Moncalvo, Bacalov, Morricone, PiazzollaSparkeGershwin.

L’evento, inoltre, inaugurerà la Casa della Musica, situata nel Palazzo ex Prefettura, che sarà la sede di tutti i concerti da camera.

Il ricco il calendario degli eventi, prevede i concerti del Quartetto di Percussioni Lunedì 7 giugno, del Nigun Quartet Martedì 8, del Duo Alessandro Carere, flauto e Daniele Ciullo, pianoforte mercoledì 9 giugno, dei fisarmonicisti Domenico Raso e Gabriele Corsaro giovedì 10 giugno e del pianista Pasquale Morgante venerdì 11. A questi concerti ai aggiungono due manifestazioni dedicate a giovani talenti, rispettivamente martedì 8 giugno con il saggio scolastico dei ragazzi iscritti all’IC di Laureana, Galatro Feroleto, e sabato 12 giugno una rassegna concertistica di giovani talenti. (rrc)

Candeloro Imbalzano e Gabriele Trimboli: «Sbloccare il finanziamento per lo svincolo A2 di Laureana»

Sbloccare i fondi previsti per la realizzazione dello svincolo autostradale di Laureana di Borrello sulla A2. È questo l’appello che il forzista Candeloro Imbalzano, già Consigliere Regionale e Presidente della Commissione “Bilancio, Attività Produttive e Fondi Comunitari e Gabriele Trimboli, presidente del Consiglio comunale di San Pietro di Caridà hanno rivolto all’assessore regionale alle Infrastrutture, Domenica Catalfamo.

Si tratta di una opera di notevole importanza, che attende da anni, nonostante già finanziata col Decreto Sblocca Italia e unica infrastruttura  inserita per la Calabria, di essere realizzata dall’Anas. Tale opera, infatti, è il raccordo autostradale sulla A2 in località Misimizzi del Comune di Laueana di Borrello, che, una volta portato a termine, «consentirà il collegamento veloce di tanti Comuni dell’entroterra delle province di Reggio e Vibo, nonché la loro valorizzazione economica dell’agricoltura, del turismo e delle tipicità di questi territori» ha spiegato Imbalzano, ricordando che «quando, a seguito dell’impegno da noi assunto in un Convegno tenutosi a Serrata con gli Amministratori del Comprensorio, di coinvolgere la Regione per la soluzione di un problema atavico, e, nella seduta del 24 settembre 2012, venne approvata all’unanimità dal Consiglio Regionale la mozione n. 71 a nostra firma, avente per oggetto la costruzione dello svincolo autostradale di Laureana di Borrello, non avremmo mai immaginato che i tempi di realizzazione di una opera così strategica per l’Alta Valle della Piana, si diluissero tanto nel tempo».

«Eppure, nei mesi successivi – ha aggiunto – ci eravamo preoccupati del finanziamento dell’opera, con la convocazione in Commissione Ambiente dell’allora presidente dell’Anas Pietro Ciucci e della sua espressa disponibilità, assunta in quella occasione, di dare copertura finanziaria all’opera, puntualmente avvenuta con l’inserimento del finanziamento di 38 milioni di euro nel “Decreto Sblocca Calabria”, unica opera in Calabria».

«Un’opera – ha proseguito – che riveste una straordinaria importanza per l’accesso diretto ai territori di Laureana, S. Pietro di Caridà, Serrata, Candidoni, Feroleto, Galatro, Maropati e di tutta la Vallata dell’Alto Mesima, di fatto ancora oggi difficilmente raggiungibili e che, con la costruzione dello svincolo, avrebbero una benefica ricaduta in termini di sviluppo agricolo, turistico – montano ed archeologico, per la presenza di importanti ruderi dell’antico “Loreto” e dell’antica “Borrello”».

«Uno svincolo collegato – ha detto ancora – peraltro alla Pedemontana da anni in costruzione nella parte alta della Piana ed il cui completamento viene assunto quale risibile alibi dall’Anas stessa, per poter avviare i lavori di sua competenza, nel sostanziale disinteresse in questi anni della Città Metropolitana e dei suoi amministratori».

«Per questo – ha spiegato – chiediamo il coinvolgimento anche dell’assessore Regionale ai Lavori pubblici, già dirigente del comparto alla Provincia ed esperta conoscitrice di questa importante problematica che attanaglia da almeno venti anni il Comprensorio, per verificare altresì l’urgente finanziabilità degli ultimi tratti di Pedemontane che, dall’Aspromonte (Delianuova e S. Cristina) e da Cittanova scendono verso Palmi e Gioia Tauro».

«Ci affidiamo, a questo punto – ha concluso – alla sensibilità dell’attuale assessore Catalfamo, perché in tempi rapidi assuma una forte iniziativa nei confronti dell’Anas e della Città Metropolitana, per sbloccare il finanziamento di 38 milioni onde avviare i lavori dello svincolo e reperire, ove necessario, tra i Fondi Por-Fesr 2014 – 2020 le briciole di pochi milioni di euro , perché di questo ormai si tratta, per sbloccare sia lo stallo strumentale del collegamento tra Pedemontana ed area dello Svincolo in località “Misimizzi” sulla A2” che per completare contestualmente la viabilità che porta direttamente al Tirreno».

Il presidente del Consiglio comunale Timboli chiede all’assessore Catalfamo di essere «parte diligente in tema di attuazione dell’atto di indirizzo politico-amministrativo del Consiglio regionale della Calabria nr. 71 del 18.09.2012, votato all’unanimità nella seduta del 24 settembre 2012, avente per oggetto lo svincolo autostradale di Laureana di Borrello» e, dall’altro, «parte garante, nei confronti dell’Anas e della Città Metropolitana, per l’esecutività immediata dell’avvio dei lavori dello svincolo, così da potersi completare l’opera entro il niovo anno 2021 attraverso un’esigua integrazione finanziaria dei fondi già stanziati per sbloccare sia lo stallo strumentale del collegamento tra Pedemontana ed area dello Svincolo in località Misimizzi sulla A2, nonché per poter completare, contestualmente, la vaibilità di ‘scorrimento veloce’ con l’adeguamento, anche attraverso le risorse del Recovery Fund, della Sp 61 (Fondo Valle Mesima – Marepotano) che porta direttamente ai Comuni della zona tirrenica e alle popolazioni ivi residenti, cosicché da superare la condizione attuale di assoluto isolamento viario ed estrema periferia tirrenica della Valle del Mesima, rispetto al Comune più popoloso della Città Metropolitana».

Trimboli, infatti, ha ricordato il bisogno urgente della zona della Piana «di uscire dall’isolamento viario, così da arginare lo spopolamento interno, che la sta corrodendo. Ciò potrebbe avvenire rapidamente attraverso la realizzazione delle opere infrastrutturali di un innesto alla grande arteria di comunicazione Autostrada del Mediterraneo con lo svincolo di Laureana di Borrello e con le opere connesse della viabilità interna da adeguarsi, per mezzo di una progettualità che valorizzi la trasformazione dell’assetto viario provinciale esistente (sp 61) come collegamento a “scorrimento veloce”, a beneficio di tutti i Comuni della Valle del Mesima – Marepotamo (Laureana- Candidoni – Serrata – San Pietro di Caridà). (rrc)

LAUREANA DI BORRELLO (RC) – “Il Carnevale dei Bambini”

Domani pomeriggio, a Laureana di Borrello, dalle 16.00, a Piazza Santa Maria della Minerva e nella frazione di Stellatone, il Caernevale dei Bambini 2020, organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Associazioni, istituti scolastici, scuole dell’infanzia, Giovani in Movimento, Gruppo Giovanile di Bellantone, Scuola Raggio di Sole di Candidoni e Avis.

In programma animazione, mascotte, truccabimbi, bolle giganti, coriandoli e stelle filanti. (rrc)

LAUREANA DI BORRELLO (RC) – Il concerto dell’Orchestra Giovanile

Questo pomeriggio, alle 18.30, alla Chiesa Matrice di Laureana di Borrello, il concerto dell’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello.

L’evento è stato organizzato da AMA Calabria.

Dirige l’Orchestra il Maestro Maurizio Managò. Insieme all’Orchestra, Michele Civitano, flicorno Soprano della Banda Nazionale della Guardia di Finanza e dell’Italian Brass Band. (rrc)

LAUREANA DI BORELLO (RC) – Il concerto dell’Orchestra Giovanile di Fiati

Questa sera, a Laureana di Borrello, alle 21.30, a Largo San Pietro, il concerto dell’Orchestra Giovanile di Fiati di Laureana di Borrello, diretta dal Maestro Maurizio Managò.

La manifestazione rientra fra gli eventi promossi da AMA Calabria con il sostegno del Fondo Unico dello Spettacolo del MiBAC Direzione Generale dello Spettacolo con il cofinanziamento della Regione Calabria Assessorato alla Cultura nell’ambito del piano di Azione e Coesione 2014/2020 Asse 6.7.1 TRIENNIO 2017/2019 Azione 1° Grandi Festival ed Eventi Internazionali e della Città metropolitana di Reggio Calabria.

Nel corso dell’evento musicale, inoltre, si svolgerà la decima edizione del Premio “Una vita per la musica 2019”, che sarà consegnato a quelle persone che «con la loro autentica e maestosa opera musicale e sociale, elevata a valore estetico, educativo ed a mito culturale, riescono a dissolvere l’immagine alienante del quotidiano, eludendo così, la pietrificazione dei rapporti interpersonali».

Premiati, dunque, il pianista Giuseppe Albanese, il direttore di Conservatorio “F. Cilea”, Mariella Grande, il giornalista Salvatore Larocca, la pianista Maria Murmura Folino, il Nigun Clarinet QuartetNazareno Scerra, già presidente della Concert Band di Melicucco.

I premi speciali saranno consegnati al Maestro tintore Claudio Cutuli e al dirigente scolastico Pasqualina Servelli; il Premio alla Memoria, infine, al docente di Letteratura Franco Morabito. (rrc)