LORICA (CS) – Al via “Sila… mente a Lorica”

Prende il via domani, a Lorica, all’Hotel dei Pini, la prima edizione della rassegna  Sila…mente a Lorica, curata e condotta da Demetrio Guzzardi, con il patrocinio del Parco Nazionale della Sila.

L’altipiano silano ha tante potenzialità e storie da poter raccontare, niente deve essere dimenticato, tutto è da tenere a mente, ecco spiegato il titolo che accompagnerà questa manifestazione che mette insieme: arte, fotografia, letteratura, passeggiate, visioni, storia… ma soprattutto Gioacchino da fiore a 820 anni dalla morte. Un mix che come dice Guzzardi crea la cultura della convivialità, ecco perché al termine delle presentazioni dei libri e delle visioni verranno offerti a tutti i partecipanti tarallucci & vino, per gustare un ulteriore momento di ritrovo e di convivialità. I tarallucci sono dei biscotti tipici del Sud, con una ricetta semplice e con ingredienti alla portata di tutti: un impasto di farina, acqua, olio e sale, cotti al forno.
Esistono varianti dolci o salate, naturalmente sempre accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso. L’origine è un po’ controversa: i tarallucci sembra che siano nati nel Quattrocento tra i contadini pugliesi, altri storici del gusto dicono che si affermarono a Napoli nel Settecento nei quartieri popolari spagnoli. Il nome tarallo è un termine greco, daratos che significa “sorta di pane”; offrire a un ospite tarallucci & vino era una consuetudine della tradizione meridionale contadina.
Dire «finire a tarallucci & vino» è un’espressione che indica una situazione, inizialmente complicata, ma che si conclude in un clima festoso. Interessanti le mostre proposte: Incontrare l’arte, sculture e installazioni di Antonio La Gamba; Calabria storie di uomini e di terre fotografie di Mario Greco; Modellare l’argilla di Mario Scuro; Qui parlano le bestie illustrazioni ai racconti di don Luigi Nicoletti di Roberta Fortino; Omaggio a Gioacchino di Luigia Granata; Da 35 anni editori per passione, esposizione dei libri di Progetto 2000.
Gli appuntamenti: Ore 17.30 – Giardino Hotel dei Pini – Cerimonia di inaugurazione.
Interventi di saluto di: Demetrio Guzzardi, Rettore Universitas Vivariensis; Franco Curcio, presidente ente Parco Nazionale della Sila; Rosaria Succurro, sindaco di San Giovanni in Fiore; Aurelio Morrone, presidente Sguardi ecologici; Roberta Coscarella, Hotel dei Pini. A seguire la degustazione del Caffè Arnone con le novità speziate: anice, liquirizia, peperoncino.
Alle 18, al Caffè Letterario Sotto i Pini la presentazione del volume Qui parlano le bestie di don Luigi Nicoletti, nuova edizione curata da Francesco Capocasale con le illustrazioni di Roberta Fortino, editoriale progetto 2000. Intervengono: Saverio Basile, giornalista, vice presidente Centro studi gioachimiti; Bruno Maiolo, direttore generale Arsac; Maria Locanto, responsabile Centro studi calabresi “Cattolici Socialità Politica”. A seguire tarallucci&Vino, ovvero la cultura della convivialità.
Alle 19.30, al Giardino Hotel dei Pini, il cantastorie Salvatore Bellio racconta episodi e personaggi della Sila e del Sud Italia. Chiude la serata, alle 21.30, la proiezione del docufilm  Marcello Cannata. L’artista sconosciuto da un’idea di Aurelio Morrone, regia di Francesco Morrone con le musiche originali di Matteo Papara e Luca Crocco.
Venerdì 2 settembre, si parte alle 10.30 con la passeggiata alla scoperta delle bellezze silane a cura di Flavio Longo (Sguardi ecologici). Jure Vetere, San Giovanni in Fiore. Il viaggio è con mezzi propri; appuntamento davanti all’Hotel dei Pini. A seguire, alle 18, al Giardino Hotel dei Pini, la degustazione del Caffè Arnone e la presentazione del libro Don Tommaso Bombicino educatore, prete sociale, apostolo di carità, di Antonio Lavoratore, editoriale progetto 2000. Intervengono: Biagio Politano, magistrato; Demetrio Guzzardi, editore.

A seguire tarallucci&Vino, ovvero la cultura della convivialità.
Alle 19.30, visita guidata alle mostre e, a chiudere la serata, alle 21.30, sul Lungolago, il prof. Riccardo Barberi, direttore del Dipartimento di Fisica all’Unical, ci racconterà Il cielo sopra il lago Arvo.
Domenica 4 settembre, dopo la celebrazione eucaristica alla Chiesa Parrocchiale presieduta da mons. Francesco Savino, è in programma alle 12.30 una passeggiata per conoscere la Sila a cura di Flavio Longo.
Alle 18, al Giardino Hotel dei Pini, la presentazione del libro Il Cavaliere e la costellazione della Vergine, di Rita Fiordalisi, editoriale progetto 2000. Intervengono: Erminia Barca, docente e scrittrice; Mario De Filippis, docente e storico, Renato Guzzardi, docente Unical.
A seguire tarallucci&vino, ovvero la cultura della convivialità.
Alle 19.30, visita guidata alle mostre alla presenza di Mario Greco e Antonio La Gamba. (rcs)

LORICA (CS) – Torna la manifestazione “Lorica libro amica”

Dal 12 al 14 agosto, nella sede del Parco Nazionale della Sila, è in programma l’11esima edizione di Lorica libro amica, organizzato dall’Associazione Libro Amico col patrocinio del Parco Nazionale della Sila e della Patata della Sila IGP e il contributo di BCC Mediocrati e Spadafora Gioielli.

Il programma prevede, per venerdì 12 agosto, la presentazione del libro Quando c’era la politica del giornalista Filippo Veltri (Ferrari editore), con la presenza dell’autore e di Massimo Covello, segretario regionale Fiom-Cgil Calabria, oltre la partecipazione di Franco Laratta, giornalista e scrittore, già deputato del PD.

Il calendario proseguirà sabato 13 agosto con la presentazione del libro Codice Criceto, di Margherita Crogliano (Calabria letteraria editrice), e gli interventi di Margherita Esposito, giornalista della Gazzetta del Sud, e della sociologa Marcella Infusino, della cooperativa sociale “la Ghironda”, attesi per dialogare con l’autrice.

Per la chiusura di domenica 14 agosto, il programma prevede la presentazione e il reading live dal libro L’odore dell’arrivo di Gianluca Veltri (Ferrari editore) con la partecipazione straordinaria del musicista Leon Pantarei.

Come felice consuetudine di ogni edizione, tutte le presentazioni e le chiacchierate con gli autori e le autrici dei libri che vengono presentati a Lorica libro amica saranno moderate dall’ideatore dell’iniziativa, Andrea Vulpitta(rcs)

LORICA (CS) – Al via il Lorica Lake

Ha preso il via, a Lorica, il Lorica Lake – “Da Zero a 1400”, l’ambizioso progetto che condurrà gli atleti dal cloro all’acqua naturale, dalla piscina ai meravigliosi 1400 metri di uno scenario incantevole.

«L’idea è quella di fare “assaporare” i tre tipi di acqua – ha spiegato Francesco Manna, anima e organizzatore della kermesse sportiva – salata, clorata e quella del lago ad atleti di tutta Italia ed agli amatoriali dell’intero territorio. Il binomio sport e turismo funziona. A queste latitudini ancora di più. La Calabria e Lorica sono pronte ad accogliere eventi di questo spessore, sotto ogni punto di vista».

Domani, è in programma la gara 5 km solo per agonisti con partenza alle 10; alle 14, la gara miglio per atleti master ed esordienti A. A seguire, la cerimonia di premiazione. (rcs)

LOCRICA (CS) – A luglio il Lorica Lake

Dal 1° al 3 luglio, a Lorica, è in programma il Lorica Lake, la gara di fondo in acque libere, seconda tappa del progetto Da Zero a 1400, organizzato dall’Asd Aqa con il contributo della Regione Calabria, Calabria Straordinaria e Parco Nazionale della Sila. Ed il patrocinio della Provincia di Cosenza, il Comune di San Giovanni in Fiore, in collaborazione con la Federazione Italiana Nuoto ed il Coni.

«Dopo la prima tappa nella Piscina Comunale di Cosenza, gli atleti avranno modo di misurarsi nelle acque del Lago Arvo. Un luogo magnetico, che grazie alle associazioni che affiancano la società Aqa, si prepara ad accogliere gli atleti e i curiosi», ha avuto modo di annunciare il patron Francesco Manna.

La manifestazione sarà presentata in conferenza stampa giovedì 23 giugno, alle 18.30, alla Piscina comunale di Cosenza, alla presenza delle autorità istituzionali e dei protagonisti dell’evento.

Presenti Fausto Orsomarso, assessore regionale; Rosaria Succurro sindaco di San Giovanni in Fiore e presidente della Provincia di Cosenza; Francesco Curcio presidente del Parco nazionale della Sila, Francesca Stancati Coni Cosenza ed Alfredo Porcaro, presidente regionale della Fin, oltre che Daniele Donnici per Destinazione Sila.

Le gare sono al centro di un programma che permetterà ai nuotatori ed ai turisti, oltre chi raggiungerà l’altopiano silano, di vivere alcuni giorni di spettacolo all’insegna dello sport e delle bellezze di quei luoghi. Lorica è “pronta” a sbalordire ancora una volta. Dopo l’accettazione, prevista per il primo luglio (presso la sede del Centro di Canottaggio) si darà il via alle gare ufficiali, tra pathos e fiato sospeso. Il secondo giorno invece, 2 luglio, si terrà la “5 km” al mattino, riservata solo per gli agonisti. Nel pomeriggio prenderà il via la “gara del Miglio” mirata ad atleti Master ed Esordienti; mentre domenica 3 luglio (sempre di mattina) prenderà il via la “3 km” per Agonisti e Master compresi gli “Esordienti A”; nel pomeriggio la staffetta 4×1250.

Lorica Lake è un progetto ambizioso ed unico nel suo genere che porterà gli atleti dal cloro all’acqua naturale, dalla piscina ai meravigliosi 1400 metri di uno scenario incantevole.

«Abbiamo messo in cantiere e realizzato tutto ciò pensando allo sviluppo dello sport e del territorio. Ma anche alla consapevolezza che ci sono luoghi magici attraverso cui continuare ad innamorarsi, con occhi diversi, del nuoto e del nostro territorio che, a volte, neppure noi calabresi conosciamo o apprezziamo fino in fondo. Mille bracciate dunque, mille sorrisi e tantissimi atleti provenienti da ogni dove allenati per conquistare il lago Arvo», la chiosa di Manna. (rcs)

Riapre stazione di risalita degli impianti sciistici di Lorica

Riapre oggi la stazione di risalita, che comprende una cabinovia, una seggiovia e uno skilift, degli impianti sciistici di Lorica. Lo ha reso noto, con soddisfazione, l’assessore regionale al Turismo, Fausto Orsomarso, spiegando che tale risultato «rappresenta un altro obiettivo che con il presidente Roberto Occhiuto abbiamo perseguito fin dal momento del nostro insediamento, supportando Ferrovie della Calabria anche nell’espletamento di tutte le procedure necessarie alla ripartenza».

Orsomarso, infatti, spiegando che l’apertura della stazione di risalita – resa possibile dopo aver ottenuto le autorizzazioni necessarie da parte del ministro delle Infrastrutture in seguito ai lavori di collaudo – «consentirà gli sciatori e agli appassionati di fruire delle straordinarie bellezze della nostra montagna», è soddisfatto delle numerose presenze che si stanno registrando.

«Abbiamo messo in campo– ha concluso – un lavoro straordinario insieme al management di Ferrovie della Calabria per garantire questo importante servizio, per cui ringrazio l’amministratore unico Aristide Vercillo Martino e il direttore di esercizio Alessandro Marcelli. Ora possiamo augurare un buon soggiorno in Calabria agli appassionati di sci e agli amanti della montagna». (rcz)

Greco (Idm): In Sila impianti ancora in sospeso, Regione intervenga

Orlandino Greco, di Italia del Meridione, ha denunciato la situazione che vede, in Sila, gli impianti ancora in sospeso e i cui ritardi «rischiano di pesare, visti i tempi molto ristretti, sullavvio della nuova stagione turistica invernale, a danno delle strutture ricettive e dei privati, dato che il rilancio di tali infrastrutture garantirebbe economie di scala per tutto laltopiano silano».

«A Lorica – ha spiegato Greco – ancora tutti aspettano con ansia il dissequestro definitivo degli impianti sciistici, a seguito della nota inchiesta giudiziaria, e nonostante sia stata individuata una ditta che sta eseguendo gli ultimi lavori per nome e per conto dellautorità giudiziaria. Dunque, seppur a ridosso della stagione sciistica, è ancora incerto il futuro della nuova cabinovia di Lorica, in quanto ancora difetta dei necessari collaudi e ritarda lindividuazione di un soggetto che gestirebbe successivamente la struttura».

«Stessa sorte – ha aggiunto – sembrerebbe toccare allimpianto di risalita di Camigliatello per il quale sarebbero necessari interventi di ammodernamento della vetusta struttura, già deliberati dalla scorsa Giunta Regionale, da effettuarsi entro il 14 dicembre 2021: pena la sospensione dellesercizio».

«Resta, quindi – ha proseguito – lincognita se i turisti riusciranno ad usufruire di questo servizio, volano fondamentale per lappeal turistico dei nostri territori e che mirano alla valorizzazione e alla conoscenza delle tantissime potenzialità rimaste finora inutilizzate. Il turismo sciistico, in unarea della Sila dove generalmente linnevamento è più massiccio, diviene argomento e questione fondamentale rispetto al quale la politica e le istituzioni non possono restare indifferenti». 

«La Regione Calabria e il Presidente Roberto Occhiuto devono, e sono certo così sarà, fare loro questa battaglia e accelerare il più possibile le pratiche e le azioni d’intervento per la risoluzione definitiva della questione» ha evidenziato Greco.

«Un tema – ha aggiunto – questo propedeutico rispetto al rilancio dell’intero mercato del turismo in Calabria e a quella tanto decantata “destagionalizzazione” che tarda a decollare. Le azione rivolte a tale comparto devono oggi necessariamente avere il volto dell’innovazione e della messa a sistema dell’intero patrimonio naturalistico nonché storico culturale ed enogastronomico, puntando anche su quei binomi come turismo e sport su cui altre regione hanno già investito da tempo ottenendo risultati notevoli».

«Soltanto così e attraverso uno strumento organizzativo e di governance efficiente – ha concluso – si può ribaltare la gestione del settore turistico della nostra regione, trasformandolo in quella fonte di sviluppo economico, occupazionale e di crescita dei nostri variegati territori». (rrm)

LORICA (CS) – Al Parco Nazionale della Sila al via l’Autumn School

Dal 25 al 29 ottobre, a Lorica, prende il via l’Autumn School, ideato e organizzato dall’Ente Parco della Sila. Si tratta di una cinque giorni di formazione gratuita, con l’obiettivo di approfondire la conoscenza e colmare le lacune sulla consistenza, le caratteristiche e lo stato di conservazione di habitat e specie e dei servizi da offrire con l’identificazione dei potenziali beneficiari e fruitori.

L’Autumn School, sarà anche una occasione per operatori provenienti da aree diverse del Parco per conoscersi tra loro e potenzialmente iniziare a collaborare, nonché uno strumento per rafforzare il senso di appartenenza all’Area MaB (Man and the Biosphere) Unesco Sila.

Un luogo ideale dove verrà approfondito il tema della “Biodiversità”. Argomento di grande importanza quando si parla di ambiente e della varietà della vita sulla Terra, quando si fa riferimento a tutte le piante, gli animali e i microrganismi che vivono negli ambienti terrestri, marini e di acqua dolce, al loro corredo genetico e ai complessi sistemi ecologici cui danno origine.

Il Parco della Sila e in particolare l’Area MaB Sila, costituiscono uno scrigno di biodiversità di altissima rilevanza, territori emblematici e ricchi di unicità, peculiarità ed endemismi.

Ricco, in particolare, il programma della Scuola, che risulta essere una straordinaria opportunità di approfondimento, ma pure di acquisizione di dati e nozioni assai fondamentali per chi opera sul territorio: sono previsti otto lezioni frontali in aula, diciannove interventi e un’attività outdoor (in allegato il calendario dettagliato). 

«Il Parco della Sila e in particolare l’Area Mab – ha dichiarato il presidente dell’Ente, Francesco Curcio – costituiscono uno scrigno di biodiversità di altissima rilevanza. Pertanto, l’obiettivo del progetto è quello di approfondire la conoscenza e colmare le lacune sulla consistenza, le caratteristiche e lo stato di conservazione di habitat, specie e servizi da offrire, con l’identificazione dei potenziali beneficiari e fruitori». 

Per il presidente dell’Ente Parco, infatti, l’Autumn School «sarà occasione d’approfondimento e d’interazione tra operatori provenienti da aree diverse dal Parco per conoscersi e potenzialmente iniziare nuove collaborazioni. Un modo anche per rafforzare il senso di appartenenza all’Area MaB Unesco Sila».

«L’Autumn School – ha proseguito il direttore f.f. del Parco, Domenico Cerminara – rappresenta anche un’occasione, per operatori provenienti da aree diverse, di conoscenza e collaborazione, nonché uno strumento per rafforzare il senso di appartenenza all’Area Mab Unesco Sila». (rcs)

 

 

Il Comitato Calabro Lucano Fisi chiede alla Regione chiede ragguagli per soluzioni sugli impianti silani

La presidente del C.R. FISI Cal, Bianca Zupi, ha chiesto alla Regione Calabria ragguagli in merito alle soluzioni «nella speranza che le annose, ma non complesse problematiche del territorio montano silano  trovino presto una risoluzione e che chi ci amministri dimostri attenzione e capacità di ascolto di tutte le istanze che provengono dal territorio».

Lo scorso agosto, infatti, ha rivolto ufficialmente agli amministratori della Regione Calabria sulle sorti della cabinovia di Camigliatello, per la quale sono necessari indifferibili interventi di ammodernamento e revisione ventennale. Interventi peraltro già deliberati nella Giunta Regionale n. 284 del 28 settembre 2020 da effettuarsi entro il 14 dicembre 2021 pena la sospensione dell’esercizio.

«Senza risposta – ha riferito la presidente Zupi – per come è pessima abitudine della Regione Calabria, è rimasta anche successiva comunicazione dell’08-09-2021 con cui sono state richieste informazioni sulla situazione di Lorica e sollecitato il riscontro su Camigliatello».

«Tutto il CR FISI CAL – ha proseguito – è deluso ed amareggiato: dopo aver ottenuto le nuove omologazioni di tutte le piste di Lorica e della pista rossa di Camigliatello dopo aver offerto, a titolo gratuito, qualificate consulenze, nemmeno un cenno di riscontro! Non una volta questo CR è stato invitato a partecipare ai tavoli tecnici che, in verità, non hanno prodotto grandi risultati visto che entrambe le stazioni dell’Altopiano Silano rimarranno chiuse».

«Eppure la Fisi – ha continuato – è una grande Federazione che ha fornito e fornisce imprescindibili supporti tecnici, sia relativamente all’organizzazione degli  eventi sportivi a tutti i livelli sia in ordine alla sicurezza a tutte le stazioni invernali italiane, e che ha contribuito alla soluzione dei problemi ogni volta che è stata interpellata. Dobbiamo prendere atto del totale disinteresse della Regione non solo relativamente alla criticità degli impianti, che pure sono costati decine e decine di milioni di euro,  ma anche di tutti i praticanti e di tutti gli appassionati degli sport invernali che a migliaia si riversavano sulle piste della Sila».

«Dove andranno a sciare adesso? – ha concluso – Sulle Alpi e o nelle vicine regione appenniniche dove hanno realizzato nuovi impianti di risalita in meno di un anno? Dopo Lorica, anche Camigliatello chiuderà gli impianti di risalita lasciando il comprensorio sciistico silano privo delle possibilità di fare agonismo e pratica sportiva?». (rcs)

LORICA (CS) – Successo per il CrossOver Village

Si è chiusa, con successo, la terza edizione del CrossOver Village, il festival della montagna che si è svolto a Lorica nei giorni scorsi.

Numerosissime, infatti, le attività programmate all’interno della manifestazione organizzata da Piano B con il supporto della Regione Calabria. Il ricco cartellone ha previsto spettacoli, degustazioni, musica, arte, così da coinvolgere un pubblico trasversale e di ogni età.

Tra i diversi momenti in programma anche lo sport, per vivere al meglio il rapporto con la natura: il trekking naturalistico, tra cui quelli in compagnia delle mucche impegnate nella transumanza e l’“AstroWineTrekking”, degustazione vini e osservazione delle stelle (in collaborazione con Cammina Sila), le escursioni in bike e kayak (in collaborazione con il Chiosco Rosso). Di particolare interesse i workshop dedicati al disegno naturalistico che Piano B promuove in collaborazione con la scuola di arti visive “Nero su Bianco”: la sezione Matite ad alta quota anche quest’anno ha raggiunto il numero massimo di iscritti ammissibili.

Anche tanta musica live nell’incantevole cornice dell’Arvo, la Perla della Sila nel cuore del Parco Nazionale: tra gli artisti, il violinista Pasquale Gravina Allegretti, impegnato in una particolare performance sul lago con “Boat Symphony” a cui si è assistito a bordo di barche, canoe, bike boat e battello; gli HELèNA, il duo composto da Ilenia e Diego Filippo, noti per la loro partecipazione a X Factor e Area Sanremo; diversi musicisti autorali, come Domenico Scarcello, Laura Zinno, il trio composto da Sasà Calabrese, Marco Trifilio e Daniele Moraca, con il loro progetto artistico Canzoni d’Autore “La Storia e le Canzoni”.

Nell’altopiano più grande d’Europa le degustazioni tematiche, legate alle ricchezze gastronomiche territoriali, come la Patata della Sila IGP e la pitta ‘mpigliata, hanno aperto il campo agli itinerari gastronomici, un percorso esperienziale del gusto dai particolari menu della Maccaroni Chef Academy e lo showcooking con lo chef Roberto Spizzirri e la qualità dell’Amaro Silano.

Attività all’aperto per conoscere un territorio unico e magico, eventi caratterizzati dal genius delle risorse locali e degustazioni prelibate: ingredienti di un “CrossOver Village” che si conferma il Festival della Montagna per eccellenza alle nostre latitudini. (rcs)

Il presidente di Federparchi Giampiero Sammueri al Parco Nazionale della Sila

Il Presidente di Federparchi, Giampiero Sammuri, ha fatto visita al Parco Nazionale della Sila, a Lorica, dove si è svolto un tavolo di confronto utile per proseguire e migliorare il lavoro che l’Ente Parco sta già portando avanti con lungimiranza da diversi anni ed i cui frutti, oggi, non solo si intravedono, ma sono pronti a maturare pienamente e rigogliosamente.

«Un incontro caloroso, pieno di stimoli e spunti interessanti, quello che mi ha riservato oggi il Parco Nazionale della Sila» ha detto Sammuri, che si è aperto con i saluti di benvenuto da parte del presidente del Parco, Francesco Curcio.

Dopo i saluti, si è creato un momento di condivisone e di racconto di esperienze con un particolare focus su tematiche come: la tutela della biodiversità, la sostenibilità ambientale, il personale e la progettazione, i rapporti con le istituzioni, ecc. A tal proposito l’intervento della dott.ssa Barbara Carelli, Responsabile del Servizio Marketing e Turismo dell’Ente Parco Nazionale della Sila, che ha fatto una sintesi dettagliata delle attività progettuali in atto, definendo obiettivi prossimi e futuri.

Ha, poi, continuato il Responsabile del Servizio Conservazione, dott. Giuseppe Luzzi, che ha sottolineato come il Presidente Sammuri negli anni, interfacciandosi con i vari Governi, abbia costantemente mantenuto elevata l’attenzione sul Sistema delle Aree Protette nazionali, sottolineando il fondamentale ruolo svolto per la conservazione e la tutela della biodiversità e del paesaggio.

La dott.ssa Rosina Cannata, Responsabile del Servizio Amministrativo, ha definito Federparchi punto di riferimento fondamentale per tutta l’attività di coordinamento e sinergia tra le Aree Protette, favorendo lo scambio di informazioni e consentendo a tutti i Parchi di proiettarsi in un contesto internazionale.

Il saluto poi da parte del Direttore f.f. ing. Domenico Cerminara, che ha sottolineato come il Parco Nazionale della Sila in tutti questi anni sia cresciuto nell’offerta di servizi destinati ai cittadini ed ai visitatori, nella scelta delle attività da sostenere e incentivare, nonché, grazie ai più recenti finanziamenti regionali e ministeriali, nella realizzazione di infrastrutture “verdi” a sostegno del turismo sostenibile come la Ciclovia dei Parchi e la Rete Sentieristica. 

Un intervento a chiusura da parte di Sammuri che, in qualità anche di Presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, ha illustrato le innovative e recenti modalità di gestione del servizio di visite guidate all’interno dell’area protetta (terrestre e marina), portando esperienze, spunti ed interessanti modelli di sviluppo sostenibile replicabili e attuabili, con le dovute modifiche e adattamenti, in altri contesti territoriali. (rcs)