MIRTO CROSIA (CS) – Domani il recital della pianista Rita Stefania Ricca

Domani pomeriggio, al Museo del Pane di Mirto Crosia, alle 18, si terrà il recital della pianista Rita Stefania Ricca.

L’evento rientra nell’ambito della stagione musicale organizzata da Ama Calabria e dall’Associazione Euphonia e l’Orchestra di Fiati “Franco Rizzo” e realizzato col sostegno del Ministero della Cultura direzione Generale Spettacolo, della Regione Calabria, Assessorato alla Cultura e del Comune di Mirto Crosia.

Di particolare interesse il programma che prevede l’interpretazione di dello studio n. 3 in Re bemolle maggiore “Un sospiro” di Franz Liszt, dei 24 preludi per pianoforte, op. 28 di Fryderyk Chopin e dell’Etudes-Tableaux, op. 39 n. 5 in Mi bemolle minore di Sergej Vasil’evič Rachmaninov. (rcs)

MIRTO CROSIA (CS) – Il Parlamento europeo illustrato dal politologo Pierluigi Iapichino

Il politologo Pierluigi Iapichino ha partecipato all’iniziativa “Ruolo e funzioni del Parlamento europeo” organizzata dal circolo culturale “Zanotti Bianco” di Mirto Crosia.

Il compito di introdurre e coordinare l’incontro è toccato a Pina De Martino, ds e componente del gruppo operativo del circolo culturale. Durante i saluti istituzionali, il sindaco di Crosia, Antonio Russo, ha evidenziato l’importanza dell’Unione europea per la vita dei comuni, mentre il consigliere regionale della Calabria, Davide Tavernise, ha messo in risalto prevalentemente i fondi europei utilizzati dalle regioni.

La platea è stata deliziata dall’esecuzione musicale al pianoforte dell’Inno alla gioia (inno europeo) a cura del maestro Gennaro Salatino dell’Accademia Euphonìa di Mirto Crosia, a seguire la presentazione della scheda biografica del relatore è stata curata da Florinda Cinelli.

L’evento si è concluso con l’intervento dell’ospite, appunto, il politologo Pierluigi Iapichino, a cui è stato affidato l’incarico di guidare la platea sulle attività del Parlamento europeo, un’istituzione, spesso, considerata “lontana” dai cittadini. L’esigenza di parlare dell’argomento è nata dalla prossimità delle elezioni europee, le quali troppo spesso occupano un interesse di secondo piano da parte della cittadinanza attiva.

Nel corso dell’iniziativa, Iapichino ha dapprima svolto un excursus storico, soffermandosi sull’evoluzione che ha portato la Comunità europea a diventare Unione europea nel corso del tempo. Sono state, inoltre, evidenziate le istituzioni che compongono attualmente il sistema comunitario e i trattati che ne stabiliscono i principi e il funzionamento.

Successivamente, il politologo ha spiegato più dettagliatamente il ruolo del Parlamento europeo, unico organo dell’Ue a essere eletto direttamente dai cittadini europei, analizzandone la composizione, tra cui i gruppi parlamentari, espressione dei partiti politici europei, Infine, sono state indicate le funzioni che tale organo svolge, in particolare la funzione legislativa, la competenza nel bilancio dell’Unione e il rapporto di fiducia che intercorre tra essa e la Commissione europea. (rcs)

MIRTO CROSIA (CS) – Apre la stagione musicale con Patrick Mittiga & The Swing Crew

Venerdì 22 marzo, alle ore 18 al Palateatro comunale, si terrà l’inaugurazione della stagione musicale di Mirto Crosia con Patrick Mittiga & The Swing Crew.

L’evento, organizzato da Ama Calabria con la collaborazione dell’associazione Euphonia e dell’Orchestra di Fiati Franco Rizzo, si realizza con il sostegno del Ministero della Cultura direzione generale Spettacolo, della Regione Calabria, assessorato alla Cultura e del Comune di Mirto Crosia.

Patrick Mittiga è un intrattenitore capace di condurre spettacoli di musica, teatro e varietà; un autore di musica vocal jazz, interprete e pianista; un ideatore di eventi innovativi. La sua esperienza in vari campi – radio, concerti, tv – e un approccio personale maturato nel tempo, grazie ad una serie di importanti apparizioni in tutta Italia, ne fanno un artista completo e creativo.

Patrick Mittiga, voce e piano insieme alla sua band composta da Alex Carreri al basso, Francesco Solenne alla batteria e Luca Pasqua alle chitarre, propone il programma: Per le strade dello Swing… e non solo. I protagonisti portano sul palco la grandezza e lo splendore di un’epoca indimenticabile in uno show divertente. Patrick e i “suoi” (la Swing Crew Band) vanno oltre la musica traghettando il pubblico in un moderno varietà che si sviluppa tra sketch, racconti e performances ad effetto.

NuJazz, Blues, Swing, Soul, Pop e Latin in un viaggio che include musiche di grandi artisti come Dean Martin, Sammy Davis Jr., Frank Sinatra, ma anche Modugno e molti altri artisti italiani. Armonia, accortezza stilistica ed eleganza, ma anche tanto divertimento, racchiusi in un ensemble carico di energia, generano uno spettacolo adatto ad ogni tipo di pubblico.

Per approfondimenti si invita a visitare il link https://www.amaeventi.org/evento/patrick-mittiga-the-swing-crew/ (rcs)

MIRTO CROSIA (CS) – Si rinnova la Cuccia di santa Lucia in piazza

Mercatini di Natale a Mirto, il prossimo appuntamento con la tradizione è quello che cadrà nella notte dedicata a Santa Lucia, mercoledì 13, ricorrenza che anticipa il Natale. La regina sarà la Cuccia, dolce tipico che si prepara con il grano cotto. Venerdì 15 dicembre si terrà il flash mob Insieme per dire No alla Violenza contro le Donne. L’evento di sensibilizzazione sarà accompagnato dall’iniziativa Crustoli in Piazza, una degustazione dei tradizionali dolci natalizi ed il One Man Show di Franco Sposato ed il suo Vasco Real Tribute.

Dopo l’avvio partecipato dei giorni scorsi proseguiranno fino a giovedì 21 dicembre gli appuntamenti promossi dalla GG Produzioni tra arte e artigianato locale, musica popolare, enogastronomia e le caratteristiche casette in legno allestite nella cittadina capoluogo della Valle del Trionto.

Aspettando il nuovo contenitore di iniziative socio-culturali e di intrattenimento di Crosia Emoziona, che dal 22 dicembre e fino al 6 gennaio animerà il centro storico della più grande area urbana del basso jonio cosentino, il cartellone è carico di momenti di incontro e convivialità che vedranno in prima linea le donne e i giovani della Parrocchia San Giovanni Battista impegnati nella preparazione di dolci e piatti tipici.

Domenica 17 dicembre spazio ad un altro prodotto tipico della festa alle latitudini calabresi: un’intera serata dedicata alla degustazione del Culluriello accompagnata dalla seconda edizione di Sposa in passerella… Ieri oggi e domani. (rcs)

MIRTO CROSIA (CS) – Tante attività per l’Associazione europea operatori di polizia

di ANTONIO LOIACONO – In un periodo in cui la sicurezza cittadina e la tutela dell’ambiente sono temi di crescente rilevanza, l’Associazione Europea Operatori di Polizia, Sezione di Mirto Crosia, emerge come un fulgido esempio di impegno volontario per la salvaguardia dei cittadini e dell’ecosistema locale.

L’Associazione, fondata nel 1995, conta oggi su un gruppo di uomini e donne, uniti da un comune spirito di servizio verso la comunità. La sua missione è duplice: da un lato, garantire la sicurezza dei cittadini attraverso un’attività di vigilanza e prevenzione, e dall’altro, preservare e difendere l’ambiente circostante.
72 sedi aperte in Italia, 16 Regioni coperte, 17.000 volontari: sono questi i numeri attuali di questo sodalizio di volontariato.

Il nucleo centrale dell’Associazione è composto da operatori di polizia in pensione o in congedo, che mettono a disposizione la loro esperienza e competenza per contribuire al benessere della società.

La Sezione di Mirto Crosia, opera su un territorio ricco di risorse naturali, ma spesso minacciato da attività illecite e dannose.

Tra le attività principali dell’Associazione vi è la vigilanza del territorio, specialmente nelle zone più remote e vulnerabili. I volontari pattugliano i boschi, le aree costiere e gli spazi urbani, collaborando strettamente con le autorità locali per segnalare tempestivamente situazioni di rischio o attività criminali. La loro presenza dissuasiva contribuisce a mantenere un ambiente più sicuro per tutti i cittadini.

Parallelamente all’impegno per la sicurezza, l’Associazione Europea Operatori di Polizia di Mirto Crosia svolge un ruolo attivo nella tutela dell’ambiente. I volontari partecipano a iniziative di pulizia delle spiagge, dei boschi e delle strade, sensibilizzando la comunità sull’importanza di preservare la bellezza naturale del luogo. La collaborazione con associazioni ambientaliste e istituzioni locali permette loro di realizzare progetti di riforestazione e di promuovere buone pratiche ecologiche.

Nella società odierna, la tutela dell’ambiente ha assunto un’importanza sempre maggiore, poiché le sfide legate alla conservazione della natura e al benessere degli esseri viventi si pongono come prioritarie per il futuro del pianeta. In questo contesto, i volontari della sezione Aeop di Mirto Crosia, hanno svolto un ruolo fondamentale, intervenendo in numerose occasioni a difesa dell’ambiente come habitat sia per gli esseri umani che per gli animali.

Oltre a fornire risorse fondamentali come acqua, cibo e aria pulita, l’ambiente costituisce l’habitat naturale per molte specie animali, contribuendo alla biodiversità e all’equilibrio degli ecosistemi. Tuttavia, l’ambiente è spesso minacciato da attività umane dannose, come l’inquinamento, la deforestazione, la caccia illegale e la distruzione degli habitat naturali. In questo contesto, l’Aeop della sezione di Mirto Crosia si erge a difesa dell’ambiente, lavorando per preservare e proteggere questi preziosi ecosistemi.

«Le nostre figure professionali – ci dice il responsabile della sezione Aeop di Mirto Crosia, Pino Roma – lavorano in stretta collaborazione con le autorità competenti e le organizzazioni ambientaliste per contrastare attività illegali come la caccia e il bracconaggio, il traffico illegale di specie protette, la distruzione degli habitat naturali e altri reati ambientali. Inoltre, le guardie zoofile ed ambientali svolgono un ruolo chiave nella sensibilizzazione della comunità locale, educando sulle tematiche legate alla conservazione dell’ambiente e al rispetto degli animali. Nella sezione Aeop di Mirto Crosia, i volontari, hanno condotto numerosi interventi finalizzati alla protezione dell’ambiente e degli animali. Tra le attività svolte, vi sono state operazioni di contrasto alla pesca illegale, alla caccia di frodo e al commercio illegale di specie protette. I nostri volontari – conclude Pino Roma – hanno anche partecipato attivamente alla salvaguardia degli habitat naturali: siamo sempre presenti affiancando le diverse forze di polizia nell’espletamento dei loro doveri, lavorando in sinergia con la comunità locale e le autorità, perché solo attraverso la collaborazione possiamo ottenere risultati significativi. La sicurezza e la tutela dell’ambiente sono due facce della stessa medaglia, entrambe fondamentali per il benessere della nostra società».

L’Aeop di Mirto Crosia ha organizzato eventi, workshop e campagne informative volte a sensibilizzare la popolazione locale sull’importanza della conservazione dell’ambiente e del rispetto degli animali. Queste iniziative, hanno favorito un maggiore coinvolgimento e consapevolezza nella comunità!

Un ruolo fondamentale nella difesa dell’ambiente e della sicurezza in genere, quello svolto dalla sezione “crusiota” dell’Aeop la quale, contribuisce attivamente alla preservazione degli ecosistemi naturali, al benessere dei cittadini e della specie animale. Il loro impegno quotidiano e la loro determinazione nel contrastare le minacce all’ambiente sono di vitale importanza per garantire un futuro sostenibile per le generazioni presenti e future. È quindi fondamentale riconoscere e sostenere il lavoro delle guardie Aeop, incoraggiando un maggiore impegno nella tutela dell’ambiente che ci ospita!

L’Associazione Europea Operatori di Polizia, Sezione di Mirto Crosia, si presenta dunque come un esempio tangibile di come l’impegno volontario possa contribuire in modo concreto alla sicurezza dei cittadini e alla salvaguardia dell’ambiente. La sua opera, svolta con passione e dedizione, offre una testimonianza ispiratrice per altre comunità desiderose di promuovere il bene comune attraverso l’unione di forze e la volontà di fare la differenza. Il loro operato merita riconoscimento e sostegno, in quanto si tratta di un pilastro fondamentale per la conservazione della natura e il benessere di tutte le specie viventi su questo pianeta. (al)

MIRTO CROSIA (CS) – Presentata la Baia della Magna Graecia

In una tarda serata di fine agosto si è tenuta la presentazione de “La Baia della Magna Graecia” a Mirto-Crosia. Il sobrio giardino del lido “Le Dune”, sul lungomare cittadino, ha ospitato la kermesse.

Il tavolo di presidenza ha visto la partecipazione del primo cittadino crosiota, di una progettista territoriale in seno al Comune di Crotone e dell’autore. Il tutto sotto l’egida moderatrice del direttore di I&C.

Un uditorio attento e coinvolto. Il pubbblico ha interagito durante la manifestazione sviluppando inteventi accordati. A magine del dibattito, poi, e che, si è intrattenuto con l’Autore per approfondire le tematiche analizzate durante l’incontro.

Chiara la posizione del sindaco, Antonio Russo, che ha confermato la sua ferma adesione all’idea progettuale. Convintamente, ha aperto al dialogo costruttivo ed alla collaborazione istituzionale con il Comitato, suffragandone e sostenendone le tesi. Ha, altresì, posto l’accento sulla necessità di pianificare percorsi comuni e condivisi con le Comunità componenti il Psa (Piano strutturale associato) della Sibaritide.

Spiccatamente tecnico e pregno di argomentazioni l’intervento di Giovanna Pace. Dall’alto della suo ruolo di funzionario e progettista territoriale ha rimarcato la necessità di fare rete tra affini contesti territoriali, sfruttando i bandi europei volti alla cooperazione ed all’interdipendenza degli ambiti omogenei.

Le conclusioni sono state affidate a Domenico Mazza. L’autore ha fatto sintesi delle tante tematiche trattate durante la manifestazione. Ha rimarcato la necessità di imbastire processi d’equità territoriale per mettere in condizione l’Arco Jonico di concorrere alla pari con gli altri contesti regionali. La Calabria, per candidarsi ad essere il nucleo principale della futura macroregione euro-mediterranea, dovrà ridurre le sperequazioni tra gli ambiti sub-regionali. Ancora, ha dettagliato il processo di evoluzione amministrativa della fusione tra gli estinti Comuni di Corigliano e Rossano con la rimodulazione di un rinnovato ambiente provinciale (a saldo zero per lo Stato), coordinato e diretto da un doppio Capoluogo: Crotone a sud, Corigliano-Rossano a nord. La creazione di una zona omogenea territoriale da Capo Rizzuto ai confini lucani, quindi, come naturale evoluzione al processo di sintesi amministrativa delle due ex Città sibarite e rilancio della Città di Pitagora.

Il Direttore di I&C, Matteo Lauria, moderando il dibattito, ha puntualizzato la necessità di sganciare l’ambito jonico dal cappio centralista che soffoca lo soffoca. Tale condizione ha prodotto nel tempo diseconomie al territorio jonico, inibendone crescita ed emancipazione. Inoltre, ha puntualizzato sulla creazione di un’area metropolitana interregionale del Golfo di Taranto, moderna e policentrica.

La regia tecnica è stata coordinata da Eugenio Forciniti, responsabile de Il Pittulo blog. Il blogger, a margine del dibattito, ha intervistato diversi partecipanti, raccogliendo spunti di riflessione estremamante interessanti.

Fra i tanti inteventi, particolarmente dettagliato quello della Dirigente scolastica, Rachele Donnici. Costei si è soffermata sulla funzione educativa. La scuola — ha sostenuto — dovrà ritornare a recitare un ruolo di primo piano per contrastare il dilagante fenomeno dell’esodo demografico. Elevare l’offerta e la qualità del lavoro — ha incalzato — potrà essere l’unico deterrente alla fuga di cervelli che negli ultimi 20 anni hanno arricchito altri contesti territoriali.

Cresce, pertanto, la consapevolezza nella Istituzioni. Soprattutto, si registra interesse e partecipazione da parte della società civile. Quest’ultima apprezza, condivide e sottoscrive la bontà di un progetto rivoluzionario che dettaglia un orizzonte di crescita e prosperità per tutto il vasto contesto dell’Arco Jonico.

I prossimi appuntamenti pubblici sono previsti a Marina di Sibari, Policoro, Cirò Marina e Cutro. Il Comitato invita Popolazioni ed Istituzioni coinvolte a presenziare ai previsti incontri. (rcs)

MIRTO CROSIA – Giovedì la processione del Corpus Domini

La Arcidiocesi di Rossano Cariati si appresta a vivere la Processione del Corpus Domini che si terrà giovedì 8 giugno alle ore 18 a Mirto Crosia. L’appuntamento sarà preceduto al mattino dal ritiro del clero diocesano, nella parrocchia di San Francesco d’Assisi, guidato da don Pasquale Incoronato sacerdote della Diocesi di Napoli e già ospite della nostra chiesa diocesana in occasione del primo appuntamento del percorso “Sui passi del Concilio”.

Come da prassi ormai consolidata e condivisa, la Processione del Corpus Domini si tiene ogni anno in una vicaria diversa, così da farsi presenza concreta e prossima a tutte le comunità diocesane. Quest’anno, quindi, sarà ospitata a Mirto Crosia che rientra nella vicaria di Longobucco. Per l’occasione i cori di tutte le parrocchie della vicaria si sono uniti per animare sia la liturgia della S. Messa, presieduta da S. E. l’arcivescovo Mons. Maurizio Aloise, che si terrà sul sagrato della parrocchia di San Giovanni Battista alle 18, sia la processione del Corpus Domini che partirà a conclusione della celebrazione eucaristica e che si concluderà nella parrocchia del Divin Cuore. Nel corso della celebrazione sarà anche rinnovato il mandato ai ministri straordinari della Arcidiocesi. (rcs)

MIRTO CROSIA (CS) – Una giornata di formazione dedicata alla sicurezza dei bambini grazie alla Simeup Crotone

Il 6 maggio 2023 Mirto Crosia ha vissuto una giornata di formazione dedicata alla sicurezza dei bambini, grazie alla Simeup Crotone in unione all’Associazione italiana genitori, la quale ha organizzato un corso sulle manovre di disostruzione delle vie aeree presso il Teatro Comunale. L’evento ha visto la partecipazione di un centinaio di mamma, papà e insegnanti, i quali hanno appreso con grande entusiasmo le tecniche fondamentali per intervenire in situazioni di emergenza.

Il fulcro della formazione presenziata dal medico pediatra dott.ssa Anna Maria Sulla, si è svolto in sessioni di addestramento e fornito preziosi consigli su come gestire le situazioni di soffocamento in diverse fasce di età: lattante, bambino e adulto. L’esperienza e le competenze espresse dagli istruttori nazionali Simeup ha reso l’evento ancora più coinvolgente e di grande valore per i partecipanti.

In collaborazione con l’Associazione italiana genitori, l’obiettivo principale della giornata formativa è stato quello di fornire strumenti concreti a genitori e insegnanti per garantire la massima sicurezza ai bambini in ogni contesto. La consapevolezza dell’importanza delle manovre di disostruzione delle vie aeree è fondamentale per intervenire prontamente in caso di emergenze legate alla respirazione, come soffocamento da cibo o oggetti.

Durante il corso, i partecipanti hanno potuto sperimentare direttamente le tecniche apprese attraverso esercitazioni pratiche, simulando situazioni di emergenza con manichini appositamente progettati. Questo approccio hands-on ha permesso a tutti di acquisire fiducia e sicurezza nelle proprie capacità di intervento, in modo da poter agire tempestivamente ed efficacemente in caso di necessità.

La partecipazione di un centinaio di genitori e insegnanti dimostra l’attenzione e l’impegno della comunità di Mirto Crosia verso la sicurezza dei più piccoli. La formazione fornita dalla Simeup Crotone, insieme all’ Associazione italiana genitori, ha suscitato grande entusiasmo e ha consolidato la consapevolezza dell’importanza di queste competenze per la prevenzione e la gestione di situazioni critiche.

Al termine della giornata di formazione, i partecipanti hanno espresso la propria gratitudine alla Simeup Crotone per aver promosso un evento così prezioso e per aver contribuito a creare una comunità più consapevole e sicura.
Questa iniziativa rappresenta un esempio significativo passo avanti nella promozione della sicurezza dei bambini a Mirto Crosia. La consapevolezza acquisita durante la giornata di formazione si diffonderà a cascata tra le famiglie e le scuole, creando un ambiente più preparato ad affrontare eventuali emergenze.

La Simeup Crotone, e l’Associazione italiana genitori hanno dimostrato la loro dedizione nel fornire alle comunità gli strumenti necessari per la prevenzione e l’intervento in caso di situazioni di pericolo. La loro collaborazione è stata fondamentale per la riuscita dell’evento, e il successo ottenuto è il frutto di un impegno costante nel garantire la sicurezza dei bambini.

L’entusiasmo dimostrato dai partecipanti testimonia la rilevanza di queste iniziative formative e la volontà di fare la differenza nella vita dei bambini. Ogni genitore e insegnante che ha partecipato al corso porta con sé una maggiore consapevolezza e fiducia nelle proprie capacità di proteggere i propri figli e gli alunni. La formazione sulla disostruzione delle vie aeree è solo uno dei tanti aspetti che contribuiscono a creare un ambiente sicuro per i bambini. È fondamentale continuare a promuovere iniziative educative e informative volte a sensibilizzare l’intera comunità sui temi della sicurezza e del benessere dei più piccoli. La giornata di formazione a Mirto Crosia si è conclusa con un forte messaggio di impegno e di speranza per un futuro in cui ogni bambino possa crescere in un ambiente sicuro e protetto.

È auspicabile che questo evento rappresenti solo l’inizio di una serie di iniziative volte a promuovere la sicurezza dei bambini e a creare una comunità sempre più attenta e preparata. La formazione e la consapevolezza sono le chiavi per proteggere i nostri tesori più preziosi e per costruire un futuro migliore per tutti. (rcs)

CROSIA (CS) – Successo per il concerto di Passione “Perduname”

Ha riscosso successo la terza edizione del concerto di Passione Perduname, andata in scena nella Chiesa “San Francesco d’Assisi” di Mirto Crosia.

L’evento è stato organizzato dall’Orchestra di Fiati “Franco Rizzo”dell’Associazione ‘Euphonia’ diretta dal maestro Salvatore Mazzei, con il supporto di Ama Calabria e dell’Amministrazione comunale di Crosia, e che la Diocesi di Rossano – Cariati, guidata dall’Arcivescovo, mons. Maurizio Aloise ha voluto fortemente.

 L’iniziativa socio – culturale, dalla valenza anche religiosa,  è stata realizzata pochi giorni dopo il grande successo del concerto nel prestigioso Teatro Rendano di Cosenza dello scorso 16 marzo. L’orchestra di fiati ‘Franco Rizzo’, dunque, con la terza edizione del concerto Perduname” ancora una volta protagonista nel territorio. Durante l’evento di Passione, le musiche di Giuseppe Carrisi e Marco Frisina, sapientemente arrangiate per orchestra di fiati dal Maestro Giuseppe Blefari, direttore artistico dell’evento, hanno incantato ed emozionato la folta platea giunta da molte diverse zone della Calabria per unirsi nella gioia della preghiera e della musica.

Ospite d’onore della serata è stato mons. Marco Frisina, biblista, docente, autore dei più noti canti eseguiti nelle parrocchie. Compositore, anche, di musiche per spettacoli teatrali e  per produzioni cinematografiche a tema storico e religioso. Ha dato il via alla serata, condotta da Adele Riganello, il parroco della chiesa ospitante, don Claudio Cipolla, con la preghiera dei coristi, scritta da monsignor Frisina.

A seguire l’esimio ospite ha introdotto e diretto sei sue composizioni legando le emozioni della sua musica a quelle di una catechesi viva e limpida. Durante l’esecuzione i presenti hanno potuto percepire e vivere , ciò che da sempre Frisina  asserisce, ovvero, che i suoi concerti cercano il dialogo con chi ne fruisce poiché le  sue sonorità si generano attraverso un atto d’amore che mira ad abbracciare l’altro.  Ed è proprio questa la sensazione avvertita dagli spettatori. La musica di mons. Frisina è stata  testimonianza degli insegnamenti delle Sacre Scritture secondo le quali la Parola di Dio è bellezza, incontro e tolleranza. Non sono mancate  parole di ammirazione del maestro Frisina per l’organizzazione e verso tutti i protagonisti di questo progetto di unione e condivisione, elogiando l’eccellente lavoro svolto dai maestri Mazzei, Blefari e Fusaro, nonché per tutti direttori dei cori parrocchiali.

Momenti di forte commozione hanno caratterizzato la prima parte del concerto, con le esecuzioni dei brani ‘Perduname’, ‘Cum’ a jumara’ e ‘Popolo mio’ di Giuseppe Carrisi, interpretate da Giuseppe Pedace, Pasquale Cena e Maria Corina, e dirette da Giuseppe Blefari e Salvatore Mazzei. Le composizioni di monsignor Frisina sono state interpretate, invece, dalle voci di Mariafrancesca Anastasio, Pino Cruceli e dai maestri Stefano Tanzillo (tenore) e Sonia Berardi (soprano). Il maestro Mazzei, nel ringraziare i tanti che, a vario titolo e forma, hanno reso possibile l’evento, ha sottolineato fermamente il valore socio-culturale della banda musicale da cui il progetto ‘Perduname’ è partito nel 2019 fino ad arrivare oggi a unire nella musica l’intero territorio del basso Jonio cosentino. (rcs)

CROIA (CS) – Dante Maffìa ha incontrato gli studenti del Liceo e Ite

Nei giorni scorsi, il poeta, romanziere e saggista Dante Maffìa ha incontrato gli studenti del Liceo Scientifico e dell’Istituto Tecnico Economico di Mirto Crosia, nel corso di un incontro su Poesia e Pace.

Un incontro a cura dei docenti Gianfranco Manna e Giovanni Mulè, in collaborazione con altri docenti della scuola, in particolare Aedele Borgese e Graziella Graziano.

Infatti, all’interno del salone ospitante la manifestazione formativa è stata affissa un’apposita cartellonistica realizzata dagli alunni. Tanti con cartelloni riportanti vari messaggi e poesie per invocare la pace nel mondo, sulla scia della situazione bellica in atto in diverse parti del mondo. L’incontro ha avuto luogo in prossimità della Giornata mondiale della poesia, istituita dall’Unesco nel 1999 e che viene celebrata il 21 marzo. La data  coincide, non per una fortuita casualità, con  l’inizio della primavera, stagione di rinascita della natura, con il  rifiorimento di piante e campi  dopo il lungo letargo invernale. Ed è proprio con il genere poetico che si celebra, più di ogni altro modo, la bellezza del creato.

La poesia è uno dei mezzi più preziosi che l’uomo possiede per esprimere le proprie emozioni. È un linguaggio universale di sentimenti, che va al di là della lingua, del componimento e che va dritta al cuore anche per la sua musicalità. 

La scuola crosimirtese, appartenente al più ampio Istituto di istruzione superiore  di Cariati, ha organizzato l’evento in collaborazione con l’Associazione “Itaca – Dal Tirreno allo Jonio” e “Aglaia”. Il compito di coordinare i lavori è toccato al docente Giovanni  Mulé, il quale ha evidenziato l’importanza della poesia nella vita dell’individuo. Nel ringraziare l’esimio ospite per l’accettazione dell’invito della scuola, il professor Mulé ha messo in risalto che proprio da questi gesti si evince un aspetto del carattere del “Principe della parola”, Dante Maffìa (così considerato dal Paese del Sol Levante, che ha istituito anche un premio in suo onore). Mulé ha asserito che si tratta di un’anima, connotata da umiltà e generosità, che sente il suo fare poesia come un servizio per la collettività.

Nei saluti istituzionale, da remoto, la dirigente scolastica Sara Giulia Aiello ha sottolineato che la poesia è vita. L’obiettivo della scuola – ha aggiunto – è spronare gli alunni a manifestare attraverso di essa  le proprie emozioni.

Il professor Gianfranco Manna, quale responsabile di plesso, oltre a portare i saluti, ha letto alcuni versi, presi dal poemetto “Di Rosa e Di Rose”.

La poetessa Anna Lauria, oltre a deliziare i presenti con la declamazione di varie poesie, ha fatto notare che non bisogna chiedersi cos’è la poesia, ma cosa realmente faccia la poesia? A suo giudizio ogni componimento poetico eleva il nostro intimo, dà voce a chi non ne ha.

Lo storico Francesco Perri, ha sottolineato che per Maffìa la poesia è funzionale a far compiere un viaggio all’umanità verso la bellezza, conducendola verso vette sempre più alte di progresso. 

Al poeta Maffìa, durante una lunga interazione con gli alunni, é stato chiesto se i poeti siano utili? Sua mamma – ha raccontato – lo redarguiva dicendo che, invece di perdere tempo a scrivere, sarebbe stato più opportuno che andasse a zappare la terra. Il poeta rosetano ha concluso prendendo in prestito una frase del poeta praghese Rainer Maria Rilke secondo cui i poeti sono “api dell’invisibile”. Sono state tante e tutte interessanti le domande formulate dagli studenti, attraverso le quali si è tracciato un ritratto, non solo dell’artista, ma anche dell’uomo Maffìa.

Non  è mancata la musica a rallegrare le anime. Due giovani studenti, della stessa scuola, infatti, si sono esibiti con il violino e la fisarmonica. Intanto, il dibattito culturale fra l’esimio ospite e gli alunni rimane aperto, in quanto, per tutto il mese di marzo, il poeta continuerà a rispondere alle domande, osservazioni e considerazioni degli studenti della scuola situata nella cittadina ionica.  (rcs)