Due giovani studenti di Oppido superano la selezione per la finale nazionale dei Giochi matematici Bocconi – Pristem 2024

di GIULIO BORBOTTI – Si parla tanto di buona scuola, ma i risultati concreti di una formazione ottimale si notano anche in piccoli casi quotidiani come questo.

Si tratta di due giovanissimi ragazzi di dodici anni, Antonio Mileto e Alessandro Barbaro, che frequentano la 2a classe della scuola secondaria di primo grado del plesso di Oppido Mamertina (Rc) presso l’Istituto Comprensivo di Oppido – Molochio – Varapodio.

I due studenti hanno superato, nella loro categoria C1, le semifinali dei “Campionati internazionali di Giochi matematici – Centro Pristem dell’Università Bocconi” tenutisi il 16 marzo scorso presso il Liceo Scentifico A. Volta di Reggio Calabria, le cui graduatorie sono state da giovedì pubblicate, permettendogli di fatto l’accesso alla finale nazionale che si terrà sabato 25 maggio presso l’Università Bocconi di Milano, alla quale seguirà in agosto la finale internazionale di Parigi.

Parliamo di una competizione prestigiosa giunta alla trentottesima edizione nel mondo alla quale partecipano più di 200.000 concorrenti provenienti da tre continenti, mentre solo in Italia quest’anno sono stati più di 40.000 iscritti nelle varie categorie che vanno dai junior ai senior.

Considerata la portata del concorso, va dunque specificato che i due ragazzi sono riusciti nell’intento grazie alla loro specifica attitudine ed alla dedizione personale, senza corsi aggiuntivi privati, ma facendo tesoro dell’insegnamento impartito dalla loro docente di matematica, la prof.sa Teresa Gallo, la quale si compiace del traguardo raggiunto con i propri allievi spronandoli a perseguire i propri obiettivi per se stessi più che per il riconoscimento ottenuto, dimostrando così il valore formativo di servizio della scuola pubblica.

In un momento storico in cui si da peso solo ai cosiddetti numeri della scuola, si può rispondere che nella fattispecie in questione siano stati invece determinanti un altro tipo di numeri per porre un faro su due promettenti studenti reggini che, come tante altre giovani menti brillanti calabresi, la scuola deve saper coltivare fin dalla tenera età valorizzandoli poi nel corso del tempo, poiché spesso una volta cresciuti o non trovano il giusto spazio nella nostra terra o finiscono per diventare quei cervelli in fuga del domani, perciò oggi tramite l’occasione vale la pena celebrarli. (gb)

OPPIDO MAMERTINA (RC) – Liceo scientifico, avviati i lavori del secondo lotto

Avviati i lavori del secondo lotto del nuovo Liceo scientifico di Oppido Mamertina progettato dalla Città metropolitana di Reggio Calabria.

Quasi ultimato il primo lotto, ieri mattina gli operai hanno avviato le attività sulla seconda parte del cantiere, finanziata con 2,2 milioni di fondi del Pnrr e parte di un investimento complessivo che sfiora i 4 milioni di euro.

Il vicesindaco metropolitano Carmelo Versace, insieme alla responsabile unica del procedimento, l’architetto Loredana Briganti, ed al vicesindaco di Oppido Mamertina, Fiorentino Riganò, ha effettuato un sopralluogo nell’area interessata dalle attività della ditta incaricata dei lavori.

«Il Liceo scientifico di Oppido Mamertina – ha commentato Versace – sta velocemente vedendo la luce. La prima struttura, adibita ad ospitare il blocco amministrativo, è pressoché ultimata ed entro luglio sarà pronta per essere formalmente consegnata per il suo regolare utilizzo. Oggi, invece, sono iniziati i lavori di costruzione della parte che ospiterà le aule e, entro un anno, contiamo possa finalmente ospitare la popolazione scolastica di Oppido e dell’intera Piana di Gioia Tauro».

«Quest’opera – ha continuato il vicesindaco – avrà una valenza fondamentale non solo per i ragazzi, le ragazze e le famiglie del centro di Oppido, ma sarà importantissima per il territorio nel suo complesso che potrà beneficiare di una struttura all’avanguardia e dotata di tutti i confort necessari a poter svolgere qualsiasi attività didattica».

«Siamo felici – ha proseguito Carmelo Versace – di poter constatare la partecipazione dell’amministrazione locale, presente stamane secondo uno spirito di sinergia istituzionale che fa soltanto bene alle nostre comunità. Allo stesso tempo, l’ennesima opera pubblica dedicata alla formazione, all’educazione ed alla crescita dei nostri giovani testimonia l’impegno che l’amministrazione del sindaco Giuseppe Falcomatà ed il settore guidato dal dirigente Giuseppe Mezzatesta mettono in campo giornalmente per migliorare la qualità dei servizi e delle strutture del nostro splendido comprensorio. Nella circostanza, mi corre l’obbligo di ringraziare la rup, l’architetto Loredana Briganti, per l’ottimo lavoro che sta portando avanti insieme all’intero comparto Edilizia della Città metropolitana».

«Questa scuola – ha concluso il vicesindaco metropolitano – è da tanti, troppi, anni che aspetta di essere realizzata e conclusa. Con pervicacia ed ostinazione, l’amministrazione non ha mai mollato, imprimendo, anzi, un’accelerata decisiva affinché il corpo docente e quello studentesco possano finalmente varcarne la soglia nel 2025/2026». (rrc)

Il consigliere regionale Giannetta: Approvato progetto per Ospedale di Comunità a Oppido

Il consigliere regionale Domenico Giannetta ha reso noto che «è stato approvato il progetto definitivo per l’intervento di realizzazione dell’Ospedale di Comunità del Comune di Oppido Mamertina».

«Ed è stata, contestualmente – ha aggiunto – autorizzata la procedura veloce dell’appalto integrato, che prevede sia la redazione del progetto esecutivo che l’affidamento dei lavori, finanziati con il Pnrr, per un importo complessivo di oltre 2 milioni e 300 mila euro».

«Inoltre – ha evidenziato Giannetta – nello stesso atto sono già stati autorizzati gli acquisti da espletarsi a conclusione di questa fase. Insomma, – continua il consigliere – è del tutto evidente la volontà di accelerare le procedure per dare risposte concrete».

«Un fatto molto importante – ha detto ancora – sintomatico della volontà politica di dare riscontri certi in tempi brevi. Grazie, infatti, al Presidente della Giunta regionale, Roberto Occhiuto e al Direttore Generale dell’Asp di Reggio Calabria, Lucia Di Furia prende sempre più corpo il progetto di valorizzazione dell’Ospedale di Comunità di Oppido Mamertina, nella Rete Territoriale Ospedaliera della Regione Calabria».

«E – ha concluso – ne siamo orgogliosi». (rrc)

OPPIDO MAMERTINA – Giovedì si ricorda Salvatore Albano, modellatore di grazia

Giovedì 12 ottobre, a Oppido Mamertina, al Museo Diocesano, è in programma l’incontro di studi dedicato a Salvatore Albano, artista oppidese.

L’evento è stato organizzato dal Museo Diocesano di Oppido Mamertina in occasione del 130esimo anniversario della morte.

La giornata, dedicata a Salvatore Albano, le cui statue sono tutte palpitanti di vita, si svolgerà in due fasi: la mattina nella sala degli stemmi, poi l’inaugurazione della Mostra negli adiacenti locali del MuDOP e il pomeriggio l’Amministratore apostolico Mons. Francesco Milito, concluderà una interessante tavola rotonda nella sala delle udienze.

«Nel 130° anniversario della morte ed in occasione della presentazione del restauro di una sua opera donata al Museo dai familiari discendenti – ha spiegato Paolo Martino, direttore del MuDop – cerchiamo di riaprire il caso Albano. Abbiamo coinvolto con alcuni studiosi di alto profilo come Giovanna Capitelli, docente dell’Università di Roma tre, Maria Rosaria Ruga, docente dell’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro, la dottoressa Maria Lucia Tavella, storica dell’arte e ricercatrice, la Soprintendenza ABAP di Reggio e Vibo con il Soprintendente dott. Fabrizio Sudano e la dott.ssa Daniela Vinci».

«Nella giornata sarà inserita l’inaugurazione, nei locali del MuDOP – ha concluso – di una mostra con tre meravigliose opere mai esposte al pubblico. Riteniamo che questa giornata deve essere l’incipit per riportare all’attenzione di tutti gli studiosi e ricercatori questa singolare figura di grande Artista, ma abbiamo a cuore anche il fatto di proporlo alle scuole ed ai Cittadini della Piana come riferimento alto che partendo da Oppido ha inondato di Bellezza molte nazioni sia in Europa che in America». (rrc)

OPPIDO MAMERTINA (RC) – Attivato il servizio di Ginecologia al Poliambulatorio

Si potenziano ancora i servizi sanitari a Oppido, con la presa di servizio, da questa mattina, del ginecologo Massimo Sorace, esperto in endocrinologia ginecologica, diagnosi prenatale e infertilità.

Ad accoglierlo il consigliere regionale Domenico Giannetta, che dichiara: «Continuiamo nel percorso di implementazione dei servizi territoriali, programmati in sinergia con la Direzione generale dell’Asp di Reggio Calabria, guidata da Lucia Di Furia e con il Distretto sanitario tirrenico diretto da Salvatore Barillaro».

«Siamo molto soddisfatti – continua il consigliere – di poter finalmente offrire ad un ambito esteso geograficamente disomogeneo e, in alcuni tratti, difficilmente raggiungibile, risposte sanitarie fondamentali e per troppo tempo negate. In particolare in una branca specialistica che assume sempre maggiore rilevanza sanitaria, sociale e culturale, anche in materia di prevenzione».

Insieme al Consigliere regionale Giannetta erano presenti gli operatori sanitari Alfredo Rizzica e Silvana Sanfedele, anche nel ruolo di assessore comunale. (rrc)

A Oppido attivo il servizio specialistico di Geriatria

A Oppido Mamertina è attivo il servizio specialistico di Geriatria. Lo hanno reso noto il sindaco, Bruno Barillaro e il consigliere regionale Domenico Giannetta, che hanno dato il benvenuto alla dottoressa Maria Grazia Richichi presso il Poliambulatorio del comune di Oppido Mamertina.

«Con il servizio di Geriatria si compie un altro importante passo in avanti per la sanità del nostro comune e di tutta l’area pre aspromontana che da oggi si potrà avvalere di servizi specialistici essenziali per la salute in età senile –  hanno dichiaratoBarillaro e Giannetta –. Con l’insediamento della dottoressa Maria Grazia Richichi, geriatra esperta e competente il poliambulatorio si dota di un supporto medico fondamentale non solo per i pazienti geriatrici, ma anche per le famiglie che hanno in cura la salute ed il benessere degli anziani e dei nonni, che, seppur attraversino una fase della vita particolarmente fragile ed esposta, sono dei veri e propri pilastri delle nostre comunità».
«Ringraziamo, ancora una volta – hanno concluso – il direttore generale dell’Asp di Reggio Calabria, Lucia Di Furia, per avere messo a bando le ore e avere reso possibile questo nuovo corso del nostro poliambulatorio che, a breve, si avvarrà della Ginecologia, altra branca di fondamentale importanza per i servizi specialistici ambulatoriali». (rrc)

OPPIDO MAMERTINA (RC) – Arte e Musica, il concerto sinfonico corale

Domani sera, a Oppido Mamertina, alle 20, alla Cattedrale Maria SS. Assunta, è in programma il concerto sinfonico corale, che chiude la rassegna Arte e Musica, organizzata da Musica Insieme Associazione Culturale Musicale Giovanile della Piana.

Si esibiscono l’Orchestra Sinfonica Giovanile della Calabria, diretta dal Maestro Ferruccio Messinese; il Coro Cantare Giovane, diretto da Arianna Sturniolo e Roberta Sainato; il Coro Polifonico Maria SS. Annunziata, diretto da Domenica Verduci. (rrc)

Giannetta (FI): La Città Metropolitana provveda alla viabilità di Oppido Mamertina

Il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Giannetta, ha chiesto che «la Città Metropolitana di Reggio Calabria dia ascolto alla protesta dei cittadini di Oppido Mamertina e provveda con urgenza a prendersi cura della viabilità».

«Il passaggio di competenze dalla Provincia alla Città Metropolitana è stata una mannaia per la nostra viabilità interna – ha commentato Giannetta –. Dopo sei lunghi anni dalla nascita dell’Ente siamo ancora costretti a muoverci su strade colabrodo, insicure e al limite dell’indecenza. Per questo, comprendo lo spirito che anima i cittadini che protestano e fanno sentire la propria voce. Che giunga alle istituzioni preposte, perché queste diano le giuste risposte e non trascurino, ancora una volta, lo stato di disagio in cui versano le strade dei nostri centri pre-aspromontani».

«Diversa cosa – ha spiegato – avvenne quando la viabilità era di competenza provinciale. Durante il mio mandato di assessore provinciale alle attività produttive, abbiamo messo in campo numerosi interventi per adeguare quei tratti di strada a Oppido: dalla bitumazione, alla regimentazione delle acque, alla costruzione di cunette e muretti di contenimento, all’adeguamento dei guard-rail e altre opere necessarie alla manutenzione e alla messa in sicurezza delle strade, oltre che alla segnaletica verticale e allo sfalcio».

«Opere – ha sottolineato – che non bastano mai e che devono essere costantemente riprogrammate. Fa, dunque, piacere quanto meno la notizia che la Sp 29, ovvero il tratto di strada denominato Quadrivio San Bartolo – Ferrandina sarà a breve destinatario di un intervento di bitumazione per una larghezza di 6,80 metri e una lunghezza di 2 chilometri e 100 metri il cui appalto è stato già affidato e quando le condizioni meteo lo consentiranno si procederà con i lavori».

«La viabilità interna è vitale per i nostri paesi – ha concluso –. La Città Metropolitana non può essere governata dentro il Palazzo, trascurando le singole realtà che la compongono». (rrc) 

Al “Gemelli Careri” di Oppido la “medaglia d’oro stellata” del Concorso nazionale dei monumenti adottati dalle Scuole italiane

Prestigioso riconoscimento per l’Istituto Gemelli Careri di Oppido Mamertina, l’unica scuola in Calabria – e tra i cinque in tutta Italia – ad aver ricevuto la Medaglia d’oro stellata al Concorso Nazionale dei Monumenti adottati dalle scuole italiane.

Il Concorso è bandito dalla Fondazione Napoli Novantanove, in collaborazione con il Miur e il Ministero dei Beni e delle attività culturali.

La Medaglia d’oro stellata è stata assegnata all’Istituto calabrese per la realizzazione del cortometraggio animato intitolato Lo Scoglio dell’Ulivo sotto la supervisione dei proff. Annalisa Locatelli, referente del progetto, Pietro Adorato, artista e animatore, Antonio Rocca esperto di montaggio e rendering.

I docenti sono parte attiva della Magmanimation un team di animatori, sceneggiatori e artisti del digitale, di cui Adorato e direttore artistico, che promuove interessanti progetti di valorizzazione del territorio e ha fornito gratuitamente ai ragazzi il supporto tecnico indispensabile per la realizzazione del film animato, attualmente pubblicato nell’Atlante dei monumenti adottati dalle scuole italiane.

La scuola si è avvalsa inoltre della collaborazione di preziose risorse esterne: Alfonso Romeo, pianista e autore della colonna sonora; Ferruccio Nicotra, presidente dell’Associazione culturale “Aura Loci” di Palmi e voce narrante del corto; Paolo Pellicini, psicologo e docente di Filosofia a Lugano; Enrico Caruso, che ha fornito il materiale fotografico originale.

Gli alunni del Gemelli Careri, a inizio anno scolastico scorso, hanno preso in carico la tutela spirituale e culturale dello Scoglio dell’Ulivo che svetta nel mare della costa di Palmi, promuovendo una serie di iniziative volte alla valorizzazione e alla salvaguardia del monumento naturale.

Il progetto didattico, incluso nel percorso formativo di Educazione alla Legalità, Cittadinanza e Costituzione curato dal Dirigente dell’Istituto, ing. Pietro Paolo Meduri, che da sempre sostiene i suoi docenti nelle attività extracurriculari di potenziamento delle competenze trasversali degli alunni, è stato patrocinato dall’Assessorato alla cultura del comune di Palmi.

Lo Scoglio dell’Ulivo è stato “reinterpretato” dai ragazzi del Gemelli Careri come una sorta di monumento simbolico eretto dalla natura stessa per celebrare tutti gli eroi che, come il Capitano Natale De Grazia, Medaglia d’oro al valore della Marina e immaginario protagonista del racconto animato, hanno dato la vita per difendere la nostra terra e la sua incontestata bellezza. (rrc)

In copertina un frame del video

OPPIDO MAMERTINA (RC) – L’Istituto “Gemelli Careri” adotta lo Scoglio dell’Ulivo

L’Istituto d’Istruzione Superiore Gemelli Careri di Oppido Mamertina di Oppido Mamertina, ha adottato un tratto di costa della Tonnara di Palmi, il cui emblema è lo Scoglio dell’Ulivo.

L’adozione è avvenuta nell’ambito del progetto di educazione permanente La Scuola adotta un monumento ideato dalla Fondazione NapoliNovantanove in collaborazione con il Miur e il Mibact che punta al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e in generale dell’ambiente.

«L’intento principale – si legge in una nota – è stato quello di svolgere un approfondito lavoro di conoscenza sul patrimonio e sulla storia del territorio di appartenenza permettendo agli studenti coinvolti di studiarlo per conoscerlo, visitarlo e viverlo al fine di riappropriarsene, descrivendone la bellezza o denunciandone il degrado, con il fine di rivalorizzare gli elementi che costituiscono il patrimonio artistico e naturale e riportarli alla loro funzione originaria».

Gli alunni del Careri, dunque, coadiuvati dai docenti Annalisa Locatelli, Antonio Rocca e Piereo Adorato, in collaborazione con il gruppo di animazione Magmanimation, hanno realizzato un video di tre minuti, pubblicato nell’Atlante dei monumenti adottati dalle scuole italiane descrive la bellezza dello Scoglio dell’Ulivo attraverso una storia semplice, di amore per il mare e di incontro tra passato e presente, presupposti imprescindibili per la valorizzazione e la tutela del nostro patrimonio naturale, e identifica nello Scoglio una sorta di monumento simbolico eretto dalla natura stessa per celebrare tutti gli uomini che, come il capitano Natale De Grazia, medaglia d’oro al valore della Marina e immaginario protagonista del racconto animato, hanno dato la vita per difendere il nostro territorio e la sua indiscutibile bellezza.

«In bocca al lupo ai ragazzi del Gemelli Careri – conclude la nota – che aspettano l’esito del concorso, e un grazie di cuore alla Magmanimation e a tutti coloro che hanno collaborato gratuitamente con la scuola bypassando le difficoltà logistiche causate dalla pandemia: Alfonso Romeo, pianista e autore della colonna sonora; Ferruccio Nicotra, presidente dell’Associazione culturale “Aura Loci” di Palmi e voce narrante; Paolo Pellicini, psicologo e docente di filosofia a Lugano, che ha condotto i ragazzi attraverso un percorso di educazione interiore al riconoscimento della bellezza e dell’importanza dei sentimenti; Enrico Caruso, che ha fornito il materiale fotografico originale, testimonianza di una bellezza storica che faceva e fa stupire e innamorare, e che va protetta e amata – come insegna il piccolo De Grazia immaginato nel corto – ad ogni costo». (rrc)