POLISTENA (RC) – Al Liceo Musicale Rechichi al via il progetto “Interplay” per lo studio della musica jazz

Domani, all’indirizzo Musicale del Liceo Statale “Giuseppe Rechichi” di Polistena prende il via il laboratorio di Musica d’Insieme Jazz, che vedrà coinvolti esperti esterni, affiancati da docenti interni dell’istituto, per la formazione degli studenti nel settore della musica jazz. 

Interplay è il titolo dell’iniziativa organizzata in sette moduli dedicati rispettivamente allo studio del canto, del pianoforte, del basso e contrabasso, della chitarra, di strumenti melodici e ritmici e alle  attività di laboratorio di musica d’insieme. 

Antonietta Creazzo, Salvatore Agostino, Saverio Garipoli, Domenico Pizzimenti, Tommaso Pugliese e Carmelo Gattuso sono gli esperti esterni per ogni disciplina che lavoreranno a stretto contatto con i docenti del Musicale Catena Raso, Bruno Gallo, Teresa Maria Pirrotta, Salvatore Lombardo, Giovanni Luca Idone, Carmen Regina Pegna e Alessandro Maria Lemmo

«Abbiamo inteso offrire ai nostri studenti un’opportunità formativa in più rispetto alle tradizionali lezioni del corso ordinario – commenta la Dirigente Scolastica del “Rechichi”, Francesca Maria Morabito – consapevoli che gli studi musicali devono poter abbracciare tutte le tipologie per consentire agli studenti una preparazione a 360 gradi nel settore artistico di interesse. Ringrazio gli esperti e i tutor del Liceo – conclude – per aver reso possibile questa iniziativa. Il superamento delle difficoltà legate alla pandemia, con la ripresa delle lezioni in presenza, inoltre, favorirà anche la socializzazione che è uno degli elementi centrali per la ripresa della quotidianità per docenti e allievi».

Al corso, la cui frequenza è dettata dalla libera adesione, hanno scelto di partecipare già oltre 20 studenti, iscritti dalla prima alla quarta classe del liceo.  (rrc)

 

POLISTENA (RC) – Torna la Settimana Santa

Dopo due anni di stop causati dalla pandemia, torna la Settimana Santa di Polistena,  con i suoi Riti, le sue Processioni e i suoi Eventi ed  è promossa dall’Associazione Culturale “Arlecchino e Pulcinella” con l’Amministrazione Comunale di  Polistena e organizzata da Parrocchie, Confraternite e Associazioni cittadine. 

Tra Storia e Devozione, tra Pietà Popolare e Tradizione, parte da qui l’esperienza della Settimana Santa  di Polistena. Con la Comunità polistenese che intende mantenere vivi i suoi antichi riti religiosi che da  sempre sono punti cardini per la collettività in termini di partecipazione e di coinvolgimento emotivo. 

Quella collettività che è riuscita nei secoli a non contaminare questo immenso patrimonio ispirato alla  tradizione spagnola, che offre al visitatore un percorso carico di misticismo e religiosità, dove l’arte e la  storia si intrecciano con la pietà popolare, che anno dopo anno, generazione dopo generazione il popolo  polistenese custodisce. 

Riti religiosi che si tramandano nelle generazioni ormai dalla fine del 1700. 

Riti religiosi che iniziano con la Domenica delle Palme e terminano la Domenica di Pasqua con  l’”Affruntata”, vedendo il giorno più imponente il Venerdì Santo per numero di simulacri. 

Riti religiosi che si snodano nei vicoli del centro storico, tra le antiche e monumentali chiese che  avvolgono il visitatore e lo addentrano in un’atmosfera intensa, carica di emozioni e di sensazioni che  vengono sottolineate dal suono struggente delle “Sette Parole” musicate da Michele Valensise ed eseguite  dalla banda musicale cittadina. 

Riti religiosi carichi di misteri che avvolgono la città: il mistero del Cristo che porta la Croce il Venerdì  Santo, dei volti incappucciati con le corone di spine sul capo, dei suoni dei “carici” e delle “tocche”, dei canti religiosi e di antichi racconti. 

Un popolo che vuole preservare questo patrimonio proteggendo e difendendo il valore e la memoria,  promuove nel mondo i suoi Riti e gli eventi collegati che durante la Settimana Santa vengono proposti a  Polistena: La Rappresentazione Sacra “La Passione di Cristo” di Domenica delle Palme, la processione  dell’Addolorata all’alba del Venerdì Santo, quella della Pietà all’imbrunire e dei Misteri la notte, “Le Sette  Parole” di Michele Valensise nel Duomo cittadino, le Musiche Velate il Sabato Santo, l’Affrontata di  Domenica di Pasqua e la Mostra Fotografica da Giovedì Santo a Lunedì dell’Angelo. 

Ad arricchire la manifestazione, dal 14 al 18, a Corso Mazzini si potrà ammirare la mostra fotografica Tra storia e devozione, tra pietà popolare e tradizione.

Il programma

10 aprile, Domenica delle Palme: alle 18, a Piazzale Stazione, La Passione di Cristo; il 14 aprile, Giovedì Santo, dalle 21, è prevista l’apertura delle Chiese Parrocchiali per la visita agli altari della reposizione.

Il 15 aprile, venerdì Santo, alle 7, è prevista la Processione dell’Addolorata, mentre alle 13, al Duomo, Le sette Parole di Michele Valensise eseguite dall’Orchestra e dal coro Theotokos. Alle 19, partirà dalla Chiesa Maria SS. Immacolata la Processione della Pietà. Alle 21, sempre dalla Chiesa, la Processione dei Misteri.

Il 16 aprile, Sabato Santo, alle 18.30, a Piazzale Rosario, Musiche velate eseguite dall’ensemble Pietro Mascagni.

Il 17 aprile, domenica di Pasqua, alle 12, a Piazza del Popolo, l’Affrontata. (rrc)

 

POLISTENA (RC) – La terza edizione dei Premi di Studio “Girolamo Tripodi”

Tornano, con la terza edizione, i Premi di Studio “Girolamo Tripodi”, promossi dalla Fondazione Girolamo Tripodi, rivolti agli studenti più meritevoli e bisognosi di alcuni Istituti Scolastici della città di Reggio Calabria e di Polistena.

Quest’anno si è deciso di allargare la platea delle scuole interessate al bando. Sono, infatti, sei le istituzioni scolastiche coinvolte: Comune di Polistena, Istituto Tecnico Industriale Statale “Conte Milano”; Istituto Istruzione Superiore “Giuseppe Renda”; Liceo Statale “Giuseppe Rechichi”, Comune di Reggio Calabria, Istituto Comprensivo “Radice Alighieri” di Catona;
Istituto Istruzione Superiore “Boccioni Fermi”; Liceo Scientifico “Alessandro Volta”.

Per ciascuno di questi istituti sarà premiato con un premio in denaro consistente nell’ammontare di 500 (cinquecento) euro, il più brillante diplomato dell’anno scolastico 2021/2022.

I premi sono indirizzati ad incoraggiare l’impegno dei giovani destinati a divenire la classe dirigente di un territorio che il senatore Girolamo “Mommo” Tripodi ha profondamente amato ed al quale ha dedicato l’intera sua esistenza. Da sindacalista, sindaco di Polistena e parlamentare ha sempre continuato nelle battaglie per il riscatto e ha dato prova di grande capacità amministrativa, trasformando la città di Polistena da paese rurale a città moderna e progredita, modello di buongoverno ammirata da tutti.

Sempre schierato accanto agli ultimi, Mommo è stato protagonista di una lunga serie di battaglie al fianco dei “senza voce”, dei braccianti, delle gelsominaie, delle raccoglitrici di olive, ai quali ha conferito dignità e speranza in un avvenire improntato alla libertà e alla giustizia sociale. Durante la sua militanza ha intuito l’ineludibilità della tutela dell’ambiente e si è strenuamente battuto contro la costruzione della centrale a carbone che negli anni ’80 avrebbe stravolto l’ecosistema della Piana di Gioia Tauro.

Lungo tutto l’arco della sua vita, e senza tentennamenti, Girolamo Tripodi ha avversato con coraggio e tenacia le organizzazioni mafiose divenendo un punto di riferimento per quanti hanno coltivato, non solo in Calabria, la cultura della legalità. (rrc)

POLISTENA (RC) – Si consegnano i Premi di studio “Girolamo Tripodi”

Domani, a Polistena, saranno consegnati i Premi di Studio “Girolamo Tripodi”, giunti alla seconda edizione, promossa dalla Fondazione “Girolamo Tripodi”, a favore di giovani studenti, segnatamente di quelli meritevoli e bisognosi”.

I premi sono indirizzati ad incoraggiare l’impegno dei giovani destinati a divenire la classe dirigente di un territorio che il Senatore Girolamo “Mommo” Tripodi ha profondamente amato ed al quale ha dedicato l’intera sua esistenza. Sempre schierato per il riscatto degli ultimi, Mommo è stato protagonista di battaglie memorabili al fianco dei “senza voce”, dei braccianti, delle gelsominaie, delle raccoglitrici di olive, che con le lotte hanno conquistato diritti, dignità e speranza liberandosi dalle catene di un o sfruttamento feudale.

Girolamo Tripodi nel corso del suo impegno politico e amministrativo ha avuto una grande visione del futuro, come quando, intuendo con largo anticipo la necessità ineludibile della tutela dell’ambiente, si è strenuamente battuto con successo, come Sindaco di Polistena, Senatore e Presidente del Comitato dei Sindaci, contro la realizzazione della megacentrale a carbone di Gioia Tauro, guidando una battaglia di avanguardia per quel tempo, che oggi, alla luce dei fatti, dimostra ancora di più il suo valore lungimirante.

Lungo tutto l’arco della sua vita, e senza tentennamenti, Girolamo Tripodi ha avversato con coraggio e tenacia le organizzazioni mafiose divenendo un punto di riferimento per quanti, non solo in Calabria, sono impegnati nella lotta per l’affermazione della legalità e per sconfiggere la ‘ndrangheta. La costruzione del Palazzo comunale e dell’auditorium di Polistena insieme alla sua famosa testimonianza alla fine degli anni ’70 del secolo scorso a Reggio Calabria nel primo grande maxiprocesso contro la ‘ndrangheta, rappresentano alcuni dei momenti più alti del suo impegno vincente di lotta contro le mafie.

Con l’organizzazione di questo Bando di Concorso e l’istituzione dei Premi di Studio “Girolamo Tripodi”, destinati agli studenti calabresi, nonchè con le altre iniziative in cantiere, tra cui ricordiamo l’impegno per la realizzazione di un documentario sulle lotte bracciantili e delle raccoglitrici di olive della Piana di Gioia Tauro, la Fondazione intende mantenere viva la memoria di una grande storia collettiva, nella quale Girolamo Tripodi ha avuto un ruolo da protagonista, che va recuperata e valorizzata e che ha rappresentato una straordinaria stagione di riscatto delle classi umili e diseredate della Calabria e del Mezzogiorno.
Nella giornata del 21 dicembre verrà premiato il più brillante diplomato dell’anno scolastico 2020/2021 dell’Istituto Tecnico Industriale di Polistena “Conte Milano”.

Tenere viva la memoria costituisce una necessità fondamentale per costruire il presente e progettare il futuro.
Con questo spirito è stata pensata e promossa questa iniziativa che, incarnando pienamente la tensione ideale e la concezione politica di Girolamo Tripodi, punta a dare un piccolo sostegno ai giovani studenti degli istituti scolastici reggini che rappresentano la nostra speranza per un futuro migliore. (rrc)

POLISTENA (RC) – Contributo per pulizia corsi d’acqua, I 5 Stelle: Collaborazione tra Polistena, Melicucco e Cittanova per torrente Vacale

Gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Polistena, in merito al contributo di 500 mila euro della Città Metropolitana per la pulizia dei corsi d’acqua, auspicano la disponibilità e la collaborazione tra i comuni di Polistena, Cittanova e Melicucco, interessati del torrente Vacale.

« È sotto gli occhi di tutti – si legge in una nota – la situazione di degrado di questo torrente, dovuta alla presenza di arbusti e rifiuti abbandonati. I sindaci dei comuni sopra citati dovrebbero operare in sinergia per valutare e ottimizzare le strategie più idonee per ridurre i rischi che potrebbero comportare situazioni di pericolo per le comunità, qualora  non si provveda in maniera esaustiva, attraverso azioni concrete, alla pulizia e alle cure dei nostri corsi d’acqua che troppo spesso sono lasciati all’incuria». 

«L’ unione fa la forza – conclude la nota – e collaborare comporterebbe notevoli miglioramenti per  la salvaguardia dell’ambiente e la tutela di noi cittadini». (rrc)

A Roccella, Siderno e Polistena screening gratuiti per la prevenzione del diabete grazie ai Lions

Una tre giorni per sensibilizzare la popolazione per prevenire il diabete. È questo l’obiettivo del Lions Club Locri, Polistena B, Taurianova V.S. Roccella Jonica , Siderno Zona 27 che, domani, il 14 novembre e il 20 novembre, sarà nelle piazze di Roccella Jonica, Siderno e Polistena, in occasione della Giornata Mondiale contro il Diabete, in programma il 14 novembre.

Il primo appuntamento è per domani, a Roccella Jonica, dove dalle 9 alle 13, a Piazza S. Vittorio, si potrà effettuare gratuitamente uno screening.

Alle 17, al Convento dei Minimi, un convengo dedicato al diabete, che si aprirà con i saluti istituzionali del sindaco di Roccella dott. Vittorio Zito, dei Presidenti dei Clubs Lions, della Responsabile per la Calabria di AILD (Associazione Italiana Lions per il Diabete) dott.ssa Denise Valente Ortale, del Presidente di Zona 27 arch. Orazio Violante, del Presidente della XI Circoscrizione avv. Massimo Serranò e del I Vice Governatore dott. Franco Scarpino. Interverranno specialisti Lions e non che parleranno della patologia.

Il 14 novembre, l’iniziativa si sposterà a Siderno dove, dalle 9 alle 13, a Piazza Porto Salvo, si potrà effettuare lo screening. Il 20, infine, a Polistena.

POLISTENA (RC) – Venerdì la consegna dei Premi “Girolamo Tripodi”

La Fondazione Girolamo Tripodi, nell’ambito della II edizione dei Premi di Studio “Girolamo Tripodi”, consegnerà, il prossimo 12 novembre, i Premi di Studio ai «diplomati più brillanti» dell’anno scolastico 2020/2021 dell’Istituto Istruzione Superiore “Giuseppe Renda” di Polistena e del Liceo Statale “Giuseppe Rechichi” di Reggio.

L’iniziativa, promossa calla Fondazione, prevede l’assegnazione di premi che sono indirizzati ad incoraggiare l’impegno dei giovani destinati a divenire la classe dirigente di un territorio che il senatore Girolamo “Mommo” Tripodi ha profondamente amato ed al quale ha dedicato l’intera sua esistenza. Sempre schierato per il riscatto degli ultimi, Mommo è stato protagonista di battaglie memorabili al fianco dei “senza voce”, dei braccianti, delle gelsominaie, delle raccoglitrici di olive, ai quali ha conferito dignità e speranza in un avvenire improntato alla libertà e alla giustizia sociale.

Lungo tutto l’arco della sua vita, e senza tentennamenti, Girolamo Tripodi ha avversato con coraggio e tenacia le organizzazioni mafiose divenendo un punto di riferimento per quanti, non solo in Calabria, sono impegnati nella lotta per l’affermazione della legalità e per sconfiggere la ‘ndrangheta.

Con l’organizzazione di questo Bando di Concorso e l’istituzione dei Premi di Studio “Girolamo Tripodi”, destinati agli studenti calabresi, la Fondazione intende mantenere viva la memoria di una storia collettiva che non va dispersa e che ha rappresentato la prima e finora unica stagione di riscatto delle classi umili e diseredate della Calabria e del Mezzogiorno.

L’obiettivo, dunque, è quello di «dare un piccolo sostegno ai giovani studenti degli istituti scolastici reggini che rappresentano la nostra speranza per un futuro migliore».

 

POLISTENA (RC) – Al via il Premio Lirico “Città di Polistena”

Prende il via oggi, a Polistena, il Premio Lirico “Città di Polistena”, organizzato dall’Associazione Culturale “G. Marafioti”, giunto all’ottava edizione.

Si parte questa sera, alle 18.30, al Salone delle Feste, con il recital pianistico di Maria D’Agostino. Si prosegue, poi, il 9 settembre, sempre al Salone delle Feste, alle 18.30, con il concerto del tenore Raffaele Tassone.

Il 17 settembre, alle 18.30, al Salone delle Feste, Un bel dì vedremo di Marianna CappellaniBruno TorrisiNinni Spina. Chiude la manifestazione, il 23 settembre, alle 18.30, al Salone delle Feste, il recital Omaggio a Piazzolla a cura del Accordionpiano Duo, composto da Tommaso ArenaDomenico Pizzi, con la partecipazione del soprano Caterina Francese(rrc)

Auddino (M5S): 500 mila euro per l’ampliamento dell’Itis di Polistena

Il senatore del Movimento 5 StelleGiuseppe Auddino, ha reso noto che è stato raggiunto un importante risultato per l’Istituto Tecnico Industriale Statale “Milano” di Polistena, che ha a disposizione 500 mila euro per l’ampliamento dell’edificio.

«Grazie al lavoro svolto in sinergia con la Città Metropolitana di Reggio Calabria – ha aggiunto – che ha immediatamente capito l’urgenza del provvedimento, in pochi mesi sono riuscito ad ottenere questo importante risultato per il nostro territorio. Sin da subito ho sottolineato la necessità che parte dei fondi statali per l’ampliamento venisse destinato all’Itis di Polistena, in quanto l’edificio necessita di nuove aule; di anno in anno gli iscritti provenienti da tutto il territorio continuano ad aumentare a conferma dell’importanza che ormai l’Istituto ha assunto nel comprensorio nel campo della formazione superiore».

«Per me  – ha proseguito – questo è un doppio risultato raggiunto, infatti lo stanziamento dei fondi statali per l’ampliamento delle scuole è frutto di una mia proposta legislativa portata all’attenzione dell’ex Ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina e confluita nell’ultima legge di bilancio. La vecchia normativa, prevedeva un finanziamento dell’edilizia per le scuole di competenza di province e città metropolitane limitato però ad interventi di manutenzione straordinaria ed incremento dell’efficienza energetica».

«Grazie alla mia proposta – ha concluso – gli interventi finanziabili per tutte le scuole italiane sono stati ampliati anche ad opere di messa in sicurezza, di nuova costruzione e di cablaggio interno. Continuo a far parlare i fatti, orgoglioso del lavoro svolto con leale spirito di gruppo nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini e del territorio». (rp)

 

Auddino (M5S): Primo sopralluogo per il nuovo pronto soccorso a Polistena

Il senatore del Movimento 5 StelleGiuseppe Auddino, ha reso noto che è stato fatto, all’Ospedale di Polistena, il primo sopralluogo per la costruzione del nuovo pronto soccorso.

Insieme al senatore, il direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria provinciale di Reggio Calabria, dott. Antonio Bray, i tecnici e l’architetto dell’Asp.

«L’ospedale – ha spiegato – dovrà crescere giorno dopo giorno per diventare un presidio di riferimento per tutti coloro che ne avranno bisogno, in modo da assicurare le più complete e adeguate cure, secondo i più moderni standard sanitari. Ho incontrato nuovamente medici, infermieri e operatori sociosanitari che lavorano con straordinaria passione nel nosocomio polistenese in condizioni spesso difficili, a tutti loro ho nuovamente confermato il mio impegno a portare i tamponi molecolari da processare in loco, nel laboratorio dell’ospedale, per evitare il ritardo che ogni volta l’invio dei campioni a Reggio Calabria comporta, con grande disagio per i pazienti che accedono al presidio in emergenza e per i medici del Ps a causa dei lunghi tempi di attesa».

«Un incontro certamente importante – ha proseguito Auddino – nel corso del quale ognuno, con le proprie valutazioni, ha contribuito a cercare la soluzione migliore per intraprendere un percorso di assistenza di eccellenza perché, come ho già detto più volte, i calabresi hanno il sacrosanto diritto di curarsi nella propria terra. L’assistenza sanitaria di eccellenza non può prescindere dalla costruzione di nuove strutture avanzate, in quanto il modello assistenziale è strettamente connesso alla organizzazione degli spazi, alle nuove strutture e a moderne strumentazioni per la diagnostica, partendo dalla costruzione di un nuovo Pronto Soccorso, moderno ed efficiente, con tutti gli standard di sicurezza per i pazienti e i medici che vi operano quotidianamente».

«Per questo motivo – ha proseguito Auddino – ritengo assolutamente necessario e urgente procedere alla completa riorganizzazione dell’accesso delle urgenze, partendo dalla costruzione del nuovo Pronto Soccorso, al fine di ottimizzare qualità dell’assistenza ai malati e lavoro degli operatori sanitari, secondo gli attuali standard di sicurezza. Fondamentale sarà anche adeguare i futuri spazi ed ambienti, dal punto di vista funzionale, alle nuove esigenze di sicurezza legate alla pandemia».

«Un obiettivo importante – ha concluso – sul quale sto lavorando per fa sì che il nostro ospedale possa diventare una struttura sanitaria moderna ed efficiente in cui i cittadini bisognosi di cure possano trovare la risposta migliore possibile alle esigenze di cura, senza doversi rivolgere necessariamente altrove». (rp)