Auddino (M5S): 500 mila euro per l’ampliamento dell’Itis di Polistena

Il senatore del Movimento 5 StelleGiuseppe Auddino, ha reso noto che è stato raggiunto un importante risultato per l’Istituto Tecnico Industriale Statale “Milano” di Polistena, che ha a disposizione 500 mila euro per l’ampliamento dell’edificio.

«Grazie al lavoro svolto in sinergia con la Città Metropolitana di Reggio Calabria – ha aggiunto – che ha immediatamente capito l’urgenza del provvedimento, in pochi mesi sono riuscito ad ottenere questo importante risultato per il nostro territorio. Sin da subito ho sottolineato la necessità che parte dei fondi statali per l’ampliamento venisse destinato all’Itis di Polistena, in quanto l’edificio necessita di nuove aule; di anno in anno gli iscritti provenienti da tutto il territorio continuano ad aumentare a conferma dell’importanza che ormai l’Istituto ha assunto nel comprensorio nel campo della formazione superiore».

«Per me  – ha proseguito – questo è un doppio risultato raggiunto, infatti lo stanziamento dei fondi statali per l’ampliamento delle scuole è frutto di una mia proposta legislativa portata all’attenzione dell’ex Ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina e confluita nell’ultima legge di bilancio. La vecchia normativa, prevedeva un finanziamento dell’edilizia per le scuole di competenza di province e città metropolitane limitato però ad interventi di manutenzione straordinaria ed incremento dell’efficienza energetica».

«Grazie alla mia proposta – ha concluso – gli interventi finanziabili per tutte le scuole italiane sono stati ampliati anche ad opere di messa in sicurezza, di nuova costruzione e di cablaggio interno. Continuo a far parlare i fatti, orgoglioso del lavoro svolto con leale spirito di gruppo nell’esclusivo interesse di tutti i cittadini e del territorio». (rp)

 

Auddino (M5S): Primo sopralluogo per il nuovo pronto soccorso a Polistena

Il senatore del Movimento 5 StelleGiuseppe Auddino, ha reso noto che è stato fatto, all’Ospedale di Polistena, il primo sopralluogo per la costruzione del nuovo pronto soccorso.

Insieme al senatore, il direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria provinciale di Reggio Calabria, dott. Antonio Bray, i tecnici e l’architetto dell’Asp.

«L’ospedale – ha spiegato – dovrà crescere giorno dopo giorno per diventare un presidio di riferimento per tutti coloro che ne avranno bisogno, in modo da assicurare le più complete e adeguate cure, secondo i più moderni standard sanitari. Ho incontrato nuovamente medici, infermieri e operatori sociosanitari che lavorano con straordinaria passione nel nosocomio polistenese in condizioni spesso difficili, a tutti loro ho nuovamente confermato il mio impegno a portare i tamponi molecolari da processare in loco, nel laboratorio dell’ospedale, per evitare il ritardo che ogni volta l’invio dei campioni a Reggio Calabria comporta, con grande disagio per i pazienti che accedono al presidio in emergenza e per i medici del Ps a causa dei lunghi tempi di attesa».

«Un incontro certamente importante – ha proseguito Auddino – nel corso del quale ognuno, con le proprie valutazioni, ha contribuito a cercare la soluzione migliore per intraprendere un percorso di assistenza di eccellenza perché, come ho già detto più volte, i calabresi hanno il sacrosanto diritto di curarsi nella propria terra. L’assistenza sanitaria di eccellenza non può prescindere dalla costruzione di nuove strutture avanzate, in quanto il modello assistenziale è strettamente connesso alla organizzazione degli spazi, alle nuove strutture e a moderne strumentazioni per la diagnostica, partendo dalla costruzione di un nuovo Pronto Soccorso, moderno ed efficiente, con tutti gli standard di sicurezza per i pazienti e i medici che vi operano quotidianamente».

«Per questo motivo – ha proseguito Auddino – ritengo assolutamente necessario e urgente procedere alla completa riorganizzazione dell’accesso delle urgenze, partendo dalla costruzione del nuovo Pronto Soccorso, al fine di ottimizzare qualità dell’assistenza ai malati e lavoro degli operatori sanitari, secondo gli attuali standard di sicurezza. Fondamentale sarà anche adeguare i futuri spazi ed ambienti, dal punto di vista funzionale, alle nuove esigenze di sicurezza legate alla pandemia».

«Un obiettivo importante – ha concluso – sul quale sto lavorando per fa sì che il nostro ospedale possa diventare una struttura sanitaria moderna ed efficiente in cui i cittadini bisognosi di cure possano trovare la risposta migliore possibile alle esigenze di cura, senza doversi rivolgere necessariamente altrove». (rp)

Una studentessa del Liceo Rechichi di Polistena vince il Primo Premio al Concorso Aifo

Prestigioso riconoscimento per Paola Infantino, studentessa del Linguistico del Liceo Statale “Giuseppe Rechichi” di Polistena, che ha vinto il primo premio al decimo Concorso Aifo, ispirato all’educazione alla cittadinanza globale.

La giovane, seguita dalla prof.ssa di Religione, Marcella Gambardella, ha vinto con l’opera letteraria Amal, la libertà come diritto, che racconta il percorso di integrazione della giovane, non in Italia, paese in cui è cresciuta, ma in Siria, terra natìa in cui fa rientro per conoscere il padre. 

«La formazione civica dei nostri studenti – ha dichiarato il dirigente scolastico, Francesca Maria Morabito, commentando il risultato della giovane – è uno dei pilastri del nostro impianto educativo. Il nostro intento è, infatti, quello di educare i giovani e accompagnarli nello sviluppo delle loro qualità umane, ancor prima che professionali».

Oltre a Paola, altri sei studenti hanno ottenuto un risultato di prestigio classificandosi alle fase interregionale delle Olimpiadi di Astronomia. 

Si tratta di Ginevra Fazzari (1A), Benedetta Ferraro e Angelo Scozzarra (2C) dell’indirizzo Linguistico e Celeste Chiaro (1C) e Sofia Lazzaro (2 C) per il corso di Scienze Umane. 

I giovani, tra un totale di 192 di allievi del Liceo, sono stati i più veloci in una fetta molto ampia di meritevoli tra i rimanenti partecipanti della scuola. 

«Sono soddisfatta di questa prima fase della competizione – ha detto ancora Morabito –. Non ci sorprende, perché il nostro istituto, nonostante le specificità dei quattro indirizzi linguistico, scienze umane, socio-economico e musicale, consente una preparazione a tutto campo degli studenti anche nelle discipline scientifiche». 

I giovani sono stati seguiti dalle docenti Vanessa Cascio di matematica e fisica e Maria Stella Romeo di Scienze Naturali, e non si sono certamente scoraggiati di fronte all’emergenza sanitaria da Covid- 19, frequentando in maniera assidua le lezioni in videoconferenza. 

Adesso continueranno a seguire il percorso online grazie alla formazione offerta dell’Unical e degli esperti del Planetario Pythagoras. 

«Ringrazio gli organizzatori – ha concluso Morabito – per aver offerto la possibilità di seguire i corsi anche agli studenti che non hanno superato la selezione. È un’occasione imperdibile, in un momento in cui la pandemia ci costringe a tenere gli studenti lontani dalle aule scolastiche, per continuare ad approfondire e studiare anche per mezzo di attività extracurriculari». (rrc)

POLISTENA (RC) – Il secondo appuntamento con l’open day del Rechichi

Oggi, dalle 15 alle 17, sulla piattaforma Google Meet, è in programma il secondo appuntamento con l’open day del Liceo Statale “Giuseppe Rechichi” di Polistena.

«Già a dicembre – ha dichiarato il dirigente Scolastico, Francesca Maria Morabito – siamo riusciti a collegarci online con gli allievi delle scuole secondaria di primo grado del comprensorio. La nostra responsabile dell’Orientamento, professoressa Angela Scolaro, ha coordinato gli incontri e il nostro team di docenti ha presentato l’offerta formativa durante le attività didattiche degli studenti che si dovranno iscrivere al I anno di Liceo. Per consentire anche alle famiglie di conoscere la nostra offerta formativa, invece, domani e il 18 gennaio sono previsti due appuntamenti in digitale sulla piattaforma Google Meet».

I link di collegamento dei quattro indirizzi (linguistico, scienze umane, socio-economico e musicale) sono già disponibili nella sezione dedicata “Open Day e Orientamento”  sul sito web Liceo Rechichi Open day

Qui gli utenti troveranno anche tutte le informazioni utili per le iscrizioni (fino al 25 gennaio) e i link di indirizzamento sul sito web del Ministero. 

«Il confronto sulla nostra offerta formativa con i nostri docenti, seppur in digitale, è importante – ha aggiunto la dirigente Morabito – perché ciò che offriamo non si ferma alla specificità delle discipline dei corsi, ma abbraccia un insieme di saperi e di attività extracurriculari fondamentali per la formazione dell’individuo e utili per l’inserimento nel mondo del lavoro. Invito, quindi, le famiglie e gli studenti a non perdere questa opportunità». 

Per ciò che riguarda, invece, gli studenti già iscritti, nei giorni di chiusura l’istituto ha inteso fornire loro le stesse opportunità di confronto e dibattito che, di norma, sono organizzate in orario scolastico. 

Rispondendo alle esigenze dei giovani, già da dicembre sono state avviate le videoconferenze online per discutere di temi di attualità.

Ospite dei primi tre incontri la Fondazione Lanzino, grazie alla disponibilità della professoressa Matilde Spadafora, della psicologa Lucia Nardi e della professoressa Giovanna Infusino

Il liceo, che vanta già da tempo relazioni istituzionali con l’associazione nell’ambito del Progetto Pollicino, in questa occasione è riuscita a mettere in rete tutti gli studenti delle classi IV e V per fare una riflessione sul valore della figura femminile, sui rischi delle donne oggi e sulle modalità di accesso a percorsi di recupero per le vittime di violenza. 

Gli eventi sono stati avviati grazie al supporto informatico del professor Antonino Bongiovanni, animatore digitale dell’istituto e con il coordinamento della professoressa Emanuela Martino, referente per i Rapporti con il territorio. 

Per il 2021 sono già stati avviati contatti per discutere di caporalato e immigrazione, dipendenze e disagio giovanile. Senza trascurare la scienza, con la partecipazione alle Olimpiadi di Astronomia, con il coordinamento delle professoresse Vanessa Cascio e Maria Stella Romeo, e all’edizione annuale di Premio Cosmos. (rrc)

POLISTENA (RC) – La 33esima Marcia della Pace di Capodanno in rete

Quest’anno, la Marcia della Pace di Capodanno, quest’anno, si farà in rete. Lo ha reso noto la Parrocchia Santa Maria Vergine Duomo di Polistena che, insieme all’Associazione Il Samaritano, ogni anno organizzato la Marcia della Pace per le strade della Piana di Gioia Tauro.

L’evento è il momento clou della Giornata Mondiale della Pace, quest’anno giunta alla 54esima e dal titolo  – scelto da Papa FrancescoLa cultura della cura come percorso di pace, proponendo ai cristiani e a tutti gli uomini di buona volontà un percorso educativo che ci porti a coltivare:la cura come promozione della dignità e dei diritti della persona, la cura del bene comune. la cura mediante la solidarietà, la cura e la salvaguardia del creato.

«La nostra Parrocchia del Duomo cittadino – si legge in una nota – tramite l’Associazione Il Samaritano, ormai da  33 anni sostiene con entusiasmo e convinzione questa giornata, con lo scopo di creare una cultura di pace a partire dal territorio della Piana di Gioia Tauro, dalle nostre cittadine  e dai nostri quartieri, dove spesso e volentieri la dignità e di diritti delle persone vengono calpestati e dove gli interessi personali, fomentati da corruzione e ‘ndrangheta, prevalgono sul bene comune».

«Dopo tanti anni – prosegue la nota – questo  tradizionale appuntamento, a causa delle norme di contenimento del Covid 19, non  potrà vedere  protagonista per le strade di Polistena il popolo della Pace  della Piana di Gioia Tauro. Il che non significa che si ferma il cammino quotidiano, per promuovere pratiche di giustizia e di pace contro tutte le guerre e contro la violenza in ogni sua forma. Per questa ragione, si è pensato di  rinnovare il nostro  impegno anche quest’anno con la “33esima Marcia della Pace di Capodanno in rete”. Un appuntamento collettivo sui social che vuole coinvolgere ogni generazione».

«Nella giornata del 1° gennaio – spiega la nota – sulla pagina Fabebook “Parrocchia Santa Marina Vergine” si creerà una grande maratona della Pace, con la pubblicazione di  video di un minuto circa contenenti riflessioni – testimonianze sulla Pace. Chiunque potrà partecipare alla maratona inviando il video al numero 320 6405678».

«Per sensibilizzare e condividere, il più possibile – informa la nota – il Messaggio di Papa Francesco per la Giornata è stata realizzata anche una cornice per tutte le foto profilo. La sera di Capodanno alle ore 18, nel Duomo della città, il nostro Parroco, don Pino Demasi, presiederà la Solenne Concelebrazione Eucaristica per invocare il dono della Pace. A seguire alle ore 19:00, il concerto Un canto per la pace, a cura del soprano Caterina Francese, del tenore Francesco Anile e dell’organista Giuseppe Pucci. Accompagnerà la lettura collettiva del Messaggio di Papa Francesco».

«A conclusione – si legge ancora – verrà consegnata copia del messaggio del Papa ai sindaci e alle autorità del comprensorio presenti».

Il tutto sarà trasmesso in diretta sulle pagine Facebook e YouTube della Parrocchia Santa Marina Vergine – Duomo di Polistena. (rrc)

Auddino (M5S): Anche a Polistena si analizzeranno i test rapidi

Il senatore del Movimento 5 StelleGiuseppe Auddino, ha annunciato che «anche a Polistena si analizzeranno i test rapidi antigenici, come promesso».

«In settimana – ha detto Auddino – comincerà a processare i test rapidi antigenici anche all’ospedale di Polistena, con qualche giorno di ritardo rispetto alla data che avevo anticipato in un precedente comunicato (10.11). Ciò è stato dovuto alle esorbitanti richieste dei reagenti e del macchinario in questione».

«Credo – ha aggiunto – che i calabresi abbiano bisogno di una politica che dia risultati: i cittadini delle polemiche non se ne fanno nulla! Abbiamo ancora tante cose da fare, la Sanità calabrese è allo stremo e il nostro dovere di parlamentari è quello di rispondere alle istanze dei cittadini e dei sanitari che lavorano in condizioni spesso difficili per tutelare la nostra salute. Risolvere i problemi è il mio compito primario: la mia formazione scientifica mi fa interpretare la politica come un utile esercizio intellettuale per la soluzione dei. Questo ho sempre fatto e questo continuerò a fare anche in politica!».

«Il contagio da Covid corre – ha proseguito il senatore – per cui non abbiamo tempo da perdere! L’impegno è stato rispettato grazie ad un lavoro di squadra in sinergia con l’Asp di Reggio Calabria. Questi test rapidi antigenici sono quelli a FLluorescenza e chemiluminescenza, con un elevato livello di affidabilità che i test sierologici non hanno. Si tratta di test che hanno innegabili vantaggi: attendibilità, rapidità e basso costo. I test della ricerca dell’antigene vengono infatti eseguiti mediamente in 12-13 minuti, mentre per i tamponi classici occorre aspettare un tempo medio stimabile tra le 3 e le 6 ore.
Questi test hanno un’elevata attendibilità, di poco inferiore a quella del tampone molecolare, per cui in questo modo sarà possibile valutare subito le persone con Covid-19, in attesa di un’eventuale conferma con test molecolare, se necessario».
«Era fondamentale attivare anche nel laboratorio di Polistena questo tipo di test – ha detto ancora il senatore del Movimento 5 Stelle –. Locri li usa con successo già dal 1° novembre. Avremo velocità di esecuzione ed elevata attendibilità nel responso del test antigenico, senza dover necessariamente ricorrere ai due laboratori di Reggio Calabria, quello del Gome quello di via Willermin, già oberati di lavoro. Ci prepariamo ad affrontare l’inverno con uno strumento rapido e duttile per tenere sotto controllo la diffusione del Covid-19, mettendo in sicurezza gli ingressi all’ospedale e al pronto soccorso di Polistena».
«I test – ha aggiunto Auddino – daranno la possibilità di procedere con i ricoveri e l’attività ospedaliera quotidiana, restituendo piena operatività al Ps e ai reparti, e scongiurando il contagio fra medici ed infermieri sottoponendo a test i ricoveri e gli ingressi al Ps. Questo servirà ad annullare i lunghi tempi di attesa dovuti al processo che il tampone molecolare comporta e all’invio dei campioni a Reggio Calabria. Un altro importante passo in avanti per il sistema sanitario calabrese nella lotta al covid! Il mio dialogo con l’Asp di Reggio Calabria costruttivo, costante ed incentrato sull’esigenza di garantire ai cittadini un’adeguata assistenza sanitaria, sta dando i suoi frutti»
«La macchina per processare i test rapidi – ha concluso – è già stata installata al laboratorio dell’ospedale di Polistena mentre i reagenti arriveranno al più dopodomani. Dopodiché sarà operativo il macchinario. Terrò alta l’attenzione come sempre per sollecitare il rispetto dei tempi». (rp)

Auddino (M5S): Anche il Laboratorio di Polistena può processare i tamponi molecolari

Anche il Laboratorio di analisi dell’Ospedale di Polistena è stato autorizzato a processare i tamponi molecolari. Lo ha reso noto il senatore del Movimento 5 StelleGiuseppe Auddino, che lo ha definito un «grande risultato, che giunge a questo buon esito dopo un impegno costante di mesi! I due laboratori cittadini di Reggio Calabria non possono continuare a soddisfare la continua richiesta di tamponi dell’intera provincia reggina, ecco perché mi sono battuto per far processare i tamponi molecolari anche a Polistena e a Locri».

«Grazie al costante lavoro di squadra – ha aggiunto – che ha, ancora una volta, coinvolto anche tanti medici e biologi che in questi mesi hanno saputo collaborare fattivamente con il sottoscritto, in pochi giorni ho fatto avviare anche la procedura su Polistena, come promesso. L’Asp sta già procedendo all’acquisizione della strumentazione occorrente».

«Grazie alla predisposizione dei due nuovi punti di Locri e di Polistena dove processare i tamponi – ha proseguito il senatore – si eviterà il trasporto dei campioni dell’intero comprensorio a Reggio Calabria, nei laboratori di Patologia Clinica dell’Asp di via Willermin e del Grande Ospedale Metropolitano, con un’evidente riduzione dei tempi di attesa per i risultati, tempi che hanno indubbiamente un’incidenza negativa nel contenimento del contagio quando sono troppo lunghi. Sappiamo che per avere un quadro chiaro della situazione epidemiologica nei nostri territori e interrompere le catene di contagio, è necessario aumentare il numero dei tamponi molecolari processati, metodo più attendibile per l’identificazione dei casi positivi secondo il Cts, dato l’elevato grado di affidabilità di questi test».

«Tuttavia – ha detto ancora Auddino – per gestire l’emergenza occorre ottimizzare i tempi per isolare immediatamente i casi positivi ed evitare che circolino liberamente gli asintomatici, ma anche per poter fare una ricognizione rapida delle persone che sono entrate in contatto con il virus. A tal proposito, è palese il limite operativo dei due laboratori reggini attualmente accreditati, che fanno da mesi un lavoro enorme, con grande spirito di servizio ma con l’evidente difficoltà di evadere in tempi brevi le richieste dell’intero territorio provinciale, in costante aumento».

«Alla luce della necessità – ha concluso – di garantire i risultati dei test in tempi rapidi e compatibili con le esigenze di salute pubblica, mi sono impegnato per fare attrezzare altri due laboratori in grado di processare i tamponi nel territorio reggino. Questo è un modo concreto per uscire velocemente dalla zona rossa! Io vado avanti: la sanità calabrese dovrà adottare tutte le misure utili a fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto ed a contenere quanto più possibile i rischi di contagio. Io sto facendo la mia parte e tanti con me per pianificare le azioni necessarie oggi affinché l’emergenza non ci colga impreparati domani. Ancora una volta faccio parlare i fatti.». (rp)

Anastasi (Iric): entro novembre a ospedali di Polistena, Locri, Gioia e Melito test salivari

Il  capogruppo di Io Resto in Calabria in Consiglio regionale, Marcello Anastasi, ha annunciato che « i vertici dell’Asp di Reggio Calabria mi hanno garantito che entro metà novembre gli ospedali di Polistena, Locri, Gioia Tauro e Melito Porto Salvo avranno a disposizione la strumentazione adeguata per effettuare i test salivari per la ricerca del Covid-19, che garantiscono di avere l’esito entro 20 minuti dal prelievo».

L’annuncio è arrivato a margine «di un incontro con il prefetto Giovanni Meloni, il direttore amministrativo Daniela Costantino e il direttore sanitario Antonio Bray».

«Oltre alla questione della rapidità dei test per il Covid-19 – ha proseguito Anastasi – nel corso dell’incontro ho chiesto notizie in merito alle assunzioni di nuovo personale medico, tecnico-professionale e amministrativo previsto dal Piano del Fabbisogno relativo al triennio 2020/2022, deliberato nel febbraio 2020 dalla stessa Azienda ed approvato dal commissario ad acta Saverio Cotticelli. Sul punto i vertici dell’Asp hanno chiarito che stanno procedendo ad assumere personale attraverso altre forme, attingendo per esempio alle graduatorie extra provinciali. A tal proposito, è comunque da salutare con favore la notizia delle oltre 200 assunzioni a cui Cotticelli ha dato l’ok in queste ore, un provvedimento che avevo caldamente sollecitato con un’apposita istanza per iscritto e che finalmente è stato adottato».

«Ringrazio per la disponibilità – ha concluso Anastasi – i vertici dell’Asp reggina che, in silenzio, stanno portando avanti un lavoro estenuante in un contesto di emergenze ereditate dalle gestioni passate la cui gravità, spesso, impedisce di cogliere a pieno i tanti piccoli passi avanti che si fanno ogni giorno tra mille e sempre nuove difficoltà». (rrc)

POLISTENA (RC) – L’iniziativa della Fondazione Tripodi per gli studenti delle Scuole superiori

Lunedì 19 ottobre, Fondazione Girolamo Tripodi donerà una fornitura di libri e materiale scolastico a ciascuno degli Istituti Superiori di Polistena, in occasione dell’anniversario dell’anniversario della nascita del sen. Girolamo Tripodi.

Con tale iniziativa si vuole lanciare un segnale di attenzione, di fiducia e di vicinanza alla scuola che, pur se tra tante difficoltà, ha ripreso il suo cammino ed il suo ruolo di presidio fondamentale al servizio della crescita e della formazione dei nostri giovani, anche in questo periodo funestato dall’emergenza sanitaria Codid-19.

Tale donazione rappresenta anche un modo per ricordare, nel giorno dell’anniversario della sua nascita, l’opera di Girolamo Tripodi, che ha sempre posto al centro della sua attività politica ed amministrativa la necessità di dotare la città di Polistena di scuole attrezzate, efficienti e funzionali, di garantire pienamente il diritto allo studio e di promuovere lo sviluppo della cultura.

Infatti, nell’ambito di una grande programma di trasformazione generale che in più di un trentennio, dal 1970 al 2005, ha cambiato profondamente Polistena facendola diventare una città evoluta, progredita e ammirata sotto ogni aspetto, Girolamo Tripodi ha profuso un impegno straordinario per attrezzare la città indirizzato a dotare Polistena di un’offerta scolastica ricca e appropriata, sia sul piano strutturale che su quello didattico, per costruire una grande rete scolastica pubblica con la presenza di scuole di ogni ordine e grado.

Dunque, nella giornata del 19 ottobre, una delegazione della Fondazione si recherà presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Renda”, il Liceo Statale “G. Rechichi” e l’Istituto Tecnico Industriale Statale “Conte Milano” per consegnare ai rispettivi dirigenti scolastici il materiale scolastico.

«Tenere viva la memoria – si legge in una nota – costituisce una necessità fondamentale per costruire il presente e progettare il futuro. Con questo spirito è stata pensata e promossa questa iniziativa che, incarnando pienamente la tensione ideale e la concezione politica di Girolamo Tripodi, punta a dare un piccolo sostegno ai giovani studenti degli istituti superiori polistenesi che rappresentano la nostra speranza per un futuro migliore». (rrc)

Il Festival itinerante contro le mafie “Libero Cinema” fa tappa a Polistena

Domani, il Libero Cinema in Libera Terra, il Festival di cinema itinerante contro le mafie giunto alla 15esima edizione e promosso da Cinemovel FoundationLibera, nella giornata di domani farà tappa a Polistena, al Centro polivalente don Pino Puglisi, un bene confiscato alla mafia che, oggi, è sede della Cooperativa Valle del Marro – Libera Terra, che raccoglie le esperienze di valore del territorio, restituendo ai giovani e alle famiglie un’alternativa all’arroganza e alla violenza mafiosa.

In questa tappa, dunque, ci si focalizzerà sul programma Liberi e uguali del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria che offre nuove opportunità di vita e di crescita ai ragazzi e alle ragazze che nascono in famiglie di ‘ndrangheta.

Per Diritti al nuovo mondo. Libero Cinema Incontra, lo spazio interattivo condotto da Enrico Fontana, gli ospiti della serata saranno: don Pino De Masi (Libera Gioia Tauro), Roberto Di Bella (magistrato), Sophia Luvarà (regista), Antonio Napoli (Cooperativa Valle del Marro), Telmo Pievani (filosofo ed evoluzionista), Enza Rando (vice Presidente Libera).

Alle 21.30, sullo schermo di MyMovies.it, media partner del festival, proiezione del film Parola d’onore di Sophia Luvarà (Italia 2020, 84 min.), un film che mette in scena un percorso in grado di contrastare la rigenerazione mafiosa.

Il Festival, infine, si chiuderà a Catania. (rrc)