SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Al via “Buone Feste Florensi”

Fino all’epifania, la città di San Giovanni in Fiore sarà animata dal programma di “Buone Feste Florensi”, promosso dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Rosaria Succurro.

«Anche stavolta abbiamo puntato anzitutto sul coinvolgimento dei bambini e delle loro famiglie – ha spiegato il primo cittadino – sulla biblioteca comunale quale luogo di aggregazione, letture e laboratori per i minori; su animazioni nel centro storico tra l’Abbazia florense e la chiesa madre; sulla valorizzazione dei prodotti tipici e delle tradizioni locali, fra cui la pitta ’mpigliata, la focera e la poesia vernacolare, intramontabile, del compianto Emilio De Paola». 

«Le festività natalizie nella città di San Giovanni in Fiore – ha proseguito la sindaca Succurro – offrono un flusso continuo di emozioni, con le luminarie legate alle figure di Gioacchino da Fiore e gli altri simboli identitari, i concerti e le mostre in programma, l’enogastronomia locale di grande qualità e la promozione dell’artigianato anche con i presepi degli artisti nostrani. Non resta che immergersi in questa atmosfera unica, che peraltro fa riflettere sul senso del Natale, legato alla speranza, alla solidarietà e all’impegno individuale per il bene comune». 

Nei giorni scorsi l’area urbana intorno all’Abbazia florense ha ospitato i mercatini natalizi, con l’accensione delle luminarie artistiche, dell’albero di Natale e, in piazza Abate Gioacchino, dell’Albero della tradizione con i ricami di una volta. Dal 16 dicembre è aperta nella Sala Marra dell’Abbazia florense la mostra di 66 copertine di dischi famosi intitolata «Cover Art», che, ha già detto la sindaca Succurro, è «una prima assoluta» e «pure per i più giovani può rappresentare un viaggio prezioso nella memoria della musica, come dell’arte fotografica e rappresentativa in generale». 

Tra gli appuntamenti di richiamo, nel programma Buone feste florensi sono indicati: il 22 dicembre il concerto di Natale della schola cantorum Porta Fidei, alle 21 in chiesa madre; il 24 dicembre la Notte delle focere, cioè i tradizionali falò natalizi in attesa della mezzanotte; il 30 dicembre, dalle ore 18 alle ore 20, il concerto su via Roma dei Sabatum Quartet, con rivisitazioni della strina natalizia; da un’idea della compianta Anna Panucci, il presepe vivente nel quartiere storico Curtigliu, il 28 dicembre dalle ore 15 alle 23 e il 29 dicembre dalle ore 10 alle 20; la mattinata del 2 gennaio dedicata al poeta e scrittore Emilio De Paola, prevista nella biblioteca comunale; il 2 gennaio, alle ore 18 in chiesa madre, il concerto gospel di Amoiled Voices; due eventi nello storico Mulino Belsito, uno sulla lavorazione della pitta ’mpigliata il 3 gennaio dalle ore 15 alle 20, l’altro di degustazione dell’olio locale, dalle ore 15 alle 20 del 4 gennaio; la mattinata della Befana per i bambini, fissata il 6 gennaio nel nuovo parco giochi a Macchia di Lupo. Inoltre, un gruppo di zampognari e la figura di Babbo Natale saranno spesso in giro nella centrale via Roma, per accompagnare le passeggiate dei bambini, dei genitori e degli altri adulti. (rcs)

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – All’Abbazia Florense il “Cover Art”

S’inaugura domani pomeriggio, alle 17, nella Sala Marra dell’Abbazia Florense di San Giovanni in Fiore, la mostra Cover Art a cura del fotografo e studioso di arti visive Emilio Arnone.

L’esposizione, visitabile fino al 9 gennaio 2023, è composta da 66 copertine di dischi famosi della musica Italia e internazionale del secondo Novecento.

Con contributi specifici, oltre ad Arnone all’iniziativa interverranno Antonello Martino, assessore ai Beni culturali del Comune di San Giovanni in Fiore, Caterina Martino, studiosa di Storia e Teoria della fotografia, la giornalista musicale Fiorella Tarantino e Diego Murano, docente di Grafica pubblicitaria.

La mostra ha già il proprio catalogo di 101 pagine a colori, dedicato a Marcello Walter Bruno e curato dallo stesso Arnone, che in dettaglio contestualizza e illustra le copertine originali che saranno esposte e, nella prefazione della sindaca di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro, tra l’altro esperta di immagine e marketing, chiarisce gli obiettivi dell’evento, inserito nel programma comunale «Buone Feste florensi», relativo agli appuntamenti di cultura, spettacolo e intrattenimento per bambini, cittadini e famiglie previsti nella città silana per tutto il periodo natalizio.

Le copertine in mostra sono tra gli altri firmate da Andy Warhol, Michael Andreas Russ, Milo Manara, Cesare Monti Montalbetti, Salvador Dalí, Keith Haring, Stom Thorgerson, Pablo Picasso, Miró, Magritte, Anna Leibovitz e Guido Harari.

«Puntiamo – ha scritto nel catalogo Succurro – su una proposta artistica dell’instancabile Arnone, ritenendola pregevole per la profondità culturale. Al pubblico – ha poi precisato la sindaca – viene offerto un pezzo di storia comune relativa alla dimensione del gusto e del costume che dischi e copertine plasmarono od orientarono. Le nuove generazioni hanno davanti tutt’altro genere di musica, veicolata con grandi differenze di comunicazione rispetto al passato, anche grazie alla videografia contemporanea. Tuttavia, pure per i più giovani “Cover Art” può rappresentare un viaggio prezioso nella memoria della musica, come dell’arte fotografica e, più in generale, rappresentativa». 

«Sono felice – ha concluso Succurro – che San Giovanni in Fiore ospiti questa mostra particolarissima, che peraltro è una prima assoluta. Sono insieme orgogliosa, perché il suo curatore, originario del luogo, dà un contributo meritorio alla crescita culturale della città e dell’intera Calabria». (rcs)

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Presentato il nuovo Piano di Protezione civile

È stato presentato, nella Sala degli Stemmi della Provincia di Cosenza, il nuovo Piano di Protezione Civile aggiornato e completo del Comune di San Giovanni in Fiore.

«Il dramma di Ischia ci spinge a intensificare gli sforzi per proteggere e tutelare la bellezza del nostro territorio e i suoi abitanti. Dovevamo dare risposte concrete ai cittadini, quindi oggi illustriamo un Piano di Protezione civile aggiornato e completo, che non veniva rivisto addirittura dal 2012», ha spiegato la sindaca di San Giovanni in Fiore e presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro.

Oltre a Succurro, sono intervenuti la vicesindaca di San Giovanni in Fiore, Daniela Astorino, e l’autore del Piano, Gianluca Verna. All’iniziativa hanno partecipato rappresentanti della Polizia di Stato, della Guardia di finanza, della Protezione civile regionale e di diverse associazioni di volontariato iscritte al relativo albo. 

La sindaca Succurro ha ringraziato «tutti i presenti per il loro impegno quotidiano». Inoltre ha anticipato che «a breve il Consiglio comunale approverà anche il Piano strutturale comunale, rimasto fermo per diversi anni», e posto l’accento sulla «forte sinergia tra il Comune di San Giovanni in Fiore e la Protezione civile regionale, la quale, grazie al cambiamento impresso dal presidente Roberto Occhiuto, sta recuperando tempo e terreno sul fronte della prevenzione, che pagava un prezzo molto alto a causa dell’abusivismo generale dei decenni passati, e nell’ambito organizzativo». 

La vicesindaca Astorino, che è anche referente della Protezione civile comunale, ha sottolineato «l’importanza del volontariato in questo settore chiave» e anticipato che «l’indispensabile Piano in argomento, trattato come priorità dopo la gestione dell’emergenza Covid, approderà presto in Consiglio comunale». L’ingegnere Verna ha illustrato i contenuti del Piano, «in cui – ha precisato – sono definiti tutti i soggetti e le procedure di intervento, nonché i mezzi e le aree da utilizzare in caso di eventi calamitosi». (rcs)

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Gara per il taglio dei boschi, il Tar dà ragione al Comune

Il Tar della Calabria dà ragione al Comune di San Giovanni in Fiore in merito alla gara per il taglio dei boschi.

Lo ha reso notola vicesindaca di San Giovanni in Fiore, Daniela Astorino, che ha anche la delega all’Ambiente. «In pratica, il giudice amministrativo – spiega la stessa vicesindaca – ha stabilito che la gara in questione è stata gestita in maniera regolare e trasparente, sia per come ha agito la Stazione appaltante, sia alla luce delle puntuali precisazioni, richiamate in sentenza, che il Rup aveva fatto con riferimento alla formalizzazione del rialzo delle offerte rispetto al prezzo a base d’asta».

«Ancora una volta, il Tar della Calabria – sottolinea Astorino – ha confermato la legittimità delle procedure di gara indette e gestite dall’amministrazione comunale di San Giovanni in Fiore. Nello specifico si trattava di una questione molto delicata, relativa allo sfruttamento economico di boschi di proprietà municipale, regolamentato a modo per volontà della sindaca Rosaria Succurro, sia per creare nuove risorse finanziare che per sbarrare la strada alla ’ndrangheta; la quale, come attestano gli esiti di diverse inchieste giudiziarie, negli anni scorsi – conclude la vicesindaca di San Giovanni in Fiore – era riuscita ad inquinare questo settore economico a danno dell’intera comunità». (rcs)

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – All’Abbazia Florenze torna Vini in Fiore

Il 12 e 13 novembre, a San Giovanni in Fiore, all’Abbazia Florense, è in programma la seconda edizione di Vini in Fiore, insieme alla tradizionale Festa del vino, organizzata dalla Proloco e giunta all’11esima edizione.

«Il ritorno in città dell’evento Vini in Fiore conferma la stretta sinergia tra il nostro Comune, l’associazione nazionale Città del Vino, cui aderimmo l’anno scorso, e Winetourism, contenitore delle più importanti esperienze turistiche centrate sul vino come prodotto legato alla storia, alle tradizioni e alle tipicità dei luoghi», ha dichiarato il sindaco Rosaria Succurro.

«A San Giovanni in Fiore, specie nel suo centro storico, si registra – ha sottolineato la sindaca Succurro – un’evidente crescita del turismo, grazie ad una maggiore consapevolezza, da parte degli operatori privati, delle associazioni locali e dell’intera comunità, dell’enorme potenziale del territorio, di natura, cultura ed enogastronomia, alimentata anche dalle continue iniziative promozionali dell’amministrazione comunale».

Il prossimo sabato 12 novembre, alle ore 10 si terrà, nei Magazzini dell’Abbazia florense, il concorso «Miglior novello aspirante sommelier».

Nello specifico, gli studenti del locale Istituto alberghiero di Stato gareggeranno per il titolo in questione assaggiando i vini novelli presenti all’appuntamento. Alle ore 12, sempre negli stessi Magazzini, inizierà l’Anteprima del XVI Salone nazionale del vino novello, con la direzione di Tommaso Caporale, giornalista esperto nel settore. Seguirà, alle ore 16 e in piazza Raniero da Ponza, situata alle spalle dell’Abbazia florense, l’inaugurazione dell’XI Festa di San Martino.

Alle ore 17, nella stessa piazza ci sarà l’apertura dei banchi per l’assaggio dei vini novelli e la degustazione dei prodotti del territorio e dell’autunno. Sempre alle ore 17, partirà PerBacco, progetto di laboratori tematici, ludici e pedagogici dedicati ai bambini, a cura del gruppo Fiori florensi. La giornata terminerà con il concerto della band Tira Taranta, che si esibirà dalle ore 21. Domenica 13 novembre, invece, dalle ore 11 alle 22 sarà possibile degustare i prodotti del territorio e dell’autunno in piazza Raniero da Ponza. Tra le ore 11 e le 13 proseguirà il progetto PerBacco e, in parallelo, si terranno dei laboratori sensoriali su vino e olio novelli.

Tra le ore 16 e le 22 il pubblico potrà assistere alla sfilata musicale dei Giganti di Taurianova e, a seguire, ad una rassegna di musica folcloristica. Alle ore 17 saranno premiati i vincitori del concorso «Miglior novello aspirante sommelier», con la contestuale apertura dei banchi per l’assaggio dei vini novelli partecipanti al XVI Salone nazionale. Sia il 12 che il 13 novembre prossimi, saranno raccolti i vini candidati al premio «Miglior vino artigianale di San Giovanni in Fiore», che verrà assegnato a parte, nei giorni successivi. (rcs)

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Riaperta dopo 30 anni la struttura della Scuola alberghiera

È stata riaperta, dopo 30 anni, a San Giovanni in Fiore, la struttura della Scuola alberghiera.

«Restituiamo al popolo una struttura che gli appartiene, grazie ad un’intensa sinergia istituzionale fra la Regione Calabria, la Provincia di Cosenza, l’Arsac, il Comune di San Giovanni in Fiore e l’Istituto alberghiero statale della stessa cittadina silana», ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo.

«Si va a concretizzare – ha aggiunto – un sogno di Jole Santelli, la quale amava la Sila e scommetteva sulle sue potenzialità. Con il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, la vicepresidente Giuseppina Princi e la presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro, siamo impegnati – ha sottolineato Gallo – al fine di dare ai nostri giovani l’opportunità di formarsi al meglio in Calabria e di restarci per lavorare nella ristorazione e nel settore alberghiero. In questa scuola vogliamo portare presto anche l’alta formazione professionale».

«Oggi – ha detto la madrina dell’iniziativa, la presidente della Provincia di Cosenza e sindaca di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro – è stata una festa emozionante per la comunità locale. Finalmente riparte la scuola alberghiera sangiovannese, che negli ultimi mesi la Provincia di Cosenza aveva ristrutturato in più parti, su mio indirizzo e con una spesa di circa 200mila euro, in modo da riaprirne il convitto ad uso degli studenti dell’Alberghiero statale, che peraltro adesso hanno nuovi spazi per le loro attività didattiche. Ringrazio di cuore tutte le istituzioni che hanno reso possibile questo risultato. Formazione, qualità della ristorazione e promozione turistica sono i perni dello sviluppo su cui puntiamo insieme alla Regione e all’Arsac, che alla Provincia di Cosenza ha concesso i locali della scuola alberghiera, con l’idea di cederglieli dopo».

La struttura della scuola alberghiera di San Giovanni in Fiore era chiusa da 14 anni e il suo convitto addirittura da oltre 30 anni.

«Pertanto – ha chiarito Pasquale Succurro, dirigente scolastico dell’Istituto alberghiero statale di San Giovanni in Fiore – c’è stato bisogno di grossi interventi: per l’adeguamento degli impianti, per sistemare la copertura e per il recupero di diversi locali. Abbiamo lavorato tutti insieme e con grande spirito di collaborazione». (rcs)

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Il primo Premio Città di Gioacchino da Fiore

A San Giovanni in Fiore il 3 ottobre è in programma il Primo Premio Città di Gioacchino da Fiore, patrocinato dal Comune guidato dal sindaco Rosaria Succurro, con l’obiettivo di contribuire a divulgare nel mondo l’importanza e l’attualità del messaggio di speranza dell’abate calabrese.

«Presentato dal giornalista Ugo Floro, il premio – ha spiegato la sindaca – inizierà alle ore 15,30 con una lectio magistralis di Vittorio Sgarbi intitolata L’Europa e il Mediterraneo, tema che rinvia al ruolo e al séguito spirituale e culturale dell’abate Gioacchino, secondo Dante Alighieri di spirito profetico dotato. Poi verranno premiati monsignor Antonio Staglianò, presidente della Pontificia Accademia di Teologia, monsignor Dario Edoardo Viganò, vicecancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e della Pontificia Accademia delle Scienze sociali, e don Enzo Gabrieli, postulatore della causa di beatificazione di Gioacchino da Fiore».

«Altri premiati saranno – ha proseguito – lo stesso Sgarbi; la giornalista Paola Militano, direttrice del Corriere della Calabria; il sacerdote e scrittore antimafia don Giacomo Panizza; don Antonio Mazzi; l’imprenditore e testimone di giustizia Antonino De Masi; lo chef stellato Antonio Biafora; l’attrice Swamy Rotolo, vincitrice del David di Donatello per la sua interpretazione nel film A Chiara; Gianfranco Nicoletti, rettore dell’Università della Campania; la docente dell’Unical Paola Barbara Helzel; Gian Carlo Blangiardo, presidente dell’Istat; l’atleta Anna Barbaro; gli intellettuali e studiosi Luigi Bitonti, Mario Bozzo e Francesco Polopoli; Klaus Algieri, presidente della Camera di Commercio di Cosenza e Giuseppe Brisinda, chirurgo del policlinico universitario Gemelli. Un premio speciale verrà conferito alla memoria della compianta Jole Santelli, presidente della Regione Calabria».

«Al termine della premiazione – ha proseguito la sindaca Succurro – si terrà il concerto Adunanza in Fiore, del maestro Juri Camisasca, già strettissimo collaboratore di Franco Battiato e tra i più apprezzati autori di musica sacra. Seguirà un video mapping del regista Gianfranco Confessore, centrato sulla vita di Gioacchino e sulla diffusione nelle Americhe del messaggio e della simbologia del monaco calabrese».

«A 820 anni dalla morte dell’abate florense, il suo pensiero – ha sottolineato Succurro – è di straordinaria attualità, in un tempo e in un mondo segnati nel profondo da gravi conflitti e da una guerra militare, energetica, monetaria ed economica che tocca anche le nostre vite e il futuro comune. Nel contesto, la voce profetica di Gioacchino è sempre viva e richiama tutti alla responsabilità. Il suo messaggio cristiano di comunione degli uomini – conclude la sindaca – è oggi ancora più potente: arriva alle coscienze e indica la strada dello Spirito, della crescita interiore che può cambiare la storia e restituire pace e giustizia all’intero pianeta, cioè la casa di tutti, da proteggere e far rifiorire». (rcs)

SAN GIOVANNI IN FIORE (CS) – Dissequestrato il depuratore comunale

La sindaco di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro, ha reso noto che «il depuratore comunale situato nel quartiere Olivaro è stato dissequestrato dal Gip di Cosenza, che ha accertato il regolare funzionamento dell’impianto e dunque deciso su recente istanza del municipio».

 «Il sequestro dello stesso depuratore – ha proseguito – era stato ordinato a seguito di un esposto del sindaco all’autorità giudiziaria. Poi l’amministrazione comunale ha sostituito la ditta che gestiva il depuratore e disposto di adeguare le pompe di sollevamento dell’impianto, per assicurarne l’efficienza secondo le regole, come il Gip di Cosenza ha riscontrato».

«Ciò – si legge nella nota del Comune – è un vantaggio per i cittadini e, più in generale, per l’ambiente e la salute. Peraltro, l’amministrazione comunale ha ottenuto due finanziamenti per migliorare la depurazione pubblica: uno di un milione e 300 mila euro per l’area urbana di San Giovanni in Fiore, l’altro di 450 mila euro per i necessari interventi nella frazione di Lorica». (rcs)

 

A San giovanni in Fiore la sindaca Succurro denuncia ingerenze: Fatto grave

La sindaca di San Giovanni in Fiore, Rosaria Succurro, ha denunciato nell’amministrazione, definendo un «fatto grave che non può passare nel silenzio».

Il primo cittadino, infatti, ha ribadito che «a nessuno è consentito violare la sfera privata di dirigenti o funzionari comunali al fine di ottenere contributi pubblici mediante pressioni di massa», spiegando, poi, ciò che è accaduto: «Negli ultimi giorni un dipendente del Comune è stato inondato di messaggi telefonici, da parte di più esponenti di un’associazione locale, con l’invito ad accelerare l’iter amministrativo riguardante l’erogazione di risorse pubbliche a titolo di contributo».

«L’amministrazione comunale resta al riparo da ingerenze e condizionamenti di sorta e si mantiene imparziale come impone la legge». «Da sindaco assicuro la piena tutela del dipendente stalkerato e – ha concluso Succurro – di tutto il personale del municipio, cui confermo stima e gratitudine per l’impegno professionale quotidiano, sempre rivolto all’interesse generale». (rcs)

 

SAN GIOVANNI IN FIORE – Al via il Festival florense delle Arti

Prende il via domani, a San Giovanni in Fiore, nell’Abbazia Gioachimita, il Festival Florense delle Arti.

La manifestazione, in programma fino a domenica, vedrà scrittori, giornalisti, attori, studiosi e creativi che racconteranno le loro opere e parleranno dei diversi linguaggi espressivi, «in un contesto di straordinario fascino e di enorme importanza storica e architettonica», ha spiegato la sindaca, Rosaria Succurro.

Intanto, con lo spettacolo del cantastorie William Gatto, dedicato ai luoghi della spiritualità dell’abate Gioacchino, tra gli ispiratori di Dante Alighieri, è stata inaugurata la fiera tradizionale di San Giovanni in Fiore, per scelta della sindaca Rosaria Succurro tornata al suo percorso originario dopo molti anni. 

«Ci sembrava giusto e significativo – ha spiegato la sindaca – ripristinare il tragitto storico della fiera, quest’anno inserita all’interno di un programma di eventi culturali di primissimo piano, al fine di richiamare altri turisti e visitatori». 

«Tradizione, arte, cultura, riferimenti alla spiritualità gioachimita, bellezze naturali ed enogastronomia – ha proseguito – sono le risorse su cui stiamo puntando fin dall’inizio per aumentare le presenze in città, che nell’estate 2022 ha sempre registrato il pienone insieme a Lorica, mai tanto animata come adesso».

 «Il recupero, anche fisico, della strada della fiera fa parte – ha concluso la sindaca Succurro – di un più ampio progetto di rilancio della zona interessata». (rcs)