TAURIANOVA (RC) – Al via lavori nella Sp 33 Russo-Bombino e Sp 34 Russo-Taurianova

Hanno preso il via, a Taurianova, i lavori di manutenzione per la messa in sicurezza della SP 33 Quadrivio Russo – Bivio Bombino, mediante il rifacimento di tratti – estese – di manto stradale consequenziale allo sfalcio erboso, per rendere usufruibile una strada danneggiata ma di enorme interesse dato il vitale collegamento tra i due paesi confinanti: Taurianova – Rizziconi.

Lo hanno reso noto l’assessore all’Urbanistica, Sabrina Monteleone e il consigliere alle Contrade, Fabio Fuda.

I lavori sono stati calendarizzati dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria,  e in seguito a degli incontri con il dirigente del Settore Ing. Lorenzo Benestare e tecnici della materia, è oggi giunta l’ora di intervenire su  una strada ormai dissestata e sdrucciolevole, in modo particolare per la mancata canalizzazione dell’ acqua piovana che di conseguenza arrivando a pieno dalla parte alta va a creare gravi disagi su tutto il territorio interessato.

«Risultati, perciò – si legge in una nota – che rendono oggi un po’ appagati  specialmente per  la futura transitabilità dei mezzi di soccorso, fino adesso resa impossibile,  nonché percorribile con una maggiore tranquillità dai mezzi agricoli delle Contrade taurianovesi che andranno a percorrere il loro tragitto senza rischio alcuno».

«Lavori – prosegue la nota – che proseguiranno anche presso la SP 34 Quadrivio Russo – Taurianova,  strada che verrà bitumata lì ove necessario, intervenendo anche qui con un connesso sfalcio erboso e, inoltre, è prevista la pulizia del canale di scolo otturato in Contrada Pegara in aggiunta alla  sistemazione dei guardrail divelti, gettati ormai all’interno dei canali, e messi nuovamente in funzione attraverso l’accertamento delle condizioni di sicurezza di tutte le barriere stradali a salvaguardia della circolazione».

Altresì, in Contrada Vatoni-Secchinella si procederà allo sfalcio erboso e alla bitumazione delle carreggiate lì ove vi sia la necessità, avendo effettuato un sopralluogo specifico con i tecnici  e avendo loro indicato i tratti enormemente danneggiati.  L’intervento si presta a migliorare quindi la sicurezza e la fruibilità del transito sulle strade provinciali nel Comune di Taurianova. 

«La nostra gratitudine – conclude la nota – è rivolta all’Ingegnere Lorenzo Benestare, dirigente del Settore Viabilità della Città Metropolitana di Reggio Calabria, che con la sua disponibilità e organizzazione ha previsto e seguito gli interventi precedentemente descritti». (rrc)  

 

TAURIANOVA (RC) – Il 25 giugno Comune inaugura tre panchine viola della gentilezza

Il Comune di Taurianova è stato il primo, nella Provincia di Reggio Calabria, ad aderire alla Settimana Nazionale delle Panchine Viola, su proposta del sindaco Rocco Biasi e l’assessore Angela Crea inaugurando, il 25 giugno, tre panchine viola della gentilezza.

Le tre panchine Viola, saranno poste una nel centro della comunità e le altre nelle frazioni di San martino e Amato. Come da linee guida per la realizzazione delle panchine viola sulle stesse sarà riportata una frase sulla gentilezza proposta dai promotori locali dell’iniziativa. La frase scelta è stata: «L’amore passa anche da qui…».

Gli stessi amministratori comunali riconoscono come motivazione della partecipazione: «La voglia di socialità; far riavvicinare le persone dopo questo lungo periodo di distanziamento che ha visto il venir meno dei contatti tra le persone…».

La prima panchina della gentilezza di colore viola è stata inaugurata il 7 Dicembre 2019 a Quincinetto (TO), ideata dall’Assessore alla Gentilezza Erina Patti, la sua funzionalità è stata proposta dai bambini della scuola primaria locale durante un laboratorio dedicato, sulla panchina viola si può fare la pace, ci si può dare un appuntamento, si può giocare insieme..Venne scelto il viola in quanto deriva dall’unione del rosso che rappresenta la concretezza e del blu che simboleggia la profondità, pertanto ben identificativo della gentilezza. Da allora, già alcuni Comuni Italiani l’hanno riproposta. Per la realizzazione della panchina viola è preferibile che venga rigenerata una panchina già esistente con il coinvolgimento di bambini e ragazzi e che riporti una frase significativa sulla gentilezza.

Il Progetto Nazionale Costruiamo Gentilezza che ha come obiettivo, in 15 anni, di far diventare la gentilezza un’abitudine sociale diffusa, dopo aver sin da subito inserito la Panchina Viola nell’Archivio pubblico delle buone pratiche di gentilezza, ha programmato di favorirne la diffusione proponendo quest’anno un’intera settimana nazionale dedicata alle panchine viola, dal 21 al 27 di Giugno

. In questo periodo oltre ai Comuni Italiani potranno inaugurare nuove panchine viola anche le società sportive, in quanto la panchina oltre ad essere un complemento d’arredo urbano è ricorrente anche nello sport.

«L’inaugurazione delle panchine (o panche) viola rappresenta un’opportunità per far conoscere concretamente l’importanza della gentilezza per accrescere il benessere delle comunità locali e sportive – il fair play è gentilezza -, in particolar modo quello dei bambini e dei giovani» hanno spiegato dall’Associazione Cor et Amor che coordina l’attuazione del progetto nazionale.

I comuni e le società sportive hanno tempo sino al 19 Giugno per aderire alla Settimana Nazionale delle Panchine Viola compilando il form sulla piattaforma web www.costruiamogentilezza.org(rrc)

TAURIANOVA (RC) – A Villa Zerbi si celebra la Giornata Nazionale Associazioni Dimore storiche

Villa Zerbi di Taurianova, apre le sue porte ai visitatori in occasione della Giornata Nazionale Associazioni Dimore Storiche, in programma domenica 23 maggio, con una serie di iniziative.

L’iniziativa vedrà il patrocinio della Consulta delle Associazioni di Taurianova, della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del Ministero della Cultura e di Confartigianato ed è attuata in collaborazione con la Federazione Italiana Amici dei Musei (Fidam), l’Associazione Nazionale Case della Memoria e Federmatrimoni ed Eventi Privati (Federmep).
L’evento è realizzato con il contributo di American Express.

evento dimore storiche

Quella di quest’anno sarà un’edizione molto speciale, che prevede la commemorazione di Natale Zerbi, con la messa a dimora di un albero e la posa di una targa, oltre agli interventi di Mariangela Ferrari, presidente Nazionale Ugai, e di Filippo Andreacchio, presidente dell’Associazione Multiculturale Mammalucco di cui Natale Zerbi era membro attivo. 

Ci sarà inoltre un laboratorio per i più piccoli, con il volo dei droni su Villa Zerbi, la degustazione olio Evo, tra cui l’olio Evo Radicena dell’Azienda Agricola Filippo Zerbi e l’olio Evo Campo dell’Azienda Agricola Domenico Zerbi e una Mostra di artigiani del territorio perché la giornata vuole anche essere l’occasione per ricordare il ruolo di tutte quelle figure professionali – dagli artigiani ai restauratori, dai giardinieri ai maestri ceramisti– che affiancano i proprietari custodi di questi beni e senza le quali non sarebbe possibile garantire la corretta manutenzione delle dimore storiche, dei loro giardini e degli oggetti d’arte che le adornano. 

«Ogni dimora storica rispecchia l’identità del territorio come le due iniziative che promuoviamo domenica – ha dichiarato Francesco Zerbi –. La degustazione dell’olio rappresenta proprio il fortissimo legame che ha questa casa e questa famiglia con la terra, mentre la bellissima idea che nasce dall’Associazione Mammalucco del laboratorio di volo con i droni, evita il rischio di cadere nella nostalgia del passato e proietta la dimora storica, anche in maniera seducente, nel futuro».

La splendida residenza d’epoca Villa Zerbi è una dimora costruita nel 1786, in chiave di barocco siciliano, da un progetto riconducibile all’architetto Filippo Frangipane, ed è tra i principali elementi di attrazione nei confronti dei turisti che arrivano nella Piana, con oltre 8.000 visite ogni anno.

Il fronte del palazzo è caratterizzato da un raffinato portale in granito grigio, fiancheggiato da lesene e sormontato da una finestra evidenziata da un gioco di movenze di gusto tardo barocco. Le volute dei balconi in ferro battuto, sono sorrette da mensole ornate da maschere di pietra. Preziosa testimonianza delle abilità artigiane di scalpellini e decoratori calabresi, impegnati nella rinascita dopo il terremoto del 1783.

Il restauro del parco di Villa Zerbi è stato realizzato alla luce della memoria di antiche residenze nobiliari calabresi. e curato nei minimi dettagli da Natale Zerbi, recentemente scomparso, uomo capace di tramandare il fascino della storia e l’incanto della natura, dove le piante di agrumi rappresentano il solido legame con il territorio. Melograni, arancio di Spina e poi ancora lentisco, rosmarino, mirto, corbezzolo, ginestra: un concerto armonico di colori e fragranze di immediata interpretazione emotiva, rivolto in particolare a chi ha amore per le piante e la natura. (rrc)

TAURIANOVA (RC) – Consegnati i lavori per completamento del Palasport

Sono stati consegnati i lavori per il completamento del Palasport di Taurianova.

Il consigliere metropolitano delegato, Carmelo Versace, presente nell’area dove sorgerà il cantiere, ha ripercorso le tappe del lungo iter che ha caratterizzato l’opera, «contraddistinto da un’interdittiva sopraggiunta sulla ditta che si era aggiudicata l’appalto e da successive lungaggini burocratiche dovute a contenziosi sullo scorrimento della graduatoria».

«Finalmente – ha detto Versace – siamo nelle condizioni di poter avviare un percorso che doterà l’intero territorio della Piana di un nuovo, grande, punto di riferimento sportivo».

«All’amministrazione Falcomatà – ha aggiunto – va il merito di aver fornito una risposta concreta ai cittadini che, da molto tempo, attendevano il riavvio dei lavori su un impianto che, per dimensioni e caratteristiche, si distingue in gran parte del comprensorio metropolitano per funzionalità, bellezza e connessione con le esigenze della comunità».

«Un investimento importante da parte della Città Metropolitana – ha proseguito Versace – pari ad 800mila euro, che consentirà di completare un vero e proprio gioiellino dello sport dove poter praticare diverse discipline e consentire alla collettività un serio sviluppo sociale e non soltanto sportivo».

«Per complessità e grandezza – ha concluso Carmelo Versace – il centro sportivo polivalente di Taurianova potrà avere un utilizzo extracomunale, consentendo anche ad altre realtà calabresi po svolgimento delle proprie attività. Dunque, le ricadute sul territorio saranno molteplici e tutte positive e, per questo, va dato atto del grandissimo e prezioso lavoro portato avanti, in questi anni, dai funzionari e dal personale della Città Metropolitana per il raggiungimento di un obiettivo davvero importante». (rrc)

TAURIANOVA (RC) – A San Martino è nato il Polo Informativo Comunale

Nella frazione di San Martino di Taurianova, l’Amministrazione comunale, guidata da Rocco Biasi, ha istituito il Polo informativo Comunale. Ciò è stato fatto su indirizzo del presidente del Consiglio comunale, Salvatore Siclari, dell’assessore al Personale, Simona Monteleone, del consigliere delegato ai Servizi demografici e servizi al cittadino, Grazia Arcuri e al consigliere delegato per la frazione di San Martino, Federica Ursida.

Il Polo, gestito da una delegazione comunale, sarà operativo ogni lunedì e giovedì, dalle 9 alle 12, ospitato nei locali della Parrocchia Maria SS della Colomba di San Martino,  a disposizione dei cittadini anche per la prenotazione dei vaccini anti Covid-19. 

Il servizio si inserisce nel progetto Sportello Covid, avviato per assistere i cittadini anziani o ritenuti fragili, nel complesso iter per la prenotazione del vaccino. 

Ulteriore obiettivo del Polo, è quello di accogliere le richieste e le segnalazioni dei cittadini in maniera tale da venire incontro ad ogni tipo di esigenza cittadina. (rrc)

TAURIANOVA (RC) – Gli Amministratori della Piana insieme per rilancio dell’agricoltura

Rilanciare l’agricoltura calabrese con gli Amministratori della Piana. È stato questo il focus del primo incontro che si è svolto a Taurianova, su invito dell’assessore all’Agricoltura, Simona Monteleone e del sindaco Rocco Biasi.

Presenti, all’incontro, sindaci e amministratori della Piana, congiuntamente alla presenza del dott. Alfredo Iatì, di fondamentale importanza per esporre dei progetti innovativi sul settore agrumicolo.

Diversi gli argomenti trattati: dalla questione delle gelate attuali e primaverili, alla volontà di far ripartire il settore agrumicolo-olivicolo della Piana, dando quindi priorità ad arance, clementine, limoni nonché all’olio di oliva, specialità della nostra terra. 

Uno dei punti all’ordine del giorno, e di fondamentale importanza, è stata la volontà delle amministrazioni della Piana di voler coinvolgere i produttori-imprenditori per la costituzione di un Consorzio. 

Successivamente alle diverse idee proposte, di comune accordo, si è deciso di fissare un ulteriore incontro per delineare le linee guida del progetto, avendo l’obiettivo comune di rilanciare un settore come l’agricoltura considerato l’industria del futuro. L’attenzione è rivolta ai giovani agricoltori, al come far ritornare il comparto agricolo un obiettivo professionale, le nostre produzioni d’eccellenza devono rinascere, siamo di fronte ad un momento di svolta che deve unire, tutto un intero territorio. (rrc)

TAURIANOVA (RC) – Agricoltura, l’assessore Monteleone chiede aiuti alla Regione

L’assessore all’Agricoltura di Taurianova, Simona Montelone, ha lanciato un appello a tutti gli assessori all’Agricoltura della Piana, e non solo, di fare squadra «per ottenere delle soluzioni immediate per i nostri agricoltori attraverso un aiuto concreto dalla Regione Calabria».

«Noi – ha spiegato – saremo al fianco degli operatori per sostenerli, concretamente, con risposte certe e in tempi brevi. Bisogna prepararsi ad attivare tutte le procedure previste dalle norme vigenti per il riconoscimento dello stato di calamità. Non stiamo facendo altro che raccogliere le diverse istanze dei nostri agricoltori».

«L’agricoltura calabrese, ormai  da un anno – si legge in una nota – deve fare i conti con la grave crisi portata dal Covid, che ha trascinato quasi al collasso l’agricoltura calabrese, ma c’è anche un altro pericolo che tiene in allerta gli agricoltori, quello delle gelate tardive. A tenere, dunque, i coltivatori con il pensiero rivolto verso le prossime settimane, complice anche l’ondata di freddo intenso di questi ultimi giorni, sono le gelate attuali che hanno intaccato il lavoro svolto dai nostri agricoltori». 

«In particolare – continua la nota – nelle scorse settimane, ad essere danneggiate, per colpa del gelo, il frutto di mirtillo, nonché le foglie di avocado e altri tipi di colture protette che hanno causato gravi perdite agli agricoltori Taurianovesi.  Siamo di fronte ad un problema che, negli ultimi anni, si sta registrando con maggiore influenza e con danni amplificati dall’andamento climatico, che si tratti di danni causati alle produzioni proprie o alle aziende agricole». 

«Inoltre – conclude la nota – ad essere danneggiate, come spesso accade, saranno le produzioni di ortaggi in pieno campo come  cipolle, zucchine, piselli e finocchi.  È soprattutto il settore agrumicolo – con in testa arance, clementine e limoni – ad aver  accusato diverse ripercussioni in termini di produzione, con frutti pronti ad essere raccolti e distribuiti ma compromessi dalle gelate». (rrc) 

Grande successo per la V edizione del Concorso Internazionale dei Madonnari di Taurianova

Con migliaia di interazioni e visite da ogni parte del mondo, si è chiusa, con successo, la quinta edizione del Concorso Internazionale Madonnari – Città di Taurianova, organizzato dall’Associazione Amici del Palco.

L’evento, che quest’anno si è svolto online, non ha rinunciato alla riflessione con il tema Fratelli tutti… nessuno si salva da solo, allo scambio interculturale e all’invasione di bellezza e arte che ha sempre caratterizzato la manifestazione unica nel suo genere in tutta la Calabria, inserita tra i maggiori eventi culturali e artistici dell’intera regione.

 

L'immagine può contenere: 4 persone, il seguente testo "2ම CLASSIFICA José Luis R. Aleman Guadalupe N.L. Messico 1º CLASSIFICATO Salvador H. Briones Monterrey V.L. Messico 2° CLASSIFICATO EX AEQUO Ivan Israel Garcia Gelindo| Ciudad de Mexico Messico 2° CLASSIFICATO EX AEQUO Luna Urzi Milano- Italia 3° CLASSIFICATO www.madonnaritaurianova.it"

Tanti anche i messaggi di riconoscimento e sostegno delle istituzioni, di artisti di tutto il mondo e molto significativo il plauso di Carlo Bottani, sindaco di Curtatatone, dove dal 1973 l’arte effimera degli artisti di strada è protagonista del Concorso Internazionale dei Madonnari più antico d’Italia, che a nome di tutta l’Amministrazione scrive: «Condividiamo anche per questo la bellissima iniziativa e ci sentiamo uniti da un “ponte di Amicizia” con la Vostra Associazione e con gli Artisti internazionali che parteciperanno all’evento».

Tra i migliori artisti del gessetto, provenienti da ogni parte del mondo, è riuscito a prevalere, convincendo tutta la giuria tecnica, il trentenne messicano José Luis Rodrigues Aleman (n.29), vincitore assoluto del Concorso con l’opera Somos la cura, che ha raccontato così: «L’opera rappresenta l’umanità, che ha nella propria volontà il prendersi cura con amore del prossimo e dei suoi cari. È una rappresentazione dell’amore che cerca di raggiungere l’insegnamento di Gesù: “Non c’è amore più grande di questo, dare la vita per i propri amici”. Noi dunque “Somos la cura” (“Siamo la cura”), non solo della pandemia ma di tutti i problemi che abbiamo come società. L’opera si ispira ad immagini della rete, tra cui gli artisti Norman Rockwell, El País e medici che combattono per il Covid, oltre a persone care come mia moglie e mia figlia».

Sul secondo gradino del podio, sempre dal Messico, un ex aequo con Salvador Hernandez Briones (n.21) e Ivan Israel Garcia Gelindo (n.23), mentre la milanese Luna Urzì (n.9) si è aggiudicata il terzo posto.

A decretare i madonnari vincitori una giuria artistica – che ha valutato non solo le opere finite, ma anche la tecnica usata e diversi aspetti che rientrano nell’arte madonnara – composta dal Maestro della Decorazione Leo Sergi, professore presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, dal Maestro Luciano Tigani, artista pittore e dall’assessore alla cultura del Comune di Taurianova, Maria Fedele, che ha dichiarato: «Sono stati 31 gli artisti che a suon di pastelli hanno cercato di raggiungere la vetta, regalando immagini ed emozioni ai tanti appassionati che con entusiasmo hanno seguito lo svolgersi dell’evento».

«Un grande ringraziamento – ha aggiunto – agli Amici del Palco, associazione di promozione culturale per aver impreziosito il cartellone degli eventi natalizi con questo prestigioso concorso, e che per il quarto anno mi hanno dato la possibilità di sedere in giuria, ed infine, un doveroso grazie anche a tutte le realtà che lo hanno patrocinato e sostenuto».

E, tra le novità di quest’anno, l’esposizione virtuale e la mostra itinerante del “Concorso Internazionale Madonnari – Città di Taurianova” che, negli anni, ha sempre abbellito e colorato la città per diversi giorni, e perciò ha voluto toccare tutti gli angoli della città inserendo le opere degli artisti in una mappa e in un percorso ideale che ha fatto da vetrina non solo agli artisti ma anche alle piazze, chiese e monumenti della città.

«Siamo orgogliosi di sostenere questo meraviglioso progetto artistico e culturale – ha dichiarato il sindaco di Taurianova, Rocco Biasi – che di anno in anno cresce sempre di più, portando lustro alla nostra città. Un Concorso che è ormai in via di storicizzazione e che ha fatto conoscere la nostra città a tutto il mondo, esportando la Taurianova bella oltre i confini regionali e nazionali».

Il “Concorso Internazionale Madonnari – Città di Taurianova” dopo una selezione dei bozzetti, ha seguito gli artisti Madonnari più creativi all’opera dai loro paesi d’origine, da dove hanno realizzato le opere inedite in Concorso, inviando filmati e foto in ogni fase della realizzazione e permettendo dunque ai visitatori online di ammirare lo spettacolo straordinario dei madonnari capaci di trasmettere con semplici gessetti le loro emozioni.

Il pubblico ha avuto, inoltre, la possibilità di votare il bozzetto più bello ed in tantissimi hanno espresso la loro preferenza (4.368 i voti validi arrivati da tutto il mondo) premiando il bozzetto del messicano José Luis Rodrigues Aleman (n.29) che ha ottenuto 831 preferenze unendo per la prima volta nella storia del Concorso pubblico e giuria e portando in Messico il bottino di premi, mentre Walter Scotti (n.1) di Bergamo, con 785 preferenze si è aggiudicato il secondo posto del Premio Social ed il kit dei Madonnari con gessetti professionali.

«Siamo felicissimi – ha affermato l’arch. Giacomo Carioti, presidente dell’“Associazione Amici del Palco” – di essere riusciti a portare avanti anche quest’anno, con il prezioso aiuto di ogni membro dell’Associazione, il nostro Concorso, che è l’unico Concorso dei Madonnari in Italia non legato ad altri eventi (feste patronali, fiere). Abbiamo dovuto pensare una formula completamente rinnovata, ma l’arte antica dei madonnari ci ha insegnato che con dei gessetti si può trasformare l’asfalto in un museo a cielo aperto e così sotto la direzione artistica del maestro madonnaro GennaroTroia (fondatore della Scuola Napoletana dei Madonnari), abbiamo anche in questo periodo pandemico portato l’arte non solo nelle strade, ma con un museo diffuso anche nelle case di tutto il mondo».

E quest’anno il “Concorso Internazionale Madonnari – Città di Taurianova” ha raggiunto anche l’interesse della Fondazione Migrantes, Organismo di Pastorale nazionale della CEI che segue i madonnari, quali artisti ambulanti nomadi, e ha visto la conferma del sostegno del Vescovo della diocesi di Oppido M. – Palmi, Francesco Milito, che ha espresso la sua vicinanza visitando online le opere e – come ogni anno – si è soffermato per ammirare ingegno e fede di ogni opera.

«Ben volentieri confermo il Patrocinio – ha continuato il pastore Milito – con l’auspicio che l’evento continui migliorando per l’alto significato e messaggio che contiene. Registro, infatti,  con vera soddisfazione, che la manifestazione si è ben radicata nella realtà taurianovese, come appuntamento atteso, apprezzato, necessario elemento oltremodo utile per la Città».

La manifestazione è stata supportata dal patrocinio del Comune di Taurianova, dal Consiglio Regionale della Calabria, dalla Regione Calabria, dalla diocesi di Oppido Mamertina – Palmi, dalla Consulta delle Associazioni di Taurianova, dalla partnership artistica/didattica dell’Istituto d’Istruzione Superiore “V. Gerace”, Liceo Artistico di Cittanova, dell’Istituto d’Istruzione Superiore “N. Pizi”, Liceo Artistico di Palmi, dalla partnership associativa delle associazioni “Mammalucco” e “Fraternamente” ed è stata possibile grazie alle tante aziende del territorio che hanno anche quest’anno voluto sostenere l’evento con la loro sponsorizzazione nonostante il periodo difficile per tutti i commercianti. (rrc)

La proclamazione dei vincitori della quinta edizione

TAURIANOVA (RC) – Il Concorso Internazionale dei Madonnari sarà online

Quest’anno, la quinta edizione del Concorso Internazionale dei Madonnari – Città di Taurianova, ideato dall’Associazione Amici del Palco, sarà online, con la direzione artistica del Maestro madonnaro Gennario Troia, fondatore della Scuola Napoletana dei Madonnari.

Il Concorso – a cui ci si può iscrivere fino all’11 dicembre – quest’anno si trasforma in un’esposizione virtuale ed itinerante, che collegherà i Madonnari di tutto il mondo con la Città di Taurianova e che, dopo una selezione di bozzetti, vedrà i Madonnari più creativi all’opera dai loro paesi d’origine, da dove realizzeranno le opere inedite in Concorso. In palio premi in denaro, kit dei Madonnari con gessetti professionali e tanto altro.

«Con già quattro anni di storia – ha dichiarato Giacomo Carioti, presidente dell’Associazione Amici del Palco– abbiamo fatto di tutto per portare avanti il Concorso che, quest’anno, più che mai, diventerà un segno di speranza e di colori. Ovviamente abbiamo dovuto pensare una formula completamente rinnovata, ma l’arte dei madonnari è un’arte capace di trasformare l’asfalto anche di strade non perfette in tele pregiate per veri capolavori e, perciò, certamente anche in questo periodo delicato, saprà trasformare e donare bellezza attraverso il sito che abbiamo realizzato (www.madonnaritaurinova.it),realizzato le pagine social e poi tante sorprese per la città».

Previsto, in collaborazione con le Scuole del territorio, il concorso dei Madonnari in Italia non legato ad altri eventi che, quest’anno, avrà il tema Fratelli tutti… nessuno si salva da solo.

 

TAURIANOVA (RC) – Anastasi (Iric): servono più infermieri al Centro di Nefro-Dialisi

Il capogruppo in Consiglio regionale di Io Resto in CalabriaMarcello Anastasi, ha ribadito che «è necessario assegnare, con urgenza, sei nuovi infermieri al Centro di Nefro-Dialisi di Taurianova dove, oltre alle necessità dettate dall’emergenza legata alla pandemia, si registra una carenza di personale che impedisce agli utenti di usufruire delle prestazioni sanitarie di cui hanno estremo bisogno».

Anastasi, che ha fatto sapere di essersi già rivolto per iscritto al direttore sanitario dell’Asp di Reggio Calabria, Antonio Bray, ha spiegato che «il Dca n° 123 del 17 settembre scorso – spiega Anastasi – ha sancito, ad esempio, che al Centro di Taurianova siano assegnate 16 postazioni emodialitiche, con la possibilità di accogliere un totale di 64 pazienti emodializzati. Lo stesso Dca prevede inoltre che per assistere i 64 pazienti dovrebbero essere utilizzati 18 infermieri, mentre attualmente al Centro ne risultano assegnati 12».

«Sarebbe inoltre necessario – ha proseguito Anastasi – il trasferimento presso il Centro di un infermiere specializzato che ha già prestato tale servizio in passato e che attualmente lavora a Lamezia Terme, ma che ha già presentato richiesta di aspettativa non retribuita e dal 23 novembre prenderà servizio presso l’Usca di Taurianova».

«In attesa dell’immissione in ruolo di nuovo personale – ha concluso il consigliere regionale – è urgente dare risposte concrete e immediate ai cittadini visto che la mancata ‘integrazione’ territorio-ospedale in ambito specialistico nefrologico si ripercuote negativamente sulla ‘mission’ del Reparto». (rrc)