CIRÒ MARINA (KR) – 25 novembre, successo per l’iniziativa del Leo Club CZ “Rupe Ventosa” e Leo Club Krimisa

In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, a Cirò Marina si è svolta una giornata di Letture, riflessioni e testimonianze, organizzata dal Leo Club Catanzaro Rupe Ventosa, guidato dal Presidente Vincenzo Maesano , insieme al Leo Club Cirò Krimisa guidato dalla Presidente Melania Guzzo, alla Cooperativa CO.RI. S.S. e ai Lions Club Cirò Krimisa guidati dalla Presidente Filomena Zungri.

Ha introdotto e moderato l’evento la Presidente del Service, Orsola Siciliani

Nel corso della serata sono intervenuti la dott.ssa Rossella Fusaro, coordinatrice della Casa di Accoglienza “Domus” di Melissa che, da oltre 19 anni, accoglie donne e/o con bambini vittime di violenza e Responsabile dello Sportello d’ascolto la Farfalla, servizio gratuito rivolto a donne vittime di violenza e che si trovano in situazioni di difficoltà sociale, servizi entrambi gestiti dalla Cooperativa CO.RI. S.S. Giovanna Abbruzzino, Avvocato afferente alla Cooperativa CO.RI. S.S., Pamela Liotti, psicologa, Isabella Cavallaro, educatrice.

Componenti dell’Equipe multidisciplinare dell’ambito territoriale di Cirò Marina.

Nel corso della serata sono state presentate le diverse iniziative messe in atto dall’Equipe Multidisciplinare di Cirò Marina, la quale mette in piedi diverse importanti iniziative che coinvolgono Donne in difficoltà su molteplici livelli, avendo come fattore comune, la volontà di ricostruirsi e offrirsi una seconda possibilità. 

Durante la serata sono state lette delle fiabe tratte dal libroI racconti della Foresta, libro ideato grazie ad un’attività laboratoriale, svolta dalle Educatrici della Casa di Accoglienza per donne in difficoltà con minori “CO.RI. S.S. – Domus” dove veniva raccolta la voce dei bambini ospitati all’interno della struttura.

L’idea è stata quella di far emergere, attraverso la costruzione di alcune favole, inventate dai bambini stessi, quello che poteva essere il vissuto degli stessi bambini all’interno della cosiddetta “violenza assistita”. Da qui, nasce un’interessante produzione di favole che la CO.RI.S.S. ha deciso di raccogliere e pubblicare con una prefazione fatta dal noto scrittore Gioacchino Criaco e con l’illustrazione dell’altrettante noto fumettista Vincenzo Filosa(rkr)

 

L’esperienza fatta dalla cooperativa CO.RI.S.S. con tutte le iniziative svolte in favore delle donne, nell’ambito sociale di Cirò Marina, rappresenta une delle maggiori eccellenze di presenza sul territorio a contrasto di questo fenomeno.

25 novembre, a Cariati successo per l’evento “Col corpo mutilato e ormai violato dal dolore, col cuore infranto Frida Kahlo resiste”

di ANTONIO LOIACONONel giorno (25 novembre) in cui l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato come data della ricorrenza della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Frida Kahlo è stata la perfetta testimonial della resistenza rosa contro tutte le violenze.

Col corpo mutilato e ormai violato dal dolore, col cuore infranto Frida Kahlo resiste. Resiste: dunque è. 

L’evento, voluto fortemente dal Dirigente Scolastico IIS di Cariati, prof.ssa Sara Giulia Aiello, si è svolto nel salone del Centro Missionario Sorelle di Santa Gemma, in Cariati, alla presenza di una rappresentanza studentesca delle classi 3^A – 3^B – 3^C del Liceo di Cariati accompagnate dalle docenti Curcio Alessandra, Mancini Daniela (questa ha introdotto i lavori), Spadafora Antonella, Flotta Filomena; la 4^A indirizzo elettrico dell’ITI Mazzone accompagnata dalle docenti Pignataro Manuela e Romano Assunta; la 2^A dell’IPSSEOA di Cariati accompagnata dalla prof.ssa Franco Rosina; la 4^C dell’ITE e la 4^B del Liceo Scientifico di Mirto Crosia accompagnate dai docenti Graziano Graziella e Mulè Giovanni.

Hanno accompagnato l’evento Rosina Franco (referente bullismo IIS Cariati), Carmelina Sciarrotta (presidente Associazione Radici) e Morena Barletta (presidente Coop. Soc. Sybaris).

Molto gradite sono state le partecipazioni del Dirigente Scolastico, prof. Alessandro Turano dell’Istituto Comprensivo di Cariati, della direttrice del Centro Missionario, Suor Giovanna, e del Sindaco della città marinara, dott.ssa Filomena Greco

In questa giornata esotica in cui l’artista messicana è stata la portata principale, Amedeo Fusco, il suo cantore, n’è stato l’”umami”, la gradevolezza!

Nel suo contenitore, “Irragionevoli soprusi” (un momento culturale ideato e creato a Amedeo Fusco e dall’avvocato Andrea Farris del foro di Ragusa, in cui si discute in maniera permanente sull’evoluzione culturale e legislativa della violenza sulle donne ma, in maniera generale, anche sulle altre forme di violenze) il racconto sulla vita di Frida Kahlo, sapientemente dipinto con le parole da Amedeo, non poteva trovare più giusta collocazione.

Riuscire a catturare l’attenzione di giovanissime ragazze e di altrettanti ragazzi, con il racconto della famosa artista “azteca” non è stata impresa facile, ma l’applauso finale sospinto dal “viva la vida!” da parte dei circa 100 studenti, alla fine, ne ha sottolineato il meritato successo! (al)

CINQUEFRONDI (RC) – L’evento 25 novembre – #Liberediessere

Domani mattina, nella Sala Consiliare del Comune di Cinquefrondi, è in programma l’evento 25 novembre – #Liberediessere, organizzato dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Michele Conia.

Avrà luogo un dibattito che coinvolgerà le scuole, le istituzioni e naturalmente tutti i cittadini interessati a partecipare.

Nel corso dell’evento, ci saranno gli interventi del Sindaco di Cinquefrondi Michele Conia, dell’assessora con delega alla Parità di Genere Giada Porretta, la Professoressa Nelly Creazzo, una rappresentanza dei Volontari del Servizio Civile Universale di Cinquefrondi il tutto incorniciato con intermezzi musicali a cura degli alunni e delle alunne del Liceo Musicale di Cinquefrondi.

«In Italia, ogni anno – si legge in una nota – migliaia di donne vengono assassinate o comunque subiscono abusi di carattere fisico psicologico ed economico, nella maggior parte dei casi sono vittime delle persone a loro più care: mariti, fidanzati, ex gelosi o ancor peggio, familiari consanguinei. Cinquefrondi, Comune dell’Accoglienza e dei Diritti, è da sempre schierato al fianco delle donne vittime di violenza». (rrc)

Reggio si prepara alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: le iniziative del Comune e di Atam

Reggio si prepara alla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, organizzato diverse iniziative.

L’Azienda municipale titolare del servizio di trasporto pubblico Atam parteciperà alla campagna Nazionale “Posto Occupato”, per sensibilizzare alla lotta contro il femminicidio anche per coloro che viaggiano sui mezzi pubblici.

Per tutta la giornata di venerdì, un posto  sarà simbolicamente occupato in ricordo delle donne vittime di violenza: l’adesivo della campagna sarà apposto su un sedile di tutti i bus delle linee 27/28 in circolazione e su tutti i bus delle nostre linee verrà indicato sul display la scritta: “1522 qui non c’è posto per la violenza” un gesto simbolico per riservare idealmente un posto a quelle donne che hanno subito violenza.

Posto occupato è un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul bus, a scuola, nella società. Questo posto vogliamo riservarlo a loro, affinché la quotidianità non lo sommerga.

Le iniziative di Atam non riguardano solo il posto sul bus, infatti, verrà installata ed inaugurata una panchina rossa al Terminal Botteghelle che rimarrà a disposizione dei clienti fuori dal Front Office. Quindi il posto occupato non sarà solo sul bus ma anche nei nostri uffici.

«Siamo certi della sensibilità della stragrande maggioranza dei nostri concittadini verso la tematica del rispetto delle donne – ha affermato al riguardo l’Ad di Atam, Giuseppe Basile – ma siamo altrettanto sicuri che occorra avere sul nostro territorio segni tangibili che testimonino ogni giorno l’attenzione della città verso una tematica così drammaticamente attuale».

Soddisfazione espressa anche dall’assessore alle Politiche di Genere Angela Martino: «Ringrazio Atam per questa bella iniziativa – ha affermato – la sinergia con l’Amministrazione comunale è sempre più ampia e strutturata, anche su temi culturali come questo che rappresenta un segnale importantissimo che le istituzioni cittadine vogliono dare, tendendo la mano alle donne vittime di violenza, non solo fisica, che sono purtroppo ancora tante nel nostro territorio».

Ma le iniziative in programma non si fermano qui. Sempre venerdì 25 novembre l’area di Piazza Italia si animerà, a partire dalle ore 11.00, con il flash mob organizzato dal Comune di Reggio Calabria e dalla Società Ginnastica Gebbione.

L’iniziativa, promossa dalla Commissione Pari Opportunità presieduta dalla Consigliera Teresa Pensabene, vedrà la presenza degli amministratori locali, dei cittadini, delle associazioni e degli istituti scolastici del territorio, che daranno un messaggio di sensibilizzazione e di educazione al rispetto nelle relazioni di genere.

All’imbrunire, infine, il Teatro “Francesco Cilea” verrà illuminato di arancione come simbolo della lotta alla violenza di genere. (rrc)