BELVEDERE MARITTIMO (CS) – I Licei Tommaso Campanella hanno aderito a Libriamoci 2022

I Licei Tommaso Campanella di Belvedere Marittimo, guidati dalla dott.ssa Annina Carnevale, hanno aderito a Libriamoci 2022 con un programma ricco di libri, autori e storie da leggere e ascoltare.

Libriamoci, promosso dal Ministero della Cultura, attraverso il Centro per il libro e la lettura e dal Ministero dell’Istruzione – Direzione generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione, ha l’obiettivo di diffondere e accrescere l’amore per i libri e l’abitudine alla lettura. Si tratta di grande festa che per una settimana (quest’anno dal 14 al 19 novembre 2022) coinvolge le scuole di ogni ordine e grado, queste sono invitate a ideare e organizzare iniziative volte a stimolare nelle studentesse e negli studenti il piacere di leggere.

Il programma pensato dai Licei Tommaso Campanella è davvero denso e interessante, parte da oggi con la presentazione del libro Il raggio verde (Edizioni Link), una storia sull’amicizia scritta dalla professoressa Floriana Chiappetta. Si prosegue martedì 15 novembre con il libro La migliore amica di Giusy Perrone edito da Falco Editore. Nella stessa giornata, gli studenti avranno modo di conoscere anche il libro Sotto lo stesso cielo di Alessia Perugino (Writers Editor); le due autrici presenti martedì sono entrambe ex-studentesse dei Licei Campanella, una gioia poterle ospitare nella nostra scuola.

Mercoledì 16 novembre alle ore 11:00, sarà la volta di In cammino verso i diritti. Le madri costituenti di Nella Matta (Jonia Editrice); il libro ripercorre le tappe delle donne protagoniste di grandi battaglie e rivoluzioni quotidiane, donne che hanno segnato il secolo scorso. All’incontro interverranno insieme all’autrice, il prof. Luciano Conte, Presidente del Circolo della Stampa Tirreno Cosentino e il dott. Giovanni Martucci, Presidente del Consiglio Comunale di Belvedere Marittimo.

A chiudere questa grande festa, giovedì 17 novembre alle ore 10:30, sarà La Calabria delle Meraviglie, un bellissimo testo scritto dal giornalista e scrittore Arcangelo Badolati. Il libro, edito da Pellegrini Editore, racconta una Calabria ricca di città sepolte, di miti omerici e di grandi siti archeologici. Una terra di legislatori, architetti, poeti, condottieri e atleti dell’antichità. Una terra di meraviglie da scoprire. Durante la mattinata sarà presente l’autore e interverrà il dott. Stefano Dodaro, Primo Dirigente della Polizia di Stato, direttore della Scuola Allievi Agenti di Vibo Valentia.

L’incontro vedrà uno speciale Intermezzo musicale curato dai docenti e dagli studenti del Liceo Musicale T. Campanella. (rcs)

Atto intimidatorio al Tirrenia Hospital, la direzione Sanitaria: Condanniamo vile gesto

La Direzione Sanitaria ha manifestato la sua indignazione per l’atto dinamitardo perpetrato ai danni della Tirrenia Hospital di Belvedere Marittimo, sottolineando che «condanniamo duramente il vile gesto e chi lo ha compiuto».

«Quanto successo alla nostra struttura – ha dichiarato la direzione sanitaria – fiore all’occhiello dell’intero territorio, ed impegnata quotidianamente al servizio della sanità e dei cittadini, non merita altro che una severa condanna da parte della società civile e di tutti i medici, gli operatori sanitari, i dipendenti tutti. Sono loro che ogni giorno operano per salvare vite umane alleviando le sofferenze di chi soffre: per questo motivo occorre discostarsi da azioni del genere. Non si può accettare che vengano perpetrate azioni dannose nei confronti di imprenditori e cittadini onesti che meritano un segnale concreto di solidarietà».

«L’impegno, insieme alle competenze ed alle professionalità di tutti noi, ad ogni modo – conclude la nota – non verrà mai meno. Si faccia piena luce al più presto. Per la struttura, per la sanità, per i cittadini e pazienti».

«L’attentato contro l’ex clinica Tricarico, oggi “Tirrenia Hospital”, a Belvedere Marittimo, è un atto criminale gravissimo e ci indigna profondamente. Le indimidazioni vanno respinte e rispedite al mittente. Solidarietà agli operatori sanitari e a tutta la cittadina cosentina», ha scritto su twitter il presidente della Regione, Roberto Occhiuto.

Il presidente della Sezione Sanità di Unindustria Calabria, Alfredo Citrigno, ha espresso la sua solidarietà al Tirrenia Hospital, sottolineando che si è trattato di «un ignobile episodio che offende i valori di democrazia e ci fa riflettere, con grande preoccupazione, su questa terribile piaga che affligge la Calabria, determinando un clima di tensione e timore verso coloro che continuano a credere e a investire nel territorio calabrese».

«Da parte mia e di tutto il Consiglio Direttivo della Sezione Sanità di Unindustria Calabria – ha continuato Citrigno – esprimo vicinanza verso chi è impegnato a portare avanti un percorso di crescita civile ed economica e manifesto una sincera solidarietà nei confronti della proprietà Tirrenia Hospital e dei tanti lavoratori che quotidianamente prestano la loro attività con dedizione e sacrificio».

«Sono fiducioso che le Forze dell’Ordine e la Magistratura assicureranno celermente alla giustizia gli autori di questo ignobile ed ennesimo attentato – ha concluso il Presidente Citrigno – e sono certo che non saranno questi vili gesti a fare gettare la spugna, ma anzi siano da ulteriore stimolo per tutti coloro che continuano a credere e ad investire nella nostra Calabria». (rcs)

Col Progetto Pitagora Mundus 30 studenti argentini ospiti nei Licei di Belvedere Marittimo

Ha preso il via, a Belvedere Marittimo, il progetto Pitagora Mundus che vedrà 30 studenti argentini che, dal 5 al 29 settembre, vivranno nel borgo calabrese per frequentare un corso di lingua italiana e conoscere il territorio in tutte le sue bellezze e peculiarità.

Pitagora Mundus si pone l’obiettivo di creare cooperazione, dando la possibilità ai partecipanti di scoprire e approfondire la conoscenza dei paesi ospitanti, rivalutare e tutelare la ricchezza culturale dei centri storici.

Il borgo di Belvedere diventa una delle aree di formazione e conoscenza della cultura: «Parte questo progetto che ancora una volta vede rafforzare il legame e la collaborazione tra i Licei Tommaso Campanella con le associazioni del nostro territorio e il Comune di Belvedere Marittimo – ha sottolineato Raffaella Sansoni, assessore alla Cultura e docente dei Licei –. Gli ospiti argentini si immergeranno completamente nella cultura del nostro paese, studiando la lingua, conoscendo le nostre tradizioni, la nostra cucina, il nostro territorio e la nostra storia. Sarà un gemellaggio umano ricco di occasioni di confronto e di crescita».

Anche l’assessore al turismo, Marco Carrozzino, ha sottolineato come progetti di questo tipo siano utili per lo sviluppo del territorio, per la creazione di una nuova offerta turistica che sappia attrarre viaggiatori internazionali offrendo loro un ventaglio di esperienze da vivere.

Alla conferenza di apertura, tenutasi nei locali dei Licei, erano presenti la dirigente scolastica Annina Carnevale; il dindaco di Belvedere, Vincenzo Cascini; l’assessore al Turismo, Marco Carrozzino; l’assessore alla Cultura, Raffaella Sansoni; il responsabile del progetto, Salvatore La Porta; a moderare la giornalista Fabrizia Arcuri.

Gli ospiti argentini sono 30 persone, di diverse età, arrivati in Calabria grazie al progetto Pitagora Mundus. Si tratta di un programma di formazione basato prevalentemente su uno scambio studentesco internazionale che si sviluppa tra diversi comuni Calabresi (chiamati “Borghi della Sapienza”) e altrettante città nel mondo.

I Licei di Belvedere diventano così una “Scuola della Sapienza” ospitando i corsi di lingua italiana articolati nei livelli A1, A2 e B1; gli studenti argentini frequenteranno le aule dei Licei per circa un mese, fino a sostenere la prova d’esame e conseguire il diploma di merito che sarà consegnato presso i Licei giorno 29 settembre.

«Siamo onorati e felici di poter ospitare uno scambio studentesco internazionale che andrà certamente ad arricchire la nostra scuola – ha spiegato la dirigente Annina Carnevale – gli scambi costituiscono esperienze di particolare interesse, sono il modo più efficace per approfondire la conoscenza di una lingua e di una cultura straniera, permettono di espandere conoscenze ed abilità, di scoprire punti di vista differenti che vanno ad accrescere l’esperienza formativa, professionale e umana; per questo siamo lieti di contribuire alla diffusione della conoscenza e valorizzazione della nostra cultura, del nostro territorio, di sostenere progetti come questi, tesi a rafforzare lo spirito di cooperazione tra diversi paesi». (rcs)

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Si presenta il libro “Visioni turistiche”

Domani, sabato 30 luglio, alle 20, al Museo del Mare di Belvedere Marittimo, la presentazione del libro Visioni turistiche – Marketing, cultura e tendenze di Debora Calomino.

Durante la presentazione, patrocinata dal comune della cittadina tirrenica, l’autrice dialogherà con la giornalista Fabrizia Arcuri, in un confronto aperto, a cui prenderà parte anche l’assessore al turismo, Marco Carrozzino, si parlerà di quel grande mondo che è il turismo, in tutte le sue declinazioni e in quella grande richiesta di qualità e servizi che caratterizza il nuovo ‘viaggiatore’.

L’attenzione sarà, poi, rivolta, ai modi alternativi di intendere le vacanze e di conseguenza alle esigenze di guardare ai luoghi con occhi nuovi, per promuovere l’esistente e intensificare quelle naturali ‘vocazioni’ che hanno bisogno di rinnovarsi, così come il mercato del turismo pretende.

Nel testo, inoltre, è stato dato grande rilievo al ruolo delle associazioni, delle comunità, che partecipano attivamente allo sviluppo e alla crescita dei propri territori e che sono chiamati in causa nella tutela e valorizzazione degli stessi.

Il volume, edito da Contanima, raccoglie una serie di riflessioni e idee per la valorizzazione dei territori, narrando varie tipologie di turismi, facilmente replicabili in luoghi che desiderano crescere dal punto di vista turistico e culturale. (rcs)

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Successo per l’incontro sulla Montagna, un patrimonio da tutelare

La montagna come patrimonio da tutelare, valorizzare e su cui investire. È stato questo il fulcro dell’incontro svoltosi al Museo del Mare di Belvedere Marittimo, promosso dall’Amministrazione comunale e che ha visto la partecipazione di diverse rappresentanze del mondo dell’associazionismo, accademico, delle istituzioni.

Un parterre che ha messo in evidenza, ognuno attraverso le proprie competenze, quel grande patrimonio che è rappresentato dal territorio montano e dalle aree interne e che portano con sé un valore ambientale, economico, sociale, su cui è necessario aprirsi e confrontarsi.

Ad aprire i lavori, la vicesindaca Francesca Impieri, che ha sottolineato il grande interesse che questa amministrazione ha posto verso le aree interne del proprio comprensorio, partendo dalle contrade a finire alle montagne che sovrastano il paese. Aspetto ripreso, poi, dall’assessore al Turismo, Marco Carrozzino, che ha manifestato l’intenzione di istituire, subito dopo la stagione estiva, un tavolo di lavoro con tutte le parti attive del territorio, alcune presenti per l’occasione, per realizzare progetti che si muovano verso la conoscenza di questo grande patrimonio e che contemplino quella destagionalizzazione, a cui paesi come Belvedere M.mo possono puntare, viste le caratteristiche paesaggistiche, enogastronomiche, culturali, architettoniche, di cui sono ricchi.

Al tavolo dei relatori, il presidente regionale del CAI, Giuseppe Greco. Il quale ha esaltato il lavoro svolto dal Club Alpino Italiano, per far conoscere le montagne, promuovendo e coordinando iniziative di monitoraggio e difesa dellambiente montano, attraverso la realizzazione di progetti come quello della rete sentieristica.

Provvedendo al tracciamento, alla realizzazione e alla manutenzione di sentieri, che rappresentano la storia e la cultura di quei luoghi. Sulla stessa scia si muove l’AIGE, l’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche, presente Maria Teresa Gallelli, che ha posto l’accento proprio sull’aspetto di tutela ambientale dei siti d’interesse e sull’importanza dell’essere supportarti nelle visite e nei percorsi che s’intendo fare da guide professionali.

Il testimone è poi passato al direttore del Gal ‘Riviera dei Cedri’, Domenico Amoroso, con un intervento sull’importanza che ha assunto il turismo montano, a cui l’ente consortile ha rivolto alcuni bandi che daranno la possibilità ai comuni, come quello di Belvedere M.mo, di intercettare finanziamenti atti alla realizzazione di progetti inerenti tale aspetto. Interessante, poi, la relazione del prof. Walter Nocito, sul quadro normativo nazionale delle zone montane. Parziale ma significativo in quanto esiste, così come messo in evidenza dal docente dell’Unical, la normativa Snai in attuazione e la normativa Snami che è contenuta nel ddl del Ministero delle autonomie e della montagna.

La strategia aree interne deve essere, dunque, ben coordinata con la strategia nazionale montagna, che se ben applicata può rafforzare l’altra, creando percorsi di sviluppo sostenibile ma anche di Green and Orange Economy, per come il Pnrr, passaggio anche questo obbligato negli interventi, chiede ai territori e alle amministrazioni italiane del Sud.

A rappresentare l’associazione belvederese “Amici della montagna”, il presidente Mario Capano. La prima opera che lassociazione ha considerato strategica è stata la realizzazione di un rifugio montano, sito in località “Serra La Croce”, ai piedi del monte La Caccia” che si erge a 1744 mt. S.l.m., e da cui si gode una splendida vista sul mar Tirreno e sulle altre cime del massiccio del Pellegrino fino alla Sila e, in alcuni giorni fino al Mare Jonio. Un invito aperto, quello del presidente Capano, a visitare il sito ma soprattutto a condividere azioni che possano tutelarlo e renderlo sempre più fruibile. 

A concludere l’incontro, moderato dalla giornalista Fabrizia Arcuri, il presidente del Parco del Pollino, Domenico Papppaterra che ha, da subito, accolto l’invito e manifestato grande interesse verso il tema posto. Un dibattito che, ha dichiarato il presidente nel suo intervento, apre sicuramente a nuove prospettive e attività comuni, verso la tutela e la valorizzazione di un grande patrimonio che insiste proprio nel Parco Nazionale del Pollino.

Un aspetto, questo, sicuramente finora non debitamente considerato e positivamente sfruttato, se non attraverso azioni sporadiche, e che va invece sviluppato attraverso attività continue e che mirano allo sviluppo di quell’area che offre grande opportunità. Lo stesso, ha assunto un impegno preciso affinché anche Belvedere M.mo, entri come meta d’interesse del Parco, attraverso proprio ciò che è emerso dal proficuo incontro e a cui seguiranno certamente azioni da realizzare nel prossimo futuro.

Un vero e proprio tavolo tecnico, dunque, da cui sono emersi molti spunti ed idee da trasformare in progetti, attraverso lutilizzo dei fondi e dei bandi a disposizione, e che si muovono negli ambiti dello sviluppo sostenibile, delleconomia green, del sociale e del turismo, sempre più attento e alla ricerca di mete che hanno una grande valenza ambientale e si presentano nella loro unicità. Una vocazione turistica non semplicemente limitata all’aspetto balneare ma che guarda all’identità e alle peculiarità dei territori che si mostrano nella loro totalità, così da offrire, soprattutto al mercato del turismo, una sempre più variegata offerta. (rcs)

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Dal 31 luglio il Riviera Sport Village

Dal 31 luglio al 7 agosto, a Belvedere Marittimo, è in programma il Riviera Sport Village, organizzato dall’Associazione Culturale La Riviera in collaborazione con Basket Belvedere, “Asd Tennis Club Belvedere Marittimo”, “D’Amico Bike School” e Christian Marino PT, con il patrocinio del comune di Belvedere Marittimo.

Una settimana di eventi all’insegna dello sport, del divertimento e del benessere fisico e mentale. Il Riviera Sport Village nasce con l’obiettivo di promuovere lo sport tout court, promuovere il territorio, aggregare la comunità e sensibilizzarla all’importanza dello sport e della salute.

Ad aprire l’evento sarà l’8° trofeo del ‘’Miglio Marino’’ della Asd Triathlon Motivation. Chiunque potrà prendere parte a tornei e dimostrazioni di beach soccer, beach volley, basket, sand basket, minitennis, ping-pong e gimkana. Non mancheranno momenti dedicati al fitness, giornate pensate per più piccoli e occasioni di riflessione sul ruolo dello sport nella vita di tutti i giorni. A concludere queste giornate all’insegna dello sport sarà la manifestazione podistica ‘’Strabelvedere’’.

L’evento si svolgerà contemporaneamente sul lungomare di Belvedere Marittimo e Piazza Mercato.

La partecipazione è aperta a tutti e per l’iscrizione ai tornei è previsto un contributo che verrà utilizzato per il finanziamento dell’evento. (rcs)

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Al via iter procedurale per efficientamento del depuratore

A Belvedere Marittimo, si è svolta una riunione operativa per avviare liter procedurale dellordinanza della Regione Calabria che ha delegato il Corap a sovra intendere al monitoraggio delle attività che fanno riferimento al decreto di finanziamento.

La riunione è stata tra il sindaco Cascini e il dg Dipartimento Ambiente  Regione Calabria Ing. Salvatore Siviglia, del commissario Corap Riitano e i tecnici specialisti e alla presenza della responsabile dell’ufficio tecnico Ing. Giuliana Cangelosi.

Finanziamento grazie ai quali il comune ha avviato, con il supporto degli stessi, da subito le attività e le azioni di efficientamento del depuratore e degli impianti di sollevamento che cadono sotto la giurisdizione del comune della cittadina tirrenica, così da limitare il potenziale inquinamento marino nonché salvaguardare la balneazione del nostro mare e quindi la stagione estiva. 

Massima concertazione e supporto da parte della Regione e del Corap, che hanno, altresì, predisposto la presenza di tecnici specializzati che coadiuveranno nella gestione delle emergenze quelli del comune. 

Il sindaco Cascini ha espresso grande apprezzamento per limpegno profuso in merito alla questione depurazione dal presidente Occhiuto, sia per i tempi sia per i modi degli interventi messi in atto. Infatti, in meno di un mese sono stati effettuati i sopralluoghi per la verifica degli impianti, lindividuazione delle criticità, il reperimento dei fondi necessari e la concessione dei finanziamenti ai singoli comuni, soggetti allordinanza. Lo stesso primo cittadino ha evidenziato come questo sia un fatto eccezionale e di rilievo, poiché mai verificatosi in passato e rispetto ai tempi previsti nelle procedure standard della Pubblica amministrazione. (rcs)

 

Elezioni a Belvedere Marittimo, si presenta il candidato Marco Carrozzino per la lista “Progetto Belvedere”

Marco Carrozzino, giovane imprenditore che si occupa di turismo, moda ed estetica, candidato al Consiglio comunale di Belvedere Marittimo si presenta alla collettività attraverso un video postato sui social.

Il giovane 26enne sprona i giovani a immaginare degli obiettivi con una nuova visione, nuove idee e un diverso imprinting. Sono progetti nati da un attento studio nel settore turismo che Marco intende mettere in campo. Essere un po’ sognatori, immaginare qualcosa di diverso, passando anche dalla stanza delle critiche, aiuta a costruire un futuro realistico, con il coraggio di mettersi in gioco.

È quanto asserisce Marco Carrozzino nel video. «Mi occupo di turismo – continua – e immagino di realizzare qualcosa di innovativo e coinvolgente per Belvedere, come la partecipazione all’interno di fiere e grandi manifestazioni, vantare le bellezze del borgo e le sue peculiarità, perché può e ci deve stare. Per raggiungere questo traguardo è necessario costruire un prodotto nuovo, fatto di competenze e studio. Mi auguro di poterlo fare da amministratore, da giovane ragazzo e imprenditore, che trova il giusto equilibrio tra lo sforzo di migliorarsi e le strategie di cooperazione. Lo possiamo fare, abbiamo le giuste energie e grandi sogni che nessuno ci porterà via». (rcs)

Elezioni a Belvedere, FI sostiene la ricandidatura del sindaco Vincenzo Cascini

Il coordinatore provinciale di Forza ItaliaGianluca Gallo, ha reso noto che «a Belvedere Marittimo Forza Italia ha fatto da tempo una scelta chiara: sostenere convintamente la ricandidatura a sindaco di Vincenzo Cascini, nel nome della continuità del buongoverno».

«La posizione del nostro partito – ha aggiunto Gallo – è limpida. Per noi non ci sono alternative: eravamo contrari allo scioglimento anticipato della consiliatura ed ora, con granitica convinzione, sosteniamo la ricandidatura di Vincenzo Cascini. Voci isolate che asseriscono il contrario o tendono ad ingenerare confusione sono da considerarsi espressioni dal sen fuggite o, comunque, opinioni a titolo personale, in aperto contrasto con la linea ufficiale e la volontà dei vertici locali e provinciali di Forza Italia». (rcs)

 

Parte da Belvedere Marittimo un progetto condiviso su San Valentino promosso da Unpli Provinciale

Belvedere Marittimo capitale dell’amore. È l’idea emersa nell’ambito dell’incontro San Valentino, un percorso nazionale, culturale e turistico, promosso dalla Pro Loco della cittadina tirrenica e dall’Unpli provinciale, rappresentati dal presidente, Antonello Grosso La Valle

Un progetto condiviso da più partner che si sono ritrovati, nei giorni scorsi, in un webinar che ha coinvolto, in maniera attiva e partecipata, non soltanto i relatori ma chi, e sono stati numerosi, hanno seguito on line l’incontro. Un percorso, che trova origine a Belvedere Marittimo, dove da circa 300 anni sono custodite, nel Convento dei Padri Cappuccini, dedicato al santo patrono, San Daniele Fasanella, all’interno dell’altare della prima cappella, parte delle reliquie del Santo degli Innamorati. Come è possibile leggere nei vari documenti, le reliquie di San Valentino il 24 maggio 1700 vennero date in dono, per volontà del Papa, dal cardinale Gaspare del Carpine, Vescovo di Sabina, al sig., Valentino Cinelli, contenute in un’urna. Il 27 maggio 1710, Francesco Cipollina consegnò a Padre Samuele del convento dei Padri Cappuccini di Belvedere un’ampolla con sangue e frammenti di ossa di San Valentino.

Il reliquiario è stato, poi, rinvenuto nel Convento nel 1969 da Padre Terenzio Mancina, in seguito alla rimozione delle tele di San Francesco e San Daniele che si trovavano nella pala centrale. L’autenticità delle reliquie, è confermata dalla lettera inviata dagli uffici papali dal cardinale Gaspare del Carpine datata 26 maggio 1700, inviata al sig. Valentino Cinelli. Nella bolla si legge che il “Santo sangue con frammenti di ossa, tratto dal corpo di San Valentino dal cimitero di Cipriano, sono stati posti in un’urna di legno ben chiusa e legata con filo di seta di colore rosso e segnata con il sigillo”.

Con questo appuntamento, si è ripreso un percorso iniziato diversi anni fa, che ha visto, come protagonista, quella che viene definita ‘La Città dell’Amore’, in una serie di iniziative tese alla valorizzazione e alla conoscenza di un patrimonio di cui i belvederesi sono fieri custodi. Dal 1997, con la prima manifestazione ‘Profumo d’Amore’, ad oggi, le diverse amministrazioni comunali che si sono susseguite hanno promosso, di concerto con le celebrazioni religiose, una serie di iniziative, legate al 14 febbraio. In particolare, da quella data in poi (sospesa solo durante questi ultimi anni a causa della pandemia), il comune ha organizzato un incontro per festeggiare le nozze d’argento, fino a quelle di ferro,  dei propri concittadini, che nel corso del tempo ha visto anche la partecipazione di molti sposi e fidanzati, giunti da diverse parti d’Italia. In particolar modo da Terni, dove sono sepolte le spoglie del Santo patrono della città umbra e di cui il martire è stato vescovo. 

Ed è proprio da qui che si vuole ripartire. L’obiettivo è quello di attivare un di gemellaggio di cui, in passato, si sono fatti promotori alcuni amministratori, come Loretta Maccagnan, l’ex sindaco Mauro D’aprile e Gilberto Raffo.

Quest’ultimo, presente all’incontro online dei giorni scorsi, ha evidenziato il lavoro svolto negli anni passati, reso interessante da alcune manifestazioni, anche di prestigio, ma che, poi, si sono perse.

«É importante per Belvedere poter riprendere, in maniera fattiva e concreta, questo percorso – ha affermato – interagendo con tutte le parti attive del territorio e coinvolgendo anche i privati che darebbero un contributo notevole alle iniziative e da cui ne trarrebbero, senza dubbio, beneficio, perché inquadrati nella promozione e valorizzazione della propria città”. Ed ha aggiunto “come allora, da giovane amministratore, anche oggi condividerò il progetto».

Al simposio hanno preso parte, inoltre, Confapi Calabria con il presidente Francesco Napoli, Confesercenti Cosenza rappresentato dal presidente Dino De Santo, il ceo di LavoroeFormazione, Antonio Andreoli e il presidente dell’Unpli regionale, Filippo Capellupo. Presenti anche, i ragazzi del Dipartimento Turismo dell’Unical, già impegnati con l’associazione di categoria e l’Unpli provinciale in un progetto di formazione.

Il Presidente, Grosso La Valle, ha evidenziato «il valore del lavoro svolto negli anni passati. Una storia che va ripresa, attraverso in una nuova lettura e nuovi stimoli che implicano una più fattiva collaborazione pubblico – privato, dove l’associazionismo, a partire dal mondo delle Pro Loco, gioca un ruolo cardine». 

Un’idea di coprogettazione e coprogrammazione, condivisa dai relatori. «Progetto e creatività. Simbiosi per un vero e proprio brand del comprensorio – ha affermato Francesco Napoli di Confap –. Si può pensare ad un itinerario che possa coinvolgere tutti nel nome dell’amore – ha dichiarato – in un’area, la Riviera dei Cedri, che merita di essere valorizzata con tutto il suo patrimonio inestimabile di bellezze materiali e immateriali».

«Raccolgo lo stimolo a collaborare per rendere unico questo progetto – ha aggiunto Napoli – anche pensando al cinema e ai giovani studenti universitari, ai quali tramandare tutte le esperienze e godere delle loro idee». 

Per Dino De Santo di Confesercenti si può pensare a Belvedere Marittimo «oltre che a patria dell’amore, come porta di accesso al Parco nazionale del Pollino in una simbiosi perfetta che unisce tutte le ricchezze del territorio. Il tutto – ha spiegato – mettendo in stretta relazione tutti gli attori protagonisti e i professionisti del settore turismo, vera chiave di svolta del progetto».

De Santo, in qualità di tour operator, ha, poi, sostenuto l’importanza di «studiare pacchetti di promozione turistica che vadano oltre il periodo estivo, mirando alla destagionalizzazione dei nostri luoghi, entrando nei mercati dei diversi turismi, come quello religioso».

Il testimone è, quindi, passato al responsabile di Lavoroeformazione, Antonio Andreoli, che ha offerto il proprio  contribuito mettendo in evidenza come «oggi, più che mai, per poter realizzare progetti di ampio respiro come questo è bene comunicare correttamente. C’è bisogno di competenze sempre più elevate e aggiornate. Ecco a cosa serve la formazione – ha asserito – che, oramai, è diventata formazione continua e costante. Sono tante le nuove figure professionali, nel settore del turismo che tocca diversi ambiti, come l’extralberghiero che ha un vasto indotto».

A sostegno delle diverse iniziative, figura anche quel capitale umano che vede nei ragazzi del servizio Civile, di cui l’Unpli, a livello nazionale, ne rappresenta un cuore pulsante, quel valore aggiunto da coinvolgere in iniziative come queste. Questo il contributo di Capellupo, che ha rimarcato la necessità di ‘raccontare’ i nostri territori e la Calabria “con gli occhi di chi la conosce, la vive, e che non ha nulla a che fare con gli stereotipi e i pregiudizi dei tanti che la condannano all’inattività per partito preso”.

Le conclusioni sono è state affidate ad Antonello Grosso La Valle.

«Si tratta di una metodologia  ampia per la realizzazione del Piano di Marketing territoriale, finalizzato alla diffusione dell’immagine, alla valorizzazione e allo sviluppo territoriale, turistico, culturale e produttivo del territorio di Belvedere Marittimo, collegato all’intero Tirreno cosentino. Con questo incontro – ha detto Grosso La Valle – si è costituito, in maniera concreta, il coordinamento che ha il compito di definire le linee strategiche del Piano di sviluppo turistico, dedicato a San Valentino, e quell’elemento distintivo che è ‘l’amore’».

«Diverse le funzioni su cui bisogna intervenire – ha continuato il presidente – e le varie peculiarità da collegare, considerando la piattaforma nazionale www.saintvalentine.it, dove la Pro Loco del Tirreno è, insieme ad altre realtà italiane, parte attiva e costituente. Inoltre – ha spiegato – bisogna evidenziare le maggiori potenzialità turistiche, le iniziative e le idee, provenienti dai vari partner, i percorsi turistici, definiti in una filiera dell’amore. Una progettualità congiunta che porti un valore aggiunto in termini di attratività e sviluppo turistico locale, grazie anche alla realizzazione di interventi per la riqualificazione dell’offerta turistica come l’integrazione dei prodotti, le manifestazioni e gli eventi locali. Costruire, insomma, una mappatura delle eccellenze artistiche, architettoniche ed enogastronomiche. Senza dimenticare gli artisti locali che possono raccontare questa storia e le scuole di Belvedere Marittimo e dell’intero comprensorio, che devono essere coinvolte in attività inerenti la progettualità messa in campo».

Nell’intervento conclusivo della giornalista e moderatrice, Fabrizia Arcuri, la sintesi  dell’incontro «Belvedere Marittimo – ha affermato – ha il suo marcatore identitario: l’Amore. Quel sentimento che racchiude in sé non solo il pathos più puro che chiama in causa le emozioni, ma anche valori come: inclusione, rispetto, condivisione. A questi, si devono aggiungere quegli ingredienti fondamentali per la ripartenza dei nostri territori, oggi ancora più sofferenti, che sono la creatività e la capacità di resilienza».

«Solo così – ha concluso – attivando processi virtuosi, attraverso il sistema di buone pratiche e gestione condivisa del bene comune, le azioni messe in campo possono trasformarsi in iniziative meritorie che non hanno scadenza e rimangono circoscritte al tempo e ai soggetti promotori. Nel corso degli anni, di parole su San Valentino se ne sono spese tante. È ora, invece, di disegnare un nuovo percorso che possa davvero, attraverso la realizzazione di un brand e coinvolgendo tutta la comunità, far conoscere la nostra città, anche fuori dall’Italia». (rcs)