Elezioni a Belvedere Marittimo, si presenta il candidato Marco Carrozzino per la lista “Progetto Belvedere”

Marco Carrozzino, giovane imprenditore che si occupa di turismo, moda ed estetica, candidato al Consiglio comunale di Belvedere Marittimo si presenta alla collettività attraverso un video postato sui social.

Il giovane 26enne sprona i giovani a immaginare degli obiettivi con una nuova visione, nuove idee e un diverso imprinting. Sono progetti nati da un attento studio nel settore turismo che Marco intende mettere in campo. Essere un po’ sognatori, immaginare qualcosa di diverso, passando anche dalla stanza delle critiche, aiuta a costruire un futuro realistico, con il coraggio di mettersi in gioco.

È quanto asserisce Marco Carrozzino nel video. «Mi occupo di turismo – continua – e immagino di realizzare qualcosa di innovativo e coinvolgente per Belvedere, come la partecipazione all’interno di fiere e grandi manifestazioni, vantare le bellezze del borgo e le sue peculiarità, perché può e ci deve stare. Per raggiungere questo traguardo è necessario costruire un prodotto nuovo, fatto di competenze e studio. Mi auguro di poterlo fare da amministratore, da giovane ragazzo e imprenditore, che trova il giusto equilibrio tra lo sforzo di migliorarsi e le strategie di cooperazione. Lo possiamo fare, abbiamo le giuste energie e grandi sogni che nessuno ci porterà via». (rcs)

Elezioni a Belvedere, FI sostiene la ricandidatura del sindaco Vincenzo Cascini

Il coordinatore provinciale di Forza ItaliaGianluca Gallo, ha reso noto che «a Belvedere Marittimo Forza Italia ha fatto da tempo una scelta chiara: sostenere convintamente la ricandidatura a sindaco di Vincenzo Cascini, nel nome della continuità del buongoverno».

«La posizione del nostro partito – ha aggiunto Gallo – è limpida. Per noi non ci sono alternative: eravamo contrari allo scioglimento anticipato della consiliatura ed ora, con granitica convinzione, sosteniamo la ricandidatura di Vincenzo Cascini. Voci isolate che asseriscono il contrario o tendono ad ingenerare confusione sono da considerarsi espressioni dal sen fuggite o, comunque, opinioni a titolo personale, in aperto contrasto con la linea ufficiale e la volontà dei vertici locali e provinciali di Forza Italia». (rcs)

 

Parte da Belvedere Marittimo un progetto condiviso su San Valentino promosso da Unpli Provinciale

Belvedere Marittimo capitale dell’amore. È l’idea emersa nell’ambito dell’incontro San Valentino, un percorso nazionale, culturale e turistico, promosso dalla Pro Loco della cittadina tirrenica e dall’Unpli provinciale, rappresentati dal presidente, Antonello Grosso La Valle

Un progetto condiviso da più partner che si sono ritrovati, nei giorni scorsi, in un webinar che ha coinvolto, in maniera attiva e partecipata, non soltanto i relatori ma chi, e sono stati numerosi, hanno seguito on line l’incontro. Un percorso, che trova origine a Belvedere Marittimo, dove da circa 300 anni sono custodite, nel Convento dei Padri Cappuccini, dedicato al santo patrono, San Daniele Fasanella, all’interno dell’altare della prima cappella, parte delle reliquie del Santo degli Innamorati. Come è possibile leggere nei vari documenti, le reliquie di San Valentino il 24 maggio 1700 vennero date in dono, per volontà del Papa, dal cardinale Gaspare del Carpine, Vescovo di Sabina, al sig., Valentino Cinelli, contenute in un’urna. Il 27 maggio 1710, Francesco Cipollina consegnò a Padre Samuele del convento dei Padri Cappuccini di Belvedere un’ampolla con sangue e frammenti di ossa di San Valentino.

Il reliquiario è stato, poi, rinvenuto nel Convento nel 1969 da Padre Terenzio Mancina, in seguito alla rimozione delle tele di San Francesco e San Daniele che si trovavano nella pala centrale. L’autenticità delle reliquie, è confermata dalla lettera inviata dagli uffici papali dal cardinale Gaspare del Carpine datata 26 maggio 1700, inviata al sig. Valentino Cinelli. Nella bolla si legge che il “Santo sangue con frammenti di ossa, tratto dal corpo di San Valentino dal cimitero di Cipriano, sono stati posti in un’urna di legno ben chiusa e legata con filo di seta di colore rosso e segnata con il sigillo”.

Con questo appuntamento, si è ripreso un percorso iniziato diversi anni fa, che ha visto, come protagonista, quella che viene definita ‘La Città dell’Amore’, in una serie di iniziative tese alla valorizzazione e alla conoscenza di un patrimonio di cui i belvederesi sono fieri custodi. Dal 1997, con la prima manifestazione ‘Profumo d’Amore’, ad oggi, le diverse amministrazioni comunali che si sono susseguite hanno promosso, di concerto con le celebrazioni religiose, una serie di iniziative, legate al 14 febbraio. In particolare, da quella data in poi (sospesa solo durante questi ultimi anni a causa della pandemia), il comune ha organizzato un incontro per festeggiare le nozze d’argento, fino a quelle di ferro,  dei propri concittadini, che nel corso del tempo ha visto anche la partecipazione di molti sposi e fidanzati, giunti da diverse parti d’Italia. In particolar modo da Terni, dove sono sepolte le spoglie del Santo patrono della città umbra e di cui il martire è stato vescovo. 

Ed è proprio da qui che si vuole ripartire. L’obiettivo è quello di attivare un di gemellaggio di cui, in passato, si sono fatti promotori alcuni amministratori, come Loretta Maccagnan, l’ex sindaco Mauro D’aprile e Gilberto Raffo.

Quest’ultimo, presente all’incontro online dei giorni scorsi, ha evidenziato il lavoro svolto negli anni passati, reso interessante da alcune manifestazioni, anche di prestigio, ma che, poi, si sono perse.

«É importante per Belvedere poter riprendere, in maniera fattiva e concreta, questo percorso – ha affermato – interagendo con tutte le parti attive del territorio e coinvolgendo anche i privati che darebbero un contributo notevole alle iniziative e da cui ne trarrebbero, senza dubbio, beneficio, perché inquadrati nella promozione e valorizzazione della propria città”. Ed ha aggiunto “come allora, da giovane amministratore, anche oggi condividerò il progetto».

Al simposio hanno preso parte, inoltre, Confapi Calabria con il presidente Francesco Napoli, Confesercenti Cosenza rappresentato dal presidente Dino De Santo, il ceo di LavoroeFormazione, Antonio Andreoli e il presidente dell’Unpli regionale, Filippo Capellupo. Presenti anche, i ragazzi del Dipartimento Turismo dell’Unical, già impegnati con l’associazione di categoria e l’Unpli provinciale in un progetto di formazione.

Il Presidente, Grosso La Valle, ha evidenziato «il valore del lavoro svolto negli anni passati. Una storia che va ripresa, attraverso in una nuova lettura e nuovi stimoli che implicano una più fattiva collaborazione pubblico – privato, dove l’associazionismo, a partire dal mondo delle Pro Loco, gioca un ruolo cardine». 

Un’idea di coprogettazione e coprogrammazione, condivisa dai relatori. «Progetto e creatività. Simbiosi per un vero e proprio brand del comprensorio – ha affermato Francesco Napoli di Confap –. Si può pensare ad un itinerario che possa coinvolgere tutti nel nome dell’amore – ha dichiarato – in un’area, la Riviera dei Cedri, che merita di essere valorizzata con tutto il suo patrimonio inestimabile di bellezze materiali e immateriali».

«Raccolgo lo stimolo a collaborare per rendere unico questo progetto – ha aggiunto Napoli – anche pensando al cinema e ai giovani studenti universitari, ai quali tramandare tutte le esperienze e godere delle loro idee». 

Per Dino De Santo di Confesercenti si può pensare a Belvedere Marittimo «oltre che a patria dell’amore, come porta di accesso al Parco nazionale del Pollino in una simbiosi perfetta che unisce tutte le ricchezze del territorio. Il tutto – ha spiegato – mettendo in stretta relazione tutti gli attori protagonisti e i professionisti del settore turismo, vera chiave di svolta del progetto».

De Santo, in qualità di tour operator, ha, poi, sostenuto l’importanza di «studiare pacchetti di promozione turistica che vadano oltre il periodo estivo, mirando alla destagionalizzazione dei nostri luoghi, entrando nei mercati dei diversi turismi, come quello religioso».

Il testimone è, quindi, passato al responsabile di Lavoroeformazione, Antonio Andreoli, che ha offerto il proprio  contribuito mettendo in evidenza come «oggi, più che mai, per poter realizzare progetti di ampio respiro come questo è bene comunicare correttamente. C’è bisogno di competenze sempre più elevate e aggiornate. Ecco a cosa serve la formazione – ha asserito – che, oramai, è diventata formazione continua e costante. Sono tante le nuove figure professionali, nel settore del turismo che tocca diversi ambiti, come l’extralberghiero che ha un vasto indotto».

A sostegno delle diverse iniziative, figura anche quel capitale umano che vede nei ragazzi del servizio Civile, di cui l’Unpli, a livello nazionale, ne rappresenta un cuore pulsante, quel valore aggiunto da coinvolgere in iniziative come queste. Questo il contributo di Capellupo, che ha rimarcato la necessità di ‘raccontare’ i nostri territori e la Calabria “con gli occhi di chi la conosce, la vive, e che non ha nulla a che fare con gli stereotipi e i pregiudizi dei tanti che la condannano all’inattività per partito preso”.

Le conclusioni sono è state affidate ad Antonello Grosso La Valle.

«Si tratta di una metodologia  ampia per la realizzazione del Piano di Marketing territoriale, finalizzato alla diffusione dell’immagine, alla valorizzazione e allo sviluppo territoriale, turistico, culturale e produttivo del territorio di Belvedere Marittimo, collegato all’intero Tirreno cosentino. Con questo incontro – ha detto Grosso La Valle – si è costituito, in maniera concreta, il coordinamento che ha il compito di definire le linee strategiche del Piano di sviluppo turistico, dedicato a San Valentino, e quell’elemento distintivo che è ‘l’amore’».

«Diverse le funzioni su cui bisogna intervenire – ha continuato il presidente – e le varie peculiarità da collegare, considerando la piattaforma nazionale www.saintvalentine.it, dove la Pro Loco del Tirreno è, insieme ad altre realtà italiane, parte attiva e costituente. Inoltre – ha spiegato – bisogna evidenziare le maggiori potenzialità turistiche, le iniziative e le idee, provenienti dai vari partner, i percorsi turistici, definiti in una filiera dell’amore. Una progettualità congiunta che porti un valore aggiunto in termini di attratività e sviluppo turistico locale, grazie anche alla realizzazione di interventi per la riqualificazione dell’offerta turistica come l’integrazione dei prodotti, le manifestazioni e gli eventi locali. Costruire, insomma, una mappatura delle eccellenze artistiche, architettoniche ed enogastronomiche. Senza dimenticare gli artisti locali che possono raccontare questa storia e le scuole di Belvedere Marittimo e dell’intero comprensorio, che devono essere coinvolte in attività inerenti la progettualità messa in campo».

Nell’intervento conclusivo della giornalista e moderatrice, Fabrizia Arcuri, la sintesi  dell’incontro «Belvedere Marittimo – ha affermato – ha il suo marcatore identitario: l’Amore. Quel sentimento che racchiude in sé non solo il pathos più puro che chiama in causa le emozioni, ma anche valori come: inclusione, rispetto, condivisione. A questi, si devono aggiungere quegli ingredienti fondamentali per la ripartenza dei nostri territori, oggi ancora più sofferenti, che sono la creatività e la capacità di resilienza».

«Solo così – ha concluso – attivando processi virtuosi, attraverso il sistema di buone pratiche e gestione condivisa del bene comune, le azioni messe in campo possono trasformarsi in iniziative meritorie che non hanno scadenza e rimangono circoscritte al tempo e ai soggetti promotori. Nel corso degli anni, di parole su San Valentino se ne sono spese tante. È ora, invece, di disegnare un nuovo percorso che possa davvero, attraverso la realizzazione di un brand e coinvolgendo tutta la comunità, far conoscere la nostra città, anche fuori dall’Italia». (rcs)

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Successo per il weekend della prevenzione dei Licei Campanella

Grande successo a Belvedere Marittimo per il weekend della Prevenzione ai Licei Campanella: nella giornata di sabato, infatti, si è svolto un vax day per la fascia 5-11 anni, mentre domenica sono stati effettuati i tamponi antigenici gratuiti per gli studenti e il personale scolastico.

Questa opportunità è nata grazie alla sinergia tra la scuola, le famiglie e il territorio, soprattutto grazie al contributo del Presidente del Consiglio d’Istituto, Francesco Cauteruccio, e ai genitori che si sono impegnati per creare una rete di collaborazione con le farmacie locali; queste, infatti, hanno messo a disposizione i dispositivi e il personale. L’Istituto ha adottato tutte le misure per il contenimento del virus e il proficuo rapporto con le famiglie sta svolgendo un ruolo chiave in questo processo; tale sinergia, infatti, permette di creare un ambiente sicuro dove vige la trasparenza e la collaborazione. Le due giornate di prevenzione hanno visto anche la preziosa collaborazione della Polizia locale di Belvedere Marittimo e del loro comandante Fabio Ragona, nonché il contributo della farmacia Giancotti, dell’associazione Amici Infermieri e della Croce Rossa.  

Grande successo ha registrato anche il primo Open Day in presenza tenutosi venerdì 21 gennaio. I genitori che devono effettuare la scelta della scuola, hanno ricevuto informazioni precise e dettagliate. Le iscrizioni, che sono attive fino al 28 gennaio, possono interessare uno dei seguenti indirizzi: Liceo Scientifico, Liceo delle Scienze Umane, Liceo delle Scienze Umane Economico Sociale, il Liceo Linguistico, il Liceo Classico, il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate, il Liceo Musicale e Coreutico Sezione Musicale e Sezione Coreutica. Un’offerta molto ricca con percorsi formativi di alta qualità culturale che guardano all’innovazione, al pensiero critico, all’inclusione e alla creatività. 

Mercoledì 26 gennaio (dalle 15:00 alle 17:00) si terrà il secondo di Open Day in presenza “sempre nel massimo rispetto della normativa anti-Covid – ha precisato la Dirigente Annina Carnevale – è molto importante dare l’opportunità ai genitori di conoscere i nostri spazi, le metodologie, i docenti, i percorsi attivati e le loro peculiarità”. (rcs)

In copertina, la dirigente Annina Carnevale

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – L’8 gennaio il secondo episodio di Housematic

Dall’8 gennaio sarà disponibile il video della seconda puntata di Housematic, il progetto nato dalla sinergia tra i due dj di Belvedere Marittimo, Gabry SanginetoGianmarco Fiorillo, volto a valorizzare la Riviera dei Cedri con l’house music.

La seconda puntata è sempre ambientata a Belvedere Marittimo, nella zona Capo Tirone (grazie alla disponibilità del Time 21 Lounge Bar & Bar Capo Tirone).

Capo Tirone è un piccolo promontorio situato nei pressi di Belvedere Marittimo e rappresenta forse l’attrattiva principale della città, con un fondale di grande interesse anche per il diving.

In più l’area di Capo Tirone era di importanza strategica durante l’epoca romana, in quanto qui è stata ritrovata nel 2015 una villa d’otium d’età imperiale, risalente infatti ai primi secoli dopo Cristo, che ancora necessita di numerosi lavori per essere restituita alla sua originaria bellezza.

Dal punto di vista naturalistico, la zona di Capo Tirone è rinomata per le sue belle scogliere e per gli scogli affioranti, che danno alla zona un’atmosfera molto suggestiva.

Il video sarà disponibile, dal prossimo 8 Gennaio su Youtube al seguente link:  https://youtu.be/TaHv6Rfo9bM  ma anche sulla pagina Instagram “Housematic” e, di conseguenza, sui canali social dei due dj. (rcs)

Housematic, il progetto che vuole valorizzare la Riviera dei Cedri con l’House Music

Si chiama Housematic il progetto, promosso dai due dj Gabry Sangineto e Giammarco Fiorillo, che vuole valorizzare non solo Belvedere Marittimo, ma anche i paesi limitrofi comprensivi della Riviera dei Cedri attraverso la musica.

L’intento, infatti, è quello di portare uno spettacolo “live” in luoghi di straordinaria bellezza o di forte interesse collettivo per lanciare, attraverso la musica, un messaggio sociale di bellezza.

La prima tappa dell’Housematic Tour partirà dal Bouganville Palace Hotel di Belvedere Marittimo da dove sarà possibile ammirare lo splendido scenario della marina di Belvedere e scorgere, in lontananza, Capo Tirone.

Ogni appuntamento di Housematic avrà una location diversa, per quanto riguarda Belvedere Marittimo si andrà a fare tappa anche nel suggestivo Centro Storico. (rcs)

 

Legambiente: Intervenire con urgenza per Castello Aragonese e Torre di Paolo Emilio a Belvedere che sono a rischio crollo

Il castello Aragonese e la Torre di Paolo Emilio a Belvedere sono in completo degrado e a rischio crollo. È l’allarme lanciato da Legambiente nel corso della storica campagna Salvalarte, giunta alla 25esima edizione, la cui tappa calabrese è stata organizzata dal Circolo Legambiente Riviera dei Cedri.

L’iniziativa, svoltasi proprio a Belvedere Marittimo, nella sede del Liceo Tommaso Campanella, ha visto la presenza di centinaia tra studenti, docenti e cittadini per portare l’attenzione sulla necessità di restauro, ai fini di una corretta fruizione, del Castello aragonese e della Torre di Paolo Emilio.

Presenti all’evento, la presidente di Legambiente Calabria, Anna Parretta, che ha condotto e moderato l’incontro, ed i relatori Regina Antonella Bardari, commissario prefettizio del Comune di Belvedere marittimo; la Dirigente scolastica Annina CarnevaleDaniela D’Amico, socia del Circolo di Legambiente Riviera dei Cedri; Fabrizio Sudano, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Cosenza; Cristina Sciarrone della stessa Soprintendenza; Antonio Arnoni, esperto nella valorizzazione dei beni pubblici e Carlo Gaglianone, presidente del circolo Legambiente Riviera dei Cedri.

«Cultura ed ambiente – ha dichiarato Anna Parretta – sono strettamente correlati e con questa consapevolezza dobbiamo lavorare attivando energie e creando sinergie per reperire risorse, umane e finanziarie e per connettere il nostro passato con il futuro della regione».

«È essenziale – ha rimarcato – preservare e proteggere le vestigia di un glorioso passato nel quale affondano la nostra storia e la nostra cultura di calabresi e che firma la nostra identità. Abbiamo la profonda convinzione che, soprattutto in Calabria, il grande patrimonio archeologico, artistico e culturale, troppo spesso poco noto e non valorizzato, possa costruire uno sviluppo economico, a partire dal settore turistico, reale, duraturo ed ambientalmente sostenibile».

«È importante – ha dichiarato Carlo Gaglianone – e non è  un caso, che l’iniziativa regionale sia stata fatta a Belvedere Marittimo, perché i beni da tutelare, come il Castello Aragonese e la Torre di Paolo Emilio sono in completo degrado e  rischio crollo».

«La commissaria prefettizia del Comune di Belvedere – ha reso noto – ha comunicato di avere inoltrato richiesta di finanziamento per circa 900.000,00 euro per realizzare la prima parte del restauro e piena disponibilità è stata manifestata dal Dott. Fabrizio Sudano Soprintendente della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e paesaggio per la provincia di Cosenza». (rcs)

DIAMANTE (CS) – Magorno incontra il sindaco di Belvedere

Il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, ha incontrato a Palazzo di Città, il sindaco di Belvedere Marittimo, Vincenzo Cascini.

Alla luce delle storiche interrelazioni che esistono tra i due Comuni, e nell’ottica della sinergia territoriale, necessaria ad affrontare le problematiche che il complesso momento storico richiede, l’incontro ha rappresentato l’occasione per un’analisi ad ampio raggio delle diverse tematiche che accomunano le due realtà cittadine.

Dalla volontà collaborativa manifestata dai due sindaci, è scaturita,  ulteriormente, la fattiva volontà di agire in sinergia riguardo alcuni importanti ambiti, fondamentali per le prospettive dei due Comuni, e tra questi quelli riguardanti settori come turismo, cultura e ambiente, così come di tutti quelli nei quali sarà possibile cooperare.

Una collaborazione che vuole sancire la sintonia tra due comunità importanti, come quelle di Diamante e Belvedere, rafforzandone il ruolo di rappresentanza nel complessivo sviluppo e nelle prospettive future del nostro comprensorio e della nostra Regione. Intenti comuni condivisi dai due sindaci con soddisfazione nel corso dell’incontro. (rcs)

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Al via l’Estate Belvederese

Ha preso il via, a Belvedere Marittimo, la rassegna estiva dell’Estate Belvederese, promossa dall’Assessorato al Turismo e Spettacolo del Comune di Belvedere Marittimo.

La manifestazione, che si è aperta l’11 luglio con l’apertura del mercatino artigianale a cura dell’Associazione Creativamente, è poi proseguita con l’inaugurazione della mostra Belvedere Marittimo e i suoi artisti, composta dalle opere di pittura, scultura e ceramica di Maestri del territorio. I prossimi appuntamenti sono sabato 18 luglio, alle 18.00, sul Lungomare zona Capotirone, con il mercatino artigianale e alle 21.00, nel Centro storico, con Belvedere Marittimo… casa mia! Una storia da raccontare a cura di Riccardo CalimiPietro De Seta in occasione della riapertura delle Botteghe dei Vicoli.

Domenica 19 luglio, alle 18.00, sul Lungomare zona Capotirone, il mercatino artigianale; il 22 luglio, alle 20.00, a Piazza Palmento, dal progetto E… state qui, l’Aperimusica a cura dell’Associazione Creativamente. Il 25 luglio, si prosegue con il mercatino artigianale, mentre la sera, alle 21.00, nel centro storico, una serata musicale tra i vicoli del borgo antico. Il 26 luglio, si chiude il programma di luglio con il mercatino.

Inoltre, il 10 e l’11 agosto, torna il Castello d’Oro, il prwmio nazionale di Cinematografia. (rcs)

BELVEDERE MARITTIMO (CS) – Note di Fuoco, il programma di oggi

È in corso, a Belvedere Marittimo, il Note di Fuoco – Festival del’Arte Pirotecnica.

Si tratta dell’evento d’eccellenza del Mezzogiorno organizzato dall’Associazione CreativaMente forte del richiamo turistico nazionale e non solo, permette allo spettatore di intraprendere un viaggio multisensoriale senza uguali.

Per la giornata di oggi, si parte alle 17.00 con le visite guidate al Convento dei Cappuccini, alle Reliquie di San Valentino, alle Chiese e a Castel Ruggero.

Sul lungomare, dalle 19.00 apriranno gli stand espositivi, mentre alle 21.00 è previsto l’esibizione degli artisti di strada.

Alle 21.30, nell’area dell’Anfiteatro, lo spettacolo a cura dei Cinghio’s Group.

La serata terminerà con lo spettacolo pirotecnico a cura dei Lonestar Fireworks di Berlino. (rcs)