Versace, sindaco metropolitano ff di Reggio, non sarà candidato

Il sindaco metropolitano ff di Reggio Carmelo Versace ha annunciato che, contrariamente a quanto era stato preannunciato, non sarà candidato alle prosisme elezione politiche del 25 settembre- Con una nota ha voluto esprimere il proprio ringraziamento ad Azione Calabria  e a quanti gli avevano anticipato consensi.

«È questo, per me – scrive Versace –, il momento di ringraziare pubblicamente Azione-Calabria per la compattezza, la serietà e la linearità nella linea politica assunta, in questi giorni complessi e delicati, nei confronti della segreteria nazionale del partito”. Esordisce così Carmelo Versace, sindaco facente funzioni della Città Metropolitana, in una lettera aperta in cui interviene in merito alla vicenda delle candidature per le elezioni politiche.
«È doveroso e sentito un ringraziamento a tutti gli amici ed amministratori del comprensorio metropolitano – prosegue Versace – per la stima che hanno voluto e saputo dimostrarmi, esortandomi, con entusiasmo e partecipazione, ad essere presente nella prossima tornata elettorale. A tutti loro, oggi, confermo con la massima convinzione che siamo all’inizio di un importante percorso di rinnovamento, che ci vedrà crescere e costruire, tutti insieme”.
«Abbiamo dato la disponibilità, come gruppo dirigente, alla candidatura per il territorio e nel territorio in cui la nostra azione amministrativa di ascolto e di risoluzione dei problemi affrontati avrebbe potuto essere valutata ed apprezzata dagli elettori. Abbiamo cercato di spiegare l’importanza delle ragioni politiche per cui questa candidatura sarebbe dovuta nascere nell’ambito della nostra azione amministrativa e all’interno di un percorso strutturato, in crescita e territoriale.
«Per motivi superiori e di accordi elettorali, è stata fatta un’altra scelta. Ne prendiamo serenamente atto e andiamo avanti nell’impegno al servizio del nostro territorio, ancora più determinati ad ascoltare e risolvere i problemi, tanti, delle nostre comunità”.
«Continueremo a costruire sulle solide basi che abbiamo realizzato con dedizione e perseveranza, continueremo a lavorare per radicare ulteriormente il partito, che proseguirà nella buona politica pragmatica e del fare. Lo faremo con vigore e decisione, mantenendo lealmente l’impegno programmatico dell’alleanza con il sindaco Falcomatà, ma senza mai cadere in alcun appiattimento politico. Siamo sempre di più – conclude Versace – abbiamo passione, competenze e visione ed è questa la strada già segnata su cui proseguiremo verso il nostro chiaro e concreto progetto per il futuro». (rp)

 

Aeroporto di Reggio: Versace e Brunetti contro il taglio del volo per Torino

Dopo l’annunciato taglio del volo Reggio-Torino, il sindaco metropolitano ff Carmelo Versace e il sindaco ff Paolo Brunetti hanno rimarcato l’assenza di una strategia mirata al rilancio dello scalo dello Stretto: «Dalla Regione ancora silenzio. Basta annunci, la pazienza è terminata».
I due sindaci facenti funzione, pertanto, chiedono una netta inversione di tendenza sulla gestione regionale dello scalo reggino: «L’aeroporto dello Stretto – hanno dichiarato in una nota congiunta –  continua a perdere pezzi e nonostante i buoni auspici dichiarati dalle autorità regionali, dal Presidente Occhiuto e dalla società di gestione regionale Sacal, purtroppo l’ultimo annuncio di una compagnia aerea riguarda la cancellazione di un altro volo, quello per Torino, già programmato per l’estate 2022».
«Abbiamo sempre affermato che lo sviluppo del Tito Minniti richiede uno sforzo corale da parte delle istituzioni territoriali, a partire da chi ormai da tanti anni detiene la gestione dello scalo attraverso la società regionale. Non è nostra intenzione puntare il dito contro nessuno, ma gli auspici a più riprese dichiarati dal presidente Occhiuto, che nei mesi scorsi ha continuato a chiedere pazienza al nostro territorio, ad oggi non risultano assolutamente rispettati. E la pazienza da parte dei reggini è da considerarsi terminata. Non solo infatti non si registrano miglioramenti per l’offerta volativa in riva allo Stretto, a fronte di un aumento di voli e compagnie che interessano invece l’aeroporto di Lamezia, ma addirittura una delle poche compagnie operanti sul nostro scalo pare aver deciso di tagliare uno dei voli già previsti per questa estate, in nome di un ritardo nelle consegne degli aeromobili».
«Non è certo il migliore degli auspici per la rivoluzione copernicana annunciata da Occhiuto – conclude la nota – anzi l’impressione è che la programmazione regionale di Sacal, nonostante gli annunci, continui a privilegiare lo scalo di Lamezia a danno di quello di Reggio Calabria, anche in una stagione importante come questa con l’anniversario dei Bronzi ormai alle porte. Neanche i tanto sbandierati interventi per l’ammodernamento dello scalo reggino hanno prodotto alcunché. A tre settimane dalla nomina del nuovo Amministratore di Sacal vige ancora il silenzio più assoluto circa i programmi di crescita annunciati dalla Regione per l’aeroporto dello Stretto. Anzi l’unica notizia riportata da alcuni organi di stampa, ad oggi, riguarda il taglio di un altro volo, circostanza sulla quale ci piacerebbe conoscere il parere del Presidente della Regione e della compagine di Sacal, soggetti entrambi preposti per dovere istituzionale, e non certo per gentile concessione, ad informare i calabresi e soprattutto i reggini, sulle intenzioni che riguardano il nostro aeroporto». (rrc)