Le opere dell’artista catanzarese Crimasso nel catalogo dedicato a “La Dolce Vita” di Fellini

«È motivo di grande orgoglio, per la città di Catanzaro, poter vedere spiccare il volo un giovane talento artistico, legato al suo territorio di origine» ha dichiarato Ivan Cardamone, assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro, alla notizia che le opere dell’artista catanzarese Crimasso saranno nella monografia La Dolce Vita, ispirata al capolavoro di Fellini, a cura di Piero Mascitti e Laura Pacelli, edita da Rubbettino Editore.

«Cristian Mancuso, in arte Crimasso – ha proseguito Cardamone – ha mosso i primi passi nel mondo dell’arte proprio nel Capoluogo calabrese, dove ha completato il ciclo di studi al Liceo artistico e ha tenuto la sua prima mostra personale, “Massimalismo trasversale”, nella sale del Complesso monumentale San Giovanni. Un’iniziativa che l’assessorato alla cultura lo scorso anno ha fortemente voluto organizzare, grazie anche al supporto di Piero Mascitti, per offrire al pubblico l’occasione di scoprire il talento di Crimasso proprio nella città a cui continua a essere molto legato».

«Anche se ancora giovanissimo – ha continuato l’assessore – è riuscito a maturare già una importante serie di esperienze a livello internazionale e sono sicuro che il legame con la sua terra d’origine non potrà che proseguire e rafforzarsi ancora di più in futuro. La sfida dell’assessorato alla cultura, in questi ultimi anni, è stata quella di mettere in campo una programmazione ricca e variegata che, accanto ai grandi eventi, mettesse al centro l’attenzione per i talenti emergenti locali offrendo loro delle vetrine in cui potersi raccontare ed esprimere liberamente».

«L’augurio – ha concluso Cardamone – è che questo personale tributo al capolavoro felliniano sia per Crimasso un’altra tappa verso la sua piena maturazione artistica e personale. Al contempo, il mio auspicio da amministratore è che tanti altri talenti possano crescere ed affermarsi sempre di più, facendosi interpreti delle radici identitarie del nostro territorio e portando in alto il nome di Catanzaro, la città di Mimmo Rotella».

Il catalogo, che sarà presentato per la prima volta a Parma, porta anche le firme illustri al progetto grafico di Dario Zannier e ai testi, tra gli altri, di Mimmo Calopresti, Paride Leporace e Vincenzo Mollica(rcz)

Oltre l’emergenza, Catanzaro protagonista con la sua resilienza urbana

La città di Catanzaro è stata protagonista nel webinar Oltre l’emergenza: come si costruisce una comunità resiliente? con il progetto Amare-Eu, che ha visto il Capoluogo di Regione quale unica città pilota ad essere stata selezionata a livello nazionale.

«Il progetto – ha spiegato Antonio De Marco, dirigente di Agenda Urbana  che ha coordinato la partecipazione del Comune di Catanzaro ad Amare-Eu – ha coinvolto in un gruppo di lavoro integrato anche la Fondazione Città Solidale ed il gruppo dei volontari di Protezione Civile comunale, nonché l’Associazione “Arte di parte” che opera nell’animazione nelle comunità rom nella zona sud della città».

«Questa sinergia – ha proseguito De Marco – ha consentito di produrre un vademecum multilingue di protezione civile rivolto alle comunità straniere e di sperimentare percorsi multiculturali nelle comunità. Unanime è stato il riconoscimento da parte dei partecipanti al forum online del ruolo svolto dal Comune di Catanzaro nel progetto e che è ancor più significativo in quanto città che, dal profondo Sud, ha dimostrato un particolare impegno nella prospettiva dell’inclusione e dell’innovazione sociale. Nel corso dell’evento online è stato, infatti, evidenziato che il progetto Amare della città di Catanzaro è stato inserito dall’Unesco tra le 27 buone pratiche in Italia di resilienza urbana».

Inoltre, è stato De Marco a intervenire nel corso dell’evento online, per raccontare l’esperienza di Catanzaro nella sperimentazione di strumenti di prevenzione dei rischi naturali e sismici rivolti alle comunità non-native residenti sul territorio – immigrati e Rom – e mirati a consolidare una cultura significativa di resilienza urbana». (rcz)

 

CATANZARO – Cardamone: la città non è ultima nel consumo culturale

Se da una parte il riconoscimento di Repubblica al librario catanzarese Nunzio Belcaro, che lo ha indicato come esempio positivo in piena emergenza sanitaria, dall’altra fa storcere il naso «l’immagine negativa della città che emerge dal servizio di Repubblica che bolla Catanzaro come una delle ultime città italiane in fatto di consumi culturali».

Una immagine che non è piaciuta all’assessore alla Cultura, Ivan Cardamone, e che trova «sostanzialmente ingiusta»: «Il riferimento del giornale – ha spiegato l’assessore Cardamone – è all’indagine annuale del Sole 24 Ore che riguarda le province italiane e non le città. Come tutte le statistiche, si parla di freddi numeri. A me piace invece parlare di persone e di fatti».

«Dire che Catanzaro sia una città senza cultura – ha proseguito Cardamone – in cui brilla la sola stella di una pur prestigiosa libreria, mi sembra obiettivamente un’assurdità che credo non faccia piacere nemmeno all’amico Nunzio. Sarebbe altrettanto assurdo ed esagerato dire che Catanzaro è la culla della cultura meridionale. Facciamo parlare i fatti. Catanzaro è l’unica città della Calabria, una delle poche del Meridione, che ha un teatro pubblico che fa importanti numeri, con un’attività da ottobre a maggio e un numero sempre crescente di abbonati. Il Politeama non si limita a questo, ma ospita anche i corsi preaccademici del Conservatorio e un’intensa attività concertistica classica. Alla realtà del Politeama, si affianca quella del Teatro Comunale e delle numerose compagnie teatrali locali».

«Se parliamo di cinema – ha proseguito l’assessore – la nostra Città può contare su dieci sale, una ogni 9mila abitanti, di cui due riaperte negli scorsi anni nel cuore del centro storico, il Supercinema e il Comunale. Da molti anni, a Catanzaro si svolge il Magna Graecia Film Festival, una delle rassegna cinematografiche più attese, ricca di ospiti internazionali e di manifestazioni collaterali, non ultima quella dedicata ai libri. Il Comune di Catanzaro è partner di due rassegne storicizzate come il Festival d’Autunno e Armonie d’Arte che registrano numeri importanti e soprattutto l’attenzione nazionale per la loro qualità. Il Museo del Rock è un’altra piccola grande perla, unica nel suo genere in tutta Italia, con i suoi pezzi originali e con la sua intensa attività».

«In ambito di arti figurative – ha proseguito Cardamone – oltre alla presenza dell’Accademia di Belle Arti, da ricordare il ruolo svolto dal Marca e la funzione catalizzatrice del Museo all’aperto del Parco della Biodiversità. La rassegna nazionale sul design d’autore e quella sulla street art (AlTrove) completano questo puzzle. Le sale del complesso del San Giovanni – con le ultime mostre su Escher e il Barocco romano e quella in cantiere sulla Bibbia di Chagall – e della Palazzina ex Stac ospitano eventi a ripetizione, con un calendario che copra praticamente tutto l’anno. L’elenco potrebbe continuare, ma non servirebbe più di tanto. Repubblica avrebbe potuto anche approfondire la realtà culturale della nostra città, senza limitarsi ai freddi numeri dei biglietti venduti, fermo restando che esistono molte criticità e molti ritardi. Scontiamo, ad esempio, un certo affanno nel “consumo” del libro, siamo indietro nelle graduatorie di lettura, abbiamo poche librerie, anche se coraggiose, mancano i grandi brand come Feltrinelli. Dobbiamo fare molto di più per incentivare la lettura».

«Nel rinnovare all’amico Belcaro, peraltro consigliere comunale – ha concluso l’assessore alla Cultura Cardamone – i miei complimenti per il riconoscimento, non posso non sottolineare che proprio l’offerta culturale sarà decisiva nei prossimi anni per rilanciare Catanzaro in un’epoca che sarà profondamente diversa a causa degli eventi drammatici che hanno sconvolto la vita degli italiani. Colgo l’occasione, perciò, per invitare i giornalisti che hanno firmato l’interessante articolo su Repubblica, Cristina Nadotti e Giuseppe Smorto, a venire appena possibile nella nostra città, saremo felici di accoglierli e far conoscere loro le bellezze del Capoluogo di regione che meritano di essere raccontate a livello nazionale». (rcz)

Catanzaro alla Milano Digital Week con i progetti dell’emergenza Covid

«L’attenzione riservataci dalla Milano Digital Week è un motivo di grande orgoglio per Catanzaro e per questo ringrazio il Capoluogo lombardo» ha dichiarato Alessio Sculco, assessore comunale ai Servizi Informatici e all’Innovazione Tecnologica, rendendo noto che il Comune di Catanzaro, grazie alle best practicies di progetti digitali attivati in periodo di emergenza Covid-19, è stato inserito nella Digital Week di Milano.

L’assessore, inoltre, ha specificato che Catanzaro è stata l’unica città della Calabria e tra le poche al Sud a essere selezionate per la kermesse milanese, e che alcune iniziative, attivate dall’amministrazione comunale per far fronte alle necessità dei cittadini, sono state condivise nell’ambito dell’evento online promosso dall’Assessorato alla trasformazione digitale e servizi civici del Comune di Milano in collaborazione con ANCI (https://www.milanodigitalweek.com/citta-emergenza-ripartenza-la-risposta-digitale-dei-comuni-italiani-i-progetti/).

«In particolare nella sezione della Milano Digital Week – ha sottolineato Sculco – figurano le soluzioni digitali ideate sul portale del Comune, grazie al lavoro svolto insieme all’ufficio stampa, per garantire aggiornamenti costanti ai cittadini e alle imprese fin dall’inizio dell’emergenza Covid. Ad esempio, l’elenco delle attività produttive aperte o sospese con i riferimenti ai principali provvedimenti normativi a livello nazionale, regionale e comunale. Grazie alla collaborazione dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Catanzaro, è stato pubblicato anche un vademecum per i datori di lavoro sui diversi ammortizzatori sociali disponibili e le procedure da attivare per il sostegno al reddito dei lavoratori».

«Ancora – ha proseguito l’assessore comunale – con il supporto delle Associazioni di categoria, è stato quotidianamente aggiornato un elenco di negozi di vicinato e di attività di ristorazione che hanno effettuato il servizio a domicilio durante il periodo di emergenza. Inoltre, il Comune di Catanzaro è menzionato con le sue best practices anche nell’ambito dello smart working attraverso le attività, coordinate dal Ced, che riguardano la messa in sicurezza della rete e dei servizi intranet e le configurazioni delle postazioni d’ufficio da remoto per i dipendenti, al fine di continuare a garantire le attività per i cittadini».

«Già in passato – ha concluso l’assessore Sculco – la nostra amministrazione si era distinta come esempio positivo nel campo dell’innovazione tecnologica ricevendo riconoscimenti a livello nazionale per le proprie soluzioni informatiche. A tal riguardo, sono state poste le basi affinché possano attivarsi ulteriori strumenti digitali per la cittadinanza». (rcz)

CATANZARO – Questo weekend l’iniziativa “Città in fiore”

Questo weekend, il centro storico di Catanzaro sarà colorato dai fiori, con l’iniziativa Città in fiore, promossa in tutta la Calabria dall’Associazione Vitambiente, presieduta da Pietro Marino.

«Una pianta, un fiore, un alberello da lasciare sul balcone o a una finestra – ha dichiarato l’assessore al Turismo e al Decoro Urbano, Alessandro Lobello – colorare le nostre case e i nostri negozi in questo fine settimana può essere il punto esclamativo della ripartenza di Catanzaro e dei catanzaresi».

Coinvolgendo i commercianti, Vitambiente ha chiesto e ottenuto, per consentire di abbellire l’area interessata e la perfetta riuscita dell’iniziativa, l’isola pedonale su corso Mazzini, che sarà attiva, sabato e domenica appunto, dalle ore 17:30 alle 20:30. Domenica, inoltre, l’iniziativa sarà duplicata, sempre dalle ore 17:30 alle 20:30, in via Buccarelli.

«L’isola pedonale su corso Mazzini, in questo fine settimana – ha proseguito l’assessore Lobello – è la prova generale per ciò che l’amministrazione Abramo, d’intesa con le associazioni di categoria, ha intenzione di fare per agevolare il rilancio delle attività commerciali, li esercenti, del centro come di via Buccarelli, che non hanno esitato neanche un attimo ad aderire alla manifestazione di Vitambiente».

«I colori dei fiori e delle piante, i loro profumi – ha concluso l’assessore – saranno un piccolo e allo stesso tempo grande simbolo della voglia che ognuno di noi ha di tornare alla normalità, ha dato all’amministrazione, con i suoi volontari, durante il periodo di emergenza. La sinergia fra pubblico e privato è un mezzo importante per la crescita della comunità e lo sviluppo della città». (rcz)

CATANZARO – Presentata la nuova flotta dei bus Amc

A Catanzaro, è stata presentata la nuova flotta dei bus dell’Amc Spa, l’azienda che gestisce la mobilità pubblica del capoluogo: si tratta di 6 mezzi, di cui uno a gasolio da 10 metri e 80 centimetri e 5 a metano da 12 metri, per un investimento di 2 milioni di euro circa, di cui 75% a carico della Regione e il restante 25% sostenuto dall’Amc.

La capienza massima è di 107 persone, 104 con carrozzina per disabili. Ogni bus è dotato di: pedana manuale per diversamente disabili, per farla adattare alla diverse altezze dei marciapiedi presenti nelle varie fermate; sistema contapasseggeri che segnala il limite massimo all’autista: sistema di videosorveglianza e di autoestinzione incendio. Grazie al sistema di geolocalizzazione in gps è possibile sapere dove sono i bus, chi li sta guidando, se le portiere sono state aperte e rispondere, quindi, prontamente ai possibili reclami degli utenti.

«Abbiamo puntato moltissimo sulla mobilità – ha dichiarato il sindaco Sergio Abramo –. L’azienda che gestisce la mobilità pubblica del capoluogo è una realtà solida, con un bilancio in attivo e questo ha facilitato le operazioni di rinnovamento del parco mezzi, considerando che una parte del finanziamento deve essere sostenuto anche dall’azienda. Prossimamente punteremo anche sulla mobilità sostenibile, come quella elettrica, che partirà a breve grazie ai fondi giunti dallo Stato».

«Ci saranno delle novità – ha aggiunto il primo cittadino – riguardo il centro storico e il quartiere marinaro perché l’Amc dovrà gestire il sistema del car sharing elettrico e anche delle bike elettriche. In particolare, le biciclette alimentate ad energia elettrica potranno essere un utile mezzo per i catanzaresi per muoversi da nord a sud con facilità senza intasare le vie della città e, soprattutto, Corso Mazzini. Inoltre, prevediamo la funicolare gratuita dalle 17.00 alle ore 21.00».

«Erano 15 anni – ha affermato il direttore generale della società, Marco Correggia – che l’Amc non acquistava autobus nuovi. Sono 6 ed entreranno in funzione nei prossimi 10 giorni. Serviranno per potenziare soprattutto i servizi per l’università e raccordare al meglio anche i vari quartieri. Chiediamo agli utenti di avere grande rispetto dei mezzi perché la qualità del servizio di trasporto pubblico locale dipende anche da questo. Siamo già pronti con l’ampliamento del programma di esercio al 70%, attendiamo solo il decreto regionale che dovrebbe essere emanato nelle prossime ore».

«I mezzi – ha sottolineato l’amministratore unico, Giorgio Margiotta – sono arrivati grazie ad una grande sinergia tra il sindaco e l’Amc. Speriamo al più presto di prendere almeno altri 10 bus per rinnovare ulteriormente il parco macchine dell’azienda. I nuovi autobus sono stati scelti e curati nei minimi dettagli per soddisfare le esigenze degli utenti». (rcz)

In copertina, Giorgio Margiotta, Sergio Abramo e Marco Correggia.

Il Comunale aderisce all’iniziativa #IorestoinSala: è l’unico in tutta la Calabria

Io resto in Sala è un progetto di cinema partecipato, e il Comunale di Catanzaro è l’unico cinema in Calabria ad aver aderito a una iniziativa in cui «il cinema non si trasferisce sulla rete, ma dove la rete diventa cinema».

Si tratta, si legge sul sito del Comunale, di un «modo unico per riprendere a vivere il cinema come se fossi al cinema, ma senza spostarti da casa. In questo momento è di fondamentale importanza partecipare a progetti come questo, che fanno da “ponte” al periodo in cui il cinema riprenderà la sua attività di sempre»  e «quando i cinema “fisici” verranno riaperti, #iorestoinSALA rappresenterà un completamento, un valore aggiunto, un’opportunità per vivere ancora di più il cinema».

Ma come funziona per lo spettatore? Semplice: basta acquistare il biglietto dal sito internet del Cinema di riferimento. Una volta acquistato, sarà assegnato un codice che corrisponde al suo posto assegnato nella sala virtuale. Ogni sala del cinema avrà quindi un suo proprio corrispettivo virtuale con lo stesso numero di posti a sedere.

Al Comunale, infatti, sono stati organizzati quattro appuntamenti con una programmazione che «rispecchia in toto il senso della filosofia del progetto»: Favolacce dei Fratelli D’Innocenzo, premiato a Berlino con l’Orso Argento; Tornare di Cristina ComenciniGeorgetown, attesissimo debutto di Christoph Waltz dietro la macchina da presa, e In viaggio verso un sogno, gioiello indie con Shia LaBeouf firmato a quattro mani da Tyler Nilson e Michael Schwartz e considerato dalla critica americana uno dei dieci migliori film indipendenti dell’anno.

In programma, inoltre, degli appuntamenti speciali, e cioè presentazioni live di attori e registi. Dopo i fratelli D’Innocenzo, intervistati da Paolo Mereghetti, questa sera sarà la volta di Cristina Comencini e Cristiana Mainardi, intervistate giovedì 28 da Gianni Canova. Lorenzo Mattotti e Antonio Albanese,  venerdì 29 da Gian Luca Farinelli. Le interviste “live” avranno inizio alle ore 20:00 a precedere lo streaming del rispettivo film delle 20.30. (rcz)

 

CATANZARO – Marco Correggia confermato direttore generale dell’Amc

Marco Correggia è stato confermato direttore generale, a tempo determinato, dell’Amc Spa, Azienda per la Mobilità di Catanzaro, a seguito dell’assemblea dei soci, alla presenza del socio unico, il sindaco Sergio Abramo, dell’amministratore unico Giorgio Margiotta e del collegio dei sindaci.

Dopo un’attenta disamina presentata dall’Amministrazione Unico circa le 8 candidature pervenute per la partecipazione alla selezione, il nome di Marco Correggia è risultato il candidato con il miglior curriculum e la maggiore esperienza per ricoprire la carica di direttore generale, per il prossimo triennio, della società municipalizzata.

«Esprimo il mio sincero compiacimento – ha dichiarato Giorgio Margiotta, amministratore dell’Amc Spa – in quanto il dott. Correggia possiede grande professionalità e quelle doti di trasparenza, onestà e lealtà che sono alla base per una corretta gestione, come quella delicata e complessa dell’Amc». (rcz)

CATANZARO – L’incontro online dedicato all’attualità politica

Successo per il secondo appuntamento virtuale organizzato da Sandro Benincasa, presidente dell’Associazione Solaria, a e dai Circoli PD di Catanzaro, dedicato ad alcune questioni di attualità politica.

Al dibattito, a cui hanno partecipato oltre ai segretari di circolo della città e della provincia, anche il segretario Cgil Raffaele Mammoliti, il consigliere regionale Libero Notarangelo, l’on. Antonio Viscomi e il già ministro del lavoro con il governo Prodi, on. Cesare Damiano, si è discusso delle ultime misure economiche del Governo che, in generale, sono state considerate importanti dal punto di vista economico, anche se migliorabili con l’inclusione di alcune categorie rimaste escluse.

Si è parlato anche degli interventi regionali a favore delle imprese, considerati insufficienti in quanto rivolti solo ad una piccola platea di beneficiari e della mancanza di programmazione dell’amministrazione comunale che allo stato attuale, con la stagione estiva alle porte, non ha ancora emesso alcun provvedimento per favorire la ripresa delle attività economiche. È stata fatta anche una riflessione sulla necessità di avviare una serie di riforme per migliorare le condizioni dei lavoratori anche in previsione dell’affermazione di nuove tipologie di lavoro (riscoperte proprio per l’emergenza Covid) come ad esempio lo smart working.

Infine è stato riconosciuto l’attivismo che sta caratterizzando i circoli del PD, che in più occasioni hanno portato avanti, con risultati positivi, alcune battaglie importanti come quelle sulle questioni sanitarie.

Durante il dibattito, più volte, si è affrontata la questione organizzativa del partito, sia a livello provinciale, sia a livello cittadino. Tra i vari interventi è emersa la necessità, unanime, di procedere in tempi brevi alla creazione di organismi cittadini e alla definizione di una programmazione politica alternativa al centro destra.

1Il numero di partecipanti agli incontri – ha dichiarato l’organizzatore Sandro Benincasa – dimostra la chiara esigenza, da parte di iscritti al PD e non, di avere dei luoghi di confronto aperti in cui discutere su alcune questioni politiche. Per quanto mi riguarda riproporremo altre iniziative e cercheremo di gettare le basi per ricostruire una proposta politica del nostro partito». (rcz)

CATANZARO – L’iniziativa “SpesaSospesa”

Questa mattina, a Catanzaro, alle 11.00, nella sala concerti di Palazzo De Nobili, la presentazione dell’iniziativa SpesaSospesa.org, il primo progetto di solidarietà circolare che digitalizza il flusso delle donazioni alimentari sposato, tra i primi in Italia, dal Comune di Catanzaro.

Intervengono Sergio Abramo, sindaco di Catanzaro, l’assessore Danilo Russo, il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, e Pietro Marino, presidente dell’Associazione di Volontariato Vitambiente.

In videoconferenza, invece, intervengono gli attori Serena Rossi (protagonista della recente fiction Rai su Mia Martini) e Davide Devenuto (storico volto di “Un posto al sole”) per SpesaSospesa.org; Marina Vecchio, responsabile di SpesaSospesa.org per la digital energy company Sorgenia partner del progetto; Flavio Barcaccia, responsabile digital e comunicazione della piattaforma di food sharing Regusto.

Il progetto SpesaSospesa.org

Si tratta di una piattaforma per l’acquisto, la vendita e la donazione di generi alimentari per i cittadini più bisognosi e di supporto per le Associazioni no-profit, alle iniziative spontanee di volontari, per le piccole imprese agroalimentari in difficoltà.

Attraverso una innovativa piattaforma, che garantisce trasparenza e tracciabilità con la tecnologia blockchain, le imprese del settore, le catene di distribuzione e i produttori locali potranno devolvere o vendere i propri prodotti a prezzi scontati. (rcz)