Scutellà (M5S): Alla Calabria 35 milioni per l’edilizia scolastica

Sono 35.123.813 milioni di euro la cifra che la Regione Calabria riceverà per gli interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico degli edifici scolastici.

Lo rende noto la deputata del Movimento 5 Stelle, Elisa Scutellà, specificando che la somma rientra nell’ambito degli ulteriori 855 milioni di euro che il Governo ha stanziato per l’edilizia scolastica.

Nello specifico, per la Provincia di Cosenza, sono stati stanziati 13.650.587,13 milioni di euro; per la Provincia di Crotone, 3.958.845,74 milioni di euro; per la Provincia di Reggio Calabria, 8.641.344,52 milioni di euro; per la Provincia di Vibo Valentia 3.312.739,70 milioni di euro.

«L’impegno di questo Governo – ha spiegato la deputata Scutellà – risponde proprio alla necessità di rendere finalmente più smart anche l’iter burocratico mettendo in atto soluzioni per velocizzare i processi che in passato hanno inibito l’innovazione ed il cambiamento. Dal via libera di questi fondi alla regione Calabria sono assegnati più di 35 milioni di euro che, ripartiti tra le varie provincie, permetteranno, a fronte delle richieste degli enti locali pervenute al Ministero, interventi di manutenzione straordinaria e di efficientamento energetico negli edifici scolastici, importanti sia per gli studenti ed il personale scolastico che per il tessuto produttivo che realizzerà gli interventi finanziati».

«Ora – ha ricordato la parlamentare pentastellata – tocca agli enti locali fare la loro parte, inviando entro il 17 novembre al Ministero dell’Istruzione gli elenchi degli interventi, anche con l’ordine di priorità, per cui si richiede il finanziamento. Inoltre il Miur per coadiuvare gli enti locali nella predisposizione della documentazione necessaria, ha predisposto a partire dal 12 ottobre una serie webinar funzionali all’invio dell’istanza».

«Il cuore del nostro futuro – ha concluso – è all’interno di quelle strutture scolastiche, sono i nostri figli e noi abbiamo il dovere di non comprometterne il percorso di crescita ma aiutarli garantendogli edifici sicuri, più green e che non mettano a rischio la loro sicurezza. Investire nella scuola significa investire nel futuro, significa dare ogni giorno un’opportunità nuova al nostro Paese». (rp)