GALATRO (RC) – Le Terme alla prima giornata del Made in Italy di Replanet energy

L’amministratore delle Terme di Galatro, Domenico Lione, ha giocato un ruolo significativo durante la partecipazione alla Prima Giornata del Made in Italy celebrata a Cosenza presso Replanet Energy, un evento di rilievo in Calabria dedicato alla valorizzazione del patrimonio nazionale.

L’incontro ha offerto l’opportunità di approfondire il tema delle Terme sostenibili, un ambito cruciale in cui il relax termale si sposa con la responsabilità ambientale.

Durante la sua esposizione, l’amministratore Lione ha illustrato con precisione e passione l’impegno delle Terme di Galatro verso la sostenibilità ambientale. Ha discusso delle varie iniziative e pratiche adottate dalla struttura per ridurre l’impatto ambientale, dall’utilizzo di energie rinnovabili, all’adeguamento degli impianti, all’adozione di materiali eco-sostenibili nelle strutture.

La sua presentazione ha evidenziato l’importanza di un approccio olistico alla gestione delle Terme, dove il benessere dei visitatori si integra armoniosamente con la conservazione e il rispetto dell’ambiente circostante. Questo connubio tra benessere e sostenibilità ha suscitato grande interesse e ha contribuito a promuovere l’immagine delle Terme di Galatro come un esempio di eccellenza nel settore termale italiano.

Presente anche il sindaco di Galatro Sandro Sorbara e l’architetto Michele Politanò responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune.

Sia il sindaco Sorbara che l’architetto Politanò hanno illustrato il progetto realizzato proprio da Replanet Energy alle Terme di Galatro, con un contributo della Regione Calabria, che ha previsto interventi di ristrutturazione, adeguamento impiantistico ed efficientamento energetico verso un’economia a basse emissioni di carbonio dello stabilimento termale Fonti S. Elia. (rrc)

“Acido”, il monologo dedicato alle donne vittime di violenza in scena a Galatro e a Taurianova

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Centro Teatrale Meridionale, in collaborazione con l’Associazione Auser Taurianova e le Terme di Galatro, porta in scena lo spettacolo “Acido” di Enza Li Gioi, interpretato da Eleonora Manara, attrice, produttrice e scrittrice, per la regia di Tiziana Biscontini, prodotto dal Ctm diretto da Domenico Pantano.

Due le tappe, dell’intenso monologo dedicato alle donne senza volto, colpite nel corpo e nello spirito dall’acido, venerdì 24 novembre alle ore 18.00 presso la Sala Convegni delle Terme di Galatro e domenica 26 novembre alle ore 18.00 presso il Salone San Pio del Convento dei Frati Cappuccini di Taurianova.

Una donna, una faccia, una vita sfigurata dall’acido. Nel buio di una stanza il suo buio interiore. La narrazione amara di quell’uomo un tempo amato, lo stesso che crudelmente l’ha annientata. Un monologo che urla dolore e che sprofonda in una meditazione interiore. La musica si fonde con la voce sottolineando i sentimenti di questa donna che pur nell’irreversibile sofferenza, decide di trasfigurare e rivelare il suo dolore al mondo, per strada, a tutti, senza più nasconderlo e imprigionarlo nel suo cuore. Dal dramma al sogno, trasportata da una nuova speranza.

Il testo drammaturgico firmato dall’autrice goriziana Enza Li Gioi, attraverso la drammatica esperienza della protagonista, focalizza l’attenzione dello spettatore su una delle casistiche di recente introdotte nel codice penale dalla riforma emanata con legge 69 del 2019 ovvero lo scudo antiviolenza più noto come Codice Rosso.

Eleonora Manara mette in scena una donna stremata che finalmente riesce a instaurare una nuova relazione dopo una storia d’amore infelice vissuta a contatto con un uomo, infedele, distratto, ma soprattutto disinteressato della persona. L’ex, anche se intraprende una relazione con una nuova donna, nutre ancora il desiderio di possesso e di controllo, non accetta la nuova relazione della donna e reagisce sfigurandola con l’acido, vuole così colpire la persona cancellandone l’identità. Eleonora è su di una sedia a rotelle in uno spazio semibuio, chiusa in una clinica per poter ricostruire i tessuti oramai lesionati; Eleonora ha la forza di interrogarsi sulla sua vita alla ricerca di una motivazione per il gesto che l’ha privata in parte di vista e udito, su ciò che è stato il suo matrimonio trentennale fatto di figli, di carriera, di amore, cercando di analizzare la modalità dell’abbandono, i segnali non visti o mal interpretati confluenti giungendo a una scelta coraggiosa e fuori dal comune.

«Acido è un progetto per sensibilizzare le persone e l’intera opinione pubblica su una follia dilagante» spiega Eleonora Manara. «La vittima-protagonista di Acido – sottolinea l’attrice – decide di mostrarsi per lanciare un palese e coraggioso messaggio, diviene denuncia vivente dell’orrore della violenza sulle donne».

Un appuntamento con il teatro che si fa riflessione sociale, da non perdere, in questi giorni in cui in Italia si registrano fatti gravissimi e giovani vite spezzate dalla violenza; un drammatico e sempre più allarmante bilancio che dall’inizio di quest’anno conta 105 donne uccise. (rrc)

Versace (Metrocity RC): Area termale una risorsa da valorizzare

«Realtà quali quelle delle Terme di Galatro, rappresentano, per l’area metropolitana, una grande tradizione nel settore termale». È quanto ha dichiarato il sindaco f.f. della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Carmelo Versace, intervenendo al convegno, a Galatro, dal titolo Prevenzione e salute e promosso dalle Terme di Galatro.

All’evento hanno dato l’adesione i responsabili degli ambiti Auser di Polistena, Rosarno e Taurianova oltre ai sindaci e rappresentanti istituzionali del territorio e della Regione Calabria.

L’appuntamento fa seguito ad un protocollo d’intesa sottoscritto dalla struttura termale con l’Auser territoriale di Gioia Tauro finalizzato a favorire l’invecchiamento attivo degli anziani e valorizzare il loro ruolo nella società.
«La qualità dei servizi – ha aggiunto il sindaco f.f. – offrono a tutta l’utenza, in particolare agli anziani, quel necessario beneficio affinché si possano affrontare meglio determinate patologie. La Città metropolitana – ha evidenziato – riconosce e sostiene le Terme di Galatro quale punto di vanto nel settore, arricchendo l’offerta legata al benessere che ben si associa ai percorsi turistici e culturali presenti sul territorio». (rrc)

GALATRO (RC) – Venerdì si parla di salute e comunità

Venerdì 20 ottobre, a Galateo, alle 16.30, nella Sala Convegni delle terme, si terrà l’incontro La chiave sociale del termalismo per arricchire e potenziare la rete dei servizi, organizzato dalle Terme di Galatro e Auser Territoriale di Gioia Tauro.

All’evento, – dopo i saluti del Sindaco di Galatro Pino Sorbara e del Sindaco f.f. della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Carmelo Versace – interverranno, moderati dal consigliere comunale di Galatro Pasquale Simari: Domenico Lione, Amministratore unico Terme di Galatro, Federica Legato, Presidente Auser Territoriale di Gioia Tauro, Maria Luisa De Marco, Chirurgo gen. proctologo Ospedale Santa Maria degli Ungheresi di Polistena, Michele Tripodi, Sindaco di Polistena capofila Ambito territoriale n.1, Rosa Angela Galluccio, Responsabile capofila Ambito territoriale n.2 di Rosarno, Rocco Biasi, Sindaco di Taurianova capofila Ambito territoriale n. 3, Sabrina Mannarino, Componente della Commissione sanità, attività sociali, culturali e formative Regione Calabria. Le conclusioni saranno affidate a Emma Staine, Assessore regionale alle Politiche sociali e Trasporti Regione Calabria.

L’incontro verterà sui temi della salute, prevenzione, cura e comunità, in un’ottica dinamica, al passo con i cambiamenti sociali e i bisogni dell’intera collettività. 

Da qui l’esigenza di definire gli attori di una rete che, solo in un sistema ampiamente integrato, può offrire una risposta adeguata ai cittadini, in un territorio carente e caratterizzato da tante criticità, ma al contempo ricco di risorse e di potenzialità.

In una comunità di persone tutti vogliono tendere alla longevità, vivere più a lungo, in salute e con una qualità della vita dignitosa e decorosa, per cui è un obiettivo di tutti realizzare le condizioni perché questo sia possibile.

L’Agenda 2030 pone in evidenza tra i suoi obiettivi proprio quello di “assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età”. Il Sistema sanitario e socio-sanitario è oggi contraddistinto da una grande complessità. Come ci ha dimostrato l’epidemia da Covid 19, oggi siamo molto lontani da quel diritto universale sancito con la legge 833/78 di Riforma Sanitaria, l’accesso ai Livelli di Assistenza non è uniforme e costringe i cittadini, in prevalenza del Sud, a cercare risposte lontano dal proprio territorio o a rinunciare alle cure, e tanto più alla prevenzione, quanto mai fondamentale e determinante per la guarigione da molte patologie e in genere per l’aspettativa di vita degli individui.

Rilanciare un Ssn integrato con il welfare sociale, è l’unico modo per affrontare i grandi cambiamenti demografici ed epidemiologici che stiamo vivendo. Serve una forte rete di servizi sanitari e sociali integrati e diffusi nel territorio. 

In tal senso, l’azione di Associazioni come Auser, impegnata in servizi di aiuto alla persona e nella promozione dell’invecchiamento attivo e delle Terme di Galatro, un complesso integrato di risorse naturali, di strutture e di servizi, che hanno inteso siglare un protocollo d’intesa, richiamando l’attenzione – a partire da questo incontro pubblico – degli interlocutori istituzionali e degli altri attori sociali, traccia la direzione funzionale a un vero cambiamento.

Arricchire e rafforzare la rete dei servizi diventa fondamentale per contribuire allo sviluppo solidale per risolvere i problemi della salute, della cura, della prevenzione e del benessere, riportando in luce la centralità del territorio e della persona.

 

A Galatro un convegno sulla prevenzione e cura urologica

di CATERINA RESTUCCIA – Temi ancora sentiti come tabù quelli della prevenzione e della cura urologica, ma che grazie ad interventi studiati e mirati possono essere affrontati con maggiore leggerezza e altrettanta professionalità.

A colloquiare di urologia sono stati gli specialisti e i tecnici in un ambiente, che si sta mostrando sempre più aperto al dialogo sul territorio, al confronto tra le parti e all’informazione corretta e necessaria: la struttura delle Terme di Galatro.

È nella sala convegni delle Terme mercoledì 20 settembre che è stato ospitato il convegno Uomini e donne dall’urologo nel circuito della campagna di educazione alla salute 2023 – 2024 Prevenzione è salute, inaugurata per l’occasione dal Professore Marco Serrao, responsabile del reparto urologia del Tirrenian Hospital di Belvedere Marittimo, nonché fondatore e presidente della Fondazione Totò Morgana Onlus, la prima ed unica a livello nazionale che si occupa congiuntamente di solidarietà e prevenzione uro-andrologica.

Sono stati essenziali e lineari i passaggi del convegno medico – scientifico, che, partendo dai saluti istituzionali del sindaco del Comune di Galatro, Pino Sorbara, e dell’Amministratore Unico delle Terme Domenico Lione, hanno fornito una fotografia precisa, ma anche allarmante della prevenzione e della cura delle malattie urologiche in Calabria.

Nell’esordio del suo intervento proprio Marco Serrao ha voluto ribadire che «la prevenzione è un concetto che non può essere espresso, né studiato né meditato, senza farlo precedere dalla parola conoscenza, per tali ragioni voglio plaudire al lavoro che sta svolgendo l’Amministratore delle Terme di Galatro Domenico Lione alla guida di questa meravigliosa struttura».

Proprio lungo questa linea il Professore ha più volte sottolineato l’importanza di fare prevenzione iniziando un lungo, ma proficuo cammino nelle scuole, sensibilizzando i giovani alle visite e a non sottovalutare i cosiddetti campanellini d’allarme.

L’incontro ha potuto godere in duplice profilo sia della partecipazione di un pubblico attento e interessato sia di una trattazione, nonostante la complessità del settore specifico, chiara, efficace e utile a tutti.

Secondo le linee guida dei contenuti del programma sviluppato è l’Amministratore Unico Domenico Lione che conclude l’evento, sostenendo che «vanno fornite tutte le informazioni sui principali fattori di rischio. Ed è con questa mission che le Terme di Galatro proseguiranno il loro impegno con un Open Day proprio sulla prevenzione urologica, per offrire gratuitamente massima assistenza ed informazione a tutti, soprattutto a ragazzi e ragazze».

È con questo entusiasmo e con queste nuove visioni che la struttura delle Terme di Galatro si avvia ad un calendario di eventi per la salute ed il benessere dell’utente e dell’ospite, ampliando sempre più l’offerta ed i servizi. (cr)


Il deputato FDI Delmastro: La Calabria deve puntare sul pieno utilizzo delle sue infrastrutture

«La Calabria che vogliamo è fatta di uno sviluppo che parte dal pieno utilizzo delle infrastrutture». È quanto ha dichiarato il deputato di Fratelli d’Italia, Andrea Delmastro, nel corso della sua visita alla Diga del Metrano, a Galatro.

La visita è stata sollecitata dal Commissario provinciale del partito Denis Nesci e dal responsabile per le infrastrutture Filippo Zerbi. Delmastro è rimasto molto colpito dall’importanza dell’infrastruttura in termini di raccolta delle acque e conseguente potenzialità idroelettrica ed irrigua. I responsabili del Consorzio di Bonifica Tirreno Reggino presenti per l’occasione hanno sottolineato l’importanza della Diga per lo sviluppo dell’agricoltura del territorio ed hanno sollecitato l’interessamento della Regione per il definitivo utilizzo del bacino.

«30 milioni di metri cubi d’acqua che potrebbero irrigare ventimila ettari di terreni agricoli e generare 2,5 Giga Watt di energia elettrica non possono attendere oltre» ha spiegato Delmastro.

«La realizzazione – ha spiegato Nesci – delle canalizzazioni per l’irrigazione e della centrale per la produzione di energia sostenibile in un periodo che sta mostrando l’importanza urgente dell’autonomia energetica sono un impegno prioritario che Fratelli d’Italia prende per il territorio».

Il pieno utilizzo della Diga di Castagnara sul Metramo diviene un obbiettivo strategico e improcrastinabile per Fratelli d’Italia a vantaggio di un territorio per troppo tempo vittima dell’indifferenza della classe politica regionale. (rrc)

GALATRO (RC) – Il concerto di Armando Quattrone

Questa sera, a Galatro, alle 21.30, a Piazza Matteotti, il concerto di Armando Quattrone.

L’evento rientra nell’ambito del progetto La Calabria è talento, ideato e realizzato da Ruggero Pegna per l’ Assessorato al Turismo della Regione Calabria (legge 13/85 art. 65)  con il triplice obiettivo, come spiega il promoter, di creare momenti di promozione della Calabria, produrre intrattenimento di qualità e, soprattutto, valorizzare talenti regionali nel campo della musica d’autore.

Il progetto, giunto alla diciannovesima edizione, quest’anno vede protagonisti gli Arangara, il gruppo di Gianfranco Riccelli, musicista e cantautore di origine catanzarese, e Armando Quattrone con la sua band,  giovane cantante di origine reggina ai primi posti delle classifiche in Germania.

Con il nuovissimo album, “Calabria”, Armando Quattrone è entrato subito ai vertici delle classifiche tedesche, impresa riuscita sin qui a pochi, tra cui Ramazzotti e Zucchero.  Dalla Calabria, dove è nato, ad Amburgo, dove vive, quello di Armando Quattrone è un percorso denso di successi, con radici musicali che affondano nella tarantella calabrese, ma anche nel reggae giamaicano “old school”.

Con il nuovissimo album, “Calabria” è entrato subito ai vertici delel classifiche tedesche, impresa riuscita sin qui solo a Eros Ramazzotti e Zucchero. L’album è stato pubblicato da Universal Music e realizzato con il celebre team di produttori amburghesi Madizin Music Lab, che hanno lavorato tra l’altro anche alle hit di Glasperlenspiel, Alvaro Soler, Lena e Frida Gold. “Positivo summer mix”, prima hit di successo in radio e tv in Germania, “Maria”, il brano dell’album sin qui più radiodiffuso e “Quando Si”, autentica hit su Spotify, sono i singoli che hanno preceduto la pubblicazione del disco.

Il tour di Armando Quattrone, partito lo scorso aprile da Tenerife, dopo aver coinvolto la Germania, è arrivato anche in Olanda e nella Repubblica Ceca. Il videoclip di “Quando Si”, prodotto da Marvin Ströter e Viktor Heinz, è stato realizzato sull’ Isola di Dino. Laureato con 110 e lode in Scienze Politiche all’Università di Bologna, Quattrone arriva ad Amburgo per un Dottorato sulla politica italiana e lì, invece, trova la sua realizzazione artistica.

«Armando Quattrone – ha dichiarato Ruggero Pegna – è un artista che merita di ottenere in Italia lo stesso successo che ha in altri Paesi europei. Il suo genere musicale, molto allegro e frizzante, è in cima all preferenze di molti giovani e prevedo per lui un grande successo anche qui! Un grazie va all’Assessorato al Turismo della Regione Calabria che, finanziando questo progetto attraverso la cosiddetta Legge 13, compie un’opera importantissima per la promozione della Calabria e la valorizzazione dei suoi talenti». (rrc)