GIOIOSA IONICA (RC) – Gli ultimi appuntamenti del FilMuzik Festival

Venerdì 17 e sabato 18 settembre, a Gioiosa Ionica, sono in programma gli ultimi appuntamenti del FilMuzik, arts festival  dedicato al cinema musicale organizzato dall’Associazione culturale Bird Production.

Venerdì 17 settembre, a partire dalle ore 21:15, infatti, la proiezione del documentario musicale We Are the Thousand – L’incredibile storia di Rockin’1000 di Anita Rivaroli, che raconta la temeraria impresa del geologo romagnolo Fabio Zaffagnini, che organizzò un raduno di mille persone, tra cantanti e musicisti amatoriali, che eseguisse Learn to Fly dei Foo Fighters per intercettare il gruppo statunitense e convincerlo a venire a suonare in città. Confermata, per l’occasione, la presenza di Alberto Tavernese e Michele Panettai, gli unici due batteristi calabresi che hanno preso parte all’evento e che si esibiranno per il pubblico come da programma della scorsa settimana.

Anche l’ultimo appuntamento con la rassegna, dunque, slitta esattamente di sette giorni, collocandosi a sabato 18 settembre, quando, a partire dalle ore 22:15, si potrà finalmente assistere al concerto di apertura Tra Cielo e Terra con Omar Mrad, che sarà arricchito dalle immagini aeree di Ivan Reale, e dalla presentazione dell’attesissimo nuovo progetto di Massimo Garritano e Tonino Palamara, Shadows & Light, che si presenta a tutti gli effetti come un viaggio sonoro tra i chiaroscuro della celluloide.

L’appuntamento, come di consueto, sarà presso il giardino Meridiano di Palazzo Amaduri, a Gioiosa Ionica, ancora una volta cornice ideale per concludere, anche se con un po’ di ritardo rispetto al previsto, un’edizione che resterà impressa nella memoria del pubblico per le tante sorprese e spunti di riflessione donati e di congedarsi al prossimo anno.

Per seguire gli ultimi aggiornamenti dal Filmuzik collegatevi alla pagina Facebook del festival(rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – Gli ultimi appuntamenti del FilMuzik Arts Festival

Il FilmMuzik Artes Festival, in corso nel giardino Meridiano di Palazzo Amaduri a Gioiosa Ionica, si avvia verso la sua conclusione.

Archiviata la Selezione cinematografica, che dà appuntamento a mercoledì 8 settembre, la fase iniziale di apre stasera, 4 settembre, con Anna Mancini, che musicherà dal vivo il film muto Alice in Wonderland, una delle prime versioni cinematografiche tratte dai celebri romanzi di Lewis Carroll con protagonista Viola Savoy, che venne prodotto nel 1915.

Domenica 5 settembre, dunque, a partire dalle 17:30, si svolgerà, anche in questo caso su prenotazione, il secondo appuntamento del Laboratorio di Biodanza a cura di Alba Alvarez, cui seguirà la proiezione del documentario Il sale della terra, film documentario del 2014 diretto da Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, che ritrae le opere e la vita del grande fotografo brasiliano Sebastião Salgado.

Giovedì 9 settembre, alle 21:15, sarà invece proiettato il documentario Osannaples, che segue la storia degli Osanna, cinque ragazzi cresciuti tra il Vomero e l’Accademia di Belle Arti, a Napoli, a cavallo degli anni ‘60 e ’70 che, seguendo il sogno di realizzare dei brani originali, producono un autoctono progressive-rock e gettano le basi del Naples Power, del quale saranno anche talent scout. Seguirà un dialogo con la regista M. Deborah Farina sul suo rockumentary, durante il quale saranno approfondite le tematiche legate al genere del documentario musicale di cui e’ studiosa: dalle tecniche del cinema diretto alle svariate forme di film-concerto.

Venerdì 10 settembre, quindi, spazio al documentario musicale We Are the Thousand – L’incredibile storia di Rockin’1000 di Anita Rivaroli, che raconta la temeraria impresa del geologo romagnolo Fabio Zaffagnini, che organizzò un raduno di mille persone, tra cantanti e musicisti amatoriali, che eseguisse Learn to Fly dei Foo Fighters per intercettare il gruppo statunitense e convincerlo a venire a suonare in città. Per l’occasione, si esibiranno Alberto Tavernese e Michele Panettai, gli unici due batteristi calabresi che hanno preso parte all’evento.

L’ultimo appuntamento con la rassegna, dunque, sarà sabato 11 settembre, quando, a partire dalle 22:15, si potrà assistere al concerto di apertura Tra Cielo e Terra con Omar Mrad, che sarà arricchito dalle immagini aeree di Ivan Reale, e dalla presentazione del nuovo progetto di Massimo Garritano e Tonino Palamara Shadows & Light, che si presenta a tutti gli effetti come un viaggio sonoro tra i chiaroscuro della celluloide.

Dalle 7 note alla settima arte e ritorno, i due musicisti, tra scrittura e creazione estemporanea, interagiranno nella performance con citazioni  sonore di film d’autore. (rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – La presentazione del libro “Jasmin, una storia da raccontare”

Venerdì 3 settembre a Gioiosa Ionica, alle 18.30, nella sede della Cooperativa La nostra terra, la presentazione del libro Jasmin, una storia da raccontare, il libro sulla vicenda della giovane sidernese Jasmin Racco.

L’opera, che riporta i pensieri della brillante studentessa che sognava di diventare magistrato e che una brutta malattia ha privato, nel giro di un anno, dall’affetto dei propri cari, è edita da P Librerie.

Il libro porta le firme della sorella Rebecca e della madre Maria Guttà e si chiude con la postfazione dell’amica del cuore Debora Corsaro.

Dopo i saluti dell’assessore alla Cultura del Comune di Gioiosa Ionica, Lidia Ritorto, dialogheranno con le autrici il giornalista Gianluca Albanese, il presidente della cooperativa “La nostra terra” Mario Alberti, e il saggista e dottore di ricerca all’università “Statale” di Milano, Andrea Carnì(rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – Al via la terza edizione del FilMuzik Festival

Ha preso il via, a Gioiosa Ionica, la terza edizione di FilMuzik, Arts Festival dedicato al cinema musicale organizzato dall’Associazione culturale Bird Production.

Fino al 2 settembre, al giardino Meridiano di Palazzo Amaduri, a Gioiosa Ionica, si svolgerà la Selezione FilMuzik 2021, quattro serate che allieteranno il pubblico con una serie di pellicole che affronteranno tematiche come l’ossessione per l’altro, il rapporto tra l’uomo e la natura, l’integrazione e l’accettazione del diverso.

Si comincia alle 22.15, con il cortometraggio Io ho fissato il fuoco per sempre, indagine sull’atto di guardare e di essere guardati di Salvatore Insana in cui lo sguardo del soggetto filmato, quello della macchina da presa e quello dello spettatore innescano un’ossessione partecipata, fatta di occhi in azione. A seguire, sarà proiettato il film Nico, 1988, pellicola di Susanna Nicchiarelli che racconta gli ultimi anni di vita della cantante ed ex-modella tedesca Christa Päffgen, meglio conosciuta come Nico.

Martedì 24 agosto, alle 21.15, sarà invece proiettato il corto Chjanu Chjanu di Martina Raschillà e Aldo Albanese, che segue la storia dell’artigiano di panari Armando che, assieme alla moglie Caterina, è una sorta di ecologista inconsapevole, la cui attività permette agli autori di aprire una finestra sul passato dell’entroterra calabrese, luogo in cui l’uomo ancora riesce a vivere in accordo con la natura. Dopo la proiezione, si svolgerà il secondo incontro di Aspromenade, durante il quale sarà presentato il romanzo Il Fago di Paolo Fragomeni, che dialogherà di Aspromonte e Calabria Ultra con il giornalista Gianluca Albanese, e la proiezione del documentario Il Paese Interiore di Luca Calvetta, con il quale successivamente dialogherà Maria Antonella Gozzi.

L’appuntamento successivo con la Selezione è, dunque, giovedì 26 agosto, alle 21.15, quando sarà proiettato il cortometraggio Florindo e Calrotta, di Rossella Bergo, in cui l’incontro tra i due protagonisti che danno il titolo alla pellicola, un poeta disabile venuto a ritirare un premio in un paese dimenticato dal mondo e una prostituta che lavora su una delle strade infinite di questi luoghi desolati, cambierà per sempre la vita di entrambi. Seguirà dunque la proiezione del biopic di Rupert Gold Judy, che ripercorre gli ultimi anni di vita della protagonista de Il Mago di Oz Judy Garland, interpretata da una straordinaria Renée Zellweger, che per questo ruolo ha conquistato l’Oscar alla miglior attrice nel 2020.

L’ultimo appuntamento con la Selezione è quindi fissato, come affermavamo in precedenza, per il giovedì 2 settembre quando, dopo il secondo appuntamento di Bonsai Experience, sarà proiettato il videoclip musicale Turnate di Angelo Sateriale, che affronta il tema del ritorno a casa, cui seguirà la proiezione di Yesterday, commedia romantica di Danny Boyle che, nel 2019, si è affermata come vera e propria celebrazione dell’immensa produzione musicale dei Beatles.

Il già ricchissimo programma di FilMuzik, che vi aspetta anche questa sera, alle ore 22:15, con lo spettacolo di teatro musicale Amy & Blake, si arricchirà, oltre che della rassegna cinematografica che ne costituisce il cuore pulsante, anche del Laboratorio di Biodanza a cura di Alba Alvarez, che si terrà domenica 22 agosto, a partire dalle ore 17:30, per partecipare al quale è richiesta la prenotazione.

Per seguire gli ultimi aggiornamenti dal Filmuzik collegatevi alla pagina Facebook del festival(rrc)

 

GIOIOSA IONICA (RC) – Lo spettacolo “Amy & Blake – Concerto per le ultime parole d’amore”

Venerdì 20 agosto, a Gioiosa Ionica, alle 22.15, lo spettacolo di teatro musicale Amy & Blake – Concerto per le ultime parole d’amore, diretto e interpretato da Alice Conti.

L’evento rientra nell’ambito della terza edizione di FilMuzik, Arts Festival dedicato al cinema musicale organizzato dall’Associazione culturale Bird Production.

Lo spettacolo ripercorrerà l’ultimo tragicomico concerto dell’icona del soul Amy Winehouse, mostrando come la sua vita sregolata non abbia in alcun modo influito sul suo talento musicale ineguagliato. Amy Winehouse, infatti, a dispetto del suo ingombrante e scompigliato personaggio è stata autrice di tutti i testi delle sue canzoni, realizzando un racconto ironico e spietato delle sue disavventure troppo umane.

Una messa in scena sperimentale che nasce da una cavillosa ricerca documentaria sulla vita sregolata dell’artista e con un intento del tutto anti-celebrativo ma, anzi, a tratti cinico. La pièce alternerà momenti dialogati a canzoni e azioni fisiche, obbligando la sua interprete a utilizzo completo del proprio corpo. Alice Conti, formatasi con il Balletto Civile di Michela Lucenti e presso la Royal Academy of Dramatic Arts di Londra, coordinatrice il gruppo teatrale nomade Ortika, riuscirà infatti a tenere aperti più canali comunicativi contemporaneamente, trasmettendo al pubblico tutte le emozioni di una donna che “resta immobile” pur continuando a danzare e che riesce a narrare pur restando in silenzio.

Un esperimento teatrale che ha già riscosso un meritato successo venendo messo in scena proprio nei luoghi “non-teatrali” che un personaggio come Amy Winehouse avrebbe potuto abitare, nei quali la sua anima inquieta sarebbe facilmente potuta rimanere incastrata, e che farà sorridere e riflettere un pubblico che avrà al contempo la possibilità di riascoltare il genio di un’artista che si è consumata troppo in fretta.

A rendere ancora più magica la serata di venerdì, ci penserà inoltre Bonsai experience una mostra d’arte bonsai che vuole replicare il successo dell’iniziativa dello scorso anno collaborando con il Chokkan club di Soverato e Gei bonsai en, proponendovi al contempo la degustazione di sushi e cocktail abbinati. L’evento, per partecipare al quale è richiesta una prenotazione obbligatoria, anticiperà lo spettacolo straordinario di Alice Conti, con inizio previsto alle ore 20:00. (rrc)

 

GIOIOSA IONICA (RC) – Venerdì il convegno dedicato a Donna Gemma

Venerdì 20 dicembre, a Gioiosa Ionica, alle 17.30, a Palazzo Amaduri, il convegno dedicato a Donna Gemma, Maestra nell’Arte della Creta.

L’evento è una iniziativa che rientra nell’ambito de La via dei Presepi, una mostra composta da 50 Presepi – grandi e piccoli – che si possono ammirare nel centro storico di Gioiosa fino al 6 gennaio 2020.

Relazionano Giuseppe Livoti, presidente Associazione Le Muse di Reggio Calabria, su Presepi del Sud: aspetti eclettici tra elementi sacri ed apocrifiGianfranco Solferino, storico d’arte, su Di Padre in Figlia. L’arte di scolpire e di modellare nella bottega di Rocco e Gemma MurizziMaria Macrì, storico, critico d’arte e direttore della Pinacoteca Fondazione Nosside su Donna Gemma: quando l’artigiano diventa Arte. (rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – La mostra “La via dei Presepi”

A Gioiosa Ionica, nel centro storico – da Via Garibaldi fino a Largo Cinque Martiri -, è stata inaugurata La via dei Presepi, dedicata a Donna Gemma e organizzata dall’Associazione Amici del Centro Storico Borgo Antico in collaborazione con la Consulta delle Associazioni e l’Amministrazione Comunale.

La via dei Presepi prevede 15 locali aperti al pubblico, dove si potranno ammirare, fino al 6 gennaio 2020, 50 presepini e alcuni grandi. (rrc)

 

GIOIOSA IONICA (RC) – L’incontro “L’accoglienza dopo il decreto sicurezza”

Questo pomeriggio, a Gioiosa Ionica, alle 18.00, a Palazzo Amaduri, l’incontro L’accoglienza  dopo il decreto sicurezza, organizzato dalla Rete Comuni Solidali e dal Comune di Goiosa Ionica.

Nel corso dell’evento, si rifletterà sullo stato dei diritti, sulle conseguenze e sui cambiamenti principali introdotti dal decreto sicurezza nel mondo dell’accoglienza con gli interventi di Alessia Barbiero, coordinatrice del progetto SPRAR di Gioiosa Ionica, Roberta Ferruti, giornalista e collaboratrice di Re.Co.SolMaria Francesca D’Agostino, docente Unical, e Francesco Cosentino, sindaco di Cittanova. Modera Giovanni Maiolo, legale rappresentante di Re.Co.Sol. Conclude il sindaco di Gioiosa Ionica, Salvatore Fuda. (rrc)

GIOIOSA IONICA (RC) – La Sagra di San Martino, festa del vino

Domani, a Gioiosa Ionica, nel centro storico, dalle 18.00, si festeggia la 16esima edizione della Sagra di San Martino, festa del vino, organizzata dall’Associazione Borgo Antico in collaborazione con Associazioni del territorio e il patrocinio del Comune di Gioiosa Ionica ,della Città MetropolitanA di Reggio Calabria e del Consiglio Regionale della Calabria.

Il centro storico, per l’occasione, diventerà teatro di stand gastronomici (dove non mancherà dell’ottimo vino novello), esposizione di artigianato tipico, ballo dei giganti, tamburelli ed organetti.

Grande novità, la presenza di artisti di strada e complesso. I musicisti, i trampolieri, gli acrobati e gli attori interagiranno con il borgo e le sue costruzioni ed accompagneranno la festa del vino e la degustazione ed esposizione di prodotti tipici del territorio.

Lungo il percorso si potrà godere di più spettacoli. Infatti vi saranno postazioni dove gli artisti allestiranno i loro spettacoli. (rrc)