LAMEZIA – Il Comune aderisce alla Giornata mondiale per il Cuore

Il Comune di Lamezia Terme ha aderito alla Giornata Mondiale per il Cuore (World Heart Day), in programma oggi.

L’adesione è stata fatta su iniziativa della Presidenza del Consiglio, l’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme, che ha accolto l’invito dell’Associazione “Calabria Cardioprotetta” e della rete creata dal dottore Giuseppe Colangelo.

L’iniziativa, “Illuminiamo il nostro cuore”, accende i riflettori sul dovere di prendersi cura di sé, amare il proprio copro e tutelarne l’organo per eccellenza simbolo della vita: il cuore.

Oggi, simbolicamente, la statua della Madonnina dell’obelisco sito in Piazza Ardito – Nicastro di Lamezia Terme, si tingerà di colore rosso come quel cuore di cui è necessario prendersi cura partendo da una prevenzione primaria, adottando corretti stili di vita che partono da una sana alimentazione, una costante attività fisica, lontani da ogni eccesso.

L’iniziativa si inserisce in un quotidiano impegno nel diffondere corrette informazioni, promuovendo la cultura dei controlli periodici in ambito cardiologico, e favorendo la formazione di personale capace di utilizzare i defibrillatori semiautomatici pubblici sparsi sul territorio.

Saranno diverse le realtà associative che illumineranno un proprio simbolo per fare squadra e lanciare un messaggio di amore per sé e gli altri. (rcz)

LAMEZIA – Riorganizzate le donazioni ricevute per la Biblioteca Borrello

È stato identificato e inventariato un nucleo di libri di grande rilievo storico e bibliotecario, nell’ambito della riorganizzane delle donazioni ricevute negli anni dalla Biblioteca Comunale “Oreste Borrello” di Lamezia Terme, a séguito della segnalazione della Presidente della Quinta Commissione Consiliare, Maria Grandinetti.

Nel 2016, infatti, gli eredi di Camillo Loriedo (1873-1916), sindaco dell’ex municipio di Nicastro, avevano donato al Comune di Lamezia Terme una parte della biblioteca di famiglia: testi giuridici, codici, gli Atti del Congresso Giuridico Italiano del 1872, i Manuali di Geografia Antica e Moderna di G. L. Bevan, antichi Codici di Procedura Penale, Il Trattato delle Servitù ed altro ancora. Camillo Loriedo, socialista ante litteram, autore di articoli sul quotidiano nazionale L’Avanti!, fondatore nel 1899 della rivista “Il pensiero contemporaneo”, viene ricordato per il suo attivismo nei confronti delle fasce più deboli della popolazione, che gli valse un breve mandato di sindaco del comune di Nicastro dal settembre 1914 al maggio 1915.

 Un incarico di breve durata a causa di problemi di salute, che ha però lasciato una traccia profonda nella memoria della città nell’ultimo discorso pubblico tenuto da Loriedo, dedicato ai suoi concittadini appena arruolati per la Prima Guerra Mondiale: all’epoca, le comunità di Nicastro e Sambiase si unirono costituendo comitati di propaganda civile per sostenere economicamente le famiglie dei militari in partenza per il fronte. 

Ha commentato così l’Assessore alla Cultura, Giorgia Gargano: «Grazie all’attenzione e alla cura di Maria Grandinetti, ritorna alla piena fruizione una sezione della Biblioteca Comunale che al valore letterario aggiunge una valenza simbolica di raccordo e riconciliazione con la propria storia e con i cittadini che, come gli eredi della famiglia Loriedo, che ringrazio a nome dell’Amministrazione Comunale, la concepiscono anche come sede della memoria collettiva». (rcz)

A Lamezia inauguratolo Sportello Sociale dello Spi Cgil

È stato inaugurato, a Lamezia Terme, lo Sportello Sociale dello Spi Cgil Area Vasta, una iniziativa inserita in una rete nazionale finalizzata a dare risposte alla popolazione anziana e ai cittadini fragili o che ne hanno bisogno  in termini di servizi sociali, sanitari, abitativi, fiscali, previdenziali, nonché in tutto ciò che riguarda politiche sociali, sanità e disabilità.

Presenti all’inaugurazione di stamane il segretario generale Cgil Calabria, Angelo Sposato, il segretario generale Spi Cgil Calabria Claudia Carlino, il segretario generale Cgil Calabria Area Vasta Enzo Scalese e il segretario generale Spi Cgil Area Vasta Gianni Dattilo.

«Lo Sportello Sociale di Lamezia ha un’importanza strategica in un territorio che ha bisogno di dare assistenza su servizi ai pensionati e alle loro famiglie rispetto ad una serie di aree tematiche. Vogliamo – ha affermato Claudia Carlino – anche aiutare il cittadino ad avvicinarsi alla pubblica amministrazione. Entro fine anno apriremo altri sette sportelli in tutta la regione».

«È  un modo questo per avvicinarci ai bisogni e per discutere delle necessità delle aree interne – ha commentato Angelo Sposato -. Utilizzeremo al meglio questi sportelli, anche come contributo ad una politica che ha necessità di proposte. Daremo risposte alle persone e un messaggio in un momento in cui c’è un abbandono da parte di istituzioni ed enti sui territori, facendoci carico dei bisogni delle persone che vivono questa crisi in modo allarmante».

«I servizi sono completamente gratuiti – ha tenuto a chiarire Gianni Dattilo –. Da problemi di ricovero che di bollette, non autosufficienza, rsa e così via noi aiuteremo direttamente o reindirizzeremo chi ci chiederà aiuto con il fine contrastare la burocrazia e dare aiuto logistico».

Lo Sportello Sociale metterà anche in contatto con le associazioni convenzionate come Auser, Federconsumatori e Sunia. Aiuterà le persone e le loro famiglie a rendere effettivamente esigibili i loro diritti, raccogliendo la domanda sociale su cui costruire le vertenze e le iniziative negoziali proprie della contrattazione sociale territoriale. (rcz)

LAMEZIA – Presentato il libro “L’Officina dei Sogni”

È stato presentato, a Lamezia Terme, nella sede del Center Lucky Friends, il libro L’Officina dei Sogni di Giovanni Rosati.

Un giornalista romano, 28 anni, all’Ac Milan, dove si occupa di comunicazione sociale d’impresa, affrontando temi come l’integrazione e la disabilità all’interno dello sport. 

Ed è qui che, in luoghi e spazi di grande fermento culturale sottratti alla criminalità organizzata, Rosati ha presentato il suo libro davanti ad una platea numerosa, che ha seguito con attenzione e partecipazione emotiva i temi trattati dall’autore insieme agli altri relatori presenti. 

Dal sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro, al presidente di Lucky Friends Rosario Cortese e il direttore editoriale di Lab DFG Giovanni Di Giorgi. 

In platea, nella sede di via Sebastiano Guzzi, anche il Colonello Sergio Molinari al comando del Gruppo Carabinieri di Lamezia Terme e il Capitano Giovanni Renzo, vicecomandante della Sezione Aerea della Guardia di Finanza lametina. Unione di intenti tra società civile, istituzioni (presente anche il presidente del consiglio comunale Giancarlo Nicotera ed altri esponenti dell’amministrazione) e forze dell’ordine a tutela delle collettività. 

“L’Officina dei Sogni” racconta tante storie di sport e di vita, che hanno l’obiettivo di superare le limitazioni della disabilità e gli schemi mentali, che condizionato la società e spesso le famiglie interessate. L’officina è il luogo di lavoro, dove si realizza il sogno. Qui si parla di come si costruisce il sogno. 

«È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio”, frase di Albert Einstein è il motivo conduttore della serata, in cui l’autore illustra la sua opera, di oltre 140 pagine che nascono da: “Un progetto in cui mi sono ritrovato da subito – ha detto Rosati – in cui un gruppo di lavoro di donne e uomini, animato dalla voglia di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del superamento delle barriere della disabilità attraverso lo sport, parlava la mia stessa lingua. Così ho iniziato ad ascoltare la storia della Lab DFG, gli eventi che ha curato, gli atleti di Special Olympics che ha seguito, così come gli Special Sport Day organizzati in tutta Italia. Gli atleti e le famiglie mi hanno raccontato le loro storie e così è nato questo libro». 

Il sottotitolo del libro è “Il Linguaggio Universale dello Sport”, che parlano tutti, da Devis D’Arpino da Latina a Yuri Chechi da Prato. Tutti sullo stello livello, tutti campioni che sognano e fanno sognare. 

Prefazione di Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico e introdotto dal direttore editoriale di Lab DFG, Giovanni Di Giorgi: «È un libro che mi emoziona, perché ripercorre la nostra storia, dei passi fatti per arrivare fin dove siamo oggi, in una grande realtà come quella di Lucky Friends». 

Ci sono anche loro, i Lucky Friends nelle pagine del libro, insieme ai loro sogni realizzati e altri ancora da realizzare. Sogni che non sono i risultati sul campo, perché sul campo rimangono. I sogni sono i valori perseguiti, di cui lo sport si fa promotore: «Senza alcuna pretesa, abbiamo preso parte ad un bando, per partite con l’obiettivo di seguire i nostri ragazzi, oggi ed un domani quando non potremmo più essere loro disponibili – ha esordito “Saro” Cortese, il presidente di Lucky Friends – e devo ringraziare il sindaco che mi ha persuaso, convinto che avessimo tutti i requisiti per intraprendere il nostro cammino. Adesso vogliamo continuare». 

«Orgogliosi di essere stati i primi in Italia a poter ospitare la presentazione del libro di Giovanni Rosati – ha detto il sindaco Paolo Mascaro – in un luogo simbolo. Ringrazio chi porta Lamezia Terme nel cuore e torna ogni volta mettendosi sempre a disposizione della nostra comunità». (rcz) 

 

Il riferimento è a Candido Grande, direttore sportivo della Top Volley Cisterna, società di Superlega che da sempre sostiene Lucky Friends e che ha omaggiato di due palloni firmati dagli atleti della massima serie italiana, sia il sindaco Mascaro, che l’autore Giovanni Rosati.

LAMEZIA – S’inaugura lo Sportello Sociale di Spi Cgil

Domani, a Lamezia Terme, alle 11, s’inaugura lo Sportello Sociale della Lega dello Spi di Lamezia Terme, che fa parte di un progetto coordinato da Spi Cgil Calabria che ha lo scopo di informare e offrire supporto su sanità, disabilità e politiche sociali.

In particolare, il tema fondamentale dello sportello sociale è l’area della non autosufficienza e le modalità di accesso ai relativi servizi, informando sui diritti delle persone in condizione di fragilità e accompagnandole nelle loro richieste agli enti di competenza. Quella degli Sportelli Sociali è una rete nazionale e a breve verrà implementata anche in altre città della Calabria.

Alle 12, nella sede dello Spi Cgil Calabria, si discuterà con le dieci leghe dell’Area Vasta e con la segretaria dello Spi Calabria  Claudia Carlino, il segretario dello Spi dell’Area Vasta Gianni Dattilo e i segretari della Cgil dell’area Vasta Enzo Scalese e della Cgil Regionale Angelo Sposato delle opportunità degli Sportelli Sociali e dei bisogni che vanno a incrociare. (rcz)

LAMEZIA – La prima edizione del Concorso “Giovanil…mente”

Domani mattina, a Lamezia Terme, nella Sala Monsignor Luisi del Comune, è in programma la cerimonia di premiazione della prima edizione del Concorso Giovanil…Mente, promosso da AIParC Lamezia Terme presieduto da Dora Anna Rocca.

Obiettivo del concorso, che si avvale della collaborazione della Presidenza del Consiglio comunale nella persona dell’avvocato Giancarlo Nicotera e dell’assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Lamezia Terme nella persona dell’archeologa Giorgia Gargano, recuperare l’identità del territorio attraverso la riscoperta delle sue radici sensibilizzando le giovani generazioni. 

A essere premiate, le Scuole medie inferiori partecipanti e degli studenti che hanno presentato nell’anno scolastico 2021/22 elaborati su persone del territorio considerate meritevoli di menzione. Dopo una attenta selezione la giuria costituita da: Dora Anna Rocca in qualità di Presidente dell’Ente organizzatore, Antonio Chieffallo, giornalista e scrittore, Giancarlo Nicotera Presidente del Consiglio comunale, Rosanna Volpe Vicepresidente di AIParC Lamezia e docente al Liceo T. Campanella, Saveria Sesto, responsabile scientifico di AIParC Lamezia oltre che presidente dell’albero della vite, ha decretato i vincitori che riceveranno opportuni riconoscimenti non solo per l’elaborato in sé  ma soprattutto per essere stati protagonisti di cittadinanza attiva. Data l’alta partecipazione degli studenti dell’Istituto comprensivo di Maida a collaborare per la fase conclusiva della cerimonia sarà anche il Comune di San Pietro a Maida. A sostenere il progetto vi sono inoltre, le realtà territoriali di F.C. Lamezia Terme e Grafichèditore di Antonio Perri.

Dopo i saluti della Presidente di AIParC Lamezia Terme Dora Anna Rocca e del Presidente del Consiglio Comunale Giancarlo Nicotera, del Primo cittadino di Lamezia Paolo Mascaro, del sindaco di San Pietro a Maida Domenico Giampà, di Nella Fragale della Grafichè editrice, e di Gianni Andrea, direttore generale F.C. Lamezia Terme, la Rocca in qualità anche di moderatrice dell’evento inviterà le scuole e gli studenti che saranno premiati sia da rappresentanti delle due amministrazioni comunali coinvolte che da AIParC Lamezia.

Nel corso della cerimonia saranno attribuiti riconoscimenti anche a personalità del territorio che gli studenti hanno presentato negli elaborati classificatisi ai primi tre posti. Ricordiamo che il primo ad essersi classificato è un alunno della Pietro Ardito che ha presentato la figura di Lucia della Torre (la prima segretaria comunale di Nicastro prima di Lamezia Terme poi), seconda classificata la classe II A della Don Saverio Gatti per aver parlato di Don Saverio il sacerdote dei giovani in maniera originale e dettagliata, si sono classificate a pari merito al terzo posto due alunni della scuola di San Pietro a Maida per aver presentato la figura del procuratore Camillo Falvo come emblema di legalità e la scuola media Francesco Fiorentino per aver considerato la figura di Umberto Zaffina ideatore di un ecomuseo a Lamezia Terme Sambiase.

Entrambi riceveranno dei riconoscimenti nel corso della cerimonia. Sono state anche riconosciute meritevoli di menzione altre sei storie: di Lina Cimino, Elvidio Borelli, Michelangelo Nosdeo, Giuseppe Giordano, Sebastiano Senese, Domenico Venturi rispettivamente portate all’attenzione della giuria da alunni della Manzoni, della Pitagora, di San Pietro a Maida e Vena di Maida. (rcz)

LAMEZIA – Le precisazioni del Comune sugli asili nido

L’Amministrazione comunale di Lamezia Terme, tramite un comunicato, ha fatto delle precisazioni in merito alla gestione degli asili nido comunali e ai presunti ritardi sull’appalto, addebitabili al Comune.

«La procedura aperta per l’affidamento della gestione, per 3 anni educativi – si legge – del servizio asili nido comunali di via Conforti, via Spartivento e via Giovanni XXIII, di importo complessivo posto a base di gara pari ad € 3.152.239,80 è stata indetta il 29/09/2021 e demandata alla Centrale Unica di Committenza (CUC) di Reggio Calabria, la quale, esperita l’attività istruttoria, ne ha dato formale avvio il 25/03/2022. Espletata nel mese di giugno scorso la fase di verifica formale della documentazione di gara, il seggio di gara della predetta CUC ha demandato ad apposita Commissione giudicatrice la valutazione delle offerte tecniche. Su tale ultimo punto – rispetto al quale notizie di stampa rilevano che la CUC avrebbe già dal giugno scorso sollecitato il Comune nella nomina di esperto da inserirvi e atteso invano – si precisa che con nota prot. n°38274 del 12/05/2022 la CUC ha richiesto al Comune di verificare l’esistenza e la disponibilià all’interno dell’Ente di esperto da inserire nell’anzidetta Commissione giudicatrice, con nomina successiva al 08/06/2022, data di scadenza per la presentazione delle offerte».

«L’Ente, con riscontro formalmente inviato in data 08/06/2022 prot. n°46074 – continua la nota – non ha manifestato la disponibilità richiesta, atteso il grave sottodimensionamento del personale, che ab origine ha indotto il Comune di Lamezia Terme nella scelta, effettuata a  novembre 2020, di avvalersi della CUC di Reggio Calabria per l’espletamento delle procedure di appalto di pertinenza, facendosi carico dei relativi costi, che ricomprendono anche il compenso per la Commissione giudicatrice nominato dalla stessa CUC. Ciò detto, la Commissione giudicatrice è stata nominata dalla CUC in data 14/07/2022, e non il 13/09/2022 come si vuole far credere, l’iter di valutazione delle offerte tecniche concluso e, a seguito di verifica di congruità svolta dall’Ente, con determinazione della CUC del 12 settembre scorso è stata formulata la proposta di aggiudicazione per tutti e tre i lotti nei confronti del nuovo gestore, il quale già dal successivo 13.09.2022 ha avviato con le organizzazioni sindacali gli adempimenti richiesti dalla calusola sociale. È paradossale, pertanto, che le stesse organizzazioni sindacali, in prima linea nel confronto con il neogestore del servizio e ricevute dal Dirigente del Settore Servizi alla Persona il 01 settembre scorso, lamentino la totale assenza di informazioni!».

«Quanto, invece – prosegue la nota – alla paventata dispersione dell’utenza afferente i nidi comunali verso le strutture private, la stessa è chiaramente smentita dal numero di bambini ammessi a frequentare il servizio, in netto aumento rispetto all’avvio del precedente anno educativo per n. 6 minori per l’asilo di via Conforti, n. 5 per l’asilo di via Spartivento e n. 12 per l’asilo di via Giovanni XXIII».

«Tutto ciò chiarito – conclude la nota – a rassicurazione delle famiglie beneficiarie, a danno delle quali va la confusione generata dalle notizie distorte diffuse, si comunica che il 22 settembre prossimo si procederà a consegnare all’organismo neogestore il servizio di gestione dei nidi comunali, il cui avvio avverrà nel corrente mese di Settembre». (rcz)

LAMEZIA – Il messaggio del sindaco Mascaro agli studenti

Il sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, ha rivolto i suoi auguri agli studenti lametini in occasione dell’inizio dell’anno scolastico.

«In ogni angolo della nostra città – si legge nel messaggio – questa mattina a risuonare sarà la storica campanella che accompagna l’inizio del nuovo anno scolastico ed ognuno di voi, con lo zaino sulle spalle, ricolmo di speranze, aspettative e desideri, inizierà la nuova avventura scolastica. A nome dell’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme, abbraccio virtualmente ciascuno di voi, accompagnandovi con il sorriso e con piena fiducia che riuscirete a conseguire i vostri obiettivi. Il ritorno a scuola segna per un’intera città un motivo di festa e letizia e l’apertura dei portoni degli istituti spalanca le braccia alla cultura e alla profonda umanità, necessari per essere liberi da ogni schiavitù».

«Il simbolo delle braccia aperte – continua Mascaro – porta con sé il valore semantico della capacità di afferrare ogni pensiero, ogni sorriso, ogni emozione senza che nessuno possa impedirne il movimento e dunque l’esistenza. A voi tutti, cari studenti, auguro di iniziare l’anno pronti ad assorbire ogni singola particella di ossigeno culturale e vitale che solo la scuola, attraverso la missione didattica dei vostri insegnanti, potrà regalarvi, senza pretendere nulla in cambio se non il vostro impegno ed il vostro entusiasmo. L’anno che ci lasciamo alle spalle, purtroppo ancora tristemente segnato da pandemia e guerra, possa divenire per noi tutti testimonianza e monito della necessità di coltivare il valore della socialità e del sapere, i due principali antidoti alla sofferenza fisica e civile».

«Lasciatevi, quindi – si legge – contagiare dal desiderio di apprendere, riscoprendone il valore ludico e formativo, guardando ai vostri compagni, ai vostri insegnanti ed a tutto il personale scolastico quali complici di uno straordinario sogno… il Vostro e, con Voi, quello di un’intera comunità. Tutte le mattine che trascorrerete seduti al banco di scuola sarà l’occasione per conquistare il dono della libertà, che solo così, tramite l’invincibile forza del sapere, avrete assicurata». 

«Etimologicamente il termine scuola rimanda a tempo libero – si legge – richiamando qualcosa che appaga l’animo e che, se seminato, dona frutti. E allora dalla valenza profonda del termine “libero”, siate capaci di guardare non ad un obbligo bensì ad una opportunità, la scuola, che possa, dall’infanzia all’età adulta, stimolare la creatività, nutrire la fantasia, maturare la coscienza e spalancare il vostro futuro ad una vita emozionante e priva di catene.Vi auguro, quindi, di annotare sul vostro diario scolastico non solo i compiti ed i voti ma tutti i graffi esistenziali che saranno prova di aver vissuto fino in fondo, e non di aver meramente trascorso, l’anno didattico 2022/23. Buon anno scolastico e buon divertimento ricordando che cultura e gioia camminano assieme». (rcz)

A Lamezia si è riunito il Coordinamento dell’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica

Si è riunito per la prima volta, a Lamezia Terme, il coordinamento dell’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica “Antonio Saffioti”, un organismo nuovo, istituito dal Ministero dell’istruzione con DL 66/2017, che l’Amministrazione comunale lametina ha fortemente voluto costituire e intitolare ad Antonio Saffioti, che tanto si è battuto per la sua realizzazione. 

Presenti alla riunione, svoltasi nella sala giunta del comune, il Presidente Alfredo Saladini, la vicepresidente Michela Cimmino, la segretaria Rosetta Gambarani e gli assessori di competenza e promotori dell’organismo, Giorgia Gargano, Cultura e Istruzione, e Teresa Bambara, Politiche sociali; la consigliera Antonietta D’ amico, Presidente Commissione Sanità. 

L’ OPIS a Lamezia, esperienza unica nella nostra provincia, prevede, come da normativa nazionale, obiettivi fondanti alla base della “Buona Scuola”, enucleati e puntualizzati in sede di coordinamento: concorrere con l’Amministrazione Comunale alla costruzione di politiche scolastiche attive per il miglioramento dei settori dell’Istruzione e dell’Educazione, per tutti e ciascuno; dare vita a un Patto Educativo di Comunità, che coordini e integri le risorse e le professionalità del territorio; istituzione della figura del Garante Comunale per l’Inclusione Scolastica; istituzione dell’Assemblea dei Bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado, e dei Giovani delle scuole secondarie di secondo grado; facilitare l’incontro e sostenere i processi di integrazione-inclusione nelle scuole; sviluppare un processo di conoscenza e condivisione della lettura dei fenomeni sociali relativi all’integrazione e all’inclusione scolastica; realizzare una costante azione di monitoraggio della realtà sociale in ordine alle problematiche dell’integrazione e dell’inclusione; promuovere la crescita di cittadini informati, consapevoli e attivi.

Il presidente ha esposto le fasi organizzative del nuovo strumento, ne ha evidenziato la produttività in riferimento ad una effettiva inclusione di tutti e di ciascuno, a livello scolastico e sociale, in un percorso che vede coinvolti, partendo dalla scuola primaria, e in verticale tutti gli ordini di scuole, fino all’entrata dei ragazzi nella comunità di appartenenza e la conseguente presa in carico dei servizi comunali ad acta per una concreta inclusione nella società.

Tutti i presenti hanno ritenuto fondamentale la stretta collaborazione tra mondo scuola, Asp, terzo settore e istituzioni in sinergia dialogica e fattiva, determinante per poter realizzare una effettiva e concreta “Alleanza educativa”, un processo inclusivo che sia attento a quelle condizioni di fragilità che la città esprime, dai disabili ai BES, dalle famiglie immigrate alla numerosa presenza delle famiglie Rom.

La valorizzazione e attenzione nei confronti di tutti, partendo dal presidio educativo più importante dopo la famiglia, è percorso valoriale e di buone pratiche che restituisce l’immagine di un territorio sempre più civile e inclusivo, attento ai bisogni di tutti.

Nei locali comunali sarà predisposto uno spazio di lavoro per il nuovo organismo corredato di strumenti, riferimenti e indirizzi info per le attività a cura dell’Opis e gli incontri con associazioni, enti e istituzioni coinvolti nel delicato e complesso settore dell’inclusione educativa permanente. (rcz)

LAMEZIA – A Lamezia lo sportello Emergenza bollette

A Lamezia Terme è stato aperto uno sportello Emergenza Bollette, «un centro di assistenza gratuita che ho aperto a Lamezia Terme per ridurre le difficoltà causate dall’aumento incessante di gas e luce», ha spiegato il deputato di Impegno CivicoGiuseppe d’Ippolito, ideatore dello sportello.

«Ora gli utenti dei servizi elettrici e del gas – ha aggiunto – hanno un riferimento preciso: io sono a loro completa disposizione per tutte le pratiche volte a ottenere i vari bonus, elettrico, fotovoltaico ed eolico, previsti nella legge di Bilancio 2022 e per programmare l’impegno delle fonti rinnovabili attraverso l’autoproduzione, l’autoconsumo e le comunità energetiche».

Il deputato, infatti, è intervenuto all’incontro pubblico «Territorio e Politica nell’emergenza bollette», moderato dal giornalista Ugo Floro.

«Basta con le chiacchiere, le distrazioni e gli argomenti futili», ha sottolineato il deputato di Impegno Civico, accusando il centrodestra e il Movimento 5 Stelle di «ignorare volutamente il rincaro continuo di luce e gas, poiché legato all’irresponsabilità imperdonabile di Salvini, Berlusconi e Conte».

«Né questi tre incoscienti politici né i loro candidati – ha osservato D’Ippolito – parlano dell’impennata delle bollette e di come fermarla. Si capisce: proprio loro hanno contribuito al peggioramento della situazione, provocando le elezioni anticipate per puro calcolo elettorale e meri interessi di potere. Sindacati e imprenditori calabresi hanno lanciato un appello all’intervento su gas e luce. Noi l’abbiamo colto e abbiamo risposto con i fatti, come aveva anticipato il ministro Luigi Di Maio. Inoltre, noi proponiamo un decreto, da varare appena dopo il giuramento del nuovo governo, per tagliare i costi delle bollette con ingenti risorse dello Stato. Proponiamo, inoltre, la fissazione di un tetto massimo al prezzo del gas e l’azzeramento dell’Iva per tutti i beni primari, dal pane ai farmaci».

«Sono a rischio migliaia di posti di lavoro, il futuro di tante imprese e di oltre un quarto della popolazione calabrese. Con le bollette alle stelle, l’inflazione incontrollata e la debolezza della politica, se non ci saranno interventi forti come quelli che proponiamo, la ‘ndrangheta – ha concluso D’Ippolito – allungherà i tentacoli negli appalti pubblici, nei Comuni e nella vita dei cittadini». (rcz)