LOCRI (RC) – “I Girasoli della Locride”, inclusione e sport per i ragazzi con disabilità

Sport e inclusione sono le parole d’ordine dell’iniziativa de I Girasoli della Locride, Associazione costituitasi nel 2019 su iniziativa di 19 famiglie con ragazzi con disabilità.

«L’obiettivo che l’Associazione intende raggiungere – ha spiegato Irma Circosta, presidente dell’Associazione – è quello di far uscire i figli, che hanno concluso l’iter scolastico, dalla prigione dorato dell’ambito familiare e abituare gli “altri” a vederli non come “malati”, ma come persone con abilità diverse favorendone l’inclusione nel tessuto sociale.

Inoltre, sono stati realizzati due seminari, uno sul nuoto e l’altro sul basket, con tecnici nazionali Special Olympics che hanno formato gli istruttori che adesso allenano gli atleti settimanalmente.

Gli atleti, infatti, sono stati, nell’arco di due anni, ricevuti dalle massime autorità civili, religiose e militari della Locride; hanno partecipato a molti eventi che  sono stati creati nel territorio da altre Associazioni e dai Comuni.

Tra i progetti in fase di lavorazione, la realizzazione di un cortometraggio con protagonisti tutti I Girasoli. La sceneggiatura è a cura di Patrizia Morello, mentre la realizzazione è a cura del regista Lele Nucera. (rrc)

LOCRI (RC) – Il 14 marzo la mostra “Paesaggi: panoramiche sulla natura e sull’archeologia”

Il 14 marzo a Locri, a Palazzo Nieddu del Rio, s’inaugura la mostra fotografica Paesaggi: panoramiche sulla natura e sull’archeologia a cura dell’Associazione Culturale HistoriCal.

La mostra, allestita lungo il percorso espositivo museale del primo piano da Attilio VaracalliGiuseppe Marrapodi, racconta il paesaggio aspromontano e quello costiero della Locride, luoghi strettamente collegati l’uno all’altro da millenni, come documentato dalle testimonianze archeologiche di diversa natura portate in luce nel corso dei passati decenni.

Scorci suggestivi, paesaggi archeologici di montagna o legati alla colonia magno-greca di Locri, percorsi nascosti dalla fitta vegetazione, ma da sempre utilizzati… illustreranno questo paesaggio ancora in parte incontaminato.

L’iniziativa, che si potrà visitare fino al 31 marzo, è dedicata al collega Giuseppe Amante, recentemente scomparso. (rrc)

LOCRI (RC) – Al via il Premio Letterario “Poesia Bianconera”

Al via, a Locri, la quarta edizione del Premio Letterario “Poesia Bianconera”, organizzato dallo Juventus  Club Locri “Andrea Agnelli” e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Locri.

Fino al 5 luglio, infatti, i partecipanti potranno inviare le proprie opere, sia in lingua italiana che in vernacolo, con temi legati alla Juventus, a partire dalla squadra fino ad arrivare ai giocatori di ieri e oggi, esprimendo, così, il loro amore per questa squadra.

«Il concorso – ha sottolineato il presidente del Club, Franco Tomaselli, si propone gli obiettivi di promuovere e diffondere la conoscenza e il valore culturale della storia della Juve, di stimolare l’avvicinamento allo sport e al mondo del calcio in particolare, attraverso la poesia; di infondere, specie all’interno delle nuove generazioni, la passione per i bianconeri».

La cerimonia di premiazione, infine, è in programma per il 25 luglio, a Palazzo di Locri. (rrc)

LOCRI (RC) – Il 12 marzo una cena di beneficenza

Il 12 marzo, a Locri, al Giumangi, il Volontariato in rosa dell’Associazione Labor Locride ha organizzato una cena di beneficenza.

Lo scopo è quello di contribuire all’acquisto di materiale laboratoriale per il centro che si trova a Locri, e che è un punto importante di riferimento e sostegno per ragazzi diversamente abili e per le loro famiglie.

Nata 14 anni da un progetto della Fiadda come centro per disabili audiolesi e videolesi, l’Associazione, guidata da Angelica Iaconis, opera su una base educativa relazionale con attività come la lavorazione dell’argilla, l’arte del riciclaggio per sviluppare l’abilità manuale dei giovani, e percorsi psicomotori per la parte sensoriale. (rrc)

 

LOCRI (RC) – Si è chiuso il progetto contro l’obesità infantile del Rotary

Il progetto Lotta all’obesità infantile promosso dal Rotary Club di Locri si è chiuso all’Istituto d’Istruzione Superiore “F. La Cava” di Bovalino, che è stato, per questa edizione, protagonista dell’iniziativa.

Sono intervenuti il presidente del “Rotary Club” di Locri,  Giovanni Pascale, che ha portato i saluti del club service evidenziando le finalità dell’Associazione che opera nel e per il territorio. Altri saluti sono stati rivolti alla platea dalla dirigente scolastica dell’Istituto “F. La Cava” che ha ospitato l’evento.

Il dott. Luigi Brugnano ha parlato della Rotary fondation e le affinità con il progetto, ed è intervenuto il sindaco di Bovalino, Vincenzo Maesano che si è congratulato per il tema affrontato dal progetto e per il lavoro svolto nel corso degli incontri.

La dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Bovalino, Rosalba Antonella Zurzolo, si è complimentata per il successo del progetto che ha coinvolto i suoi studenti. Il dott. Giuseppe Mirarchi, quale responsabile “Alimentazione Salute”, ha dispensato consigli sulle corrette abitudini alimentari.

Poi, è intervenuto il pediatra Domenico Mammì, che ha parlato dei problemi causati dall’obesità. Il Maestro Vincenzo Ursino, ideatore del progetto e responsabile “Attività Sportiva”, ha fornito i dati del programma svolto e realizzato un videoclip che ha ripercorso le varie tappe del progetto.

Infine, l’assistente del governatore del Distretto 2100 del Rotary, Gina Scordo, ha portato i saluti del Governatore Pascale Verre e si è soffermata sulla necessità che questo progetto debba proseguire nel tempo supportato dai Presidenti futuri.

Al termine degli interventi si sono esibiti in una esibizione di karate gli allievi del Centro Studi Karate, guidati dal Maestro Vincenzo Ursino suscitando l’ammirazione di tutti i presenti.

Il progetto, come specificato nel corso dell’incontro, si è articolato su due moduli, quello dell’attività sportiva, e quello dell’alimentazione e della salute, con i quali viene dato supporto e formazione ai bambini, genitori e docenti, al fine di contrastare la malnutrizione infantile ed educare ad una sana alimentazione e all’attività sportiva.

L’obesità è riconosciuta come una malattia potenzialmente mortale, riduce l’aspettativa di vita di 10 anni, ha gravi implicazioni cliniche ed economiche, è causa di disagio sociale. Risulta di particolare rilevanza sociale e culturale, quindi, il progetto del Rotary Club di Locri che è riuscito a coinvolgere ad oggi quasi 300 giovani studenti di vari istituti del territorio per contrastare l’obesità infantile nelle scuole con i docenti e i genitori degli studenti. (rrc)

 

LOCRI (RC) – La conferenza su intelligenza artificiale e diritto

Domani pomeriggio, a Locri, alle 16.00, a Palazzo Nieddu del Rio, la conferenza Intelligenza artificiale e diritto, un’indagine comparativa e multidisciplinare.

L’evento, organizzato dal Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Locri e dal Mediterranea International Centre for Human Rights Research, vede coinvolti studiosi e docenti di diverse nazionalità.

Intervengono Maria Gabriella RomeoDomenico Rocco LombardoLeo Stilo, avvocati del Comitato Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Locri, Mark Rovsky, della Bauman University of Moscow, Artem Bubnov, della Plekhanov Russian University, Viglianisi Ferraro, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Nicolas Salvi, dell’Universidad Nacional de Tucuman e Wilges Bruscato, Univesidade Federal de Alfenas. (rrc)

LOCRI (RC) – Il progetto del Rotary “Lotta all’Obesità infantile”

I dati che riguardano l’obesità infantili sono sempre più preoccupanti, sopratutto se si guardano i dati che riguarda l’Italia, i cui bambini sono i più obesi d’Europa. Per questo, il Rotary Club di Locri ha ideato, per le Scuole, il progetto Lotta all’Obesità infantile.

Ideato dal Maestro di arti marziali Vincenzo Ursino per i giovanissimi, il progetto è stato avviato nel 2017 sotto la presidenza del dottore Francesco Asprea, nel 2018 lo ha sostenuto il presidente Giuseppe Mirarchi – che è il responsabile “Alimentazione e Salute” – con il Patrocinio del “Distretto 2100 (Calabria, Campania e Territorio di Lauria)” nel 2019, ed è portato avanti anche dall’attuale presidente il dottore Giovanni Pascale

Ad oggi, sono stati coinvolti 4 istituti comprensivi, quasi 300 famiglie, oltre 80 docenti scolastici, più di 50 rotariani e non.

Il progetto, inoltre, è stato presentato all’Istituto Comprensivo di Bovalino, ed è rivolto a tutte le quarte classi. La dirigente scolastica, Rosalba Antonella Zurzolo, ha colto subito l’occasione per attuare il progetto rotariano, che vede come referente Maria D’Agostino e parteciperanno, tra le altre, anche gli insegnanti Luisa Primerano, Silvana Sainato, Emilio Pipicelli, Fidelis Curcuraci, Antonietta Garreffa, Antonia Spurio Fascì.

Collaborano il Rotaract Locri e la Rotary Fondation con il dott. Luigi Brugnano.

Il progetto si articolerà su due moduli: quello dell’attività sportiva, e quello dell’alimentazione e della salute, con i quali viene dato supporto e formazione ai bambini, genitori e docenti.

L’evento finale è previsto per il 7 Febbraio con un Caminetto alla presenza di tutti i bambini, genitori, docenti, istituzione scolastica, rotariani, rotaractiani, ai quali verranno illustrate le varie tappe del progetto.

L’importanza del progetto sta nei numeri che secondo il secondo rapporto dell’Ong Helpcode vede un bambino su tre nella fascia 6-9 anni in Italia sovrappeso o obeso, che equivale al tasso maggiore di tutta l’Europa.

In tutto circa 100mila, con una prevalenza dei maschi (21%) sulle femmine (14%). A livello globale il numero di bambini di età inferiore ai cinque anni obesi o sovrappeso risulta in costante aumento e ha ormai superato quota 40 milioni, 10 milioni in più rispetto al 2000. La maglia nera nel nostro Paese va ai bambini campani (oltre il 40% sono sovrappeso e obesi), seguiti dai coetanei di Molise, Calabria, Sicilia, Basilicata e Puglia.

 

LOCRI (RC) – Il concerto del duo Alibrando & Rispoli

Questo pomeriggio, a Locri, alle 18.30, a Palazzo Nieddu Del Rio, il concerto del duo percussioni Salvatore AlibrandoAntonio Rispoli.

L’evento rientra fra gli eventi promossi da AMA Calabria con il sostegno del Fondo Unico dello Spettacolo del MiBAC Direzione Generale dello Spettacolo con il cofinanziamento della Regione Calabria Assessorato alla Cultura nell’ambito del piano di Azione e Coesione 2014/2020 Asse 6.7.1 TRIENNIO 2017/2019 Azione 1° Grandi Festival ed Eventi Internazionali e della Città metropolitana di Reggio Calabria.

Un duo che nasce dall’idea di mettere in risalto le qualità degli strumenti a percussione attraverso un repertorio che spazia da Bach alla musica contemporanea. (rrc)

 

LOCRI (RC) – La mostra “Le favole di Esopo”

C’è ancora tutto il mese di gennaio per visitare, a Palazzo Nieddu del Rio di Locri, la mostra Le favole di Esopo, composta da 40 tavole realizzate, negli anni passati, dagli allievi dell’indirizzo figurativo dell’Istituto “Preti-Frangipane” di Reggio Calabria, guidati dal prof. Gaetano Imbesi.

Quelle in esposizione sono «tavole policrome che colgono di ogni favola il significato morale che Esopo, nel VI sec. a.C., volle dare a questa raccolta».

«Sarà per il Museo – ha dichiarato Rossella Agostino, direttore Musei e Parco Archeologico di Locri – un’occasione di incontro tra forme diverse d’arte, un richiamo al mondo antico che coinvolgerà, grazie alle iniziative collaterali programmate per il periodo di durata della mostra, anche giovani scolaresche». (rrc)

LOCRI (RC) – Sabato il seminario “L’Ottocento, le arti e la Calabria”

Sabato 4 gennaio, a Locri, alle 16.30, a Palazzo Nieddu del Rio, il seminario L’Ottocento, le arti e la Calabria, organizzato dalla prof.ssa Stefania Fiato in collaborazione con le Associazioni ZephyriaArtInMovimento e patrocinato dal Comune di Locri.

«L’evento nasce – ha spiegato la prof.ssa Stefania Fiato -È un evento gratuito aperto a tutti, un evento che merita un’importante risposta da parte della cittadinanza dal desiderio di far conoscere la storia dell’arte dell’Ottocento in Calabria. È un grande onore poter ospitare nella mia amata Locri docenti di siffatta levatura culturale, riferimenti nazionali per la disciplina che insegno».

Intervengono Giovanna Capitelli, docente all’Università di Roma Tre, la prof.ssa Maria Saveria Ruga, dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, la prof.ssa Ilenia Falbo, dell’Università della Calabria, la prof.ssa Stefania Fiato, del Liceo Artistico “Pertini-Santoni” di Crotone, e Maria Saraceno, studiosa indipendente.

La serata sarà accompagnata dalla degustazione del greco di Bianco delle cantine Jelasi e dei dolci del bar Scocchieri, e sarà allietata da un accompagnamento musicale. (rrc)