“Terra viva ascolta” incontra le aziende agricole di Lamezia Terme e Rocca di Neto

Ha fatto tappa a Lamezia Terme e a Rocca di Neto “Terra viva ascolta”, campagna promossa per confrontarsi con le aziende associate sulle problematiche e opportunità nel settore agricolo.

Gli incontri si sono svolti alla presenza del presidente nazionale Claudio Risso e del presidente regionale Francesco Fortunato.

Ampia la partecipazione, con aziende, dirigenti ed operatori della Fai Cisl e Terra viva regionali e dei territori, ma anche rappresentanti delle istituzioni, tra cui il sindaco di Rocca di Neto, Alfonso Dattolo, e il presidente del consiglio comunale Franco Pugliano.

Ad apertura delle iniziative, il presidente di Terra viva Calabria Francesco Fortunato ha dichiarato: «Le numerose e corpose manifestazioni degli agricoltori che in questo ultimo periodo hanno interessato anche il settore agricolo calabrese, meritano risposte immediate ed interventi urgenti. La difficoltà, soprattutto per le medie e piccole imprese agricole di accedere a credito e finanziamenti, il caro gasolio, il difficile inserimento dei giovani nel mercato del lavoro agricolo, la siccità, gli incedi e i fenomeni atmosferici dovuti al cambiamento climatico, i cinghiali che devastano le coltivazioni, la concorrenza sleale cui sono sottoposte le aziende agricole della nostra regione, hanno bisogno di misure e correttivi da predisporre in fase di programmazione».

«La costante crescita dell’export delle produzioni agroalimentari calabresi – ha continuato – dimostra però che abbiamo davanti tante opportunità, ma occorre esercitare un ruolo più incisivo, dare una vera progettualità e protagonismo ad enti regionali come Arcea e al Consorzio Unico della Calabria, valorizzando eccellenze, vocazioni territoriali, patrimonio agroalimentare e buona imprenditoria agricola, anche giovanile, tradizione e innovazione, di una normativa più adatta a carpire risorse europee, nazionali e regionali».

Il presidente nazionale Claudio Risso ha invece sottolineato come sia necessario valorizzare le produzioni accorciando le filiere. «Occorre coniugare un’agricoltura sostenibile – ha dichiarato Risso – che abbia la capacità di produrre reddito e contrastare invece quelle pratiche speculative che stanno danneggiando gli agricoltori. Come Terra Viva stiamo promuovendo in questo senso la campagna “Buono, Giusto, Equo”, principi etici ma anche economici per ribadire che occorre una giusta remunerazione degli attori della filiera».

«Con “Terra viva Ascolta” vogliamo confrontarci con chi protesta e rilanciare le nostre proposte – continua Risso – Non possiamo però affossare i principi della Pac, specie sulla sostenibilità ambientale, bisogna invece puntare ad una revisione di medio periodo con correttivi, anche a livello regionale per specificità e diversità, più attenta a realtà e tessuto produttivo dei territori. Servono, a nostro avviso, accordi di filiera integrata, capaci di coniugare qualità delle produzioni, giusto reddito per i produttori, rispetto delle leggi e dei contratti, incentivare l’occupazione».

Tanti gli interventi anche degli agricoltori, che hanno evidenziato le criticità e difficoltà di condurre un’impresa agricola in Calabria, sull’urgenza di ridurre una burocrazia che blocca lo sviluppo dell’imprenditoria, ma anche aspetti legati alla diffusione di malattie infettive che colpiscono allevamenti e colture e la presenza sempre più forte di cinghiali. (rcz)

ROCCA DI NETO (KR) – Successo per la giornata di formazione del Simeup

A Rocca di Neto sono stati una 40ina i cittadini che hanno partecipato al corso base di Basic Life support and Defibrillation organizzato dalla Simeup Crotone.

Obiettivo del corso, quello di far apprendere le competenze necessarie per intervenire in situazioni di emergenza cardiaca.

L’intera associazione dei “I Casinari”, nota per il suo impegno nella promozione del benessere comunitario, ha partecipato attivamente all’evento, dimostrando il suo sostegno all’iniziativa. La presenza del Sindaco, dell’Assessore, e di alcuni dipendenti comunali ha ulteriormente enfatizzato l’importanza di questa iniziativa per la comunità locale.

L’adesione dell’amministrazione comunale e di associazioni attive come “I Casinari” ha contribuito a rinforzare le spalle di un intero comune che si è dimostrato pronto e desideroso di acquisire competenze in materia di soccorso e salvataggio. Il corso, presieduto dal Direttore del corso, la Dott.ssa Anna Maria Sulla, e tenuto dagli istruttori Nazionali quali il Dott. Michele Quero, Antonio Vaccaro, Carla Strangio, Roberto D’Aguì, Gaetano Nicoletta, Arturo Morelli, Daniele Ermanno, e Ilenia Dell’Amico, ha permesso ai partecipanti di vivere un’esperienza formativa completa, che comprendeva sia una parte teorica che pratica.

Il corso ha ricevuto un’apprezzamento unanime da parte dei partecipanti, che hanno dimostrato un costante livello di attenzione. Domande, dubbi e incertezze sono stati affrontati e risolti tempestivamente dagli istruttori, che hanno utilizzato materiale didattico digitalizzato per supportare l’apprendimento.Durante il corso, sono state consegnate le targhe di “Struttura Cardioprotetta” e le targhe attestanti la presenza dei defibrillatori in punti chiave della comunità, un passo importante verso la promozione della sicurezza e la prontezza ad affrontare situazioni di emergenza.

La dott.ssa Anna Maria Sulla e il dott. Capocasale Giovanni hanno espresso il loro ringraziamento per la stretta collaborazione tra l’amministrazione comunale e le associazioni attive sul territorio, come “I Casinari”, sottolineando l’importanza di tali iniziative nella costruzione di una comunità più sicura e solidale. La giornata di formazione di oggi è stata un passo concreto verso questo obiettivo, dimostrando che la solidarietà e il senso civico sono valori fondamentali a Rocca di Neto. (rkr)

ROCCA DI NETO (KR) – Presentato il progetto “Rocca di Neto Cardioprotetta”

È stato presentato, nella sala consiliare del Comune di Rocca di Neto, il progetto Rocca di Neto Cardioprotetta. Una iniziativa che promette di fare la differenza nella sicurezza della comunità locale, nato grazie alla collaborazione attiva dei I Casinari.

Il progetto, inoltre, ha visto la generosa donazione di due defibrillatori alla comunità di Rocca di Neto da parte di due anonimi benefattori. La presenza del Primo Cittadino ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa per la sicurezza dei cittadini e ha evidenziato il ruolo cruciale che i defibrillatori possono svolgere in situazioni di emergenza cardiaca.

Il progetto “Rocca di Neto Cardioprotetta” è un esempio tangibile di come la collaborazione tra la comunità, le autorità locali e le organizzazioni dedite alla sicurezza possa fare la differenza nella vita quotidiana. Questa iniziativa non solo proteggerà i cittadini di Rocca di Neto, ma potrebbe anche ispirare altre comunità a seguire il loro esempio e diventare “cardioprotette.” La sicurezza di tutti dovrebbe sempre essere una priorità, e Rocca di Neto di poter fare la differenza.

L’incontro ha offerto l’opportunità di discutere su quanto sia fondamentale la presenza dei defibrillatori in luoghi pubblici e privati e di come sia essenziale saperli utilizzare tempestivamente in caso di arresto cardiaco. La presenza del Direttore del Centro, la dott.ssa Anna Maria Sulla e degli istruttori della Simeup Crotone ha ulteriormente consolidato l’importanza di questo concetto.

Il Direttore del Centro ha sottolineato l’impegno della Simeup a formare quanti più cittadini possibile nel corretto utilizzo dei defibrillatori e nelle procedure di primo soccorso. La formazione è un elemento chiave per garantire che la comunità sia pronta a intervenire in situazioni di emergenza e salvare vite umane.

In attesa di mettere in pratica quanto discusso durante l’incontro, è stata fissata la data del prossimo corso dedicato ai residenti di Rocca di Neto. Questo corso si terrà il 4 novembre e rappresenta un’opportunità imperdibile per apprendere le competenze necessarie per rendere il paese più sicuro e pronto a intervenire tempestivamente in caso di necessità. (rkr)

ROCCA DI NETO (KR) – Lunedì si presenta la scuola di Musica

Lunedì 9 ottobre, a Rocca di Neto, alle 18, alla scuola primaria Rione Santa Maria, sarà presentata la Scuola di musica.

Si tratta di una iniziativa progettata per accogliere bambini, ragazzi e genitori che desiderano esplorare il potenziale musicale all’interno della comunità. Sarà un’occasione per conoscere da vicino i corsi offerti dalla Scuola di Musica, incontrare i maestri esperti e avere risposte a tutte le domande sul percorso musicale dei propri figli.

Musica per Tutti: La Scuola di Musica a Rocca di Neto si impegna a diffondere la passione per la musica e promuovere l’educazione musicale nella comunità locale. Questo evento mira a connettersi con le famiglie di Rocca di Neto e delle zone circostanti, invitandole a scoprire come la musica possa arricchire le vite dei giovani e contribuire alla loro crescita artistica ed emotiva.

Sarà una serata informativa e interattiva, aperta a tutti coloro che sono interessati alla musica e desiderano saperne di più sui programmi offerti dalla scuola. Durante l’evento, ci saranno presentazioni, opportunità di fare domande, e la possibilità di interagire con gli insegnanti e il personale della Scuola di Musica. (rkr)

ROCCA DI NETO (KR) – L’8 e il 9 settembre il Neto Art Fest

L’8 e il 9 settembre, a Rocca di Neto, al Convento Sant’Agostino, è in programma il Neto Art Fest, organizzata dalla Pro Loco Neaithos e a cura di Francesco Vaccaro. Si tratta di una rassegna di film documentari sui maggiori artisti e  fotografi della scena internazionale dell’arte contemporanea, provenienti da  tutto il mondo, abbinata a talks e degustazioni enogastronomiche del  territorio del Crotonese.

Obiettivo della rassegna è quello di diffondere la conoscenza dell’arte  contemporanea in Calabria, promuovere, valorizzare e divulgare il cinema  documentario e, offrire al pubblico visioni contemporanee tra paesaggi  incontaminati e sapori tradizionali calabresi. La rassegna si propone inoltre  come strumento di promozione del territorio per un turismo culturale legato  all’arte contemporanea.  

L’arte genera dinamiche positive, così come il buon vino. La diffusione del pensiero contemporaneo nel territorio funge da enzima per  la rivitalizzazione del territorio stesso, del paesaggio, le bellezze naturali e dei  luoghi che a loro volta fanno da cornice all’evento.  

La rassegna vuole altresì essere punto di incontro in Calabria per gli  appassionati di arte contemporanea. 

L’arte e l’enogastronomia si configurano come importanti strumenti  informativi, capaci di trasmettere e narrare il senso di tradizioni culturali e  immergere il fruitore in esperienze autentiche, coinvolgenti e attraverso le  quali entrare in contatto e conoscere i luoghi e le persone che vi vivono. (rkr)

Il Programma  

8 settembre  

ore 18.30 Inaugurazione  

ore 19.00 Restanza significa sentirsi ancorati e insieme spaesati in un luogo da proteggere  e nel contempo da rigenerare radicalmente. (V. Teti). 

Talk con l’antropologa Helga Sanità (Università Suor Orsola Benincasa,  Napoli)  

ore 19.30 Novantatremiliardi di albe – Francesco Arena 23’, italiano, regia:  Domenico Palma  

ore 20.00 Sulle tracce di Maria Lai Italia, 2020, 56’, italiano, regia: Maddalena  Bregani  

9 settembre  

ore 18.00 Visita guidata alle grotte rupestri di Rocca di Neto  

ore 19.15 Talk: Arte contemporanea e politica con Claudio Libero Pisano  (Curatore indipendente)  

ore 20.00 Tutta la bellezza e il dolore – All The Beauty And The Bloodshed,  Nan Goldin, 113’ Inglese con sottotitoli italiano, regia Laura Poitras vincitore  del Leone d’Oro come miglior film alla 79a Mostra del Cinema di Venezia. 

Alla fine delle proiezioni ci sarà la degustazione di prodotti tipici. 

ROCCA DI NETO (KR) – Successo del Mass training Bls-D, verso la città cardioprotetta

Nel contesto di una comunità che abbraccia la sicurezza e il benessere dei propri cittadini, si è tenuto il primo Mass Training Bls-D (Basic life support – Defibrillation) a Rocca di Neto. Un’occasione speciale che ha coinvolto gli istruttori Nazionali Bls-D di spicco della Simeup Crotone: Anna Maria Sulla, Antonio Vaccaro, Daniele Ermanno, Carla Strangio, Mariateresa Toscano, Ilenia Dell’Amico, Michele Quero e Giuseppe Ermanno.

L’evento è stato organizzato congiuntamente dall’associazione I casinari di Rocca di Neto e dal rinomato Medical training center Simeup Crotone, entrambi con un obiettivo comune: diffondere la conoscenza del Bls-D e rendere Rocca di Neto una città cardioprotetta.

La formazione Bls-D è fondamentale per intervenire tempestivamente in caso di emergenza cardiorespiratoria. Gli istruttori hanno lavorato con impegno e passione per trasmettere le competenze necessarie a salvare vite umane. Durante il Mass Training, i partecipanti hanno appreso le tecniche di rianimazione cardiopolmonare e l’utilizzo del defibrillatore, strumento fondamentale per ripristinare il ritmo cardiaco normale. L’importanza di far conoscere il Bls-D a tutta la popolazione non può essere sottolineata abbastanza. Sapere cosa fare in caso di arresto cardiaco improvviso può fare la differenza tra la vita e la morte. Il Mass Training a Rocca di Neto è stato un passo significativo per sensibilizzare e coinvolgere attivamente la comunità nel processo di salvataggio delle vite.
L’iniziativa è stata resa possibile grazie all’impegno costante della Simeup Crotone. La Società scientifica ha dimostrato di essere un punto di riferimento affidabile nella formazione Bls-D, promuovendo la consapevolezza e l’importanza di un pronto intervento. La Simeup si è dedicata a diffondere la conoscenza del Bls-D in tutta la regione, investendo risorse e tempo per creare un ambiente sicuro e preparato.

Parallelamente alla diffusione del Bls-D, l’associazione I Casinari di Rocca di Neto ha avviato il progetto Pad (Public access defibrillation), che prevede l’installazione di defibrillatori accessibili al pubblico in luoghi strategici della città. Questi defibrillatori saranno prontamente disponibili in caso di emergenza e saranno fondamentali per aumentare le possibilità di sopravvivenza dei pazienti colpiti da un arresto cardiaco.
Il Mass Training Bls-D a Rocca di Neto ha posto le basi per la creazione di una comunità consapevole, pronta a intervenire in situazioni di emergenza cardiaca. La partecipazione attiva degli istruttori Bls-D della Simeup Crotone e l’impegno dell’associazione I Casinari sono testimonianza di come il lavoro di squadra e la volontà di migliorare la sicurezza delle persone possano portare a risultati straordinari.

La città di Rocca di Neto si sta distinguendo come esempio di impegno nella diffusione del Bls-D e nell’implementazione di progetti Pad. Questo evento rappresenta solo l’inizio di un percorso che porterà Rocca di Neto ad essere una città cardioprotetta, dove la consapevolezza e la prontezza nell’agire di fronte a un arresto cardiaco improvviso saranno elementi fondamentali per la tutela della vita umana.

In conclusione, il Mass Training Bls-D a Rocca di Neto è stato un successo straordinario. L’importanza di far conoscere il Bls-D a tutta la popolazione e l’impegno della Simeup nel promuovere questa conoscenza sono elementi chiave per la sicurezza e la protezione delle comunità. Rocca di Neto sta compiendo un passo significativo verso la sua trasformazione in una città cardioprotetta, dimostrando come la formazione e l’azione possano fare la differenza nella salvaguardia delle vite umane. (rkr)

ROCCA DI NETO (KR) – Il concerto de Il Parto delle Nuvole Pesanti

Domani sera, a Roca di Neto, a Piazza Giovanni Paolo II, si terrà il concerto de Il Parto delle Nuvole Pesanti.

L’evento è stato organizzato in occasione della seconda edizione della Festa dei Popoli.

Il cantante Salvatore De Siena, ha dichiarato che «Il Parto torna a suonare nella provincia di Crotone, dopo la strage di migranti nel naufragio di Cutro, per ribadire con forza l’importanza di politiche di accoglienza reali ed efficaci, dove i progetti culturali di scambio tra popoli diventano strumento reale di costruzione di pace».

 Il nuovo concerto della storica band calabro bolognese dà vita ad un originale metissage di world music, tra sonorità acustiche e venature elettriche, capace di dare mille risvolti alla tradizione mediterranea e nuovo spazio alla canzone d’autore.

 Le canzoni dal vivo sono quelle di Sottomondi (tra cui Niente Ninna per l’uomo ne’, dedicata a Mimmo Lucano, Naturaleza viva, omaggio a Frida Kalho, L’ignoranza è figa e il Percorso Calabrozen), un disco in cui la band racconta un’umanità caleidoscopica e senza voce, di bambini, donne, immigrati ed emarginati, attraverso canti e musiche che servono per vivere, resistere e anche cambiare. Ma non mancano brani storici dei primi album come Onda Calabra, L’imperatore, Riturnella, Lupu, Ciani e canzoni più recenti come Uomini viaggianti, Giorgio, La nave dei veleni, Crotone, Vento di scirocco. (rkr)

ROCCA DI NETO (KR) – L’incontro “Se cresce la Calabria cresce l’Italia”

Questa sera, a Rocca di Neto, alle 19.30, a Piazza Giovanni Paolo II, è in programma l’incontro pubblico dal titolo Se cresce l’Italia cresce l’Italia, alla presenza del sindaco di Venezia e presidente nazionale di Coraggio Italia, Luigi Brugnaro.

Si tratta del primo appuntamento elettorale del partito Coraggio Italia per le prossime elezioni regionali del 3/4 ottobre, e vedrà la partecipazione del sindaco, Alfonso Dattolo.

Intervengono il senatore Gaetano Quagliariello, vicepresidente di Coraggio Italia, gli onorevoli Cosimo Sibilia e Maurizio D’Ettore, il coordinatore regionale di “Cambiamo!” Francesco Bevilacqua e Pino Bicchielli, socio fondatore di Coraggio Italia. 

Modera i lavori Salvatore Audia, direttore di Esperia TV. (rkr)

 

Ad agosto a Rocca di Neto la quinta edizione del NeaithoSud Festival

Il 4 e il 5 agosto, a Rocca di Neto, è in programma la quinta edizione del NeaithoSud Festival, organizzato da Calabria Sona in collaborazione con  la Pro Loco, e la Marasco Comunicazione e dedicato ai giovani musicisti emergenti  nel panorama etno-folk calabrese.

 Uno stimolo positivo, in tal senso, è arrivato anche dall’Amministrazione comunale di Rocca di Neto, guidata dal Sindaco Alfonso Dattolo, che ha inteso garantire il sostegno dell’ente per la realizzazione dell’evento, riconoscendo il valore aggiunto che il Festival è in grado di offrire per la visibilità e la promozione del territorio.

Il NeaithoSud Festival rappresenterà la vetrina ideale per i giovani talenti che avranno l’opportunità di esibirsi sul palco godendo di un importante ritorno mediatico e televisivo. I concorrenti saranno valutati da una giuria di esperti e di addetti ai lavori, pronti a dispensare utili consigli a tutti i partecipanti. Al vincitore, come negli anni passati, sarà data la possibilità di pubblicare un lavoro discografico con Calabria Sona e di andare in tour la prossima stagione.

Sono partite le iscrizioni per le selezioni dei quattro gruppi che, con 30 minuti a disposizione, si esibiranno la sera del 4 agosto, di cui due accederanno alla finale del giorno successivo. Il termine per le domande è fissato al 20 luglio. Il direttore artistico del Festival, Raffaele Marasco, sta lavorando, inoltre, al programma completo dell’evento che prevede la presenza di ospiti di alto profilo artistico. Non mancheranno, anche in questa edizione, gli stand dedicati agli artigiani del territorio dei vari settori che avranno modo di far conoscere i loro prodotti.

Per informazioni è possibile scrivere un mail a rmarasco@marascocomunicazione.com, telefonare al numero 338-6622510 oppure contattare la stessa Pro Loco di Rocca di Neto su facebook. (rkr)

Nel Crotonese un corso online per le scuole contro il cyberbullismo

Promosso e organizzato dall’avv. Salvatore Rocca, consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Crotone e Presidente del Movimento Forense di Crotone, si svolge mercoledì 3 marzo un Convegno in modalità telematica che darà inizio alla seconda edizione del Corso nelle scuole dell’istituto comprensivo di Rocca di Neto per affrontare il fenomeno del Cyberbullismo e del Bullismo. L’incontro ha avuto il patrocinio dell’Università Niccolò Cusano di Crotone con il direttore Leonardo Maria Rocca e del Comune di Rocca di Neto che hanno da subito aderito alla lodevole iniziativa.

Convegno Cyberbullismo

Tra i diversi relatori ci saranno anche gli esperti del settore l’avv. Frank Mario Santacroce e l’avv. Rosario Carnevale (dirigente generale del CO.RE.COM Calabria). Il corso verrà articolato in diverse ore di lezione, distribuite tra i diversi volontari avvocati che aderiscono all’associazione del Movimento Forense sede territoriale di Crotone.
Secondo l’avv. Rocca «Il bullismo e il cyberbullismo sono problematiche che stanno diventando sempre più rilevanti all’interno della scuola. Iniziamo con il fare più chiarezza su questi argomenti. Non si considera mai che bullismo e cyberbullismo avvengono a causa di una mancata formazione, di una educazione comportamentale ed emozionale assente unita a una visione empatica ancora non sviluppata in giovane età. La scuola è il primo luogo di aggregazione eterogenea con cui i ragazzi vengono in contatto, un luogo dove per la prima volta si confrontano e si “affrontano”. I casi di bullismo a scuola sono frequenti ma per fortuna le dinamiche sociali di un ambiente educativo possono essere visibili, affrontate e contrastate. Con l’ingresso dei più giovani sul web invece queste dinamiche diventano nascoste, settoriali e continuative. La vittima non ha più via di fuga, non ha un luogo sicuro dove evitare l’aggressione, è sotto tiro 24 ore su 24. Nel cyberbullismo la violenza non ha mai fine, perché rimane visibile, presente e a portata di schermo ogni momento della propria giornata. Se prima una lettera, un affronto verbale o corporeo (seppur sempre deprecabili) erano delimitati dal tempo stesso della lettura/azione, ora l’offesa si ripresenta ogni volta che l’alunno è connesso a internet. Tutte le informazioni negative, positive, false o vere, connesse a noi, una volta nel web non possono essere cancellate e controllate. La facilità di accesso a internet porta giovani adulti non educati alla comunicazione e all’ambiente stesso del web ad entrare in contatto con un mondo senza conoscerne le conseguenze».
L’avv. Rocca, auspica che il nuovo consiglio regionale possa approvare in tempi brevi la proposta di legge regionale organica in materia di “prevenzione e contrasto dei fenomeni del bullismo e cyberbullismo”, redatta dal Consigliere regionale Calabria Frank Mario Santacroce, già Segretario dell’organismo Corecom, ed approvata da tutto il comitato.

Il convegno si svolge alle 15 sulla piattaforma Microsoft Teams, (rkr)