ROCCELLA JONICA (RC) – Verso la definizione del protocollo “Roccella Estate Sicura 2020”

Roccella Estate Sicura 2020 è il nome del protocollo a cui sta lavorando l’Amministrazione comunale di Roccella Jonica per garantire piena sicurezza agli ospiti che decideranno di giungere nella cittadina calabrese.

L’obiettivo è quello di individuare una serie di interventi e di iniziative finalizzati a stabilire un quadro di riferimento procedurale, organizzativo e tecnologico utile a rendere minima la possibilità di trasmissione del contagio nel territorio comunale, così da consentire sia un rientro controllato negli spazi pubblici di aggregazione sociale, nel pieno rispetto  delle disposizioni governative, sia la ripresa delle attività economiche con particolare riguardo alle imprese della filiera turistico-ricettiva,  impegnate ad adeguare la propria organizzazione in vista della stagione estiva. 

«Un protocollo – si legge in una nota – fondato sul principio Io proteggo tutti, basato sulla certezza che la prevenzione e il contenimento del contagio possono essere ottenuti con strategie mirate, di informazione e formazione, e che ciascun cittadino o soggetto che si trova a risiedere, anche momentaneamente, sul territorio comunale, partecipa in maniera attiva alle azioni di contenimento praticando comportamenti consapevoli: utilizza correttamente i presidi di prevenzione (es. mascherine, guanti, ecc.), fruisce degli spazi pubblici rispettando le misure organizzative messe in piedi per il rispetto della distanza di sicurezza, si avvale dei sistemi messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale per evitare inutili assembramenti».

«In quest’ottica – prosegue la nota – ci siamo mossi nei giorni scorsi per consentire ai concessionari degli stabilimenti balneari di ampliare la concessione per un ulteriore 25% di lunghezza sul fronte mare, aumentando così i margini di sicurezza per il posizionamento degli ombrelloni sull’arenile. Abbiamo per questo richiesto alla Regione Calabria l’autorizzazione a qualificare l’emergenza COVID-19 come causa di forza maggiore idonea ad attivare l’applicazione della previsione del Piano di Spiaggia che consente l’allargamento del fronte di concessione nel caso di erosione costiera. La Regione Calabria ha accolto questa richiesta e, pertanto, i concessionari che ne faranno richiesta potranno aumentare la superficie disponibile, integrando per il corrispondente valore l’onere di concessione».

«In questi giorni, inoltre – si legge nella nota – stiamo approntando un pacchetto di interventi sul fronte fiscale. Lo facciamo con lo spirito che ci ha sempre guidati, consapevoli che in situazioni delicatissime come quella che stiamo vivendo non possiamo dare alcuno spazio alla demagogia. Chi sollecita l’Amministrazione Comunale a rinviare il pagamento dell’IMU deve sapere che l’imposta non è nella totale disponibilità comunale e che pertanto nessun rinvio è possibile senza un provvedimento governativo. Chi chiede di rivedere la TARI non può non aver letto che, proprio in virtù dell’emergenza, quest’anno non si approva nessuna nuova articolazione tariffaria essendo di diritto valide le previsioni dello scorso anno. A dicembre sarà possibile intervenire con riduzioni del tutto legittime nel prossimo esercizio. Così come la riduzione della TOSAP oggi può essere indicata come mera volontà, non essendo possibile, a bilancio non approvato, alcuna revisione delle entrate e delle spese comunali. Siamo in una situazione di assoluta ed inedita emergenza sul fronte gestionale amministrativo e qualsiasi intervento è possibile solo se supportato da chiari indirizzi governativi che, in parte, sono contenuti nel decreto Rilancio di prossima approvazione».

«Appena il quadro di riferimento normativo nazionale sarà chiaro – conclude la nota – definiremo gli interventi possibili e più efficaci per venire incontro alle difficoltà degli utenti. Ripartiamo, quindi, con responsabilità e serietà, che sono i presidi di difesa migliori per contrastare la diffusione del contagio». (rrc)

 

L’amaro Rupes di Roccella è il miglior liquore amaro del mondo 2020

Prestigioso riconoscimento per l’amaro Rupes di Roccella Jonica, che è stato decretato il Migliore liquore amaro del mondo 2020.

Il liquore ha conquistato la giuria internazionale grazie al «classico olfatto e gusto, con sfumature di erbe lascia al palato una morbidezza composita. Sentori di cioccolato allo zenzero e un’amarezza contenuta rendono questo Amaro ricco e allettante».

«Rupes – si legge sulla pagina Facebook dell’amaro – grazie al suo gusto deciso e raffinato, dal carattere inconfondibilmente calabrese, recupera questa storia, che racconta un territorio e le sue eccellenze partendo dai prodotti della natura che nascono naturalmente e crescono genuinamente. Trenta erbe officinali ed aromatiche, provenienti dalla Locride, realizzano questa singolare e piacevole alchimia tra note erbacee amare, speziate ed amabili. Per la sua preparazione viene ancora utilizzato il vecchio metodo artigianale della macerazione a freddo degli ingredienti, tra i quali spiccano il finocchietto selvatico, le radici di liquirizia calabrese e l’alloro».

«Degustandolo – si legge ancora – si può rivivere ancora oggi la leggenda che narra di come il nome fu coniato da intellettuali patrioti nella prima metà dell’800, precursori dei moti Carbonari che portarono all’Unità, facendolo derivare dal luogo in cui veniva distillato: ai piedi della famosa Rupe di Roccella, un tempo Anphisia. Passarono molti anni e Vincenzo, mastro distillatore, detentore della ricetta originale e capostipite della famiglia Errigo, prima di morire alla fine del XIX secolo, strappa una promessa al figlio: “La ricetta di Rupes dovrà essere tramandata ma il racconto di quegli incontri per la libertà dovrà rimanere un segreto almeno per un secolo”; aleggiava ancora il timore del Regno despota che si era dissolto al cospetto dell’Italia».

«Così – si legge ancora sulla pagina Facebook – quella ricetta fu tramandata nel silenzio, di padre in figlio, per quattro generazioni. Rupes quindi trova le sue radici dall’incontro tra un semplice commerciante con alcuni giovani dagli alti ideali. E grazie a Vincenzo, scomparso nel 2019, che portava il nome del suo trisavolo, ed ai due figli Francesco e Luca, ritorna sulle tavole; ed è bello pensare ad un brindisi, ora come allora, per la libertà ed il piacere, in un momento storico in cui l’Unità Nazionale è ritornata alle coscienze come valore aggiunto nell’essere italiani!». (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – “Junker”, l’app che rende fare la differenziata facile

Si chiama Junker l’applicazione – disponibile sia per Android che per IOS gratuitamente – che il Comune di Roccella Jonica ha adottato e messo a disposizione dei cittadini per fare la differenziata, rendendola un gioco da ragazzi.

Ideata da Giacomo Farneti, l’app è nata da una domanda: la tecnologia, oggi, può dare un modo più veloce e preciso di sapere come differenziare i prodotti? La risposta è sì, ed è così che è nata Junker.

Grazie a questa app, infatti, basta scansionare il codice a barra del prodotto o dell’imballaggio: Junker lo riconosce grazie ad un database interno di oltre 1 milione e mezzo di prodotti e ne indica la scomposizione nelle materie prime e i bidoni a cui sono destinati e, se non è nel database, l’utente può trasmettere all’ applicazione la foto del prodotto e ricevere la risposta in tempo reale, mentre la referenza viene aggiunta a quelle esistenti. 

Grazie a questo strumento, l’Amministrazione comunale può comunicare direttamente molte altre informazioni,  come ad esempio l’ ubicazione dei punti di raccolta, percorsi, calendari del porta a porta, indicazioni per i rifiuti speciali, segnalazione degrado ed altro. In tal modo si previene anche il rischio di sanzioni indesiderate. 

Junker, per Roccella, si arricchisce di due ulteriori funzionalità: la prima è legata alla Bacheca del Riuso. Quante volte gettiamo tra i rifiuti libri, giocattoli, mobili, articoli di collezionismo, elettrodomestici e apparecchiature di vario genere, ancora in buono stato, che potrebbero avere una nuova, seconda vita, magari con un po’ di creatività? La Bacheca del Riuso, visitabile nel menù Servizi di Junker, è utile per ridurre il volume di rifiuti destinati allo smaltimento.

Una vetrina virtuale dove chiunque abbia un oggetto di cui intende disfarsi, invece di buttarlo, può fotografarlo e metterlo a disposizione (a titolo rigorosamente gratuito) di altri che, sempre tramite l’applicazione, possono prenotarne il ritiro. 

La seconda funzionalità, invece, è legata ad una estensione alle attività di Protezione Civile.

«Appena disponibile – si legge in una nota – daremo la possibilità a tutti gli utenti di consultare il Piano Comunale di Protezione Civile e di ricevere direttamente sullo smartphone le comunicazioni più urgenti. Inoltre, all’interno del pacchetto dell’applicazione sarà presente un Programma di didattica e giochi in tema di Educazione Ambientale che consentirà ai più piccoli di apprendere, giocando, l’importanza della raccolta differenziata e le corrette modalità di esecuzione».  (rrc)

Mattarella premia i ragazzi di Roccella: un bellissimo esempio di solidarietà

Una straordinaria lezione di solidarietà ed inclusione è arrivata dai ragazzi della III A del Tecnico Industriale Ettore Maiorana di Roccella Jonica, che è stata premiata dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con la Targa di Testimoni di Solidarietà ed Inclusione.

«La motivazione indicata nella Targa – ha scritto su Facebook Vittorio Zito, sindaco di Roccella – ci racconta di un compagno di classe che aveva i problemi di relazione di chi è affetto da sindrome di autismo e che, aiutato dalla amicizia e dall’impegno della classe, ha svolto un originale percorso di integrazione. Il racconto di questa esperienza ci restituisce il senso profondo di questo percorso collettivo, che, se da un lato ha consentito a quel ragazzo di conquistare la fiducia dei suoi compagni rendendolo uno studente coinvolto e disponibile, dall’altro ha dato la possibilità ad ognuno dei protagonisti di questa bellissima storia di crescere, conoscendo meglio se stesso».

«In questa esperienza collettiva, come riportato nella motivazione – ha proseguito il sindaco Zito – “l’inclusione si è trasformata per tutti in un percorso di condivisione e di crescita collettiva.” Una straordinaria lezione sul valore sociale della inclusione scolastica, che ci fa comprendere, con azioni concrete, che la solidarietà verso i più deboli non può e non deve avere finalità di mero soccorso, ma che, al contrario, è uno straordinario strumento di crescita personale e collettiva. Che degli effetti dell’essere solidali non beneficia solo chi la solidarietà la riceve, ma anche, e forse soprattutto, chi è capace di donarsi».

«Questi 11 ragazzi di 16 anni, con semplicità – ha proseguito il sindaco Zito – ci hanno dimostrato cosa debba significare, per una comunità, non lasciare indietro nessuno. E sono stati capaci di cogliere il senso del lavoro fatto da una figura alla quale, dall’esterno della scuola, spesso non diamo il riconoscimento che gli è dovuto per l’importanza del compito che svolge e per la sua valenza sociale. Mi riferisco alla figura dell’insegnante di sostegno, che in questo caso ha dimostrato di essere andata oltre il suo compito “istituzionale”, riuscendo non solo ad agevolare l’inserimento scolastico dell’alunno problematico, ma ad aiutare la crescita culturale di una intera classe, orientandola al valore fondativo del vivere civile: la solidarietà tra uomini».

«Voglio, quindi – ha proseguito il sindaco Zito – porgere i sentimenti più sinceri di riconoscenza e le più sentite congratulazioni ai protagonisti di questa bellissima storia: ai ragazzi della III A, ai loro genitori, all’insegnante di sostegno e a tutto il corpo docente, che hanno dimostrato una straordinaria sensibilità e grandissima professionalità. E, in questa occasione, voglio ringraziare la dirigente dott.ssa Fiorenza, il corpo docente e il personale amministrativo dell’IIS Mazzone per lo straordinario lavoro quotidiano che svolgono per il progresso culturale e la crescita dei nostri ragazzi. Grazie a tutti loro, oggi, in questi tempi di angoscia, abbiamo vissuto un giorno felice per Roccella e per l’intera Calabria». (mp)

ROCCELLA – Il Comune aderisce alle iniziative Anpi del 25 aprile

Il Comune di Roccella Jonica aderisce alle iniziative dell’Anpi – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Reggio Calabria organizzate in occasione del 25 aprile, giorno in cui si festeggiano 75 anni della Liberazione.

sss

Come proposto nell’articolato programma di iniziative stilato dall’ANPI, il sindaco Vittorio Zito ed il Comandante della Polizia Municipale, Alfredo Fragomeli, alle ore 11 di sabato 25 aprile deporranno, a nome di tutta la cittadinanza di Roccella, un omaggio floreale davanti al Monumento ai Caduti della Patria, situato nell’omonima villetta, facendo memoria dei partigiani che si sono sacrificati per la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. 

L’Amministrazione Comunale ha, inoltre, accolto e sposato l’idea del compositore e pianista friulano, ma ormai da tempo roccellese d’adozione, Claudio Cojaniz che, con grande sensibilità, ha voluto celebrare la ricorrenza con un concerto al pianoforte che terrà nel pomeriggio del 25 aprile alle ore 14.30 nella sala “Domenico Bova” dell’ex Convento dei Minimi – che sarà ovviamente chiusa al pubblico – e che grazie alla preziosa collaborazione di TeleMia sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina web dell’emittente televisiva. (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – Presentato il “Radio Rock Festival”

È stato presentato, a Roccella Jonica, la terza edizione del Radio Roccella Rock Festival, organizzata dall’omonima radio, guidata da Massimo Logozzo, in collaborazione con Tana Records e con il patrocinio del Comunale di Roccella Jonica, in programma dal 21 marzo al 1° maggio.

La manifestazione, che per questa edizione avrà una struttura itinerante, nasce con l’obiettivo di garantire ai partecipanti opportuna visibilità e le premesse per delineare un valido percorso artistico e professionale, rivolgendosi in particolare alle nuove generazioni, puntando poi alla condivisione della musica quale traino culturale per il territorio.

Massimo Logozzo, presidente dell’emittente radiofonica, ha poi illustrato le novità di questa edizione: le diverse location che ospiteranno le esibizioni degli artisti e dei gruppi, l’inserimento di un workshop che sarà un vero e proprio seminari di studi e perfezionamento musicale e la presenza di un gruppo di esperti musicali che, nella serata finale del 1° maggio, consegneranno attestati di stima, la titolazione del premio rivolto al miglior testo in italiano a Giuseppe Russo (Peppe Remix), ed infine l’inedita composizione della direzione artistica che vede la cantante e psicologa Manuela Cricelli affiancare Ilario Ieraci.

Si parte, dunque, il 21 marzo, al Chiosco di Caulonia Marina, per poi proseguire il 4 aprile a Roccella Jonica; il 18 aprile al Golosia di Marina di Gioiosa Jonica e, il 19 aprile, il workshop.

Ad arricchire la manifestazione, l’esibizione di una band composta da ragazzini di età compresa tra i 9 e i 12 anni.

Ilario Ieraci, uno dei due direttori artistici, ha sottolineato la scelta di interessare diversi luoghi quale palcoscenico delle varie esibizioni, in quanto consentirà di far conoscere e valorizzare delle valide situazioni musicali nei paesi limitrofi, comunicando infine come nella serata finale, venerdì 1° maggio, che si svolgerà a Roccella Jonica, Largo Colonne Rita Levi Montalcini, vi sarà un super ospite, Ricky Portera, storico chitarrista di Lucio Dalla e fondatore, insieme a Gaetano Curreri, degli Stadio.

Il sindaco di Roccella Jonica, Vittorio Zito, ha sottolineato la valida formula artistica della manifestazione musicale nel sostenere una dimensione culturale intesa a valorizzare la regione e i suoi giovani musicisti, ricordando come la serata conclusiva del 1° maggio andrà ad inserirsi nell’ambito di tutta una serie di iniziative che il Comune programmerà per celebrare i cinquant’anni dello Statuto dei Lavoratori.

Il sindaco ha, poi, evidenziato l’attività dell’emittente fuori dal coro, che da più di quarant’anni si è distinta quale elemento qualificante del tessuto socio-culturale della cittadina, cambiando sì, ma mantenendosi sempre fedele a se stessa, ai propri valori e alle proprie idee. (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – L’evento “Il posto del vento… in tre tempi”

Domani pomeriggio, a Roccella Jonica, alle 17.30, al Convento dei Minimi, l’evento Il posto del vento… in tre tempi.

L’evento dà il via a una serie di attività seguite e sostenute da Fimmina Tv e dalla Casa delle Donne, «per ricordare e celebrare l’8 marzo nel modo più corretto possibile».

«In questa occasione – si legge in una nota – nel 2020 vogliamo dare una svolta positiva alle politiche di genere, consapevoli del fatto che i dati negativi che registriamo, dalla violenza di genere al gender pay gap, alla mancata programmazione sociale a discapito della vita delle donne, possa cambiare con una loro maggiore forza, con l’idea che ce la possiamo fare e che la forza ce l’abbiamo».

L’evento, dunque, verterà sulla presentazione di due libri, entrambi editi da Città del Sole Edizioni: il libro Il posto del vento di Mario Alberti, e il libro Racconti in tre tempi di Rossella Scherl.

I due autori, infatti, dialogheranno con Maria Zema, editor de La Città del Sole Edizioni. Modera Raffaella Rinaldis, direttrice Fimmina Tv. Le letture sono a cura di Rossella Scherl.

«Molti possono essere i modi – ha spiegato Raffaella Rinaldis – attraverso i quali raccontare le dinamiche femminili, servizi giornalistici, inchieste, film, spot, incontri pubblici, narrativa. E’ in quest’ultimo caso che la storia diventa mille storie, perché in essa il lettore trova la sua chiave di lettura e interpretazione,  mediando dalla propria esperienza e arrivando a trasformare quella storia in un proprio ricordo, diretto o indiretto».

«Vivendo in essa il proprio vissuto – ha proseguito la direttrice Rinaldis – ricordando in essa le proprie esperienze. Questo tocca profondamente, più di qualsiasi informazione, più di qualsiasi messaggio. Fermarsi e riprendere i racconti di Mario e Rossella sarà certamente un momento dal quale far partire le riflessioni in un periodo, quello legato all’8 marzo, che deve far riprendere il filo sulla questione della dignità paritaria, del valore delle lotte, della possibilità di cambiare le cose, insieme». (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – Riconfermata la Bandiera Verde

Per il nono anno, è stata confermata la Bandiera Verde dei pediatri alla spiaggia di Roccella Jonica.

La spiaggia, infatti, è rientrata in una selezione di 144 località europee ed italiane che offrono una “spiaggia a misura di bambino”, e si è riconfermata tra le località marine più adatte ai bambini grazie alla presenza di sabbia fine per costruire torri e castelli, acqua limpida e bassa vicino la riva, attrezzature ludiche, assistenza bagnanti, spazio fra ombrelloni per giocare, presenza di strutture ricettive e di svago anche per gli adulti nelle vicinanze.

«È un riconoscimento – ha dichiarato Fabrizio Chefari, assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Roccella Jonica – che accogliamo con grande soddisfazione perché premia l’impegno profuso  da parte di tutta l’Amministrazione comunale per la tutela dell’ambiente e, in particolare, per garantire la qualità della balneazione e per valorizzare le caratteristiche del litorale costiero con l’offerta di servizi e attrezzature che garantiscano a tutti una piena e sicura fruibilità della spiaggia”, ha dichiarato Fabrizio Chiefari. “Questo ci stimola a proseguire con maggiore incisività su questo fronte –  ha aggiunto l’Assessore –  per ampliare attraverso una programmazione di sviluppo sostenibile e aperta all’adozione di buone pratiche ambientali, sempre più anche l’attrattività turistica della nostra cittadina». (rrc)

ROCCELLA JONICA – La II edizione della “Settimana della Memoria”

Dal 26 al 2 febbraio, a Roccella Jonica, si celebra la seconda edizione della Settimana della Memoria, ideata e promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Roccella Jonica, diretto da Bruna Falcone, in collaborazione con le Istituzioni scolastiche locali, associazioni  culturali e cittadini  per omaggiare tutte le vittime delle persecuzioni razziali, etniche e politiche.

Il progetto, il cui filo conduttore è Ieri, oggi e domani per non dimenticare, è finalizzato, oltre che alla commemorazione delle migliaia di  vittime della Shoah, a favorire una riflessione comune, a partire dalle più giovani generazioni, sull’importanza di non dimenticare  i tragici risvolti dell’indifferenza, dell’antisemitismo e della discriminazione razziale che caratterizzarono quell’epoca storica, le cui radici sono ancora,  purtroppo, drammaticamente presenti nella società odierna.

«La seconda edizione della Settimana della Memoria – ha dichiarato l’assessore Falcone – allargherà il campo di riflessione all’importanza di ricordare quanto di più brutale l’uomo è riuscito a compiere contro vittime innocenti, spinto da atteggiamenti di insensibilità e violenza, aggravati da assurde leggi razziali, affinché questo non si ripeta mai più».

«L’obiettivo – ha proseguito l’assessore Falcone – è quello di stimolare un atteggiamento che combatta la dilagante tendenza all’indifferenza verso la sofferenza degli altri, reagendo contro l’ingiustizia e i diritti negati all’umanità. Sull’esempio di testimoni come il compianto ex deportato Pietro Terracina, al quale sarà riservato un particolare omaggio nel corso della Settimana, dobbiamo  diventare noi stessi testimoni della necessità di non chiudere gli occhi di fronte al male».

Il calendario degli eventi della manifestazione, infine, sarà presentato questo pomeriggio, alle 18.00, all’ex Convento dei Minimi.

Intervengono il sindaco di Roccella Jonica, Vittorio Zito, Bruna Falcone, assessore alla Cultura, Emanuela Cannistrà, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Coluccio-Filocamo”, Rosita Fiorenza, dirigente scolastico dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Pietro Mazzone” e Domenico Scali, curatore del progetto Omaggio a Pietro Terracina. (rrc)

ROCCELLA JONICA – Il concerto del Parto delle Nuvole Pesanti

Questa sera, a Roccella Jonica, alle 21.00, il concerto del Parto delle Nuvole Pesanti.

L’evento fa parte degli appuntamenti della 39esima edizione del Roccella Jazz Festival – Pop&Jazzy Christmas, con la direzione artistica di Vincenzo Staiano.

Sul palco, Salvatore De Siena (voce, chitarra acustica, tamburello), Amerigo Sirianni (chitarra elettrica, mandolino, voce, cori), Antonio Rimedio (fisarmonica), Enzo Ziparo (chitarra battente), Mimmo Crudo (basso elettrico), e Manuel Franco (batteria e percussioni). (rrc)