ROCCELLA JONICA (RC) – Visite gratuite dermatologiche all’evento “Ygeia – La salute in piazza”

Torna a Roccella Jonica l’atteso evento “Ygeia – La salute in piazza” promosso dall’associazione Adoi (associazione Dermatologi Venerologi ospedalieri italiani e della sanità pubblica) con il patrocinio del Comune di Roccella Jonica, per sensibilizzare l’opinione pubblica su problematiche inerenti al mondo della sanità. Una tre giorni, a partire dal prossimo 4 agosto al 6, con divulgazione, incontri e test eseguiti da specialisti del settore.

Presso Largo Rita Levi Montalcini, dove sarà allestito il villaggio della salute, sarà possibile effettuare visite dermatologiche gratuite prenotandole con una chiamata o scrivendo un messaggio al numero di telefono 3291137450. Le visite saranno effettuate a partire dalle ore 20 di venerdì 4 Agosto per tutta la durata dell’evento Ygeia. Tornando al programma delle iniziative di “Tabularasa- Ygeia”, giorno 4 Agosto specialisti del settore incontreranno la comunità per affrontare il tema “Innovazioni in Dermatologia. Le malattie infiammatorie croniche”.

Sabato 5 agosto invece, si affronterà il delicato tema “Sole e pelle” con un minuzioso approfondimento dei dermatologi sui sintomi, i rischi di una lunga esposizione al sole e i rimedi. L’ultimo giorno, domenica 5, si parlerà di “Dermatologia estetica”, ringiovanimento di viso e collo, stile di vita, terapia laser e tanto altro ancora.

A fine serata, alle ore 22,30, ingresso gratuito, il concerto del cantante e paroliere italiano Gennaro Cosmo Parlato, prima data in Calabria. Gennaro ha quattro dischi all’attivo, un film con il regista e attore americano John Tunturro e tre anni in tv con Piero Chiambretti; nella sua carriera, ha scritto brani per Mina, Donatella Rettore, Fiordaliso (così, per citarne alcuni) ed ha collaborato con artisti pop nazionali del calibro di Caparezza, Giusy Ferreri ed Enrico Ruggeri.

“Ygeia – La salute in piazza” è un evento assolutamente da non perdere, caratterizzato da visite mediche gratuite ma anche, interessanti dibattiti e talk sulla psoriasi e sulla prevenzione della dermatite atopica e dei tumori della pelle. (rrc)

Presentata la 43esima edizione del Roccella Jazz Festival

Sarà La musica e l’ascesa del popolo di mezzo il tema principale della 43esima edizione del Roccella Jazz Festival, in programma dal 26 agosto al 3 settembre a Roccella Jonica, con una tappa a Martone prevista per il 29 agosto.

Ad illustrare la rassegna, promossa dal Comune, sono stati il sindaco della cittadina jonica Vittorio Zito ed il direttore artistico Vincenzo Staiano.

«La manifestazione si svolge grazie al contributo fondamentale della Città Metropolitana di Reggio Calabria e ad un finanziamento della Regione Calabria che deriva da una selezione alla quale abbiamo partecipato risultando beneficiari di risorse per le attività culturali nel 2022 che possono essere svolte fino al 2023», ha introdotto il sindaco Zito.  

«Rumori Mediterranei è un festival dalle caratteristiche molto particolari – ha aggiunto – nel quale abbiamo voluto inserire, quest’anno, un evento speciale, fondato non solo su una proposta artistica, ma anche politica: sono due serate musicali dedicate alla Turchia, colpita insieme alla Siria nei mesi scorsi da un disastroso e tragico sisma. Considerati i legami artistici già instaurati con la nazione turca nelle passate edizioni del Festival, nell’ambito degli omaggi alle culture musicali del Mediterraneo, ne abbiamo parlato con il dott. Giorgio Marrapodi, ambasciatore italiano ad Ankara, originario di Martone, che ha subito sposato questa idea. Sono sicuro che sarà un evento molto bello e intenso, grazie al direttore artistico Staiano che è riuscito a mettere in piedi una proposta molto interessante, coinvolgendo musicisti di origine turca che vivono in Europa». 

«La peculiarità di questa rassegna, rispetto ai numerosi festival che si svolgono in Italia, sta nelle produzioni originali, che costituiscono l’essenza e la storia di Rumori Mediterranei. In questa edizione abbiamo diciotto concerti in cartellone distribuiti in nove giorni e, nella maggior parte dei casi, sono o prime visioni a livello nazionale o progetti commissionati e prodotti da noi», ha evidenziato a sua volta il direttore artistico Vincenzo Staiano. 

«Abbiamo scelto di omaggiare gli artisti italo – americani partendo da un libro dell’autore Mimmo Gangemi intitolato ‘Il popolo di mezzo’ che abbiamo adattato in ‘La musica di mezzo’ per cercare di mettere in risalto il contributo fondamentale che essi diedero al jazz. A partire da Nick La Rocca per arrivare a Tony Bennett, che ci ha lasciato da poco e al quale abbiamo dedicato la 43° edizione del Festival», ha concluso. 

La kermesse prenderà il via con i progetti “Jazz back to Grammo” e “Mediterraneo Ostinato” al centro dell’“Opening night”, in programma il 26 agosto alle 21.30 sul waterfront Sisinio Zito. Il cartellone sarà diviso nelle sezioni: “Next generation jazz”, lo spazio tradizionalmente dedicato ai giovani (27 e 28 agosto,  waterfront Sisinio Zito); “Martone e Roccella for Turkey”, con quattro formazioni multinazionali guidate da musicisti nati in Turchia e di cultura turca, che operano in grandi città europee (29 agosto, piazza Matteotti, Martone; 30 agosto, Teatro al Castello, Roccella); e “Rumori Mediterranei – Italians Americans again” (dal 31 agosto al 3 settembre, Teatro al Castello, Roccella), dedicata in gran parte a figure storiche del jazz italo-americano, ma che ospiterà anche alcuni grandi nomi del panorama jazzistico italiano e internazionale.

Saranno Frank Sinatra, Scott LaFaro, Tony Scott, Henry Mancini, Sal Nistico’, Joe Venuti, Eddie Lang e Chick Corea le star di origine italiana al centro di una serie di produzioni originali di Roccella Jazz Festival 2023, gestite da grandi protagonisti della scena jazzistica nazionale e internazionale come Rachel Gould, Luis Bonilla, Riccardo Fassi, Mary Holvorson, Jessica Pavone, Jim Rotondi e Michael Rosen. 

Inedito e di grande spessore, come rimarcato dal direttore Staiano, il progetto su Frank Sinatra che sarà presentato dal prof. Luca Cerchiari, uno dei massimi esperti europei di jazz, nella veste di storyteller e dal quartetto di Greta Panettieri, una delle più brillanti vocalist in circolazione nel nostro paese.

Oltre agli omaggi agli italo-americani, ad arricchire il calendario dei concerti ci saranno anche le performance di artisti del calibro di Lino Patruno con il suo Jazz Show (31 agosto, Teatro al Castello) e di Sergio Cammariere accompagnato dalla sua storica band (2 settembre, Teatro al Castello).

Cospicua anche la presenza femminile al Festival con alcune grandi protagoniste del jazz contemporaneo come Mary Halvorson, Jessica Pavone, Rachel Gould, Greta Panettieri, Barbara Eramo, Cansu Tanrikulu, Dila Vardar e l’emergente Rokhaia Niang. Quest’ultima sarà la vocalist al centro della scena nel concerto conclusivo di Rumori Mediterranei (3 settembre ore 22.30, Teatro al Castello, Roccella) affidato al Footprint Project, gruppo berlinese che proporrà un effervescente mix di jazz, hip-hop, neo-soul e afrobeat.

Ad arricchire il programma musicale della 43esima edizione del Roccella Jazz Festival ci saranno anche quest’anno attività didattico-formative, come le master class di strumento e voce, presentazioni di libri e CD e incontri con grandi protagonisti del panorama jazzistico internazionale. (rrc)

 

ROCCELLA JONICA – Venerdì si presenta il saggio “L’arcolaio delle fiabe”

Venerdì 28 luglio, a Roccella Jonica, alle 19, in Largo Rita Levi Montalcini, sarà presentato il saggio L’arcolaio delle fiabe. Il femminile e la trasfigurazione nei racconti popolari. L’evento è stato organizzato dal Circolo di Lettura dell’Aras con il patrocinio del Comune di Roccella Jonica, e fa parte della Rassegna culturale I caffè artistico – letterari 2023.

Ospite della serata lo scrittore, folklorista e mitologo Paolo Battistel che presenterà il suo ultimo libro moderato dal professor Pasquale Casile, storico, ricercatore grecista, vicepres. Ass. Cult. Magna Grecia – Pieve Emanuele
Scrittore e profondo conoscitore del mito e del folklore europeo, Paolo Battistel ci conduce nei recessi più profondi di quelle antiche narrazioni che noi siamo soliti chiamare “fiabe”. Storie sacre e arcaiche generate all’alba dell’umanità e apparentemente tanto semplici da sembrare a molti soltanto delle “storie per bambini”. Dietro al velo di moralità e censura, il canto della fiaba risveglia l’essenza più profonda dell’essere umano (dal bambino all’anziano) riscuotendolo dalla sua grigia opacità e facendolo rinascere a nuova vita.
In questo testo l’autore si concentra sulla figura della donna – nei suoi infiniti volti e funzioni – all’interno delle fiabe. Si viaggerà dalla dolce Rosaspina dal sonno incantato, verso principesse viziate, in fuga da un brutto ranocchio, fino a giungere a oscure dee e streghe come Baba-Jaga. Le fiabe ci incantano perché ritroviamo in esse i frammenti della nostra stessa anima, che prendono vita al suono magico delle parole “C’era una volta…”.
Paolo Battistel, docente e scrittore torinese, è laureato in filosofia e specializzato nello studio del mito e del folklore. Vanta numerose collaborazioni con testate giornalistiche e trasmissioni televisive nazionali (Mediaset) e locali. Vanta numerose pubblicazioni, ricordiamo la raccolta di fiabe Lu Barban, il diavolo e le streghe, i saggi di storia e mitologia Il sangue di Caino, I figli di Lucifero e Il dio cornuto; il bestseller sullo studio della fiaba La vera origine delle fiabe. Gli ultimi frammenti di un mondo perduto; infine L’arcolaio delle fiabe. Il femminile e la trasfigurazione nei racconti popolari, uscito con Oligo Editore, è la sua ultima pubblicazione uscita il 16 giugno di quest’anno. (rrc)

Ad agosto torna il Roccella Jazz Festival

Dal 26 agosto al 3 settembre torna il Roccella Jazz Festival, giunto alla 43esima edizione e la direzione artistica di Vincenzo Staiano.

Una serie di omaggi alle grandi stelle del jazz italo-americano, due serate speciali dedicate alla Turchia, la sezione “Next generation jazz” – palcoscenico riservato alle band formate da giovani musicisti – saranno al centro del programma di “Ai confini del jazz – La musica di mezzo del Festival Internazionale del Jazz Rumori Mediterranei.

Il programma della manifestazione sarà presentato alla stampa giovedì 27 luglio alle 11 nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso la sala riunioni Giusy Bruzzese del Comune di Roccella Jonica.

Accanto ai concerti serali anche questa edizione propone altre attività didattico-formative, come le master class di strumento e voce, le presentazioni di libri e CD e gli incontri con grandi protagonisti del panorama jazzistico internazionale. Confermata come da tradizione la vocazione del Festival a privilegiare progetti innovativi e musicisti che amano la sperimentazione e la ricerca; saranno infatti nove le produzioni originali e quattro le prime nazionali su un totale di diciotto concerti. 

L’evento è stato ammesso a finanziamento nell’ambito dell’Avviso pubblico “Eventi Culturali” promosso dalla Regione Calabria a valere sulle risorse del PAC 2014/2020 e gode del sostegno finanziario della Città Metropolitana di Reggio Calabria che ha confermato il proprio impegno a favore di questa manifestazione internazionale che da 43 anni dà lustro alla Calabria.

Ricco il cartellone messo in piedi da Vincenzo Staiano, direttore artistico di Rumori Mediterranei. Saranno Frank Sinatra, Scott LaFaro, Tony Scott, Henry Mancini, Sal Nistico’, Joe Venuti, Eddie Lang e Chick Corea le star di origine italiana al centro di una serie di produzioni originali del Festival gestite da grandi protagonisti della scena jazzistica nazionale e internazionale come Rachel Gould, Luis Bonilla, Riccardo Fassi, Mary Holvorson, Jessica Pavone, Jim Rotondi e Michael Rosen. Al Teatro al Castello saranno cinque, infatti, le formazioni impegnate nei “tribute ai paisani”. Il Riccardo Fassi Sextet omaggerà Henry Mancini, il quartetto Pavone-Halborson-Duston-Fujiwara, in prima mondiale a Roccella, ricorderà Joe Venuti ed Eddie Lang, il Rachel Gould Quintet  riproporrà dal vivo una celebre incisione di Rachel Gould e Sal Nisticò, mentre il Rotondi-Rosen-Gorgone-Piccirillo-Fiore Quintet presenterà, in prima assoluta, degli arrangiamenti di brani famosi di Chick Corea, scomparso due anni fa. Inedito e di grande spessore il progetto su Frank Sinatra che sarà presentato dal Prof. Luca Cerchiari, uno dei massimi esperti europei di jazz, nella veste di story teller e dal quartetto di Greta Panettieri una delle più brillanti vocalist in circolazione nel nostro paese. In cartellone anche un inedito documentario su “Frank Sinatra e l’Italia” a cura del Master in ‘Editoria e produzione musicale’ dell’Università IULM di Milano diretto dal Prof. Luca Cerchiari.

I concerti del Teatro al Castello saranno preceduti da altre performance. Giorno 26 agosto, nella serata d’apertura del Festival sul Waterfront Sisinio Zito, un trio guidato dal sassofonista Carmelo Coglitore improvviserà dei brani partendo dagli ‘hint’ che gli arriveranno dal collezionista e musicologo Giuseppe Nicolò che, nel progetto originale “Back to grammo“, azionerà la manovella dei suoi vecchi grammofoni per fare girare i vinili delle più celebri stelle del firmamento jazzistico italo-americano. A seguire il progetto “Mediterraneo ostinato” della Banda Ikona di Stefano Saletti e Barbara Eramo, con special guest il bravo clarinettista Gabriele Coen, che porterà sul palcoscenico la complessità comunicativa e sonora della lingua Sabir, l’antico esperanto dei pescatori e dei marinai del Mediterraneo.

Sul Waterfront Sisinio Zito, altri contributi originali su Scott LaFaro e Giose Rimanelli verranno dal quartetto Jade Vision di Andrea Brissa e dal Domenico Rizzuto Electronic Ensemble nella sezione riservata ai giovani, che registrerà anche la presenza dell’Andrea Glockner Sextet e del Mirko Onofrio Large Jazz Ensemble, una big band che presenterà “Leon in jazz” un originale progetto di musica “Third Stream” imperniato sugli arrangiamenti di alcune arie del celebre compositore napoletano Ruggero Leoncavallo.

Al Teatro al Castello, invece, oltre agli omaggi agli italo-americani, ad arricchire il quadro ci saranno anche le esibizioni di grandi formazioni come il Lino Patruno Jazz Show e il quartetto di Sergio Cammariere. Il progetto di Lino Patruno richiama il jazz degli albori. Non a caso è un convinto sostenitore della teoria che vuole i musicisti italo-americani di origine siciliana al centro della nascita del dixieland.

Sarà la prima volta di Patruno al Festival, anche se può essere considerato uno dei personaggi più eclettici del mondo dell’intrattenimento italiano perché ha attraversato con successo tutti i generi musicali e i mezzi espressivi della scena contemporanea, mentre Cammariere torna a Roccella dopo 16 anni con i brani del suo ultimo album.

La chiusura della rassegna, invece, sarà affidata al Footprint Project, una band berlinese che proporrà un effervescente mix di jazz, hip-hop, neo-soul e afrobeat con al centro della scena la vocalist Rokhaya Niang.

Di notevole pregio e interesse la sezione “Rumori Mediterranei for Turkey “. Grande attesa, infatti, per quella che, forse, sarà una delle “chicche” del Festival e prevede la partecipazione di formazioni guidate da musicisti turchi provenienti da quattro capitali europee: Ankara, Londra, Berlino e Copenaghen. Due le date. Giorno 29 sul palcoscenico di Martone si alterneranno L’Hakan Basar Triodel pianista enfant prodige Hakan Basar, ormai abbastanza conosciuto in Europa, e il Cansu Tanrikulu Quartet guidato dalla bravissima vocalist Cansu Tanrikulu che suona anche il synth, la chitarra e lavora con l’elettronica per arricchire il suo linguaggio vocale. Giorno 30 agosto, invece, serata d’apertura al Teatro al Castello di Roccella Jonica con il quartetto Ypek Yolu di Orhan Özgur, un cantante e virtuoso del saz, chiamato anche “chitarra saracena”, e la band Dila Vardar & The Odd Beats che opera sulla scena musicale londinese, al momento la più grande fucina di jazz multietnico del pianeta. Quello della vocalist e danzatrice turca Dila Vardar è un ensemble votato alla performance dionisiaca e propone una fusion fatta di musica etnica turca e greca e ritmi di danza balcanica. 

Da sottolineare che sarà di notevole spessore, infine, la presenza femminile al Festival con alcune grandi protagoniste del jazz contemporaneo come Mary Halvorson, Jessica Pavone, Rachel Gould, Greta Panettieri, Barbara Eramo, Cansu Tanrikulu, Dila Vardar e l’emergente Rokhaia Niang.

Tra queste si distinguono la chitarrista Mary Halvorson e la violinista Jessica Pavone due giovani star che dominano le classifiche dei nuovi talenti statunitensi. Si tratta di un duo ormai consolidato che ha alle spalle molte produzioni musicali e l’appartenenza alla cosiddetta “Brooklyn Jazz Renaissance” che sta soppiantando il tradizionale dominio della ormai proibitiva e costosa Manhattan. Il duo, per la prima volta in Italia, sarà affiancato da Nick Dunston al contrabbasso e Tomas Fujiwara alla batteria e costituirà certamente un evento top dell’estate jazzistica italiana. (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – Il 15 luglio taglio del nastro del Museo multimediale immersivo al Castello Carafa

Sarà inaugurato sabato 15 luglio il Museo Multimediale Immersivo di Roccella Jonica – Musmir realizzato su impulso dell’Amministrazione comunale all’interno del Palazzo feudale del Castello Carafa che oggi si presenta ampliato nella sua fruizione con le sale dell’ala sud ovest oggetto di un importante intervento di recupero.

L’innovativo allestimento museale è stato realizzato sulla base di un progetto redatto secondo le linee politiche dell’Ente dall’ing. Lorenzo Surace, Responsabile dell’Area Infrastrutture e Servizi al territorio, con una parte del finanziamento di due milioni di euro assegnato al Comune di Roccella Jonica dalla Regione Calabria e dal Ministero della Cultura con le risorse dell’Asse 6 del Por Calabria 2014/2020 dedicate ai “Progetti strategici sui Beni Culturali”.

I lavori di recupero sono stati eseguiti dall’impresa Vetta Costruzioni con la direzione dell’arch. Alessandra Alvaro mentre l’allestimento del Musmir, curato sotto l’aspetto scientifico dalla dott.ssa Anna Villari, è stato realizzato da Società Civita Mostre e Musei Spa di Roma e da Ett Spa di Genova.

Il nuovo percorso museale si sviluppa su due temi: il primo è cronologico e racconta la storia della Calabria e di Roccella Jonica dalla Preistoria, passando per la colonizzazione greca, l’Età romana, fino ad arrivare al Novecento, con un focus sulla nascita e sull’importanza del Roccella Jazz Festival; il secondo tema, invece, è dedicato alla famiglia Carafa della Spina, determinante per la storia della cittadina, e si sviluppa proprio nell’ala del Castello che anticamente ospitava gli appartamenti nobiliari dei feudatari.

L’allestimento museale è realizzato con le più moderne tecnologie e tendenze museali che fanno convivere esperienze di edutainment e gamification, mantenendo comunque il fondamentale supporto della pannellistica tradizionale.
I dettagli del progetto saranno illustrati alla stampa in una conferenza riservata alle testate accreditate che si terrà nella stessa giornata del 15 luglio alle ore 10.30 nella ex chiesa Matrice del Castello.

L’inizio della cerimonia di inaugurazione è previsto per le ore 18.30 e dopo il taglio del nastro sarà possibile visitare il Museo con ingresso libero gratuito fino alle ore 22.00.

Nella giornata di domenica 16 luglio l’ingresso al Museo sarà ancora gratuito per tutti, ma solo previa prenotazione sulla piattaforma TicketOne al link reso disponibile sul portale turistico Visit Roccella, www.visitroccella.it e sulle pagine social del Musmir. Il museo sarà aperto dalle 10.00 alle 21.00.

A partire da martedì 18 luglio gli ingressi al Musmir saranno a pagamento. Il biglietto potrà essere acquistato presso la biglietteria del Museo o sulla piattaforma TicketOne. Il Museo rimarrà aperto dal martedì alla domenica dalle ore 18.00 alle ore 22.00. (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – Dal 20 al 23 luglio c’è il Roccella Dance Summer

L’arte della danza prende forma e brilla a Roccella Jonica dal 20 al 23 luglio dove sarà di scena il “Roccella Dance Summer”, l’esclusivo stage con performance. Da ogni parte d’Italia convergeranno con vivo entusiasmo le più importanti scuole di danza che arricchiscono di valore un evento che sta già diventando un punto di riferimento su tutto il territorio nazionale.

Sarà un’occasione da non perdere per tutti i giovani che desiderano formarsi e costruire un futuro su basi solide nell’affascinante mondo della danza con il prezioso supporto dei più stimati professionisti del settore. Tra di essi spicca la coreografa e insegnante Alessandra Celentano che insegnerà tecniche e segreti della danza classica, forte anche della sua vasta esperienza internazionale.

Ad aderire allo stage di formazione sono già oltre 200, tra i ragazzi e le ragazze che parteciperanno ma le iscrizioni sono ancora aperte fino al 10 luglio. Domenica 23 luglio è prevista l’esibizione finale dei giovani che vedrà protagoniste tutte le scuole di danza.

Il “Roccella Dance Summer” è organizzato in partnership con il Teatro Golden di Roma ed Eventi Danza Sicilia con il patrocinio del Comune di Roccella Jonica. Direttore Artistico è Giovanni Rosaci, già primo ballerino e docente del Teatro dell’Opera di Roma nonché direttore del dipartimento danza del Teatro Golden e guest teacher Internazionale.

La direzione organizzativa è affidata a Lidia Strangio Asd Tersicore Roccella Jonica. Tra i maestri, oltre a Celentano e Rosaci, saranno operativi anche Ester Parisi che insegnerà le tecniche della danza contemporanea e poi due giovani coreografi: Valerio Guidorizzi per il modern contemporary e Michelangelo Memeo, che si occuperà del laboratorio coreografico contemporaneo (rrc)

ROCCELLA – Sabato la consegna delle Bandiere Verdi dei Pediatri

Sabato 8 luglio, a Roccella Jonica, all’ex Convento dei Minimi, si terrà la cerimonia di consegna delle Bandiere Verdi 2023, il riconoscimento che indica le spiagge adatte alle vacanze di famiglie con bambini, accuratamente scelte dai pediatri dell’International Workshop of Green Flags, presieduto dal prof. Italo Farnetani, docente universitario di Pediatria e ideatore, nel 2008, della iniziativa. 

Il progetto di assegnazione ha coinvolto 2.903 medici italiani e stranieri che hanno operato in regime di volontariato, studiando e selezionando 154 località ideali a soddisfare le esigenze dei più piccoli, ma in grado anche di offrire occasioni di svago ai genitori.

L’elenco aggiornato delle località dove quest’estate sventoleranno le “Bandiere Verdi” è stato già presentato dal professor Farnetani nella conferenza stampa tenutasi sul waterfront di Roccella Jonica lo scorso 4 giugno e comprende 146 spiagge italiane a cui si aggiungono cinque situate nell’Unione Europea e tre in Africa. 

La cerimonia nazionale di consegna dei vessilli ai sindaci e agli ambasciatori insigniti, preceduta da un convegno scientifico, si svolgerà sabato 8 luglio nella cittadina balneare calabrese (dove il riconoscimento dei pediatri sventola ininterrottamente dal 2012), su iniziativa dell’International Workshop of Green Flags in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Roccella e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero del Turismo, del Ministero della Salute e della Camera dei Deputati. 

L’evento prenderà il via alle ore 8.30 in largo Levi Montalcini con l’accoglienza agli ospiti a cura dei figuranti in costume del Corteo storico Carafa i quali, successivamente, accompagneranno i presenti all’ex Convento dei Minimi dove alle ore 9.00 avrà inizio la cerimonia. 

Dopo i saluti delle autorità, i lavori entreranno nel vivo con la relazione del prof. Italo Farnetani (Università di Malta) sul tema “Bandiere Verdi e promozione dello Sport”. Seguirà la tavola rotonda scientifica dedicata al tema Sport in Spiaggia in Sicurezza, condotta dalla dott.ssa Laura Ripani, alla quale daranno i propri contributi: il dott. Antonio Musolino (Locri), il Maggiore Generale Gabriele Lupini (Roma), il prof. Goffredo Vaccaro (Palermo), il Dott. Roberto Trunfio (Locri), la prof.ssa Francesca Farnetani (Modena e Reggio Emilia) e la dott.ssa Rosanna Lia (Roccella Jonica e Locri). (rrc)

ROCELLA JONICA (RC) – L’Antigone di Officine Jonike Arti in due nuove tappe a Roccella e Reggio

Due nuovi appuntamenti all’insegna del teatro classico in chiave contemporanea, per la compagnia Officine Jonike Arti che propone “Antigone – Il sogno della Farfalla” al pubblico di Roccella Ionica e di Reggio Calabria.

Lo spettacolo andrà in scena giovedì 29 giugno alle ore 21.00 all’ex Convento dei minimi di Roccella Ionica e venerdì 30 giugno alle ore 20.00 presso il Parco archeologico “Collina degli Angeli” di Reggio Calabria.

“Antigone – Il sogno della Farfalla” scritto da Donatella Venuti, per la regia di Americo Melchionda, scenografia Melis-Lazzaro, è interpretato da Maria Milasi e dallo stesso Americo Melchionda.

Ispirato a “La tomba di Antigone”, testo teatrale della filosofa spagnola Maria Zambrano – in esilio per 45 anni durante la dittatura franchista – ripropone la storia dell’eroina sofoclea in una chiave ricca di letture contemporanee.

Da sempre l’eroina sofoclea è stata il simbolo del conflitto tra legge degli uomini e legge degli dèi, tra diritto positivo e diritto naturale. La Zambrano, però, restituisce la sua estrema complessità a un personaggio femminile solitamente letto solo in chiave politica e giuridica e che nella riscrittura della drammaturga Donatella Venuti trova diverse e coinvolgenti sfumature legate a una dimensione psicologica ed esistenziale.

Antigone indossa un logorato abito da sposa, ingurgita le pillole che bloccano l’enzima PKMZeta della memoria. Ma le ombre dei personaggi della sua storia tornano a trovarla, sovrapponendosi sotto forma di allucinazioni: il padre e la madre, i due fratelli, la nutrice, l’Arpia – Ragno nella testa.

L’azione si sviluppa in uno spazio intermedio, fra la vita e la morte, illuminato da una luce irreale, in cui si ritrova rinchiusa per ordine di Creonte, una prigione del pensiero dove può decidere se ritrattare e pentirsi o affrontare i suoi fantasmi con la fermezza che la contraddistingue.

Uno spettacolo che emoziona il pubblico, coinvolto dalle interpretazioni di Maria Milasi, delicata e potente Antigone, e di Americo Melchionda, che magistralmente veste i panni dei vari personaggi che si avvicendano in un dialogo reale e immaginario, al confine tra il tempo della storia e quello della vita.

Officine Jonike Arti è attualmente riconosciuta dalla Regione Calabria come Impresa di Produzione Teatrale e questo spettacolo è co-finanziato con risorse Psc Piano di Sviluppo e Coesione 6.02.02 – Avviso pubblico per il finanziamento di programmi di Produzione Teatrale della Regione Calabria – Dipartimento Istruzione Formazione e Pari Opportunità – Settore Cultura. (rrc)

ROCCELLA JONICA (RC) – Domani la cerimonia per la Bandiera Blu

Si svolgerà il prossimo venerdì 30 giugno la cerimonia di benvenuto alla “Bandiera Blu 2023”, il prestigioso riconoscimento simbolo di mare pulito, qualità e sicurezza dei servizi in spiaggia e attenzione all’ecosostenibilità, che la Free (acronimo di “Foundation for Environmental Education”) ha conferito per il 21 anno consecutivo al Comune di Roccella e per il 7 anno di fila all’approdo turistico Porto delle Grazie.

L’iniziativa è organizzata dall’amministrazione comunale, su impulso dell’assessore alle Politiche ambientali Fabrizio Chiefari, in collaborazione con la società in house del Comune, Jonica Multiservizi Spa, e con la società Porto Delle Grazie Srl.

La cerimonia di innalzamento della Bandiera Blu avrà inizio alle ore 19 sul lungomare nei pressi della nuova area giochi, sulle note dell’Inno di Mameli, alla presenza delle autorità e dei cittadini. Presenzieranno il sindaco Vittorio Zito e l’assessore Fabrizio Chiefari che porgeranno i saluti dell’amministrazione.

Al termine dell’alzabandiera, sempre in via Marina, sarà restituito alla comunità, dopo i recenti lavori di riqualificazione, il nuovo Parco giochi comunale, uno spazio ludico attrezzato e inclusivo dove tutti i bambini potranno giocare e divertirsi in sicurezza. (rrc)

ROCCELLA J. (RC) – Verrà ospitato un gruppo di ragazzi ucraini orfani di guerra

Da ieri, lunedì 12 giugno, a sabato 8 luglio un gruppo di bambini, ragazzi e accompagnatori composto da 44 persone, provenienti dalle zone di guerra più martoriate dell’Ucraina, trascorrerà un periodo di vacanza al mare nella cittadina di Roccella Jonica.

L’iniziativa di solidarietà si deve alla locale Comunità interparrocchiale (Parrocchia di San Nicola di Bari e Parrocchia di San Nicola ex Aleph) guidata da padre Francesco Carlino e padre Giovanni Jaomanana che ha accolto prontamente, come già avvenuto l’estate scorsa, l’invito dell’associazione umanitaria “Character ua llc” con sede a Kiev, di ospitare alcuni minori provenienti dalle zone interessate dal conflitto in corso in Ucraina, molto provati da questa drammatica esperienza, per offrire loro un periodo di svago e di serenità in una località balneare.

I ragazzi, di età compresa tra i 6 e i 15 anni, tutti orfani di guerra, saranno ospitati in un’ex struttura alberghiera del centro urbano e potranno contare sull’assistenza e il supporto di numerosi volontari, tra cittadini e componenti delle associazioni cattoliche e laiche, che insieme ai parroci e con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale hanno già predisposto i servizi necessari per il vitto e l’alloggio e un programma di iniziative di intrattenimento per il periodo di permanenza del gruppo a Roccella.

La festa di accoglienza dei giovani ucraini si terrà martedì 13 giugno, a margine dei festeggiamenti locali in onore di Sant’Antonio di Padova, alle ore 20.00 in Largo Colonne, alla presenza dei parroci, del vicario generale della Diocesi di Locri – Gerace, mons. Piero Romeo, e degli amministratori. (rrc)