A Rogliano il convegno della Fiadel Csa Cisal Calabria: Restituire attrattività al lavoro dipendente

Restituire attrattività al lavoro dipendente, con particolare riguardo agli Enti Locali. È la riflessione attorno a cui si è incentrato il convegno svoltosi al Museo di Arte Sacra San Giuseppe di Rogliano e organizzato da Fiadel Csa Cisal Calabria, che ha voluto affrontare le problematiche della sicurezza del lavoro, del precariato, delle difficolta finanziarie e del turn over. 

I lavori sono stati aperti con l’intervento del sindaco di Rogliano, Giovanni Altomare, seguito da Lucia Nicoletti, sindaco di Santo Stefano di Rogliano. Entrambi hanno sottoposto all’attenzione dell’uditorio la necessità delle amministrazioni locali di restituire attrattività all’impiego negli enti locali operando nella direzione dell’effettiva parificazione remunerativa con gli altri comparti del pubblico impiego.

Hanno, poi, evidenziato la necessità di disporre di maggiori risorse da destinare all’eliminazione del precariato e per il riconoscimento di premialità ai dipendenti che si impegnano maggiormente nel fronteggiare le esigenze e fornire risposte rapide, efficaci ed efficienti alle istanze dei cittadini.

Ai lavori hanno partecipato oltre 100 convegnisti, in larga parte provenienti dai comuni della provincia di Cosenza, i segretari provinciali e delegati delle provincie di Catanzaro, Reggio Calabria, Vibo Valentia e Crotone. Presenti, inoltre, il segretario regionale Puglia Sebastiano Zonno, la direttrice del patronato Encal di Cosenz,a Lorella Pellegrini, e il consigliere nazionale Anvu Adriana Tarsitano.  

Il segretario generale della Confederazione Cisal, Franco Cavallaro, ha parlato dell’andamento della crescita dei salari che non riesce a coprire neppure l’incidenza dell’inflazione, del divario tra i redditi delle regioni italiane che registra, per la Calabria, un ulteriore aumento del divario rispetto a 10 anni fa a raffronto con le regioni del nord e, ciò si traduce in effettivo impoverimento delle famiglie.

Si è soffermato sulla crescita delle morti sul lavoro e sull’inderogabilità di interventi normativi diretti alla maggiore tutela e salvaguardia dei lavoratori. Infine ha concluso con l’impegno a lavorare per la risoluzione della problematica dei tirocini di inclusione sociale nella direzione di futura contrattualizzazione.

Stefano Lulli, segretario nazionale Ospol Csa, ha illustrato la bozza per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro delle funzioni locali con particolare riguardo alla sezione dedicata alla polizia locale e, Rosario Marano dipartimento polizia locale Calabria dei decreti attuativi alla legge regionale Calabria sulla polizia locale.

Le conclusioni sono state affidate al segretario generale delle Federazioni Fiadel e Csa Francesco Garofalo che, illustrando la proposta di rinnovo del contratto nazionale di lavoro degli enti locali, già depositata in Aran, ha evidenziato l’urgenza della sottoscrizione che deve arginare la perdita di potere d’acquisto delle retribuzioni, giacché l’Italia, unico tra gli stati europei, registra un decremento del potere d’acquisto degli stipendi. Ha posto in evidenza quanto il triste fenomeno delle “morti bianche” sia giunto a livelli di intollerabilità per un paese avanzato come è l’Italia e, la necessità di intervenire per porre termine al precariato con interventi legislativi del Governo.

Il convegno è stato organizzato dal segretario regionale Calabria Fiadel Csa Pierfrancesco Lincol che ha anche coordinato i lavori. (rcs)

 

ROGLIANO (CS) – Il polo didattico Efei Lab inizia la propria attività con un primo evento Ecm

Il polo didattico Efei Lab di Rogliano inizia la propria attività con un primo evento Ecm. Il 5 e 6 aprile inizieranno i corsi Ecm per il nuovo polo didattico; la tematica che sarà trattata nel primo evento formativo si occuperà di “Sistema sanitario nazionale luci e ombre: il grande malato da curare” (crediti 11,2). La due giorni di formazione sarà tenuta dalla docente Giulia Balsamo che ha già presieduto un incontro similare a Lamezia nei giorni scorsi nell’aula magna del centro studi “Michele Amatruda”, alla presenza di corsisti provenienti da tutta la Calabria.

La sede di Rogliano è polo didattico riconosciuto dalla Scuola Superiore di Mediazione Linguistica Ssml “A. Macagno” di Cuneo; sono infatti aperte le iscrizioni per le tante attività formative in programma e anche per i corsi d’italiano destinati agli stranieri; corsi validi per il conseguimento del permesso di soggiorno.

Socio dei due poli didattici è Uniarco che rientra nella gestione operativa e che, oltre alle attività ordinarie dell’istituto universitario, ha attivato anche il dipartimento della sicurezza sul lavoro e la conseguente programmazione della laurea triennale con il rilascio di 180 cfu e laurea l.12, master e corsi di perfezionamento.

I docenti e tutta la partnership di livello che sostiene il polo didattico sono garanzia di professionalità e qualità per gli iter formativi che saranno tenuti da esperti del settore; percorsi che si concluderanno con il rilascio dalla relativa certificazione prevista dalla normativa vigente. (rcs)

ROGLIANO (CS) – Iniziano i corsi di formazione nella nuova sede Efei Lab

Il 5 e 6 aprile iniziano i corsi di formazione nella nuova sede Efei Lab di Rogliano, ubicata sulla strada statale 108 nei locali dell’ex ristorante Dj.

Il corso, tenuto da Giulia Balsamo, avrà per tema “Sistema sanitario nazionale luci e ombre: il grande malato da curare” (crediti 11,2).

Si andrà avanti il 12 e 13 aprile con l’incontro incentrato su “L’importanza della comunicazione nel settore sanitario: come le parole contribuiscono all’arte della cura”. Si tratta di evento di “Educazione continua in medicina” (crediti 11,2). Il docente sarà David Conti.

Un altro appuntamento è fissato per il 3 e il 4 maggio prossimi; il corso verterà su “Assistenza ai malati inguaribili” (Etica/Normativa – 11,2 crediti); docente Giulia Balsamo.

Il 10 e l’11 maggio la lezione tratterà di “Whistlesblowing nel sistema sanitario” (crediti 11,2); docente: David Conti.

Il 7 e l’8 giugno prossimi la sede Efei Lab di Rogliano ospiterà il corso di formazione su “Sanità pubblica e privata a confronto” (11,2 crediti); docente: Giulia Balsamo.

Gli incontri continueranno il 14 e 15 giugno col corso sul tema: “Intelligenza artificiale e big data in sanità: impatti sulla qualità dell’assistenza e sulla sicurezza dei pazienti” (11,2 crediti). Per l’occasione il docente formatore sarà nuovamente David Conti.

Dopo la pausa estiva le lezioni riprenderanno in autunno; il primo appuntamento è in programma per il 26 e 27 ottobre 2024. Il tema sarà “La sicurezza sul lavoro presso le strutture sanitarie” (crediti 11,2). Docente: Giuseppe Barba.

Il 22 e 23 novembre 2024 la tematica sarà incentrata su “Basic life support & defibrillation” (crediti 11,2). Docente: Aldo Spotti.

Il centro Efei Lab di Rogliano inizia così il suo articolato e complesso percorso formativo, grazie alla competenza e alla esperienza maturata dall’ente in tanti anni di attività su tutto il territorio nazionale.

I docenti, la partnership di livello e tutti i collaboratori che, col loro operato metteranno in rete la sede di Rogliano con le altre sedi omologhe sparse per tutta la penisola, costituiscono una garanzia per Efei Lab: l’ente assicura professionalità e qualità per i suoi iter formativi corredati dalla relativa certificazione prevista dalla normativa vigente. (rcs)

A Rogliano Apre Efei Lab, polo di formazione e cultura

A Rogliano ha aperto Efei Lab, una struttura di formazione e certificazione e anche polo di cultura.

Al suo interno, infatti, c’è un’aula magna che avrà la funzione di Auditorium per incontri dedicati ai temi della sicurezza e per iniziative culturali di vario genere. La sede sarà anche una mostra permanente di foto e materiale divulgativo relativo alle attività che Efei ha realizzato e continua a realizzare in tutta Italia. In esposizione anche gli annulli filatelici coniati da Efei in collaborazione con Poste Italiane. 

L’esposizione, infatti, è una raccolta di immagini che narranola storia dei relatori che, nel corso degli anni, hanno partecipato ai convegni di Efei Lab: il magistrato e giurista Raffaele Guariniello; il dirigente del ministero del Lavoro Domenico Santirocco; Romano Marmigi, docente e formatore dell’Enea; il generale dei carabinieri Antonio Buccoliero; Corrado Rossitto, presidente del Ciu – Unionquadri (Confederazione Italiana di Unione delle professioni intellettuali); Renata Polverini, già presidente della Regione Lazio; Claudio Durigon, sottosegretario al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dell’attuale Governo Meloni; Gianni Del Coco, docente universitario, Rspp (Responsabile servizio protezione e prevenzione) del pastificio De Cecco e dirigente Efei. 

«Tra le tante attività svolte – si legge in una nota – vogliamo ricordare che Efei ha anche curato la formazione finalizzata al rilascio delle certificazioni sulla sicurezza del lavoro per docenti, personale amministrativo e studenti all’Isiss “Magarotto” di Roma, istituto statale di istruzione specializzata per sordi; nel caso specifico sono state formate oltre 300 persone. Per tale attività Efei ha ricevuto l’encomio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano».

«Un altro grande evento cui Efei è stato protagonista – continua la nota – è stato anche il terzo congresso Esaarco tenutosi nella “Tenuta dei ciclamini” di Avigliano Umbro a Terni di cui è proprietario Giulio Rapetti, in arte Mogol. Per l’occasione il grande paroliere ha tenuto una lectio magistralis sull’importanza della preparazione e della motivazione in ogni ambito professionale. Studio, formazione continua, desiderio di raggiungere mete sempre più ambite mossi da una sana competizione di fondo, estro e creatività fusi insieme e plasmati dal sapere: questa la ricetta per riuscire a impegnarsi e ottenere traguardi eccellenti che diano lustro non solo a se stessi ma che garantiscano sana crescita anche per la collettività. L’incontro con Mogol si è concluso con un momento musicale animato da una giovane artista all’epoca agli esordi e che, in questi ultimi anni, è diventata una big della canzone italiana per le sue riconosciute doti canore». (rcs) 

 

ROGLIANO (CS) – Presto operativa la nuova sede di Efei Lab

Sarà presto operativa la nuova sede di Efei Lab a Rogliano. Ubicata a poche centinaia di metri dallo svincolo autostradale sulla Ss 108 nei locali dell’ex ristorante Dj, l’azienda sarà presto operativa e sarà in grado di fornire consulenza altamente professionale e qualificata per le piccole e medie imprese che volessero partecipare al bando di sistemi di certificazione della Camera di Commercio di Cosenza. (https://www.cs.camcom.gov.it/it/content/service/bando-adozione-sistemi-di-certificazione-i-edizione).

Attivo dal 19 febbraio prossimo, l’incentivo intende “promuovere l’adozione di sistemi di certificazione secondo le norme tipiche di ciascun ambito; quali qualità, ambientali, etiche, sociali, di prodotto o professionali, per favorire lo sviluppo competitivo e rafforzare la capacità operativa delle imprese”, così come viene specificato nel bando stesso.

Rivolto alle micro, piccole e medie imprese della provincia cosentina il bando prevede una dotazione finanziaria di 150mila euro.

A Rogliano Efei lab nella nuova sede nazionale di formazione e di certificazione nonché sede di esami, vanta una struttura operativa di alto livello con personale competente a disposizione dell’utenza in grado di supportare le richieste di chi volesse presentare richiesta per ottenere i finanziamenti per le qualifiche e le relative certificazioni previste dal bando. (Primo rilascio di sistemi di certificazione: Qualità, Ambientale, Sostenibilità (Esg), Patentino Fer, Certificazione FGas, Parità di genere. Tutte le 40 certificazioni ammissibili sono indicate nell’allegato A del bando pubblicato sul sito dell’ente camerale di Cosenza).

Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle 10 del prossimo 19 febbraio alle 21 del 31 ottobre 2024.

Efei Lab è dunque polo per formare e qualificare, al fine di ottenere i suddetti certificati professionalizzanti e i finanziamenti previsti. Un’occasione proficua di collaborazione sinergica con la Camera di Commercio di Cosenza che potrà essere realizzata anche con altri enti camerali in tutta Italia.

Efei Lab con la sua nuova sede di Rogliano dimostra grande competenza e lungimiranza in quanto la lunga esperienza maturata in tanti anni di attività si traduce in preparazione altamente qualificata per tutti gli operatori del settore. I docenti, la partnership di livello e tutti i collaboratori che sono l’ossatura portante dell’organismo fanno sì che Efei Lab possa far fronte in maniera propositiva a tutte le esigenze dell’utenza.

«La sede di Rogliano è un “faro” che si accende per la Calabria e per tutto il Sud: una realtà moderna e funzionale che assicura formazione mirata con strumenti all’avanguardia e operatori professionisti di provata competenza», è scritto in una nota.

Bevacqua e Iacucci (PD): Fare chiarezza su mancata attivazione per posti letto per cure palliative a Rogliano

I consiglieri del Pd, Mimmo Bevacqua e Franco Iacucci hanno chiesto dall’Ufficio del Commissario ad Acta, guidato dal presidente Roberto Occhiuto, in merito alla mancata attivazione dei 14 posti letto per le cure palliative all’ospedale Santa Barbara di Rogliano.

«I 14 posti letto, dedicati a un momento così delicato delle cure per i degenti e per le famiglie che li assistono – hanno detto –, sono già costato oltre un milione di euro ed erano stati inseriti, a pieno titolo, nelle rete ospedaliera calabrese grazie ad un Dca firmato nel 2016 dagli allora Commissario e Vice Commissario alla sanità calabrese Scura e Urbani. Cosa sia accaduto successivamente  non è ben chiaro a nessuno, ma fatto sta che  i posti letto sono rimasti soltanto sulla carta nonostante siano stati già ampiamenti pagati dai cittadini calabresi».

«Ancora più preoccupanti le parole del sindaco di Rogliano – hanno proseguito i consiglieri dem – il quale attribuisce i ritardi sulla realizzazione del reparto Hospice, così come altre inefficienze registrate sempre all’ospedale di Rogliano, a una certa preferenza concessa alla sanità privata, che poi è una sorta di imprinting generale della gestione del centrodestra negli ultimi anni, così come abbiamo più volte denunciato».

«In ogni caso è davvero arrivato il momento di fare chiarezza su quanto sta avvenendo all’ospedale di Rogliano e – hanno concluso – come gruppo del Pd, ci attiveremo immediatamente, anche attraverso il deposito di un’apposita interrogazione, per avere contezza di quanto sia accaduto fin qui e, soprattutto, avere un cronoprogramma chiaro sui tempi effettivi della messa in funzione dei 14 posti letto». (rcs)

ROGLIANO (CS) – Sabato si presenta il libro sulla “Grande Cosenza”

Sabato 10 febbraio, a Rogliano, alle 17.30, nella Sala Consiliare, sarà presentato il libro La grande Cosenza del sindaco Clausi Schettini (1952-1963) a cura di Ferdinando Perri ed edito da Progetto 2000.

La manifestazione verrà aperta dal saluto istituzionale del sindaco Giovanni Altomare, nel dibattito interverranno: Alfredo Antoniozzi, vice capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera,  Mimmo Frammartino, presidente della commissione Cultura del Comune di Cosenza; Maria Locanto, del Centro studi “Cattolici, Socialità, Politica”; Francesco Capocasale, consigliere comunale di Dipignano; l’ex sindaco di Cosenza Piero Minutolo, e gli ex consiglieri comunali della città capoluogo Franco Pichierri, Gianpaolo Chiappetta e Pietro Perugini. Concluderà l’autore della pubblicazione.  Il coordinamento è affidato al rettore dell’Universitas Vivariensis, l’editore Demetrio Guzzardi.

Interverrà il sottosegretario agli Interni, Wanda Ferro, che tra l’altro ha firmato la nota introduttiva al testo: «La storia ha già dato un plauso positivo all’azione amministrativa di Clausi Schettini, la visione di futuro che ha costantemente portato avanti è un monito per tutti, una grande Cosenza non può che fare bene alla sua grande e vasta provincia, ai territori che la circondano e all’intera Calabria. Quel tracciato autostradale mediano che lui vide, non è stato un regalo a Cosenza, ma il modo più intelligente di collegare storie, esperienze, attività e possibilità di sviluppo per tutti. Oggi occorrono altre infrastrutture per avvicinare le nostre aree urbane, i nostri atenei, i nostri centri di ricerca, la guerra di campanile, lasciamola solo sugli spalti dei nostri stadi, per la Calabria servono altri visionari alla Clausi Schettini, che sappiano progettare il futuro, restando sempre con i piedi ben piantati per terra».

Arnaldo Clausi Schettini fu sindaco di Cosenza dal 1952 al 1963, con l’ineguagliato primato di aver detenuto la carica per 11 anni. Esponente della Democrazia cristiana, fu alla guida del municipio cosentino con giunte monocolore Dc e – altro motivo di interesse – di centrodestra, con il Partito Liberale (Pli) e il Movimento sociale (Msi), in una fase storica che in Italia aveva già avviato il centrosinistra, con l’inizio di una ultratrentennale  esperienza di coalizione di governo. (rcs)

ROGLIANO (CS) – Nada e Naip per la nuova edizione di Rublanum festival

Ritorna questo sabato 12 agosto a Rogliano (Cs) il Rublanum Festival, divenuto negli ultimi anni uno degli appuntamenti estivi più attesi nella Valle del Savuto, tra musica, arte e cultura. Il Festival, che avrà la sua cornice naturale nel bellissimo Teatro all’aperto di Palazzo Ricciulli, è organizzato dall’Associazione Rublanum, già promotrice del progetto di street-art itinerante Gulìa Urbana.

Rublanum Festival propone una lineup musicale ricca e variegata, con uno start dell’evento previsto per le 18:00. Headliner della serata è Nada Malanima, più semplicemente nota come Nada, cantautrice che non ha bisogno di presentazioni, protagonista assoluta della musica e della cultura italiana da decenni, capace di attraversare con la sua arte diverse generazioni. Nada presenterà uno spettacolo rock ma al contempo intimo e profondo, caratterizzato dai brani del suo nuovo album “La paura va via da sé se i pensieri brillano”, e dai grandi successi del suo repertorio. Altro protagonista del Festival è N.A.I.P., progetto musicale di cantautorato elettronico alternativo dell’artista calabrese Michelangelo Mercuri. Polistrumentista che si avvale di batteria elettronica, synth, loop station, chitarra e voce, N.A.I.P. si caratterizza per una grande capacità performativa al servizio di una scrittura innovativa, fortemente identitaria e scevra da etichette musicali.

Per la prima volta in Calabria arrivano anche i Materazi Future Club, trio con base a Milano che presenterà i brani del proprio album d’esordio, “Formazione Titolare”, concentrato di indie-rock 90s e post-punk con una spiccata fascinazione per il calcio. Ad aprire la serata ci saranno le Officine Combat Folk, e a seguire uno showcase del progetto Marley Session, che coinvolgerà Altea, L’Ennesimo e Bonzo e Belmonte.

Non solo musica ma anche arte, cultura, poesia e teatro a Rublanum Festival. Sono previsti durante la serata gli interventi del poeta roglianese Daniel Cundari che guiderà un’incursione poetica accompagnato dal musicista Daniele Fabio e del celebre e irriverente stand-up comedian Pietro Sparacino. Il festival si concluderà con il dj set di Huxley. Sarà inoltre presente un’area food & beverage, area giochi per i più piccoli e stand di artigianato locale.

Il biglietto d’ingresso avrà un costo di 5€ e potrà essere acquistato direttamente in biglietteria, non sono previste prevendite. L’ingresso all’area concerto è riservato ai soli soci di Rublanum, l’iscrizione potrà essere formalizzata online su www.rublanum.com al fine di evitare code all’ingresso, la tessera avrà il costo di 5€ e consentirà di partecipare a tutti gli eventi organizzati dall’associazione nel corso dell’annualità. (rcs)

ROGLIANO (CS) – Il 28 si presenta il progetto “I Cambia Mondo”

Domenica 28 maggio, a Rogliano, alle 11, al Museo d’Arte Sacra “San Giuseppe”, sarà presentato I Cambia Mondo, un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. 

Il progetto, che durerà due anni, ha come obiettivo quello di sperimentare buone pratiche sulla costruzione della comunità educante a Rogliano.

Il territorio del Savuto sarà un laboratorio sperimentale, dunque, per costruire e ricostruire quella pazienza dei legami fatta di confronto e collaborazione tra scuole, famiglie, istituzioni, enti del terzo settore e singoli cittadini. Un modo per far diventare la comunità un luogo di formazione reciproca e gioco per poter uscire dall’isolamento e dalle individualità e poter generare visioni condivise. 

Come riuscire in questo ambizioso obiettivo? Il progetto si propone di farlo attraverso un laboratorio di teatro, un laboratorio del fallimento, un festival di street art e tante altre occasioni di incontro.

Tutte le attività sono state pensate in maniera cross-generazionale, per giovani e adulti, per trovare un tempo e un luogo protetto dove le differenze sono portatrici di valore.

Capofila de “I cambia-mondo” è l’Associazione di promozione sociale Goodwill che da più di 10 anni si occupa di educazione non formale, che gestirà il progetto insieme a tutti i partner: il Comune di Rogliano, l’Istituto Comprensivo Statale e L’istituto LS e ITE “A. Guarasci” di Rogliano che hanno accolto il progetto con entusiasmo, mostrando sin da subito impegno e disponibilità; Rublanum, l’associazione del territorio riconosciuta a livello nazionale per il progetto di  street art “ Gulia Urbana” ; La Terra di Piero, organizzazione di volontariato, la cui opera meritoria è aver attivato nel contesto cosentino percorsi di innovazione sociale provenienti dal basso riuscendo ad emancipare il concetto di solidarietà; il Talent Garden Cosenza punto di riferimento regionale per l’innovazione digitale e la creazione di community. Insieme dunque per interrogarsi, sperimentare risposte, mettersi in discussione e crescere insieme.

Alla presentazione del progetto sono invitati tutti i cittadini desiderosi di scoprire le attività, i laboratori, che dal mese di giugno prenderanno vita nel comune di Rogliano, e di portare il proprio contributo alla ri-costruzione della Comunità Educante.

L’appuntamento dunque è per il 28 maggio alle ore 11, per conoscere il progetto e ascoltare i partner.

Saranno presenti: Giovanni Altomare, sindaco del Comune di Rogliano e l’assessore alla politiche giovanili, associazionismo, volontariato ed eventi, Lucia Moretti, presidente dell’associazione Goodwill, Matteo Falbo di Rublanum, Sergio Crocco e Roberto Giacomantonio de La Terra di Piero, Maria Saveria Veltri, Dirigente dell’Istituto LS e ITE “A. Guarasci” di Rogliano. (rcs)

A Rogliano e Mangone al via la “Notte dei Campanili”

Il 15 e il 16 ottobre, a Rogliano e a Mangone è in programma la Notte dei Campanili, il progetto culturale promosso dai Comuni di Rogliano e Mangone, ideato e prodotto da Piano B, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere le risorse del territorio, ponendo in risalto il legame tra cultura, storia, arte, costume, tradizione e natura.

Il progetto è finanziato dalla Regione Calabria a valere su Pac Calabria 2007-2013 scheda operazione 7 avviso pubblicoSpettacoli ed Eventi 2022. Gli eventi della manifestazione si focalizzano intorno alle strutture artistiche ed architettoniche dei Campanili e delle adiacenti piazze, non più luoghi di passaggio ma di condivisione e aggregazione.

In programma, dunque, trekking naturalistici, mostre di riviste d’epoca, visite dei borghi, shooting fotografici, serenate e soprattutto musica, spettacoli di giocolieri ed artisti. Senza dimenticare gli stand gastronomici e l’apertura straordinaria delle chiese, oltre che l’osservatorio astronomico. Tutto è pronto, ormai. Il concerto di Paolo Zanarella, pianista sospeso in aria, e quelli dedicati a Fabrizio De Andrè ed alle Muse del Mediterraneo sono dettagli importanti ed attesi dal grande pubblico. (rcs)

Il programma

Sabato 15 Ottobre: Rogliano

  • Ore 14:00 | Trekking Naturalistico a cura dell’Associazione Anir

Partenza: parcheggio Teatro all’aperto (Palazzo Ricciulli)

  • Ore 18:00 | Visita del borgo a cura di Pina Oliveti e Giovanni Reda

Partenza: Piazza Pietro Buffone

  • Dalle ore 19:00 |

–          “À la Mode”, mostra di riviste d’epoca e realizzazione di abiti a tema a cura dello stilista Giuseppe Cupelli;

–          Shooting fotografico a cura di Ania Lilith Gallery;

–          Live Performance degli allievi dell’Accademia New Style.

Palazzo Cardamone – Corso Umberto

  • Dalle ore 19:30 | Serenate ai campanili, a cura dei Canterini della Presila

Chiesa della Madonna dell’Assunta – Via Duomo

  • Dalle ore 20:30 | Spettacolo di giocolerie di fuoco, a cura dell’artista Francesco Cane
    Corso Umberto

 

  • Ore 21:00 | Concerto di Paolo Zanarella, il “pianista fuori posto”
    Piazzetta Saverio Altimari (piazzetta San Giorgio)

  • Ore 22:00 | Concerto “Gli Arcobaleni di altri Mondi – Intorno a Fabrizio De Andrè”  

             Piazza Buffone

 

Dalle ore 20:00 | Apertura stand enograstonomici

Fino alle ore 24:00 | Apertura straordinaria delle Chiese

 

Domenica 16 Ottobre: Mangone

  • Ore 16:00 | Visita guidata al Borgo
                 Partenza: Chiesa della Madonna dell’Arco

 

  • Ore 18:00 | Concerto “Le Muse del Mediterraneo” feat. Antonio Grosso
    Chiesa della Madonna dell’Arco

  • Dalle ore 21:00 | Osservatorio Astronomico a cura del Gruppo Astrofili Menkalinan

             Chiesa San Giovanni Evangelista