TROPEA – Al via il Tropea Blues Festival

Domani prende il via a Tropea, nel centro storico, il Tropea Blues Festival, giunto alla 16esima edizione e organizzato dall’Associazione Tropea Blues e la direzione artistica di Christian Saturno.

Come ogni anno, la kermesse si snoderà per i mesi di settembre e ottobre e, nello specifico, il 17 e 18 settembre, il 25 e 26 settembre e il 1° e 2 ottobre, con moltissime street band, i duo, o gli one man street show che avranno modo di animare le vie e le piazze del centro storico di Tropea.

«Il Tropea Blues Festival, arrivato ormai alla sua 16° edizione vorrebbe, in questo momento particolare, essere non solo un evento culturale interamente dedicato alla riscoperta della musica di genere, ma anche un’occasione per dimostrare come si possa fare animazione, fare blues, e rispettare le regole del distanziamento sociale, adottare le precauzioni necessarie e proteggersi», ha dichiarato il patron della manifestazione Christian Saturno.
Il Sindaco Macrì, dal canto suo, ha rimarcato come tutta la macchina amministrativa sarà di supporto all’evento per garantire la sicurezza di spettatori ed artisti. «Di concerto con l’organizzazione – ha dichiarato – provvederemo a monitorare ogni situazione, al fine di tutelare i tanti visitatori che, anche quest’anno, siam o certi vorranno premiare Tropea e la sua bella programmazione culturale».
«Per l’occasione – ha concluso – distribuiremo delle mascherine sanitarie a tutti gli spettatori delle esibizioni live. Questa non vuole essere una manifestazione in sordina, ma in sicurezza. E lo sarà, confermando Tropea una capitale del turismo animata, ma capace di garantire il pieno rispetto delle regole. Per il bene dei turisti, e soprattutto dei suoi abitanti»
Una ventina gli artisti provenienti da ogni parte d’Italia che si alterneranno nel centro storico cittadino, dando modo ai visitatori di approfondire la conoscenza della profonda e validissima scena musicale nazionale. Particolare attenzione verrà data alle band Mediterranee Made in Sud. «Come in ogni edizione, anche e soprattutto quest’anno l’obiettivo del nostro festival rimane quello di dare spazio ai musicisti emergenti, e rafforzare il bel movimento musicale calabrese, e mediterraneo», ha concluso Saturno.

Ad aprire questa edizione, domani sera, alle 22, a Piazza Ercole, Spookyman & The All Nighters. Sabato 18, alle 22, sempre a Piazza Ercole, Max Garubba’s Blues in Blues.

Il 26 settembre, alle 22, a Piazza Ercole, Pasquale Aprile & Band, il 27 settembre, alle 22, a Piazza Ercole, Matthew Lee Blues Rock & Loev Tour.

Il 1° ottobre, alle 22, a Piazza Ercole, il concerto della Marilù Band. A chiudere la 16esima edizione, alle 22, a Piazza Ercole, Noreda Graves And Her Band(rvv)

 

TROPEA – L’evento “Dante Itinerante”

Domani sera, a Tropea, alle 19, a Largo Villetta Cannone, l’evento Dante Itinerante, organizzata da Naufraghi Inversi, per celebrare il Sommo Poeta, Dante Alighieri, nel 700° dalla sua morte.

In programma, dunque, una performance di strada dei canti dell’Inferno dantesco.

L’iniziativa, itinerante, si svolge per le regioni italiane. Un percorso lungo circa 700 km, che coinvolge 7 regioni, 7 località per ogni regione (città, piccoli comuni, località turistiche e luoghi di rilevanza per la vita di Dante).
“Per tornare a veder le stelle, dobbiamo rimetterci in cammino”. (rvv)

TROPEA – La presentazione del libro “Non chiamateli eroi”

Luned’ 6 settembre, a Tropea, alle 19, a Palazzo Santa Chiara, la presentazione del libro Non chiamateli eroi, di Nicola GratteriAntonio Nicaso.

L’evento rientra nell’ambito della prima rassegna letteraria Città di Tropea.

Conversa con Nicola Gratteri Riccardo Giacoia, giornalista Rai.

Il libro è edito da Mondadori.

Ingresso contingentato, green pass obbligatorio. (rvv)

TROPEA – Al Maestro orafo Michele Affidato sarà conferita la cittadinanza onoraria

Il prossimo 18 settembre, al Maestro orafo Michele Affidato sarà conferita la cittadinanza onoraria di Tropea, in quanto «non il suo costante impegno ed attraverso il proprio lavoro, continua a promuovere ciò che di bello la Calabria ha da offrire».

Lo ha reso noto il sindaco di Tropea, Giovanni Macrì, nel corso dell’incontro con il prof. Jacopo Veneziani, dottorando in Storia dell’Arte alla Sorbona di Parigi, a cui è stata conferita la cittadinanza onoraria «e il suo hashtag, #divulgopercondividerebeniculturaliitaliani, gli consente, dal 2017, – ha spiegato il primo cittadino – di gratificare la sua passione per la divulgazione pubblicando, quotidianamente, sul suo profilo Twitter, un messaggio, su opere e artisti poco noti, sintetizzato nei 280 caratteri concessi dal social, seguitissimo anche su Instagram».

Durante l’evento, al Maestro Affidato è stata consegnata, inoltre, una icona della Madonna di Romania realizzata dai ragazzi del Centro di Solidarietà Don Mottola.

«Ringrazio il sindaco Giovanni Macrì e tutta l’Amministrazione comunale di Tropea  – ha dichiarato il Maestro Affidato – che, in occasione della IV edizione di Valentia in Festa, ha annunciato che il prossimo 18 settembre mi sarà conferita la cittadinanza onoraria della città di Tropea. L’impegno sarà sempre costante nel promuovere e sostenere iniziative per il bellissimo “Borgo dei Borghi”. Un onore per me e la mia azienda che da sempre, attraverso il nostro lavoro, ci impegniamo a promuovere le bellezze della nostra Calabria».

Nel corso del dialogo con lo storico Dario Godano, che ha conversato con lui a partire dal suo libro Simmetrie. Osservare l’arte di ieri con lo sguardo di oggi, ha sottolineato come la nostra non sia una città cartolina, nel senso che la sua non è una bellezza di facciata; Tropea sprona a rallentare il passo, visitandola, guardando i mascheroni e sbirciando dentro i palazzi nobiliari si colgono atmosfere che invitano alla scoperta.

Il motto «A Tropea nessuno è straniero!» è la prima cosa che ha colpito Jacopo giurato del Borgo dei Borghi che, visitando brevemente la città in compagnia di Dario, ha avvertito chiaramente il respiro di tutte le genti che ne hanno costruito la storia: «Tropea è arroccata ma ha sempre saputo accogliere e questo si avverte chiaramente camminando per le sue strade: è una città aperta e quando l’accoglienza si sposa alla bellezza è il massimo».

Soddisfazione, dunque, è stata espressa dal primo cittadino, che ha ribadito l’emozione della serata con il prof. Veneziani, e di come «col suo voto di giurato tecnico, nell’ambito della competizione del Borgo dei Borghi, è stato determinante nella vittoria di Tropea che si è così aggiudicata il titolo di Borgo più bello d’Italia 2021 e ha coniato la bellissima immagine di Tropea quale “Velo di storia adagiato sul tufo”». (rvv)

TROPEA – Il concerto del pianista Emilio Aversano

Domani sera, a Tropea, alle 22, a Palazzo Santa Chiara, il concerto per pianoforte di Emilio Aversano, per la rassegna musicale Armonie della Magna Graecia.

Il pianista si esibirà ne Il Pianoforte Romantico, un viaggio « meraviglioso da Beethoven al tardo romanticismo, con Chopin e Wagner, dove “impeto e tempesta – si legge in una nota – convergono verso un’atmosfera densa di pathos, nostalgia e malinconia». (rvv)

TROPEA – La mostra “Era Oro” di Alejandro Garcìa

Fino al 31 agosto, al Palazzo Santa Chiara di Tropea, si può visitare la mostra Era oro – Murazioni cromosomiche di Alejandro Garcìa e a cura di Emanuele Bertucci.

L’artista è nato il 3 agosto del 1974 a l’Habana, dove ha frequentato, laureandosi a pieni voti l’Accademia di Belle Arti “San Alejandro”. Ha insegnato disegno e pittura al Centro Sperimentale delle Arti Visive “José A. Diaz Pèlaez” nella sua città (1994-95) e Pittura Sperimentale alla Facoltà di Arti e Lettere dell’Università delle Ande a Merida in Venezuela (1996-97).

Fra il 1994 e il 1999, Garcìa espone all’Havana, in Venezuela, Portogallo e Colombia. Dal 2000 vive lunghi periodi in Italia stabilizzandosi a Catanzaro. Nel corso della sua esperienza italiana espone al centro “Luigi Di Sarro” a Roma (2000), alla Galleria “Ar&s” di Catanzaro (2000), al Centro Arte Musica e Spettacolo dell’Università della Calabria (2004), al MAON di Rende (2004) e al Museo del Presente di Rende con una personale dal titolo “Alejandro Garcia. Una veridad facil de entender” (2010). Nel 2014, presso la Galeria Luz y Oficios dell’Habana, è stato presente con una personale dal titolo “La pintura contraataca”, che gli è valsa la recensione al catalogo da parte di Nelson Herrera Ysla, uno dei maggiori critici d’arte del continente sudamericano. (rvv)

La Marvel sbarca a Tropea: Sarà il set per una scena del film “The Marvels”

Il mondo Marvel sceglie Tropea per girare una scena del film Marvels, in uscita nelle sale cinematografiche l’11 novembre 2022. Lo ha reso noto il sindaco di Tropea, Giovanni Macrì, spiegando che i sopralluoghi sono già in corso e le riprese avranno luogo dal 27 agosto.

La pellicola è il sequel di Captain Marvel, e nel cast a fianco di Brie Larson troveremo Iman Vellani, Kamala Khan e Teyonah Parris. Alla regia ci sarà Nia DaCosta che avrà a disposizione una sceneggiatura firmata da Megan McDonnell, membro del team creativo della serie Disney+ WandaVision, diffuso dallo studio. (rvv)

TROPEA – La parata storica che rievoca la liberazione della città nel 1615

Lunedì 23 agosto, a Tropea, è in programma la settima parata storica, organizzata dall’Associazione storico culturale Libertas e dal Comune di Tropea, che rievoca la liberazione di Tropea avvenuta nel 1615, quando la sua secolare autonomia di città regia e demaniale fu ripristinata dal re Filippo III.

I valori emblematici di antichità, bellezza e nobiltà, stando alle cronache del tempo, funsero da elemento imprescindibile per mantenere la libertà dal giogo feudale del principe Ruffo. La coesione fra le diverse classi dell’epoca fu un altro punto di forza che favorì l’ottenimento della vittoria legale, la partecipazione delle donne di ogni rango sociale per la lotta e per i festeggiamenti successivi alla liberazione distinse ancora di più l’aspetto identitario, precursore di una città emancipata.

Nel pomeriggio di lunedì 23 agosto, a partire dalle 17, il gruppo degli Archibugieri del Santissimo Sacramento di Cava dei Tirreni sfilerà per le vie del centro storico, nel contempo dai balconi dei palazzi patrizi di Piazza Ercole i figuranti in costume d’epoca del ‘600 rievocheranno come in un quadro barocco la Tropea dell’epoca.

Alle 18 inizierà la grande celebrazione con l’arrivo del corteo dei giuristi Lauro, d’Aquino e Pelliccia e la proclamazione dell’annullamento della vendita della città. Il soprano Gemma Fazzari intonerà arie liriche trionfali dell’epoca e il gruppo folk Città di Tropea dopo l’esecuzione di canti popolari diletterà il pubblico in danze coreografiche insieme alla scuola di danza folkloristica di Silvano Monteleone.

Alle 19 il grande corteo storico risalirà Corso Vittorio Emanuele III, per poi giungere in Piazza Cannone dove gli Archibugieri daranno vita allo spettacolo magistrale che chiuderà i festeggiamenti. (rvv)

TROPEA (VV) – Successo per il concerto dell’Orchestra “LOfferta Musicale di Venezia”

Grande successo per il concerto dell’Orchestra L’Offerta Musicale di Venezia, che si è esibita, nei giorni scorsi, a Palazzo S. Chiara di Tropea, nell’ambito della rassegna Armonie della Magna Graecia.

L’Orchestra “L’Offerta Musicale di Venezia” ha rappresentato l’Opera Venus et Adonis di J. Blow, con la direzione di Riccardo Parravicini e la regia di Maria Lisa Geyer. È stato un evento di profondo valore culturale, grazie alla presenza della compagnia teatrale Ad Parnassum di Londra, che ha curato le voci, la scenografia e la coreografia dello spettacolo.

Trattasi di un’opera d’arte barocca ma con un significato molto attuale, che descrive la licenziosità delle corti reali. La perfezione della scrittura, unita alla fantasia delle scene e dei costumi, ha trascinato il folto pubblico presente in quell’atmosfera oltre lo spazio ed il tempo che caratterizza il centro storico di Tropea, scrigno prezioso di Bellezza millenaria. 

Armonie della Magna Graecia ed il Comune di Tropea nella persona del sindaco Giovanni Macrì, ringraziano vivamente il Maestro Riccardo Parravicini per aver voluto offrire alla Città quest’evento unico nel suo genere, in cui è ritenuto unanimemente un punto di riferimento nel panorama internazionale della musica antica.

Sentite e pregnanti le parole del M° Parravicini a fine serata, quando ha citato Platone che nel Timeo descrive la musica come «armonia universale in movimenti mortali», con riferimento a quell’aspetto più astratto, numerico, che fa della musica non un linguaggio ma una realtà metalinguistica perfettamente connaturata alla struttura del cervello umano, il cui punto saliente è proprio il raggiungimento di una dimensione del Bello universale. (rvv)