VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Riparte lo Sportello Solidale

A Villa San Giovanni, dal 24 ottobre, all’Assessorato alle Politiche Sociali, riparte lo Sportello Solidale, istituito con l’obiettivo di aiutare i singoli e nuclei familiari che si trovano in situazione di disagio o emarginazione per ragioni economiche o sociali dovute alla mancanza di una rete familiare di aiuto, a malattie o infortuni, a problematiche di tipo economico e relazionale.

Lo sportello, che sarà aperto tutti i giovedì pomeriggio, dalle 16.00 alle 18.00, verrà organizzato in Aree di intervento e sarà a disposizione gratuitamente per offrire sia ai singoli, che ai nuclei familiari alle persone anziane, ai disabili o comunque in condizione di disagio, o che si trovino in condizioni di difficoltà economiche o sociali, un valido strumento di sostegno e di aiuto.

L’Area Sociale,  costituirà un vero e proprio Centro ascolto problematiche sociali, con interventi attivi in favore di persone singole, delle famiglie per la prevenzione, per il sostegno ed il recupero di situazioni di bisogno e la promozione di nuove risorse sociali. Inoltre, realizzerà quella che si può definire “rilevazione bisogno familiare” ed offrirà un servizio di Orientamento socio-giuridico e di prima consulenza per sostegno alla genitorialità, oltre ad un servizio di primo ascolto rivolto agli adulti anziani e fasce deboli.

l’Area Sostegno al reddito, si adopererà nel fornire le necessarie informazioni inerenti la situazione familiare e i possibili sussidi economici attivabili, sia in ambito territoriale che nazionale, le informazioni relative a possibili sussidi economici e non, per persone con disabilità e le informazioni relative alla situazione pensionistica.

«Un progetto importante – ha dichiarato il sindaco f.f. Maria Grazia Richichi – che non graverà sul bilancio dell’ente e specificatamente sui capitoli di spesa dedicati ai Servizi Sociali, ma è reso possibile grazie alla disponibilità, all’abnegazione e all’impegno del personale altamente qualificato di cui dispongono i nostri uffici».

«Questa iniziativa – ha aggiunto – si pone nel quadro più ampio delle attività messe in campo dall’Amministrazione Comunale quale utile e concreto strumento a favore delle fasce deboli che spesso hanno difficoltà ad orientarsi e ad individuare strumenti idonei ed adeguati per fronteggiare quotidianamente la loro condizione di fragilità».

«Per tali ragioni, – ha concluso il sindaco f.f. Richichi – ci auguriamo che di poter dare risposte utili ed aiuto concreto, cosi come abbiamo fatto sinora, ad un maggiore numero di soggetti bisognosi di maggiore attenzione». (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Al via lo Stretto Busker Fest, il festival multiartistico di strada

Prende il via oggi, a Villa San Giovanni, sul Lungomare Fata Morgana, la prima edizione dello Stretto Busker Fest, il festival multiartistico di strada “Città di Villa San Giovanni” organizzato dall’Amministrazione Comunale e con la direzione artistica del Teatro Primo.

La rassegna, in programma tutti i sabati e le domeniche fino al 30 agosto, prevede musica dal vivo, spettacoli di magia e clownerie.

si parte domani sera, alle 21.30, sul Lungomare Fata Morgana, con il concerto dei The Horny Brothers. A seguire lo spettacolo di acrobazie di MartinaQuinto Italiano.

Domenica 9 agosto, il concerto di Cagliostro e lo spettacolo di magia di Enrico Benincasa. Sabato 15 agosto, musica dal vivo con Vincenzo TropepeStefano Scarfone. A seguire, lo spettacolo dei Pagliacci Clandestini e lo spettacolo di magia di Enrico Benincasa. Domenica 16 agosto, musica dal vivo con Light ChiliDavide Campisi. A seguire, il giocoliere piromane Francexco Panza e i Pagliacci clandestini.

Sabato 22 agosto, musica dal vivo con Baba Sissoko e lo spettacolo di micromagia di Cico Cuzzocrea; domenica 23 agosto i Good Old Boys e Cico Cuzzocrea offriranno una serata all’insegna di buona musica dal vivo e di micromagia.

Sabato 29 agosto, la serata comincia con la musica di Marco Corrao, per poi proseguire con lo spettacolo di clownerie di Cico Cuzzocrea; domenica 30 agosto, musica dal vivo con Gipsy Project e lo spettacolo di clownerie con Cico Cuzzocrea. (rrc)

56.ma Traversata dello Stretto: una magnifica emozione, vince Andrea Manzi

Un’altra magnifica edizione di quella che giustamente gli organizzatori definiscono «un’emozione, non una gara»: la 56.ma Traversata dello Stretto ha laureato campione Andrea Manzi, alla sua prima partecipazione. Per le donne ha trionfato Ginevra Matteucci. Entrambi appartengono alla stessa squadra, la Canottieri Napoli.

Il podio femminile della 56° Traversata dello Stretto
In centro la vincitrice femminile Ginevra Taddeucci, affiancata da Giulia Gabrielleschi e Sofie Callo

La gara si è svolta secondo la tradizione, con la partenza degli 80 nuotatori alle 11 da Capo Peloro per raggiungere il porticciolo turistico di Villa San Giovanni. Entusiasmo tra il pubblico che ha affollato le due sponde. L’appuntamento è per il 2021. (rrc)

Oggi il grande giorno della 56esima Traversata dello Stretto

Una data da segnare in calendario, quella di oggi, domenica 2 agosto: è in programma la 56esima edizione della Traversata dello Stretto, la gara storica che unisce la Calabria e la Sicilia.

Ormai riconosciuta come “la classica monumento del nuoto”, l’evento partirà alle 11.00 da Capo Peloro (Messina), con arrivo previsto per le 12.00 al porticciolo turistico di Villa San Giovanni, con alle 13.00, infine, la premiazione del vincitore.

A contendersi il trofeo intitolato a Mimmo Chirico sono, quest’anno, 82 nuotatori, 66 uomini e 16 donne, di cui due riserve.

L'immagine può contenere: il seguente testo "COMUNI CONI CALABRIA SUB Villa traversatao dello stretto "Non una gara, un'emozione" 2 agosto 2020 PARTENZA 11,00 Capo Peloro Torre Faro (Sicilia) ARRIVO PREVISTO ore 12,00 Lungomare Villa Giovanni (RC) traversata dello ostretto Gara Internazionale di Nuoto di Fondo TROFEO MIMMO CHIRICO LO STRETTO PATRIMONIO DELL'UMANITÀ AVIS OperationSmile www.traversatadellostretto.it progetto f"

«Gara particolarissima – ha dichiarato Bruno Pecora durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione, avvenuta a Villa San Giovanni – abbiamo quest’anno una squadra di nuotatori molto quotata. Ci sono 20 medagliati italiani, circa 100 medaglie italiane, 25 atleti nel giro della nazionale e tra i master abbiamo un campione che ha vinto cinque medaglie in Corea. La mancanza di gare a livello nazionale ha portato in riva allo Stretto tutti gli atleti. Di fatto mi dicono che questo è un campionato italiano per lo spessore tecnico».

«Abbiamo – ha aggiunto – un parterre di agonisti molto giovani che sono il futuro del nuoto di fondo italiano come Rosso, Taiani, avremo una gara con nuotatori esperti come Ercoli e Sanzullo, ma anche new entry che daranno del filo da torcere. Questa gente ha 1’3’’ di passo gara. In 2 secondi ci sono 20 atleti. 20 secondi possono cambiare le sorti di una gara e già l’anno scorso abbiamo visto qualcosa di simile».

«Abbiamo dei giovani molto forti – ha proseguito Pecora – che possono essere una sorpresa. La traversata è d’attacco. Vince chi ha più voglia. Quando arrivano al traguardo sono sempre tutti stremati perché vedono tantissima confusione e devono nuotare al massimo. Quest’anno sarà particolare. I primi 500 metri avranno corrente a favore e si giocherà la vittoria nei primi 600 metri e nell’ultimo chilometro».

«I primi 600 saranno fondamentali per i barcaioli e la rotta da prendere – ha concluso –. Negli ultimi chilometri c’è da fare Punta Pezzo, dove l’anno scorso Sanzullo ha avuto la meglio su Ercoli. Sicuramente sarà una gara velocissima, si stima intorno ai 50 minuti. Vincerà chi ha più coraggio e gli arrivi saranno molti a sprint per il livello equilibrato».

«Siamo alla 56esima edizione – ha dichiarato Pietro Camini, assessore allo Sport del Comune di Villa San Giovanni – ed è una gara storica e bellissima. In passato l’ho definita anche mitologica. I nuotatori e gli atleti rappresentano gli eroi della mitologia che vanno ad affrontare lo Stretto. Evento splendido su cui noi ci impegniamo tantissimo affinché vengano riconosciute a livello regionale e nazionale i giusti meriti. Non ha niente di meno di altri eventi nazionali. Per avere quel giusto riconoscimento c’è la necessità che ci siano altre forze in campo per far conoscere ancora di più nel mondo la Traversata dello Stretto».

«Ci siamo interfacciati molto – ha spiegato Camini – con l’organizzazione. Causa norme Covid non sarà possibile assistere alla Traversata, dunque, cambia molto. Ci sono, però, professionalità in campo per superare gli ostacoli che ci vengono imposti. A causa delle norme anti contagio avremo una partenza diversa a quella che siamo abituati a vedere. Ci sarà la Croce Rossa proprio per i protocolli sanitari. Le forze in campo sono tante per svolgere al meglio la gara».

Mimmo Pellegrino, presidente del Centro Nuoto Sub Villa, ha ricordato come «la Traversata ha abbracciato da sempre un’immagine ecologica», auspicando che «ci sia presto un vero stretto plastica free». Inoltre, ha rivelato come il Covid abbia dato non pochi problemi all’organizzazione, tanto che l’ok è arrivato 10 giorni fa dalla Fin, tanto che la partenza avverrà a ovest di Capo Peloro, «perché la spiaggia ci garantisce di rispettare i protocolli Fin. Devo ringraziare moltissimo l’autorità marittima, la guardia costiera e i piloti dello stretto. Questi tre enti sono fondamentali per lo svolgimento in sicurezza. È prevista forte corrente discendente, scorrerà a sinistra durante l’attraversamento e a Cannitello gli atleti se la ritroveranno dietro. A Punta Pezzo la corrente allargherà e sarà il punto decisivo. Non mi azzardo a dire un favorito, il livello è davvero molto alto. I primi dovrebbero impiegare una cinquantina di minuti. All’arrivo ci sarà uno spazio chiuso con i volontari Avis che daranno un minimo di ristoro ai nuotatori».

«Dagli avvenimenti degli ultimi anni – ha concluso  Pellegrino – la Traversata emerge come aspetto positivo a 360° gradi. È un esempio di resistenza, stiamo resistendo a tutti. Qualcosa di positivo qua possiamo farlo. Questo grazie all’impegno e la passione di tutti coloro che sono alternati negli anni. La Traversata è intitolata a Mimmo Chirico che è un esempio di tutto questo. Abbiamo interesse personale e particolare: ovvero di far promuovere il territorio e vi garantisco che si può. Possiamo farlo».

«C’è una collaborazione molto forte tra noi e gli organizzatori – ha dichiarato Nuccio Barillà, di Legambiente – così come con la Corrireggio e la Traversata. Eventi apparentemente solo sportivi, ma portatori e ambasciatori di un rapporto con ambiente e natura. Si svolgono entrambe in uno scenario unico e irripetibile. Si ricompongono in quello sforzo che i nuotatori fanno per attraversare lo Stretto e c’è bisogno di un progetto per riconoscere a tutti i livelli il patrimonio. Questo lavoro organizzativo passionale si raccorda con l’impegno che noi facciamo abbiamo verso l’ambiente, affinché non diventi un puro fatto estetico ma veicolo di nuova civiltà, dialogo e nuova economia».

«Si parla di resistenza – ha aggiunto – come elemento principale per lo sforzo dei nuotatori. Bisogna introdurre la parola resilienza. Reagire ad un urto traumatico e avere la capacità di farlo e in questa edizione speciale non ci si è arresi davanti alla difficoltà di un momento traumatico. Tutto ciò deve diventare una molla, una spinta. Tra tanti anni nella storia ci ricorderemo della Traversata fatta anche quando c’era il Coronavirus. L’elemento ambientale sarà presente anche se purtroppo tante cose ci saranno impedite. Io credo ci serva per rilanciarci».

«L’azzurro del nostro logo – ha dichiarato Sandro Repaci, sindaco di Campo calabro e presidente dell’Associazione Comuni Area dello Stretto – dimostra quanto questa singolare unione territoriale che presiedo. Si può parlare contemporaneamente del nuoto di fondo e dello sci di fondo dalle nostre parti. Non c‘è un posto in Europa con la possibilità di offrire ai turisti lo spettacolo di un tratto di mare così. Questo deve essere l’orizzonte dell’evento, che rappresenta il tentativo di unire le culture e mettere insieme pezzi d’Italia, tutto ciò che questo tratto del mediterraneo può rappresentate in termini di cultura, economia e sistemi sociali».

«In occasione della pubblicazione del bando eventi culturali 2019 – ha aggiunto – cercavo di inquadrare una manifestazione simile. Se mi fossi rivolto ad uno burocrate di Catanzaro mi avrebbe risposto che si trattava di una manifestazione sportiva. La Regione Calabria non ha mai fatto un bando per le manifestazioni sportive, ha solo revocato alcuni per gli impianti. Un’amministrate si deve fare carico del buono e del cattivo che trova, altrimenti è uguale al suo predecessore. Alla politica tocca programmare e non individuare risorse. Serve coraggio, passione e sogno, il resto è burocrazia. La politica deve concepire i sogni all’intero della governance che dispiega risorse. L’obbligo degli organizzatori è di resistere per la Calabria. Faccio gli auguri agli atleti e a tutti gli organizzatori. Ho chiesto alla comunicazione di Campo Calabro di riprendere la Traversata dello Stretto con un teleobiettivo dai terrazzi del Forte Batteria Siacci. É una piccola sfida tecnologica».

«Un grazie al sempre presente assessore Pietro Caminiti, sempre presente – ha dichiarato Domenico Barresi, presidente della sezione di Villa San Giovanni della Lega Navale –. Un grazie a Mimmo Pellegrino, Bruno Pecora e Peppe Vetere che sono gli organizzatori principali, loro sono il cuore pulsante. Ci tento a precisare il porticciolo di Villa San Giovanni per l’arrivo, perché è assurdo che un Comune sul mare sia l’unico a non avere un porticciolo ultimato».

Quest’anno, inoltre, la gara è affiancata da un’iniziativa significativa e di una valenza storica di grande livello. Si tratta di quanto progettato da Fabula Nova e Vela Latina dello Stretto, manifestazione spiegata nel dettaglio dal rappresentante Fulvio Cama: «Tutti i nuotatori che hanno fatto la Traversata si fregiano di una medaglia: il blasone di aver nuotato in queste difficili acque. Noi nuotiamo con barche di legno tradizionali e plastic free. Ci siamo sentiti in dovere di partire nello stesso giorno della gara per il nostro viaggio simbolico dell’ossidiana».

«Vogliamo lanciare il messaggio – ha aggiunto – che si può ancora navigare senza vetroresina o plastica. Ripercorreremo una rotta molto antica. Simbolicamente a Lipari raccoglieremo una di queste pietre nere per portarla sulle rive dello Stretto come si faceva una volta. Lo faremo insieme ai giovanissimi Carmelo Iannò e Paolo Bilardi, perché bisogna passare il testimone ai ragazzi e riuscire a coinvolgere i giovani». (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Inaugurata “La Rocca degli Angeli”

È stata inaugurata, a Villa San Giovanni, la Rocca degli Angeli, un terrazzamento attrezzato con vista mozzafiato sullo Stretto, dal porto di Messina a Capo Vaticano.

All’inaugurazione, presenti Angelo Raso, esponente villese di LegambienteRocco Alizzi, finanziatore della Rocca, il sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, il sindaco di Seminara, Carmelo Arfuso, e il presidente di Save Your GlobeRosario Previtera.

«Grazie di cuore da parte nostra ad Angelo Raso e Rocco Alizzi per aver donato alla città di Villa San Giovanni questo splendido gioiello» si legge sulla pagina Facebook del Comune di Villa San Giovanni.

Per Angelo Raso, «tutti i volontari, in particolar modo Angelo Romeo e il finanziatore Rocco Alizzi, hanno contribuito a trasformare un piccolo slargo inutilizzato in un piccolo angolo di paradiso: un affaccio sul mare e sulle scogliere, dal quale ammirare la Costa Viola, le isole Eolie e lo Stretto di Messina».

«È importante – ha sottolineato Raso – lasciare un segno e, contemporaneamente, lanciare un segnale che sia da esempio e da stimolo». (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Al via “Sport Heroes”

Ha preso il via oggi, virtualmente, Sport Heroes il format ideato da Giusva Branca e prodotto dal Teatro Primo di Villa San Giovanni che vuole raccontare storie di grandi campioni dello sport.

Si tratta di una iniziativa sul recupero e la divulgazione della storia dello sport e del valore epico ed etico delle sue imprese, che «abbraccia lo sport di tutti i tempi, d’ogni luogo, nella diversificazione delle varie discipline. Unico denominatore le emozioni, da perpetuare, trasmettere alle generazioni successive, in una parola rivivere» e che, per adesso, si svolgerà su Facebook, ma prevede anche restituzioni dal vivo.

Oggi, è andato “in scena” il primo incontro, dedicato al cestista Massimo Mazzetto, scomparso tragicamente, ripercorrendo le sue gesta.

Padovano di nascita, già dal 1978 inizia a giocare nelle giovanili della squadra della sua città, la Pallacanestro Petrarca Padova. Il suo esordio in prima squadra avviene nel 1982, in Serie B1.

Resta a Padova fino al 1985, e viene convocato nella nazionale juniores che partecipa agli Europei di categoria in Svezia e che si piazza al secondo posto (medaglia d’argento). Il grande salto avviene nella stagione 1985-1986, quando si trasferisce alla Viola Reggio Calabria in Serie A1.

Con la Viola allenata da Gianfranco Benvenuti indossa la maglia numero 14 e disputa 30 presenze al fianco di giocatori come Kim Hughes, Donato Avenia, Mark Campanaro, Luigi Mentasti, Massimo Bianchi. Al termine della stagione, ormai considerato una delle promesse più talentuose del basket italiano, ottiene la convocazione in Nazionale maggiore come “riserva a casa” per i Mondiali 1986 in Spagna.

La sera del 17 giugno 1986 Massimo Mazzetto era a Reggio in compagnia di alcuni amici, e stava ritornando a casa. Nel tentativo di superare un’automobile parcheggiata all’altezza del tornante che unisce via Reggio Campi e via Possidonea, per evitare un autobus che arrivava in direzione contraria, Mazzetto fece un salto su un muretto: perse però l’equilibrio e cadde da un’altezza di circa nove metri.

In condizioni disperate, con fratture e lesioni interne, venne sottoposto a una delicata operazione. Tuttavia alle ore 12:30 del giorno successivo morì in seguito a un arresto cardiaco. (rrc)

Heroes Pills – Massimo Mazzetto

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Incontro con Tramontana, presidente della Camera di Commercio

L’Amministrazione comunale di Villa San Giovanni ha incontrato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria per discutere di tutte le problematiche che interessano le attività produttive e gli esercizi commerciali soprattutto a seguito dell’emergenza Covid-19 che ha comportato un notevole sacrificio in termini di operatività da parte de tessuto produttivo ed imprenditoriale villese.

Presenti il sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, il presidente del Consiglio comunale, Antonino Giustra, l’assessore Giovanni Imbesi, il consigliere Fabio Facciolo e Tullio Caracciolo, responsabile dell’Unione Nazionale Consumatori di Villa San Giovanni.

Il presidente Tramontana ha illustrato tutte le strategie che la Camera di Commercio sta mettendo in campo per sostenere l’innovazione tecnologica e gli investimenti delle aziende: in particolare, si punta sul turismo culturale e legato all’attività sportiva amatoriale per la formazione di pacchetti turistici che consentano di elevare, qualitativamente, l’offerta della provincia reggina e di rispondere alla domanda turistica con percorsi tematici finalizzati a sfruttare al massimo le bellezze e peculiarità paesaggistiche, oltre che la fruizione piena del beni artistici e culturali che il territorio offre, coordinandoli in modo da creare un sistema di rete fra tutti gli operatori che erogano servizi legali alla ricettività, alla ristorazione ed alle attività escursionistiche e ludico-ricreative.

Su input dell’Amministrazione, il presidente Tramontana ha condiviso l’idea di instaurare una collaborazione istituzionale permanente fra Camera di Commercio e Comune di Villa San Giovanni per la migliore valorizzazione del territorio. All’interno di questa sinergia la Camera di Commercio parteciperà al tavolo permanente istituito con i commercianti villesi, in buona parte rappresentati dal Comitato del commercio villese, al fine di offrire agli esercenti del territorio la massima assistenza informativa, formativa e d’indirizzo per sfruttare a pieno regime tutte le opportunità che la normativa nazionale, regionale e comunitaria offre per aiutare le imprese a superare questo grave momento di difficoltà, seguito allo stop delle attività, ripartendo al meglio per ritornare nel più breve tempo possibile alla produttività precedente alla crisi.

L’Amministrazione ha illustrato tutte le iniziative che si stanno mettendo in campo per sostenere il settore del commercio e dell’impresa, con aiuti fiscali, tributari e regolamentari, incontrando il favore ed il compiacimento da parte del massimo rappresentante della Camera di Commercio. Nei prossimi giorni, per consacrare la collaborazione, sarà organizzato dal Comune un workshop con le attività produttive, alla presenza del presidente Tramontana e delle associazioni di categoria per formalizzare le direttrici dell’intesa collaborativa raggiunta e cominciare a fornire assistenza informativa agli operatori.

È dalla sinergia istituzionale che possono nascere le migliori iniziative a sostegno della cittadinanza e degli operatori economici, prostrati dalla crisi. Grazie all’impegno ed agli sforzi congiunti di tutti gli attori coinvolti si potrà non solo superare la crisi ma anche programmare il rilancio economico del settore produttivo villese. (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Le attività dell’ultima settimana di Amministrazione

L’Amministrazione comunale di Villa San Giovanni, guidata dal sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, ha reso note le attività dell’ultima settimana.

«Con l’estate alla porte – si legge in una nota – abbiamo il dovere di vivere le nostre spiagge quest’anno, è necessario che ci siano ampi spazi liberi per i bagnanti, perché possano utilizzare gli arenili secondo le indicazioni date dal governo centrale e regionale. Per questo abbiamo inteso sentire Rfi, di modo che possa rendere fruibili gli accessi alla spiaggia retrostante il porto in uso a Bluferries, alla video-riunione presenti Rfi, autorità portuale, capitaneria oltre all’amministrazione e al consigliere di minoranza arch. Salvatore Ciccone. Purtroppo per questioni legate alla sicurezza non è stato possibile trovare un accordo per l’immediato accesso alla spiaggia dall’area portuale, è stato però chiesto con insistenza un intervento tempestivo da parte di RFI, volto a restaurare e mettere in sicurezza i sottopassi ferroviari della zona di Acciarello, per garantire quantomeno l’attraversamento pedonale in altre aree della grande spiaggia di Acciarello».

«Corre l’obbligo, oggi ancora più di ieri – prosegue la nota – di dover stabilire delle precise regole di fruizione ed utilizzo delle spiagge. Di concerto con le associazioni e i comitati di quartiere, abbiamo stilato un piano sperimentale per l’introduzione di aree di alaggio stagionali. Ci saranno tratti di spiaggia riservati esclusivamente alla balneazione, altri tratti potranno essere invece destinati all’alaggio e al varo delle imbarcazioni che da sempre fruiscono delle nostre spiagge. Intanto la pulizia delle spiagge va avanti in modo spedito, sono stati già puliti da Avr i tratti di spiaggia a sud della piazza repubbliche marinare e le spiagge del lungomare». 

«È, inoltre – si legge nella nota dell’Amministrazione comunale – intenzione dell’amministrazione, nell’ottica di migliorare il decoro urbano, giungere presto all’approvazione del piano del colore, in quest’ottica venerdì 29 Maggio si è svolta una riunione in presenza dei tecnici progettisti oltre al sindaco ff, l’assessore Imbesi e i consiglieri Facciolo e Zito. L’accelerazione che l’amministrazione intende imprimere all’approvazione del piano serve affinché tutti gli interventi di ristrutturazione delle facciate eseguiti con i nuovi incentivi statali, possano seguire una precisa e armoniosa regola per il decoro cittadino. È in dirittura di arrivo l’accordo per la concessione dell’area ex Agip. Per questo la scorsa settimana è stato effettuato un sopralluogo congiunto con il direttore del 118 reggino, al fine di valutare la possibilità di realizzare una piazzola di atterraggio per l’elisoccorso, un’area che potrà quindi ospitare la colonna mobile dei vigili del fuoco, il 118, la croce rossa e la protezione civile comunale».

«In dirittura d’arrivo – conclude la nota – i lavori di mascheramento della variante di Cannitello e di rifacimento del lungomare, giorno 16 l’amministrazione comunale incontrerà i dirigenti Rfi, al fine di concordare il cronoprogramma dei lavori». (rrc)


VILLA SAN GIOVANI (RC) – Il Comune aderisce al progetto di introduzione dello Sportello Unico per l’Edilizia

Il Comune di Villa San Giovanni ha aderito al progetto regionale che prevede l’introduzione dello Sportello Unico per l’Edilizia telematico, un sistema innovativo che vuole semplificare le procedure e migliorare i processi burocratici e e garantire percorsi che abbiano tempi certi e massima trasparenza.

Il progetto SUE telematico deve garantire: attenzione alle esigenze dell’utenza; rispetto dei termini e anticipazioni degli stessi, ove possibile; perseguimento della semplificazione del procedimento; standardizzazione della modulistica e delle procedure.

«L’avvio del servizio comunale – ha spiegato l’assessore comunale Giovanni Imbesi – consentirà a Villa San Giovanni, ed in particolare al settore tecnico – edilizio di dirigersi verso un nuovo orizzonte che garantirà la semplificazione e la digitalizzazione delle procedure amministrative inerenti le attività edilizie. Compito dello sportello sarà, infatti, quello di curare e coordinare i rapporti fra il privato e l’amministrazione e ove occorra le altre amministrazioni tenute a pronunciarsi in ordine al singolo intervento edilizio di volta in volta oggetto di richiesta da parte del cittadino, sia sotto forma di permesso di costruire o di altra forma di procedura prevista dalle norme vigenti in materia edilizia».

«Si tratta di un percorso – ha proseguito l’assessore Imbesi – che ho inteso intraprendere già lo scorso anno, consultando dapprima diverse società private, al fine di valutare diversi software che potessero fare al caso nostro, sia in termini economici che in termini di semplicità nell’utilizzo, da qualche mese però, è stato possibile abbandonare l’interlocuzione con i privati perché è si è palesata la possibilità di aderire ad un progetto regionale, completamente gratuito per l’ente che ci garantisce un servizio efficiente e sempre soggetto a manutenzione ed aggiornamento da parte dell’ente regionale. A seguito dell’interlocuzione tenuta con i tecnici regionali, anche in questo tempo di emergenza sanitaria, siamo giunti all’istituzione del SUE comunale con apposita delibera di giunta n. 37 del 03/04/2020 e successivamente nell’ultima seduta di consiglio comunale del 24/04/2020 è stato approvato il regolamento comunale che stabilisce il funzionamento dello Sportello telematico».

«A tal proposito – ha proseguito l’assessore Imbesi – mi spiace prendere atto del voto contrario dell’intera minoranza consiliare, senza portare in consiglio valide motivazioni al voto contrario, anche i consiglieri del Partito Democratico hanno inteso votare contrariamente all’approvazione del regolamento, pur essendo il sistema del SUE telematico introdotto in Calabria dalla precedente giunta regionale proprio a guida PD. Risulta interessante evidenziare come la piattaforma di cui l’ente potrà presto disporre sarà del tutto gratuita per l’ente e per i professionisti che dovranno utilizzarla, si tratta quindi di un progetto regionale al quale abbiamo inteso aderire anche forti della soddisfacente esperienza relativa al sistema SUAP regionale, una piattaforma già in uso da diversi anni presso il nostro comune che ha dimostrato nel tempo di riuscire a gestire bene anche le pratiche più complesse relative ad attività commerciali, per le quali diversi enti sono spesso tenuti ad esprimere parere. Sono certo che i nuovi funzionari che svolgono servizio presso il nostro ufficio tecnico, che hanno sin da subito approvato il progetto di istituzione della piattaforma, sapranno al meglio sfruttare i servizi offerti dalla stessa al fine di migliorare sensibilmente il rapporto tra i cittadini e l’apparato burocratico dell’ente».

«Il servizio che doveva partire a inizio Maggio 2020 – ha concluso l’assessore Imbesi – è stato rinviato alla fine del mese di Giugno di questo anno, tutti i professionisti che vorranno saranno invitati a prendere parte ad appositi seminari formativi tenuti da consulenti regionali presso il nostro ente, al fine di conoscere al meglio la funzionalità del sistema e poter quindi intraprendere assieme un nuovo percorso di confronto e interazione». (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Incontro con le attività produttive villesi

A Villa San Giovanni, il sindaco f.f. Maria Grazia Richichi e gli assessori Pietro CaminitiGiovanni ImbesiMassimo MorganteAntonino Giustra, presidente del Consiglio comunale, hanno incontrato i rappresentanti del Comitato del commercio villese.

Il Comitato del commercio villese, rappresentato dalla presidente Maria Idone, da Nino Porcino e da Davide De Gregorio, ha chiesto all’amministrazione di approntare tutte le misure idonee per sostenere e supportare le attività produttive villesi in questa fare drammatica dal punto di vista sanitario, ma anche economico.

In particolare, i commercianti villesi chiedono che il Comune possa sospendere il pagamento dei tributi locali a data da destinarsi. L’amministrazione ha preso l’impegno di approfondire la questione, tentando di individuare le fasce deboli e quelle maggiormente bisognose del provvedimento di sospensione dei tributi, anche in attesa che il Governo adotti misure in questa direzione.

Il sindaco Richichi ha chiarito che l’amministrazione intende affrontare questa drammatica fase di emergenza sotto una duplice direzione di intervento. Per un verso affrontando l’emergenza sanitaria, mettendo a disposizione di tutta la cittadinanza il test sierologico oppure i tamponi, per uno screening massiccio che consenta di affrontare la fase 2 dell’emergenza, consentendo la riapertura delle attività commerciali in condizioni di sicurezza. Saranno in primo luogo sottoposti a test gli imprenditori così da poter aprire le attività con il massimo della fiducia e della serenità dei clienti.

Per altro verso affrontando la crisi economico-finanziaria, rivolgendosi alla Regione Calabria, chiedendo che gli aiuti alle imprese siano sbloccati il prima possibile e le risorse arrivino in tempi brevissimi. All’esito della riunione si è stabilito che il tavolo di confronto diventi un tavolo tecnico permanente per affrontare e risolvere tutti i disagi e le difficoltà dell’attuale fase.

I commercianti si sono dimostrati soddisfatti dell’approccio dell’amministrazione ed hanno dato tutta la disponibilità perché si possa operare in proficua sinergia con l’amministrazione comunale. (rrc)