VILLA SAN GIOVANNI (RC) – La mostra “Il Maestro e l’Allieva”

Fino al 28 agosto, a Villa San Giovanni, a Palazzo San Giovanni, la mostra personale Il Maestro e l’Allieva di Francesco Siclari e della sua allieva Antonella Cerabona.

Un ritorno intriso di emozioni, a ripercorrere una vita vissuta tra tele e pennelli. La sua carriera, infatti, è iniziata da autodidatta. 

«Dipingo da quando ho cinque anni è sempre e solo dal vero. Se oggi mi chiede di disegnare un gallo io lo faccio, anche se non è un soggetto che disegno abitualmente. Ma fa parte della vita quotidiana della mia infanzia. Se invece devo disegnare un leone, magari non riesco perché non ho mai disegnato un leone dal vero» ha raccontato Siclari, che guarda alle tappe formative della sua vita, a partire dalla sua infanzia.

«Ricordo che quando ero ragazzino, percorrevo a piedi scalzi con i miei amici la strada che da Campo Piale portava alla spiaggia di Villa San Giovanni, dietro la stazione. Scendevamo lungo quello che chiamavamo “u fussuni” ed io li costringevo a passare dalla Via Garibaldi, perché lì si trovava il laboratorio di un pittore. Se il pittore era lì, mi fermavo le ore ad osservarlo. La passione per la pittura è iniziata lì».

Dagli anni ‘60 ad oggi, Francesco Siclari ha compiuto un percorso artistico straordinario, caratterizzato da importanti mostre personali in gallerie italiane ed estere, come ad esempio: il Chiostro del Bramante a Roma, la Galleria Florimond di Losanna, la Galleria La Serine di Gland – Ginevra, la Galleria Thuiller di Parigi, Galleria Esart di Barcellona, la Galleria Pinna di Berlino, la Galleria Steiner di Vienna, la Galleria Art et Amcitie di Amsterdam, la Broadway Gallery di New York. 

E, poi, le collettive a Montecarlo, al Carrousel du Louvre di Parigi, al Global Project di New York. 

«Tutti luoghi in cui mi sono recato personalmente, perché mi piace osservare le persone che visitano una mostra, scrutare gli stati d’animo e poi perché penso che un utente che sceglie di andare a vedere una mostra è più contento se ha modo di parlare con l’autore» ha dichiarato ancora Siclari. E naturalmente il maestro è presente anche a Villa San Giovanni. 

Alla domanda “come nasce la mostra Il maestro e l’allieva?”, Francesco Siclari risponde con la generosità dei grandi artisti che hanno avuto successo e non vogliono tenerlo per sè.

«Per far emergere chi lavoro al mio fianco e permetterle successivamente di camminare da sola. Credo che avere la possibilità di esporre con un artista già affermato, possa aiutare a far emergere i propri allievi».

Un progetto iniziato tre anni fa, che poi si è dovuto arrestare a causa della pandemia, e che oggi torna dopo un anno e mezzo di stop forzato.

Le opere dell’allieva, Antonella Cerabona, sono per lo più «racconti nel tragitto del viaggio dentro l’Universo Donna, nudi di una incredibile leggerezza, figure diafane, eteree, espressioni intense e ammaliante, incanto per gli occhi, carezze per il cuore”. Immagini intime, discrete, pose che ci raccontano di turbamenti, di raccoglimenti, che attraverso la bellezza del corpo, ci conducono nelle più intime pieghe dell’anima. Lei è la musa di stessa, ma di lei stessa dice”io non so disegnare, presto solo le mani alla mia anima».

Quelle del maestro, invece sono paesaggi, nature morte e qualche disegno. (rrc)

 

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Torna “Valentia in Festa”

Domani, a Villa San Giovanni, a Piazza Municipio Cannitello, è in programma la quarta edizione di Valentia in Festa, organizzata dall’Associazione Valentia.

L’evento è il risultato di un lavoro sinergico tra l’amministrazione Comunale di Villa San Giovanni e l’Associazione Valentia. Una collaborazione che ha portato all’ideazione di altri progetti come “il Giardino della memoria”, realizzato grazie ai proventi del libro Storie da ricordare – Grandi imprese e solidarietà ai tempi del Coronavirus. Con l’occasione sono stati piantati 10 alberi di ulivo presso l’Arena Comunale in memoria di chi ha perso la propria vita a causa del Covid. 

Dopo i saluti istituzionali del sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, del Presidente dell’ Associazione Valentia, Anthony Lobianco e del referente locale dell’Associazione Gaetano Sergi, si passerà agli incontri culturali:

Alle 18:30 la presentazione del libro La prigione di carta di Marco Onnembo, edito da Sperling & Kupfer. Protagonista di questo romanzo è un professore appassionato e idealista in lotta per salvare la scrittura e i libri dall’oblio. Un romanzo distopico di grande attualità nell’era del digitale. Da una parte la supremazia della digitalizzazione, dall’altra l’importanza della scrittura manuale. Dialogherà con l’autore Daria Arena. 

Alle 19:15 Cosimo Sframeli presenterà il suo ultimo libro ‘Ndrangheta Addosso. In questa sorta di reportage di guerra, il Tenente dei Carabinieri in congedo, racconta gli anni più bui che hanno caratterizzato la Calabria tra gli anni ’80-’90. Un’analisi lucida che ripercorre anni di sequestri e efferati omicidi. Incontrerà l’autore Elena Siclari.  

A seguire si terrà una tavola rotonda Sorprese buone e cerimonia di consegna Premio Nazionale Protome con la partecipazione delle Associazioni: Avis Comunale di Villa San Giovanni, Officine Buone, Rose Blu Società Coop. Sociale Onlus, Smail Solidarietà Medica Assistenza Integrata Locale, Unitalsi Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati Lourdes e Santuari Internazionali. Modererà l’incontro Giuseppe Blasi.         

 

 

Covid-19 e psiche: un convegno martedì a Villa San Giovanni

Interessante convegno su Covid-19 e psiche martedì 17 agosto a Villa San Giovanni. Quali cicatrici ha lasciato e sta la sciando il Covid19 nella nostra psiche? In che modo lo abbiamo affrontato
e come possiamo traghettare verso un mondo nuovamente condiviso?
In risposta a queste domande si terrà l’incontro “la sospensione dei significati del mondo”, martedì 17
agosto alle 20:30 presso il Kalura, a Villa San Giovanni.
Dopo i saluti del Sindaco f.f. Maria Grazia Richichi e del Delegato alla Cultura Adelaide Barbalace,
interverranno in un dialogo intimo e sincero gli psichiatri Giacomo Romeo e Vincenzo Maria Romeo, e la
psicologa Ilenia Longo. Modererà l’incontro Mariarita Sciarrone.
L’evento si propone di fornire una lettura fenomenologica, psicoanalitica e psicologica di ciò che
rappresenta questo tempo per ciascuno di noi.
«Il COVID 19 ha rotto la continuità dello sviluppo di una vita. La perdita dell’apertura al divenire, che
caratterizza la sospensione dei significati del mondo, ha spezzato la continuità del tempo vissuto e ha chiuso le porte al futuro. Questo evento vuole avere il significato di intraprendere un cambiamento, rompendo il guscio di solitudine in cui ognuno di noi si è chiuso, per aprire a un mondo condiviso in cui far rinascere la speranza» ha dichiarato Giacomo Romeo.
«I segni che sta lasciando questa Pandemia sono profondi e credo che questi momenti di confronto siano
indispensabili per infondere speranza e sentirsi parte di una comunità» ha concluso il sindaco f.f. Maria
Grazia Richichi. (rrc)

57.ma Traversata dello Stretto: la vittoria di Marcello Guidi

Si è svolta ieri a Villa San Giovanni la 57.ma edizione della storica Traversata dello Stretto. Ha vinto il nuotatore delle Fiamme Oro Campania  Marcello Guidi, al suo primo successo nella classica del nuoto di fondo. Per le donne prima Sofie Callo (quinta nella classifica generale).

La gara, come da tradizione, è partita da Capo Peloro (Messina), ma quest’anno forti correnti e mare agitato con molte onde hanno reso ancora più difficile la prova dei partecipanti. L’appuntamento è per agosto 2022, con immutata emozione.

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – La mostra “Il Maestro e l’allieva”

S’inaugura oggi, a Villa San Giovanni, al Palazzo Comunale, la mostra personale di pittura Il Maestro e l’allieva a cura di Francesco SiclariAntonella Cerabona.

L’esposizione è visitabile fino al 28 agosto.

Francesco Siclari, artista di fama internazionale, nasce a Campo Calabro (RC) il 2 luglio 1940 e inizia il suo percorso artistico nel 1960. Tra le sue mostre personali, si annovera quella al Chiostro del Bramante a Roma, e moltissime all’estero, tra cui la Galleria Florimond di Losanna, la Galleria La Serine di Gland – Ginevra, la Galleria Thuiller di Parigi, Galleria Esart di Barcellona, la Galleria Pinna di Berlino, la Galleria Steiner di Vienna, la Galleria Art et Amcitie di Amsterdam, la Broadway Gallery di New York. Ha partecipato alle collettive del Salon International de Peinture et de Sculpture di Montecarlo, al Carrousel du Louvre di Parigi, al Global Project di New York, ha inoltre vinto numerosi premi e le sue opere sono state pubblicate su molte riviste di settore.

Antonella Cerabona nasce a Torino il 26 giugno 1974, vive a Settimo Torinese e opera presso lo Studio d’arte Francesco Siclari in Brandizzo (TO). Esce allo scoperto con la sua prima personale a Novembre del 2018, presentando una serie di disegni a alcuni dipinti degni di particolare attenzione. Presenze, racconti nel tragitto del viaggio dentro l’Universo Donna. Creature espresse con elegante tratto che molto ci rivela della sensibilità dell’artista. Nudi di una incredibile leggerezza, figure diafane, eteree, espressioni intense e ammaliante, incanto per gli occhi, carezze per il cuore. Immagini intime, discrete, pose che ci raccontano di turbamenti, di raccoglimenti, che attraverso la bellezza del corpo, ci conducono nelle più intime pieghe dell’anima. Lei è la musa di stessa, ma di lei stessa dice”io non so disegnare, presto solo le mani alla mia anima”. (rrc)

Sopralluogo della Catalfamo alla Smart Road di Villa San Giovanni: Conclusione lavori entro ottobre 2021

L’assessore regionale alle Infrastrutture, Domenica Catalfamo, ha fatto un sopralluogo per la verifica dei lavori di realizzazione della “Smart Road”, che riguardano l’area di accesso al porto di Villa San Giovanni, che dovrebbero essere terminati entro ottobre 2021.

«Gli interventi – spiega una nota dell’assessorato – si riferiscono alla realizzazione dell’infrastruttura “Smart road”, una nuova concezione di strada intelligente che punta a consentire comunicazione e interconnessione tra i veicoli che la percorrono. Le opere prevedono l’installazione in itinere delle postazioni polifunzionali e delle tecnologie di connettività, di sorveglianza e controllo lungo le rampe di accesso verso l’area imbarchi di Villa San Giovanni, attrezzate con Access point per sistema Wi-Fi in motion in tecnologia Dscr, telecamere con funzionalità smart, in grado di svolgere attività di videosorveglianza “intelligente”, rilevazione di eventi pericolosi, situazioni critiche su strada e dati di traffico, telecamere di lettura targhe per l’identificazione dei veicoli allo scopo del calcolo dei tempi di attesa e riconoscimento di veicoli trasportanti merci pericolose, sistema di segnalazione acustica e luminosa per informare gli utenti dell’accesso contromano».

L’assessore Catalfamo e il dirigente regionale Giuseppe Iiritano hanno effettuato un sopralluogo congiunto con il responsabile del procedimento Anas, Andrea Sebastiani, per verificare l’avanzamento dei lavori. Catalfamo ha avuto modo di constatare i primi sistemi attivati, con considerevole anticipo rispetto al programma lavori.

Si tratta, nello specifico, di 21 pali polifunzionali allestiti con le più avanzate tecnologie; 5 telecamere per lettura targhe, anche Kemler per l’identificazione delle merci pericolose, nonché per il calcolo dei tempi di percorrenza tra gli svincoli di Scilla e l’area imbarchi, con le quali si riusciranno a dare informazioni il più possibile attendibili rispetto ai tempi di attesa per gli imbarchi verso la Sicilia. Inoltre, sono state attivate 21 telecamere di contesto, una per ogni postazione polifunzionale, in grado di riconoscere eventuali situazioni di criticità quali code, traffico bloccato, pedone in strada, contromano, sistema di videoanalisi per il rilevamento delle condizioni meteo attraverso l’elaborazione delle immagini; sistema di rilevamento ingresso utenti nel senso sbagliato in autostrada installato presso l’area di servizio di Villa San Giovanni Est.

«Sono state installate, ma ancora non attivate – spiega l’assessorato – le tecnologie Smart necessarie al controllo e al monitoraggio del traffico nonché a dare informazioni all’utenza attraverso le più attuali tecnologie come il sistema Lte-v che consente il dialogo tra i veicoli e la strada, hotspot Wi-Fi per connettersi con gli smartphone, sistema Dsrc (Dedicated short range communications) che consentirà in un prossimo futuro l’implementazione di servizi innovativi e interattivi di infomobilità, sicurezza e connettività, nell’ottica della gestione intelligente di tutte le infrastrutture stradali e lo sviluppo di servizi orientati al dialogo veicolo-infrastruttura e tra i veicoli stessi».

I test effettuati durante il sopralluogo – riporta ancora la nota – hanno evidenziato l’importanza per la sicurezza nonché l’incremento degli standard di servizio su un nodo strategico come quello del porto di Villa San Giovanni. L’efficacia dell’intervento potrà indurre la Regione a programmare l’utilizzo di ulteriori fondi per proseguire l’installazione degli impianti su tutto il tratto calabrese dell’A2 che, come richiesto dalla Regione Calabria risultano inseriti nel Pnrr».

«La conclusione dei lavori, che si può ipotizzare entro ottobre 2021, nei tempi previsti dal cronoprogramma– conclude l’assessorato –, costituirà un importante traguardo verso il futuro della mobilità in sicurezza sulle direttrici principali in Calabria. Le Smart roads tra gli emblemi di una Calabria che ha ripreso il passo nel recupero dell’atavico gap infrastrutturale per mettersi in linea con il resto del Paese e con uno sguardo sempre più convinto all’Europa». (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Al via il centro estivo comunale

A Villa San Giovanni, ha preso il via il Centro Estivo Comunale per le per attività ricreative, di animazione di tutoraggio
scolastico e accompagnamento alla lettura, al fine di promuovere spazi di incontro e di socializzazione, per valorizzare le capacità extracurricolari dei bambini,, e per dare un aiuto concreto ai genitori che lavorano, durante la sospensione delle attività didattiche.

I 25 bambini che partecipano alle iniziative, individuati tramite un avviso pubblico, hanno un’età compresa dai 3 agli 8 anni e frequentano l’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII, le attività del centro si svolgono presso il parco Masci e sono previste delle uscite con spostamenti in scuolabus.

Il centro ricreativo prevede delle attività e laboratori multi-didattici, quali: tutoraggio scolastico, laboratori creativi e manuali, animazione alla lettura, attività motoria e sviluppo delle capacità di coordinazione, sport e giochi di squadra, passeggiate all’aria aperta e presso i parchi della città.

Il progetto si compone, inoltre, di una seconda fase “Aspettando l’inizio della scuola” che si terrà dal 25 agosto fino all’inizio della scuola per consentire un aiuto ai genitori che rientrando a lavoro hanno difficoltà a gestire le attività ricreative dei loro bimbi prima che abbia inizio l’anno Scolastico.

Il sindaco f.f., Maria Grazia Richichi, da sempre attenta alle Politiche per la Famiglia, ha espresso piena soddisfazione per la predisposizione di questo ​ utilissimo strumento a costo zero per le famiglie che, impegnate nelle attività lavorative, spesso si trovano in difficoltà in concomitanza del periodo di sospensione delle attività scolastiche.

«Le politiche per la famiglia – si legge in una nota – non possono prescindere dall’attenzione ai bimbi ed ai loro irrinunciabili spazi di gioco e per questo il Comune sta predisponendo dei progetti attingendo ai fondi Regionali all’uopo previsti. Si ringrazia per il lavoro svolto gli uffici Politiche Sociali e Affari Generali e i volontari coinvolti che hanno predisposto le attività necessarie per far partire questa splendida iniziativa». (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Il convegno sulle malattie respiratorie

Questo pomeriggio, a Villa San Giovanni, alle 18, alla Piazzetta della Delegazione di Cannitello si terrà un convegno dal titolo Aderenza tarapeutica nel paziente con malattia respiratoria – confronto tra istituzioni e cittadini: Cosa fare per cambiare.

L’incontro,  importante per ricominciare a parlare di salute e di prevenzione, è patrocinato dall’Amministrazione comunale di Villa San Giovanni, dalla SIP, Società Italiana di Farmacoglia, dalla SIP, Società Italiana di Pneumologia, dall’UMG, Università Magna Graecia di Catanzaro, dalla SIMG, Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, dall’Ordine dei Medici di Reggio Calabria e dall’Ordine dei Farmacisti di Reggio Calabria e dalla Munipharma.

Intervengono la sindaca f.f. Maria Grazia Richichi, Luca Gallelli – UMG, Basilio Iero MMG, Lucia Muraca – Direttivo Nazionale SIMG, Vincenza Giofrè – Specialista in Pneumologia, Rosina Marina Macchione – Specialista in Pneumologia il Presidente o un delegato dell’Ordine Medici RC ed il Presidente o un delegato dell’Ordine Farmacisti RC.

Le malattie respiratorie si associano ad un elevato tasso di mortalità nei paesi industrializzati. Malgrado varie campagne effettuate per sensibilizzare il personale sanitario (medici ed infermieri) ad un’ottimale utilizzo dei farmaci per le patologie respiratorie ad oggi si registra una scarsa aderenza nella popolazione. Infatti, gli ultimi dati Nazionali Osmed, indicano una aderenza nella popolazione con patologie respiratorie, di circa il 30%. Da ciò nasce l’esigenza di effettuare una serie di incontri tesi a sensibilizzare la popolazione generale all’ottimale utilizzo dei farmaci che significa migliore appropriatezza terapeutica e riduzione delle risorse sanitarie legate a riacutizzazioni delle patologie. Per tale motivo saranno raccolti dati connessi a questionari volti a valutare la percezione dei pazienti e dei medici relativamente all’utilizzo di farmaci antiasmatici nella gestione delle patologie ostruttive respiratorie.

Tali dati, saranno discussi all’interno di un talk show aperto a tutta la cittadinanza dei Comuni che daranno disponibilità alla partecipazione. Si procederà alla presentazione ed agli obiettivi del corso, ci sarà ampio spazio per le domande dei presenti, verranno esposti i risultati del questionario Nazionale. (rrc)

 

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Istituito il servizio “Spazio Donna”

A Villa San Giovanni, l’Assessorato alle Politiche Sociali ha istituito lo Spazio donna, un nuovo servizio,
completamente gratuito, voluto fortemente dal sindaco Mariagrazia Richichi.

L’iniziativa ha come obiettivo principale quello di offrire un servizio di vicinanza e ascolto per tutte le donne, non soltanto quelle vittime di maltrattamenti di vario genere. Infatti, lo Spazio donna costituirà anche una sorta di osservatorio dei bisogni delle donne al fine di creare i giusti correttivi nell’azione amministrativa  e sarà un punto di riferimento e di supporto per le donne del territorio e dei Comuni vicini in quelle situazioni in cui, ad esempio, non si conoscono i propri diritti, ovvero si vivono problematiche familiari, sia individuali che di coppia, che spesso sfociano in
violenza, oppure  nei casi di maltrattamenti psicologici e fisici anche nell’ambito lavorativo. Insomma,  in tutte quelle situazioni  di soggezione economica, verbale, fisica e psicologica che,  se non affrontati e risolti immediatamente con l’ ‘aiuto di esperti,  possono degenerare in vere e proprie violenze di cui sono spesso vittime anche i figli.

Lo spazio voluto e istituito dal Comune di Villa San Giovanni, sarà uno spazio “open”, libero da ogni pregiudizio, uno spazio di accoglienza dove sarà sempre possibile essere ascoltate ed aiutate, indirizzando la donna,  caso per caso, attraverso il percorso più indicato per uscire dalla spirale della violenza e  della paura.  Non sarà un sostituto delle reti già attive a sostegno delle donne o dei centri antiviolenza, ma vuole essere un “plus” per incoraggiare le donne a rompere quel muro del silenzio che, spesso,  le porta a subire in silenzio e non denunciare per la paura di essere lasciate sole. (rrc)

VILLA SAN GIOVANNI (RC) – Al via i Piani Utili alla Collettività

Il Comune di Villa San Giovanni, guidato dal sindaco Maria Grazia Richichi, ha dato il via i Piani Utili alla Collettività che, utilizzando i percettori del Reddito di Cittadinanza, serviranno per l’espletamento di servizi aggiuntivi ai servizi pubblici già offerti per migliorare le condizioni complessive della comunità e per inserire professionalmente e lavorativamente i percettori del reddito.

«Il nostro comune – si legge in una nota – è il primo a partire con i progetti Puc nell’ambito dei comuni limitrofi e di quelli aderenti all’ambito 14, grazie al Settore Politiche Sociali che ha predisposti gli atti e sta procedendo alla selezione ed alla formazione del personale che dovrà espletare i servizi. Oggi 3 giugno, partono le prime 4 unità per tre mesi e successivamente, in base ai profili definiti dall’equipe del centro per l’impiego e dei servizi sociali saranno sostituiti da altri percettori, secondo un meccanismo di turnazione. La prima fase del progetto prevede la tutela del patrimonio comunale e del verde pubblico. Sotto la supervisione ed il controllo dell’Arch. Bruno Doldo, responsabile del Settore Lavori Pubblici queste prime quattro risorse saranno dislocate in Piazza Immacolata, Piazza Valsesia, Parco Aragona e Parco Robinson in modo da espletare una manutenzione ordinaria quotidiana».

«Il loro lavoro – continua la nota – non sostituirà l’attività della ditta affidataria del servizio di pulizia o dei dipendenti comunali, servirà da potenziamento e per mantenere il decoro quotidiano. Le attività progettuali saranno coordinate dal Settore Tecnico – lavori pubblici e da quello delle Politiche Sociali.  Gli altri due progetti con altrettante risorse riguarderanno
i centri estivi per bambini e l’assistenza alle persone anziane sole. Il progetto che parte oggi avrà ad oggetto una serie di attività che i percettori dovranno eseguire: riqualificazione e pulizia di aree comunali (parchi, aree verdi, litorali, spiagge, luoghi di sosta e transito), raccolta di rifiuti abbandonati, riqualificazione e pulizia aree limitrofe in luoghi di interesse specie durante il periodo estivo pulizia spiagge e lungomare, pulizia e riordino di ambienti e luoghi, pulizia straordinaria delle principali sedi comunali, pulizia cortili scolastici, manutenzione e cura di piccole aree verdi, anche in zone limitrofe ai principali palazzi rappresentativi della Città, manutenzione giochi per bambini nei parchi e nelle aree attrezzate (riparazione, verniciatura), restauro e mantenimento di barriere in muratura e staccionate; manutenzione di beni dell’ente, custodia e manutenzione degli impianti comunali e delle strutture, apertura, chiusura e custodia dei 3 principali parchi gioco presenti sul territorio, apertura, chiusura e custodia degli impianti sportivi comunali: Stadio comunale di calcio Santoro, Impianto di Cannitello».

«L’attivazione di questi interventi – viene spiegato – ha la finalità di migliorare il livello di vivibilità dell’intera comunità, sviluppando una cultura rispettosa della cura della cosa pubblica. Partendo dalla riqualificazione urbana sarà possibile costruire percorsi di partecipazione attiva che coinvolgeranno tutti i cittadini del paese. L’impegno prestato dal beneficiario, punta a valorizzare la qualità e lo spessore degli eventi e dei luoghi, creando e sviluppando nel cittadino un senso di appartenenza alla comunità locale e da qui un impegno attivo nel territorio. Lo sviluppo e la diffusione delle attività si collocano al centro degli obiettivi di crescita sociale ed economica del paese. La cooperazione tra i cittadini rappresenta un fattore importantissimo per agevolare l’empowerment sociale».

«Il progetto – è spiegato ancora – si eseguirà con l’affiancamento ai dipendenti in servizio, che avranno cura di favorire momenti di formazione specifici per la mansione richiesta. I percorsi da attivare prevedono un impegno non inferiore a n. 8 ore fino ad un massimo di n. 16 ore settimanali da svilupparsi sia su uno o più giorni a settimana sia su uno o più periodi del mese. Si tratta dell’avvio di un progetto che oltre a migliorare il decoro può rappresentare un grande momento di socializzazione e reintegrazione dei percettori del reddito di cittadinanza». (rrc)