BOTRICELLO (CZ) – Una giornata all’insegna della legalità organizzata dal Lions

Bella mattina quella di sabato presso l’istituto professionale Ipssceoa di Botricello, il Club Lions Cropani, Botricello, Sellia Marina, medio jonio in collaborazione con la dirigente profssa Giovanna Moscato e L’Istituto Scolastico, ha organizzato una giornata per parlare di legalità presentando il libro Semi di legalità-Dodici stelle contro le mafie di Enzo Bubbo.

Alla presentazione del libro erano presenti oltre l autore il Sindaco di Botricello, il vice Presidente del Lions Club Pietro Zungrone il Sostituto Procuratore della Procura Generale di Catanzaro dottssa Marisa Manzini.

La sala dell’Istituto Professionale era gremita dagli studenti e dalle altre cariche istituzionali il sacerdote don Rosario Morrone il comandante della stazione dei Carabinieri di Botricello Davide Lombardo, il prof Santino Bubbo.

L’evento è stato moderato dal giornalista Luigi Stanizzi il quale, dopo l’introduzione ha dato la parola alla padrona di casa Prof.ssa Moscato. La prof.ssa Moscato ha voluto sottolineare ai ragazzi l’importanza di eventi come quello organizzato nella giornata di ieri che hanno, considerati i temi trattati l’intento di lasciare un segno nelle loro coscienze, di accendere una piccola fiammella che li porti a riflettere su ciò che è bene e ciò che è male, con la speranza che l’esempio di persone come la dottssa Manzini o degli altri protagonisti del libro li induca a capire che nella vita per cambiare e’ necessario studiare e essere appassionati perché la passione allontana dal crimine.

All’intervento della prof.ssa Moscato è seguito quello del Sindaco di Botricello Simone Puccio, il quale, oltre a ringraziare la dirigente per il lavoro che svolge e per il suo impegno teso a rendere un’eccellenza l’istituto professionale, ha ringraziato il club Lions per il costante lavoro che svolgono sul territorio, per la loro presenza fattiva e collaborativa con le istituzioni. Il sindaco Puccio, ha preso spunto dalla sua personale vicenda, quella di essere stato oggetto di minacce da parte della criminalità per spiegare ai ragazzi come davanti ai sorprusi che si subiscono l’unica strada possibile per contrastare tali atti, è quella della legalità. Il rispetto delle regole e la loro applicazione con ancora più tenacia e convinzione e il rispetto della legge e’ l’unico mezzo per combattere la criminalità.

E’ intervenuto poi il vice presidente del club Lions Pietro Zungrone, il quale, ha sottolineato che la finalità dei Lions e’ quella di servire, in quanto la missione dei Lions e’ quella di essere al servizio i Lions si troveranno sempre vicini a quelle situazioni in cui è necessario un aiuto nei confronti dei più deboli. Ha detto poi l’avv Zungrone che proprio per la loro vocazione al servizio i Lions,sono contro ogni forma di criminalità che ha poco a che vedere con il servizio e l’aiuto al prossimo. Il vice presidente ha poi ringraziato l’autore del libro e la dottssa Manzini per il suo lavoro e per l’attenzione che ha verso i giovani e la sua missione di parlare ai giovani soprattutto di criminalità organizzata perché bisogna parlare di criminalità per contrastarla. E’ stato poi il momento dei veri protagonisti della giornata.

E’ intervenuta la dottssa Manzini, la quale ha ricordato il magistrato emilio le donne, protagonista insieme a lei del libro di enzo bubbo. La dottssa Manzini ha raccontato quanto a cuore il dott le donne avesse di parlare ai giovani di far capire loro quanto sia importante conoscere i valori della legalità.

La dottssa Manzini ha spiegato ai ragazzi che lo Stato non è un’entità astratta e lontana, che lo Stato è molto più presente di quanto si possa immaginare. Lo Stato era presente anche all’ interno dell Istituto ieri con la presenza delle istituzioni, un magistrato ,un sindaco i professori, il sacerdote i rappresentanti delle forze dell’ordine e non per ultimi

Loro, i ragazzi, che rappresentano i cittadini. La dott.ssa ha sottolineato l importanza di divenire cittadini consapevoli, che consapevoli lo si diventa con lo studio che

Lo studio rende liberi la legalità rende liberi. Vivere nell’ ignoranza ci rende vittime e prede della criminalità.

I ragazzi dell istituto di Botricello sono stati invitati dalla dottssa Manzini a rendersi protagonisti di quel cambio culturale che la Calabria ha bisogno affinché la bellezza di questa terra possa veramente risplendere. Li ha invitati a non lasciarsi sedurre dai miti effimeri dei social ma ha rendersi conto che la vita reale e’ fatta di altro, di persone che lavorano che si sacrificano anche per gli altri per un mondo migliore.

Il dibattito e proseguito con L autore del libro. Il libro riporta le biografie di 12personaggi che si sono impegnati e si impegnano per piantare i semi di legalità. Le stelle di cui si parla nel libro sono tra le altre il procuratore di Napoli Gratteri, la dottssa Manzini e il Procuratore Emilio Le Donne, i ragazzi di Locri, don Giacomo Panizzi Il prof Bubbo ha esortato i ragazzi a non lasciarsi affascinare dalla seduzione del male e del facile guadagno perché il male imbrutisce, rende schiavi.l’autore ha invitato i ragazzi ha seguire le proprie passioni ad alimentarle perché costituiscono l’antidodo al male.

La presentazione del libro e’ avvenuta attraverso l’interazione dei ragazzi che hanno letto le interviste fatte al Procuratore di Napoli Gratteri e alla stessa dottssa Manzini e al sostituto procuratore Annamaria Frustaci, con le proiezioni di video e si conclusa con gli interventi degli studenti.

A conclusione della giornata, La dottssa Manzini è stata premiata dal club Lions con un attestato di riconoscimento “premio legalità” per il suo impegno come magistrato e per aver testimoniato, attraverso il suo lavoro quotidiano e i risultati raggiunti, il messaggio di una Calabria che vuole vivere e prosperare nella legalità libera da mi vincoli della criminalità. (rcz)

BOTRICELLO (CZ) – Si presenta il libro “Semi di legalità”

Domani pomeriggio, a Botricello, alle 9.30, all’Istituto Professionale Ipssceoa, sarà presentato il libro Semi di legalità. Dodici stelle contro le mafie di Enzo Bubbo, edito da Officine Editoriali da Cleto.

L’iniziativa è promossa con il Lions Club di Cropani, Botricello e Sellia Marina Medio Jonio. Il service, che verrà moderato dal giornalista Luigi Stanizzi, ha in agenda anche la consegna del premio legalità al magistrato della Procura generale di Catanzaro, Marisa Manzini.

La sua biografia, infatti, è citata nel libro di Bubbo. All’evento interverranno la dirigente scolastica dell’Istituto superiore di secondo grado di Botricello, Giovanna Moscato, scrittrice, il sindaco di Botricello, Simone Puccio, giornalista, il  vicepresidente Lions Club, Pietro Zungrone, avvocato.

A Botricello c’è un ufficio postale tutto al femminile

A Botricello c’è un ufficio postale tutto al femminile. A Catanzaro Poste Italiane si conferma azienda al femminile con una presenza di 791 dipendenti, di cui 367 donne, pari al 47% della forza lavoro.

L’Azienda in provincia può contare su una rete di 121 Uffici Postali, 5 Centri di Distribuzione e 45 donne in posizioni di responsabilità. E’ donna anche il vertice della Filiale del capoluogo di regione, guidato da Angela Pignataro, campana di nascita, arrivata in Calabria qualche anno fa.

A Botricello, l’esempio più lampante della Filiale, guidata anch’essa da una donna Angela Pignataro, della presenza delle donne nelle strutture postali operanti in provincia, dove tutti i dipendenti dell’ufficio sono donne. Una squadra affiatata, guidata dalla direttrice Teresa Danizio, in azienda dal 2012 e con un’esperienza di consulente alle spalle è arrivata a Botricello nell’agosto del 2023. Tre le sportelliste Giulia Gatto, Angelina Truglia e Alda Puglisi e una consulente, Egista Laura Barbieri.

«Ho iniziato il mio percorso di crescita sei mesi fa – dice Teresa – giungendo all’ufficio postale di Botricello. Un ufficio questo tutto al femminile, una realtà che nel suo piccolo rispecchia la volontà di Poste Italiane di fare del rispetto e della valorizzazione delle diversità e delle pari opportunità una delle sue scelte più convinte e vincenti. E proprio nella Giornata Internazionale della Donna – conclude – mi sembra opportuno sottolineare quanto, proprio la valorizzazione delle pari opportunità, possa essere il volano per un progresso sociale stabile e duraturo».

La presenza femminile in provincia di Catanzaro ha avuto un ruolo determinante anche nel conseguimento dei risultati legati alla sostenibilità, all’inclusione e alla parità di genere.

Poste Italiane ha ottenuto infatti, per il quarto anno consecutivo, il riconoscimento Top Employer che seleziona in tutto il mondo le aziende che si distinguono per le migliori politiche di gestione delle risorse umane: dalla selezione all’onboarding, dalla gestione allo sviluppo, dalla comunicazione interna alla formazione, dal welfare aziendale fino alle politiche di diversity & inclusion.

L’Azienda, inoltre, con una presenza femminile del 53%, ha confermato la leadership globale nelle politiche di parità di genere secondo il Gender-Equality Index di Bloomberg, un indicatore mondiale punto di riferimento per valutare l’impegno delle società nell’affermazione dei valori di genere.

Per celebrare la Giornata internazionale della donna, Poste Italiane ha ideato inoltre una cartolina filatelica e un annullo speciale. (rcz)

BOTRICELLO (CZ) – Successo per l’ultima opera di Paolo Camastra

Nella Sala Convegni Comunale di Botricello, gremita di un pubblico attentissimo, si è tenuta la presentazione dell’ultimo libro realizzato dal Dott. Paolo Camastra, dal titolo: “La Gerusalemme Liberata”, una trasposizione “in prosa” del celebre poema eroico di Torquato Tasso.

L’evento, moderato autorevolmente dal giornalista professionista Luigi Stanizzi, è iniziato con una introduzione all’opera di Pasquale Camastra, igegnere informatico botricellese di nascita e romano d’adozione, figlio dell’autore, che ne ha curato anche l’edizione e che ha spiegato la genesi del libro stesso, derivato dal desiderio di trasporre in prosa il ricordo dei racconti, che il nonno materno dell’autore faceva ai propri nipotini, delle gesta eroiche dei paladini di Francia e dei personaggi tratteggiati dal Tasso e dall’Ariosto.

Nel suo intervento, il figlio dell’autore ha sottolineato come quella presentata possa considerarsi l’opera più personale del Dott. Camastra, tanto da aver coinvolto i membri della sua famiglia nella realizzazione della stessa, il nipote Paolo per la prefazione, citata spesso nel corso della presentazione, e la nipote Cristina per la copertina e i contenuti grafici del libro.

L’evento è proseguito con l’intervento del Presidente della Banca di Credito Cooperativo Centro Calabria, Dott. Giuseppe Spagnuolo, che ha voluto sottolineare come una Banca del territorio, per usare le sue parole, abbia come primario obiettivo, come “principale dividendo”, quello della diffusione della cultura e la valorizzazione delle eccellenze del territorio stesso, rimarcando come un’opera come quella del Dott. Camastra fosse meritoria di supporto, accomunandola a una iniziativa precedente, sempre patrocinata della Banca Centro Calabria, sempre legata al tema del conflitto tra Cristiani e Mussulmani ma in versione marinara, trattando delle omelie di un sacerdote di Cropani, il francescano Arturo Lattanzio, tenutesi alla partenza della flotta Cristina alla volta della battaglia di Lepanto e al successivo ritorno vittorioso della flotta stessa.

Il moderatore Luigi Stanizzi, Vicepresidente del Sindacato Libero Scrittori Italiani sezione Calabria, ha fra l’altro messo in rilievo come l’opera di Camastra sia utile a focalizzare l’attenzione sul poema eroico, incentivandone la lettura. Ha preso poi la parola il coltissimo parroco di Botricello, Don Rosario Morrone, che ha affiancato a una raffinata dissertazione sulla poetica del Tasso e ai suoi significati più reconditi, l’affettuoso ricordo di una nonna che, analogamente al nonno dell’autore dell’opera presentata, raccontava ai suoi nipoti storie derivanti dalle maggiori opere della letteratura italiana. Hanno poi salutato il pubblico i due sindaci presenti, il Sindaco di Botricello e quello di Stalettì, comuni affratellati in un recente gemellaggio, più volte ricordato nel corso della serata.

Il giornalista professionista Simone Puccio, sindaco di Botricello, ha salutato e ringraziato i precedenti oratori e ha voluto sottolineare l’importanza di un’opera quale quella del Dott. Camastra, che promuove la diffusione della cultura anche in un piccolo paese quale Botricello ed è riuscito nell’intento di coinvolgere i giovani della famiglia, così come a sottolineato l’importanza della Banca presieduta dal Dott. Giuseppe Spagnuolo, elemento essenziale per la crescita del territorio. Nell’occasione il sindaco Puccio ha anche annunciato la decisione del consiglio comunale di creare un’area nel municipio dedicato al ricordo e alle opere dei sindaci che si sono succeduti dalla fondazione del Comune di Botricello, chiedendo formalmente al Dott. Camastra, che è stato sindaco dal 1964 al 1982, di dare il suo contributo per arricchire la memoria storica botricellese.

Il sindaco di Stalettì, prof. Mario Gentile, ha ricordato l’affetto che lega gli abitanti dei due comuni, quello di Botricello e di Stalettì, e come l’autore del libro si sia speso per la formalizzazione di tale legame attraverso il gemellaggio. Il Prof. Gentile ha poi ricordato come gli eventi riportati nella Gerusalemme Liberata siano tristemente attuali a causa del conflitto in corso in quella martoriata regione.

La serata si è conclusa con un intervento dell’autore, Dott. Paolo Camastra, che ha ribadito i motivi della genesi della sua ultima fatica letteraria, ha ripercorso per sommi capi la storia in esso contenuta, la voglia di divulgarla e l’auspicio che possa essere un momento di condivisione tra nonni e nipoti, come lo fu per lui bambino.

Il Dott. Camastra ha poi sottolineato che il libro, come i precedenti dello steso autore, è stati realizzato per fini puramente divulgativi e non sarà quindi in vendita, ma verrà distribuito in omaggio a Scuole, Biblioteche Comunali, Circoli Anziani e Associazioni Culturali. La serata si è conclusa con i saluti finali e la consegna al pubblico presente di una copia omaggio del libro. (rcz)

BOTRICELLO (CZ) – Si presenta “La Gerusalemme Liberata” di Paolo Camastra

Domani pomeriggio, a Botricello, alle 17, nella Sala Convegni comunale, sarà presentato “La Gerusalemme Liberata – Poema di Torquato Tasso – Narrato in prosa da Paolo Camastra“.

Si tratta dell’ultimo libro realizzato dal dott. Paolo Camastra, una trasposizione “in prosa” del celebre poema eroico di Torquato Tasso. L’evento sarà moderato dal giornalista professionista Luigi Stanizzi, fondatore e presidente del Premio Mar Jonio, e inizierà con una introduzione al libro del dott. Pasquale Camastra, figlio dell’autore, che ne ha curato anche l’edizione, ingegnere Informatico, botricellese di origine e romano di adozione, attualmente a capo del Dipartimento di Infrastrutture Tecnologiche e Cybersecurity della Fintech SOLDO, una multinazionale con sedi a Londra, Dublino, Parigi, Milano e Roma.

Seguiranno gli interventi del Presidente della Banca di Credito Cooperativo Centro Calabria, dott. Giuseppe Spagnuolo, del Parroco di Botricello, Don Rosario Morrone, del sindaco di Botricello, il giornalista professionista Simone Puccio e del sndaco di Stalettì, prof. Mario Gentile. Concluderà la serata un intervento dell’autore, dott. Paolo Camastra, che racconterà quali sono i motivi della genesi della sua ultima fatica letteraria.

Il libro non sarà in vendita ma sarà distribuito in omaggio a Scuole, Biblioteche Comunali, Circoli Anziani e Associazioni Culturali. (rcz)

Pino Masciari solidale con il sindaco di Botricello dopo l’intimidazione

di PINO MASCIARI – Esprimo tutta la mia solidarietà al sindaco del Comune di Botricello (Cz), Simone Puccio, per le gravi intimidazioni ricevute e per aver scelto, insieme al Direttore dell’Ufficio Tecnico, Salvatore Aiello, di contrastarle attraverso la denuncia.

L’atto stesso di ricevere un’intimidazione è un gesto distruttivo della libertà personale e lavorativa. La minaccia è un atto vile, tipico della cultura mafiosa a cui non possiamo, non vogliamo e abbiamo il dovere di non soccombere e la denuncia è l’unica arma per porre fine a questa spirale di violenza soffocante.

Contro la protervia della criminalità organizzata la risposta efficace è solo una: opporsi fermamente dicendo No alla logica della sopraffazione. Questa è l’unica strada per sgretolare progressivamente il potere della ‘Ndrangheta, costruito sull’arroganza di tenere sotto scacco tutti con la logica della paura. Un’arroganza alla quale non si può cedere e che va combattuta con gesti concreti come quello dell’Amministrazione comunale di Botricello.

La magistratura sta lavorando alacremente, ma ciò che manca ancora è una risposta collettiva, forte e decisa. Servono le denunce degli amministratori, degli imprenditori, dei commercianti: non parole generiche, ma fatti circostanziati. Questa è l’unica via per non permettere alle mafie di guadagnare ancora di più il governo del territorio. È urgente e necessario uscire dall’ambiguità e rompere il silenzio, in modo corale. (pm)

CROPANI (CZ) – Il fiume Crocchio sfocia in mare acqua totalmente nera

di LUIGI STANIZZI – Alle ore 14,40 di ieri, domenica 19 Novembre 2023, il fiume Crocchio sfocia in mare acqua totalmente nera. Fra Cropani e Botricello.

Gli organi preposti devono intervenire per capire le ragioni. Una vastissima area del mare a sinistra e destra della foce si presenta totalmente nera, nell’aria inoltre si avverte uno strano odore. Anche la grande massa d’acqua fluviale prima della foce si presenta nera, invadendo tutte le anse. Occorre capire le cause ed eventualmente intervenire, se si tratta di inquinamento. Un ruolo costruttivo potrebbero svolgerlo anche le tante associazioni presenti sul territorio. Intanto l’acqua nera continua incessante a riversarsi nel mare. (rcz)

Botricello si candida a diventare la prima “Città Blu” della Calabria

Botricello si candida a diventare la prima Città Blu della Calabria, con la realizzazione del Polo Regionale di riferimento per la diagnosi, presa in carico, trattamenti integrati, personalizzati e di genere dei Disturbi del Neurosviluppo ed in particolare dei Disturbi dello Spettro
dell’Autismo e relative comorbidità.

Un Polo che sarà realizzato attraverso il progetto La clinica che conduce – Diversamente Neurotipico, che è stato presentato nell’Aula Consiliare del Comune dalla Fondazione Ualsi, guidata dal presidente Alfonso Velonà.

Alla presentazione hanno partecipato il sindaco, Saverio Simone Puccio, il prof. Domenico Bove, specialista in Neuropsichiatra Infantile, Psicoterapeuta, Esperto in Analisi del Comportamento; il dott. Marco Gradi, specialista in Odontoiatra; e la dott.ssa Teresa Conte, specialista in Medicina rigenerativa e ricerca scientifica – Dat (Dolphin Assisted Therapy).

Il primo passo è stato fatto, ora si attendono risposte concrete dal territorio, per consentire il diritto alla cura e alla reale inclusione, con investimenti che in futuro potranno emarginare il fenomeno dei viaggi della speranza, a cui tante famiglie sono obbligate per l’assenza di servizi territoriali. Un obiettivo da raggiungere, proprio a sostegno dei più fragili. Da qui prende il via l’opera meritoria promossa ancora una volta dalla Fondazione Ualsi, presieduta da Velonà, sempre attenta ai più rilevanti temi sociali e di assistenza sanitaria verso i più deboli. (rcz)

A Botricello si presenta il progetto nazionale per realizzare un Polo Regionale per l’Autismo

Domani mattina, a Botricello, alle 10, nella Sala Consiliare del Comune, sarà presentato il progetto nazionale La clinica che conduce – Diversamente Neurotipico. Il progetto, promosso dalla Fondazione Ualsi, ha come fine quello di realizzare un Polo regionale di riferimento per la diagnosi, presa in carico e trattamenti integrati dei Disturbi dello Spettro dell’Autismo di tutte le età e relative comorbidità.

Introduce i lavori sacerdote il dott. Alfonso Velonà, Presidente della Fondazione; intervengono come relatori il prof. Domenico Bove neuropsichiatra infantile, psichiatra, neurologo; il dott. Marco Gradi, odontoiatra; la dottoressa Teresa Conte, specializzazione in medicina rigenerativa – ricerca scientifica – Dat (Dolphin Assisted Therapy); trae le conclusioni il presidente sacerdote Alfonso Velonà, che da sempre dedica tutte le sue energie a favore dei più fragili.
Alla presentazione del Progetto nazionale, di alta valenza sociale e scientifica, sono stati invitati fra gli altri i sindaci del comprensorio: di Botricello Saverio Simone Puccio, di Cropani Raffaele Mercurio, di Belcastro Antonio Torchia, di Andali Pietro Antonio Peta, di Cerva Fabrizio Rizzuti, di Petronà Vincenzo Bianco, di Sellia Marina Francesco Mauro, di Marcedusa Luigi Garofalo, di Sersale Carmine Capellupo. (rcz)

BOTRICELLO (CZ) – Sabato concerto per raccogliere fondi per Siria e Turchia

Sabato 13 maggio, a Botricello, alle 18, nella Chiesa SS. Immacolata e S. Michele, si terrà il concerto I bambini suonano per i bambini della Scuola Musicale “Art’è studios school of music”.

L’evento è stato organizzato dalla Scuola per raccogliere fondi a favore delle popolazioni della Siria e della Turchia colpite dal terremoto di febbraio. La somma, poi, sarà consegnata all’Unicef.

«Obiettivo perseguito, fra gli altri in campo – come ha rimarcato il Sindacato Libero Scrittori Italiani sezione Calabria, presieduto da Luigi Stanizzi – grazie alle grandi doti organizzative del presidente Unicef Costantino Mustari, apprezzato scrittore, che da sempre animato dai valori della solidarietà, spende le sue energie in favore dei più deboli».
Porteranno il loro saluto il sindaco della cittadina ionica Saverio Simone Puccio, il parroco don Rosario Morrone e il presidente del Comitato Provinciale Unicef di Catanzaro, Costantino Mustari. Coordinerà la serata il direttore artistico della “Art’e’ studios school of music” Maestro Sarino Froio. (rcz)