BOTRICELLO (CZ) – Il Lions Club di Cropani dona dei libri alla Biblioteca comunale

Il Lions Club di Cropani, guidato dalla presidente Santina Logozzo, ha donato 400 libri alla Biblioteca Comunale di Botricello, alla presenza del sindaco Michele Ciurleo e del vicesindaco Patrizia Altilia.

La donazione è avvenuta nell’ambito del progetto I lions per la cultura. Presenti anche il socio Lions Salvatore Russo, ideatore dell’iniziativa. Presenti anche il noto pittore brasiliano Paolo Miranda che ha esposto una sua opera. Presente anche il famoso attore e autore Carlo Infanti, che ha declamato le poesie del poeta catanzarese Maurizio Gimigliano, autore del libro di poesie d’amore Arriverai, presentato, in occasione del service, dallo stesso autore insieme ai soci Lions Pietro Funaro e Giovanni Scarpino.

Soddisfazione è stata espressa da Michele Ciurleo, alla sua ultima partecipazione ad una manifestazione culturale pubblica, prima di lasciare la carica di sindaco al nuovo eletto nelle prossime imminenti elezioni comunali. Ringraziamenti al Lions club sono stati espressi anche da parte del vice sindaco Patrizia Altilia, che ha curato il progetto della creazione della biblioteca comunale, lasciando un segno indelebile nella storia della cittadina. (rcz)

BOTRICELLO (CZ) – Domenica arriva il Cantagiro

Domenica 1° agosto, a Botricello, a Piazza Stazione, fa tappa il Cantagiro, la nota kermesse del patron Enzo De Carlo e giunta alla 60esima edizione. L’evento in Calabria è organizzata dall’Associazione Calabriartes.

Ideato da Ezio Radelli, il Cantagiro fu la prima manifestazione canora itinerante e vide protagoniste le grandi voci italiane come quelle, tra le tante, di Claudio Villa, Massimo Ranieri, Gianni Morandi, Domenico Modugno, Gino Paoli e Lucio Dalla, Renato Zero e Gianna Nannini. A vincere la prima edizione del 1962 fu Adriano Celentano. 

Sotto la sapiente ed esperta guida di Enzo De Carlo, il Concorso è ritornato a svolgere un ruolo importante nella ricerca di giovani talenti della musica italiana con le tante audizioni, casting e serate in piazze italiane alla ricerca dei nuovi e giovani talent della musica per portarli alle Finali nazionali.

«È per noi un grande piacere aprire la stagione degli eventi estivi con una manifestazione storica e di caratura nazionale – ha dichiarato Isabella Cisternino, consigliere comunale con delega allo spettacolo ed alla cultura. Una stagione artistica che si preannuncia non semplice da organizzare per le problematiche che tutti ben conosciamo e per le vari norme in tema anticovid che saranno rigidamente rispettate. Abbiamo scelto questo evento sia per offrire ai nostri turisti una serata di svago e divertimento, e sia per dare ai tanti giovani aspiranti cantanti del nostro territorio l’opportunità di coltivare il loro talento artistico avvicinandosi ad una storica manifestazione».

Il Cantagiro è, infatti, un’importante vetrina per i giovani cantanti e proprio nella fascia jonica catanzarese da anni forte è la collaborazione del patron Enzo De Carlo con l’Art’è studios- school of music che ha sede proprio a Botricello. Quindi, anche grazie al direttore della Scuola, il maestro Rosario Francesco Froio ed al maestro Enza Greco, i vincitori della serata avranno la possibilità di poter accedere alle fasi delle finali nazionali del mese di settembre.

Per festeggiare al meglio lo storico anniversario delle sessanta edizioni (1962-2021) nell’anteprima della serata è prevista la proiezione di video storici in attraverso i quali si racconterà – specie ai giovani- la storia della canzone, del costume e della televisione dell’Italia degli anni ’60 che proprio in quegli anni ritrovava e sviluppava un nuovo spirito di crescita sociale e culturale. 

La serata sarà arricchita dalla presenza di un  ospite artistico di rilievo nazionale: Gabriele Marconi, noto al pubblico televisivo soprattutto come imitatore protagonista di tante trasmissioni tra le quali: “Stasera mi butto”, “Ricomincio da due” e negli spettacoli dal Bagaglino “Bucce di banana” e “Champagne”. (rcz)

 

 

BOTRICELLO (CZ) – Il Comune incontra i sindaci per combattere la solitudine delle famiglie

Il Comune di Botricello ha incontrato i sindaci del comprensorio per parlare di come poter creare una rete di sostegno, supporto e ascolto concreto per le famiglie che vivono nella più totale solitudine il dramma delle demenze.

Ciò è stato possibile grazie ad una iniziativa Il Punto Ascolto Demenze di Botricello, portata avanti dal vicepresidente della Commissione Pari Opportunità, Giovanna Puccio, presidente Rosaria Laporta, con il supporto dell’equipe del Punto Ascolto Demenze composta dall’educatrice Caterina Mezzotero, gli Oss Luigi Scavo e Linda Pankiewiczova con la supervisione della psicologa Amanda Gigliotti.

Il Punto Ascolto Demenze di Botricello è un servizio nato grazie al progetto Ci vediamo al Caffè dell’Associazione RaGi, dalla Cooperativa Coriss e dall’Associazione “PerLe Demenze Famiglie Unite Calabria” e che ha concretizzato nella provincia catanzarese l’apertura di altri Punti Ascolto nei comuni di Chiaravalle, Pianopoli, Soverato e Tiriolo.

A fare gli onori di casa è stato Amedeo Gigante, consigliere delegato per le politiche sociali al comune di Botricello che ha accolto il sindaco di Sersale, Salvatore Torchia, il sindaco di Cropani, Raffaele Mercurio, il vicesindaco di Andali, Saverio Costantini e il sindaco di Petronà, Enzo Bianco.

Partendo dal positivo riscontro che il punto per le demenze sta avendo tra le famiglie di Botricello e delle zone limitrofe, Gigante ha parlato di un progetto pilota che ha l’obiettivo di informare, quante più persone, sulla presenza di un aiuto, fattivo, concreto e gratuito per tutti coloro che vivono la loro pesante quotidianità vicino alle persone con demenze.

«Dobbiamo guardare oltre la cultura che conosciamo – ha affermato Gigante – e più in là della sola destinazione istituzionale. Siamo qui per offrire una sensibilizzazione gratuita anche nei vostri comuni in modo che Botricello possa diventare un centro di ascolto e di conforto per numerose famiglie».

Dopo il ringraziamento e il saluto da parte della dott.ssa Puccio che si è detta «disponibile ad intraprendere qualunque strada di affiancamento in un progetto in cui crede molto, e che ci porta a guardare oltre i nostri confini territoriali», ha preso la parola la presidente dell’Associazione RaGi la dott.ssa Elena Sodano che, dopo aver presentato il progetto Ci Vediamo al Caffè e ringraziato l’equipe di riferimento, ha messo a disposizione dei sindaci presenti risorse gratuite per poter intraprendere percorsi di supporto e informazione alle famiglie in modo dar loro la possibilità di sentirsi meno sole ad affrontare una malattia come la demenza.

Dello stesso avviso è stata anche la psicologa Gigliotti secondo la quale «Aiutare indirettamente la famiglia attraverso un sostegno psicologico, significa migliorare la qualità di vita delle persone con demenze, perché mitighiamo il limite di frustrazione che vive la famiglia e che spesso rappresenta l’apertura verso il ricovero nelle strutture. Siamo qui per dirvi che anche le famiglie dei vostri paesi possono contare su di noi e appoggiarsi al punto ascolto di Botricello gratuitamente».

L’educatrice Mezzotero ha chiesto aiuto a istituzioni come i medici di base e i parroci.

«Il nostro è divenuto un lavoro di strada e di domiciliarità – ha spiegato –. Contiamo molto sul passaparola che oramai fanno le famiglie. Ma non basta. Se non ci accostiamo a questo mondo e se ci chiudiamo nei nostri egoismi sarà una sconfitta per ognuno».

Tutti i sindaci presenti sono rimasti molto colpiti da una iniziativa che «Ci ha fatto toccare con mano la bellezza dei sentimenti».

Tutti i primi cittadini sono stati concordi nel dire che «quello delle demenze è un problema che, molto spesso, sottovalutiamo e che le famiglie per vergogna sono inclini a nascondere. Ma l’iniziativa di Botricello è la dimostrazione che le politiche sociali quando lavorano bene, anche nei piccoli comuni possono mettere in piedi iniziative che meritano di essere conosciute e promulgate perché restituiscono al territorio un servizio importante per la collettività».

  Tutti i sindaci hanno espresso la massima disponibilità per trasmettere ai propri cittadini l’esperienza del Punto Ascolto Demenze di Botricello chiedendo la massima disponibilità degli operatori presenti. (rcz)

BOTRICELLO – Il convegno “Donne e lavoro”

Questo pomeriggio, a Botricello, alle 15.30, nella Sala Consiliare del Comune, il convegno Donne e lavoro – Creatività e innovazione. Nuove sfide per il futuro.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Fidapa – Sezione Botricello Distretto Sud-Ovest.

L’argomento trattato, in linea con il tema nazionale La creatività femminile, la cultura dell’innovazione, morore di diverso sviluppo socio-economico, è a cura del gruppo Teaming-Up formato da Rosalba Viscomi, Paola Portaluri, Anna Rijillo, e Teresina Lucia.

Si comincia con i saluti di Carmela Schipani, presidente della Fidapa – Sezione Botricello, di Michelangelo Ciurleo, sindaco di Botricello, di Margherita Gulisano, past president nazionale Fidapa, e Giusy Porchia, presidente Distretto Sud-Ovest.

Intervengono Maria Candida Elia, presidente della Fondazione Fidapa, Tonia Stumpo, Consigliere di Parità Regione Calabria, Cinzia Nava, presidente Crpo, Elena Morano Cinque, Consigliere Parità Provincia di Catanzaro, Tiziana Lezzi, presidente Associazione Donne del Sud. Conclude Giusy Porchia, presidente Distretto Su-Ovest.

Fantastica Giovanna, da Botricello (CZ) alla semifinale di Sanremo Young

E anche il terzo round è superato: Giovanna Camastra, la quindicenne cantante di Botricello (CZ) ha conquistato la semifinale di Sanremo Young, il talent di Rai1 condotto da Antonella Clerici. Grande soddisfazione e tanto orgoglio nella cittadina catanzarese salita alla ribalta nazionale grazie a Giovanna. La bravissima Giovanna (perché considerarla ancora una “promessa”?) ha mostrato personalità e talento anche nel duetto rap di Wake Up con Rocco Hunt e ha raccolto il consenso del televoto: in buona sostanza è piaciuta molto al pubblico in casa (che, invece, ha eliminato l’altro calabrese rimasto in gara, il sedicenne Antonio Vaglica di Mirto Crosia).

La performance di Giovanna Camastra nella seconda puntata

A Botricello è festa grande: la cittadina, ai più sconosciuta, ha ricevuto una inaspettata promozione che aiuterà non poco a valorizzare le risorse del suo territorio. Inutile dire che tutta Botricello e la Calabria intera si mobilitano a fare il tifo per Giovanna venerdì prossimo. L’impresa è difficile, la giuria dell’Academy “cattiva” ed esigente, ma in ogni caso per Giovanna Camastra è un trampolino di lancio formidabile per una carriera artistica che sembra tagliata su misura. A sostenere Giovanna la mamma Sabrina e il papà PasqualeComplimenti ed auguri! (rs)

Il video:

Vento Di Passione – Pino Daniele feat. Giorgia (cover)

#sanremoyoung

Posted by Giovanna Camastra on Monday, 5 November 2018

 

 

Tre talenti calabresi in gara a Sanremo Young 2019

C’è anche la Calabria al Sanremo Young 2019. Tre, i giovani talenti calabresi che, insieme agli altri partecipanti, si contenderanno il titolo in questa seconda edizione del Festival, ideato e condotto da Antonella Clerici, e che andrà in onda da stasera su Rai 1, in prima serata, fino a marzo.

Ospite d’onore della prima serata, John Travolta. I ragazzi, con il loro talento, dovranno convincere una giuria composta da 

Rita Pavone, Noemi, Shel Shapiro e Maurizio Vandelli, Belen Rodriguez, Amanda Lear, 

Angelo Baiguini, EnricoRuggeri, Gigi D’Alessio, Giovanni Vernia e BabyK.

Da Mirto Crosia, il sedicenne Antonio Vaglica, studente del terzo anno del Liceo Artistico, da Botricello, la quindicenne Giovanna Camastra, che frequenta il secondo anno del Liceo Scientifico, e da Cosenza la sedicenne Giovanna Perna, che frequenta il terzo anno del Liceo Scientifico.

Il Sindaco di Mirto Crosia Antonio Russo, nel sapere che un suo concittadino parteciperà alla prestigiosa kermesse, ha dichiarato che «è sempre un onore vedere i figli di questa terra che danno sfoggio del loro talento davanti ad una platea internazionale. Crosia è, da sempre, una terra di artisti che soprattutto in ambito musicale e nello spettacolo hanno dato prova di eccelsa qualità. Oggi è il turno del giovane Antonio Vaglica che con la sua voce ha sempre impreziosito gli eventi del nostro territorio».

«Oggi – ha concluso il sindaco Russo – si trova a poter far tesoro di questa opportunità che ha conquistato con tanto sacrificio e sicuramente con altrettanta dedizione e caparbietà. Gli auguriamo ogni bene, consapevoli che saprà fare tesoro di questa importante vetrina per farsi spazio nel mondo della musica».

Anche l’Amministrazione Comunale di Botricello, insieme alla comunità locale, ha voluto dare l’in bocca al lupo alla giovane concittadina Giovanna Camastra con una manifestazione svoltasi nella sala consiliare.

«Siamo orgogliosi – ha dichiarato il vicesindaco Patrizia Altilia – che tu oggi sia qui con noi, e lo saremo ancora di più venerdì quando ti vedremo cantare sul palco di Sanremo. Noi ti vogliamo fare un grosso in bocca al lupo, augurandoti di vivere il momento che hai sempre sognato».

«Questo – ha dichiarato il sindaco di Botricello, Michelangelo Ciurleo – è un punto di arrivo dopo tanti sacrifici ma, allo stesso tempo, è anche un nuovo punto di partenza. Noi ti sosterremo con forza, e tutta la comunità è orgogliosa di essere rappresentata da te».

Per la giovane cosentina Giovanna Perna, tantissimo l’affetto, il sostegno e l’orgoglio dimostrato sui social per la giovane pianista, che definisce, sempre su Facebook, questa esperienza «un sogno che diventa realtà». (rcs)