Giuseppe Nucera: l’esempio di Corigliano-Rossano per gli aiuti alle imprese

Le decisioni adottate da Flavio Stasi, sindaco di Corigliano Rossano, volte al sostegno dell’economia del territorio volte a contrastare gli effetti delle criticità determinate dalla serrata dovuto all’emergenza epidemiologica da Covid-19, raccolgono il plauso di Giuseppe Nucera, imprenditore turistico e leader del Movimento La Calabria che vogliamo.

Per Nucera «il Comune di Corigliano-Rossano ha dato il buon esempio, con una serie di interventi utili per affrontare le difficoltà. In particolare, la sospensione della tassa di soggiorno e l’estensione del 20% per le superfici concesse sono misure importanti per riorganizzare il settore del turismo e offrirgli un sostegno concreto».

La Calabria che vogliamo già nelle scorse settimane aveva stimolato, attraverso una lettera aperta inviata a tutte le istituzioni, la necessità di mettere in campo una serie di iniziative per aiutare imprese e cittadini. Da Corigliano-Rossano è arrivato un impulso propositivo che mi auguro e auspico possa essere raccolto dalla quasi totalità dei comuni presenti sul territorio calabrese.

«L’estate 2020 sarà complicata e in salita – ha dichiarato Giuseppe Nucera – ma non dobbiamo disperarci più del dovuto. La Calabria ha infinite risorse e tutte le potenzialità per attirare turisti dal resto d’Italia, considerato che si va verso un turismo di prossimità».

«È fondamentale però – ha concluso l’ex presidente di Confindustria Reggio Calabria – che si operi in fretta e con determinazione, altrimenti tutti gli operatori del settore turistico e alberghiero si troveranno sconfitti in partenza in questa fase di transizione e convivenza con il Covid-19». (gs)

Sapia (M5S): Riorganizzare gli ospedali di Corigliano Rossano

Il Deputato del Movimento 5 StelleFrancesco Sapia, della Commissione Sanità, propone una riorganizzazione degli stabilimenti ospedalieri di Corigliano Rossano, in quanto «presidi ospedalieri a breve distanza fra di loro».

Per Sapia, infatti, «sarebbe preferibile che l’Ospedale di Corigliano fosse utilizzato per i pazienti ordinari, e quello di Rossano per i malati di Coronavirus».

«Si tratterebbe – ha spiegato il deputato Sapia – di una buona soluzione per l’intero territorio, al fine di agevolare le cure, gli ammalati e il lavoro del personale sanitario, peraltro in linea con la circolare ministeriale dello scorso primo marzo, che richiama l’attenzione sull’importanza di decongestionare le degenze dei presidi potenziali sedi di ospedali Covid, mediante l’utilizzo delle strutture ospedaliere preposte alla degenza non-Covid».

«Perciò – ha proseguito il deputato Sapia  – è auspicabile, fino al termine della fase emergenziale, il trasferimento delle degenze ordinarie dallo stabilimento ospedaliero di Rossano a quello di Corigliano, pure proposto da più dirigenti sanitari e considerato in termini positivi, anche per altre zone della Calabria settentrionale, dal commissario dell’Asp di Cosenza, Giuseppe Zuccatelli».

«La determinazione dell’unità regionale di crisi – ha proseguito il deputato Sapia – di ricavare nello stabilimento ospedaliero di Rossano un polo ospedaliero Covid ha comportato, per la necessità di personale sanitario da destinare all’emergenza in atto, la corrispettiva decisione di sospendere, nello stabilimento ospedaliero di Corigliano, le attività assistenziali di Neurologia, di Chirurgia di elezione e di Pronto Soccorso h12».

«Tale soluzione organizzativa – ha concluso il deputato Sapia – seppure dettata dalla situazione emergenziale, al di là di sterili polemiche di quartiere comporta, di fatto, un ulteriore depauperamento delle attività assistenziali del presidio di Corigliano». (rp)

 

Rai Storia racconta la Calabria bizantina: un estratto sul Codex e Rossano

Su Youtube, sulla pagina del Museo Diocesano e del Codex, c’è un estratto del bel servizio realizzato nel 2017 da Rai Storia per il programma Italia. Viaggio nella bellezza.

Protagonista di questa puntata, la Calabria bizantina, dove viene anche menzionata la città di Rossano e il Museo Diocesano e del Codex che, appunto, custodisce il prezioso Codex Purpureus Rossanensis, l’evangelario dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Il Codex, infatti, «realizzato nel vicino Oriente con la sua storia millenaria, rappresenta quei valori culturali di bellezza che, da sempre, l’Italia ha espresso rivestendo nell’area del Mediterraneo il ruolo significativo di casa dell’umanità» aveva dichiarato mons. Giuseppe Satriano, arcivescovo della Diocesi di Rossano-Cariati.

«La valorizzazione del Codex – ha proseguito mons. Giuseppe Satriano – ci sta aiutando in un significativo percorso di umanizzazione, consapevoli dell’essere ambasciatori di storia millenaria e di religiosità viva che hanno attestato il nostro popolo nella capacità di essere accogliente e anche sul piano del sociale, il Codex ci ha richiamato alla centralità della persona, cogliendo come opportunità per sostenere e valorizzare la crescita del territorio e nuovi spazi di lavoro per i nostri giovani».

 

CORIGLIANO ROSSANO – Attivo il “numero amico” per il servizio a domicilio

Anche a Corigliano Rossano è stato attivato il servizio di consegna a domicilio Lo spazio della solidarietà, rivolto a persone anziane, ammalate, con disabilità e in accertato stato di bisogno: 0983.356482, attivo dal lunedì al sabato. Per le medicine, invece, lo Spazio riceverà le richieste direttamente dalle Farmacie.

Lo rende noto Donatella Novellis, assessore della Cultura e della Solidarietà, informando che l’iniziativa è il frutto del protocollo d’intesa che fa seguito all’istituzione del Tavolo della Solidarietà che nella giornata di mercoledì 11 marzo sarà ufficializzato con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra l’Amministrazione Comunale con l’Arcidiocesi, il Comitato locale della Croce Rossa, il Forum del Terzo Settore e le Associazioni di volontariato cittadine.

«Un’adesione e partecipazioni forti – sottolinea la Novellis – che restituiscono la fotografia dei valori che animano e permeano la nostra comunità». (rcs)

 

CORIGLIANO ROSSANO – Al Museo Diocesano ingresso ridotto per la Festa della Donna

Domenica 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, al Museo Diocesano e del Codex si entra con il biglietto ridotto, e un omaggio a tutte le donne.

L’iniziativa è stata voluta dall’Associazione Insieme per Camminare, Ente gestore del Museo.

«Vi aspettiamo – si legge in una nota – per festeggiare all’ insegna della cultura, della bellezza e dell’arte». (rcs)

CORIGLIANO ROSSANO – “La città della musica”, la programmazione primaverile

A Corigliano Rossano torna, con la programmazione primaverile, la rassegna musicale La città della musica, giunta alla 15esima edizione.

La kermesse è organizzata in collaborazione con la Pro Loco Rossano La Bizantina, White Castle Corigliano, Gruppo donatori di sangue Frates Rossano, Ristorante Le Macine Rossano, Unipol Sai Rossano, AR Service, Centro Ottico Pugliese Rossano, Tenuta Ciminata Greco, Kiwanis Club di Corigliano-Rossano “Ippodamo da Mileto”, Gallo Azienda Agricola Corigliano, Mondadori Bookstore Rossano, Grafosud, Gabriele, Società Acam Beethoven di Crotone e Associazione Orfeo Stillo di Paola.

In cartellone, dunque, cinque concerti gratuiti, in programma fino al 1° aprile. «Sono in preparazione – ha spiegato il Maestro Giuseppe Campana, direttore artistico della kermesse – altri 15 eventi nel periodo da maggio a luglio. Mi auguro che con la musica possiamo portare armonia e spensieratezza a tutti coloro che ci onoreranno della loro presenza».

Il prossimo appuntamento è in programma sabato 7 marzo, alle 19.00, nella sala concerti del Centro Studi Musicali “G. Verdi”, con il concerto per pianoforte di Andrea Perri con Frank Liszt “Fede e Passione”. Il 14 marzo, alle 19.00, sempre nella sala concerti del Centro Studi Musicali “G. Verdi”, il concerto per violino e pianoforte di MattiaSerafino Madeo.

Il 21 marzo, alle 19.00, alla Libreria Mondadori, Prendimi per mano: c’è tutto un mondo intorno. Dialogo tra linguaggi creativi con Simona Vivona scrittrice e counselor in antropologia personalistica, Simona Calipari (voce e jazz), Luciana Cefalà (basso), Angelo Guido (pianoforte). Il 4 aprile, alle 19.00, nella sala concerti Centro Studi Musicali “G. Verdi”, il concerto per pianoforte in compagnia del Caro Sassone Händel.

 

CORIGLIANO ROSSANO – Il libro “Liquirizia e Clementino”

Questo pomeriggio, a Corigliano Rossano, alle 17.30, al Museo delle Clementine, la presentazione del libro Liquirizia e Clementino di M. Letizia Guagliardi.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Aglaia, guidata da Anna Lauria, e sarà l’occasione per elogiare l’eccellenza nostrana. Previste, infatti, degustazioni realizzate in collaborazione con Medi Mais con il suo prodotto d’eccellenza Clemì – delle aziende Magisa, il riso della Piana di Sibari, e di Romano Liquirizia.

Il libro è edito da Informazione&Comunicazione. (rcs)

CORIGLIANO ROSSANO – Arriva l’attore hollywoodiano Michael Rodgers

Domani e domenica, al Teatro Paolella di Corigliano Rossano arriva, per una masterclass sulla recitazione – e per la prima volta in Calabria – l’attore di Hollywood Michael Rodgers grazie all’iniziativa della De Giorgi Act Academy, di Davide De Giorgi.

Un  nome prestigioso che consentirà ai partecipanti di accrescere le proprie competenze. La possibilità di un reale perfezionamento degli studi, sia da parte degli allievi della stessa accademia e sia da coloro che amano il teatro e il cinema e/o che sono appassionati di recitazione.

Una due giorni, dunque, con un coach americano, nonché un vero artista internazionale, per  approfondire le tecniche teatrali e cinematografiche.

La De Giorgi act academy ha un’intensa attività teatrale grazie agli spettacoli periodici, durante i quali porta in scena gli allievi dell’Accademia che opera nella città bizantina. Infatti, la struttura guidata da Davide De Giorgi tiene ogni venerdì al Paolella un corso teatrale e ogni mese porta in scena uno spettacolo. Attività che sistematicamente registrano il  sold out. (rcs)

 

CORIGLIANO ROSSANO – Al via il progetto “La musica contro le mafie: musica per la diffusione di buone pratiche”

A Corigliano Rossano, all’IstitutoTecnico per Geometri dell’area di Rossano appartenente all’ I.I.S. “Nicholas Green – Falcone e Borsellino”  prende il via il progetto La musica contro le mafie: musica per la diffusione di buone pratiche.

Si tratta di un progetto didattico promosso dall’Associazione Musica Contro le mafie in collaborazione con l’IIS Nicholas Green- Falcone e Borsellino di Corigliano Rossano, che vuole diffondere la cultura della legalità fuori dagli stereotipi, proponendo elementi e riflessioni sui concetti fondamentali di condivisione, corresponsabilità e continuità utilizzando come strumento la musica.

«L’ istituto – ha dichiarato Alfonso Costanza, dirigente scolastico dell’IIS “Nicholas Green” – è da sempre attento a portare ai suoi studenti testimonianze di cittadinanza attiva e responsabile, ricettivo a progetti di legalità, dove, come in questo caso, forma e contenuto si uniscono attraverso l’impegno della musica per un fine: la riqualificazione di un bene, assecondando la vocazione dello stesso indirizzo scolastico, viene a crearsi un contesto ideale per lo sviluppo di questo progetto».

Il progetto, realizzato in collaborazione e con il supporto dell’Associazione Musica contro le mafie, riconosciuta e consolidata realtà nazionale che ha sapientemente coniugato la leggerezza della musica con l’impegno  per la Formazione Civile e la Pedagogia Antimafia,  si avvierà con il presidente Gennaro de Rosa con un incontro sulla Musica come strumento per costruire percorsi di inclusione, perché come ci ricorda: «i temi e  i testi che saranno costruiti dagli stessi studenti, con il supporto di uno staff consolidato, faranno emergere il legame antico tra etica ed estetica, perché come ci ricorda Don Ciotti: La vera bellezza, quella che unisce forma e contenuto, è accordo di verità e la verità è una relazione, una tensione, un orizzonte da raggiungere».

L’attività di Formazione vedrà i ragazzi impegnati in una serie di laboratori, sotto la guida di alcuni esperti, tra questi: Andrea Lucisano, musicista, regista, filosofo e poeta,  da sempre attento al mondo della didattica e dell’Educazione alla Felicità, attraverso la musica, il cinema; Marco D’Amico di Retake Palermo, Onlus impegnata nella lotta contro il degrado, per la valorizzazione e il recupero dei beni pubblici.

Gli ultimi due moduli saranno incentrati sulla Scrittura Creativa e sulla Composizione Musicale Elettronica, e vedranno gli studenti impegnati nella realizzazione e creazione di contenuti musicali originali, attraverso strumentazioni innovative e sperimentali con il supporto di artisti provenienti dal mondo del Rap: Kiave, uno tra i rapper più apprezzati del panorama nazionale, è diventato con gli anni un abile autore e Vladimir Costabile, compositore, produttore, stimato ingegnere del suono, ha lavorato tra gli altri con Brunori Sas, Loredana Bertè, Chiara Civello.

Il percorso si concluderà con una iniziativa dal titolo La Musica è decoro tra visivo e sonoro, un evento finale aperto al pubblico al fine di restituire all’esterno le pratiche e conoscenze acquisite. (rcs)

 

CORIGLIANO ROSSANO – Lo spettacolo “Uno sguardo dal ponte”

Questa sera, a Corigliano Rossano, alle 21.00, al Teatro Metropol, Sebastiano Somma in Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller.

Lo spettacolo, con la regia di Enrico Maria Lamanna e la traduzione di Masolino D’Amico, rientra nell’ambito della stagione teatrale 2019/2020 del Teatro Metropol.

Considerato tra i più importanti testi della drammaturgia americana del Novecento, Uno sguardo dal ponte riprende, realisticamente, una delle pagine più drammatiche del sogno americano vissuto da milioni di italiani approdati in America, nella New York degli anni ’50, alla ricerca di un futuro migliore. (rcs)