Conclusa la sezione estiva di Fatti di Musica

Si è conclusa, con successo, la sezione estiva di Fatti di Musica, il Festival – Premio del Live d’autore ideato e diretto da Ruggero Pegna e giunto alla 37esima edizione.

Con il suo format di oscar del live d’autore, ha presentato e premiato con il Riccio d’Argento del celebre orafo crotonese Gerardo Sacco alcuni dei più attesi concerti e spettacoli musicali del 2023 in location mozzafiato, come il Teatro dei Ruderi dell’ Area Archeologica di Cirella, l’ Anfiteatro Romano di Acri, il Porto di Catanzaro, il lungomare di Siderno.

L’oramai storico Premio ai Migliori live d’Autore dell’Anno del Festival, assegnato secondo una direzione artistica che coniuga qualità del live con il successo popolare degli artisti cercando anche di intercettare i nuovi fenomeni musicali, in questa edizione ha premiato nella sezione dedicata alla nuova musica d’autore italiana i live di Geolier, autentico campione per presenze di pubblico giovanile,  Luigi Strangis, vincitore di Amici 2021/22, Carl Brave, capace di trasformare il teatro in una discoteca, Aiello, la stella cosentina che ha infiammato tremila fan con un live e una performance da rockstar, Mannarino, autore di un live davvero unico, di rara bellezza e originalità, premiato come “Miglior Live d’Autore dell’anno”.

Per la sezione dedicata ai grandi musicisti e compositori, il Premio è andato a Sergio Cammariere, che con il suo pianoforte e la sua band ha incantato le migliaia di persone accorse al Porto di Catanzaro, mentre per la sezione “Music Legends Award”, premio ai Miti della Musica Internazionale, sono stati premiati i live della Blues Brothers Band di Lou Blue Marini e Tom Bones Malone a Siderno e quello di Tony Hadley con la sua Fabulous TH Band il 15 agosto a Palmi, con l’ex Spandau Ballet protagonista di una inattesa caduta pre-concerto che, però, non ha fermato la sua attesa esibizione davanti a 20.000 persone. Per tutti, autentici bagni di folla ed entusiasmo.

Oltre ai concerti premiati, Fatti di Musica 2023 ha anche presentato i live di Barreca, giovane cantautore reggino promessa della canzone d’autore italiana, ed ancora quelli di Joe Bastianich e La Terza Classe, per il successo del loro bluegrass statunitense e dell’ Orchestraccia capitanata da Marco Conidi, che hanno infiammato la vigilia di Ferragosto al Porto di Catanzaro, entrambi i live realizzati nella sezione “Fatti di Musica & Friends” per il Festival Porto a Sud. Prima della raffica di eventi estivi che ha inondato la Calabria, Fatti di Musica si era aperta con “Canzoni per Sempre” a Dipignano, tributo alla grande canzone d’autore da parte di Giò Di Tonno, Graziano Galatone, Claudia D’Ottavi e Ilaria Mongiovì, grandi protagonisti delle Opere Musicali Moderne e, in particolare, di Notre Dame De Paris.  Grazie alle sue esclusive, numerose sono state le interazioni con altri festival di prestigio della regione, come la rassegna del Teatro dei Ruderi in partnership con Dedo Eventi di Alfredo De Luca, Porto a Sud Festival del Comune di Catanzaro, Sapore di Mare dell’ Associazione Carpe Diem e della Presidenza del Consiglio Regionale, la Varia di Palmi, il Festival Euromediterraneo di Altomonte, gli eventi della Città Metropolitana di Reggio e per la “Promozione Culturale 2023” della Regione Calabria.

«Fatti di Musica 2023 – ha sottolineato Ruggero Pegna – ha confermato l’enorme successo di ogni edizione, con numeri record di pubblico e live entusiasmanti, secondo una linea che coniuga il successo di nomi storici con quello di autentiche rivelazioni, nel rispetto della più classica canzone d’autore e di ogni nuovo artista capace di innovarla, coinvolgendo e avvicinando migliaia di giovani alle emozioni uniche della grande musica dal vivo».

«Non sono mancati i nomi internazionali, come il mitico Lou Blue Marini e i suoi Blues Brothers e Tony Hadley, che ringrazio ancora per aver tenuto un grande concerto nonostante la caduta nel camerino che ha richiesto l’intervento operatorio a Lamezia, dove l’ho accompagnato il giorno dopo. Quest’anno, fino ad oggi – ha concluso – abbiamo registrato oltre 60.000 presenze, che si aggiungono ai circa tre milioni di spettatori sommati nelle 36 precedenti edizioni, a conferma di un format che risponde alla domanda di tutte le fasce di pubblico, storia stessa dei grandi live in questa regione».

Confermati, intanto, tre eventi ad ingresso libero prodotti per il Comune di Rende e il Settembre Rendese Festival diretto da Alfredo De Luca: il 16 settembre il concerto di Geolier in via Rossini, il 19 quello di Nello Daniele con la band del grande Pino Daniele in “Nero a Metà” nel Centro Storico e, infine, il 22 settembre il concerto di Roy Paci con gli Ottoni Animati in Piazza del Museo del Presente. Confermato anche l’emozionante spettacolo teatrale “Il Vajont di tutti” a fine novembre al Rendano di Cosenza e al Cilea di Reggio. (rcz)

Fatti di Musica, domani a Diamante il concerto di Aiello

Domani sera, al Teatro dei Ruderi di Cirella a Diamante, è in programma il concerto di Aiello.

L’evento rientra nell’ambito di Fatti di Musica, il Festival-Premio del Live d’Autore ideato e diretto da Ruggero Pegna.

Il 27 agosto, infine, si tornerà nell’Anfiteatro di Acri per il il concerto di Salmo, autentica super star della nuova musica d’autore italiana. Per lui, ci sarà un allestimento da megashow, con un gigantesco ledwall ed effetti speciali. Primo artista rap-crossover rock ad esibirsi allo Stadio San Siro lo scorso 6 luglio davanti a 50 mila persone,  conta oggi oltre 2,9 miliardi di streaming totali, 67 dischi di platino e 41 dischi d’oro. Il disco FLOP, uscito il 1 ottobre 2021, certificato triplo platino, ha raggiunto oltre 250 milioni di streaming. (rcs)

Al via la 37esima edizione di Fatti di Musica

Prende il via domani la 37esima edizione di Fatti di Musica, il Festival Premio del Live d’autore ideato e diretto da Ruggero Pegna.

Con il suo albo d’oro straordinario, che ha presentato tutti i più grandi nomi della musica italiana e alcune delle più prestigiose star mondiali, da Elton John a Sting, da Santana a Tina Turner, Fatti di Musica è certamente il più grande evento calabrese, con numeri record per quantità di eventi, straordinario livello artistico, costi, unicità e, soprattutto, presenze di pubblico.

«Con oltre mille eventi, alcuni anche televisivi e circa tre milioni di spettatori in 37 anni, Fatti di Musica è la storia stessa dei Grandi Eventi musicali e di spettacolo in Calabria, una sorta di oscar del live che ha presentato eventi unici e molti già irripetibili!», ha dichiarato Pegna, annunciando i prossimi appuntamenti.

Come in ogni edizione, il Festival premia con il Riccio d’Argento del celebre orafo crotonese Gerardo Sacco alcuni dei Migliori Live d’Autore dell’anno. Riconosciuto “Grande Evento Storicizzato” della Regione Calabria sin dal 2001, grazie alle sue esclusive produce eventi e interagisce anche con altri festival e manifestazioni.

Definitivo quindi il programma. Si parte il 16 luglio da Marano Marchesato con Canzoni per Sempre, un Omaggio alla Storia della canzone italiana con alcuni dei protagonisti delle Opere Moderne più celebri, come Notre Dame De Paris: Giò Di Tonno, Graziano Galatone, Claudia D’Ottavi e Ilaria Mongiovì. L’ 8 agosto inizierà la parata di stelle della Nuova Musica d’Autore con il concerto di Geolier al Teatro dei Ruderi dell’Area Archeologica di Cirella. L’idolo dei giovanissimi, con circa 4000 biglietti venduti, ha fatto registrare il sold out già da settimane.

Il 10 agosto si trasloca nell’ Anfiteatro Romano di Acri (Cs), il più grande della regione, per il live di Luigi Strangis, il lametino vincitore della scorsa edizione di “Amici” della De Filippi. Il 16 agosto ancora al Teatro dei Ruderi di Cirella il live di Carl Brave, reduce dal Primo Maggio romano, dove ha presentato il suo nuovo album “Migrazioni”.

Il 17 agosto ancora ad Acri il concerto di Barreca, finalista al Premio De André e ospite dell’Omaggio a Luigi Tenco. Ritorno a Cirella il 18 agosto con l’attesissimo “Corde 2023” di Mannarino e il 19 agosto con Aiello, il cantautore di “casa” tra i più radiodiffusi con “Mi piace molto” e l’album “Romantico”. Il 27 agosto nello scenario dell’Anfiteatro Romano di Acri, Fatti di Musica presenterà il concerto di Salmo, una delle stelle più acclamate dal pubblico giovanile. I biglietti per questi concerti sono in vendita su ticketone.it.

Numerose sono poi le interazioni con altri festival calabresi nella sezione Fatti di Musica & Friends”. Per i nuovi progetti del Comune di Catanzaro “Porto a Sud” e dell’Associazione Carpe Diem “Sapore di mare”, ben tre i live ad ingresso libero nella cornice del Porto Turistico di Catanzaro Lido: il 12 agosto Sergio Cammariere con la sua band, il 13 agosto Joe Bastianich e La Terza Classe, il 14 agosto la travolgente Orchestraccia. Ancora più corposa la serie di spettacoli non solo musicali predisposti per il mese di eventi della storica Varia di Palmi della Fondazione Varia, patrimonio Unesco, anche questi ad ingresso libero: il 30 luglio lo spettacolo di Emanuela Aureli e il 6 agosto quello di Beppe Grillo in Piazza Amendola;  il 13 agosto il concerto di Joe Bastianich e la Terza Classe apre il Food Village.

Il 15 agosto in Piazza 1° Maggio arriverà Tony Hadley con la sua The Fabulous TH Band, uno degli eventi internazionali dell’estate in Calabria; il 19 agosto ancora in Piazza Amendola ci sarà l’originale incontro con Piero Chiambretti, intervistato da Gianmaurizio Foderaro di Radio Rai. Il 2 settembre altro connubio artistico con l’Omaggio a Burt Bacarach di Karima al Festival di Cerisano e il 16 settembre finale pirotecnico della parte estiva al Settembre Rendese con il live di Geolier in viale Rossini.

A momenti dovrebbe essere confermato l’imperdibile prima volta in Calabria dei mitici Original Blues Brothers Band per il 27 luglio a Reggio Calabria. (rcs)

COSENZA – Presentato lo spettacolo “Van Gogh Cafè”

È stato presentato, nella Sala degli Specchi della Provincia di Cosenza, Van Gogh Cafè, lo spettacolo in scena al Teatro Rendano di Cosenza il 24 e 25 febbraio.

Lo spettacolo aprirà la 37° edizione di Fatti di Musica, il Festival-Premio del Live d’Autore diretto da Ruggero Pegna e il suo nuovo format “Opere d’Arte”. Quattro gli spettacoli in programma: 2 matinée per le scuole alle ore 10:00 vicine al tutto esaurito e 2 serali per tutti alle ore 21:00, per i quali sono disponibili i biglietti sia online su ticketone.it e sia nei punti Ticketone.

Sono intervenuti il Presidente della Provincia Rosaria Succurro, il promoter Ruggero Pegna e in collegamento video anche Andrea Ortis, regista e protagonista dell’opera, mentre Antonietta Cozza, consigliere del Comune di Cosenza delegata alla Cultura, impossibilitata a partecipare per impegni istituzionali, ha inviato il suo saluto esprimendo al promoter  «grande e sentito apprezzamento per lo straordinario evento nel 170° Anniversario della nascita di Vincent Van Gogh e per l’impegno, la raffinatezza culturale, la sensibilità e la modernità delle sue proposte artistiche».

Sullo stesso tenore l’intervento della Presidente Succurro, che ha sottolineato «oltre allo spessore artistico-culturale, anche l’eccezionalità dell’evento in prima e unica tappa in Calabria». Inoltre, ha rimarcato «l’importanza di aver programmato anche due repliche mattutine per le scuole, che porteranno a Cosenza circa 2000 ragazzi di tutta la Calabria, facendo conoscere le bellezze di un Teatro splendido posto in uno dei centri storici più belli dell’intero Sud; un’operazione di spettacolo, divertimento, cultura, ma anche di marketing territoriale!».

Da parte sua Ruggero Pegna, ringraziando per il Patrocinio e l’alta considerazione istituzionale data a questo evento, ha sottolineato con sorpresa come tra le numerose scuole che parteciperanno non ci siano scuole di Cosenza. Questi gli istituti, infatti, che hanno confermato la presenza: I.T.C. La Palma di Corigliano Rossano, I.C. Rogliano di Cosenza, I.C. Fagnano/Mongrassano di Fagnano C., I.C. Perri-Pitagora di Lamezia Terme,  I.O. Polo Arbresh di Lungro, I.C. Rogliano di Marzi, I.C. Corrado Alvaro di Melito Porto Salvo, I.S. Pizzini/Pisani di Paola, Liceo Galilei di Paola, I.C. Rende Centro, I.C. Rende Commenda “De Coubertin”, I.C. Rende Quattromiglia, I.C. Parenti di Rogliano, I.C. Marvasi-Vizzone di Rosarno, I.I.S. LC-ITCG di San Marco Argentano, I.C. Rodari di Soveria Mannelli, I.C. Montalcini di Spezzano Albanese,  I.I.S. di Tropea.

Lo spettacolo realizzato dalla Mic – Musical International Company, con la produzione esecutiva di Lara Carissimi, già produttrice della straordinaria Opera “La Divina Commedia”, è scritto e diretto da Andrea Ortis, firma eclettica nel panorama del musical italiano, con la consulenza artistica di Gianni Musacchio e, come ha ribadito lo stesso Ortis,  «racconta alcuni momenti della vita del celeberrimo pittore olandese e della sua arte pittorica, avvalendosi dell’ Orchestra dal Vivo diretta dal Maestro Antonello Capuano (chitarra), con Matteo Iannaccio al violino, Angelo Miele al pianoforte, Marco Molino alle percussioni, Lorenzo Mastrogiuseppe al contrabbasso; inoltre, del corpo di ballo del coreografo Marco Bebbu, di uno spazio scenico allargato alla platea progettato da Gabriele Moreschi, di atmosfere luminose e visive di Virginio Levrio, con grandi proiezioni animate 3D che avvolgono spettatore e scena, trasformandola in una “Notte Stellata” o in un “Campo di grano”, altre volte coinvolgendo l’habitat scenico in una vera e propria trasformazione in giallo “Girasole” o in lilla “Iris”, immergendo gli spettatori nella Parigi di metà ‘800, nelle lande desolate del Borinage o nei parchi parigini dell’en plein air, nelle assolate campagne di Arles o tra i vicoli di una formicolante Montmartre».

L’utilizzo di proiezioni animate 3D su diversi livelli «immerge tutti, infatti, all’interno di paesaggi multimediali e delle atmosfere pittoriche, portandoli dentro i quadri di Van Gogh, toccandone la filosofia, il costrutto, l’anima, le sue manie e le sue paure».

Oltre ad alcuni dei più famosi dipinti, le proiezioni riguardano anche molti schizzi e bozzetti presenti in alcune sue lettere; inoltre, favoriscono il cambio di paesaggi e la trasposizione in immagini degli stati d’animo dei protagonisti. Il viaggio nel tempo è scandito in tre macro-periodi della vita del pittore: quello Olandese, culminato con il dipinto “I mangiatori di patate”, quello Parigino e l’ultimo, quello dell’esplosione del colore ad Arles e della sua prematura scomparsa.

Van Gogh Cafè ha lo sfondo musicale dei più grandi parolieri e cantanti francesi, tra cui Edith Piaf, Charles Aznavour, Mireille Mathieu, Yves Montand. Nel cast, lo stesso Andrea Ortis (M. Luise Philippe), Floriana Monici (Madame Odille), Chiara Di Loreto (Mademoiselle Aline), Giulio Maroncelli (Luc); nel corpo di ballo, Lavinia Scott (Eugenie), Serena Origgi (Vanille), Rebecca Erroi (Juliette), Lucrezia Zizzo (Camille). (rcs)

Al via il Christmas Pack per lo spettacolo “Van Gogh Cafè” al Rendano di Cosenza il 24 febbraio

Fino al 6 gennaio 2023, sarà disponibile il Christmas Pack per acquistare  i biglietti dello spettacolo 𝐕𝐚𝐧 𝐆𝐨𝐠𝐡 𝐂𝐚𝐟𝐞́, previsto per venerdì 24 e sabato 25 febbraio 2023 al Teatro Rendano di Cosenza, con uno 𝐬𝐜𝐨𝐧𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝟐𝟎% su www.ticketone.it e nei punti Ticketone.

L’evento celebra il 170° Anniversario della nascita di Vincent Van Gogh ed aprirà la 37sima edizione di Fatti di Musica, il Festival-Premio del Live d’Autore diretto da Ruggero Pegna, con spettacoli alle ore 10:00 per le scuole e alle ore 21:00 per tutti. Per le prenotazioni scolastiche, con biglietti di € 15 e una gratuità per un docente accompagnatore ogni 15 studenti, è necessario rivolgersi alla segreteria organizzativa: tel. 0968441888 mail info@ruggeropegna.it.

Lo spettacolo realizzato dalla Mic – Musical International Company, con la produzione esecutiva di Lara Carissimi, già produttrice della straordinaria Opera La Divina Commedia, sarà presentato in Calabria unicamente al Rendano e inaugurerà “Opere d’Arte”, un nuovo format ideato da Pegna con grandi spettacoli dedicati ad Opere letterarie e celebri Artisti. 

Van Gogh Cafè è una pièce teatrale scritta e diretta da Andrea Ortis, firma eclettica nel panorama del musical italiano, con la consulenza artistica di Gianni Musacchio, e racconta alcuni momenti della vita del celeberrimo pittore olandese e i nodi più interessanti della sua arte pittorica. Van Gogh Cafè è la storia di uomini e donne, parallele a quella di Vincent Van Gogh, narrata con la raffinatezza dello sfondo musicale dei più grandi parolieri e cantanti francesi: Edith Piaf, Charles Aznavour, Mireille Mathieu, Yves Montand, per citarne alcuni. I connotati temporali che chiariscono, nella produzione pittorica, colori e tecniche differenti, sono caratterizzati da un allestimento musicale affine, simile ed equivalente. Il percorso sonoro e le coreografie di danza attingono, infatti, alla canzone classica francese degli anni 50/60/70. 

Nel cast troviamo lo stesso regista Andrea Ortis (M. Luise Philippe), il Virgilio della Divina Commedia, Floriana Monici (Madame Odille), Chiara Di Loreto (Mademoiselle Aline), Giulio Maroncelli (Luc); nel corpo di ballo, Lavinia Scott (Eugenie), Serena Origgi (Vanille), Rebecca Erroi (Juliette), Lucrezia Zizzo (Camille). 

L’eccezionale spettacolo ha l’ Orchestra dal Vivo diretta dal Maestro Antonello Capuano (chitarra), con Matteo Iannaccio al violino, Angelo Miele al pianoforte, Marco Molino alle percussioni, Lorenzo Mastrogiuseppe al contrabbasso. Si avvale, inoltre, del corpo di ballo del coreografo Marco Bebbu, di uno spazio scenico allargato alla platea progettato da Gabriele Moreschi, di atmosfere luminose e visive di Virginio Levrio, con grandi proiezioni animate 3D che avvolgono spettatore e scena, trasformandola in una “Notte Stellata” o in un “Campo di grano”, altre volte coinvolgendo l’habitat scenico in una vera e propria trasformazione in giallo “Girasole” o in lilla “Iris”. Lo spettatore si trova, così, immerso nella Parigi di metà ‘800, nelle lande desolate del Borinage o nei parchi parigini dell’en plein air, nelle assolate campagne di Arles o tra i vicoli di una formicolante Montmartre.

L’utilizzo di proiezioni animate 3D su diversi livelli del palcoscenico coinvolge lo spettatore all’interno di paesaggi multimediali e alle atmosfere pittoriche del poeta Olandese, portandolo dentro i quadri di Van Gogh, toccandone la filosofia, il costrutto, l’anima, le sue manie e le sue paure. Oltre ad alcuni dei più famosi dipinti, le proiezioni riguardano anche molti schizzi e bozzetti originali presenti in alcune sue lettere; inoltre, favoriscono il cambio di paesaggi e la trasposizione in immagini degli stati d’animo dei protagonisti che, nel corso del racconto, si sovrappongono. Il viaggio nel tempo è scandito in tre macro-periodi importanti nella vita del pittore: quello Olandese, culminato con il dipinto “I mangiatori di patate”, quello Parigino e l’ultimo, quello dell’esplosione del colore ad Arles e della sua prematura scomparsa. 

«Con il Christmas Pack intendiamo favorire la scelta di regalare a natale le emozioni indimenticabili di un grande spettacolo. Musica, danza, teatro e arte insieme – ha spiegato Pegna – in un format rodato con altre grandi Opere presentate in esclusiva in Calabria, per uscire dal solco del semplice live ed entrare in mondi straordinari di spettacoli unici e geniali, con una forte valenza culturale. Sarà uno spettacolo suggestivo e indimenticabile, un magico viaggio nei capolavori di Van Gogh!». 

Dopo Van Gogh Cafè, già confermato un altro attesissimo eccezionale appuntamento dal 21 al 23 aprile 2023 con Alis, il Gran Galà del Circo di Le Cirque Wtp, con oltre 20 tra i migliori Top Performers  provenienti dal Cirque du Soleil e dal Circo Mondiale, per la prima volta in Calabria al Palacalafiore di Reggio. (rcs)

REGGIO – Sabato 3 dicembre al Teatro Cilea in scena “Fabularium”

Sabato 3 dicembre, a Reggio, al Teatro “Francesco Cilea”, è in programma il musical Fabularium Live, un fantastico intreccio con le musiche e alcuni dei protagonisti delle più belle fiabe della Disney. Lo spettacolo chiude la 36esima edizione di “Fatti di Musica”, il Festival del Miglior Live d’Autore ideato e diretto in Calabria da Ruggero Pegna.

Tre saranno le repliche: alle ore 9:00 e alle ore 11:30 per le Scuole, alle ore 18:30 per tutti. Per il serale sono ancora disponibili biglietti su www.ticketone.it e nei punti Ticketone (Reggio: B’Art, a fianco Cilea), con possibilità di usufruire della formula scontata 4Family, mentre sono terminati i biglietti per i due spettacoli del mattino.

«Ringrazio – ha affermato Ruggero Pegna – il Comune di Reggio per la disponibilità del Teatro, i docenti che hanno aderito e il dottor Malacrino, direttore del Museo Nazionale, per l’ospitalità che ancora una volta sarà data ai ragazzi che, poi, intenderanno visitare i Bronzi. Voglio rimarcare che questa collaborazione ha dato a migliaia di studenti giunti a Reggio per i miei eventi l’opportunità di poter ammirare le bellezze di questo splendido Museo, a conferma del successo di questo straordinario gemellaggio tra spettacolo, arte, storia e cultura. Un’operazione culturale e di divertimento, efficace e concreta, che si è rivelata per i ragazzi un’esperienza  indimenticabile!».

Fabularium Live è un originale show in omaggio al grande cinema Disney, con scene di fiabe celeberrime come La Spada nella Roccia, Cenerentola, La Bella e la Bestia, Oceania, Frozen, Aladdin, Mary Poppins, ecc., Un’ora e trenta di uno show unico, con scenografie e coreografie spettacolari, continui cambi scena, oltre 100 costumi originali e artigianali, magnifici disegni luci, effetti speciali, come il video mapping digitale 3D. Un’occasione unica per lasciarsi avvolgere dalle magiche musiche e dai personaggi che hanno scritto la storia del cinema d’animazione. Il Musical si avvale di grandi firme e di un ricco cast: regia di Angelo Lucarella e Annalory Fullone, sceneggiatura di Annalory Fullone, coreografie di Debora Boccuni, costumi design & props di Annalisa Milanese, scenografia/show design e scene di Francesco Paolo Caragiulo, digital artists di Myriam Campanello e Riccardo Scaringella, light design Roberto De Bellis, sound engineering Davide Petrone.

Nel cast, oltre ad Angelo Lucarella ed Annalory Fullone, anche Laura Legrottaglie, Rosanna Cassano, Giovanni Valente, Marco Buzzerio, Veronica Giusti, Flavia De Bartolomeo, Giuseppe Visaggi, Gabriella Serio. L’appuntamento del 3 dicembre è l’unico al Sud di questa eccezionale produzione di Mat Entertainment e AncheCinema.

«Uno spettacolo stupendo – ha concluso Pegna – scelto per aprire il lungo periodo prenatalizio, mettendo insieme bambini e famiglie in un’atmosfera davvero magica!». (rrc)

Fatti di Musica, a febbraio a Cosenza la commedia musicale “Van Gogh Cafe”

Il 24 e il 25 febbraio 2023, al Teatro Rendano di Cosenza andrà in scena la commedia musicale Van Gogh Cafè, per celebrare il 170esimo anniversario della nascita di Vincent Van Gogh.

Lo spettacolo, che aprirà la 137esima edizione di Fatti di Musica, il Festival del Live d’Autore ideato e diretto da Ruggero Pegna, è realizzato dalla Mic – Musical International Company, con la produzione esecutiva di Lara Carissimi, già produttrice della straordinaria Opera La Divina Commedia, sarà presentato in Calabria unicamente al Rendano in prima assoluta e inaugurerà “Opere d’Arte”, un nuovo format ideato da Pegna con grandi spettacoli dedicati ad Opere letterarie e celebri Artisti. Anche per “Van Gogh Café” sono previsti spettacoli alle ore 10:00 per le scuole e alle ore 21:00 per tutti. Tutte le informazioni sono reperibili al sito www.ruggeropegna.it.

“Van Gogh Cafè” è una pièce teatrale scritta e diretta da Andrea Ortis, firma eclettica nel panorama del musical italiano, con la consulenza artistica di Gianni Musacchio. L’eccezionale spettacolo, che si avvale di orchestra dal vivo, corpo di ballo e di uno spazio scenico allargato alla platea, racconta alcuni momenti focali della vita del celeberrimo pittore olandese, i nodi più interessanti della sua arte pittorica, immergendo il pubblico in grandi proiezioni animate 3D che avvolgono spettatore e scena, trasformandola in una “Notte Stellata” o in un “Campo di grano”, altre volte coinvolgendo l’habitat scenico in una vera e propria trasformazione in giallo “Girasole” o in lilla “Iris”.

Il linguaggio si sviluppa grazie all’Orchestra diretta dal Maestro Antonello Capuano e ad energici ed espressivi interventi coreografici del corpo di ballo diretto dal coreografo Marco Bebbu, il tutto mosso in un ambiente scenico suggestivo progettato da Gabriele Moreschi, all’interno di atmosfere luminose e visive di Virginio Levrio, con un allestimento di costumi storici firmati da Marisa Vecchiarelli. Lo spettatore si trova, così, immerso nella Parigi di metà ‘800, nelle lande desolate del Borinage o nei parchi parigini dell’en plein air, nelle assolate campagne di Arles o tra i vicoli di una formicolante Montmartre.

L’utilizzo di proiezioni animate 3D coinvolge lo spettatore all’interno di paesaggi multimediali e alle atmosfere pittoriche del poeta Olandese. L’utilizzo di questo impianto di proiezioni su diversi livelli del palcoscenico porta così lo spettatore dentro i quadri di Van Gogh, toccandone la filosofia, il costrutto, l’anima, le sue manie e le sue paure. Oltre ad alcuni dei più famosi dipinti, le proiezioni riguardano anche molti schizzi e bozzetti originali presenti in alcune sue lettere; inoltre, favoriscono il cambio di paesaggi e la trasposizione in immagini degli stati d’animo dei protagonisti che, nel corso del racconto, si sovrappongono.

Il viaggio nel tempo è scandito in tre macro-periodi importanti nella vita del pittore: quello Olandese, culminato con il dipinto “I mangiatori di patate”, quello Parigino e l’ultimo, quello dell’esplosione del colore ad Arles e della sua prematura scomparsa. I connotati temporali che chiariscono, nella produzione pittorica, colori e tecniche differenti, sono caratterizzati da un allestimento musicale affine, simile ed equivalente. Il percorso sonoro e le coreografie di danza attingono alla canzone classica francese degli anni ’50/’60/’70.

“Van Gogh Cafè” è la storia di uomini e donne, parallele a quella del grande pittore olandese, narrata tra fiducia e cadute, malinconie profonde e gioie debordanti, tra amicizie stimolanti e solitudini feroci. Lo sfondo musicale attraversa il racconto con la raffinatezza e la personalità dei più grandi parolieri e cantanti francesi: Edith Piaf, Charles Aznavour, Mireille Mathieu, Yves Montand, per citarne alcuni.

La prevendita dei biglietti per assistere ai serali partirà domani alle ore 10:00 online su www.ticketone.it e nei punti Ticketone. Per gli spettacoli scolastici integrali del mattino, come per Fabularium a Reggio, è necessario rivolgersi direttamente alla Show Net srl  di Ruggero Pegna: tel. 0968441888, mail info@ruggeropegna.it.

“«Chiudo il 2022 così come si è aperto – ha dichiarato Pegna – con uno spettacolo per famiglie e studenti, abbinato alla visita del Museo di Reggio per il 50° dei Bronzi di Riace e apro il 2023 con un’Opera dedicata a Van Gogh per un altro eccezionale anniversario. Musica, teatro e arte insieme, in un format già rodato con altre grandi Opere presentate in esclusiva in Calabria, per uscire dal solco del semplice live ed entrare in mondi straordinari di spettacoli unici e geniali, con una forte valenza culturale». (rrm)

Con Myss Keta Rende si trasforma in una discoteca

È stato un vero e proprio bagno di folla il concerto di Myss Keta a Rende, che ha trasformato Piazza Kennedy in una discoteca.

L’artista, infatti, è stata protagonista del Settembre Rendese e di una notte piena di divertimento ed energia con il suo davvero speciale e inedito live: in oltre 3000 hanno saltato e ballato, in una Piazza Kennedy diventata una enorme discoteca sotto le stelle, al ritmo della sua originalissima proposta musicale, una sorta di “hot dance” accattivante e a tratti travolgente, tra pop, rap, punk, musica elettronica.

Non v’è dubbio che Myss Keta, curiosa figura di artista misteriosa e mascherata, probabilmente milanese come il Collettivo Forlanini da cui nasce artisticamente, si sia inventata un vero e proprio personaggio, amato e popolarissimo non solo tra i giovani. In circa 90 minuti di un autentico show, accompagnata da 2 ballerine e dal suo dj, ha eseguito tutti i suoi successi, fino  all’hit dell’estate, quel “Finimondo”  che si rifà al grande successo del 1961 “Il capello” di Edoardo Vianello.

E finimondo è stato realmente, tra luci, ammiccamenti, provocazioni, balli seducenti, coreografie, testi piccanti e ironicamente dissacratori, e perfino veri fuochi d’artificio.

Immagini su un gigantesco ledwall, montate a tema su ogni brano, hanno fatto da fondale scenografico. Lo straordinario successo è stato premiato a fine concerto con il riconoscimento ufficiale del Settembre Rendese,  consegnatole dal direttore Alfredo De Luca, accompagnato al centro del palco dai consiglieri comunali Aceto ed Esposito, tutti soddisfatti per la splendida riuscita di questa edizione del Festival indirizzata in particolare al pubblico giovanile.

La corsa a foto e autografi si è poi conclusa a tarda notte nei locali adiacenti al backstage del Museo del Presente, per via della grande disponibilità dell’artista ad intrattenersi con tutti gli irriducibili fan arrivati già dal tardo pomeriggio e non intenzionati ad andare via a mani vuote.

La 57esima edizione dello storico Festival organizzato dal Comune di Rende con la direzione artistica di Alfredo De Luca e la collaborazione per la sezione dedicata ai “grandi live” di “Fatti di Musica” di Ruggero Pegna, chiude così i battenti con circa 40.000 presenze nella sola sezione dei grandi live che hanno popolato varie “location” della Città, da via Rossini con Carl Brave e la sua band, al Centro Storico con Marina Rei, passando per Piazza Matteotti con lo spagnolo Dani J e Piazza Kennedy ieri sera appunto con Myss Keta. (rcs)

Successo a Rende per il concerto di Carl Brave

Sono oltre 20 mila i fan che sono arrivati a Rende, per il concerto di Carl Brave, uno degli eventi più attesi della 57° edizione del “Settembre Rendese” del Comune di Rende con la direzione artistico-organizzativa di Alfredo De Luca e la collaborazione di “Fatti di Musica” di Ruggero Pegna.

Carl Brave, pseudonimo di Carlo Luigi Coraggio, che festeggerà il suo trentatreesimo compleanno il prossimo 23 settembre, ha confermato di essere uno dei protagonisti della nuova ondata rap che dalla Capitale ha invaso tutto il Paese. Nel gremitissimo concerto durato circa due ore ha sfoderato tutta la sua energia e la sua musica originale, che fonde rap, pop e cantautorato, in un mix di assoluto successo. Una dietro l’altra, in una scaletta travolgente, sono arrivate tutte le sue hit, brani tra i più ascoltati, radiodiffusi e cantati degli ultimi anni.

Ad aprire il concerto “Shangai”, poi “Ecaalla”, “Chapeau”, “Parli Parli”, “Spigoli” (feat. Tha Supreme e Mara Sattei), fino a ben tre medley  di successi più noti, da “Pokemon go” a “Fotografia”. Immediata l’esplosione di entusiasmo della marea che ha invaso Viale Rossini. Tutti a cantare, saltare, muovere le mani e accendere le lucine, fino ad un crescendo finale che ha fatto ballare tutti come un’onda umana che sprizzava gioia con le braccia al cielo. A chiudere una serata da incorniciare, forse la più partecipata e coinvolgente delle 57 edizioni dello storico Festival, diversi bis con alcuni dei veri e propri tormentoni di Carl Brave, tra cui “Posso” (ft Max Gazzè), “Hula Hoop” e “Makumba” incise con Noemi, “Che poi” e “Malibu” (ft. Gemitaiz).

Bravissimi tutti gli scatenati musicisti della numerosa band, che hanno contribuito a trasformare il concerto in un autentico show: Mattia Castagna basso, Massimiliano Turi chitarra, Lorenzo Amoruso chitarra, Edoardo Impedovo tromba, Gabriele Tamiri tromba, Marco Bonelli sax, Matteo Rossi piano, Francesco Sacchini cori, Marta Gerbi cori, Simone Ciarocchi batteria, Lucio Castagna percussioni. Al termine, foto e autografi per centinaia di fan assiepati oltre le transenne del backstage e, per lui, il Premio del Festival consegnatogli da De Luca insieme alle consigliere comunali Marisa De Rose e Chiara Lolli.

Una serata davvero memorabile sia per il formidabile tour di Carl Brave, prodotto dalla Otr Live di Francesco Barbaro, che si è chiuso proprio ieri sera, sia per il “Settembre Rendese”, che si è aperto come meglio non si poteva. Un successo straordinario per un’edizione del festival che punta molto al pubblico giovanile. Attesi ora i live di Marina Rei il 12 nel Centro Storico, del cantautore spagnolo Dani J il 14 in Piazza Matteotti e di Miss Keta, tra le mattatrici dell’estate con il suo “Finimondo”, hit che si rifà al grande successo del 1961 “Il capello” di Edoardo Vianello. Il suo live è in programma il 15 settembre in Piazza Kennedy. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. (rcs)

A Rende il concerto di Carl Brave

Domani sera, a Rende, è in programma il concerto di Carlo Brave, nell’ambito della 57esima edizione del Settembre Rendese, organizzato dal Comune di Rende con la direzione artistica di Alfredo De Luca e la collaborazione di Fatti di Musica.

Carl Brave, pseudonimo di Carlo Luigi Coraggio (nato a Roma il 23 settembre del 1989), è uno dei protagonisti della nuova ondata rap che dalla Capitale sta invadendo tutto il Paese. Un artista originale, i cui brani fondono rap, pop e cantautorato, in un mix di successo.

Trasteverino verace, si fa le ossa nelle crew locali, formando il proprio stile grazie ad un mix di rap, pop e cantautorato. Muove i primi passi giovanissimo con la Molto Peggio Crew e poi con la 126 Crew. Qui conosce Federico Bertollini, in arte Franco126, con il quale intraprenderà una fruttuosa collaborazione musicale. Il 2018 è l’anno della svolta per i due rapper romani che, pur restando ottimi amici, decidono di intraprendere percorsi artistici diversi. L’esordio di Carl Brave come solista è affidato all’album Notti Brave, il cui titolo gioca ironicamente col proprio nome d’arte.

Notti brave è un album denso di esperienze e sentimenti che racconta un artista difficile da etichettare, ricco di collaborazioni, da Coez a Emis Killa, passando per Gemitaiz, Frah Quintale e Giorgio Poi. A pochi mesi dall’uscita dell’album, arriva Notti Brave After, un lavoro di 7 tracce arricchito dalla collaborazione con Max Gazzè in “Posso”, che va direttamente al numero 1 della classifica dei dischi più venduti.

Nel 2020 esce il nuovo album intitolato Coraggio, un disco ricco di sfaccettature che segna un traguardo importante, oltre che per i dischi d’oro di alcuni suoi brani, anche perché rappresenta uno dei simboli della rivoluzione musicale che sta interessando la produzione italiana e di cui Carl Brave è sicuramente tra i protagonisti. Numerose le hit pubblicate negli ultimi tre anni, insieme all’ Ep Sotto Cassa, da Spigoli” feat. Tha Supreme e Mara Sattei, che ottiene il doppio Platino, a Makumba e Hula-Hoope con Noemi, fino a Cristo di Rio con Max Gazzè. A Rende, si prevede l’arrivo di migliaia di giovani da tutta la Calabria. (rcs)