Domani a Montecitorio arrivano i comuni calabresi “Plastic free”

Le amministrazioni dei “Comuni Plastic Free” portano in Parlamento le loro esperienze virtuose con l’obiettivo di avere presto norme e decisioni politiche che possano concretamente sostenere un futuro dove limitare i rifiuti dispersi nell’ambiente. Tra loro anche Diamante, Scalea e Tortora (Cosenza), Melissa (Crotone) e Montepaone (Catanzaro). È questo l’obiettivo della giornata di approfondimento che si terrà presso la Sala della Regina, domani martedì 30 maggio, a Montecitorio tra Amministrazioni locali e Istituzionali nazionali promossa da Plastic Free Onlus, l’organizzazione di volontariato impegnata dal 2019 nel contrastare l’inquinamento da plastica, con il sostegno del vice presidente della Camera dei Deputati, on. Sergio Costa.

Gli oltre 90 tra Sindaci e Assessori presenti si confronteranno con i parlamentari in due panel incentrati sugli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu: la “vita sott’acqua” e la “vita sulla terra”. Tra le proposte “Plastic Free”: la tutela e la salvaguardia dei fiumi, il contrasto all’abbandono degli pneumatici, al volo dei palloncini, all’abbandono dei mozziconi di sigaretta e il protocollo nazionale eco-eventi.

Interverranno, inoltre, Don Bruno Bignami, Direttore dell’Ufficio nazionale per l’Apostolato del Mare – Cei Conferenza Episcopale Italiana, sull’ecologia integrale come cura del mare e del territorio – Enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco; il delegato Anci per l’energia e i rifiuti, Carlo Salvemini e il sottosegretario Luigi D’Eramo, che porterà i saluti del Governo Meloni. (rrm)

A Strongoli e Melissa successo per il progetto “Le musiche di Leonardo Vinci”

È stata una scommessa culturalmente vinta, quella dalle Amministrazioni comunali di Melissa e di Strongoli che hanno fortemente voluto e sostenuto il progetto Le musiche di Leonardo Vinci e i suoi contemporanei nei luoghi e nelle dimore dei Pignatelli, principi di Strongoli e conti di Melissa.

Una iniziativa che è stata possibile grazie al contributo dell’Assessorato al Turismo della Regione Calabria e la collaborazione produttiva delle Accademie Musicali Leonardo Vinci, dell’Accademia Senocrito e dell’Associazione Traiectoriae, hanno fortemente voluto e sostenuto l’importante evento.

La maratona musicale di quattro giorni  ha dato la possibilità al pubblico di assistere ad una impeccabile e emozionante esecuzione dello Stabat Mater di Pergoles diretta dal M° Marcianò,  al concerto del Trio Leonardo Vinci diretto dal Maestro De Siena e alle messe in scena de La Serva Padrona di Pergolesi e de L’Ammalato Immaginario di Leonardo Vinci con la direzione del M° Tirotta.  Di grande spessore vocale gli interpreti: Chiara Tirotta e Giorgia Teodoro per lo Stabar Mater, Eleonora Pisano e Raffaele Facciolà per la Serva Padrona, ancora la Teodoro e Alessandro Tirotta per L’Ammalato immaginario. Non di minore qualità gli ensemble musicali dell’Accademia Senocrito, dell’Orchestra Francesco Cilea di Reggio Calabria e i i giovani solisti del Trio Vinci.

Per  dimostrare il successo dell’iniziativa è sufficiente segnalare che nel pomeriggio di domenica scorsa un  gran numero di spettatori ha  riempito all’inverosimile  la sala del Museo civico di Strongoli per assistere alla messa in scena de L’Ammalato immaginario interpretato dal soprano Giorgia Teodoro affiancata dal M° Alessandro Tirotta nel doppio ruolo di interprete e direttore dell’ensemble dell’Orchestra del Teatro Cilea. Lunghi applausi finali hanno accolto lo spettacolo che, nel programma, è stato preceduto da un incontro su Vinci e la Scuola Musicale Napoletana a cui hanno partecipato lo studioso Lorenzo Fiorito, i Direttori artistici De Siena e Russo e il musicologo Stumpo.
Quattro giornate intense, con proposte di assoluta qualità in cui la sinergia fra Amministrazioni pubbliche, alcuni fra i migliori soggetti delle produzione e promozione musicale della regione, i Direttori artistici e gli artisti coinvolti ha dato vita ad un risultato che ha superato ogni aspettativa.
E, se ai tempi di Vinci e dei Principi Pignatelli agli intrattenimenti musicali potevano essere invitati e assistere ai concerti solo i nobili e i maggiorenti del luogo, oggi quella musica straordinaria è stata eseguita in modo eccellente per tutti i cittadini ed è davvero diventata patrimonio comune.
E proprio per consolidare ancor di più la memoria pubblica del musicista il Comune di Strongoli iha inaugurato martedì mattina con una cerimonia pubblica una panchina letteraria dedicata a Vinci nel luogo più centrale della cittadina: Piazza Castello. (rkr)

MELISSA (KR) – Eccidio di Fragalà, la Cgil presenta il libro su Francesco Samà

Il 27 ottobre, al Museo del Vino di Melissa, si presenta il libro Francesco Samà – Sindacalista, politico, uomo delle Istituzioni. Una vita di impegni per la giustizia sociale, organizzato dalla Cgil Calabria in occasione del 73esimo anniversario dell’Eccidio di Fragalà.

Questo libro raccoglie testimonianze e documenti giornalistici e istituzionali, che rappresentano l’on. Ciccio Samà, nei vari ruoli svolti e che dimostrano che ha sempre avuto lo sguardo rivolto al riscatto sociale culturale ed economico della sua terra.

Tutto ciò potrebbe essere sintetizzato in una frase utilizzata in un suo intervento: “Il nostro sindacato è un’organizzazione di combattimento, casa e scudo per i più sfruttati”. 

Presiede Gianni Dattilo, segretario generale della Spi Cgil Area Vasta Centro. I saluti istituzionali sono di Raffaele Falbo, sindaco di Melissa. Intervengono Alessandra Baldari, segretario generale Fp Cgil Calabria, Claudia Carlino, segretario generale Spi Cgil Calabria, Bruno Costa, segretario generale Flai Cgil Calabria, Enzo Scalese, segretario generale Cgil Area  Vasta Centro e Angelo Sposato, segretario generale Cgil Calabria. (rkr)

TORRE MELISSA (KR) – Sabato l’evento “I diritti a colori”

Sabato 20 novembre, a Torre Melissa, alle 17, nel Salone del Vino e del Gusto, è in programma l’evento I diritti a colori, organizzato in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Voglia di Vincere – Sportello Amico Autismo –  in collaborazione con la bFidapa – Sez. Cirò Marina, Kiwanis Club Cirò Marina “Apollo Aleo” e la Confraternita Misericordia Cirò Marina.

Dopo i saluti di Raffaele Falbo, sindaco di Melissa, don Pino Mauro, parroco della Chiesa del Crocefisso di Torre Melissa e Maria Abbruzzino, governatore Confraternita Misericordia Cirò Marina, intervengono Sabrina Strancia, presidente Associazione Voglia di Vincere, Anna Maria Russo, psicologa e presidente Fidapa, Antonio Francesco Amodeo, presidente Kiwanis Club Cirò Marina e Giovanna Abbruzzuno, avvocato. Modera Giusy Nisticò, vicepresidente dell’Associazione organizzatrice dell’evento. (rkr)

MELISSA (KR) – Il convegno “Territori culturali della Terra degli Enotri”

Domani pomeriggio, a Melissa, alle 17.30, nella Torre Aragonese, il convegno-dibattito Territori culturali della Terra degli Enotri. Geografia e valorizzazione turistica, organizzata dal Kiwanis – Distretto San Marino in collaborazione con Kiwanis Club Cirò Marina “Apollo Aleo” e il Comune di Melissa.

Dopo i saluti di Carlo Rizzo, presidente Kiwanis Citò Marina e di Raffaele Falbo, sindaco di Melissa, interviene il dott. Fabrizio Sudano, soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Provincia di Cosenza, Catanzaro e Crotone. Introduce Antonio Francesco Amodeo, già presidente Ordine Architetti Ppc Crotone.

Relazionano Pino Nicoletti, funzionario archeologo Soprintendenza Abap Cz e Crotone, Maria Grazia Aisa, archeologa e curatrice Museo Civico Archeologico di Cirò Marina, Pasquale Lopetrone, funzionario Soprintendenza Cosenza. Conclude Basilio Valente, luogotenente del Governatore. (rkr)

MELISSA (KR) – Il progetto “Storie di vita al telefono”

Il Comune di Melissa ha promosso Storie di vita al telefono, un vero e proprio progetto educativo di scambio intergenerazionale, che vede coinvolti i piccoli e i nonni.

L’obiettivo, dunque, è quello di raccogliere i racconti di vita, di morte, di guerre, miseria, magie e mistero, ma anche storie di momenti allegri, di feste, di tradizioni, solidarietà o ricordi di vita quotidiana che i «nonni vorranno raccontare ai loro nipoti e raccolti, appuntamento, telefonicamente dai bambini e ragazzi che frequentano la Scuola Primaria e secondaria di I e II grado che abitano nel nostro Comune e che aderiranno al progetto».

«Un modo di narrare, quello dei nonni – si legge in una nota dell’assessore Maria Masino – coinvolgente, colmo di espressioni, ricchezza dei particolari nelle descrizioni di luoghi, persone e avvenimenti, contribuisce a far rivivere, in prima persona, fatti emozionanti appartenenti a realtà lontane. Realtà, a volte, dure e difficili, la cui drammaticità sfuma appena approda nella nuvola del ricordo».

Da qui – prosegue la nota – l’idea di scrivere un libro con loro e per loro, e poiché oggi sono loro ad aver avuto la peggio nella battaglia contro il virus, si è pensato di riavvicinarli, anche solo telefonicamente, per ridare a ciascuno l’importanza di uno e dell’altro».

«I lavori – continua la nota – devono essere originali, inediti e di proprietà esclusiva dell’autore, che se ne assume ogni responsabilità. Non sono ammessi contenuti diffamatori e lesivi degli interessi di terzi: l’autore, o chi ne fa le veci, garantisce e tiene indenni i promotori dell’iniziativa da qualsiasi pretesa che possa essere avanzata da terzi. Gli elaborati, che potranno essere sia testi che illustrazioni, saranno consegnati, tramite email in formato digitale, all’indirizzo storiealtelefono.CMelissa@gmail.com unitamente alla presente autorizzazione e pervenire entro il 15 gennaio 2021».

«L’amministraziome comunale di Melissa – continua ancora la nota – per incentivare i giovani a promuovere la lettura e a forzare il grande baule dei ricordi dei donni, che rimarranno per sempre impressi nella mente dei lettori, premia gli elaborati più belli, uno per ogni ordine di Scuola con un tablet e, nello stesso tempo, il progetto valorizzerà i nostri anziani, che sono la ricchezza culturale da conservare, salvando il patrimonio linguistico-popolare (termini, proverbi, detti) che andrebbe altrimenti perso». (rkr)

MELISSA (KR) – Il Comune lancia la partecipazione comunitaria al bando “Borghi in Festival”

Il Comune di Melissa ha recepito il bando del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo dal titolo Borghi in Festival.

Il bando, destinato ai Comuni con popolazione di 5 mila abitanti, ovvero fino a 10.000 abitanti che abbiano individuato il centro storico quale zona territoriale omogenea,  punta a promuovere e sostenere la qualità e le eccellenze dei territori, per valorizzarne le risorse culturali, ambientali e turistiche; a creare opportunità per il miglioramento sociale ed economico, anche attraverso l’incubazione di imprese culturali, creative e innovative di comunità; a promuovere e sostenere contenuti innovativi nelle attività di educazione e formazione; a rafforzare l’offerta turistica e culturale dei territori; a sviluppare approcci progettuali integrati pubblico-privato.

Tali Comuni possono partecipare singolarmente o in rete tra loro, il finanziamento erogabile prevede un limite massimo di 75.000 euro per i Comuni che partecipano singolarmente, di 250.000 euro per i Comuni che partecipano in rete. I progetti presentati potranno prevedere, tra le varie attività, eventi quali incontri, seminari, laboratori; attività di formazione e accompagnamento di percorsi formativi; realizzazione di piattaforme o applicativi digitali nonché di strumenti di comunicazione non digitali ma innovativi; attività culturali e creative con particolare attenzione all’innovatività; mostre, opere, rassegne incentrate sulla promozione del dialogo intergenerazionale, interculturale e sociale; eventi innovativi per la fruizione del patrimonio culturale.

Per questo, l’Amministrazione comunale, guidata da Raffaele Falbo, ha lanciato l’idea di coinvolgere privati, Comuni ed Associazioni a fare rete e proporre idee innovatine e tante volte inespresse per la partecipazione comunitaria al bando Borghi in Festival, pubblicando un annuncio, sul web e sui vari social, dove chiunque può inviare messaggi ed idee tramite un Codice QR la scheda predisposta dal Comune servirà da contenitore di idee che alcune saranno inserite nel progetto aprendo una collaborazione con chi le ha espresse.

«Prendendo spunto dall’avviso pubblico – ha dichiarato l’assessore al Turismo, Carlo Poerio – lanciato dal Ministero per i Beni e le attività culturali, come Amministrazione abbiamo ideato una piattaforma Web finalizzata a sviluppare un progetto di rigenerazione e rafforzamento dell’offerta di #Melissa puntando sulle sue eccellenze e qualità. In una fase delicata, in cui il distanziamento sociale rischia per allontanarci dalla naturale e spontanea condivisione delle idee, abbiamo pensato di utilizzare i social e il web per condividere il progetto anche con il cittadino comune così da farlo diventare protagonista nel proprio borgo».

«Su tale tema – ha aggiunto – un virtuoso percorso di collaborazione e confronto si sta sempre più rafforzando con l’Associazione Borghi autentici d’Italia, ma non basta! Serve ora creare una sorta di piattaforma dove ognuno possa proporre la propria conoscenza e passione o semplicemente raccontare la propria esperienza vissuta altrove». (rkr)

MELISSA (KR) – San Francesco di Paola proclamato patrono secondario della città

Con una celebrazioni ecauristica presieduta dall’arcivescovo Raffaele Panzatta, San Francesco di Paola è stato proclamato patrono secondario di Melissa. Secondario, perché Melissa ha già come patrono San Nicola Vescovo.

Nel corso delle celebrazioni, inoltre, è stata benedetta la chiave della città, simbolicamente donata a San Francesco dall’Amministrazione comunale per rappresentare la fiducia e la fede con cui l’intera comunità si affida al suo patrono celeste.

La proclamazione è l’ufficializzazione di una devozione profonda e storica della comunità di Melissa nei confronti del Santo di Paola, in virtù della quale nei mesi scorsi il parroco don Pino Giorno, il Consiglio pastorale e l’Amministrazione comunale hanno rivolto all’arcivescovo la richiesta di riconoscere San Francesco come patrono celeste del paese. Richiesta che monsignor Panzetta ha accolto, con un decreto vescovile dello scorso 2 giugno. (rkr)

 

 

Luoghi da scoprire, il Museo del Vino di Melissa da visitare “virtualmente”

Di fronte all’emergenza che ci costringe tutti a casa, è giusto – e doveroso – dare risalto e far (ri)scoprire quei luoghi poco conosciuti, che arricchiscono il patrimonio culturale della Calabria.

A Melissa, all’interno di Palazzo Ferraro, c’è il Museo del Vino che, attraverso il sito web, consente ai visitatori di vedere l’entrata e la prima sala appena si entra. Non è un vero e proprio tour virtuale ma, se si scende nella pagina, c’è una gallery che consente di vedere gli utensili che venivano utilizzati per la lavorazione dell’uva e la produzione del vino che «ha il colore denso dell’amarena», come viene descritto da Leonida Rèpaci nel suo libro Calabria grande amara.

Il Museo si trova all’interno di un edificio donato al Comune dalla famiglia Ferraro, e che è stato ristrutturato grazie ai fondi POR – Programmi Operativi Regionali. Inoltre, al primo piano, è ospitata la sala del Consiglio comunale di Melissa, mentre al piano di sotto c’è la sala espositiva.

Il “tour virtuale” si può fare attraverso questo link(pa)

 

MELISSA (KR) – Il seminario “DSA: diverse strategie di apprendimento”

Questo pomeriggio, a Melissa, alle 19.00, all’IC “Giovanni XXIII”, il seminario DSA: diverse strategie di apprendimento organizzato dall’Associazione Italiana Dislessia – Sezione Crotone.

Il seminario si propone di sensibilizzare e comunicare le giuste informazioni ai docenti, ai genitori, ai professionisti e ai giovani sui DSA, ponendo l’accento sull’importanza di individuare le difficoltà che, se trascurate, possono portare a problemi psicologici, quali demotivazione, scarsa autostima, disturbi emotivi che sono una conseguenza e non la causa della dislessia.

L’obiettivo, è quello di sensibilizzare e comunicare le giuste informazioni ai docenti, ai genitori, ai professioni e ai giovani su DSA, ponendo l’accento sull’importanza di individuare le difficoltà che, se trascurate, possono portare a problemi psicologici, quali demotivazione, scarsa autostima, disturbi emotivi che sono una conseguenza e non la causa della dislessia.

Si parte con i saluti di Raffaele Falbo, sindaco di Melissa e di Ida Sisca, dirigente scolastico dell’IC “Giovanni XXIII”. Intervengono Antonia Colella, psicologa e tutor dell’apprendimento AID sul tema DSA e la Legge 170: cosa prevede la normativa?, Maria Assunta Martino, psicologa psicoterapeuta, socia AID su DSA: non solo strumenti compensativi…, Patrizia Sbezzi, pedagogista e tutore dell’Apprendimento AID su Didattica Inclusiva: apprendimento significativo e buone prassiCaterina Vallone, pedagogista e tutor specifico DSA e socia AID su Strumenti e strategie di studio per l’apprendimento significativo. (rkr)