La Calabria diventa capitale del coniglio di razza con Cunicalabria

La nostra regione pronta a celebrare uno degli animali più amati. La Calabria diventa capitale del coniglio di razza. Il variegato e pregiato mondo dei conigli si presenta agli operatori del settore ed al pubblico per Cunicalabria 2024: la settima edizione della mostra di coniglicoltura del registro anagrafico Anci, che si propone di migliorare, valorizzare e incrementare questo importante segmento, si terrà a Montalto Uffugo dal 20 al 21 gennaio, nella struttura del Garden Coretto.

Saranno presenti allevatori provenienti da tutta Italia, con un numero consistente anche dal Trentino Alto Adige, che prenderanno parte esibendo oltre 400 esemplari di conigli delle migliori razze certificate, i quali verranno esaminati e giudicati da Esperti Nazionali sotto la vigilanza di Ispettori del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali giovedì 18 gennaio, per poi esporli pubblicamente nelle giornate di sabato e domenica.

L’evento è organizzato da Ara Calabria (Associazione Regionale Allevatori) e dall’Anci (Associazione Nazionale Coniglicoltori Italiani), organismo di categoria del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, con il patrocinio dell’Assessorato all’Agricoltura e Risorse Agroalimentari della Regione Calabria e del Comune di Montalto Uffugo.

Venerdì 19 gennaio il Cunicalabria sarà sede di esami pratici di valutazione morfologica per aspiranti esperti di razza “giudici nazionali” provenienti da tutta Italia.

Alla premiazione che si terrà domenica 22 gennaio, alle ore 11, al Garden Coretto, prenderanno parte autorevoli rappresentanti istituzionali: Michele Schiavitto, direttore nazionale dell’Anci; Michele Colucci e Filomena Citraro, rispettivamente presidente e direttore dell’Associazione Regionale Allevatori Calabria; Francesco De Novellis, esperto nazionale di cunicoltura e coordinatore dell’evento, nonché referenti della Regione Calabria, Provincia di Cosenza e Comune di Montalto Uffugo.

«Si tratta di un evento – spiega De Novellis – che assume di anno in anno un sempre maggiore rilievo, attirando notevole attenzione, confermata dalle presenze attese. La coniglicoltura italiana è un settore dove si stanno affermando sempre più gli allevamenti a carattere amatoriale, con un aumento della quantità e della qualità delle produzioni. Gli allevatori cunicoli stanno spiccando per il loro impegno e cura riguardo alimentazione, tecniche di allevamento e genetica, patologia e igiene, insieme ad attrezzature e tecnologie. Tutto ciò garantisce al comparto prospettive notevoli di crescita».

«Cunicalabria – aggiunge De Novellis – è un appuntamento per tutti. Richiama, infatti, interesse anche da parte del pubblico non di settore. Come accade da diversi anni, tantissime le famiglie che sicuramente ci raggiungeranno per questa edizione, considerando che in mostra ci saranno anche conigli di razza nana di svariate colorazioni e razze molto ricercate, essendo diventato il coniglio il secondo animale “da compagnia”, dopo il cane». (rcs)

MONTALTO UFFUGO (CS) – Successo per lo spettacolo “Va bene essere diversi”

Emozioni, sorrisi. E tantissima commozione per una storia vera, quotidiana, riportata in scena a Montalto Uffugo. Il progetto si chiama Va bene essere diversi la storia, invece, è quella di Francesco Tenuta, un ragazzo speciale che ha voluto fortemente, più di ogni altra cosa, ballare ed essere protagonista insieme alle sue amiche in una scuola di danza. Nonostante tutto, nonostante le sue difficoltà.

«L’autismo non è una disabilità, è una abilità diversa», recita d’altronde lo slogan dell’iniziativa. A Montalto Uffugo, località Taverna, il maestro Antonio De Luca che ha curato tutta la parte organizzativa mentre la parte artistica è del Centro Danza Ilaria Dima. Spettacolo già andato in scena lo scorso aprile voluto fortemente dal Centro Danza Ilaria Dima e dall’Associazione “Incontrarti” di Elvira Ferraro e che oggi ha inteso proporre agli studenti dell’Istituto comprensivo del territorio, “Emilio Bianco”, un ringraziamento alla dirigente scolastica Gemma Faraco e tutto il corpo docente che ha accolto l’invito, una pièce teatrale, al Palatenda, con cui rappresentare appunto la storia vera di Francesco e la sua piena inclusione, partecipazione e coinvolgimento alla vita quotidiana della scuola.

Uno spettacolo teatrale davvero emozionante. I protagonisti, Davide Carpino, narratore, Francesco Tenuta ragazzo speciale e Alessio Rende, altro splendido ragazzo speciale hanno accompagnato il corpo di ballo composto dai giovani e dalle bambine del Centro Danza Ilaria Dima. Le coreografie sono state curate da Ilaria Dima, Giusy Iantorno e Alessandro Ruffo. Il testo della storia è di Ilaria Dima e Maria Grazia Annesi, così come la regia curata dalla stessa Ilaria Dima.
«Siamo veramente tutti felici per come si è portata in scena la realtà che quotidianamente avviene nella nostra scuola. E siamo altrettanto orgogliosi della partecipazione, così importante dei ragazzi, che ha raccolto consensi ed applausi», racconta a margine il maestro Antonio De Luca.
«Ringraziamo chi ha permesso tutto ciò, chi ha organizzato anche i mercatini di Natale, l’associazione ANSPI nel nome del presidente Silvio Ranieri. Tutti insieme abbiamo realizzato qualcosa di importante. L’inclusione non può e non deve rimanere solo una parola lasciata al proprio destino, senza impegni. Ma la normalità per tutti è la nostra scommessa», le parole dei protagonisti. (rcs)

MONTALTO UFFUGO (CS) – Moda Movie all’Art Fabrique Calabria

Domani, a Montalto Uffugo, al Chiostro di San Domenico, sfilerà la vincitrice della 27ma edizione di Moda Movie, Maria Rosaria Zicarelli, che porterà in esclusiva un nuovo capo.

L’evento rientra nell’ambito di Art Fabrique Calabria, kermesse di fotografia di moda ideata dalla fotografa Stefania Samarro. Il Moda Movie, manifestazione ideata e curata da Sante Orrico, è volto a promuovere le creazioni degli stilisti.

A Stefania Sammarro, ideatrice del progetto, gli auguri del direttore artistico di Moda Movie Sante Orrico, per la sua visione e il suo impegno nel promuovere la moda e la fotografia come forme d’arte non convenzionali in Calabria. (rcs)

MONTALTO UFFUGO (CS) – Successo per il Carnevale Saraceno tra storia e tradizione

A Montalto Uffugo, nei giorni scorsi, si è svolto il Carnevale Saraceno a cura dell’Associazione Culturale Morfeo.

Quello del Carnevale Saraceno. è una tradizione storica nel borgo montaltese, che è ispirato a vicende storiche risalenti al XIII secolo, quando il territorio di Montalto Uffugo era sotto il dominio saraceno, lo spettacolo ha messo  in scena la ribellione del popolo locale al dominio Turco.

Caratterizzato da maschere e costumi che richiamano il mondo arabo, l’evento è finalizzato a far riscoprire le radici culturali di una tradizione che negli ultimi venti anni si è vista a macchia di leopardo e che è stata ereditata oggi dall’Associazione “Morfeo”.

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente dell’Associazione, Giuseppe Lanzillotta: «la ripartenza del Carnevale Saraceno – ha spiegato – è stata una grande occasione per riscoprire le tradizioni del territorio e valorizzare il patrimonio culturale della città. Grazie all’entusiasmo di centinaia di bambini e all’impegno dei ragazzi, il carnevale Saraceno riprende vita e continua a rappresentare un momento di aggregazione e divertimento per tutto il nostro paese». (rcs)

MONTALTO UFFUGO (CS) – Con Coldiretti si parla della nuova Politica Agricola Comunitaria

Questo pomeriggio, alle 16, a Montalto Uffugo, nell’Agriturismo Villa Santa Caterina, è in programma il seminario di Coldiretti Calabria sulla nuova Politica Agricola Comunitaria.

«La nuova Politica Agricola Comunitaria (Pac) 2023-2027 è tema di grande interesse per gli agricoltori e Coldiretti Calabria – ha dichiarato il presidente regionale Franco Aceto – la sta mettendo in chiaro, attraverso una serie di incontri formativi/informativi, che si stanno tenendo su tutto il territorio regionale. Vi è grande partecipazione ed interesse, perché  l’obiettivo è di far cogliere alle aziende  tutte le opportunità offerte dalla nuova Politica Agricola Comune».

Parteciperanno il sindaco di Montalto Uffugo Pietro Caracciolo, Spizzirri Salvatore segretario di Zona, Francesco Cosentini Direttore Coldiretti Calabria,  Giovanni Cipolla responsabile regionale Pac e Psr. Concluderà il presidente di Coldiretti Calabria, Franco Aceto.

«La formazione, resa possibile grazie alla pluriennale esperienza sul campo tecnici della Coldiretti è da sempre uno dei cavalli di battaglia dell’organizzazione, per informare gli agricoltori e formarli, affinché siano consapevoli di cosa prevedono le norme più attuali così da  coglierne tutti i vantaggi.

Nell’agricoltura moderna che stiamo vivendo non è possibile farsi cogliere impreparati – ha detto Aceto –. Le occasioni per sviluppare le aziende esistono, pur nelle difficoltà di carattere gestionale e burocratico, perciò un’approfondita conoscenza della materia è determinante per saperle afferrare e crescere sotto il profilo imprenditoriale e, naturalmente, in termini di fatturato».

«Formazione e informazione  ma anche consulenza e affiancamento concreto alle imprese agricole dei territori – ha detto ancora Aceto –. Conoscere le regole del gioco, è fondamentale, ma lo è altrettanto la capacità per predisporre le pratiche indispensabili ad accedere alle misure previste dalla nuova Pac. A tal fine, gli uffici Coldiretti, che possono contare su personale altamente preparato e sottoposto a continui corsi di aggiornamento, si sono organizzati per fornire la più ampia consulenza possibile su misura per ciascuna impresa». (rcs)

A Montalto Uffugo torna la bellezza del mondo dei conigli con CuniCalabria 2023

Sono tantissimi gli allevatori di coniglio, provenienti da ogni parte del Sud Italia, arrivati a Montalto Uffugo per esporre oltre 300 conigli e lepri a CuniCalabria 2023. La manifestazione, giunta alla sesta edizione, è organizzata e promossa da Ara Calabria – Associazione Regionale Allevatori e dall’Associazione Nazionale Coniglicoltori Italiani.

Una due giorni che terminerà domani, domenica 22 gennaio, con la premiazione al Garden Coretto. Prenderanno parte autorevoli rappresentanti istituzionali: Sergio Pompa e Michele Schiavitto, rispettivamente presidente e direttore nazionale dell’Anci; Gianluca Gallo, assessore regionale all’agricoltura; Michele Colucci e Santo Sola, nei loro ruoli di presidente e direttore dell’Associazione Regionale Allevatori Calabria; Rosaria Succurro, presidente della Provincia di Cosenza; Rosj Wallì Costanzo, assessore alle attività produttive, mercati e fiere del Comune di Montalto Uffugo; Francesco De Novellis, esperto nazionale di cunicoltura e coordinatore dell’evento.

Nel corso della mostra interregionale verranno presentati i progetti sul miglioramento delle razze attraverso una sempre più attenta selezione genetica, con una sessione di misurazioni biometriche sui soggetti esposti, e un protocollo sul prelievo di campione biologico per la determinazione del dna dell’animale.

Per la coniglicoltura italiana è iniziata una fase di progressivo affermarsi degli allevamenti a carattere professionale, tanto che questo settore è fra i pochi nel panorama zootecnico che possa vantare l’autosufficienza rispetto alla domanda di carne dei consumatori.

Da sottolineare come il settore italiano, per quantità prodotte, si posiziona al secondo posto nel mondo, dopo la Cina: da oltre un decennio, il settore sta affrontando la sfida della qualità della produzione (peraltro già elevata) e dell’efficienza degli allevamenti per la produzione delle carni.

Alimentazione, tecniche di allevamento e genetica, patologia e igiene, insieme ad attrezzature e tecnologie, sono tra i riferimenti principali di sviluppo di questo settore, con gli imprenditori cunicoli che sta migliorando notevolmente anche l’ambito delle proprie conoscenze rispetto alle caratteristiche e ai comportamenti del coniglio quando diventa animale da appartamento.

La mostra di coniglicoltura del registro anagrafico Anci si propone di migliorare, valorizzare e incrementare questo importante segmento: a conferma dell’ottimo livello tecnico, economico e promozionale raggiunto dal settore, anche per quest’anno sarà presente una nutrita rappresentanza di allevatori, che prenderanno parte esibendo i loro migliori soggetti i quali verranno esaminati e giudicati da Esperti Nazionali del settore per poi esporli al pubblico. (rcs)

A Montalto Uffugo due giornate di prevenzione contro le malattie vascolari

di FRANCO BARTUCCI – L’Amministrazione Comunale di Montalto Uffugo, su organizzazione del Garante dei diritti dei disabili e dell’Ufficio servizi sociali, ha promosso per le  prossime due domeniche del 22 e 29 gennaio, presso i locali del palazzo comunale, delle giornate di prevenzione gratuita contro le malattie cardiovascolari, rivolte  in particolar modo alle persone disabili e con problemi economici residenti nel comune. 

Lo scopo di queste giornate dedicate alla prevenzione –  ha dichiarato la Garante dei diritti dei disabili, Carmen Romano –  è quello  di valutare l’eventuale ateromasia dei vasi sovraortici e il grado di stenosi, se poco significativo o significativo sul piano emodinamico che questa determina, effettuando sui pazienti candidati che ne hanno già fatto richiesta uno screening  attraverso un esame Eco-Color-Doppler. Ad effettuare tale screening sarà il dott. Sergio Filippo, specialista di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare che svolge attualmente attività di specialista angiologo presso il Poliambulatorio “G. De Maio” di Quattromiglia di Rende.

L’iniziativa rientra tra le attività di prevenzione sullo stato di salute delle persone che vuol  dire inoltre indirizzare i pazienti ad effettuare esami  specifici che predispongono alla vascolopatia cerebrale. Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte; mentre la  mortalità per ictus è la seconda causa di morte dopo l’infarto acuto del miocardio nell’ambito delle malattie cardiovascolari. Nei paesi occidentali l’ictus rappresenta la prima causa di invalidità permanente e la seconda causa di demenza, dopo il morbo di Alzheimer.

«L’ictus – ci dice il dott. Sergio Filippo – è generalmente di tipo ischemico, meno frequentemente di tipo emorragico. Nell’ictus ischemico vi è un inadeguato apporto ematico al cervello. La riduzione lieve e non permanente dell’apporto ematico cerebrale causa eventi neurologici reversibili come il T.I.A. (Attacco Ischemico Transitorio)».

«La riduzione più importante e permanente causa danni irreversibili – ha aggiunto –. La prevenzione in questo caso  vuol dire inoltre indirizzare i pazienti ad effettuare esami  specifici che predispongono alla vascolopatia cerebrale. I fattori di rischio, oggi, sono ben conosciuti, e fra i più noti ricordiamo il diabete mellito, l’ipertensione arteriosa, la dislipidemia, l’obesità e il fumo. Bisogna ricordare che quando si fa prevenzione per un distretto vascolare, i benefici sono comunque rivolti a tutti i distretti vascolari».

Lo screening organizzato a Montalto Uffugo, presso la sede comunale, è rivolto a tutti i pazienti con fattori di rischio noti e a tutti i pazienti a cui viene diagnosticata una vasculopatia cerebrale per indagare sulle cause che l’hanno determinata. La stima di ictus cerebrale in Italia è di circa 200.000 nuovi casi l’anno.

«Questi numeri – ci dice ancora il dott. Sergio Filippo – spiegano la necessità di effettuare uno screening sulla popolazione, per le conseguenze mortali o spesso invalidanti correlati con le inevitabili ripercussioni socio-sanitarie.  Bisogna prendere in seria considerazione quelli che sono i fattori di rischio, perché trascurare un solo fattore vuol dire predisporre il paziente all’evento critico. La diagnosi di vasculopatia mediante esecuzione di esame Eco-Color-Doppler dei tronchi sovraortici è la prima tappa dello screening a cui deve necessariamente far seguito un’adeguata terapia dopo aver individuato e neutralizzato i fattori di rischio, modificando altresì lo stile di vita in termini di alimentazione ed attività fisica. Questo, è quello che la medicina ci consente essendo la genetica non modificabile».

«Questa è un’iniziativa – ha dichiarato Carmen Romano, garante dei diritti dei disabili del Comune di Montalto Uffugo – utile per tutto quanto sopra esposto, perché le famiglie con fragilità economica che presentano componenti nel nucleo familiare con patologie invalidanti, spesso, non sono in grado di sostenere il costo di un esame così importante. A tal fine vengono supportate mediante l’inserimento gratuito nello screening per la prevenzione dell’ictus cerebrale, per evitare altre conseguenze che possono ripercuotersi non solo sullo stato di salute, ma anche sul piano economico, aggravando una condizione già di base precaria».

L’iniziativa ha già raccolto cento adesioni di persone disabili che intendono sottoporsi a tale screening nelle due giornate già fissate e si pensa che altri si faranno sentire. (fb)

MONTALTO UFFUGO (CS) – Il Comune: Risultati positivi e solide basi per il futuro

La maggioranza consiliare di Montalto Uffugo, guidata dal sindaco Pietro Caracciolo, si è riunita per fare il punto della situazione sull’attività amministrativa sin qui svolta.

Nel corso della riunione, oltre alla presentazione di una bozza progettuale che riguarda il realizzando centro di aggregazione, previsto su Settimo di Montalto Uffugo, è stata espressa all’unanimità, la volontà di proseguire compatti per realizzare il programma elettorale con cui questa maggioranza consiliare ha ottenuto la fiducia dai cittadini.

L’obiettivo è portare avanti il lavoro programmato fino alla fine del mandato e, al tempo stesso, porre una solida base a favore di chi dovrà affrontare le prossime elezioni amministrative. Proprio l’unità di intenti e lo sguardo rivolto al futuro sono prerogative che confermano e rafforzano l’armonia e l’unità dell’attuale maggioranza.

Il sindaco Pietro Caracciolo, durante il suo intervento ha espresso grande soddisfazione per l’ottimo lavoro di squadra sin qui svolto. Una sinergia che ha permesso di raggiungere risultati positivi per il territorio che permetteranno a questa coalizione di esser nuovamente protagonista per un nuovo progetto di governo, nella prossima consiliatura.

«Correttezza, Competenza e Onestà sono state alla base del nostro lavoro in questi anni – ha affermato Caracciolo – requisiti che hanno indotto numerosi cittadini e associazioni ad avvicinarsi, contribuendo al governo ed alla crescita della Città. Nel 2024, con il raggiungimento del definitivo risanamento finanziario, garantiremo ai nuovi amministratori grandi potenzialità che potranno tradursi in opportunità di crescita del Territorio».

«Per non parlare – ha proseguito – del miglioramento dei servizi, delle opere pubbliche sin qui realizzate, nonostante le risicate risorse finanziarie, come la villa comunale di Settimo, la pavimentazione del centro storico, i marciapiedi di Taverna, le aree attrezzate per lo sport, e il collegamento tra Settimo e l’Unical».

Oltre alla realizzazione delle opere pubbliche, il primo cittadino ha poi ricordato delle altre azioni intraprese, a partire dalla lotta all’evasione, alla riorganizzazione della macchina comunale, anche mediante i concorsi già espletati e quelli banditi che, alla fine di questa consiliatura, consentiranno ad oltre 30 giovani di trovare occupazione, rendendo più efficiente la macchina amministrativa. Per non parlare della prossima approvazione del nuovo Piano Strutturale Comunale che darà ulteriore impulso allo sviluppo del territorio. Numerose, inoltre, le iniziative culturali realizzate e quelle di sostegno alle persone deboli.

 

«E ancora – ha ricordato Caracciolo– le aziende, anche di importanza nazionale, che hanno scelto il nostro Comune per lo svolgimento della loro attività, con ricadute economiche e in termini di occupazione che saranno esponenziali. Risultati che hanno permesso ad un comune medio-grande, come quello di Montalto Uffugo, di fare registrare specie in questi ultimi 5 anni una crescita del territorio ed un incremento di residenti». (rcs)

MONTALTO UFFUGO (CS) – All’Ania Lilith Gallery consegnato il Premio Art Fabrique Calabria

È nella Galleria fotografica Ania Lilith Gallery di Stefania Sammarro, a Montalto Uffugo, che si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Fotografia Art Fabrique Calabria 2022, giunto alla sesta edizione.

La kermesse anche quest’anno ha portato nella nostra Regione una ventata di innovazione attraverso una visione concettuale dell’arte fotografica. Tema 2022: la memoria attraverso l’arte, “Memoryart”. In occasione dell’appuntamento prenatalizio, la giuria di Art Fabrique Calabria ha assegnato il premio Oblivion a Francesco Scalzo. Il nome del premio deriva da “obliviate” ed è stato consegnato proprio a quella foto che non può essere dimenticata. I professionisti che hanno partecipato al contest hanno realizzato i loro scatti durante l’evento conclusivo della sesta edizione, tenutosi nel Chiostro di San Domenico di Montalto Uffugo nel mese di settembre. La foto vincitrice è stata selezionata dalla giuria di Art Fabrique composta dalla fotografa Stefania Sammarro, dalla fashion designer Vincenza Salvino e dalla flower designer Carmen Guarascio.

Le gigantografie laterali che decoravano il chiostro hanno fatto da cornice al soggetto principale: la modella è raffigurata in una posa eterea e sognante. Un’immagine che segna il passaggio tra due mondi e rimanda alla memoria, all’onirico. Il vincitore è così riuscito a centrare appieno il tema Memoryart comunicando la visione del “non detto” e catturando l’attenzione dell’osservatore.

Il direttore artistico di Art Fabrique Calabria Stefania Sammarro ha dichiarato che «Il progetto nasce all’interno della mia galleria e vuole dare voce ai nuovi protagonisti dell’arte contemporanea, inerente al mondo della moda e della fotografia. Un premio a cui tengo tantissimo perché abbiamo voluto dare un’impronta importante alla memoria, tema di questa sesta edizione. Inoltre, Oblivion è anche il titolo del mio primo volume fotografico, pubblicato circa sei anni fa. Con la giuria di Art Fabrique abbiamo assegnato il premio alla foto che, secondo noi, è riuscita ad esprimere al meglio il “non detto”, in perfetta linea con la nostra visione. Uno scatto evocativo che rimanda a un altro luogo, a un altro tempo. Quest’anno, hanno partecipato tanti professionisti, ma la foto che più ci ha colpito è quella di Francesco Scalzo. Con questo premio potrà realizzare un editoriale del catalogo 2023 e comunicare così la sua visione».

Il fotografo Francesco Scalzo ha confessato di essere «Molto felice di aver ricevuto questo premio. Rappresenta il coronamento di un percorso che ho iniziato con Stefania la scorsa primavera. Con la mia associazione “Ladri di luce” siamo stati invitati a partecipare alla manifestazione e lì ho realizzato la foto premiata. Avevo individuato questi due scatti che andavano a creare una sorta di quinta».

L’appuntamento prenatalizio tenutosi nella galleria di Stefania Sammarro si è concluso con il defilé di moda che ha visto protagonisti gli abiti della stilista Vincenza Salvino e della stilista Cinzia Tiso, vincitrice del premio fashion designer 2022. Le loro creazioni sono state impreziosite dai gioielli di Aldo Piro. A curare il make-up delle modelle, la truccatrice Ilenia Tucci. Tra i partecipanti all’evento, Alfredo Bruno (art director Missposi Italia, personal coach Portamento e stile).

L’incontro è stato il primo degli eventi che saranno dedicati alle quattro stagioni. Una serie di appuntamenti in cui si parlerà di moda, fotografia e arte a 360°. Tra luci, addobbi e tangibile sintonia, Ania Lilith Gallery ha ricreato un set fotografico che ha catapultato i presenti in un perfetto clima natalizio. (rcs)

Raddoppio Linea ferroviaria Paola-Cosenza, i sindaci chiedono un incontro a Occhiuto

I sindaci di Rende, Paola, Montalto Uffugo e San Lucido, rispettivamente Marcello Manna, Giovanni Politano, Pietro Caracciolo e Cosimo De Tommaso, hanno chiesto un incontro al presidente della Regione, Roberto Occhiuto, per l’individuazione di possibili interventi di compensazione rispetto all’impatto del Raddoppio Cosenza-Paola-S. Lucido (galleria Santomarco).

«Le scriventi Amministrazioni Comunali – si legge nella lettera – con riferimento alla procedura avviata dalla Rete Ferroviaria Italiana per l’intervento denominato Nuova Linea AV Salerno – Reggio Calabria. Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica del Raddoppio Cosenza-Paola-S.Lucido (galleria Santomarco), atteso il rilevante impatto dell’opera in progetto sui territori comunali, sia dal punto di vista ambientale e urbanistico che, ancor più, per quanto riguarda gli aspetti sociali correlati all’interessamento di aree occupate da insediamenti residenziali e turistico-ricettivi, chiedono un incontro per verificare la possibilità di attuare interventi correttivi o integrativi atti a mitigare gli effetti delle interferenze e a compensare i disagi indotti dalla realizzazione dell’opera, già evidenziati, in più occasioni, dalle stesse amministrazioni scriventi e dai cittadini dei singoli comuni».
La lettera si chiude con i primi cittadini che auspicano «un intervento dell’amministrazione regionale a supporto delle amministrazioni locali anche attraverso l’attivazione di un tavolo di confronto con le istituzioni competenti». (rcs)