RICADI (VV) – L’evento “Vivere con il mare, valorizzare il patrimonio costiero”

Domani sera, a Ricadi, alle 20.30, a Piazzetta Santa Marina, è in programma l’evento Vivere con il mare, valorizzare il patrimonio costiero, iniziativa del Flag dello Stretto e che è collegata con Azzurro di Calabria.

Si tratta di una kermesse voluta dal sindaco di Ricadi, Nicola Tripodi e dal presidente del Flag, Antonio Alvaro.

Questa iniziativa è a sostegno della categoria dei ristoratori e dei pescatori locali, che più di tutti hanno subito gli effetti negativi della pandemia e del Covid-19. Attività sostenuta dall’assessorato alle politiche agricole della Regione Calabria e dall’assessore Gianluca Gallo, con il coordinamento del direttore generale Giacomo Giovinazzo, che saranno presenti alla tappa di Ricadi. Con questa attività si vuole mettere in relazione i pescatori con gli imprenditori della ristorazione, per incentivare un maggior consumo del pesce povero, quello azzurro.

Il Flag dello Stretto, con a capo il presidente Alvaro, avvia una iniziativa che promuove e premia, mettendoli in rete, i ristoranti che si impegnano a trattare il pesce azzurro a “miglio zero”. Ad un anno si è giunti alla verifica, il ristorante che ha acquistato maggior quantitativi di pesce azzurro a miglio zero avrà come riconoscimento “La Sardina D’oro”, realizzata dall’orafo Gerardo Sacco.

La serata vedrà anche la partecipazione e il contributo del dott. Fortunato Cozzupoli, direttore del Flag dello Stretto; della biologa nutrizionista Maria Tommasello; del dott. Antonio Leonardo Montuoro, presidente dell’Accademia della Dieta Mediterranea; del presidente dell’Accademia Internazionale del Bergamotto, prof. Vittorio Caminiti, che presenterà il progetto “Ristoranti a miglio zero”. A condurre l’evento sarà la giornalista Eva Giumbo.

E poi “Il tipico calabrese e il mare, nell’arte orafa”, sfilata di gioielli a cura del maestro orafo Gerardo Sacco.

Cooking show con il dott. Corrado Rossi e lo chef Roberto Spizzirri(rvv)

RIcadi (VV) – Al via le selezioni per il Premio Letterario “Giuseppe Berto”

Dopo due anni di pandemia, torna il Premio Letterario “Giuseppe Berto”, giunto alla 28esima edizione, la cui cerimonia di premiazione si terrà il 10 settembre a Ricadi.

Il Premio Berto è promosso dall’Associazione culturale intitolata allo scrittore moglianese, cui partecipa la figlia Antonia, con il supporto delle Regioni Calabria e Veneto, dei Comuni di Ricadi e Mogliano Veneto e il sostegno di San Marco Group, in qualità di main sponsor, da sempre pronto a supportare le arti e i giovani talenti.

Il concorso letterario, riservato alle opere prime, si è sempre caratterizzato per il regolare alternarsi, tra il Veneto e la Calabria e più precisamente tra Mogliano Veneto, città che diede i natali a Berto nel 1914, e Capo Vaticano, dove visse gran parte della sua vita e dove è sepolto.

Le opere che partecipano al concorso vengono selezionate e segnalate tra quelle edite per la prima volta in Italia in senso assoluto, intendendo con ciò che non verranno ammesse al premio se rifacimenti, riedizioni o traduzioni, e dovranno essere spedite unicamente dall’editore entro e non oltre il 28 maggio 2022.

La giuria del Premio, presieduta da Ernesto Ferrero, scrittore, critico, consulente editoriale e direttore del Salone del libro di Torino dal 1998 al 2016, è composta da Cristina Benussi, Giuseppe Lupo, Laura Pariani, Stefano Salis ed Emanuele Zinato(rvv)

Avvistamenti teatrali, in scena “Oggi. fuga a quattro mani per nonna e bambino”

Domani sera, a Ricadi, alle 21.30, al Parco Torre Marrana, lo spettacolo Oggi. Fuga a quattro mani per nonna e bambino della Compagnia Arione De Falco.

Lo spettacolo, di e con Annalisa ArioneDario Eduardo de Falco e con le musiche di Enrico Messina, chiude l’edizione 2021 di Avvistamenti teatrali, rassegna ideata e diretta dall’Associazione “Avvistamenti” di Maria Irene Fulco e Michele Paluci, che ha riportato la drammaturgia contemporanea nel suggestivo Parco Torre Marrana di Ricadi.

«Non senza difficoltà, sta per concludersi questa quinta edizione di Avvistamenti – ha dichiarato il direttore artistico, Andrea Paolo Massara –. È stata un’edizione difficile da realizzare, abbiamo sfidato la pandemia per contrastare la più importante crisi per il teatro che ci sia mai stata dal dopoguerra ad oggi. Ma le emozioni che abbiamo provato nel rivedere il nostro pubblico e ritrovarci tutti nel magico anfiteatro di Torre Marrana sono impagabili. Chiuderemo in festa, con un toccante spettacolo adatto a grandi e piccoli, che ripercorrerà le tematiche che ci hanno accompagnato in queste settimane, legate alla famiglia».

Il filo conduttore dell’edizione 2021 è stata infatti la famiglia, il ritrovarsi, con spettacoli di rilievo che hanno messo in scena i temi delle relazioni, del vivere la vita lasciandosi trasportare dalle proprie emozioni e dell’incontro generazionale.

Lo spettacolo racconta di Marco, sette anni, che una sera, dopo aver litigato coi suoi genitori, scappa di casa. Perso nelle strade di una grande città, chiede aiuto ad un’arzilla vecchietta con problemi di memoria. Inizia così la pazza avventura di un bimbo e un’anziana signora, due che senza saperlo si stanno cercando e hanno bisogno l’uno dell’altro. Uno spettacolo per tutta la famiglia che va dritto al cuore, premiato a Siena come miglior proposta 2021 di teatro per ragazzi. (rrv)

RICADI (VV) – Al via venerdì la rassegna “Avvistamenti Teatrali”

Dal 6 al 27 agosto, a Ricadi, all’anfiteatro Torre Marrana, è in programma la quinta edizione di Avvistamenti Teatrali, la rassegna teatrale ideata e diretta dall’Associazione “Avvistamenti”, con la direzione artistica di Andrea Paolo Massara.

In programma, dunque, quattro spettacoli dedicati alla nuova drammaturgia e tre eventi collaterali. Un ricco programma che grazie alla caparbietà degli organizzatori propone “venerdì spettacolari e domeniche sorprendenti”, come cita il sottotitolo dell’edizione 2021, nell’antico torrione d’avvistamento aragonese da cui la rassegna prende il nome.

«Un’edizione – si legge in una nota – che sfida la pandemia, in un momento di profonda incertezza in cui è a rischio una nuova chiusura, per portare in scena l’unica rassegna estiva dedicata al teatro di tutta la provincia di Vibo Valentia e rispondere all’esigenza del pubblico di ritornare a teatro», il cui filo conduttore sarà la famiglia, il ritrovarsi, con spettacoli di rilievo che metteranno in scena i temi delle relazioni familiari, delle emozioni e dell’incontro generazionae.

«Fare teatro questa estate è una sfida alla paura – ha commentato il direttore artistico Andrea Paolo Massara –. I contagi salgono e le regole per lo spettacolo potrebbero cambiare da un momento all’altro. Non sappiamo che succederà, ma abbiamo deciso che bisognava andare in scena a ogni costo. La gente vuole un motivo più grande per uscire di casa. Non bastano più il mare e gli aperitivi, c’è fame di emozioni, di pensieri, di idee nuove. Abbiamo bisogno di sentirci vivi. Quest’anno ci sentiamo investiti di un compito importantissimo. La gente ci scrive messaggi d’amore, chiedendoci quando inizierà. Il teatro non è più solo teatro, Torre Marrana è diventato il simbolo della vita che ci manca».

Si parte il 6 agosto con Supernova di Mario De Masi e prodotto da I Pesci. Uno spettacolo d’autore in cui dramma e ironia si intrecciano per raccontare la famiglia come il ciclo di un’incredibile stella, unica, irripetibile e sempre pronta ad esplodere.

Il 13 agosto Alessandra Faiella torna con Il cielo in una pancia, il nuovo lavoro di Francesca Sangalli. Un monologo dai toni ironici dedicato a coloro che non sanno controllare le proprie emozioni e si chiedono se sia possibile conciliare istinto e ragione.

In cartellone il 20 agosto l’atteso ritorno di Antropoloaroid, in occasione dello speciale per il decennale. Il pluripremiato spettacolo di e con Tindaro Granata, uno dei lavori più apprezzati dal pubblico di Avvistamenti, è la storia vera della sua grande famiglia siciliana, tra gioie, dolori, matrimoni e migrazioni.

Lo spettacolo sarà inaugurato da La Cuntrura dell’artista calabrese Simone Tudda, monologo scritto in occasione di un laboratorio di drammaturgia tenuto da Granata sul suo “Antropolaroid”, un personalissimo ritratto di famiglia.

Il 27 agosto chiude il programma degli spettacoli Oggi. Fuga a quattro mani per nonna e bambino, spettacolo vincitore di In-Box Verde 2021, di e con Annalisa Arione e Dario Eduardo de Falco. La storia di due generazioni lontane che si prendono per mano in una notte di luna e iniziano a camminare insieme.

Si animano di sorprese invece le domeniche d’agosto: tre eventi collaterali, tra visite guidate, osservazioni astronomiche e un viaggio nei sapori e nei saperi attraverso cui conoscere meglio sé stessi.

L’8 agosto un archeologo condurrà i partecipanti alla scoperta dell’area dell’antica Torre Marrana, luogo di vedetta per il controllo del territorio fin dal XIV secolo.Il 15 agosto sarà invece dedicato al cielo notturno con Stellarium: Torre Marrana si trasformerà in un vero osservatorio, grazie alla collaborazione con il Planetario di Reggio Calabria, una serata speciale in cui scienza e arte si uniranno per raccontare la magia delle stelle.

Sarà, invece, Cunti Cunzati a sorprendere gli spettatori la sera del 22 agosto con una cena molto particolare. Il pubblico sarà seduto intorno ad un tavolo speciale, sul palcoscenico, mentre tutto attorno prenderanno vita racconti, sapori e ricordi.

Mecenate del progetto è il ‘De Minimi di Villa Paola Tropea, nuovo ristorante gourmet con un’impronta innovativa e fortemente culturale: promuove ed ospita mostre ed eventi, finanziando le manifestazioni di maggior rilievo del territorio. (rvv)

RICADI (VV) – Il Comune aderisce al bando “Borghi in Festival”

Il Comune di Ricardi a sottoscritto l’adesione al bando Borghi in Festival, iniziativa promossa dal Mibact (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) a sostegno dei piccoli comuni per la promozione di attività culturali.

Il progetto, presentato in collaborazione con la Pro Loco Capo Vaticano Ricadi, riguarda la realizzazione di una serie di eventi e attività mirate ad incentivare l’indotto turistico anche locale, colmare le carenze socio-culturali indotte anche dalla pandemia Covid-19 e promuovere il territorio comunale attraverso la realizzazione di percorsi didattici, culturali, enogastronomici e storico-formativi.
Il progetto prenderà vita in n. 5 località, scelte esclusivamente tra quelle meno interessate da fenomeni di antropizzazione o comunque da eventi a carattere culturale, secondo la promozione delle realtà individuate localmente: Lampazzone – La Valle dei Mulini, Santa Maria – Borgo dei Marinari, Torre Marino – La Patria della Cipolla Rossa, Orsigliadi – La Terra dell’Olio e Brivadi – Il Sito degli Avvistamenti.
«Il progetto include, inoltre – si legge in una nota – il coinvolgimento di due figure di rilievo internazionale che tanto hanno dato al nostro territorio durante la loro vita: lo scrittore veneto Giuseppe Berto e il regista piemontese Virgilio Sabel, di cui custodiamo orgogliosamente un notevole patrimonio letterario e cinematografico».
Tutte le attività saranno svolte (Covid-19 permettendo) entro la fine del mese di luglio 2021, come previsto dal bando, e la realizzazione del progetto ha un costo pari a € 75.000,00, dei quali il 20% a carico dell’Ente e l’80% interamente finanziabili dal Mibact. (rvv)

L’ambizioso progetto di Ricadi: Diventare “Città del Turismo”

Ricadi punta a diventare città del Turismo. Per arrivare a questo ambizioso traguardo, il sindaco di Ricadi, Nicola Tripodi, ha organizzato un incontro con le Organizzazioni di Categoria per avviare la costituzione della Consulta, un vero e proprio luogo di confronto permanente sui temi dello sviluppo turistico.

«Insediati da pochissimi mesi abbiamo messo al centro della nostra azione il rilancio di Ricadi quale centro turistico d’eccellenza, vogliamo trasformare questa città nella Città del Turismo.

All’intervento del sindaco è seguito quello di Nicola La Sorba: «siamo qui per ascoltare e condividere una visione unica delle priorità e delle problematiche, adotteremo un calendario condiviso e come Consulta programmeremo degli incontri specifici sui temi e sulle emergenze: rifiuti, decoro urbano, viabilità, e ogni altro tema ritenuto fondamentale per rendere Ricadi la città turistica che tutti desideriamo».

Per il presidente di Confindustria Turismo, Gianfranco Comito, «questo incontro rappresenta un segnale estremamente interessante, Confindustria c’è e sosterrà la crescita di Ricadi e del suo comprensorio».

«Desideriamo esprimere – ha aggiunto – sincero apprezzamento per quest’ottimo inizio di mandato che mira a valorizzare il turismo e chiede il sostegno delle Associazioni di Categoria, una modalità di interagire concreta con le Associazioni che speriamo possa diventare un modello di interazione con tutte le Amministratori locali. Siamo disponibili, e daremo ogni contributo per la condivisione delle strategie ed il sostegno alla loro realizzazione».

«Il nostro turismo – ha proseguito il presidente Comito – e, più in generale quello calabrese, è in una fase di forte contrazione, potremmo dire di quasi crisi, dovute a diversi fattori ovviamente tra tutti, la Pandemia ma non solo, gioca un ruolo determinante anche l’eccessiva stagionalità insieme ad altre difficoltà subite e non legate alle nostre imprese che stanno invece innovando ed investendo».

«La parte istituzionale – ha detto ancora – deve giocare un ruolo determinante nel costruire una nuova offerta dei servizi essenziali e di infrastrutture dignitose frutto di programmazione. Dobbiamo richiamare tutte le Istituzioni al loro ruolo, Provincia, Regione e ogni altro Ente sovracomunale».

«Con il lavoro della Consulta – ha aggiunto il presidente di Confindustria Turismo – dobbiamo porre in atto processi che possano fare diventare il comune florido, puntiamo insieme sulla concretezza e sull’operatività. Sul tema della tassa di soggiorno, auspichiamo un ruolo centrale delle Associazioni, per dare spazio alle istanze degli imprenditori, restituendo al territorio interventi a sostegno del turismo mediante uso di questi fondi per servizi, decoro, viabilità e mobilità ma con unico obiettivo, dare sostegno con queste risorse a processi di sviluppo turistico».

«Quale primo intervento – ha concluso – invito l’Amministrazione al recupero ed alla riforma della tassazione. Siamo chiamati e tenuti a contribuire tutti ma con oneri adeguati ai servizi resi e con misure sostenibili dal sistema delle imprese fortemente provato da una Pandemia che rende purtroppo ancora incerta anche la prossima stagione turistica.

RICADI (VV) – Consegnate le prime 300 mascherine ordinate dal Comune

A Ricadi, sono state consegnate le prime 300 mascherine ordinate dal Comune, guidato da Giulia Russo, e grazie all’Associazione Punto e a Capo, distribuite alla cittadinanza.

Il sindaco, inoltre, ha ribadito «l’obbligatorietà dell’uso della mascherina» e, per chi ne fosse sprovvisto, può utilizzare un qualsiasi indumento che copra naso e bocca.

«Dopo Pasqua – fa sapere l’Associazione Punto e a Capo – arriveranno ulteriori 2400 mascherine e si potrà procedere ad una distribuzione più capillare compresi i soggetti non a rischio». (rvv)

CAPO VATICANO (VV) – Un successo il Campionato della Pizza “Sapori di Calabria”

A Capo Vaticano, si è chiusa con successo la seconda edizione del Campionato della Pizza – Sapori di Calabria ideato e diretto dai Maestri pizzaioli Francesco FortunaIrene Malfarà, e Vincenzo Florio della International Pizza Academy.

Una due giorni, dunque, che si è svolta all’Hotel Sciaron, e che ha visto la partecipazione di tantissimi concorrenti da tutta Italia, tanti che Vincenzo Florio, all’inizio della premiazione, ha dichiarato che «è stata dura, abbiamo molto discusso sui premi speciali. Il nostro obiettivo rimane la crescita di ognuno di voi».

Indispensabili, poi, i ragazzi del Club Filadelfia che, con grande impegno e professionalità, non solo hanno servito la pizza ai giurati, ma si sono anche occupati di apparecchiare e sparecchiare i tavoli.

«Due giorni – ha spiegato Francesco Condi, uno dei responsabili del Club – in cui i ragazzi AntonioBarbaraDomenicoGabrieleGiuseppe, fra integrazione ed inclusione, hanno avuto modo di stabilire relazioni con personale qualificato, contribuendo a migliorare il clima nel luogo di lavoro e, allo stesso tempo, lavorando sul percorso di crescita e di autonomia personale, su cui si basa il “Club dei ragazzi Filadelfia, trovandosi fuori casa e autogestendosi con il supporto delle operatrici del club Sabrina SerratoreDebora Mazzotta».

Passiamo, dunque, ai premiati: la sezione cadetti è stata vinta Gianfranco Rana, studente dell’Alberghiero di Molfetta; Ernesto Iontorno ha ricevuto il Premio Differenza Territoriale; a Marco Pepe il Premio Pizza ai Sapori di CalabriaAlessio Minervini il Premio Sala Stampa. Ancora, ad Antonio Mazza il Premio Etico professionale; a Luigi Fiore il Premio della criticaFrancesco Agostino il Premio Pizza d’Autore.

Per la sezione Miglior Pizzaiole sono state premiate Assunta RinaldiRosy CavallaroSalvatore Mirante ha vinto la categoria Pizza senza glutine; la sezione Pizza d’Autore è stata vinta Nicola StaropoliNicola Florio, invece, è il concorrente più giovane premiato.

Ad ogni premiato, inoltre, è stato regalato un adesivo della International Pizza Academy da esporre nel proprio locale.

 

RICADI (VV) – Il Distretto Turistico Costa degli Dei

Questo pomeriggio,  Ricadi, alle 17.00, all’Hotel Capovaticano Resort Thalasso Spa MGallery Hotel, la presentazione del Distretto Turistico Costa degli Dei.

L’evento è stato organizzato dal Direttivo Associazione Albergatori di Vibo Valentia.

È fondamentale, infatti, secondo gli albergatori, far comprendere le innumerevoli opportunità che il comparto turistico offre, e le potenziali ricadute positive sul territorio che un suo sviluppo organico potrebbe portare.

In tale ottica è determinante creare una struttura organizzativa, il Distretto appunto, per poter condividere un’unica visione di sviluppo tra tutte le forze in campo, e per poter programmare in maniera seria ed efficace sul breve, medio e lungo periodo.

Invitati, alla presentazione, i sindaci dei Comuni coinvolti, associazioni di categoria,  gli Ordini dei professionisti, Associazioni Culturali, ASL, la Provincia di Vibo Valentia, gestori di infrastrutture e trasporti e molti attori pubblici e privati del territorio.

«Un problema – si legge in una nota degli Albergatori – che spesso e volentieri si è riscontrato, infatti, è l’assenza di un coordinamento che permetta la valorizzazione delle eccellenze, a tutti i livelli ed in ogni campo, e dei progetti che in maniera disparata vengono realizzati su questo territorio senza che ci sia il giusto riconoscimento e il corretto impatto sulla nostra società».

«Grazie al Distretto – prosegue la nota degli Albergatori – sarà possibile creare uno stabile tavolo di coordinamento che permetterà di mettere in luce e sviluppare tutte le potenzialità che questo territorio ha da offrire».

«L’obiettivo, e la speranza – conclude la nota degli Albergatori – è quella che venga immediatamente condivisa l’importanza del progetto e che gli enti pubblici, i Comuni, lo facciano loro in maniera da concretizzarlo nel più breve tempo possibile subito dopo l’evento di presentazione». (rvv)