ROCCELLA (RC) – Il salotto di “Meraviglioso” è una finestra culturale sulla locride

Una finestra culturale sulla locride. Altro grande successo per la trasmissione “Meraviglioso” di Saro Bella, su Telemia, che va in onda in una location splendida, quella del “Parco degli Dei” di Roccella.

Nella puntata, registrata martedì 6 febbraio, e che andrà in onda domenica pomeriggio, si sono alternati ospiti di vari ambiti della cultura e del sociale. Firmo Micheli, volto noto del calcio, per aver ricoperto il ruolo di presidente regionale dell’Associazione italiana allenatori calcio – Gruppo Calabria, oggi sindacalista affermato nelle fila dell’Uil Fpl, impegnato sul territorio e fermo sostenitore della causa dell’ospedale di Locri, che ha sottolineato l’importanza dell’apporto di tutti, per poter risollevare le sorti di Locri a tutti i livelli.

La dott.ssa Marisa Napoli, igienista dentale, presso Studio dentistico polispecialistico Sanadent, a Roccella, che ha approfondito tutto quello che riguarda la cura dei denti, specie nei bambini, ma non solo, ha sottolineato l’importanza dell’igiene orale a tutte le età, per non incorrere in conseguenze in altre parti dell’organismo.

A seguire la scrittrice e poetessa locrese Luisa Totino, docente presso il Liceo scientifico Zaleuco e divulgatrice per la rivista online “Metis”, che ha allietato la trasmissione declamando alcuni suoi componimenti poetici, tratti dalle sue due raccolte: “Richiami d’amore” del 2012, e “Chiaroscuri” del 2020, edite entrambe dall’Aletti. Tra questi “Terra”, un inno alla bellezza del creato, troppo spesso dilaniato, ferito e sfruttato, invece di considerarlo un bellissimo giardino di cui prendersi cura con amore e benevolenza. “Vivere”, in cui la poetessa ha voluto, attraverso i versi, riproporre il ritmo sferzante ed entusiastico della vita, un’avventura da cogliere in tutti i suoi aspetti. “Carnevale”, una riflessione in versi sulla festa in sé, ma anche sul significato più profondo delle tante maschere che vengono indossate quotidianamente, dimenticando quasi del tutto l’importanza dell’autenticità di se stessi. E poi, un componimento dedicato all’energia più potente al mondo, l’Amore, che muove il tutto e ci spinge al meglio, sempre.

Per finire un omaggio al “Parco degli Dei” con la poesia “Regno Divino”, dove la magia e l’incanto delle opere d’arte s’intrecciano con la professionalità e l’estro creativo dell’ideatrice dello spazio artistico, Mariella Costa, conduttrice, abile e sapiente, della trasmissione, insieme all’ormai mitico Saro Bella, che ha voluto fortemente questo programma culturale, per poter veicolare le bellezze talentuose della Locride, e attraverso lo scambio televisivo decidere di unirsi a cementare ed edificare questo territorio nei suoi valori più profondi e antichi, affinché possa guardare a testa alta il mondo, per cui è stato e sarà esempio di civiltà e libertà. Fanno parte dello staff della trasmissione il regista Maurizio Nardi, al mixer audio e voce Andrea Cirillo e Nicola Cirillo, al responsabile della fotografia Giuseppe Parisi, competenze indispensabili per la riuscita del programma. (rrc)

Domenica 8 ottobre a Roccella lo Stato Maggiore dei Lions

di ARISTIDE BAVA – Domenica  8 ottobre i riflettori del mondo Lions del Distretto 108 Ya ( Calabria, Campania, Basilicata) si accenderanno ancora sulla Locride, dopo il congresso intemedio dello scorso anno,  per un incontro di grande spessore della importante associazione , che avrà luogo a Roccella, nella location della “Cascina” con la prevista partecipazione dell’intero Dg Team distrettuale, oggi composto dal Governatore Pasquale Bruscino, dall’immediato Past Governatore Franco Scarpino e dal 1° e 2° vicegovernatore Tommaso Di Napoli e Pino Naim.

All’evento, organizzato in concomitanza con la visita amministrativa del Governatore, dai Club Lions di Locri, Siderno, Polistena e Taurianova,  parteciperanno anche il Presidente di Circoscrizione, Sandro Boruto, il presidente  distrettuale  Marketing, Bruno Canetti, Il Coordinatore Scientifico della Fondazione distrettuale, Giuseppe Ventra e il responsabile distrettuale Glt (Global Leadership Team), Rodolfo Trotta, oltre a numerosi officers distrettuali.

Questo incontro nella Locride, che prevede anche la partecipazione dei due club della tirrenica che fanno parte della seconda zona, presieduta da Vincenzo Mollica, arriva subito dopo il recente congresso distrettuale che ha avuto luogo a Praia a mare e nel corso del quale il Governatore Pasquale Bruscino ha tracciato le linee guida per questa nuova annata sociale che prevedono un forte impegno dei Lions a supporto delle comunità locali per  affrontare in maniera prioritaria le problematiche più importanti dei territori di competenza.

I presidenti dei quattro club che hanno organizzato l’incontro di Roccella, Toni Zuccarini, Caterina Origlia, Rosalba Sciarrone e Pasquale Iozzo si sono già incontrati con la presenza del presidente di zona Vincenzo Mollica per mettere a fuoco il programma della manifestazione che prevede per le ore 18.30 un incontro collettivo dei soci del club con il Governatore Bruscino per una disanima progettuale che si accompagnerà alla visita amministrativa in cui si parlerà anche dello stato di salute dei rispettivi club.

Il momento più atteso sarà, poi, l’incontro collettivo durante il quale saranno i componenti del Dg Team a parlare ai soci lions presenti ( che si prevedono molto numerosi) per mettere a fuoco la strategia programmatica dell’associazione anche per incoraggiare – come recita la parte finale degli scopi del lionismo – « le persone che si dedicano al servizio a migliorare la loro Comunità e favorire e promuovere un costante elevamento del livello di efficienza e di serietà morale».

Il motto del Governatore Pasquale Brusoino, quest’anno, è «affidabilità e concretezza» e calza a pennello con la sinergia che si riscontra nel Distretto in seno al Dg Team. (ab)

ROCCELLA JONICA (RC) – Sabato si presenta il libro di Francesco Pileggi

Sabato 17 giugno, a Roccella Jonica, alle 18, al Convento dei Minimi, sarà presentato il libro Quando mia madre indossò la maglietta di Franz Beckenbauer di Francesco Pileggi.

L’evento rientra nell’ambito dei Caffè artistico-Letterari del Circolo di Lettura dell’Aras con il patrocinio del Comune.

Francesco Pileggi dialoga con la giornalista Maria Teresa D’Agostino sui temi portanti del romanzo: gli anni dell’adolescenza, i sogni, l’amore, le storie dei ragazzi negli anni Settanta, dentro la grande storia dell’emigrazione.

È il due giugno 1973, otto ragazzini su un albero di limoni, in un piccolo paesino del Sud, aspettano di poter giocare una partita di calcio. Sono trascorsi tre anni dalla “partita del secolo”, Italia-Germania, la semifinale del campionato del mondo in Messico. Otto ragazzini, qualcosa in comune, una maglietta bianca e non solo quella. I loro papà sono emigrati in Germania per lavoro, tornano solo di tanto in tanto, e loro sono dei bambini “Telemaco” in attesa del papà “Ulisse”, che crescono con la forza e l’amore delle loro madri. E mentre intorno succedeva di tutto, uno di loro aspettava di realizzare il suo sogno: stringere la mano al “Kaiser” Franz Beckenbauer. La mano di quel tedesco dolorante durante la “partita del secolo”… quello che teneva la mano sul cuore. (rrc)

ROCCELLA (RC) – Venerdì l’incontro “Accoglienza è pace”

Venerdì pomeriggio, a Roccella Jonica, alle 17, all’ex Convento dei Minimi, l’incontro sul tema “Accoglienza è pace: gli articoli 10 e 11 della Costituzione”.

L’evento rientra nell’ambito del ciclo di incontri e dibattiti dedicati al 75mo anniversario della firma della Carta Costituzionale, “Cittadini di sana e robusta Costituzione”, promosso dall’Amministrazione comunale di Roccella Jonica come opportunità di riflessione collettiva sui principi e i valori della legge fondamentale dello stato italiano.

Dopo i saluti del Sindaco di Roccella, Vittorio Zito, interverranno: il Vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana e Vescovo della Diocesi di Cassano allo Ionio, mons. Francesco Savino, il Presidente e fondatore dell’associazione “Rondine Cittadella della Pace”, Franco Vaccari e il Direttore di “Avvenire”, Marco Tarquinio.

Modererà i lavori dell’incontro il giornalista Antonio Mira di “Avvenire”. (rrc)

Federsanità plaude a Medici senza frontiere e Asp per l’aiuto ai migranti

L’immigrazione è uno dei problemi più complessi e drammatici che da anni interessano il nostro Paese, costituendo di fatto una vera e propria “emergenza”.

Da gennaio 2014, sono migliaia i migranti di varie nazionalità arrivati nei porti e lungo le coste della provincia di Reggio Calabria.

I porti di Reggio Calabria e Roccella Ionica e il litorale ionico costituiscono, infatti ancora oggi, uno dei principali approdi per le imbarcazioni provenienti dalla Libia e da imbarcazioni provenienti da Turchia e Grecia.

È l’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, a pianificare l’assistenza sanitaria sul luogo dello sbarco e nei centri di prima accoglienza, organizzando ed allertando tutte le componenti sanitarie attraverso attività specifiche ed altamente professionali.

Medici aenza frontiere Italia (Msf) ha manifestato la propria disponibilità a fornire supporto in termini di risorse umane (socio-sanitarie e mediatori culturali) in occasione degli sbarchi presso il porto di Roccella Ionica, lungo la Costa Ionica e nei centri di prima accoglienza, l’Asp-Rc con il suo commissario dott. ssa Lucia Di Furia componente dell’esecutivo nazionale di Federsanità in quota Federsanità Anci Calabria, ha colto l’importante opportunità data dal supporto di Msf in termini di risorse umane (socio-sanitarie e mediatori culturali), questo ottimizzerà la qualità dei servizi offerti al momento dello sbarco e durante il periodo di passaggio nei centri di prima accoglienza, forte sarà l’impegno nel fornire farmaci e presidi sanitari necessari in ogni caso all’assistenza medica dei migranti.

“Una best practice che sarebbe interessante collegare ad attività di Anci sul terzo settore o di estenderlo alle altre Asl interessate dagli sbarchi” dice Giuseppe Varacalli, presidente di Federsanità Anci Calabria che continua “la sinergia e la collaborazione, sono un valore aggiunto nella buona amministrazione. I migranti non sono un problema ma un opportunità, un plauso va sia a Medici senza frontiere per il loro continuo impegno, sia alla dott.ssa Di Furia, per aver accolto questa possibilità che rappresenta un’innovazione”. (rrc)

Grande successo per l’Omaggio a Ennio Morricone dei Lions di Locri, Roccella e Siderno

di ARISTIDE BAVA –  Musica, arte e cultura per solennizzare la fine di un anno e aprire la strada alla speranza di un altro che si vorrebbe pieno di cose positive e, soprattutto, di pace e serenità sociale. Dalla grande musica, e con la grande musica, è arrivato, infatti, anche un forte messaggio di pace indirizzato a tutti i popoli del mondo.

È stato uno dei leit motiv del concerto di fine anno, in omaggio a Ennio Morricone organizzato dai Clubs Lions di locri, Roccella e Siderno presso l’Hotel Parco dei Principi di Roccella. Un concerto che ha avuto come  grande protagonista il Maestro Francesco Andrea Calabrese che, nel soffermarsi sulla presentazione di alcune sue splendide esecuzioni non ha mancato di evidenziare un apprezzato messaggio di pace che la musica è capace di diffondere nella sua universalità attraverso le note  di Bernstein, Gershwin, Chopin, Ciaikovskij, tanto per citare alcuni dei grandi compositori che hanno fatto da cornice all’ “omaggio a Ennio Morricone”, e dello stesso premio Oscar italiano chiamato direttamente in causa per mettere il dito sulla piaga di un altro grande tema sociale, quello dell’emigrazione.

Un tema, quest’ultimo, legato – ha evidenziato Calabrese – alla splendida musica di Nuovo Cinema paradiso e alle vicissitudini del suo protagonista anche lui costretto a partire da un piccolo centro siciliano per cercare di trovare il suo posto al sole. Non solo grande musica, dunque, ma anche problemi sociali, arte e cultura, ben rappresentati da alcuni autorevoli personaggi presenti in sala chiamati  a solennizzare la serata anche sotto tali  importanti aspetti.

E tra questi anche il sindaco di Roccella Vittorio Zito, le scrittrici Palma Comandè e Caterina Mammola, la poetessa Bruna Filippone, l’artista Giuliano Zucco, il Direttore dell’ Accademia Harmonia di Siderno, Natale Femia, la recente “stella d’argento” del Coni, Stefano Archinà, e il presidente dell’ XI Circoscrizione Lions che, in rappresentanza del Governatore Franco Scarpino, ha fatto ricordare l’impegno dell’ associazione nel supportare la candidatura di “Locride Capitale Italiana della cultura 2025” che sarà manifestato anche attraverso un congresso distrettuale Lions  che il 17 e 18 febbraio prossimi porterà sul territorio circa 500 delegati con loro amici e familiari.

Per il resto un concerto di grande impatto musicale che  è stato  piacevolmente  arricchito dalle dettagliate spiegazioni che il Maestro Francesco Andrea Calabrese ha dato sui pezzi presentati, molti dei quali tratti dalle colonne sonore di grandi film, e particolarmente apprezzati dal folto pubblico presente in una sala arrivato da parecchi centri della provincia reggina e finanche dal Vibonese e dal Catanzarese. Un evento, insomma, di notevole portata che, a sentire i presidenti dei Clubs Lions, Vincenzo Mollica e Lorenzo Maesano, potrebbe diventare un appuntamento fisso della Locride anche per  i prossimi anni. (ab)

ROCCELLA (RC) – Roccella Jazz, stasera il progetto “Pantera”del Djana Sissoko Duo

È il progetto Pantera del Djana Sissoko Duo, ad aprire la terza serata del Roccella Jazz Festival, organizzato dal Comune di Roccella con la direzione artistica di Vincenzo Staiano.

Djana è discendente di una delle più importanti famiglie Griot del Mali, essendo figlia del grande percussionista Baba Sissoko. Fin da bambina, in più occasioni, ha avuto la possibilità di incontrare i nonni paterni, entrambi Griot, e dalla nonna in particolare, che canta ancor oggi, ha imparato le vocalità tipiche della musica maliana da cui, com’è universalmente riconosciuto, derivano il blues e la soul music. A Roccella presenterà il suo nuovo progetto Pantera elaborato insieme al pianista e tastierista Luigi Genise.

Ospite del duo il celebre papà Baba Sissoko, ormai considerato uno dei più grandi percussionisti del mondo. Prima del concerto sarà presentato il nuovo CD del duo pubblicato da Caligola Records.

A chiudere la serata sarà Horacio “El negro” Hernandez, un’altra prima stella delle percussioni mondiali. Sarà a Roccella con El Trio formato insieme a John Beasley al piano e Josè Gola  al basso. Il batterista cubano è ormai considerato uno dei più importanti percussionisti del panorama jazzistico mondiale ed è stato eletto “Drummer of the Year” nel 1997. Nel corso della sua prestigiosa carriera ha collaborato con stelle del latin jazz (G. Rubalcaba, M. Camilo, C. Barque, D. Sanchez e T. Puente), con jazzisti come D. Gillespie, R. Hargrove, J. Patitucci e Mc C. Tyner e con musicisti pop quali Santana, Pino Daniele e Jovanotti. Da sottolineare la presenza di John Beasly che, ormai, compare sempre nei primi posti delle classifiche dei migliori  pianisti del mondo. Non è esclusa una sorpresa Sissoko come ospite di qualche brano del trio.

Intanto, ha raccolto grande attenzione il documentario Locrian Department – Dal Modo Musicale Locrio alla Musica Contemporanea di Tommaso Marletta e Alessandra Laganà, una produzione Noma World a. p. s., con testi di Corrado Alvaro, Saverio Strati, Mario La Cava e altri, musiche di Daniele Roccato, Marco Colonna, Massimo Cusato, Francesco Loccisano e Alessandra Laganà e artworks di Stefano Giorgi.

Si tratta di un filmato imperniato sull’idea di un modo musicale antico (che, insieme ad altri, è alla base della musica occidentale), dal quale si parte per arrivare alla musica contemporanea. Il documento filmico, nel complesso, riesce a dare un’idea completa dei giacimenti culturali presenti nel territorio in cui si svolge il Festival inglobando linguaggi e mezzi espressivi diversi quali un’ accattivante tecnica di video-art, esecuzioni di brani originali da parte di musicisti ripresi all’interno dei siti prescelti e citazioni di famosi scrittori famosi, la maggior parte calabresi della Locride.

Second set di grande energia con la caleidoscopica performance della Med Free Orkestra, una formazione  composta da musicisti provenienti da varie aree del mondo che si sono assestati nel quartiere romano del Testaccio. Si tratta di un ensemble caratterizzato dalla contaminazione di esperienze diverse e multietniche messe a disposizione dai membri della formazione che sono spesso dei talenti al servizio di un progetto che, anche se attraversato da molti generi, in questa occasione ha messo il jazz e il Mediterraneo al centro della propria produzione musicale.

Conduttrice e mente di questo nuovo modo di essere della MFO la pianista Sade Mangiaracina  che può contare sul sostegno di un abile sassofonista come Gabriele Buonasorte. Ospite della serata il grande trombettista Fabrizio Bosso che ha confermato di essere una delle prime trombe del jazz italiano. Si è rivelato una vera forza della natura, invece, il cantante e percussionista Franck Armocia che, tra l’altro, vanta origini roccellesi. Lo ha rivelato sul palcoscenico alla fine della performance. (rrc)

A Locri e a Roccella lo spettacolo “Tieste”

Doppio appuntamento, nella Locride, per lo spettacolo Tieste, la tragedia di Seneca che chiuderà la rassegna estiva teatrale organizzata dal Tca – Teatri Calabresi Associati, per la direzione artistica di Domenico Pantano, con due appuntamenti: il 23, alla Villa Fondazione Zappia di Locri, il 24 al teatro al Castello di Roccella Jonica, alle 21.30.

Lo spettacolo, prodotto dal Teatro della Città, adattamento e regia di Giuseppe Argirò, è interpretato da Giuseppe Pambieri, con Sergio Basile, Elisabetta Arosio, Roberto Baldassari e Raffaele Santabarbara.

La vendetta e l’inganno nel connubio perfetto tra il potere e il male sono al centro della tragedia senecana. La pièce declina la violenza in tutte le sue forme connesse al sopruso e alla prevaricazione, non solo una violenza simbolica e rituale, ma reale, volta all’affermazione autoritaria e al disprezzo di qualsiasi norma giuridica che regoli la convivenza civile.

Seneca indaga la lotta tra il bene e il male e descrive il ribaltamento di valori esistente in ogni totalitarismo che persegue il proprio disegno politico, sociale ed esistenziale.

L’odio familiare divora ogni cosa e rappresenta l’impossibilità di qualsiasi pacificazione sociale. La banalità del male fa da sfondo alla tragedia, dimostrando che la violenza non è solo originata dalle passioni incontrollabili, ma spesso è frutto di un disegno razionale, spietato volto ad affermare il potere ineludibile e mostruoso del tiranno, che non conosce ostacoli e rinnegando gli Dei si sostituisce a essi affermando il culto della personalità e pretendendo l’acquiescenza del popolo. 

La vicenda ruota attorno alla vendetta di Atreo nei confronti del fratello Tieste, che ha cercato con l’inganno di sottrargli il regno e sedurre la moglie. Il legittimo re riuscirà a sventare le macchinazioni del fratello e a salvaguardare il trono ma non dimenticherà il tradimento.

L’opera di Seneca, l’unica a non avere un modello greco corrispondente, è una tragedia senza catarsi e non offre alcuna redenzione ai personaggi, che perdono ogni umanità dimostrando che la violenza e il disprezzo per la vicenda umana sono un prodotto culturale determinato dal potere e dalla storia, che si ripete in modo inesorabile, non risparmiando nessuno.

Un grande finale, dunque, per il cartellone messo a punto dal Circuito teatrale calabrese T.C.A. e dal direttore Domenico Pantano che è riuscito, anche quest’anno, nonostante tutte le difficoltà dovute all’emergenza pandemica, a realizzare un programma di alto livello artistico, che ha qualificato l’offerta culturale regionale. (rrc)

ROCCELLA JONICA: OGGI LA PRESENTAZIONE DEL ROCCELLA JAZZ FESTIVAL

5 luglio – Stasera, a Roccella Jonica, alle 19.00, presso Largo Colonne “Rita Montalcini”, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della XXXVIII edizione del Festival Internazionale del Jazz “Rumori Mediterranei”.
Tema di questa edizione sarà “Italians” e, confermando il concetto degli spostamenti secondo la rosa dei venti, il Festival si dirigerà verso ovest per scoprire e valorizzare il ruolo avuto dagli italo-americani nella nascita e lo sviluppo del jazz nei paesi d’oltremare.
La conferenza comincerà con i saluti di Giuseppe Certomà, sindaco di Roccella Jonica, mentre Vittorio Zito, vicesindaco e delegato alla organizzazione del Festival, presenterà la XXXVIII edizione di “Italians”, mentre Vincenzo Staiano, direttore artistico del Roccella Jazz Festival, presenterà il programma del Roccella Jazz Campus, novità di questa edizione, un insieme di attività didattico-formative di vario tipo, che comprendono conferenze e video-proiezioni filmiche e una mostra che sarà ospitata presso il Palazzo Caraffa.
Il Festival partirà con un prologo, a luglio, con una serie di concerti che vedrà protagonisti la Premiata Forneria Marconi l’8 luglio, mentre il 13 e il 14 luglio saranno ospiti del Festival un gruppo di nuovi talenti e veterani del jazz italiano, ospiti di una mini rassegna allestita nello storico cortile delle Scuole Elementari, luogo che ha ospitato le prime edizioni di Rumori Mediterranei” negli anni ’80. (rrc)

ROCCELLA JONICA: CONCLUSO IL FESTIVAL DEGLI ARTISTI DI STRADA

1° luglio – Si è concluso ieri sera, a Roccella Jonica, presso il Porto delle Grazie, “VaInPorto”, il Festival degli artisti di strada.
La manifestazione è una delle tante del Festival “Meta”, che terminerà il prossimo 15 luglio. Il progetto dell’offerta turistica Meta Roccella 2018″ che è partito ufficialmente il 23 giugno e proseguirà fino al 23 luglio è stato ideato e organizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Roccella Jonica, guidato da Carmen Ingrati e dal Comitato Festa Maria SS. della Grazie, con il coinvolgimento di operatori e imprenditori del settore turistico. Il progetto prevede iniziative nel campo della musica, dell’enogastronomia, delle tradizioni popolari e dell’arte.

Meta Roccella Jonica

Il Porto delle Grazie sarà animato anche oggi da giocolieri, mangiafuoco, trapezisti, street band, area street food e artigianato. (rrc)