A Palmi inaugurato il tiro a segno

di CATERINA RESTUCCIA – Il 1° giugno alle 10.30 è partito il fischio di avvio per l’evento di inaugurazione del nuovo impianto di bersagli elettronici nello stand ad aria compressa del Tiro a Segno Nazionale di Palmi.

A fare il taglio del nastro e madrina della manifestazione è stata l’Ambassador dell’Unione Italiana Tiro a Segno e pluricampionessa mondiale Petra Zublasing.

La cerimonia ha goduto della presenza di numerose autorità tra le quali: l’avvocato Maurizio Condipodero, Presidente Regionale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, l’onorevole Giuseppe Mattiani, consigliere della Regione Calabria, l’avvocato Giuseppe Giordano, consigliere della Città Metropolitana di Reggio Calabria, l’avvocato Antonio Virgillito, consigliere del Comune di Palmi ed il dottor Giuseppe Foti, segretario regionale del Coni. 

L’installazione del nuovo impianto segna un passo importante per il Tiro a Segno Calabrese, che dimostra tutta l’attenzione e mette in evidenza tutto l’interesse da parte della Sezione di Palmi a promuovere e migliorare sempre più questa meravigliosa disciplina e lo sport in generale. L’Associazione Tsn Palmi ha mosso un ringraziamento accorato e singolare a Felice Gaudioso, che ha speso grandi energie e profuso tutto il suo impegno per realizzare un’opera così innovativa come l’installazione delle nuove linee elettroniche.

La grande e preziosa novità è non solo nell’installazione dei bersagli elettronici, ma anche e soprattutto nell’unicità e nella quantità importante di linee di tiro con il numero eccezionale di diciotto linee. Il Poligono di Tiro a Segno Nazionale di Palmi vanta così ben tre stand: a partire da uno di dieci metri, uno di venticinque e infine quello più lungo con cinquanta metri, che rimane essere l’unico di questa entità in tutta la Calabria.

Il gruppo sportivo di Palmi ha voluto porgere un grazie doveroso e significativo al Comitato Regionale Uits, che ha organizzato in contemporaneità all’inaugurazione un raduno promozionale, grazie al quale Petra Zublasing ha potuto seguire i ragazzi del tiro calabresi e siciliani accorsi insieme per l’occasione, trasmettendo la sua meravigliosa passione per questo sport.

A suggello del momento inaugurale non poteva mancare il ringraziamento a tutti i Presidenti delle Sezioni Tsn Calabresi, che hanno dimostrato sinergia, unione e confronto sano con la loro presenza in un contesto sportivo certamente d’elite e allo stesso tempo estremamente elastico per varietà di utenza e di gusti per le specifiche qualità sportive. (cr)

A Palmi successo per l’evento “La Scuola che inVeste nel futuro”

Si è svolto, a Palmi, l’evento La scuola che inVeste nel futuro, promosso dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Nicola Pizi” e dal Gal Batir, pensato per mettere in mostra e dare il giusto risalto alle attività didattiche svolte da studenti e professori.

Il defilè, ideato dai docenti Conte e Rombolà, ha chiuso idealmente l’anno scolastico, sottolineando l’indissolubile legame tra mondo della scuola e del lavoro e ha visto sfilare le creazioni creazioni degli studenti di una scuola che assurge a vera e propria eccellenza del settore e del territorio.

Secondo il presidente Emanuele Oliveri, «il Gal Batir è un significativo esempio di come l’impegno e la passione per la propria comunità possano fare la differenza nella promozione della crescita e della valorizzazione del territorio. La sua costante dedizione e il suo spirito proattivo sono un vero esempio da seguire per tutti coloro che desiderano contribuire al benessere della propria comunità».

Il Vicepresidente Politi ha posto l’accento sul valore della formazione: «riteniamo che puntare sulla crescita dei ragazzi – specialmente nei settori della moda e dell’arte – sia un elemento vincente. I giovani devono restare nella propria terra, stiamo perdendo le nostre energie migliori e quindi per questo sosteniamo tali eventi e continueremo a farlo per il bene del territorio».

A decretare l’importanza di una adeguata formazione professionale per il futuro degli studenti, l’inserimento nella sfilata degli abiti creati da due ex studentesse del Pizi, Erika Bombelli ed Anna Infantino.

«Ho voluto partecipare al défilé – ha spiegato Erika Bombelli – perché ho frequentato il liceo artistico qualche anno fa e durante la mia esperienza, come questi ragazzi, ho avuto l’opportunità di esprimere la mia creatività e di coltivare la mia passione per l’arte specialmente per quella orafa. Desidero mostrare ciò che ho imparato e realizzato ,ma voglio anche trasmettere fiducia ai ragazzi che continuando e impegnandosi con determinazione si può ottenere tanto. Attraverso la mia partecipazione, spero di sensibilizzare gli altri sull’importanza di investire sul territorio e di promuovere la cultura e l’arte come strumenti di cambiamento e crescita. Spero che il mio impegno e la mia determinazione possano ispirare gli altri a seguire le proprie passioni e a lottare per ciò in cui credono».

«Ho partecipato – ha spiegato Anna Infantino – per rendere consapevoli i giovani del liceo artistico che con buona volontà i sogni si possono avverare. L’importante è non fermarsi davanti agli ostacoli che si incontreranno durante il percorso. “Quando tutto sembra andare male, ricorda che gli aerei decollano contro vento, non con il vento a favore. (Henry Ford)”». (rrc)

PALMI (RC) – Si consegnano i premi del Consorzo Letterario Rossella Casini

Domani mattina, a Palmi, alle 9.30, al Salone Pio X della Chiesa San Nicola, si terrà la cerimonia di premiazione del Premio Letterario “Rossella Casini”, giunto alla quarta edizione.

Il Premio letterario, istituito dal Presidio Libera Palmi, a febbraio 2021, a 40 anni dalla scomparsa dalla giovane studentessa uccisa, fatta a pezzi e fatta sparire nel mare di Palmi è motivato dalla volontà di fare memoria di Rossella Casini ogni anno ricordando anche le altre vittime innocenti del territorio

La quarta edizione (Febbraio – Maggio 2024) è stata dedicata al ricordo e alla memoria del dott. Luigi Ioculano – barbaramente ucciso il 25 settembre 1998 a Gioia Tauro, a pochi passi dal suo studio medico.

Gli studenti che hanno aderito al concorso, dopo aver «immaginato di ascoltare la voce del dottore Luigi Ioculano che ancora oggi giunge alla nostra coscienza attraverso i suoi scritti sul giornale Agorà», hanno redatto diversi elaborati. Le scuole chiamate a ritirare i premi sono l’Istituto Comprensivo 1 F. Pentimalli di Gioia Tauro e i due Istituti Comprensivi di Palmi De Zerbi- Milone e San Francesco.

Durante la cerimonia, prima della consegna dei premi, il ricordo del dottore Luigi Ioculano sarà tracciato dal giornalista e scrittore Arcangelo Badolati.

Per valorizzare il messaggio di speranza che emerge da ogni singolo elaborato e valorizzare l’impegno degli studenti, il presidio raccoglierà gli elaborati (54) in un book che verrà consegnato ai familiari del dott. Ioculano. (rrc)

PALMI (RC) – Il concerto del Quartetto Eridano

Domani sera, a Palmi, alle 19, al Teatro Manfroce, si terrà il concerto del Quartetto Eridano, composto da Davide Torrente e Sofia Gimelli, al violino, Carlo Bonicelli, alla viola, e Chiara Piazza, al violoncello.

Il concerto è organizzato da Ama Calabria con il sostegno del Ministero della Cultura Direzione Generale dello Spettacolo, dell’Assessorato Regionale alla Cultura con risorse PAC 2014/2020 Az. 6.8.3. e della città metropolitana di Reggio Calabria e si realizza nell’ambito del progetto Giovani Talenti Musicali Italiani nel mondo promosso dal Cidim – Comitato Nazionale Italiano Musica, dall’Accademia Musicale Chigiana di Siena e dalla Fondazione Internazionale Incontri con il Maestro di Imola.

Nel concerto di Palmi il Quartetto Eridano eseguirà il “Quartetto n. 32 in Do maggiore, op. 20 n. 2” di Franz Joseph Haydn e il “Quartetto per archi n. 8 in Mi minore, op. 59 n. 2 “Razumowsky” di Ludwig van Beethoven, due composizioni di grande fascino. Il quartetto di Haydn può essere considerato una delle gemme del Classicismo musicale; l’opera, che fa parte dei celebri “Quartetti del Sole”, dimostra la maestria con la quale il “padre del quartetto d’archi” unisce eleganza formale ed espressività; un lavoro che mostra raffinatezza ed eleganza tipiche del periodo ma che allo stesso tempo è dinamica nel dialogo tra i diversi strumenti e nella presentazione dei temi.

«Ascoltare Haydn – dichiara il violinista Davide Torrente – secondo noi è come entrare in una conversazione intima e brillante, tipica della musica “da camera”, dove ogni strumento contribuisce al dialogo con equilibrio ed armonia mantenendo la sua identità e voce unica».

Altrettanto celebre è il “Quartetto per archi n. 8 in Mi minore, op. 59 n. 2“ di Beethoven, il secondo dei tre “Quartetti Razumovsky”. «Secondo noi questo quartetto rappresenta una pietra miliare nell’evoluzione della musica da camera, presentando una struttura complessa ed una potente carica emotiva, tipica del primo Romanticismo. È un’opera nella quale il compositore spinge all’ascolto di nuove dimensioni espressive, presentando momenti di delicatissima introspezione – come nel secondo movimento, dove lo stesso Beethoven esorta gli esecutori a trattare “questo pezzo con molto sentimento”. Un brano che nel finale riserverà esplosioni di energia pura». (rrc)

A Palmi le Giornate di Aggiornamento Medico

Al via domani, a Palmi, al Grand’Hotel Stella Maris, la 13esima edizione delle Giornate di Aggiornamento medico: Attualità ed opinioni correnti in medicina interna.

L’evento, in programma fino a sabato 25, è stato organizzato dal provider Xenia di Francesca Mazza, e ha come responsabile scientifico i dottori Francesco Nasso ed Elio Stellitano.

Ben tredici le sezioni di lavoro che avranno inizio dalle 8 di domani fino alle 18,30 del sabato. Dalla pneumologia alla geriatria, dall’oncologia all’emergenza-urgenza, dalle patologie cardiovascolari all’ematologia, alla miscellanea, alla cardiologia ed alla epatologia, reumatologia, diabetologia.

«La velocità crescente con cui si sviluppa la medicina moderna rende assai problematico l’aggiornamento nelle varie aree diagnostico-clinico-terapeutiche», si legge nel razionale scientifico.
In particolare il dirigente medico ospedaliero ed, ancor più, i Medici di Medicina Generale che spesso operano in solitudine, senza possibilità di quotidiani scambi d’informazioni con i colleghi, sono chiamati ad un impegno molto difficile.
«Lo scopo di queste Giornate di Aggiornamento Medico – viene spiegato da Nasso e Stellitano – è proprio quello di fornire ai
Medici che operano tanto in Ospedale quanto sul Territorio, un aggiornamento su alcune delle problematiche di più frequente riscontro nella pratica clinica che negli ultimi hanno beneficiato dei maggiori contributi scientifici innovativi e di aggiornamento in termini
diagnostici e terapeutici»
Tutto ciò viene fatto grazie all’insostituibile contributo di prestigiosi relatori che operano in quei specifici campi e che hanno competenze non solo teoriche, ma soprattutto pratiche. Saranno trattate le tematiche e gli argomenti di più frequente riscontro nella pratica clinica e tra questi le malattie respiratorie, quelle reumatiche, il diabete,l’ipertensione arteriosa l’angina pectoris, le dislipidemie, la trombosi venosa, le problematiche medico- legali e farmaco-economiche, la chirurgia cardiaca. (rrc)

PALMI (RC) – Giuseppe Forleo nuovo commissario cittadino di Noi Moderati

L’on. Nino Foti, membro del Comitato del Direttivo Nazionale di Noi Moderati nonchè Coordinatore Provinciale di Reggio Calabria del Partito guidato da Maurizio Lupi, ha nominato l’ing. Giuseppe Forleo quale nuovo commissario di Noi Moderati a Palmi.

Una nomina che si inserisce nel solco della nuova strutturazione di un movimento sempre più presente su tutto il territorio nazionale ed in particolare nella Provincia di Reggio Calabria dove tantissimi amministratori, ex amministratori ed appassionati di politica stanno aderendo.

Forleo, già amministratore della ridente cittadina reggina, accogliendo l’incarico con grande responsabilità ed entusiasmo ha espresso il suo impegno totale alla causa ed alla crescita del Partito. «Ringrazio di cuore l’amico Nino Foti e tutto il gruppo di Palmi per la fiducia ed il sostegno riposto in me – ha commentato – fiducia alla quale risponderò con il mio massimo impegno».

«La passione per la politica intesa come servizio alla comunità – ha poi aggiunto – mi ha sempre appassionato e continua ad appassionarmi, mi sono sempre ispirato ai principi moderati e liberali e continuerò a farlo cercando di coinvolgere chiunque si rivede in questi ideali consapevole che non sia un compito facile, soprattutto a causa della disaffezione verso la politica da parte della società civile».

«Come gruppo di Noi Moderati di Palmi – ha concluso Forleo – facciamo appello a tutte le forze sane e propositive della città al fine di elaborare una proposta politica più condivisa possibile che dia risposte sostenibili e concrete alla nostra comunità».

Soddisfatto anche l’on. Foti che augurando un proficuo lavoro al nuovo Commissario cittadino ha assicurato «il totale supporto e sostegno del Partito, per il raggiungimento di risultati ambiziosi e di giovamento per il territorio».

PALMI (RC) – Successo per il convegno sull’autismo dell’associazione Presenza

Si è svolto giovedì 4 aprile, presso il Centro di Riconciliazione Culturale Presenza di Palmi, il Convegno sulla Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo (Waad, World Autism Awareness Day) istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’Onu.

Secondo le linee guida dell’Istituto Superiore della Sanità l’autismo è una sindrome comportamentale causata da un disordine dello sviluppo, biologicamente determinato, con esordio nei primi tre anni di vita e in costante aumento.

L’evento è stato patrocinato dal Comune di Palmi e dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria e dall’Ordine Tsrm e Pstrp di Reggio Calabria.

Ha aperto il convegno il Presidente dell’Associazione di Volontariato Presenza Don Silvio Mesiti, tra le autorità presenti hanno partecipato, l’Assessore alle politiche sociali dott.ssa Denise Iacovo, il dott. Stefano Ierace responsabile servizi di Welfare del Comune di Palmi, l’avv. Ernesto Siclari Garante Regionale delle persone con disabilità e il Consigliere Regionale Giuseppe Mattiani i quali hanno dato inizio ai lavori valorizzando l’importanza di questi momenti di condivisione e informazione sociale. Ha moderato il dott. Ettore Russo, coadiuvando i contributi dei tanti relatori presenti.

Hanno relazionato per il centro di Riabilitazione Estensiva Ambulatoriale: la dott.ssa Fabiana Minutolo psicologa – psicoterapeuta, Responsabile della Formazione e del Centro Socio-Riabilitativo Diurno Emmanuele, la dott.ssa Claudia Zampaglione assistente sociale, Responsabile del Centro di Riabilitazione Estensiva Ambulatoriale, la dott.ssa Eva Strati Neuropsichiatra Infantile; la dott.ssa Eliana Ciappina Progettista Sociale e Giornalista, l’avv. Carmelo Ciappina Direttore Amministrativo Centro Sophia di Palmi, il dott. Domenico Bellantonio psicologo Centro Fisiokinesiterapia Bagnarese di Bagnara Calabra. Per l’Ordine dei Tsrm e Pstpr di Reggio Calabria hanno relazionato il dott. Massimo Morgante in qualità di presidente, la dott.ssa Graziella Nesci in qualità di presidente cda Tnpee e segretario provinciale dell’ordine Tsrm e Pstrp – Rc e il dott. Domenico Napoli Logopedista.

«In occasione della giornata mondiale della consapevolezza sull’ autismo – è scritto in un comunicato – l’Associazione Presenza ha voluto promuove un incontro, una tavola rotonda invitando i rappresentanti di tutti i Centri di Riabilitazione del territorio al fine di discutere e fare il punto della situazione circa il notevole incremento dei casi di Disturbi dello Spettro autistico e delle difficoltà che gli operatori e le famiglie incontrano nel farsene carico. Gli studi epidemiologici nazionali e internazionali riportano un incremento generalizzato del Disturbi dello Spettro Autistico. Il nostro Centro di Riabilitazione ha avviato uno studio longitudinale epidemiologico per osservare l’andamento circa il sempre più crescente numero di casi di autismo. I dati del Centro di Riabilitazione Presenza rispecchiano i dati nazionali e internazionali. La nostra indagine è stata avviata grazie alla intuizione della dott.ssa Lidia Mesiti, psicologa. Il lavoro è molto interessante perché parte dal lontano 1997 e sintetizza 27 anni della nostra esperienza sul campo».

Continua la nota: «”Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio” recita un antico proverbio africano che vale a maggior ragione per tutte le condizioni umane caratterizzate da fragilità importanti, che necessitano di un sostegno costante per affrontare le piccole e grandi battaglie quotidiane. Affinché ciò accada è necessario l’impegno sanitario, certamente indispensabile, ma è necessario il coinvolgimento, sia, delle istituzioni e delle agenzie educative che, a vario titolo, sono chiamate a condividere il processo di crescita dell’individuo, sia, dell’intera società civile quale contesto naturale di vita di ogni persona. Il Centro di Riabilitazione Estensiva Ambulatoriale Presenza invita ad una riflessione condivisa sul senso profondo di empowerment, di recovery, di concreti percorsi di sostegno e nuove strategie di intervento individuando piste di lavoro innovative in risposta ai bisogni delle persone e delle famiglie».

«Si è voluto fare luce sulla necessità di affidarsi a personale qualificato, avviando un processo di crescita e sostegno che sia il più chiaro possibile per le famiglie e per i loro bisogni. A tal proposito la presenza dei rappresentanti dell’ordine dei Tsrm e Pstrp di Reggio Calabria ha chiarito eventuali dubbi in merito alle diverse figure professionali che spesso ruotano intorno al bambino con disturbo dello spettro autistico. Si sono approfonditi i punti di forza e quelli di debolezza che i Centri di riabilitazione, le agenzie educative le istituzioni incontrano quotidianamente in quanto si parla di un percorso a lungo termine che abbraccia tutto il progetto di vita di una persona. Durante il convegno si è sottolineato l’importanza che riveste la famiglia all’interno di tutto questo processo, essa gioca un ruolo fondamentale al fine del raggiungimento di importanti obiettivi».

«La giornata di giovedì ha voluto essere un imput – è scritto ancora – un trampolino a favore di un cambiamento di rotta ormai necessario a sostegno delle famiglie lanciando un progetto pilota che vede proprio la famiglia come protagonista. Nasce l’idea di attivare dei gruppi genitoriali di auto e mutuo aiuto in collaborazione tra i Centri di riabilitazione del territorio e l’Asp 5, inoltre si vogliono gettare le basi circa un protocollo di intervento multidisciplinare da utilizzare nei casi più complessi di disturbo dello spettro autistico che sia comune per tutti i Centri di Riabilitazione del territorio».

Conclude il comunicato: «Durante il convegno inoltre è stato particolarmente rilevante la discussione circa la fase delicata e critica delle persone con disturbo dello spettro autistico e delle loro famiglie rispetto al passaggio dall’infanzia all’adolescenza e all’età adulta, ciò rappresenta un altrettanto nodo cruciale per la presa in carico, nell’obiettivo di non disperdere il capitale abilitativo conquistato nelle fasi precoci della vita. La coerenza degli interventi e la loro continuità sono nella maggior parte dei casi a carico della famiglia, un carico che tocca aspetti sociali, psicologici ed economici in quanto sul territorio non esistono strutture idonee per rispondere ai bisogni essenziali del progetto di vita». (rrc)

L’OPINIONE / Don Silvio: Dove vanno le persone con disabilità, gli ospiti e gli utenti del Centro Emmanuele di Palmi?

di DON SILVIO – Leggo con rammarico sulla stampa e sulla Gazzetta del Sud, la rottura della mediazione della regione Calabria con il cosiddetto comune capofila. 

Abbiamo mandato centinaia di documenti e perizie redatte da professionisti di alto livello, e diverse lettere, in cui abbiamo chiesto invano sopralluoghi di verifica su osservazioni di cui renderemo conto ai palmesi, e di cui tutte le ispezioni da 30 anni non hanno mai avuto da ridire.

Grazie alla dott.ssa Silvia Carbone, avvocato Greco, architetto Bonasera, sempre molto pazienti ed aperti al dialogo che il sig. sindaco di Rosarno a parole cortesemente ha accordato, senza tuttavia attuare le promesse fatte, di cui si è sempre detto convinto, riconoscendone la validità. 

I documenti, come sempre, sono consultabili da parte di tutti i cittadini della piana da cui provengono tutti i nostri carissimi ospiti e centinaia di bambini del centro di riabilitazione con lunghe liste di attesa.

Mi dicono che nel corso dell’ultimo incontro, dalla dirigente del servizio del comune di Rosarno, con la regione è stato assicurato che i nostri giovani saranno ospitati in un’altra struttura già pronta.

Benvenuta!  Se ci daranno la possibilità di esistere ce ne saranno due, e ritengo siano necessarie.

Si sappia, comunque, che oltre 30 ani fa, quando i disabili stavano chiusi in casa per negligenza politica e sociale i palmesi, senza una lira dallo Stato, hanno realizzato il centro presenza, che tutti conoscono. Dopo il fallimento di tante opere esistenti nella nostra città, non si capisce a chi e perché stiamo dando fastidio. Lo dice il caro on. Giuseppe Mattiani, il nostro sindaco Ranuccio e centinaia di persone, incluse le autorità regionali, mentre da Rosarno il sindaco dice e poi nega; ed i burocrati o forse i dirigenti del servizio, sono ciechi e sordi, ma non muti.

Problema? Il muro o gli specchi basculanti, tra l’altro già istallati!

Aspettiamo con fiducia che il buon senso prevalga. (Don Silvio)

PALMI (RC) – Al Teatro Manfroce sabato concerto del Neapolis Ensemble

Sabato 6 aprile alle ore 21,15 presso il teatro Manfroce di Palmi appuntamento con il Neapolis Ensemble composto da Maria Marone, voce, Mauro Squillante, mandolino e mandoloncello, Giuseppe Copia, chitarra classica e chitarra battente, Raffaele Filaci, batteria e percussioni, Valerio Mola, basso elettrico e Fabio Soriano, flauti e direzione musicale.

Il concerto è organizzato da Ama Calabria con il sostegno del Ministero della Cultura Direzione Generale dello Spettacolo, dell’Assessorato Regionale alla Cultura e della città metropolitana di Reggio Calabria.

Dalla sua fondazione il Neapolis Ensemble ha suonato in ambiti prestigiosi di una quindicina di paesi, tracui ricordiamo il Festival d’Ile-de-de France, il Festival de Saint-Chartier, il Festival International de Musique de Besançon, il Teatro dell’Opera di Lilla, il Teatro dell’Opera di Lione, il Teatro Louis Jouvet di Parigi, i Teatri Nazionali di Narbonne, La Rochelle, di Saint-Quentin-en-Yvelines, Aubusson, La Roche sur Yon, Quimper e Forbach (Francia), il Monastero di Montserrat (Spagna), la Filarmonica di Colonia, il Radialsystem V di Berlino, al Musikfestspiele Potsdam Sanssouci (Germania), il Festival delle Fiandre di Bruges (Belgio), il FolkClub di Torino, le Settimane Musicali di Merano (Italia), il Teatro Coliseo di Buenos Aires (Argentina), il Teatro Oriente di Santiago (Cile), il Centro Cultural Universitario di Città del Messico (Messico), il Ballroom Radisson di Montevideo (Uruguay), al Festival dei Palazzi di San Pietroburgo e la Dom Muziki di Mosca (Russia), la Muziekgebouw di Amsterdam (Olanda), la Eesti Concert Hall di Tallinn (Estonia).

Di grande successo i cd Napoli, un ambizioso lavoro sulla storia della capitale del sud, rappresentata attraverso undici brani che vanno dal 1200 al 1977, Palummella, caratterizzato da una ricerca ed esplorazione dei valori autentici dei repertori tradizionali napoletani, 77 – Ritmo e magia nella tradizione musicale napoletana incentrato sulla figura della donna e sulla cabala napoletana in cui il numero 77 corrisponde alle figure dei diavoli. (rrc)

Tutto pronto a Palmi per l’11esimo Festival del Diritto e della Letteratura

di BRUNELLA GIACOBBE – L’attesa è alle stelle per il Festival Nazionale di Diritto e Letteratura di Palmi, che si terrà dal 18 al 20 aprile, con un programma ricco di eventi che promettono di esplorare la connessione tra musica, giustizia e cultura. 

Presentato di recente a Palmi, l’evento si annuncia come una kermesse dalla solida organizzazione, quest’anno alla sua XI edizione, con un super ospite speciale previsto per il 18 aprile: Claudio Baglioni. 

Mimma Sprizzi, vicepresidente della Fondazione Varia di Palmi, ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa e la sua rilevanza per l’intera comunità e ha dichiarato in conferenza stampa: «Abbiamo costruito insieme all’amministrazione comunale tantissimi eventi. Un’estate straordinaria con numeri impressionanti e Palmi in questo momento è una delle città più attrattive della Calabria. Le parole d’ordine di questa edizione della Varia sono bellezza ed emozione e crediamo che la bellezza della città non possa che coniugarsi in maniera perfetta con l’emozione di questa bellissima macchina che tutti noi attendiamo di vedere scasare».

Il sindaco di Palmi, Giuseppe Ranuccio, sempre in conferenza stampa,  ha evidenziato il carattere unico del Festival, capace di attrarre non solo l’interesse dei giovani studenti, ma anche di richiamare il turismo nella regione. La partecipazione degli studenti delle scuole superiori, non solo locali ma provenienti da tutto il paese, è un elemento fondamentale della fase introduttiva del Festival, denominata “On the Road”, che si svolgerà il 17 e 18 aprile presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Il culmine dell’evento sarà rappresentato dall’incontro tra il celebre cantautore Claudio Baglioni e lo scrittore Michele Caccamo, previsto per la sera del 18 aprile al Teatro Manfroce di Palmi. Questo momento di confronto, intitolato Uomini persi. Note sparse sulla fragilità e giustizia sociale nelle canzoni di Claudio Baglioni, promette di offrire spunti di riflessione sulle tematiche dei diritti umani e dell’alienazione sociale presenti nei testi del cantautore cha ha di recente annunciato il ritiro dalle scene.

Sì perché, dopo sessant’anni di una carriera straordinaria, Claudio Baglioni ha deciso che è giunto il momento di dire addio alle scene. Il musicista romano ha annunciato la sua prossima uscita di scena il 20 gennaio, fissando il 2026 come l’anno del suo ritiro definitivo.

«Mi ricordo ciò che diceva mio padre – ha condiviso l’artista – dal ring si scende quando si è vincenti. Chiamo il mio giro d’onore, vorrei cantare e suonare per 1000 giorni ancora e concedermi quello che fanno gli sportivi».

Baglioni ha spiegato che terminerà la sua attività entro il 2026, realizzando una serie di progetti e mettendoli in atto, ma sottolineando che saranno tutti “ultimi giri”. Quello di Palmi sarà, dunque, un incontro imperdibile per i tanti fan calabresi che, da sempre, seguono il grande cantautore e musicista.

Il 19 aprile, al Teatro Manfroce, sarà la volta di un ensemble unico tra musica e norme giuridiche, con la partecipazione dello storico giurista Sabino Cassese e dei magistrati Gaspare Spedale e Claudio Paris.

La giornata culminerà con un processo simulato contro il personaggio di Bocca di Rosa, ispirato alla canzone di Fabrizio De André, con la partecipazione dell’attore Peppe Barra. Il 20 aprile, l’attenzione si sposterà nuovamente all’Università Mediterranea di Reggio Calabria per una sessione dedicata all’avvocatura, mentre a Palmi si terrà un cineforum organizzato dal Circolo del Cinema “C. Zavattini”.

Il Festival concluderà la sua undicesima edizione con un dibattito sulla Costituzione come spartito della sinfonia del vivere civile, che si terrà il 21 aprile presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palmi, con la partecipazione di illustri ospiti come la giornalista e scrittrice Donatella Stasio e il vicepresidente del Consiglio Nazionale Forense, Francesco Napoli.

Infine il 10 maggio si terrà un evento speciale presso la Pinacoteca “Leonida e Albertina Repaci” della Casa della Cultura di Palmi, dove altri incontri tra musica, giustizia e cultura porteranno nuove note di approfondimento. Un’occasione unica per riflettere su temi fondamentali attraverso l’arte e la musica.

Non mancate, noi di Calabria.Live non lo faremo. (bg)