PALMI (RC) – Il convegno “Prospettive future sulla sanità calabrese”

Domani mattina, a Palmi, alle 10.30, all’Hotel Stella Maris, è in programma il convegno su Prospettive future sulla sanità calabrese.

Relazionano Tiziana Demma, premio internazionale Book of peace 2020 per la promozione alla cultura della legalità e impegno sociale, Demetrio CrucittiFrancesca Stillitano, consigliere comunale e presidente Osservatorio Diritto di Famiglia – sez. Reggio Calabria.

Intervengono al dibattito il candidato a sindaco Giovanni Barone, il dott. Giovanni SgròDemetrio Laganà(rrc)

PALMI (RC) – Domenica s’inaugura l’opera dedicata a Cilea e Repaci

Domenica 10 aprile, a Palmi, a Villa Mazzini, s’inaugura l’opera dedicata a Francesco CileaLeonida Repaci, realizzata dall’artista Achille Cofano e ideata e fnanziata dall’Associazione Prometeus, guidata da Saverio Petitto, che è anche promotrice dell’evento, dal titolo Immortali nel ricordo.

Due anni di intenso lavoro per l’artista e per la Prometeus, fino al compimento di un’opera di introspezione e ispirazione intrisa di sentimento, impressa con l’antica tecnica a cera persa nel bronzo presso la pregiata Fonderia Giampaoli di Roma.
Il maestro e lo scrittore, che hanno dato lustro alla cittadina calabrese in tutto il mondo, con la loro sublime arte, le loro opere e il loro intelletto, finalmente insieme nella storia e nella memoria.

Il compositore Francesco Cilea (Palmi, 23 luglio 1866 – Varazze, 20 novembre 1950) e lo scrittore Leonida Rèpaci (Palmi, 5 aprile 1898 – Marina di Pietrasanta, 19 luglio 1985) sono infatti il simbolo delle radici culturali di Palmi, parte integrante della struttura sociale della comunità, vivi con le loro idee e le loro visioni nel dibattito contemporaneo.

«Con questo progetto, abbiamo colmato una lacuna nella memoria della nostra città – ha dichiarato Saverio Petitto – e ne siamo veramente orgogliosi». «Questo periodo storico difficile – sottolinea il Presidente della Prometeus – ci ha dato un nuovo impulso a ripartire dalle nostre radici, a rinforzarle per proiettarci su orizzonti di speranza e di fiducia per la nostra terra e per l’intera comunità umana».

Il monumento si avvale dell’autorizzazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. L’Associazione ha avuto cura di riqualificare l’intera area della Villa comunale, che ospiterà l’opera, dando vita a uno spazio incantevole e suggestivo, immerso nella disarmante bellezza di questa terrazza sul mare, nel cuore della Costa Viola: un luogo magico e particolarmente caro ai due personaggi finalmente immortalati in un dialogo eterno. L’investimento economico complessivo messo in campo dalla Prometeus è pari a circa 70mila Euro, senza l’impiego di fondi pubblici, ma attraverso la raccolta del 5xmille, le libere donazioni e la raccolta fondi derivanti dalla vendita delle proprie opere editoriali.

Alla cerimonia di inaugurazione, interverranno insieme al presidente Petitto e al sindaco di Palmi Giuseppe Ranuccio, rappresentanti istituzionali della Regione Calabria e della Città Metropolitana di Reggio Calabria, e delle città di Varazze e Viareggio, luoghi di adozione dei due intellettuali calabresi. L’evento sarà arricchito da brevi testimonianze, interventi musicali e declamazioni di versi. (rrc)

PALMI (RC) – Il concerto del Trio d’Archi di Firenze

Domenica 20 marzo alla Casa della Cultura di Palmi, alle 18, il concerto di Tullio Solenghi con il Trio d’Archi di Firenze, composto dai violinisti Maria Serena Salvemini e Daniela Carabellese e dal pianista Pietro Laera.

La manifestazione, realizzata con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Calabria e della Città Metropolitana di Reggio Calabria, è il quinto appuntamento della stagione musicale AMA Calabria a Palmi.

Di particolare interesse il programma che alterna opere per 2 violini e pianoforte, per duo violino pianoforrte e violino solo di Dmítrij Dmítrievič Šostakóvič, Pablo de Sarasate, Manuel De Falla, Fritz Kreisler, Niccolò Paganini, Pablo de Sarasate, Astor Piazzolla, Ante B.K. (rrc)

PALMI (RC) – Il concerto di EsTrio

Domani pomeriggio, a Palmi, alle 18, alla Casa della Cultura, il concerto di EsTrio, formazione cameristica di livello internazionale composta da Laura Gorna (violino), Cecilia Radic (violoncello) e Laura Manzini (pianoforte).

Il concerto, realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura e della Città Metropolitana di Reggio Calabria, è reso possibile dall’adesione di AMA Calabria al progetto nazionale Circolazione Musicale in Italia promosso dal CIDIM Comitato Nazionale Italiano Musica che rende possibile la presenza di grandi artisti anche nelle aree decentrate del paese.

Nel concerto pensato per il sensibile e raffinato pubblico di Palmi EsTrio propone di Robert Schumann il Trio n. 1 in re minore per violino, violoncello e pianoforte, op. 63 e il Trio n. 3 in sol minore per violino, violoncello e pianoforte, op. 110 che presto saranno registrati per una importante etichetta internazionale. (rrc)

PALMI (RC) – Il recital del pianista Roberto Cappello

Domani pomeriggio, a Palmi, alle 19.30, nella casa della <cultura “Leonida Repaci”, il recital del pianista Roberto Cappello, organizzato da AMA Calabria.

Di particolare suggestione il programma che il grande artistica propone intitolato Il viaggio mistico dell’anima che prevede l’interpretazione di alcuni tra i più bei lieder di Franz Schubert trascritti da Franz Liszt cui si aggiungono brani originali del grande compositore ungherese. Partecipa al concerto l’attrice Federica Montanelli. (rrc)

PALMI (RC) – Una giornata di studi dedicata a Francesco Cilea

Domani pomeriggio a Palmi, alle 18, nella Casa della Cultura “Leonida Repaci”, è in programma la Giornata di Studi su Francesco Cilea.

L’evento è il terzo appuntamento del ciclo Musicarte&Cultura, rassegna di eventi, giornate di studi e incontri culturali organizzata dall’Associazione Amici della Musica “N.A. Manfroce”.

Relaziona il prof. Guido Salvetti su Francesco Cilea e il superamento “colto” del verismo musicale italiano. Interviene, poi, il prof. Domenico Giannetta. A seguire, la proiezione dell’esecuzione dell’Ode Sinfonica(rrc)

PALMI (RC) – Il foto contest contro la violenza sulle donne

Si intitola La forza della donna il contest fotografico contro la violenza sulle donne promosso in occasione dell’iniziativa Libera di essere Donna: io sono, in programma dal 25 al 27 novembre nei locali della Casa della Cultura “Leonida Repaci”.

L’iniziativa è rivolto a fotografi professionisti e amatoriali. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica alla prevenzione e al contrasto della violenza sulla donne, un fenomeno che continua a mietere numerose vittime.

Le opere dovranno essere inviate entro e non oltre il 23 di Novembre, mentre la fase di voto si svolgerà online sulla pagina Facebook ufficiale del Comune di Palmi, dalle ore 10:00 del 25 alle ore 22:00 del 27 Novembre 2021. I risultati del concorso saranno comunicati tra il 29 Novembre e il 4 Dicembre 2021 mediante una classifica, stilata sulla base dei voti (like) ricevuti. Le opere raccolte saranno utilizzate dall’Ente organizzatore per pubblicazioni ed eventi futuri.
Info: 3345626684 dal lun al ven dalle 16:00 alle 18:00. email: casaculturapalmi@gmail.com. (rrc)

Il Giro d’Italia torna in Calabria: Partenza a Palmi e a Diamante

Sono due le tappe calabresi del Giro d’Italia 2022, che prenderà il via il prossimo 6 maggio in Ungheria: Si tratta del percorso Palmi-Scalea e Diamante-Potenza.

La Carovana, dopo il tratto Budapest-Visegrad a cui seguirà un’altra tappa nel nel suolo ungherese, il 9 maggio arriverà in Italia per la tratta Catania-Messina, per poi approdare, il 12 maggio, in Calabria, con partenza da Palmi, per un percorso ondulato di circa 192 km, fino ad arrivare a Scalea.

Il sindaco di Scalea, Giacomo Perrotta, ha dichiarato che «poter riportare dopo tanti anni un arrivo di tappa del Giro d’Italia a Scalea è motivo di grande orgoglio per tutta la Città».

«Siamo felici – ha aggiunto – che Scalea sia protagonista del Giro d’Italia 2022. Ci piace pensare che questo passaggio del Giro sia anche un segnale di speranza e di rinascita. Sicuramente sarà una straordinaria occasione per accogliere campioni di tutto il mondo e promuovere il territorio, di fronte ai media internazionali. Siamo certi che questo evento, e tutto il programma di attività che a breve si metterà in campo nei mesi precedenti la tappa, daranno ampia visibilità a tutta la Riviera dei Cedri ed alle attività turistiche del territorio».

«Torre Talao – ha spiegato – si tingerà di rosa così come tutta la riviera dei Cedri, Porta della Calabria. È un’occasione che Scalea non ha voluto perdere e sarà un onore ospitare un arrivo di Tappa dello storico ed amato Giro d’Italia giunto alla edizione 105. La carovana rosa attraverserà uno dei territori più belli del Medterraneo passando dallo splendido mare della Costa ai monti del Parco Nazionale del Pollino. Fondamentale sarà  la sinergia tra Comune di Scalea, Ecotur, Parco Nazionale del Pollino e Regione Calabria».

«Il Giro d’Italia – ha concluso – non è solo corsa sportiva ma anche un viaggio nei paesaggi, nel territorio, nelle comunità e quindi intercettare uno degli eventi sportivi più importanti a livello internazionale significa anche promozione di dimensione globale. Scalea, la Riviera dei Cedri ed il Parco Nazionale del Pollino danno il benvenuto al Giro d’Italia n.105».

Quella di Diamante-Potenza, invece, di 198 km, è una tappa molto mossa, che si snoda attraverso le montagne calabro-lucane con un dislivello complessivo degno di una tappa Dolomitica.

Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, sottolineando come «il Giro è un pilastro della storia d’Italia, è un evento che unisce le generazioni, è un momento di straordinario entusiasmo».

«Il Giro – ha spiegato il primo cittadino – è un pezzo fondamentale della storia del nostro Paese e, per questo, sono onorato che Diamante sia stata scelta come città di partenza di una tappa dell’edizione numero 105. La nostra città ha un legame forte con la Corsa Rosa; qui nel 1982, proprio 40 anni fa, vinse il grande Francesco Moser; da qui partì una tappa del Giro 2005. A Diamante troverete quel calore che caratterizza l’animo della gente di Calabria».

«La Diamante-Potenza – ha proseguito – sarà una frazione intensa che offrirà agli appassionati due tipi di spettacolo. Da un lato lo spettacolo naturale della Riviera dei Cedri con la meraviglia di questo pezzo di mar Tirreno, oro blu della Calabria. Dall’altro l’evoluzione della gara che, vista l’altimetria, si preannuncia piccante».

«Piccante come il Peperoncino – ha concluso – simbolo della nostra terra e ambasciatore di pace. Sarà, come sempre, un Giro d’Italia meraviglioso. In bocca al lupo ai corridori, w il Giro!». (rrm)

In copertina, foto del Giro d’Italia a Mileto

“Un Manfroce ritrovato” a Palmi, grazie agli Amici della Musica “Manfroce”

La città di Palmi ha riscoperto e ritrovato grazie al concerto Un Manfroce ritrovato, organizzato dall’Associazione Amici della Musica “N.A. Manfroce” insieme al Rotary Club di Palmi, nell’ambito della rassegna Synergia 46, per il ciclo MusicAerte et Cultura.

Una serata indimenticabile, sopratutto per l’esecuzione, dopo due secoli, dell’aria Quando mai tiranne stelle, dello stesso Manfroce, e il cui manoscritto è conservato al Fondo Manfroce della Casa della Cultura di Palmi, dal soprano Martina Gresia accompagnata al pianoforte da Lorenzo Masoni.

Ad anticipare il concerto, la presentazione del libro Nicola Antonio Manfroce – Le opere, edito dal Conservatorio “Fausto Torrefranca” di Vibo Valentia. Sono intervenuti Antonio Gargano, presidente dell’Associazione Manfroce, Vladmiro Maisano, assessore comunale alla Cultura, Vittorino Naso, direttore del Conservatorio di Vibo e il Maestro Domenico Giannetta, che p stato premiato per il lavoro di ricerca e revisione di Manfroce.

Inoltre, nel corso della serata, al soprano Martina Gresia è stato consegnato il Premio Musicarte, per la partecipazione alla rappresentaizone di Ecuba al Festival della Valle d’Itria nel 2019. (rrc)

PALMI (RC) – Da mercoledì il Festival Nazionale di Diritto e Letteratura

Dal 13 al 16 ottobre, a Palmi, è in programma l’ottava edizione del Festival Nazionale di Diritto e Letteratura “Città di Palmi”, ideata e organizzata da Antonio Salvati con l’omonima Associazione insieme al Comune di Palmi, lUniversità Mediterranea di Reggio Calabria e al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palmi.

Titolo di questa edizione, Il lavoro mobilita l’uomo. Percorsi di diritto e letteratura, «proprio perché niente come il lavoro influenza le nostre esistenze. Le “mobilita”, appunto, nel senso di imprimere loro una ben precisa direzione, e non solo in senso materiale» ha spiegato Salvati.

«Per capire dove stia andando una società non basta infatti seguire il danaro – ha aggiunto – come recita una famosa massima di saggezza: bisogna seguire il lavoro e i lavoratori. Noi, come sempre, proveremo a suggerire domande e qualche risposta sul tema, cogliendo i tanti spunti cinema, arte e letteratura».

La commistione tra linguaggi ed esperienze diverse è il dato che caratterizza il Festival fin dalla prima edizione, e che ha portato negli anni alla partecipazione, tra gli altri, di studiosi di calibro internazionale come Francois Ost; di scrittori affermati come Gianrico Carofiglio, Paolo Rumiz e Piergiorgio Odifreddi; di artisti come Moni Ovadia, Fabio Canino e Francesco Montanari; di giornalisti come Flavio Tranquillo.

Ne è convinto anche l’organizzatore e coordinatore scientifico dell’evento Daniele M. Cananzi, ordinario di Filosofia del Diritto presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria e direttore del Cred – Centro di Ricerca per l’Estetica del Diritto, che sottolinea l’estrema attualità del tema scelto per l’edizione 2021. 

«L’esperienza della pandemia – ha spiegato – ha reso ancora più attuali i problemi legati al mondo del lavoro, ma non solo in termini di diritto positivo. Certo, si è avvertita forte come non mai, in questa emergenza, una notevole differenza tra fasce di lavoratori garantiti e non, ma la questione è molto più complessa».

«È che, secondo me – ha proseguito Cananzi – dovremmo cominciare a interrogarci se il concetto stesso di “lavoro”, per come lo abbiamo elaborato negli ultimi decenni, potrà essere ancora un valido paradigma per quel futuro che, a ben vedere, è già arrivato da un bel po’. Il Festival è il luogo ideale per interrogativi del genere».

Particolarmente convinto della bontà della scelta del tema è anche il sindaco di Palmi, Giuseppe Ranuccio, secondo cui«il lavoro è la chiave per la realizzazione dell’individuo. Gli stessi diritti sociali tanto faticosamente conquistati nel recente passato del Paese sono deboli, se non supportati da una politica economica che accresca l’occupazione: e questo soprattutto al Sud ed in special modo qui, in Calabria».

«Parlarne attraverso la letteratura è, come da tradizione – ha concluso – una suggestione affascinante che, come sempre, il Festival ci propone”.

Considerazioni sostanzialmente condivise dall’avv. Nino Parisi, presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palmi, secondo cui «la tensione tra sostenibilità economica e diritti sociali è secondo me la chiave di lettura della società moderna, una vera e propria faglia presidiata dall’avvocatura con il suo continuo ruolo di mediazione e spinta all’evoluzione del diritto. La letteratura ha colto con chiarezza questo aspetto, ed è quindi interessante un’analisi sociale e giuridica che parta proprio dalle pagine dei tanti autori di cui si parlerà al Festival».

Tra i tanti ospiti illustri di questa edizione, che si svolgerà con il patrocinio del Ministero della Cultura e del Consiglio Nazionale Forense, saranno la professoressa Elsa Fornero, già Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali; scrittori come Erri De Luca, Maurizio De Giovanni, Aldo Nove, Giacomo Papi ed Eleonora Lombardo; studiosi e giuristi come Antonio Nicaso e Giorgio Fontana; artisti dal noto impegno sociale come Fortunato Cerlino e Ascanio Celestini

Da segnalare, tra le tante interessanti iniziative, il patrocinio del Ministero della Cultura e del Consiglio Nazionale Forense, la collaborazione con il main sponsor Webgenesys e la partnership con l’Eurispes, istituto di ricerca nazionale che ha appena dato alle stampe la 33ma edizione del Rapporto Italia. 

Per la prima volta, inoltre, il Festival varcherà non solo le porte delle scuole superiori – come da tradizione, nella sua sessione On the Road – ma anche quelle di un carcere. È infatti previsto un incontro all’interno della casa circondariale di Vibo Valentia, per discutere attraverso la letteratura sull’importanza del lavoro per la riabilitazione dei detenuti. (rrc)