“La Camera in Mostra”, stand enogastronomici e artigianali durante le festività natalizie

Promocalabriacentro, azienda speciale della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, prevede l’organizzazione di una mostra-mercato dal titolo La Camera in Mostra, che si terrà nelle città di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia dal 16 dicembre al 7 gennaio.

All’iniziativa potranno partecipare le imprese operanti nella produzione agroalimentare, dell’artigianato artistico tradizionale e del commercio di prodotti tipici locali, le quali – se interessate – potranno mettere in mostra, in appositi stand opportunamente allestiti, i propri prodotti. La manifestazione funge da vera e propria vetrina espositiva e offre altresì la possibilità di vendita dei prodotti.

Complessivamente è previsto l’allestimento di 21 stand, parimenti distribuiti nelle città di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. La partecipazione è gratuita. Alle imprese selezionate verrà offerto il servizio di preallestimento di uno stand nel periodo compreso tra il 16 dicembre e il 7 gennaio e l’allacciamento gratuito alla rete pubblica di illuminazione per l’intera durata della manifestazione.

La scheda di partecipazione è disponibile sul sito dell’azienda speciale Promocalabriacentro (al link: www.promocatanzaro.it) e della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia (al link: www.czkrvv.camcom.it).

Le domande di partecipazione saranno acquisite dall’azienda speciale Promocalabriacentro che, previa verifica dei requisiti di ammissibilità e nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande, stilerà la graduatoria delle imprese ammesse. (rcz)

La Camera di Commercio incrementa risorse per promozione di imprese e territorio

La Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, presieduta da Pietro Falbo, con l’ausilio del segretario generale Ciro Di Leva, ha deliberato l’aggiornamento del budget direzionale 2023 e approvato una serie di richieste di patrocinio per attività volte alla promozione dei tre territori di competenza. 

Disco verde, poi, da parte del Consiglio camerale all’aggiornamento della relazione previsionale e programmatica e del preventivo economico 2023. La relazione contenuta nel programma pluriennale 2023- 2027 rappresenta per la Camera di Commercio il documento che delinea le strategie di medio periodo alle quali l’ente deve annualmente uniformare le proprie azioni. 

Il segretario generale, Ciro Di Leva, introducendo l’argomento in Consiglio, ha sottolineato come l’aggiornamento si sia reso necessario al fine di adeguare le linee di azione, precedentemente individuate, con il programma integrativo presentato al finanziamento del contributo straordinario dell’Unione Italiana delle Camere di Commercio. Il programma integrativo contempla i singoli obiettivi strategici che l’ente camerale si è prefissato per il 2023 e che ricalcano i tre ambiti strategici già individuati nel programma pluriennale della Camera: competitività dell’ente, competitività del territorio e competitività delle imprese. 

Per ciascun obiettivo sono state esplicitate anche le variazioni intervenute in termini di impegno economico assunto per l’anno in corso. È stato poi approvato l’aggiornamento del preventivo economico 2023. Il presidente dell’ente camerale ha illustrato le motivazioni che hanno condotto all’aggiornamento del preventivo, legate in primo luogo alla volontà di incrementare le risorse economiche destinate ad interventi di promozione economica delle imprese e del territorio.

Infine, il Consiglio ha deliberato la revisione del regolamento sul funzionamento della biblioteca camerale. Il segretario generale ha illustra il regolamento, composto da 33 articoli, che specificano finalità e funzioni del servizio e disciplinano il patrimonio documentale, la gestione amministrativa, finanziaria e biblioteconomica, il personale e l’organizzazione del lavoro, i servizi al pubblico ed i diritti e doveri dell’utente. 

Il documento è perfettamente aderente ai disciplinari vigenti nell’ambito del sistema bibliotecario nazionale di cui la biblioteca della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia fa parte dal 2019. (rcs) 

 

In Calabria in arrivo 9 buyers per il progetto di incoming della Camera di Commercio Cz, Kr, Vv

Il 12 e il 13 maggio saranno in Calabria nove buyers internazionali per un progetto di incoming organizzato dall’Azienda Speciale di promozione della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia.

In questa due giorni i buyers ( provenienti dagli Emirati Arabi, Arabia Saudita, Sud Africa, Cina, Thainlandia, Corea del Sud, Vietnam e Stati Uniti) approfondiranno la conoscenza dell’offerta agroalimentare calabrese, con particolare riferimento alle imprese delle tre province di competenza dell’ente camerale, attraverso incontri B2B. Ma non solo: prenderanno contatti con 24 aziende delle tre province, interessate ad ampliare la presenza sui mercati esteri e che hanno aderito alla manifestazione di interesse promossa dall’Azienda Speciale dell’ente camerale.

Inoltre, domani, alle 10, all’Hotel Perla del Porto di Catanzaro, si terrà una conferenza stampa di presentazione della due giorni. Sarà presente il presidente della Camera di Commercio Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia Pietro Falbo, il segretario generale dell’ente camerale nonché direttore dell’Azienda Speciale Bruno Calvetta, il presidente dell’Azienda Speciale di promozione della Camera di Commercio Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia Walter Placida, l’export manager Simona Maria Bazzoni e il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso(rcz)

In Camera di Commercio tavolo istituzionale per lo sviluppo del territorio crotonese

Il rilancio del territorio crotonese a partire dal potenziamento delle infrastrutture, in particolar modo quella portuale ed aeroportuale. È su questo che si è incentrato l’incontro nella Camera di Commercio di Crotone.

Presenti, all’incontro, nell’ambito del tavolo istituzionale già attivato per definire le linee d’intervento sui temi dello sviluppo locale, la vicepresidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, Emilia Noce,, il presidente della Provincia di Crotone Sergio Ferrari, il sindaco del Comune di Crotone Vincenzo Voce, i presidenti delle associazioni di categoria e i segretari delle organizzazioni sindacali.

Tra gli altri partecipanti, sia il presidente della Provincia che il sindaco di Crotone hanno espresso soddisfazione per l’attivazione, su impulso della Camera di Commercio, del tavolo istituzionale inteso come strumento di confronto e di elaborazione di strategie per lo sviluppo del territorio.

Il tavolo è, quindi, già pienamente al lavoro per esaminare i progetti già attivi volti alla valorizzazione e allo sviluppo del territorio crotonese e parallelamente si determinerà sugli ulteriori interventi strategici da intraprendere coordinando azioni che possano favorire soluzioni concrete alla realizzazione di un progetto unitario di sviluppo e di crescita per il territorio a partire dalle priorità.

«L’iniziativa di costituire il tavolo istituzionale vuole esprimere la volontà della Camera di Commercio di contribuire a delineare uno scenario strategico territoriale attraverso un percorso di condivisione con gli enti locali e con tutti i portatori di interessi», ha dichiarato la vicepresidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, Emilia Noce.

«Noi crediamo, infatti – ha proseguito – che il nostro compito sia quello di pensare e agire non solo nel breve periodo, ma di dare altresì una visione e fornire un supporto per affrontare le sfide del futuro in un’ottica di rete e sistema con le parti imprenditoriali e sociali».

«Questo è il tempo delle scelte giuste – ha concluso – e noi non dobbiamo perdere l’opportunità di lavorare bene insieme nell’interesse del nostro territorio». (rkr)

 

Falbo (Camera di Commercio) in visita al Comalca, il più importante mercato ortofrutticolo del Sud Italia

Nei giorni scorsi, il presidente della Camera di Commercio Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, Pietro Falbo, ha incontrato Daniele Maria Ciranni, presidente del Comalca, il più importante mercato ortofrutticolo del Sud Italia e punto di riferimento per l’intera Calabria.

Nel corso dell’incontro, Ciranni ha illustrato le attività del mercato e insieme al presidente Falbo ha avuto un proficuo colloquio con gli operatori commerciali. «I numeri del Comalca sono soddisfacenti ma potrebbero essere ulteriormente incrementati» ha chiarito ancora il presidente della Camera di Commercio commentando i risultati sinora conseguiti dal mercato ortofrutticolo. Cinquecento i fornitori e quasi mille i clienti della società consortile tra cui rivenditori ortofrutticoli, grande distribuzione organizzata o privati cittadini.

«Queste cifre parlano da sole – ha aggiunto ancora Falbo – e raccontano di un impegno costante volto a valorizzare le produzioni locali in un proficuo interscambio con prodotti nazionali e internazionali. Contiamo di implementare ulteriormente le attività a vantaggio dei produttori calabresi ma soprattutto dei consumatori alla ricerca di ortofrutta di qualità». (rcz)

Si è insediata l’azienda speciale di promozione della Camera di Commercio CZ, KR, VV

Si è, ufficialmente, insediato il Consiglio d’amministrazione dell’azienda speciale di promozione della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. 

Si tratta di un Ente che annovera tra le proprie finalità quella di favorire e stimolare lo sviluppo delle attività imprenditoriali delle tre province di competenza della nuova Camera di Commercio. Nella riunione di insediamento si è svolta a seguito del rinnovo dei vertici del Cda, deliberata nei giorni scorsi dalla giunta camerale.

Il Consiglio d’amministrazione – presieduto da Walter Placida e composto dai consiglieri Antonio Casillo, Raffaele D’Ambra, Tiziana Muraca e Paola Perri –  ha proceduto, in primo luogo, alla nomina del vicepresidente individuato nella persona di Antonio Casillo.

Successivamente, ha approvato il bilancio di previsione 2023 e rinnovato la convenzione con l’ente nazionale microcredito dei progetti “Yes I Start Up professioni Calabria – Formazione per l’Avvio d’Impresa” e “Yes I Start Up Calabria – Formazione per l’Avvio d’Impresa”.

La riunione è stata aperta dal presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia Pietro Falbo che, dopo aver portato i saluti istituzionali, ha rinnovato i suoi auguri di buon lavoro a presidente e componenti del Cda dell’azienda speciale di promozione.

«Tendere verso una maggiore presenza e visibilità delle nostre imprese sui mercati nazionali e internazionali è la mission che la Camera di Commercio si è prefissata – ha detto Falbo –. L’azienda speciale svolgerà questo precipuo compito valorizzando ed esaltando le specificità territoriali».

«Inizia oggi un nuovo percorso per l’azienda speciale di promozione della Camera di Commercio che si declinerà anche in un nuovo approccio – ha dichiarato il presidente del Cda, Walter Placida –. La sfera d’azione si amplia includendo l’intera area centrale della Calabria. Si tratta di un’area strategica che contempla la presenza di aziende strutturate e, in alcuni casi, già affermate nei mercati nazionali e internazionali del settore agroalimentare».

«Penso, ad esempio – ha proseguito – ai prodotti IGP quali il finocchio di Isola Capo Rizzuto, la cipolla rossa di Tropea, il pecorino del crotonese, il pecorino del Monte Poro, la patata della Sila che impreziosiscono le provincie di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, oltre ai vino Doc di Cirò, Melissa e Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto, ai vini Doc Lamezia, agli Igt presenti in tutte le province dell’area centrale e alle Dop Lamezia ed Alto Crotonese dell’olio d’oliva che rappresentano una eccellenza al fianco dell’Igp olio di Calabria».

«L’insediamento del Cda segna l’inizio di un percorso di autonomia imprenditoriale per l’azienda speciale di promozione della Camera di Commercio», ha dichiarato il segretario generale, Bruno Calvetta.

«L’ente dovrà volgere le sue attività verso la conquista di nuovi spazi commerciali e garantire una maggiore presenza sui mercati alle imprese di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia – ha concluso – ma in un quadro di complessiva autonomia gestionale e finanziaria, intercettando in tal senso fondi regionali, statali e fondi privati». (rcz)

 

 

La Camera di Commercio CZ, KR, VV ha rinnovato il Cda dell’Azienda Speciale di promozione

La Giunta della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, ha proceduto a rinnovare il Consiglio di Amministrazione dell’azienda speciale di promozione che annovera tra le proprie finalità quelle di favorire e stimolare lo sviluppo delle attività imprenditoriali delle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia.

Con il provvedimento, reso necessario dal nuovo assetto dell’ente camerale, è stato nominato presidente Walter Placida, in rappresentanza del settore agricoltura, e in qualità di componenti del Cda sono stati designati i consiglieri: Antonio Casillo, Raffaele D’Ambra, Tiziana Muraca e Paola Perri.

Nello specifico, l’azienda speciale persegue finalità di interesse pubblico senza scopi di lucro e la sua istituzione si inquadra nell’ambito dei fini di promozione delle economie provinciali e nell’interesse esclusivo dello sviluppo del sistema produttivo, culturale e sociale del territorio. Per il perseguimento di tali fini, l’azienda può partecipare a progetti nazionali, comunitari e internazionali, nonché acquisire incentivi e finanziamenti agendo anche quale strumento operativo ed esecutivo di iniziative della Camera di Commercio. 

«Esprimiamo i nostri auguri di un buon lavoro al presidente e a tutti i componenti del Cda» hanno dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, Pietro Falbo, e il segretario generale, Bruno Calvetta.

«Con il rinnovo del Consiglio d’Amministrazione si aggiunge un ulteriore tassello alla complessiva strategia di sviluppo territoriale – hanno concluso –. L’azienda speciale rappresenta, infatti, il braccio operativo dell’ente camerale ai fini di un incremento della visibilità e della promozione delle nostre imprese sui mercati nazionali e internazionali in una logica unitaria di crescita». (rcz)

 

Falbo (Camera Commercio CZ, KR, VV) incontra le associazioni di categoria di Crotone

Il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, Pietro Falbo, ha incontrato le Associazioni di categoria di Crotone per parlare di strategie di sviluppo e rilancio del territorio.

La riunione ha avuto luogo nella sede di Crotone dove il presidente – affiancato dalla vicepresidente dell’ente camerale, Emilia Noce, e dai neo consiglieri Giovanni Ferrarelli, Antonio Casillo, Salvatore Mazza – ha incontrato i presidenti delle associazioni di categoria: Giovanni Mazzei di Ance, Vincenzo Saggese di Confindustria, Gaetano Potenzone di Cia, Diego Zurlo di Confagricoltura, Antonio Casillo di Confcommercio, Domenico Arilli e Francesco Pellegrini di Confartigianato.

L’incontro si è focalizzato sul rilancio del territorio e, in particolare, sulle tematiche cruciali per le imprese e l’intera collettività: dalla bonifica dell’area industriale all’utilizzo delle risorse del Pnrr fino al potenziamento delle infrastrutture, nello specifico quella portuale ed aeroportuale. Particolare attenzione è stata posta sul tema della realizzazione della statale 106 e della rifunzionalizzazione della tratta ionica ferroviaria, arterie strategiche in una logica di sviluppo per trarre il territorio crotonese fuori dall’isolamento in cui si trova. Solo attraverso una mobilità moderna ed efficiente è possibile aprire il tessuto imprenditoriale verso nuove opportunità di crescita. 

Unanime la volontà delle associazioni presenti di continuare a confrontarsi per intraprendere strade nuove e fruttuose, al fine di contribuire con azioni concrete e propositive alla realizzazione di un progetto unitario di sviluppo e di crescita. Al termine dell’incontro si è infatti convenuto sulla necessità di adottare un metodo di lavoro condiviso con la calendarizzazione periodica di tavoli per aree tematiche. Questi rappresenteranno la naturale premessa alla predisposizione di azioni e progetti da intraprendere dall’ente camerale in maniera unitaria sui territori.   

«È stato un incontro tanto necessario quanto proficuo per esaminare le criticità del territorio crotonese e mettere in campo le strategie idonee a rilanciare il tessuto produttivo attraverso un percorso di condivisione con le associazioni di categoria e le istituzioni locali» ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio Pietro Falbo.

«Ringrazio i presenti – ha aggiunto – sono entusiasta degli argomenti trattati e vedo risorse intellettuali di altissimo livello. Accolgo con grande piacere le istanze portate dai partecipanti al tavolo dell’incontro, dove è emersa una chiara volontà di procedere con un confronto costante a beneficio delle imprese e del territorio. È necessario superare l’individualismo e pensare alla nuova Camera di Commercio come un’unica entità, di un unico grande territorio, che trae la sua forza proprio dall’unione, diventando modello di sviluppo e trait d’union con i diversi attori locali». 

La parola è poi passata alla vicepresidente e ai neo consiglieri camerali, i quali hanno confermato la volontà e l’impegno a rappresentare le istanze del territorio in armonia con il nuovo contesto unitario. (rkr)

Alla Camera di Commercio al lavoro per la pianificazione urbana

Alla Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia si sono tenuti degli incontri per rafforzare la cooperazione tra enti al fine di programmare al meglio attività e progetti che vedranno nei prossimi mesi protagonista la città di Catanzaro.

A partire dall’organizzazione della XV edizione delle Convittiadi, evento a carattere nazionale che porterà dal 30 aprile al 7 maggio nel capoluogo di regione oltre 1.500 studenti da tutta Italia. Su impulso della dirigente scolastica del Convitto “Galluppi”, Stefania Cinzia Scozzafava, e del responsabile del progetto, Davide Lamanna, si sono studiate possibili strategie in vista dell’iniziativa che coinvolgerà la città in tutte le sue articolazioni. In particolare, si è ragionato delle modalità di interazione e preparazione del complessivo sistema dei servizi per farsi trovare pronti all’evento.

Focus sul settore urbanistico, invece, nell’incontro avuto con il vicesindaco del Comune di Catanzaro, Giusy Iemma, e con il presidente di Ance Catanzaro, Luigi Alfieri. Il presidente della Camera di Commercio, Pietro Falbo, ha accolto con favore l’idea di coinvolgere l’ente camerale e tutte le associazioni di categoria nella fase di predisposizione del Piano Strutturale Comunale (Psc). Il documento programmatico necessita del prezioso apporto e della partecipazione di tutte le articolazioni sociali in una visione che dovrà tendere ad uno sviluppo armonioso ed equilibrato di ciascun quartiere valorizzandone le intrinseche potenzialità. In ragione di ciò, si è convenuto di strutturare questa attività preparatoria in un urban lab da insediarsi nella sede della Camera di Commercio. 

I temi della legalità e del contrasto ai fenomeni criminali hanno innervato, infine, l’incontro avuto con la coordinatrice dell’associazione Antiracket Calabria, Maria Teresa Morano, accompagnata dal responsabile dell’associazione Antiracket Lamezia Terme, Simone Aiello. La Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia si schiera al fianco dei sodalizi quotidianamente impegnati nel contrasto al racket e all’usura. Si è discusso dei percorsi da avviare, in sinergia tra i due enti, a sostegno dell’imprenditoria sana e al fine di contrapporsi efficacemente a quei fenomeni che rischiano di soffocare il tessuto economico e imprenditoriale della nostra regione.

«Obiettivo della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia è quello di rafforzare i rapporti con tutti gli enti istituzionali e le associazioni che hanno di mira la crescita e lo sviluppo delle nostre realtà territoriali» ha dichiarato il presidente dell’ente camerale Pietro Falbo.

«Sono convinto che in questa fase sia necessario adottare e perseguire una visione d’insieme, capace di tenere in debita considerazione tutti gli interessi in gioco e metterli a fattor comune», ha concluso.

«Le attività programmatorie coinvolgeranno in maniera sinergica e a tutti i livelli il nuovo assetto della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia» ha aggiunto il segretario generale, Bruno Calvetta.

«È nostra intenzione renderci portavoce di ogni istanza proveniente dal territorio. Condivido la necessità, già espressa dal presidente Pietro Falbo, di stringere nuove alleanze istituzionali. Vogliamo contribuire ad innescare virtuosi percorsi di crescita e sviluppo, possibili solo attraverso il reciproco scambio di idee e di esperienze». (rcz)

 

Caro bollette, Falbo (Camera CZ, KR, VV): La crisi non è ancora superata

Il presidente della Camera di Commercio Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, Pietro Falbo, ha evidenziato come «la crisi economica può tutt’altro che considerarsi superata».

L’Ente camera da lui presieduto, infatti, ha disposto il mandato di pagamento nei confronti delle 83 aziende ammesse al bando per un importo massimo di 1.000 euro. Le attività beneficiarie delle risorse sono microimprese che se da un lato rappresentano lo zoccolo duro del tessuto produttivo, dall’altro sono quelle maggiormente danneggiate dal rialzo dei prezzi di luce e gas. Una misura, dunque, ritenuta indispensabile a salvaguardia della tenuta economica.

Si tratta di una misura a sostegno del tessuto produttivo locale erogata sotto forma di aiuti economici una tantum per sostenere quelle attività imprenditoriali che occupano meno di dieci addetti nel pagamento delle fatture per la fornitura energetica, i cui costi hanno subito negli ultimi mesi un costante incremento.

«In considerazione di ciò, abbiamo già assunto l’impegno di adottare nuovi interventi a sostegno delle imprese – ha concluso – investendo ulteriori restanti risorse per continuare a fornire il nostro fattivo contributo e favorire una rapida ripresa delle attività produttive, in attesa di un auspicato attenuamento dei negativi effetti prodotti dalla crisi internazionale». (rcz)