Disco verde per il gemellaggio tra Reggio e Chalkis (Calcide)

3 dicembre 2018 – «Una sorta di ritorno alle origini, uno strumento per recuperare le nostre radici che affondano nel terreno della cultura magnogreca, e rinsaldare l’identità  comune che ci lega al popolo dell’antica Ellade» ha commentato il sindaco Giuseppe Falcomatà sul gemellaggio tra la città di Reggio e Chalkis (Calcide).

Un progetto, avviato dal console del Touring Club Domenico Cappellano, e che ha trovato, da parte della Giunta di Reggio Calabria, approvazione.
«Il gemellaggio – ha spiegato l’Amministrazione Comunale – consente di inserirsi all’interno di sistemi relazionali di dimensione internazionale, attraverso la creazione di un legame simbolico per sviluppare relazioni politiche, economiche e culturali tra due Municipalità».

«Inoltre – ha proseguito l’Amministrazione Comunale – consentirà di promuovere reti di amicizia al fine di congiungerle ad azioni di più vasta portata, inerenti a differenti ambiti nevralgici delle comunità urbane: scambi di natura turistico-culturale, ed economico-professionale, fra Associazioni Culturali e di volontariato, tra Associazioni sportive».

Una foto storica: il gemellaggio di oltre 50 anni fa con i calcidesi. Il ragazzino sulla destra è l’avv. Zuccarello, attuale responsabile del Touring Club Reggio

«Questa – ha commentato Domenico Cappellano – può essere una svolta nel quadro turistico e culturale della città, perché fare un gemellaggio dà modo non solo di accedere a determinati circuiti europei, ma anche di poter provare ad intercettare dei finanziamenti che sono finalizzati allo scambio tra collettività».

«Inoltre – ha proseguito Cappellano – potremmo avere qui la presenza di studenti provenienti dalla Grecia. Due anni fa ci siamo recati a Chalcis, ed abbiamo portato una lettera del sindaco e del presidente del Consiglio Regionale Irto, che abbiamo consegnato al sindaco della città greca, per avviare questo percorso. Bisogna dare atto alla Giunta Comunale che, sulle nostre sollecitazioni, ha portato avanti questa iniziativa».

«La condivisione di una idea di Città culturale – ha evidenziato Irene Calabrò, Assessore alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale – interamente da ricostruire, sia stato l’intento propositivo finalizzato al recupero della propria identità, ed all’avvio di nuove esperienze di scambio, il ricongiungimento con la Città dell’Eubea, i cui coloni fondarono l’antica Rhegion, è il modo per acquisire piena consapevolezza delle potenzialità culturali reggine, e valorizzarle a confronto con realtà con radici comuni, attraverso un impegno incessante e sinergico degli Uffici Comunali dell’Assessorato e la collaborazione costante degli operatori culturali operanti nel nostro territorio».

«Tengo a ringraziare – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Falcomatà – il Touring Club per aver proposto l’avvio di questo percorso. La proposta di gemellaggio, che passerà ora al vaglio degli organi competenti, consentirà di avviare, nei prossimi mesi, una serie di attività che daranno lustro al nostro territorio». (rrc)