A Rosario (Argentina) La Festa della Collettività e Incontro delle Comunità

A causa della pandemia, il Comune di Rosario, una delle più popolose città dell’Argentina, dove sono presenti moltissimi calabresi, sta promuovendo un’edizione speciale della 36ma edizione del Festival Nazionale e Incontro delle Collettività. L’edizione 2020 sarà in versione gastronomica e virtuale e vedrà la partecipazione di 48 comunità straniere di cui 34 parteciperanno offrendo i migliori prodotti di eno-gastronomia del mondo, senza trascurare anche gli aspetti culturali dei loro rispettivi paesi e regioni. Fanno parte del ventaglio delle proposte anche l’ampia varietà di menù tradizionali e regionali.

Oltre alle proposte gastronomiche, come si è detto, sarà dato ampio risalto sui diversi aspetti culturali di ciascuna delle comunità: il tutto  sarà diffuso dai social network del festival. Ci sarà spazio per i rappresentanti delle varie comunità, che realizzeranno iniziative per mettere in evidenza la cultura e la tradizione delle diverse regioni, tra cui la Regione Calabria.

Da segnalare che, per la prima volta, il Comune distinguerà le 19 comunità, tra cui l’Associazione Calabrese del Rosario, che diede origine 36 anni fa all’incontro e che hanno dato vita a quella che è oggi la festa più popolare di Rosario e Argentina. Le proposte culinarie potrannoo essere scelte online sulla piattaforma Vidrieras en Red tra 80 piatti tipici prenotabili dalla scorsa settimana.

La 36.ma edizione – che sarà virtuale a causa delle attuali misure di isolamento e distanziamento – della Festa della Collettività e Incontro delle Comunità è stata presentata nella sala Carrasco del Palazzo dei Leoni, dal Sindaco Pablo Javkin, accompagnato dal Coordinatore Generale di Gabinetto, Rogelio Biazzi; il Segretario allo Sport e al Turismo, Adrián Ghiglione; il sottosegretario al Turismo, Alejandra Matheus, e la presidente dell’Associazione delle Comunità, Lydia Del Grosso. Questa edizione del Festival Nazionale e Incontro delle Comunità, si svolgerà nei fine settimana dal 6 all’8 e dal 13 al 15 novembre.

Nel quadro del difficile contesto prevalente, il Comune di Rosario sta promuovendo una speciale edizione gastronomica virtuale, alla quale parteciperanno 34 comunità straniere della città che offrono la migliore gastronomia del mondo, su un totale di 47 che aderiscono all’iniziativa divulgando aspetti culturali dei loro paesi e regioni.

Alla grande festa dei collettivi partecipa anche l’Associazione Calabrese del Rosario, che propone un importante menù gastronomico e il suo contributo culturale rivendicando la diffusione delle tradizioni calabresi. (Marcela Murgia)

https://ver.rosario.gob.ar/partners/familia-calabresa/

I 50 ANNI DELLA SCUOLA ITALIANA CREATA DAI BIVONGESI DI LA PLATA, IN ARGENTINA

I primi immigrati di Bivongi giunsero a La Plata, in Argentina, all’inizio del secolo scorso. La scuola De Amicis, di lingua italiana, ha festeggiato lo scorso aprile i 50 anni della costituzione. Orgoglio dei cittadini bivongesi, è un istituto che è un vanto delle comunità italiane all’estero. Era nata come centro di attività culturali legati alla devozione della Madonna “Mamma nostra” la cui effigie era stata portata da alcuni emigrati. Oggi la scuola ha il merito di aver fatto crescere culturalmente e con grande senso civico centinaia di bivongesi di seconda o terza generazione, che,pur lontani, mantengono sempre la Calabria nel cuore. (rrm)

L’artista Natino Chirico in Argentina con una mostra su Fellini

L’arte dell’artista reggino Natino Chirico sbarca, a fine ottobre, all ‘Istituto italiano di Cultura in Argentina con una mostra sul Maestro Federico Fellini.

La mostra, toccherà, anche, le città di Buenos Aires, Rosario e La Plata. Natino Chirico, uno dei più importanti artisti contemporanei a livello internazionale, è nato a Reggio Calabria, vive a Roma, ed è molto legato alla nostra città. (rrc)