È nato il Gruppo Operativo per l’innovazione per creare la Filiera Agro-Tessile di Calabria

È nato il Gruppo Operativo per l’Innovazione per la realizzazione del progetto, a scala regionale, dal titolo Filiera agro-tessile di Calabria – Go Multimedialità Bio, finanziato a valere sul PSR  Calabria 2014/2020, Misura 16 – Intervento 16.01.01 – Supporto alla costituzione e  gestione dei Gruppi Operativi Pei –”Fase 2 realizzazione del progetto innovativo”.

I Gruppi operativi per l’innovazione sono voluti e riconosciuti dall’Unione Europea  (Rete PEI -Programma Europeo per l’Innovazione, istituita ai sensi dell’art. 52 e 53 del  Reg. (UE) 1305/2013), con il compito di favorire una migliore produttività e  sostenibilità dell’agricoltura attraverso l’innovazione, in un’azione di stretta  cooperazione tra realtà produttive e mondo della ricerca.  

«A livello planetario – si legge in una nota – l’esigenza di promuovere forme innovative di Rivoluzione Verde e  Transizione Ecologica, che si concentrino sull’adozione di un’economia circolare  attenta alla gestione delle risorse naturali e ad abbattere le forme più diffuse di  inquinamento, è diventata un imperativo etico per assicurare la sopravvivenza alle  future generazioni. In quest’ottica e con la finalità di rilanciare l’economia calabrese  puntando sulla tradizione e la reale vocazione del territorio, traiettorie rilette però in  chiave contemporanea e innovativa, già da un decennio, alcuni partner stanno  lavorando al rilancio delle colture da fibra vegetale e animale (canapa, lino, seta, lana,  ginestra, cotone e bisso), con l’intenzione di valorizzarle dando vita a una filiera 100%  made in Calabria, BIO e altamente ecologica, che oltre al prodotto, ne impieghi per  scopi nobili anche il sottoprodotto, alimentando i mercati agricoli, farmaceutici e del  benessere, cosmetici, medici propriamente detti, dell’industria edile, etc.».

Il G..o. Multifuonalità Bio vede impegnati diversi partner, tutti con ruoli e  funzioni differenti al fine di arricchire competenze, contenuti, ricerche e  sperimentazioni da divulgare su territorio regionale come buone prassi per valorizzare  la filiera agro-tessile di Calabria e, al contempo, promuovere nuova occupabilità e rilanciare l’economia del territorio, facendo dell’agricoltura e dell’allevamento un  presidio per la conservazione delle biodiversità locali. Capofila del GO è l’Azienda  Agricola “Ilaria Greco” di Montalto Uffugo.

Altri Partner e stakeholder dell’iniziativa  sono: l’Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese Arsac,  Associazione Regionale Allevatori della Calabria Ara Calabria, Associazione Italiana  Agricoltura Biologica Calabria, Promidea Impresa sociale srl, CO.ME.FRA di Franzone  Simone, CHC Chiaramonte Canapa Consapevole s.r.l.s., Associazione Nazionale  Coltivatori Italiani di Canapa Ancica, Ente Parco Nazionale della Sila,  Associazione Baticos–Biodistretto Alto Tirreno Cosentino, Associazione Crat Centro  Ricerca Arte Tessile, Associazione Creazione e Immagine , Azienda agricola De Ciancio  Francesca, Azienda Agricola Vincenzo Lentino, Soleinsieme Società Cooperativa  Sociale Onlus, e altri soggetti.  

Il Gruppo operativo è supportato sotto il profilo tecnico-amministrativo dalle broker  per l’innovazione, consulenti esperte in sviluppo, Architetto Giovanna Castagnaro,  Geologa A. Serena Palermiti, Dott. Commercialista e Revisore dei conti Anna Maria Rosa.  

Il G.O, oramai formalizzato e già attivo, in seguito a diversi incontri di rete, nei  prossimi mesi calendarizzerà una serie di azioni operative/dimostrative/divulgative  aperte a tutti e rivolte principalmente ai giovani inoccupati e disoccupanti, nonché alle  imprese agricole e alle organizzazioni di settore, atte a mostrare – mediante campi  pilota e sperimentazioni sul campo – i risultati della ricerca, condotti in campo agro tessile. È anche importante rilevare che tale Go è strettamente legato a un altro che  utilizza il sottoprodotto da fibra in diversi campi del mercato, con la finalità di  promuovere un’economia circolare orientata al rispetto del territorio e delle risorse locali.  (rrm)