;
Successo per la presentazione del libro "Terra Santissima"

SELLIA MARINA (CZ) – Successo per la presentazione del libro “Terra Santissima”

Una bella opportunità culturale quella che si è tenuta venerdì 28 ottobre nella sala consiliare di Sellia Marina. Alla presenza di un folto pubblico e degli studenti, è stato presentato il libro della scrittrice Giusy Staropoli Calafati Terra Santissima, edito da Laruffa editore.

Il romanzo è stato proposto al Premio Strega 2022 dal poeta e scrittore italiano Corrado Calabrò.

L’evento, promosso dalla Commissione Pari Opportunità, ha suscitato interesse ed apprezzamenti. Dopo i saluti e i ringraziamenti di rito da parte delle istituzioni (sindaco, Assessore pari opportunità, presidente commissione pari opportunità) Giusy Staropoli Calafati, autrice oramai nota nel panorama letterario italiano, è riuscita con il suo appassionato racconto, a coinvolgere emotivamente i presenti, con i quali è stato aperto un momento di costruttivo confronto.

Graditi gli interventi di una delegazione degli alunni dell’ IC di Sellia Marina ai quali l’autrice ha dato delle risposte esaustive, incentivandoli e spronandoli allo studio, alla lettura, le uniche possibilità per abbattere l’ignoranza. Apprezzato anche l’intervento di Don Giuseppe, parroco di Sellia Marina, il quale ha evidenziato l’ importanza di essere comunità unita, solidale, identitaria. Ribadendo, in merito alla Calabria, che l’azione volta ad un processo di riscatto e risanamento debba partire dai calabresi stessi. Guarire le nostre singole anime per poi passare a quelle delle comunità e alla Calabria intera.

Può un libro salvare un uomo, una donna, un bambino o la terra in cui questi vi abitano? Forse sì, forse no. Certamente può far cambiare strada. Dare opportunità di riflessione e di crescita. Far comprendere, come ha voluto sottolineare l’autrice, che l’uomo, è vero, è un individuo in viaggio, ma, riferendosi al Sud, è sempre compito di chi parte tornare e mettere in pratica ciò che si è imparato. E Il Sud da morto che è riprende a vivere. 

Un invito molto apprezzato e condiviso soprattutto dai più giovani che dimostrando vivo il senso dell’appartenenza e la necessità di vivere la propria vita con lo sguardo fisso alle radici, con coraggio hanno voluto promettere il loro impegno, affinché bambini che sognano, in Calabria, ne nascano ancora.

Terra Santissima, a Sellia Marina, grazie alla sensibilità dei suoi amministratori, offre dunque un pomeriggio intenso, motivo di stimolo per ulteriori nuovi incontri culturali, in cui il confronto tra Calabria e calabresi miri a diventare oggetto dia crescita immediata, di una terra spesso rimasta piccola e anche indietro. (rcz)