;
giganti castagni

I Castagni secolari di Cozzo del Pesco: un tesoro della Sila greca da proteggere

Nel cuore della Sila Greca, ci sono i castagni secolari di Cozzo del Pesco, che hanno più di 700 anni. Un vero e proprio patrimonio naturalistico, composto da 102 Castagni monumentali, che risalgono a ogni epoca, e che saranno protagonisti di un un’escursione organizzata per domenica 11 ottobre, dall’Associazione Cammino Basiliano, l’Associazione Sosteniamo Corigliano Rossano e l’Associazione Insieme per Camminare in occasione della Giornata Nazionale del Camminare.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Corigliano Rossano, sarà guidata da Flaviano Lavia, tracciatore, accompagnatore guida di otto tappe del Cammino Basiliano e da Michele Abastante, dell’Associazione Insieme per Camminare.

La partenza è in località Sorbo alle 10.00 e, da lì, i partecipanti si avvieranno per raggiungere i Castagni secolari e, successivamente, ai resti di una vecchia Ghiacciaia, usata per rifornire, in antichità, di ghiaccio Rossano e i paesi limitrofi, di cui si auspica il recupero.

I Giganti di Cozzo del Pesco sono talmente grossi da avere una circonferenza, alla base, di circa 12 metri, alcuni dei quali con il tronco cavo entro cui possono trovar posto diverse persone. A caratterizzare questi Castagni, non è solo l’età – alcuni risalgono alla seconda metà del 1200, una decina al 1300 fino ai pochi ultimi esemplari che, invece, vanno dal 1600 -: essi, infatti, ‘convivono’ da sette o ottocento anni in veri e propri gruppi. Una cosa insolita, se si pensa che, per la botanica, castagni così maestosi crescono, normalmente, isolati.

Questi Castagni secolari, dunque, rappresentano un vero e proprio patrimonio da tutelare e da valorizzare, oltre che un interessante richiamo per i turisti, che va valorizzato, difeso e salvaguardato. (rcs)