Armonie d’Arte, stasera la Wiener Philharmoniker

Questa sera, a Roccella di Borgia, alle 22, per Armonie d’Arte Festival è in programma il concerto dell’orchestra della Wiener Philharmonike.

E se il grande pubblico la ricorda per il tradizionale e famosissimo concerto di Capodanno dal Musikverein di Vienna trasmesso in mondovisione, per tutti gli amanti della musica, classica in particolare, rappresenta una vera e propria icona. Addirittura leggendarie alcune esecuzioni e le collaborazioni con direttori e solisti che hanno fatto la storia del concertismo dell’ultimo secolo, ed è la prima volta che la blasonata formazione orchestrale si esibisce in Calabria e, per l’occasione, in esclusiva italiana.

Eseguiranno un programma nel contempo ricercato e raffinato ma anche godibilissimo per pubblico non consueto alla musica classica, che va da Antonio Vivaldi (Concerto per 4 violini e orchestra d’archi in Si minore RV 580 e Concerto per due violini e due Violoncelli Sol magg. RV 575) ad Ottorino Respighi ( Antiche danze ed arie per liuto, Suite Nr. 3), al Liebeslieder-Walzer op. 52 di Johannes Brahms e alla Serenata Nr. 2 in Do magg di Robert Fuchs.

Per questo evento il Festival diretto da Chiara Giordano rivolge un invito particolare, con un ticketing dedicato, a tutti i musicisti calabresi, soprattutto ai giovani, ritenendo questo concerto un’occasione straordinaria e praticamente unica in questa regione, ancor più per i professionisti della musica.

Il presidente e direttore artistico del Festival, Chiara Giordano, sottolinea che «dopo il grande successo della programmazione 2022 fin qui realizzata, con consensi veramente lusinghieri, arrivati anche da contesti estremamente qualificati, a livello nazionale ed internazionale, nonché degli stessi artisti di più alto profilo, crediamo che il territorio, ovvero le istituzioni ma soprattutto l’impresa, l’associazionismo, gli operatori e così via, ora possano proficuamente riconoscersi in Armonie d’Arte, abbracciarlo e considerarlo uno strumento privilegiato di crescita e benessere, individuale e collettiva». (rcz)

Al via Armonie d’Arte Festival

Prende il via questa sera, al Parco Archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia, la 22esima edizione di Armonie d’Arte Festival, diretto da Chiara Giordano.

Ad aprire la kermesse, Toni Servillo in Raimondo, Vaniloquio non vano: un melologo inedito dello scrittore e critico letterario Silvo Perrella, con musiche originali del compositore Vincenzo Palermo, e la partecipazione di Alfio Antico con i suoi tamburi siciliani.

Ad accompagnare, la solista al flauto Maya Palermo e il coro femminile Ensemble Sententie Sonantes diretto da Alexandra Rudakova.

Un lavoro ispirato dalla figura alta, controversa ma fascinosa, di Raimondo di Sangro, Principe di Sansevero, ricordato per la “sua” eccezionale Cappella con il Cristo velato a Napoli, e simbolo di pensiero libero, laterale, non omologato, non di propaganda, assetato di innovazione.

Raimondo di Sangro è universalmente noto come l’ideatore della Cappella Sansevero; e non c’è visitatore della città di Napoli che non senta la necessità di visitare e ammirare il Cristo velato, opera scultorea del Giuseppe Sanmartino. Ma chi era quest’uomo geniale che i dizionari definiscono un inventore? Quali pensieri attraversavano la sua mente? E soprattutto che sentimenti provava per il mondo in cui viveva? Imbattendosi nella Lettera apologetica, pubblicata dal principe nel 1751, Chiara Giordano, direttrice artistica di Armonie d’Arte Festival, è partita da queste domande per commissionare un’opera inedita e originale sul settimo Principe di Sansevero.

Si è rivolta a Silvio Perrella, il quale ha subito accolto questa sorta di sfida, scrivendo un testo in versi che ha del melogogo e dell’oratorio laico, dove Raimondo prende la parola rivolgendosi a una donna fantomatica, che di volta in volta assume nuovi nomi. Parlandole Raimondo “sale”, cercando “vastità di sguardo”. Prima Sisifo, poi Prospero senza scettro, ma soprattutto Uomo-Cristo, si racconta a fiato perso, squaderna il suo mondo interiore, vela e svela chi sia, cosa voglia, perché per lui sia così essenziale essere liberi, capaci di correggere i propri errori, sempre pronti a rimettersi in gioco. La lingua usata da Perrella lo scolpisce, ne fa un essere sonante, s’insinua nella sua psiche.

E da questa lingua parte Toni Servillo per dare voce e corpo sonoro a quello che possiamo definire un pellegrino della libertà d’invenzione. Il grande attore ne segue l’ascesa, punteggiata dal ritmo indiavolato di Alfio Antico, che trae dai suoi tamburi siciliani veri e propri terremoti sonori ed emotivi. Sale, sale Raimondo fino alla radura da cui ogni cosa è visibile e lì viene preso “da formicolio di canto”.

Il compositore Vincenzo Palermo – che dopo una introduzione, quasi viatico ad apertura del lavoro con un tema cinquecentesco su cui innesta un tessuto musicale di fattura tutta contemporanea – traduce questo suo desiderio in coro femminile e lunghe note di flauto; ne fa un isola di meditazione quieta, che anticipa la “discesa” di Raimondo. Lo stesso Servillo asseconda il desiderio della voce di librarsi nell’aria. (rcz)

Osvaldo Napoli (Azione): Assicurare regolarità di apertura del Parco Scolacium

Il deputato di Azione e cittadino onorario di Squillace, Osvaldo Napoli, in una interrogazione al ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha chiesto di «assicurare la regolarità di apertura del Parco Scolacium» e di «rilanciare una struttura che riveste un ruolo strategico per lo sviluppo turistico dell’intera Regione Calabria».

Ricordando che si sta parlando del «principale sito storico-culturale dell’intera Regione, nonché di uno dei più grandi attrattori turistici dell’intero Mezzogiorno», il deputato di Azione ha spiegato che «dal 7 giugno 2022 è entrata in vigore la nuova programmazione estiva in cui è stata dimezzata l’apertura al pubblico del sito».

La riduzione degli orari «ha determinato grandi disagi e pesanti danni per le imprese ed i comuni del circondario» ed «è causata dalla carenza di personale di cui, secondo quanto riferito dalla direzione regionale dei musei della Calabria, il ministero della Cultura è informato. Lo stesso ministero – ha concluso Napoli – è stato sollecitato da diversi mesi per l’invio delle figure necessarie». (rcz)

Toni Servillo aprirà la 22esima stagione di Armonie d’Arte Festival

Sarà Toni Servillo ad aprire, il 22 luglio, al Parco Archeologico di Scolacium a Roccelletta di Borgia, la 22esima edizione di Armonie d’Arte Festival, fondato e diretto da Chiara Giordano.

Lo spettacolo, dal titolo Raimondo. Vaniloquio non vano, è una nuova produzione su un’opera inedita scritta per l’occasione da Silvio Perrella, con musiche originali dal vivo commissionate a Vincenzo Palermo.

Il lavoro è ispirato dalla figura alta, controversa e di certo di grande fascino di Raimondo di Sangro, Principe di Sansevero, ricordato per la “sua” eccezionale Cappella con il Cristo velato a Napoli al cui mondo appartengono anche, e non per caso, proprio Toni Servillo, Giordano, Perrella e Palermo.

«Abbiamo voluto dedicare l’inaugurazione della XXII edizione a questa figura di intellettuale, scrittore, illuminista antitradizionale, per la forte portata di modernità che rappresenta – ha dichiarato Chiara Giordano – come simbolo di pensiero libero, laterale, non omologato, non di propaganda, assetato di innovazione, capace di visione, tutti temi quanto mai contemporanei e coerenti al grave dibattito nazionale ed internazionale in corso».

All’opera, oltre la voce recitante di Toni Servillo, fulcro dell’intero spettacolo, parteciperanno dal vivo l’effervescente e raffinato musicista Alfio Antico con le sue fascinose tammorre, la giovane talentuosissima flautista Maia Palermo e il coro femminile Ensemble Sententie Sonantes, diretto da Alexandra Rudakova.

1Dopo 2 anni caratterizzati da diverse criticità – ha concluso il direttore Giordano – in cui comunque il Festival non si è fermato nonostante le avversità, e ringraziando tutti coloro che a vario titolo hanno partecipato a consentire questa necessaria resilienza evitando stop o default, oggi si sta lavorando per chiudere una pagina complessa del recente passato e per girare l’angolo guardando al futuro con nuova fiducia e con vecchi e nuovi partner. Ogni aspetto sarà declinato nell’imminente conferenza stampa di presentazione dell’intero Festival 2022». (rcz)

ROCCELLETTA DI BORGIA (CZ) – Tutto pronto per l’inaugurazione del Presepe di Sabbia

S’inaugura domani, a Roccelletta di Borgia, la terza edizione del Presepe di Sabbia, allestito a Piazza Federico, promosso dall’Associazione Cala-3, guidato da Giuseppe Calabretta, e che si potrà visitare fino al 9 gennaio.

Il suggestivo Presepe, composto da 300 tonnellate di sabbia, è stato reso possibile grazie alla sinergia del Comune, guidato da Elisabet Sacco e da cinque artisti internazionali, provenienti da Spagna, Ucraina e Francia.

All’inaugurazione di domani, saranno presente Calabretta, il sindaco Sacco, il parroco di Roccelletta di Borgia, don Raffaele Zaffino. Prevista, anche, la partecipazione del presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso.

Contemporaneamente verrà inaugurata anche l’area esterna del Villaggio natalizio con gli stand artigianali, l’area ristoro e la Casa di Babbo Natale. (rcz)

ROCCELLETTA DI BORGIA (CZ) – Riparte Tessere di Comunità

Il 28 ottobre, nella Parrocchia Santa Maria della Roccella di Roccelletta di Borgia, riprende il cammino di Tessere di Comunità, il progetto finanziato dai fondi Cei 8×1000 di Caritas Italiana, voluto dalla Diocesi di Catanzaro-Squillace e gestito dal Centro Calabrese di solidarietà.

L’obiettivo è quello di “curare” i legami per rendere le comunità vive, attraverso una serie di incontri settimanali in cui le famiglie sono protagoniste e possono donare, condividere, scambiare, emozioni, sentimenti, valori.

Un obiettivo, quello degli operatori del Centro Calabrese di Solidarietà che cercano di raggiungere promuovendo l’arricchimento e il potenziamento della comunità, con il potere del dialogo che genera reciprocità, incoraggiando corresponsabilità e nuove forme di mutualismo.

Il progetto, dunque, è rivolto a famiglie e genitori con figli tra 6 e 11 anni, ma anche ai nonni e agli zii. Cosa impareremo insieme? Cosa sanno fare i bambini, come ottenere comportamenti positivi, come i bambini possono dire “no” per stare fuori dai guai, come dare e ricevere indicazioni chiare, come dare delle regole, come comunicare in famiglia e come diventare genitori più sicuri che crescono figli più forti. Un percorso di dieci incontri, ogni giovedì a partire dal 28 ottobre della durata di circa tre ore.
Il percorso è completamente gratuito, la partecipazione è a numero chiuso per questo serve iscrizioni e selezione. Per le iscrizioni: telefonare allo 0961.557270 o inviare una mail a prevenzione@ccscatanzaro.it(rcz)

Armonie d’arte, suggestivo il viaggio nel mondo dell’amore con Andrea Camilleri

Metti l’inconfondibile voce di Andrea Camilleri e un musicista, Michele Marco Rossi, il Parco Archeologico Scolacium, ed ecco che si realizza un suggestivo viaggio nel mondo dell’amore, che ha stupito e stregato gli spettatori dell’edizione 2021 di Armonie d’Arte Festival, diretto da Chiara Giordano.

Intelletto d’amore, questo il titolo della particolarissima performance, un lavoro inedito nato dalla collaborazione tra il musicista Michele Marco Rossi e il grande scrittore siciliano che, appena un mese prima della scomparsa, ha registrato personali riflessioni sull’amore, con la sua nota brillantezza, intelligenza e profondità, a partire dalla poetica dantesca. Una vera chicca, in quanto trattasi dell’ultima testimonianza artistica e vocale esistente di Camilleri. progetto – coprodotto da Accademia Filarmonica Romana, Associazione Barattelli, Associazione Appassionata Macerata, Fondazione Teatri Reggio Emilia, Fondazione Perugia Musica Classica, Unione Musicale Onlus – che si articola in 4 fasi (Amore-Sacro, Amore-Sesso, Amore-Potere, Amore-Colpa), ognuna legata ad un pezzo commissionato a compositori contemporanei della scena internazionale: Matteo Franceschini, Noriko Baba, Vittorio Montalti, Pasquale Corrado.

Il resto del repertorio ha coinvolto altri autori: un Anonimo Medievale, Prokofiev, Sollima, De André, Marin Marais, Hildegard von Bingen, Paolo Aralla. Quest’ultimo ha curato anche i live elettronici.

Michele Marco Rossi è riconosciuto come uno dei musicisti della nuova generazione di riferimento nella nuova musica ed è dedicatario dei lavori per violoncello solo di molti tra i più importanti compositori a livello internazionale: Fabio Vacchi, Ivan Fedele, Matteo Franceschini, Alessandro Solbiati, Lucia Ronchetti, Filippo Perocco, Vittorio Montalti, Noriko Baba tra gli altri. (rcz)

ROCCELLETTA DI BORGIA (CZ) – Grande successo per ‘Artisti in Corsia’

Una serata di solidarietà in musica e parole è andata in scena con la quarta edizione di Artisti in Corsia, ideata per trasformare in realtà i sogni dei piccoli pazienti del “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro e organizzato dall’Associazione Acsa&Ste Onlus, presieduta da Giuseppe Raiola, in collaborazione con il Lions Club Catanzaro Host, presieduto da Antonio Scarpino.

L’evento, condotto da Domenico Gareri, si è svolto come progetto speciale e nell’ambito di Armonie d’Arte Festival, al Parco Archeologico Scolacium di Roccelletta di Borgia, e si è svolta prima del concerto di Francesco Renga.

Realizzare i sogni dei piccoli pazienti in degenza nei reparti pediatrici dell’Azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio significa regalae loro emozioni positive che li rendono più forti nella battaglia contro la malattia. Questi bambini, sono dei piccoli guerrieri che meritano tutto l’affetto e il sostegno possibile: un abbraccio di attenzioni che non manca nei reparti del presidio ospedaliero del Capoluogo di regione, dove il dottor Giuseppe Raiola e la dottoressa Maria Concetta Galati, rispettivamente direttore del reparto di pediatria e direttore del reparto di ematoncologia pediatrica, continuano il proprio percorso di impegno quotidiani alimentando la rete di solidarietà che, anche quest’anno, ha reso possibile la realizzazione di “Artisti in Corsia”.

L’incasso, infatti, sarà interamente impiegato nel progetto We will make your dream come true, grazie a cui vengono ricevute le segnalazioni dai più importanti ospedali pediatrici del Paese per la realizzazione dei sogni dei piccoli degenti: il fatto di veder realizzato un desiderio apparentemente impossibile, dà loro speranza. E’ come se pensassero: ma allora, tutto è possibile, tutto può accadere

L’evento si è articolato in due fasi: la  prima  parte dello spettacolo ha visto l’esibizione dei giovani talenti, pazienti di tutte l’età, medici, infermieri e tutti coloro che gravitano nel pianeta sanità. La seconda parte della serata ha visto invece il concerto del cantautore Francesco Renga.

Molti gli “Artisti in Corsia” che si sono susseguiti sul palco e che sono stati applauditi in modo fragoroso: Pierpaolo Vallone, Ginevra Costa, Adelaide Barbuto, Raffaele Prudente e Manuela Talarico, Lucia Perricelli, Alessandro Pugliese, Alessandro Dattola, Siria Michela Piteo, Manlio Colosimo.

Tra gli ospiti che si sono esibiti anche la cantante catanzarese Caterina Katia Oliverio che ha presentato il singolo dal titolo ‘Nuovi Eroi’, ovvero un brano scritto da Marco Greco nel periodo del lockdown e che per la cantante rappresenta un omaggio oltre che un sincero ringraziamento in musica per tutto il personale ospedaliero impegnato nel contrastare la pandemia da Coronavirus ed a salvare vite umane.

Il dottor Raiola, nel ribadire la ferma volontà di continuare a realizzare i sogni dei piccoli degenti grazie al sostegno di una fitta rete di solidarietà composta da realtà associative ed enti pubblici e privati, ha inteso ringraziare i partner e gli sponsor che hanno condiviso con entusiasmo e partecipazione le finalità benefiche dell’iniziativa: il Rotary club Catanzaro, il gruppo di Catanzaro dell’Ordine di Malta, l’associazione Moglie Medici Italiani di Catanzaro, il Maestro orafo Michele Affidato, la concessionaria Ruga di Catanzaro, Gas 2000 srl e il negozio Wind-Tre di Corso Mazzini a Catanzaro.

È stata, quindi, la volta del concerto di una voce unica e subito riconoscibile quella di Francesco Renga, uno dei più grandi cantautori del panorama musicale italiano. Oltre 35 anni di carriera e tanti singoli di successo alle spalle, Renga  ha iniziato i in uno dei più influenti gruppi rock degli anni ’90, in qualità di frontman, i Timoria. (rcz)

CATANZARO – Il 16 agosto la quarta edizione di “Artisti in Corsia”

È in programma, il 16 luglio, a Roccelletta di Borgia, al Parco Scolacium, la quarta edizione di Artisti in Corsia, l’iniziativa organizzata dall’associazione Acsa & Ste Onlus, in collaborazione con il Lions Club Catanzaro Host, che grazie al progetto “We will make your dream come true” si pone l’obiettivo di trasformare in realtà le richieste dei piccoli pazienti affetti da patologie di particolare gravità.

Quest’anno, inoltre, questa edizione si svolgerà come sezione speciale Pop ed Eventi Benefici di Armonie d’Arte Festival, diretto da Chiara Giordano.

Nella sala multimediale dell’ospedale “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro sono stati presentati tutti i dettagli nel corso della conferenza stampa moderata da Domenico Gareri, che sarà anche il presentatore della serata.
«Questa manifestazione – ha affermato Giuseppe Raiola, presidente associazione Acsa & Ste Onlus e past president Lions Club Catanzaro Host – è nata per caso grazie ad un giovane paziente; da quel momento siamo stati travolti dalla magia di un evento che ogni anno stupisce tutti, anche noi organizzatori».
L’edizione di quest’anno sarà resa ancora più speciale dalla presenza di un cantautore italiano molto amato.
«Special guest star – ha raccontato Raiola – sarà Francesco Renga, che farà anche visita nel reparto di Pediatria ed Emantocologia Pediatrica. Ringraziamo della collaborazione il promoter Maurizio Senese».
«Grazie a questo progetto – ha dichiarato Maria Concetta Galati, direttore della U.O. di Ematoncologia Pediatrica – sono stati tantissimi i desideri realizzati dei nostri piccoli pazienti che, ogni volta, ci disarmano per la loro gioia pura e incontenibile».
«I bambini e il dottor Raiola – ha sottolineato Antonio Scarpino, presidente Lions Club Catanzaro Host – ci hanno insegnato che tutto è possibile e quando riusciamo a trasformare in realtà una richiesta è la più grande delle vittorie».
L’evento è stato sposato anche dal Rotary Club Catanzaro.
«Sono orgoglioso – ha evidenziato il presidente Vito Verrastro – che in città ci siano persone come il dottor Raiola. Questa iniziativa si inserisce perfettamente in due delle aree di intervento del Rotary International: prevenzione e cura delle malattie e salute materna e infantile. Inoltre, il motto dell’anno rotariano 21-22 è “servire per cambiare vite”: non potevamo non essere presenti per il terzo anno consecutivo».
Presente il commissario straordinario della A.O., Francesco Procopio: «Sin dal mio arrivo, mi ha subito colpito la vicinanza della cittadinanza all’ospedale. Vi è una grande fiducia in questa struttura. Il Pugliese ha dato una grande risposta durante il Covid. Ringrazio i Club Service per il supporto offerto in questi mesi di pandemia. Questi gruppi e la presenza di professionisti come il dottor Raiola sono la conferma che in Calabria se si vuole si possono fare grandi cose».
Il 16 agosto la serata sarà aperta dai piccoli talenti legati ad Artisti in Corsia.
I biglietti, il cui ricavato andrà in beneficenza per realizzare i sogni dei bambini, possono essere acquistati sul portale ticketone e tramite l’agenzia “Present&Future” sita a Catanzaro in via Ciaccio, 10, da lunedì a venerdì, dalle ore 9 alle ore 17. Per info: 0961744565 – 366 3432303. (rcz)

A Roccelletta di Borgia torna l’Armonie d’Arte Festival

È stata presentata la 21esima edizione di Armonie d’Arte Festival, che quest’anno, grazie alla sinergia con la Provincia e il Comune di Catanzaro, si svolgerà non solo al Parco Scolacium, ma anche Parco Internazionale della Scultura e della Biodiversità Mediterranea.

«Da un lato – ha sottolineato il direttore artistico, Chiara Giordano – Scolacium, qui, dove il tempo passa e rimane, ci alimentiamo di memoria”, dall’altro, il Parco della Biodiversità, “qui, dove il tempo corre e rincorre, ci nutriamo di futuro».

Un Festival e due parchi, quindi, saranno lo scenario naturale e perfetto di spettacoli di musica, teatro, danza e non solo, con la permanente identità colta e di profilo internazionale.

Altra importante novità è la partnership con la società “My World” che, se da una parte è un moderno strumento di cashback, dall’altra, rappresenta una competitiva opportunità di indotto socio-economico che il Festival può attivare anche a favore del territorio stesso. My World è presente in 53 paesi da 20 anni e oggi il suo network ha marchi leader nei vari settori commerciali; tutto ciò determina un’importante visibilità per il Festival che, a sua volta, diventa un prodotto da vivere. Il sistema sarà attivo dal primo agosto e tutte le info saranno disponibili sul sito armoniedartefestival.com.

Il terzo partenariato culturale, fondamentale per l’internazionalizzazione del brand Festival e, quindi, del brand Calabria, è con la Consulta dei Calabresi del Mondo, il cui vice presidente è Salvatore Tolomeo, coordinatore generale di tutti consultori presenti negli altri paesi.

«Questo accordo – ha dichiarato Chiara Giordano – è la testimonianza del profilo internazionale del Festival e, nello stesso tempo, è un punto di partenza per un networking forte e costruttivo con quei calabresi che con successo, umano e professionale, rappresentano felicemente questa terra a livello globale; una loro terra comunque, piena di bellezza naturale, di storia antica e valori fondativi e fondamentali della cultura occidentale; una terra da cui sono partiti in tanti, come semi al vento, per fecondare altre terre che, grazie a loro, sono diventate belle e grandi».

Per Sergio Abramo, presidente della Provincia di Catanzaro, «Armonie d’Arte è un evento di grande spessore artistico e culturale, siamo felici di accogliere in città Chiara Giordano e le sue iniziative dalla grande ricaduta a livello internazionale. Grandissimi gli sforzi per portare avanti una manifestazione di questo livello e, per questo, chiedo alla Regione di lavorare di più e meglio per tranquillizzare coloro che creano e promuovo la cultura nel nostro territorio. L’attività degli enti, Regione, Provincia e Comune, devono essere in sinergia per continuare a dare vita a questi eventi».

«Il nostro Comune – ha dichiarato Elisabeth Sacco, sindaco di Borgia – si identifica con Armonie d’Arte e viceversa ma il Festival appartiene al mondo e siamo felici che possa ampliare la sua magia sempre più. Siamo onorati che le radici di Armonie d’Arte siano a Scolacium, nel territorio borgese: insieme continueremo a crescere».

Roberto De Donno, manager delegato della società My World ha dichiarato che «da meridionale sono orgoglioso di lavorare per questo Festival. Distribuiremo a tutti gli spettatori di Armonie d’Arte una card che sarà uno scrigno di informazioni ma anche di agevolazioni e promozioni».

Salvatore Tolomeo, presidente della Consulta regionale dei Calabresi nel Mondo, ha dichiarato che «dopo la proposta di Armonie d’Arte sono giunte adesioni da Melbourne, dalla California. I calabresi sparsi nel mondo sono tantissimi e faranno sentire il loro entusiasmo. La politica, in questa regione, deve dare attenzione a chi ha a cuore la Calabria e deve creare una regia per sostenere la cultura sul territorio». (rcz)