;
ambiente vartakidz

Quasi 600 gli studenti calabresi impegnati nella salvaguardia dell’ambiente

Un progetto, quello promosso dall’azienda tedesca Varta con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che vuole informare ed educare i bambini e ragazzi sulla raccolta differenziata e sul corretto smaltimento delle pile.

In Calabria, sono quasi 600 gli studenti delle classi classi 4^ e 5^ delle Scuole Primarie e alle classi 1^ delle Scuole Secondarie di Primo Grado per l’anno scolastico 2019-2020, ad aver aderito all’iniziativa, e sono dell’Istituto Magistrale “Santa Caterina da Siena” di Paola, degli Istituti Comprensivi: “Manzoni” di Catanzaro; “T. Cornelio” di Rovito; “Guglielmo Sabatini” di Borgia; “Carducci – V. da Feltre” di Reggio Calabria; “I Circolo” di Vibo Valentia e degli Istituti Comprensivi di Briatico e Montello Ionico.

Ogni classe partecipante riceverà un kit contenente 25 libretti didattici, una locandina da appendere nella bacheca della classe o dell’istituto e un flyer informativo.

I libretti spiegano in modo chiaro e semplice la composizione della pila, la sua storia, le sue funzioni e il corretto smaltimento al termine dell’utilizzo, ma soprattutto, riescono a coinvolgere e ad appassionare i più giovani grazie alle vignette di Vartaboy e Vartagirl, i due supereroi creati da Gabriele Barsotti, studente della Scuola del Fumetto.

Entro aprile 2020, gli studenti sono invitati a realizzare, con il supporto del docente, un elaborato artistico di classe sulle tematiche affrontate, scegliendo tra due tracce: Crea con diversi materiali la Pila del Futuro per la tua classe per ricordare a tutti quelli che la incontrano i segreti del riciclo responsabile! oppure Crea un fumetto dell’avventura dei protagonisti del libretto in giro per il mondo alla salvaguardia dell’ambiente (fino ad un massimo di 8 vignette).

I lavori saranno esaminati da una commissione, che, entro l’11 maggio 2020, decreterà le tre classi vincitrici premiandole con un buono del valore di 1.500 euro per l’acquisto di apparecchi utili per la didattica (computer, tablet, stampante ecc.). (rrm)