La Camera di Commercio di Catanzaro alla Fiera Gulfood 2021 di Dubai

 

Il presidente della Camera di Commercio di CatanzaroDaniele Rossi, è a Dubai per la Fiera Gulfood 2021, e, per l’occasione, insieme al segretario generale Bruno Calvetta, hanno incontrato il console Giuseppe Finocchiaro.

La Fiera Gulfood è, da sempre, considerata una delle esposizioni più importanti al mondo e questa edizione verrà ricordata perché , in tempo di pandemia, è stata organizzata in presenza. Tante le persone presenti e, l’Italia, ha riferito Rossi, «è ben rappresentata».
«Girando – ha spiegato – si può capire come le persone vogliono tornare alla normalità. I controlli ci sono e sono ben organizzati. Ci sono limitazioni nel numero di presenze negli stand, ovviamente la mascherina obbligatoria, dispenser per la mani dappertutto ma, soprattutto, è tangibile la presenza degli addetti al controllo che intervengono appena uno “sgarra”. Multa di 700 dollari se non indossi la mascherina. Non so se hanno fatto bene ad organizzare questa manifestazione in presenza ma, di sicuro, l’organizzazione è impeccabile. A Dubai c’è un controllo rigido e non farlocco come spesso accade da noi».
Si è trattato di un primo approccio dell’Ente camerale con la rappresentanza diplomatica nel Paese Arabo.
«L’incontro con il Console – ha dichiarato il presidente Rossi – è stato importante per una realtà com’è quella della Camera di Commercio di Catanzaro. Infatti, abbiamo trovato grande interesse verso le attività che stiamo avviando, sintomo che la strada tracciata va nella direzione giusta. Inoltre, in vista dell’Expo di Dubai che si terrà nei prossimi mesi, è stato per noi significativo avviare un canale di dialogo diretto con il Consolato italiano. È stata anche l’occasione ideale per far ripartire i contatti già avviati tra l’Ente camerale catanzarese e la Camera di Commercio italiana negli Emirati Arabi Uniti (Iicuae)».
«Con il suo segretario generale Mauro Marzocchi – ha aggiunto – ho riannodato i fili di una collaborazione che si era interrotta a causa della pandemia: gli eventi mondiali che interessano Dubai nei prossimi mesi, fanno sì che ci siano possibilità interessanti per le imprese della provincia di Catanzaro, tanto che già a maggio sarà avviato un percorso formativo e di tutoraggio dell’Iicuae per le aziende catanzaresi in vista di un evento espositivo di novembre 2021. Allo studio, poi, l’istituzione a Dubai di un desk annuale permanente della Camera di Commercio di Catanzaro».
«Sono molto contento – ha concluso – di aver partecipato alla fiera Gulfood 2021 perché abbiamo visto come, nel pieno rispetto di normative anticontagio molto serie, è possibile realizzare eventi internazionali in presenza che garantiscano tanto la sicurezza sanitaria quanto l’esigenza di scambi commerciali e quindi economici». (rcz)

CATANZARO – Bruno Calvetta è il segretario generale della Camera di Commercio di CZ

Prestigioso incarico per Bruno Calvetta, che è il nuovo segretario generale della Camera di Commercio di Catanzaro, succedendo a Stefania Celestino, andata in pensione.

«Sono felice di dare il benvenuto a Bruno Calvetta a nome mio, della Giunta, del Consiglio e di tutti i dipendenti della Camera di Commercio di Catanzaro – ha dichiarato Daniele Rossi, presidente della Camera di Commercio di Catanzaro –. Sono certo che la sua guida esperta sarà di fondamentale importanza nel traghettare l’Ente attraverso un periodo di grandi trasformazioni sociali e dunque economiche qual è quello che stiamo vivendo. In vista anche dell’accorpamento con gli Enti di Crotone e Vibo Valentia, la Camera di Commercio di Catanzaro potrà avvalersi di una guida amministrativa di spessore che, in piena continuità con il lavoro serio, capace e di alta qualità svolto dal compianto Maurizio Ferrara prima e da Stefania Celestino poi, darà al nostro Ente un futuro solido».

«Un sentito grazie – ha concluso – voglio rivolgerlo a Stefania Celestino per il lavoro svolto soprattutto in questi ultimi mesi».

«Le attività economiche e i professionisti della provincia di Catanzaro – ha detto Calvetta – hanno necessità di trovare nella Camera di Commercio di Catanzaro un punto di riferimento, anche e soprattutto adesso che ci troviamo in un periodo di transizione per l’intero sistema camerale e ancor di più per il nostro Ente».

«Per questo motivo – ha concluso – c’è bisogno di proseguire nel solco della massima operatività e disponibilità verso il tessuto economico, senza interrompere o senza rallentare quella che è stata finora l’attività della Camera di Commercio e che è stato portato avanti sin qui con ottimi risultati». (rcz)

Aeroporti, gli Enti camerali calabresi a confronto col presidente della Sacal

Le prospettive di sviluppo infrastrutturale degli scali aeroportuali calabresi. È stato questo il fulcro dell’incontro tra i presidenti delle Camere di Commercio di Catanzaro, Reggio e Crotone – rispettivamente Daniele RossiAntonino TramontanaAlfio Pugliese – con il presidente della Sacal, Giulio De Metrio.

L’appuntamento, che ha visto la partecipazione anche del presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara e del direttore di Unindustria Calabria, Dario Lamanna, è servito ad avviare un confronto sulle esigenze dei singoli aeroporti sia per quanto attiene alle singole strutture che per quanto attiene all’implementazione dei servizi.

«C’è una vera unità di intenti e di visione tra le Camere di Commercio di Catanzaro, Reggio Calabria e Crotone e il presidente De Metrio – hanno detto al termine della riunione i tre presidenti –. Abbiamo condiviso l’esigenza di affrontare in maniera pianificata gli interventi che saranno necessari, percorrendo la strada con tempi che siano più rapidi possibile ma senza trascurare alcun aspetto di base, seguendo una precisa linea direttiva che è quella della programmazione e del controllo».

«È l’unica impostazione – hanno aggiunto – che potrà permettere agli aeroporti calabresi – e quindi a tutta la regione – di farsi trovare pronti davanti alle sfide del mercato e alle esigenze del territorio. Siamo felici che con il presidente De Metrio ci si sia trovati perfettamente d’accordo su questa impostazione».

Su Facebook, il presidente dell’Ente camerale catanzarese ha ribadito come «sul tavolo ci sono importanti piani di sviluppo: la competenza specifica nel settore del presidente De Metrio e il contributo attento che arriva dai territori possono essere la chiave giusta attraverso cui dare concretezza ai progetti e dare quindi risposte tanto al mondo economico locale quanto a tutti i cittadini calabresi».

«L’occasione di incontro – ha commentato il presidente dell?Ente camerale crotonese, Alfio Pugliese – ha consentito di poter definire una linea di azione congiunta tra i territori di Crotone, Catanzaro e Reggio Calabria con riferimento alle strutture aeroportuali in essi esistenti rispetto i flussi turistici collegati».

«Il tutto – ha aggiunto – nell’ottica di uno sviluppo infrastrutturale che abbia come riferimento, per il territorio crotonese, anche l’area portuale ed il bacino di utenza che essa genera».

«Come Camera di Commercio di Crotone – ha concluso il presidente Pugliese – abbiamo operato in prima linea sia nella predisposizione del Master Plan che nel nuovo piano regolatore del porto di Crotone – conclude il Presidente Pugliese –  e siamo certi che l’integrazione con il flusso turistico generato dagli scali aeroportuali del territorio, in sinergia con le amministrazioni di Catanzaro e Reggio Calabria, possano generare un enorme beneficio economico e occasione di sviluppo territoriale per le nostre imprese». (rrm)

 

CATANZARO – Dalla Camera di Commercio fino a 3 mila euro a fondo perduto per coltivatori e imprese agricole

Alla Camera di Commercio di Catanzaro, il presidente dell’Ente, Daniele Rossi, ha presentato il bando Ripartiamo dall’Agricoltura, alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, del segretario generale Stefania Celestino, del consigliere regionale della Lega, Filippo Mancuso, di Walter Placida, presidente di Confagricoltura Catanzaro, Maria Grazia Milone, presidente Cia Calabria Centro e di Fabio Borrello, presidente di Coldiretti Catanzaro- Crotone- Vibo Valentia.

L’Ente, infatti, con questo bando ha messo a disposizione, a fondo perduto, fino a 3 mila euro per le imprese del settore agricolo, che potranno fare domanda dalle 8.00 del 31 agosto con l’attivazione della procedura telematica sulla piattaforma InfoCamere Webtelemaco.

A beneficiare della misura saranno i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli a titolo principale identificati nell’elenco dei codici Ateco allegato al bando e disponibile sul sito della Camera di Commercio di Catanzaro www.cz.camcom.it.

La misura è dedicata a finanziare iniziative volte a migliorare il rendimento e la sostenibilità globale dell’azienda agricola attraverso una riduzione dei costi di produzione o il miglioramento e la riconversione della produzione, realizzare e migliorare infrastrutture (anche tecnologiche) connesse allo sviluppo, favorire gli investimenti nella trasformazione e nella vendita diretta di prodotti agricoli e ristorare e/o contribuire alle spese per la messa in sicurezza degli ambienti di lavoro ed è cumulabile con altri interventi.

«Con i bandi su turismo e agricoltura – ha dichiarato il presidente Rossi – abbiamo inteso dare un segnale forte al tessuto economico locale: si tratta di due settori che caratterizzano l’economia della nostra provincia e della Calabria intera, per questo era necessario sostenerli con misure specifiche e dedicate. Misure pensate assieme alle associazioni di categoria e perciò rispondenti alle necessità di chi opera quotidianamente nel settore: è un’impostazione, quella del confronto e della concertazione, che a mio avviso è imprescindibile per gli Enti locali».

«Solo così – ha aggiunto – è possibile dare una mano concreta alle imprese e ottenere quindi una ricaduta diretta sul territorio. Anche oggi sono felice della presenza di un alto rappresentante della Regione Calabria: la partecipazione dell’assessore Gallo è importante perché conferma l’intenzione della Giunta regionale di voler avviare una stagione di collaborazione istituzionale che non può che far bene alla nostra provincia e alla regione intera».

L’assessore Gallo, dal canto suo, ha sottolineato come «quello della Camera di Commercio di Catanzaro sia uno sforzo importante prodotto attraverso un metodo che ritengo corretto, quello della concertazione e del confronto con le associazioni di categoria. È lo stesso criterio che stiamo adottando in Regione e che è alla base dei prossimi bandi che, ad esempio, l’assessorato all’Agricoltura pubblicherà a breve. Condivido poi con l’Ente camerale l’intenzione di finanziare in maniera specifica quelle che sono le imprese che realmente producono valore per la nostra regione, quelle fatte dalle persone che si spaccano la schiena e a fine giornata si asciugano il sudore sulla fronte».

Filippo Mancuso ha sottolineato, invece, il lavoro del nuovo corso alla guida della Regione Calabria: «Rispetto al passato è in atto un cambio di passo evidente da parte della presidente Santelli e della sua Giunta. Basti pensare che finalmente la Giunta può contare sulla presenza di un assessore al Turismo e uno all’Agricoltura che prima non c’erano ma che oggi sono responsabili di settori-chiave per la Calabria».

«Mi fa piacere sottolineare l’importanza del metodo utilizzato nella stesura del bando – ha detto Maria Grazia Milone -. Il lavoro di confronto a monte ha permesso oggi di avere una misura su cui già ci sono parecchi apprezzamenti da parte delle aziende nostre associate: grazie quindi alla Camera di Commercio, al presidente Rossi e alla sua Giunta per aver inteso percorrere una strada di condivisione e discussione con il mondo imprenditoriale».

 

Per Placida, Ripartiamo dall’Agricoltura è «finalmente un bando snello che si rivolge alle imprese che realmente hanno necessità di veder sostenuti i propri sforzi nell’attività che conducono. Abbiamo infatti ritenuto necessario ridurre la platea dei beneficiari, e su questo sono felice della collaborazione che tra associazioni di categoria siamo riusciti a portare avanti, a chi opera in via esclusiva nel settore agricolo. Si tratta infatti di imprese che hanno subito in maniera significativa i rilessi del blocco delle attività economiche durante la quarantena obbligatoria: ci sono dei comparti, come quello florovivaistico e quello oleario, per i quali gli effetti non sono ancora quantificabili. Questa misura era quindi necessaria ed era necessario renderla fruibile con un bando snello e rapido».

 

Infine Borrello ha valutato positivamente «le finalità del bando e l’impostazione sulla platea di beneficiari, che si tradurranno in un vero aiuto per il comparto. Voglio anche io sottolineare – ha proseguito – quanto sia importante il fatto di averlo reso snello nelle procedure burocratiche per la presentazione delle domande. Proprio la burocrazia è spesso un costo che ricade sulle imprese e rallenta in maniera a volte determinante l’attività d’impresa: grazie quindi alla Camera di Commercio per aver recepito in maniera così sostanziale le sollecitazioni arrivate da tutte le associazioni di categoria». (rcz)

CATANZARO – La Camera di Commercio presenta i bandi sul turismo e sull’agricoltura

Questa mattina, a Catanzaro, alle 12.00, alla Camera di Commercio, Daniele Rossi, presidente dell’Ente Camerale, presenta il bando Ripartiamo dal Turismo.

Partecipano l’assessore regionale al Turismo, Fausto OrsomarsoFabrizio D’Agostino, presidente regionale di Federalberghi e Aldo Ferrara, presidente di Unindustria Calabria.

Domani, alle 11.30, sarà presentato il bando Ripartiamo dall’Agricoltura, alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo.

Partecipano Walter Placida, presidente provinciale di ConfagricolturaMaria Grazia Milone, presidente Cia Calabria Centro, e Fabio Borrello, presidente Coldiretti Catanzaro, Crotone-Vibo Valentia. (rrm)

La Camera di Commercio di Catanzaro con Ebay per l’e-commerce delle imprese

La Camera di Commercio di Catanzaro, guidata da Daniele Rossi, è tra i 56 Enti camerali italiani che hanno aderito alla partneship con Ebay, per aiutare le imprese ad aprirsi al mercato online e promuovere il digitale come chiave di successo per i business tradizionali.

« Il nostro obiettivo – ha spiegato Sara Cendaroni, sales director Italia di Ebay – è quello di proporre l’eCommerce come strumento che valorizza e rilancia le attività tradizionali delle nostre imprese, un alleato che non si mette in competizione con loro ma le aiuta ad andare oltre i confini locali e trovare nuovi stimoli per crescere. Per questo, quello che valorizziamo è il ‘Commerce’, un concetto in cui online e offline sono strumenti che convivono e insieme supportano il business delle imprese italiane»

La sinergia siglata, infatti, prevede la formazione esclusiva da parte di un trainer eBay ai Promoter Digitali dei Pid – Punti Impresa Digitale delle Camere aderenti, che andranno poi a supportare nei territori le imprese e microimprese nell’apertura del canale online. Parallelamente alla formazione dei Digital Promoter delle Camere di commercio, eBay ha creato un portale dedicato a quella delle imprese, la ‘eBay University’, a cui le aziende potranno accedere per consultare gratuitamente contenuti esclusivi e corsi dedicati: un vero e proprio spazio formativo dove trovare tutte le informazioni utili per approcciarsi con successo all’eCommerce.

«La digitalizzazione delle imprese è un processo fondamentale per il tessuto economico della provincia di Catanzaro – ha spiegato il presidente della Camera di Commercio Daniele Rossi – soprattutto alla luce delle ulteriori difficoltà dovute all’emergenza sanitaria tutt’ora in corso. La sinergia con eBay si inquadra, quindi, perfettamente nel percorso già tracciato dal Pid di Catanzaro e dall’ufficio Promozione della Camera di Commercio relativo proprio all’incremento delle competenze e della presenza digitale delle imprese locali quale veicolo di sviluppo di mercati più ampi e senza confini fisici. Credo, allora, che si tratti di un’opportunità che le nostre imprese devono cogliere con interesse e particolare attenzione».

Per agevolare le imprese anche dal punto di vista economico, nell’ambito della partnership, eBay offrirà 12 mesi gratuiti per l’apertura di un negozio Standard e 6 mesi gratuiti per il negozio Premium, oltre all’opportunità di non pagare alcuna tariffa sul venduto per 135 giorni dall’attivazione del negozio eBay e della promozione. Per usufruire della convenzione è fondamentale che le imprese interessante siano iscritte alla Camera di Commercio di Catanzaro e non abbiano già attivato un proprio negozio online su eBay, ma per farlo si rivolgano direttamente al Punto Impresa Digitale della Cciaa catanzarese (0961888291 o pid@cz.camcom.it).

Grazie a questo accordo, si darà la possibilità alle imprese italiane di accedere in maniera ancora più semplice e immediata al mercato globale di eBay, che conta oggi oltre 174 milioni di acquirenti attivi.

Oltre al supporto e alle promozioni, per tutte le imprese che si saranno registrate nell’ambito del progetto e sono attive su eBay, saranno previste ulteriori promozioni con la messa a disposizione gratuita di 3 ticket di supporto da parte di un esperto tecnico eBay e lo sconto del 50% sulle tariffe sponsorizzate, oltre a un consulente dedicato per le sponsorizzazioni.

«Siamo estremamente orgogliosi – ha concluso Sara Cendaroni – di questa partnership con le Camere di Commercio e con Dintec – Agenzia nazionale del Sistema camerale. Un accordo che ci permette di arrivare in modo capillare alle aziende dell’intero territorio nazionale, andando ad aiutare concretamente tutte quelle PMI e microimprese che stanno affrontando le enormi sfide che abbiamo di fronte». (rrm)

La Camera di Commercio di Catanzaro punta a internazionalizzare le imprese e la Calabria

Prosegue l’impegno della Camera di Commercio di Catanzaro nelle attività di confronto e concertazione sulle misure di sviluppo del tessuto economico locale. Nella giornata di ieri, infatti, la task force dell’Ente camerale si è riunita per discutere dell’internazionalizzazione delle imprese e della Calabria.

Le idee, le relazioni analitiche e le valutazioni di prospettiva scaturite dalla riunione andranno a costituire, assieme a quelle che emergeranno dai prossimi appuntamenti cui prenderanno altri imprenditori calabresi dislocati in tutto il mondo, un pacchetto di proposte concrete su cui si concentrerà il lavoro della Giunta camerale sul tema dell’internazionalizzazione nei prossimi mesi.

Presenti l’on. Nicola Carè, imprenditore italiano in Australia, segretario generale della Camera di Commercio italiana a Sydney e deputato di Italia Viva eletto nella circoscrizione Estero, Frank Carioti, imprenditore calabrese che da decenni vive e opera in Australia e che la Camera di Commercio ha coinvolto nel progetto come delegato dell’Ente per l’estero, Daniele Rossi, presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, il componente di Giunta camerale Saverio Nisticò, Ivan Cardamone, assessore alla cultura del Comune di Catanzaro, e Francesco Viapiana, consigliere camerale e reduce da un progetto di collaborazione internazionale con la Cina.

«La riunione di oggi – ha spiegato il presidente Rossi – serve a dare continuità ad un progetto in cui la Camera di Commercio di Catanzaro crede molto. Non si tratta di una semplice tavola rotonda che ha come oggetto la creazione di nuovi rapporti internazionali con tra imprese locali e mercati esteri, si tratta piuttosto di confrontarsi sul futuro della nostra provincia, e quindi della Calabria, nei processi economici internazionali. Si tratta di capire tutti assieme come favorire le imprese nell’approccio con l’estero, ma anche come favorire gli investitori e i turisti stranieri a fare della Calabria una meta ambita e interessante. In quest’ottica è determinante l’apporto di conoscenze, esperienza, know-how che bravi imprenditori calabresi all’estero possono portare al tavolo del confronto».

Tra i temi più dibattuti quello della burocrazia, tanto per l’export quanto per la possibilità di attrarre capitali dall’estero: «C’è necessità – ha detto Nisticò – di creare le condizioni migliori affinché investire in Calabria sia semplice e vantaggioso . Ci sono investitori internazionali che potenzialmente sarebbero interessati a far business in Calabria, ma bisogna essere competitivi con il resto del mondo dal punto di vista burocratico per riuscire ad intercettare certi capitali».

«Il tema della burocrazia – ha dichiarato l’on. Carè – è stringente in Italia e soprattutto in Calabria, dove spesso i progetti si arenano a causa delle lungaggini che scoraggiano qualunque imprenditore. Dobbiamo considerare quindi degli interventi in questo senso proprio perché dallo stimolo all’attività imprenditoriale ci sono enormi ritorni dal punto di vista sociale. Le ricadute positive dell’apertura ai mercati e ai capitali esteri che non siano prettamente economiche, spesso, sono la colonna portante di uno sviluppo strutturato, solido e di lungo periodo».

«La mia casa – ha dichiarato Carioti – è qui in Australia, ma il mio cuore è in Calabria e sento il bisogno di contribuire con idee, conoscenze e relazioni che ho sviluppato negli anni ad un progetto che sia realmente capace di aiutare la mia terra natia a svilupparsi. Non dobbiamo pensare alla Calabria come ad una terra esclusiva per ciò che di naturale e culturale offre, in Italia e nel mondo ci sono molte destinazioni con cui competere sotto questi profili, piuttosto dobbiamo imparare a valorizzare ciò che siamo: noi calabresi siamo il valore aggiunto della nostra terra e su questo bisogna lavorare per comunicarlo all’esterno». (rcz)

 

CATANZARO – La Camera di Commercio in aiuto della ristorazione

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Catanzaro, tramite la propria Azienda Speciale “Promo Catanzaro”, presieduta da Francesco Chirillo, ha attivato il bando Digitalizzazione attività ristorative emergenza Covid 19, una misura di intervento a favore delle attività di ristorazione della Provincia di Catanzaro mediante l’erogazione di contributi a sostegno della realizzazione di interventi di digitalizzazione e attivazione di servizi di food delivery intesi a prevenire e contenere il contagio da Covid-19.

Il bando è finalizzato, in particolare, alla realizzazione di investimenti orientati alla digitalizzazione di procedure normalmente svolte a stretto contatto con il pubblico e/o a rischio contagio da Covid 19 (ad es. gestione comande al tavolo, consultazione menù cartaceo, pagamento in contanti, etc.) nonché all’attivazione della consegna a domicilio per il tramite di servizi terzi di “food delivery”, con lo scopo di favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

Le risorse complessivamente stanziate da “Promocatanzaro” con la Camera di Commercio, a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 100.000,00 (centomila), e i voucher avranno un importo unitario massimo di euro 1.500.00. L’entità massima del voucher non può superare il 50% delle spese ammissibili. 6. Il contributo viene riconosciuto solo a fronte di una spesa minima tra quelle ammissibili di euro 500,00 (cinquecento).

Le richieste di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 8.00 del 29 giugno 2020 alle ore 21:00 del 30 luglio 2020. Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini. Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande di ammissione al contributo.

Il bando si può consultare al seguente link. (rcz)

CATANZARO – La Camera di Commercio stanzia 1,1 milioni di fondi per le imprese

1,1 milioni per le imprese. Sono questi i fondi che la Camera di Commercio di Catanzaro ha stanziato – dopo il primo bando Affrontiamo l’emergenza che ha messo in campo 1,5 milioni di euro per l’erogazione di finanziamenti interamente garantiti dalla Cciaa – per le imprese per favorire la ripartenza del sistema produttivo della provincia di Catanzaro.

Il primo strumento ad essere avviato nelle prossime settimane sarà un bando, su un modello nazionale predisposto da Unioncamere, per l’erogazione di voucher a copertura degli interessi che le imprese dovranno corrispondere sui finanziamenti di qualsiasi natura attivati nel corso dell’emergenza Covid-19. In particolare saranno erogati voucher che copriranno un montante di circa 6 milioni di euro di credito. L’intervento consentirà, di fatto, una immediata immissione di liquidità nelle casse delle imprese che saranno complementari alle altre misure messe in campo dal governo e dalla Regione Calabria.

Ulteriori misure di intervento saranno messe in campo con uno stanziamento di 250 mila euro a favore del settore turistico e con ulteriori 250 mila euro per l’agricoltura, due comparti determinanti nel sistema economico della provincia di Catanzaro che saranno supportati con strumenti ad hoc in via di definizione. La giunta ha inoltre indicato ulteriori misure a supporto del digitale con un programma triennale per l’erogazione di voucher per un totale di 360 mila euro e ha destinato ulteriori 100 mila euro annuali sul comparto turismo attraverso la creazione di un brand ‘Catanzaro’ che servirà da motore promozionale per i prossimi 3 anni e che sarà realizzato con il supporto dell’Istituto nazionale ricerche turistiche (Isnart).

Insieme agli interventi a favore delle imprese, l’azienda speciale Promocatanzaro lavorerà sull’erogazione di voucher destinati ai consumatori per un importo totale di 100 mila euro che serviranno ad incoraggiare la spesa presso gli esercizi commerciali del territorio. La giunta camerale ha, inoltre, riservato una quota di circa 300 mila euro da modulare nelle prossime settimane in base alle azioni messe in campo a livello centrale e a livello regionale.

«La giunta camerale – a cui va il mio più sincero grazie per il gran lavoro fatto e per il supporto – ha inoltre riservato una quota di circa 300 mila euro da modulare nelle prossime settimane in base alle azioni messe in campo a livello centrale e a livello regionale» ha scritto su Facebook Daniele Rossi, presidente della Camera di Commercio di Catanzaro. (rcz)

La Camera di Commercio alla Fiera enogastronomica Gulfood di Dubai

La Camera di Commercio di Catanzaro, guidata da Daniele Rossi, insieme al segretario della Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti, Mauro Marzocchi, sta partecipando alla 25esima edizione di Gulfood, la più grande fiera enogastronomica del Medio Oriente.

L’obiettivo, è quello di creare – attraverso diverse riunioni – un contesto di relazioni imprenditoriali a vantaggio delle imprese della Provincia di Catanzaro, sopratutto in prospettiva di un’altra fiera, in programma ad aprile.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi

«Come spesso ho detto – ha spiegato il presidente Rossi – in queste aree è forte l’interesse e l’attenzione per i prodotti italiani, e quindi calabresi. Il settore dell’enogastronomia è, per nostra inclinazione, quello nel quale possiamo costruire buone prospettive di business ma, per farlo, è necessario che si costruiscano relazioni dirette».

«La giunta camerale – ha proseguito il presidente Rossi – inoltre, ha dimostrato sincero interesse per il grande evento di Dubai 2020 che si terrà a partire da ottobre prossimo, per questo ringrazio sinceramente la Camera di Commercio Italiana negli Emirati Uniti, che si è messa a disposizione dell’istituzione che rappresento e ci sta aiutando in maniera concreta per dare forme alle idee che abbiamo in mente». (rcz)