Legacoop Calabria: Il sistema cooperativo escluso dal “Fondo Calabria Competitiva

Fabio Sibio, presidente di Legacoop Calabria ha scritto all’assessore regionale al Lavoro, Fausto Orsomarso, in merito all’esclusione del sistema cooperativo dal Fondo Calabria Competitiva e chiedendo interventi in merito, riconoscendo «l’impresa cooperativa quale soggetto beneficiario del bando in oggetto».

«Le imprese cooperative – si legge in una nota – continuano ad essere considerate “cenerentole” del sistema produttivo nonostante il grande valore sociale ed economico che apportano soprattutto ad una regione come la Calabria, atavicamente ai margini. La cooperazione nella storia del nostro Paese è stato lo strumento con cui la persona e le comunità hanno saputo rispondere ai propri bisogni: una realtà che merita di essere considerata. Cosa che invece non accade visto che la Regione ha escluso il sistema produttivo rappresentato dalla cooperazione dal piano di intervento di sostegno alle aree in crisi con il Fondo Calabria Competitiva».

«Rileviamo, con enorme dispiacere e stupore – si legge nella lettera – che nel piano interventi di sostegno ad aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive da cui nasce il Bando: Fondo Calabria Competitiva, pubblicato dall’Assessorato allo Sviluppo economico della Regione Calabria, tutto il sistema produttivo rappresentato dalla cooperazione è escluso. Preoccupati di quanto riportato nelle Faq che, molto discutibilmente, escludono la partecipazione al bando alle società cooperative, chiediamo che venga rivista tale l’interpretazione».

«Se così fosse – continua la lettera – si rischia di lasciare fuori gran parte del settore produttivo calabrese rappresentato dal movimento cooperativo, composto da una larghissima maggioranza di imprese di piccole dimensioni che vivono la drammatica fase di crisi di liquidità, gravata dagli effetti dell’emergenza sanitaria Codiv-19».

«Nell’auspicare – conclude la lettera – che si provveda nell’immediato a correggere l’interpretazione data riconoscendo l’impresa cooperativa quale soggetto beneficiario del bando in oggetto, rimaniamo in attesa di sollecito riscontro». (rcz)

Approvato il regolamento del Fondo “Calabria Competitiva”: 40 milioni per piccole e micro imprese in crisi di liquidità

È stato approvato il regolamento del Fondo Calabria Competitiva, un’ulteriore misura della Regione Calabria per sostenere il sistema economico e produttivo calabrese e di aiuto alle imprese per far fronte alla situazione di carenza di liquidità conseguente all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

La dotazione finanziaria iniziale di 40 milioni di euro, a valere sul Por Calabria Fesr/Fse 2014/2020, prevede la concessione di finanziamenti rimborsabili a tasso agevolato alle realtà produttive di piccole dimensioni per offrire in modo rapido ed efficace la disponibilità liquida per contrastare i danni arrecati dalla crisi connessa alla pandemia e per preservare, al tempo stesso, la continuità dell’attività economica e i livelli occupazionali.

Possono accedere al finanziamento, concesso a un tasso di interesse del 0,69% annuo, microimprese e piccole imprese (ditta individuale, società di persone o società di capitali), in situazione di temporanea difficoltà finanziaria, costituite da almeno 2 anni solari e aventi unità operativa in Calabria e operanti nei settori di attività specificamente previsti. L’intervento finanziario è concedibile, entro il limite massimo del 25% del fatturato registrato nell’anno 2019 e comunque per un importo compreso tra 15mila e 80mila euro.

L’erogazione avverrà in un’unica soluzione, subito dopo la stipula del contratto, e prevede una modalità di rimborso trimestrale. La durata del finanziamento è di 5 anni, oltre a un periodo di pre-ammortamento di 12 mesi. Il regolamento operativo, che è stato approvato il 4 gennaio 2021 dal comitato degli investimenti, nominato con decreto del dirigente generale del dipartimento Lavoro, Sviluppo economico-Attività Produttive e Turismo, ha definito quali sono le imprese beneficiarie e i requisiti di ammissibilità, le caratteristiche dell’intervento finanziario nonché la modalità di presentazione delle domande.

Le imprese interessate potranno registrarsi attraverso la piattaforma informatica resa disponibile da Fincalabra Spa e predisporre la domanda a decorrere dalle ore 10 di mercoledì 20 gennaio 2021, mentre l’invio della domanda sarà possibile a decorrere dalle ore 10 di mercoledì 27 gennaio 2021, e fino a esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

«Il Fondo – ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo economico, Fausto Orsomarso – si inserisce nel quadro di iniziative programmato dalla Regione per supportare le imprese che operano nel territorio calabrese nella stagione più critica mai conosciuta. In questo scenario già strutturalmente fragile, in cui le ripercussioni economiche dell’emergenza Covid-19 mettono seriamente a rischio la sopravvivenza sul mercato di molte realtà, la risposta della Regione è stata decisa e veloce con interventi misurati e trasparenti, frutto di un percorso di condivisione con le categorie che producono e che sono l’anima e il motore della nostra economia».

«Mettiamo in campo – ha spiegato Orsomarso – uno strumento di ingegneria finanziaria, concedendo finanziamenti a tasso agevolato, per far fronte alla mancanza di liquidità da parte del sistema imprenditoriale regionale e per dare un segnale alle nostre imprese, ai commercianti, agli artigiani, ai professionisti».«Vogliamo essere – conclude – co-protagonisti della ripartenza economica della regione, consentendo alle varie realtà produttive del territorio di reinvestire sul proprio futuro e su quello della Calabria. Lavoriamo insieme per costruire opportunità e scenari di crescita».

Fondo Calabria Competitiva

Unindustria Calabria: Il Fondo regionale ‘Liquidità’ misura indispensabile per le imprese calabresi

Unindustria Calabria ha espresso soddisfazione per l’imminente apertura dello sportello Fondo Calabria Competitiva annunciato dalla Regione Calabria.

«Questa misura – ha spiegato Aldo Ferrara, presidente di Unindustria Calabria – con una dotazione iniziale di 40 milioni di Euro,  che prevede la concessione di finanziamenti rimborsabili a tasso agevolato attraverso la piattaforma informatica resa disponibile da Fincalabra, rappresenta un provvedimento indispensabile al fine di contrastare efficacemente gli effetti negativi, sul piano della liquidità, derivanti dall’emergenza epidemiologica e, contestualmente, garantire la continuità dell’attività economica delle imprese salvaguardando i livelli occupazionali».

«Non possiamo che constatare – ha aggiunto – che i mesi di lavoro avviati con la compianta presidente Jole Santelli e con l’assessore Fausto Orsomarso,  hanno generato,  un primo importante risultato, molto atteso dal sistema produttivo calabrese, che, ci auguriamo, possa contribuire a sostenere la ripresa e prefigurare le condizioni di uno sviluppo effettivo e duraturo».

«A questo proposito – ha concluso Ferrara – è necessario che siano poste in essere anche le opportune e conseguenti misure espansive attraverso un efficace sistema di incentivazione che determini un forte stimolo agli investimenti privati ed alla trasformazione digitale al fine di incrementare il tasso di densità imprenditoriale in Calabria e garantire un sistema produttivo, moderno ed  evoluto che si riveli coerente  con le dinamiche ed i contesti competitivi internazionali. Soltanto cosi saremo capaci di cogliere tutte le opportunità derivanti dal Recovery Found e dalla prossima Programmazione Comunitaria 2021/2027». (rcz)