Giovedì 23 l’assemblea regionale dei Giovani Imprenditori di Unindustria Calabria

Giovedì 23 dicembre, a Reggio Calabria, nella Tenuta Tramontana – Casale 1890, è in programma l’assemblea regionale dei Giovani Imprenditori di Unindustria Calabria, a cui prenderà parte il presidente della Regione, Roberto Occhiuto.

All’incontro parteciperanno Umberto Barreca, Presidente Giovani Imprenditori Unindustria Calabria, Giuseppe Pizzichemi, Presidente f.f. Giovani Imprenditori Confindustria RC; Domenico Vecchio, Presidente Confindustria RC; Nino Rossi, chef stella Michelin del ristorante Qafiz; Salvo Presentino, Imprenditore Romanella Drinks;  Consuelo Nava, Docente e ricercatrice Università Mediterranea. 

Sul tema della legalità come chiave di sviluppo, intervengono Francesco Cannizzaro, Deputato della Repubblica;  Anna Barbaro, campionessa paralimpica; Walter Curatola, imprenditore Soseteg; Nancy Stilo, Presidente AIGA Reggio Calabria. Le conclusioni saranno affidate ad Aldo Ferrara, Presidente Unindustria Calabria.

Modererà i lavori Cristina Alati, esperta in management ed innovazione PA e PMI.

Per la partecipazione all’Assemblea Regionale di Unindustria Calabria Giovani Imprenditori e Assemblea Provinciale di Confindustria Reggio Calabria Giovani Imprenditori è necessario essere in possesso della certificazione verde Covid-19 cd. “Green Pass Rafforzato” ex decreto-legge 24 novembre 2021. (rrc)

Innovazione e digitalizzazione, i Giovani di Unindustria Calabria in visita al Polo Net di Crotone

I giovani  imprenditori di Unindustria Calabria, guidati dal presidente Umberto Barreca, hanno fatto visita al Polo di Innovazione Ambiente e Rischi Naturali Net di Crotone. Gli industriali sono stati accolti dal Presidente del Gruppo GI di Crotone, Vincenzo Giovanni Squillacioti.

«Stiamo svolgendo – ha spiegato Barreca – un’attività molto intensa, attraverso i nostri gruppi di lavoro, sui temi dell’innovazione e digitalizzazione, con l’obiettivo di stimolare la nascita di start up innovative. La visita di oggi al Polo Net è un’occasione importante per conoscere progetti e servizi offerti, per stimolare l’incontro tra domanda ed offerta di innovazione e favorire il networking tra aziende».

Guidato dall’Ingegnere Giancarlo Giaquinta, Responsabile Servizi Specialistici e di Innovazione di Net, il Gruppo ha visitato la sede di produzione di PlastiLab, la start up innovativa nata all’interno del Polo e specializzata nel settore della plastica da riciclo e nel suo riutilizzo. Partendo da una importante attività di ricerca svolta nel laboratorio di analisi e di prototipazione, l’Azienda realizza elementi di arredo urbano, arredamenti interni e pavimentazioni utilizzando plastica di seconda vita.

«Crediamo – ha spiegato Squillacioti – sia fondamentale conoscere le opportunità di sviluppo ed innovazione già presenti nel nostro territorio. Il Polo Net, nelle sedi di Crotone e Reggio Calabria, con le sue competenze ed i progetti realizzati ed in cantiere è un punto di contatto molto interessante su temi quanto mai strategici nell’Agenda europea, ambiente e rischi naturali».

L’ing. Giaquinta ha illustrato e fatto visitare il prototipo di una unità abitativa, realizzata con acciaio e canapa, frutto del progetto Ac.Ca. Building che, grazie alla collaborazione tra aziende leader in diversi settori ed il Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università della Calabria, ha messo a punto un sistema costruttivo per la realizzazione di edifici ecosostenibili a partire dallo studio di soluzioni progettuali e costruttive innovative ad elevato grado di compatibilità ambientale.

Durante i lavori del Direttivo Regionale, al cui tavolo hanno partecipato il Presidente del Gruppo GI di Catanzaro, Antonia Abramo e di Vibo Valentia, Natale Santacroce, è stato dato spazio a due testimonianze.

Ferdinando Guzzo, ha raccontato la nascita nel 2020 di Digical Food srl, start up innovativa dotata di una piattaforma on line che ospita produttori calabresi con l’obiettivo non solo di commercializzare tipicità agroalimentari regionali ma anche di promuovere le realtà locali e le tradizioni del territorio.

Fabrizio Capocasale, crotonese rientrato in città dopo una lunga esperienza internazionale e Cofounder del Progetto My Mentor dell’Università Cattolica Sacro Cuore di Piacenza, ha prospettato interessanti opportunità di collaborazione per stimolare ed affiancare efficacemente la nascita di nuove imprese innovative.

A conclusione dell’incontro, l’intervento del Presidente di Confindustria Crotone, Mario Spanò, che ha apprezzato moltissimo «la concretezza e la forte motivazione dei Giovani Imprenditori in visita al Polo Net».

«I dati disarmanti che ultimamente abbiamo letto sulla Calabria – ha aggiunto il presidente Spanò – il cui tasso di disoccupazione giovanile sfiora il 50%, impongono un cambiamento di rotta vertiginoso di cui le nuove generazioni e le nuove leve della nostra imprenditoria devono essere protagonisti. Oggi ho ascoltato interventi da cui è emersa una forte determinazione e voglia di riscatto, oltre che un grande attaccamento al proprio territorio».

«Siamo fiduciosi – ha concluso – che gli interlocutori istituzionali, nazionali e locali, sapranno progettare e realizzare le condizioni abilitanti per fare della Calabria un luogo in cui investire ed innovare». (rkr)

Giovani Unindustria Calabria: Il Governo guardi al Mezzogiorno e alle nuove generazioni

Il presidente dei Giovani imprenditori di Unindustria Calabria, Umberto Barreca, insieme ai presidenti delle cinque territoriali, Antonia Abramo (Catanzaro), Roberto Rugna (Cosenza), Vincenzo Squillacioti (Crotone), Giuseppe Pizzichemi (Reggio Calabria) e Fortunato Rizzo (Vibo Valentia) hanno dichiarato che «ci aspettiamo dal presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, figura che incarna la competenza e il merito come forse nessun altro oggi in Italia, e dalla squadra di governo che ha scelto una particolare attenzione al Mezzogiorno e alle nuove generazioni».

«La sua sensibilità sul tema della scuola ci ha rinfrancati –hanno aggiunto – è infatti sulla formazione, sull’educazione, sulla creazione della futura classe dirigente che si gioca una partita fondamentale per l’avvenire. E in questo sarà
fondamentale puntare sul Sud, perché se riparte quest’area del Paese, riparte l’Italia e non è solo uno slogan. Per noi giovani imprenditori calabresi, che facciamo nostra la posizione espressa dal presidente Aldo Ferrara, è davvero importante che il nuovo governo si attivi per la definizione di un percorso finalizzato alla crescita del Meridione, a cominciare dagli investimenti in infrastrutture materiali e immateriali».

«Ma occorre anche uno sforzo ulteriore – hanno proseguito – per la sburocratizzazione della pubblica amministrazione. E ciò sarà realizzabile attraverso l’adozione di procedure più semplici, l’assunzione di nuovo personale e la concreta attuazione della svolta digitale sognata da anni, che può portare a benefici fondamentali in tutti i settori di mercato. La transizione
digitale e verde, infatti, potrebbe sopperire per via telematica alla carenza di infrastrutture materiali che è causa del nostro isolamento».

«Auspichiamo, inoltre – hanno detto ancora – l’effettivo avvio delle zone economiche speciali (specie quella che ruota attorno al porto di Gioia Tauro) per favorire l’attrazione di investimenti, nonché la gestione delle misure volte a sostenere lo sviluppo dell’impresa direttamente dalle società e authority di Stato, senza i meccanismi farraginosi che portano i flussi delle risorse dal livello centrale alle Regioni con enormi complessità e
ritardi».

«Il lavoro da fare è tanto – hanno concluso – il nuovo esecutivo si metta all’opera al più presto». (rrm)