SOVERATO (CZ) – La Poliporto Soverato ha partecipato alla sesta tappa della Run4Hope

La Poliporto Soverato, guidata da Ettore Soluri, ha partecipato alla sesta tappa della Run4Hope, che si è svolta da Soverato a Roccella Jonica.

Un percorso faticoso ma animato dallo spirito di squadra e dalla voglia di contribuire alla causa di AIRC, in favore della ricerca contro i tumori. 

La Run4Hope è sostenuta dalla CorriCastrovillari, dalla Fidal (Federazione italiana di atletica leggera); dalla Fiasp (Federazione italiana amatori sport per tutti); dall’Aic (Associazione italiana calciatori); dal Centro Sportivo Italiano; da Airc e Ail (Associazione italiana leucemia); e patrocinata dall’Esercito Italiano; media partner “Correre” e main sponsor Massigen.  

Alla partenza dal lungo mare di Soverato, era presente l’assessore all’Ambiente, Francesco Matozzo, che ha salutato con entusiasmo l’inizio della corsa. Ben cinque le staffette: Soverato/Badolato (Rocco Migliorino e Andrea D’Ambrosi); Badolato/Guardavalle Marina (Ettore Soluri e Gianfranco Procopio); Guardavalle Marina/Riace Marina (Roberto Rossi e Giovanni Condò); Riace Marina/Caulonia (Giulio Santopolo e Santino Gualtieri) e proprio qui il passaggio del testimone a forma di DNA è avvenuto alla presenza degli Assessori all’Ambiente, Antonio Cavallo, e al Turismo, Domenico Campisi. Sul lungomare di Roccella Jonica, fotografati in uno scenario da cartolina, i corridori Daniela Alfieri e Salvatore Cariotti, insieme a Loredana Scarano, partita da Monasterace, sono stati accolti dai colleghi dell’A.S.D. Calabria Fitwalking, del Presidente Fausto Certomà, pronti a raccogliere la sfida e a partire per la 7° tappa di questa meravigliosa corsa della solidarietà alla scoperta dei nostri litorali e del nostro entroterra. Che vedrà protagonisti da Roccella Jonica a Marina di Gioiosa Jonica i ragazzi della Calabria Fitwalking: Fasto Certomà, Nunzio spataro, Valeria Carloni, Elisa Scali, Graziella Circosta, Andrea Barillaro, Dante Cusato, Antonio Carabetta, Gerardo Albanese, Sara Galliano e altri atleti dell’Associazione; mentre nell’ultimo tratto fino a Locri sarà compito della Jonica Running di Giuseppe Micelotta condurre alla meta gli staffettisti: Giuseppe Milano, Roberto Albanese, Salvatore Frascà, Antonio Tordiquinto, Antonio Pellegrino, Sergio Sposari, ai quali si aggiungerà anche lo stesso Micelotta

Tra le società calabresi che hanno aderito a questo progetto, oltre a quella del presidente Milanese, figurano la K42 Cosenza, MilonRunner Crotone, Run for Catanzaro, Libertas Lamezia, Podisti Locri, Poliporto Soverato, Calabria Fitwalking e Atletica Sciuto Reggio Calabria.  (rcz)

 

L’Asd Calabria Fitwalking protagonista nella 7° tappa della Run4Hope

La settima tappa della Run4Hope, la corsa della solidarietà per donare in favore dell’Airc, nel tratto Roccella Jonica-Marina di Gioiosa Jonica, vedrà come protagonista l’Asd Calabria Fitwalking.

Il 28 maggio, infatti, il presidente della Calabria Fitwalking, Fausto Certomà, accompagnato da un nutrito gruppo di atleti (Nunzio Spataro, Valeria Carloni, Elisa Scali, Andrea Barillaro, Dante Cusato, Antonio Carabetta, Gerardo Albanese e Sara Galliano, insieme ad altri corridori dell’Associazione), percorrerà, a passo di cammino, i chilometri che dividono Roccella Jonica da Marina di Gioiosa Jonica, lungo il tratto collinare, stringendo tra le mani il testimone a forma di Dna.

Il Fitwalking è una disciplina sportiva riconosciuta dalla Fidal (Federazione italiana di atletica leggera) e dal Coni (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), nata da un’idea dei gemelli olimpionici di marcia Maurizio e Giorgio Damilano. In ben 9 tappe di corsa, che caratterizzano la Run4Hope, la peculiarità di questo tratto collinare è proprio la modalità di percorrenza, dimostrando che tutti noi possiamo approcciarci a questo sport, utilizzando l’andatura che ci è più congeniale, coniugando utilità sociale, benessere fisico e mentale e stile di vita sano. 

«L’andatura leggera della camminata – si legge in una nota – consente di osservare meglio il paesaggio che ci sta intorno, scoprire scorci che spesso, per via della vita frenetica che svolgiamo quotidianamente, ci sfuggono o diamo per scontati: ecco, l’obiettivo della Calabria Fitwalking è proprio quello di ricongiungerci con la dimensione urbana, avviando buone pratiche di mobilità sostenibile, oltre ad incentivare il turismo e far conoscere ai più le bellezze della nostra regione, siti archeologici e borghi. Il tutto combattendo la sedentarietà». 

«L’Asd Calabria Fitwalking – si legge in una nota – del presidente Certomà – Membro del Comitato nazionale per lo sviluppo del Fitwalking -, è attiva tutto l’anno in diversi comuni della regione e organizza 2/3 uscite settimanali, aperte a tutti. Le uscite variano dai 6 ai 10 km, dall’una alle due ore da trascorrere in compagnia. Oltre a promuovere la cultura della passeggiata educativa, la Calabria Fitwalking è impegnata da sempre nel sociale, aiutando i più bisognosi mediante l’organizzazione di eventi volti alla raccolta fondi». 

«In quest’ottica, l’evento Roccella Fitwalking, giunto alla sua ottava edizione, è un appuntamento imperdibile – continua ancora la nota – specie ora che stiamo pian piano uscendo da questo tremendo periodo di pandemia ed è forte in tutti noi la voglia di stare all’aperto. Ospiti d’eccezione hanno voluto, negli anni, testimoniare quanto sia fondamentale unire lo sport all’aiuto reciproco: dal campione di Formula 1, Alex Zanardi, alla nostra conterranea e campionessa paralimpica, Giusy Versace, passando per l’ex Ministro della Salute, prof. Girolamo Sirchia, allo scienziato Mauro Ferrari, alla cantante ed artista Alma Manera, all’atleta paralimpica Anna Barbaro, fino campione olimpico di marcia, Maurizio Damilano. Nelle domeniche di agosto, suddivisa in più tappe, si terrà la nona edizione del Roccella Fitwalking, un’occasione importante per supportare i più deboli e divertirsi tutti insieme». (rrc)

CASTROVILLARI (CS) – Da Piazza Municipio parte la “Run4Hope”

Domani mattina, alle 11, da Piazza Municipio di Castrovillari partirà la Run4Hope, la staffetta solidale per sostenere la ricerca contro i tumori infantili, che partirà in contemporanea in tutta Italia.

Il gesto solidaristico-sportivo in regione è guidato da Gianfranco Milanese, coordinatore della Run4Hope Calabria e presidente Asd “Corricastrovillari”.

Per l’occasione la consigliera Pina Grillo, delegata allo sport, ha dichiarato: «l’Amministrazione accoglie con piacere l’evento perché vede la Città riconosciuta, grazie alle capacità presenti, come Testa di ponte delle varie tappe calabresi nonché animatrice di punta per raccogliere fondi; è l’occasione per affermare, inoltre, con più consapevolezza, cosa può significare questo per il domani di tanti piccoli che hanno urgenza di tali dedicazioni sinergiche».

«Un fatto –  ha dichiarato il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito che ripropone pure la forte capacità dello sport di essere motore trainante e coinvolgente di manifestazioni solidaristiche e di sensibilizzazione a tutela del bene persona. Ma anche espressione per rammentare che la gratuità è fondamentale per abbracciare la vita, anche nelle circostanze dove tutto concorrerebbe a far tacere tale voce. Da questa e da altre esperienze simili possiamo identificare dove testardamente continua a brillare questa inspiegabile – eppure ragionevole – affermazione dell’esistenza come bene incommensurabile».

In queste esperienze, non a caso – lo sa bene lo Sport -, si custodisce una positività irriducibile. E tutto ciò lo conferma.

«Da qui’ l’importanza di unirci alle tante Voci – hanno affermato gli amministratori municipali – per invitare tutti, la mattina del 22 maggio, in piazza Municipio a sostegno della Ricerca per la cura dei tumori infantili». (rcs)

Da Castrovillari parte la Run4Hope, la corsa della speranza

È da Castrovillari che partirà, per la Calabria, la Run4Hope, il primo grande Giro d’Italia podistico a staffetta con l’esclusivo scopo di raccogliere fondi a sostegno di Airc e Ail.

La staffetta, che partirà sabato 22 maggio alle 11, contemporaneamente dai 20 capoluoghi di Regione o da altre città significative, ha visto l’adesione di 400 Associazioni podistiche, 500 tappe segnate, «per cui ringrazio i comitati regionali Fidal» ha dichiarato Massimo Giammetta, presidente della Run4Hope, spiegando che «il testimone che gli atleti si passeranno ricorda la molecola del Dna, perché «insieme possiamo ottenere grandi risultati per la ricerca; la staffetta unisce i territori e le persone. Quest’anno la raccolta fondi sarà in favore di Airc, il prossimo anno per Ail».

La tappa di Castrovillari, è

motivo di grande soddisfazione ed orgoglio per il coordinatore delle tappe calabresi, Gianfranco Milanese, presidente della CorriCastrovillari che, coadiuvato dal responsabile Fidal Calabria, Maurizio Leone, sta portando avanti una macchina organizzativa imponente. 

Sono 9 i giorni di corsa, durante i quali gli atleti della Run4Hope raggiungeranno Reggio Calabria (il 30 maggio, alle 11), concludendo questa straordinaria maratona che coinvolgerà runners, singoli o gruppi sportivi, associazioni, gruppi spontanei, aziendali o costituiti nell’ambito di Clubs e Running Store, chiamati a correre e a donare per sostenere l’Airc (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) per la lotta ai tumori infantili. È possibile donare collegandosi al sito Run4Hope o mediante la rete del dono

Concetti ribaditi durante la conferenza stampa, nella sala consiliare di Castrovillari, moderata da Milanese. Nel corso del momento, si sono voluti rimarcare tre concetti fondamentali: «sport, generosità e partecipazione», sottolineati dal consigliere con delega allo sport, Pina Grillo, e dalla delegata Coni, Anna De Gaio, che ha evidenziato quanto «il ritorno allo sport dia un forte segnale di speranza e di rinascita. C’è una grande voglia di ripresa, voglia di tornare a correre». Per far sì che le manifestazioni avvengano in sicurezza, occorre, ha proseguito De Gaio, «un lavoro sinergico tra le Istituzioni, al fine di promuovere il Territorio e la città di Castrovillari, che vanta una storia importante nel mondo dello sport e dell’atletica», ricordando anche la venuta in città di Pietro Mennea. 

La particolarità della partenza da Castrovillari è merito del «prestigio che la CorriCastrovillari ha maturato negli anni», ha fatto presente Luigi Filpo, presidente della Polisportiva Pollino: «la corsa è il primo sport in senso assoluto e la Run4Hope deve rappresentare la corsa della ripartenza». 

Nella prima tappa da Castrovillari a Cosenza ci saranno le seguenti staffette e coordinatori: Cv-Cammarata con D’Elia; Cammarata-Roggiano con Spingola; Roggiano-Torano con Perrone; Torano-Montalto con Perrone; Torano-Quattromiglia con Nunnari e Quattromiglia-Cosenza con Valentina Perrone.

In seguito, i corridori si muoveranno da Cosenza verso Amantea (23 maggio); Amantea – Lamezia (24 maggio); Lamezia – Catanzaro Lido (25 maggio); Crotone – Catanzaro Lido (25 maggio); Catanzaro Lido – Soverato (26 maggio); Soverato – Roccella Jonica (27 maggio); Roccella Jonica – Locri (28 maggio); Locri – Melito Porto Salvo (29 maggio); per finire con l’ultima tappa: Melito Porto Salvo – Reggio Calabria

Tra le società calabresi che hanno aderito a questo progetto, oltre a quella del presidente Milanese, figurano la K42 Cosenza, MilonRunner Crotone, Run for Catanzaro, Libertas Lamezia, Podisti Locri, Poliporto Soverato, Calabria Fitwalking e Atletica Sciuto Reggio Calabria

Possono aderire all’evento: Associazioni Sportive, negozi di articoli sportivi che vogliono correre con il proprio personale o con i propri clienti, personale d’azienda o associati di Club. L’adesione alla staffetta è molto semplice, basta compilare un form nella sezione “corri con noi” del sito Run4Hope, dove vengono riportate tutte le informazioni primarie.

«Siamo sicuri che queste iniziative potranno dare fiducia ad un futuro migliore per i piccoli malati oncologici, ma anche per tutti noi che auspichiamo il prima possibile di uscire da questa terribile pandemia» ha ribadito il presidente della Corricastrovillari, Milanese

La Run4Hope è sostenuta dalla CorriCastrovillari, dalla Fidal (Federazione italiana di atletica leggera); dalla Fiasp (Federazione italiana amatori sport per tutti); dall’Aic (Associazione italiana calciatori); dal Centro Sportivo Italiano; da Airc e Ail (Associazione italiana leucemia); e patrocinata dall’Esercito Italiano; media partner “Correre” e main sponsor Massigen

Nel corso della conferenza stampa nazionale, il presidente della Fidal, Stefano Mei, si è dichiarato «orgoglioso per questa manifestazione. Il tema di Run4Hope è particolarmente delicato e sentito. Le malattie, quando riguardano i bambini, ci toccano sempre da vicino. Mi auguro che questo evento possa fare molto per loro. In bocca al lupo!».

Gli ha fatto eco il presidente dell’Airc Veneto, Antonio Maria Cartolari, «la ricerca ha fatto passi da gigante, nei tumori infantili ha ridotto il livello di incidenza della mortalità. Tutto questo è stato possibile grazie alla ricerca. E Run4Hope rappresenta l’unione dei migliori atleti, insieme a quelli dell’Esercito».

Ne ha rimarcato il concetto l’Onorevole Paolo Paternoster: «La ricerca è fondamentale e lo abbiamo sperimentato durante questo periodo di Covid-19 con vaccini distribuiti in tempi brevi». 

Per l’Esercito è intervenuto il tenente colonnello, Antonio Capriati: «i nostri ragazzi sono felici di correre per questo evento. La nostra Istituzione si fonda sulla tenacia, sullo spirito di corpo e sull’abnegazione, per questo abbiamo scelto di partecipare attivamente». 

Tra i testimonial che hanno sposato questa nobile causa c’è anche il due volte vincitore della Maratona di New York e argento europeo nel 1986, Orlando Pizzolato: «la staffetta è esaltante, coinvolge tutti, oltre alla squadra. Abbiamo molta voglia di tornare a vivere, questa è una corsa per la speranza per vivere questi momenti con entusiasmo e passione». 

Fino ad oggi sono stati raccolti 8000€ sul canale del dono, mentre le donazioni dirette sfiorano i 6000€. 

L’invito è continuare a donare, affinché la ricerca possa andare avanti e sconfiggere il cancro. Tutti, idealmente uniti, dove l’unico comune denominatore deve essere: Insieme. (rcs)