SAN PIETRO A MAIDA (CZ) – Entusiasmo per la finalissima di Ali sul Mediterraneo Libri & cultura festival X edizione

Sabato 2 dicembre 2023, ultima tappa di Ali sul Mediterraneo Libri & Cultura Festival. Grande attesa per uno degli eventi più importanti del Sud Italia arrivato ormai alla sua 10’ edizione portato avanti con passione dai volontari della cultura che credono in un miglioramento sociale attraverso i libri. Finalissima con il Gran Galà della Cultura presso l’Auditorium Aiello di San Pietro a Maida Città dell’Olio di Oliva (Catanzaro) ore 16 dove verranno premiate le scuole per il concorso di arte e scrittura creativa dal titolo “Un’idea per la mia Calabria” insieme alle personalità della cultura nazionali e internazionali simboli e motivazione per le nuove generazioni.

La stilista Angela Cristina Medaglia, direttrice artistica di Ali sul Mediterraneo ha sottolineato il valore di questo “Contenitore di gioia culturale” capace di dare risposte e speranze in una terra dalle infinite potenzialità ancora non pienamente espresse.

I premi quest’anno sono stati realizzati dell’artista e architetto Nicola Purri cofondatore dell’ Associazione Archeologica Lametina.

Il premio Ali sul Mediterraneo è rappresentato da un grande medaglione contenente le immagini della nave di Ulisse e della principessa Nausicaa simboli di esplorazione, coraggio e di accoglienza calabrese. Il poliedrico project manager Nico Serratore, coordinatore generale del festival si è definito stanco ma molto contento per il grande entusiasmo che questo evento porta ogni anno e che coinvolge affermate personalità della cultura, studenti di ogni ordine e grado, mondo dell’ associazionismo e istituzioni che credono in una Sud forte, abile a fermare, attraverso la cultura lo spopolamento di meravigliosi borghi.

Soddisfazione per il presidente onorario Bruno Giuliano, per il comune di San Pietro a Maida guidato dal sindaco Domenico Giampà e per la commissione scientifico-culturale che auspica maggior coraggio per proiettare il Sud verso un futuro di investimenti ricco di meravigliose sfide, necessarie per far Volare tutto il potenziale umano e per essere vicino ai giovani con risposte incisive e concrete. (rcz)

SAN PIETRO A MAIDA (CZ) – Musica, sogni di rock’n’roll con Capitan Fede Poggipollini

Reduce dal successo della prima edizione, coincisa con le celebrazioni del Primo Maggio, l’amministrazione comunale di San Pietro A Maida, guidata dal sindaco Domenico Giampà, in collaborazione con la Pro Loco, è lieta di annunciare il gran ritorno del San Pietro A Maida In Rock, anche quest’anno dedicato ai principali esponenti del rock tricolore. Dopo la performance incendiaria di Andrea Braido, celebre chitarrista di Vasco Rossi supportato da La Combriccola del Blasco, Piazza Aldo Moro si prepara infatti ad accogliere un altro big delle sei corde che, archiviato l’apprendistato presso i Litfiba più hard della prima metà degli anni ’90, ha legato indissolubilmente il suo nome a uno dei rocker più amati della storia della musica italiana: Luciano Ligabue.

Si tratta di Federico Poggipollini, storico membro della “Banda” del cantautore di Correggio da quasi trent’anni, a partire dall’exploit del bestseller “Buon Compleanno Elvis” (1995), vero spartiacque di una carriera inimitabile. Carriera, da allora, legata a doppio filo a quella di “Capitan Fede”, divenuto, nel tempo, non solo figura imprescindibile nell’economia del sound di Ligabue, ma anche autentico idolo di milioni di fan sparsi in tutto il mondo. Il chitarrista bolognese, piuttosto impegnato anche da solista con ben cinque album all’attivo, arriverà a San Pietro A Maida venerdì 28 luglio, accompagnato dai Radiofreccia, alfieri delle tribute band “ligalizzate” calabresi, piuttosto abituati a condividere il palco con i tanti musicisti che gravitano intorno al rocker emiliano.

È il caso di Max Cottafavi, di Fabrizio Simoncioni, dello stesso Poggipollini (prima tribute in Calabria) e persino degli “Ellesette”, l’inedita formazione, composta da Cottafavi, Mel Previte, Antonio “Rigo” Righetti e “Robby Sanchez” Pellati, che accompagnò il Liga nel tour del 2007 (prima e unica tribute in Italia).

La serata inizierà ufficialmente alle 20.30 con le esibizioni di artisti locali che avranno il compito di scaldare l’atmosfera in attesa della special guest della seconda edizione. Ingresso gratuito.

«Sarà un evento nel segno della continuità – dichiara il sindaco Giampà – volto a celebrare, ancora una volta, chi ha scritto pagine importantissime della musica italiana. E se si parla di rock in Italia, beh, normale passare da Vasco Rossi a Ligabue, forse il suo principale erede, soprattutto per quanto riguarda l’esportazione di certe sonorità anche al di fuori dei confini nazionali. Un’altra grande serata di festa, interamente gratuita e in compagnia di una figura di spicco del rock tricolore, in cui verrà dato spazio, come consuetudine, anche alle realtà positive della nostra terra, in un’ottica di valorizzazione del territorio, in ogni settore, che è da sempre obiettivo della nostra amministrazione. Vi aspetto tutti – conclude il Primo Cittadino – in Piazza Aldo Moro per vivere insieme un’altra notte da sogno. Sogni di rock’n’roll». (rcz)

SAN PIETRO A MAIDA (CZ) – Inaugurato il parco “La mia vita è uno zoo”

È stato inaugurato, a San Pietro a Maida, il parco “La mia vita è uno zoo – la favola siamo noi” in località Corda.

Si tratta di uno spazio speciale nel cuore della natura in cui potere conoscere da vicino animali provenienti da tutto il mondo con la guida attenta delle titolari della struttura che hanno creato questa realtà con l’intento di diffondere l’amore per gli animali ma anche offrire nozioni, curiosità ed elementi per ampliare la conoscenze delle specie.

Centinaia le famiglie accorse all’evento e che hanno così potuto vedere da vicino canguri, pavoni, zebre, dromedari albini dagli occhi azzurri, orsetti lavatori, Zeus il leone bianco, leonesse, la tigre reale del Bengala, la tigre rosa, pappagalli e l’istrice africana.

A tagliare il nastro il sindaco di San Pietro a Maida, Domenico Giampà che nell’occasione ha dichiarato: «Questo è il primo giorno di un percorso molto importante che possa valorizzare questo territorio. Abbiamo creduto tanto in questo progetto e penso che sia il momento di fare in modo che sempre più persone vengano a contatto con questa realtà in cui si percepisce da subito il rispetto per l’ambiente e per l’equilibrio degli animali. Si tratta di un’attività unica in Calabria e mi auguro che tutti possano partecipare per sostenerne il percorso facendola diventare una “favola calabrese”».

«Questo è un sogno che vogliamo regalare alle generazioni future – ha affermato Valeria Valeriu, una delle titolari della struttura –. Vogliamo trasmettere educazione, conoscenza, rispetto e amore verso l’ambiente, ma soprattutto verso il mondo degli animali. Un ringraziamento speciale va al sindaco Giampà che ha creduto nel nostro progetto e ci ha aiutato in tutto».

Diverse le presenze istituzionali, tra queste il consigliere regionale del Pd Ernesto Alecci che ha rimarcato la peculiarità di un’area «dove questi animali vengono coccolati e accolti».

«Credo che il consiglio regionale abbia il dovere morale di sostenere queste attività e mi auguro che troveremo – ha aggiunto – i finanziamenti per farlo». (rrc)

L’Unione Monte Contessa presenta 5 progetti per la rigenerazione urbana

L’Unione Monte Contessa, composta da Maida – Cortale – Jacurso – San Pietro a Maida in convenzione col Comune di Girifalco, ha presentato 5 progetti di investimento di rigenerazione urbana con una spesa complessiva di cinque milioni di euro per la rigenerazione urbana.

Questi progetti sono volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, in risposta all’Avviso del Ministero dell’interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali – Direzione Centrale della Finanza Locale.

L’Amministrazione maidese ha accolto positivamente l’allargamento della rete di comuni, approvando con delibera di Giunta n. 54 del 04.04.2022, il progetto di fattibilità tecnico-economica per la rigenerazione, riqualificazione e rifunzionalizzazione,per finalità di interesse pubblico,dell’immobile dell’ex convento di S. Francesco, di proprietà comunale, attualmente in uso come caserma dei carabinieri.

«Si tratta dell’ennesima positiva dimostrazione che la collaborazione tra enti locali non solo è possibile ma permette a comuni come i nostri, di piccole dimensioni, sotto organico e con pochi mezzi e risorse disponibili di raggiungere risultati importanti alla stregua di quelli più grandi ed organizzati – afferma il sindaco di Maida, Salvatore Paone –. Siamo riusciti a costruire in pochissimo tempo una rete solida e ben strutturata di comuni volenterosi di sfruttare i fondi pubblici per la valorizzazione dei territori e dei beni patrimoniali comunali a vantaggio di tutte le comunità interessate, senza gravare sui bilanci dei singoli enti».

«Le cinque amministrazioni proponenti, Maida – Cortale – Jacurso – San Pietro a Maida – Girifalco, sotto l’egida dell’Unione Monte Contessa, hanno contribuito fattivamente e concretamente alla presentazione della domanda di finanziamento – afferma ancora il sindaco Paone –.Tutti gli uffici tecnici ed amministrativi hanno collaborato alla predisposizione della documentazione ed al rispetto dell’iter procedimentale da seguire con la supervisione dei diversi Segretari Generali. I sindaci e gli amministratori hanno manifestato (in giunta ed in consiglio) e condiviso la volontà di associarsi e collaborare per intraprendere un percorso virtuoso di crescita e ripresa economica, forti del convincimento che una salda unione di comuni possa rappresentare un volano di sviluppo sostenibile locale dal quale potranno trarne benefici tutte le comunità rappresentate».

«Insomma – ha concluso Paone – è stato un complesso lavoro di squadra che ci ha permesso di costruire una “buona prassi” amministrativa che speriamo di replicare al più presto per candidare i nostri territori ai prossimi bandi PNRR in apertura. Adesso non resta che attendere la graduatoria». (rcz)

A San Pietro a Maida arriva un “Tour Speciale in Calabria” alla scoperta dell’olio evo bio

Dal 28 al 31 ottobre, a San Pietro a Maida, è in programma un Tour Speciale in Calabria – tra relax e prodotti d’eccellenza – alla scoperta dell’olio extravergine bio di S. Pietro a Maida.

Una tre giorni organizzata dall’Associazione “Profumi di Calabria, guidata da Rocco Serratore e dal  rappresentante della consulta calabresi nel mondo Franco Serratore e dalla Associazione culturale “ Ali sul Mediterraneo”.  

Durante il tour, ci sarà la visita e la degustazione al frantoio Marco De Sando e, poi, nella Residenza Giuliano con la degustazione dell’olio aromatizzato Olearia Extra. Il prof. Nico Serratore  curerà la visita alla scoperta dei tesori di San Pietro a Maida, partendo dall’Oasi Nocelle, un ‘area di interesse culturale, religioso e ambientale con splendidi punti panoramici sul Mar Tirreno e la Vallata ricca di uliveti secolari e poi giù lungo le vie del centro storico arricchite dall’Arte delle Serrande, frutto di un’idea visionaria di valorizzazione e decoro urbano  del  Presidente di Ali sul Mediterraneo Bruno Giuliano.

Questo tour si inserisce nel programma di crescita  umana  e turistica che le due associazioni stanno portando avanti da anni per tentare di bloccare lo spopolamento di meravigliosi centri storici calabresi e per dare una risposta a tutti i giovani che resistono e che vogliono lavorare rimanendo in Calabria.  Un progetto, quindi,  non solo di  turismo sostenibile  ma anche di speranza lavorativa, un forte orientamento per le scuole e per le politiche del futuro indicando nuove  professionalità  legate all’ accoglienza ( guide, esperti in lingua straniera, esperti di enogastronomia, agronomi, gestori di alberghi e case vacanze, ecc. ) un mondo di talenti  utile a questo cammino di valorizzazione.

L’obiettivo è un cambio di mentalità ove  intere comunità credono sempre di più  a questo grande  sogno di inserirsi, a pieno titolo, nei circuiti turistici con un borgo, quello di San Pietro a Maida,  dalle infinite potenzialità ma anche zona strategica: a pochi km dal mare, dalla montagna, dall’aeroporto, dalla stazione centrale di Lamezia Terme e a soli 8 km dal primo svincolo autostradale.

«Bisognerà guardare il proprio territorio con occhi non abituati per notare ancora meglio le bellezze straordinarie legate alla millenaria  cultura calabrese» ha suggerito la direttrice artistica, Cristina Medaglia.

Intanto, delle segnaletiche turistiche stanno “vestendo” San Pietro a Maida, che si presenta anche come “posto giusto per camminare”, omaggiando la comunità di un logo turistico a supporto di una maggiore identità territoriale. Tutto per meglio accogliere e informare i visitatori   che negli  ultimi  anni hanno potuto visitare questo meraviglioso pezzo di Calabria. (rcz)

“Comunicare l’arte e il territorio”, Nicola Giampà e Martina Bonfiglio premiati come “Maestri d’Arte Cinematografica”

Prestigioso riconoscimento per i giovanissimi professionisti del cinema, il regista Nicola Giampà, e la produttrice Martina Bonfiglio, che sono stati premiati come Maestri d’Arte Cinematografica, nell’ambito della rassegna Comunicare l’arte e il territorio a San Pietro a Maida, in collaborazione con la Camera Regionale Arti e Moda Calabria (Unicram).

Premiati dal sindaco, Domenico Giampà, e dal presidente Unicram, Giuseppe Emilio Bruzzese, i due talenti hanno dato vita a due cortometraggi di spessore entrambi ambientati nel centro catanzarese. Il primo, Escluso il cane, scritto e diretto da Giampà, racconta la storia di Alfredo, giovane disoccupato appena tornato nel suo paesino d’origine in occasione del funerale del nonno. Il ritorno nella sua terra dopo tanto tempo non è semplice, il ragazzo è costretto a riallacciare i rapporti con i suoi genitori per chiedere un ultimo piccolo favore.

Il secondo corto è, invece, Zagara, di cui è autrice Bonfiglio, girato anche questo nelle vie del paese di San Pietro, e reduce dal  Festival Internazionale del Film Corto Tulipani di Seta Nera, dove si è aggiudicato il premio come miglior sceneggiatura. La pellicola racconta la storia di Lucia (interpretata da Marianna Castagna), giovane ragazza che lavora in un piccolo cinema di provincia.

La notizia del superamento di un concorso potrebbe permetterle di realizzare il suo sogno di sceneggiatrice e di spostarsi in una grande città, ma l’avanzare della malattia del padre affetto da demenza senile mette in discussione le sue priorità e scelte.

Due corti capaci di affrontare tematiche non semplici, che hanno visto, pre covid, il coinvolgimento nel ruolo di figuranti di gran parte del paese. (rcz)

 

SAN PIETRO A MAIDA (CZ) – Successo per la seconda edizione della ‘Notte Verde’

Successo, a San Pietro a Maida, per la seconda edizione della Notte Verde, la manifestazione che persegue l’obiettivo di valorizzare l’olio d’oliva in uno dei primi comuni a livello nazionale per densità di uliveti e farlo diventare brand della cittadina.

La serata è stata aperta dal Convegno Veritas e Cooltura dell’olio extra vergine di oliva, dedicato a sviscerare, in particolare, come le amministrazioni possano contribuire alla valorizzazione dell’impresa olivicola.

Il sindaco di San Pietro Domenico Giampà, affiancato dall’assessore Loretta Azzarito, ha a tale proposito evidenziato come puntare sul potenziale del settore possa essere strategico ai fini imprenditoriali, turistici e socio-culturali. Considerazioni condivise dai presenti come, ad esempio, il sindaco di Soverato Ernesto Alecci, secondo il quale l’olio extravergine di oliva dei produttori di San Pietro dovrebbe e potrebbe essere conosciuto a livello mondiale. Tra l’altro l’oro verde, ha ricordato il dietista Vincenzo Gullo, è principe della dieta mediterannea, nonché aggregatore di diverse proprietà benefiche.

Mentre, tornando al business che l’olio potrebbe supportare, il presidente del Gal (Gruppo di Azione Locale) Serre Calabresi, Marziale Battaglia, ha ricordato come questo potrebbe incidere su economia, occupazione espopolamento. Cristina Medaglia, direttore artistico dell’Associazione Aliante Mediterraneo ha parlato della bellissima iniziativa di pittura a secco sulle saracinesche dei garage del paese, rappresentativa delle fasi di lavorazione dell’olio di oliva, usi, costumi e mestieri, lavori realizzati dall’artista Bruno Catanzaro.

Sul corso è stato, inoltre, allestito uno stand di degustazione di olio extravergine di oliva Evo, anche aromatizzato al bergamotto, arancia, limone e peperoncino con le indicazioni dei piatti tipici e dolci a cui abbinarlo, il tutto curato da imprenditori agricoli sampietresi. Presente anche l’esposizione di lavori artigianali curata dal gruppo social Santupetrisi nta lu core.

A chiudere la serata, lo spettacolo Stasera Legg’io di Gigi Miseferi, accompagnato dal maestro Sergio Puzzanghera Labate. La stagione estiva 2022 accoglierà la terza edizione della Notte Verde divenuta ormai fedele all’impegno di valorizzazione territoriale a San Pietro a Maida Città dell’olio di oliva.

Ancora in corso le bellissime iniziative della Pro Loco di San Pietro a Maida che ha coinvolto artisti di strada e la mostra del Museo Marte dedicata a Mattia Preti. Fino al 25 agosto, nell’ambito dell’iniziativa allestita con l’Unicram, la Camera Regionale Arti e Moda Calabria, sarà possibile visitare due tele originali del Cavaliere calabrese e toccare con mano gli abiti d’epoca realizzati dalla costumista René Bruzzese. (rcz)

SAN PIETRO A MAIDA (CZ) – Assegnati i riconoscimenti di Maestri d’Arte e d’Eccellenza 2021

A San Pietro a Maida sono stati assegnati i riconoscimento di Maestri d’Arte e Maestri d’Eccellenza 2021, nell’ambito della sesta edizione di Maestro d’arte – Onorificenze 2021, organizzata dalla bCamera regionale Arti e Moda Calabria, con la guida della coordinatrice Jessica Quaranta, sotto l’egida del Comune di San Pietro a Maida.

L’evento rientra nell’ambito della rassegna Comunicare l’arte ed il territorio: Ostensione d’arte figurativa tra innovazione e tradizione, inaugurata con la mostra dedicata a Mattia Preti.

Premiati, dunque, l’artigiano del legno Francesco Scarpino come Maestro d’Eccellenza 2021, mentre i Maestri d’Arte sono il pittore Giuseppe Sala, la fotografa Valentina Mileti, la cantante e direttrice artistica di “Amarte” Valentina Costa e il pittore, scultore e artigiano Stefano Russo. Premiati, anche, gli stilisti Teresa Ciccarello e Rocco Vitaliano, il sarto Giovanni Terranova, il musicista Francesco Sinopoli e l’hair stilist Lina Caruso.

Riconosciuti come ambasciatori arti e moda 2021 il cantante, musicista, personaggio social Ivan Colacino e il sindaco Domenico Giampà. Città della moda e delle arti 2021 San Pietro a Maida.

Artista di eccellenza Unicram “La coscienza di Zero”, Salvatore Bellavista.  (rcz)

SAN PIETRO A MAIDA (CZ) – La sesta edizione di “Maestro d’Arte – Onorificenze 2021”

Domani sera, a San Pietro a Maida, alle 21, al Museo Marte, è in programma la sesta edizione di Maestro d’arte – Onorificenze 2021, organizzato da Unicram e Camera Regionale Arti e Moda Calabria, che sarà consegnata aIvan Colacino, cantante e personaggio social.

L’evento, organizzato dalla coordinatrice regionale Unicram, Jessica Quaranta, accoglierà sul palco in modo trasversale diversi personaggi. Tra questi, la fotografa Valentina Mileti, i cui lavori si sono recentemente aggiudicati l’Afns Award, il concorso internazionale dedicato alla fotografia newborn e alla maternità e Francesco Scarpino, artista del legno che ha consegnato una sua creazione anche a Papa Francesco.

Durante la serata si svolgerà anche lo spettacolo Coscienza di Zero, dedicato al celebre cantante Renato.

«L’Unicram – ha dichiarati il presidente Giuseppe Emilio Bruzzese – promuove e valorizza le arti e la moda supportando anche le realtà dell’artigianato, creando e favorendo nella nostra regione una rete utile a fare emergere tutte le eccellenze calabresi». (rcz)

SAN PIETRO A MAIDA (CZ) – Si è chiuso con successo il Premio “Ali sul Mediterraneo”

Si è chiusa, con successo, a San Pietro a Maida, l’ottava edizione del Premio Internazionale Ali sul Mediterraneo Libri & Cultura Festival, dal titolo Donne da raccontare che cambiano la storia organizzato dall’Associazione Aliente Mediterraneo.

Un successo ripagato da un intenso anno di lavoro, portato avanti con grande passione dagli organizzatori, dalla commissione scientifico-culturale e dalla giuria del concorso che vedono nel progetto Ali sul Mediterraneo un atto concreto di maggior crescita culturale e territoriale del Sud e  dell’Italia Intera.

Dopo l’intervento dell’assessore alla cultura di San Pietro a Maida, Loretta Azzarito, la serata, presentata da Pasqualina Postorivo e dal direttore artistico Cristina Medaglia, avvia la cerimonia di consegna dei premi realizzati dalla designer Teresa Spanò : “Cultura dell’Umanità” alla psicologa Daniela Lucangeli; “Cultura delle Scienze e della Calabria che resiste” alla professoressa dell’Unical Sandra Savaglio; “Cultura della Musica e delle tradizioni popolari” alla cantautrice, cantastorie Cavaliere della Repubblica Francesca Prestia e, infine, “Cultura della Legalità“ al libro di Silvia Camerino dal titolo Un giorno questa terra sarà bellissima.

Dopo l’ attestato alla memoria dedicato al musicista prematuramente scomparso Franco Maggisano, sono stati premiati e omaggiati con un libro (per sensibilizzare ad una maggiore lettura),  i  primi classificati di ogni categoria del concorso di Arte e Scrittura Creativa “Alessandra Medaglia” :  la 1C, la 3B, Bernadette Michienzi della 4B primaria (IC Maida); Marta Blumetti della 5E primaria (IC Sant’Eufemia); Maria Grazia Mastroianni 1B secondaria (IC Falerna-Nocera); la 1C secondaria (IC Don Milani di Catanzaro); Giovanni Giuliano della 1A secondaria ( IC Maida); Ludovica Di Rende della 1C secondaria ( IC Perri-Pitagora Lamezia Terme); Pasqualino Bichiri e Letizia Grasso della 2A secondaria  (IC di Maida); Teresa Staglianò ed Elena Mastroianni della 3B ( IC Sant’Eufemia).

A premiare personalità della Cultura, delle istituzioni e dell’associazionismo come Domenico Giampà, sindaco di San Pietro a Maida, Ferdinando Serratore, sindaco di Jacurso, l’archeologo Francesco Cuteri, il botanico Carmine Lupia, Giovanni Arena di Legambiente, Tommaso Colloca dell’Ass.cult. Natale Proto, Giuseppe Arena di Slow Food.

All’Istituto Comprensivo di Maida il  Premio “Miglior Scuola”, per aver contribuito in maniera larga e profonda a veicolari gli ideali e il lavoro proposto da Ali sul Mediterraneo, consegnato dall’astrofisica Sandra Savaglio, nelle vesti anche di assessore regionale all’ Istruzione, alla Ricerca, all’Innovazione e all’ Università.

Una finalissima che ha lasciato molto soddisfatta la direttrice artistica Cristina Medaglia, il coordinatore generale Nico Serratore, il presidente Bruno Giuliano, supportati dalla delegata alla Comunicazione Stefania Rotella e da numerosi volontari (gli “Angeli della Cultura”). 

Presente la stampa e la tv in una cornice davvero originale dove si veicolava valore umano e grandi speranze dentro un contenitore di gioia culturale. (rcz)