COSENZA – Sound BoCS, annunciati i 10 artisti residenti

SCadmioCanceCiarZGeroGiulia ZeddaLaura PizzarelliLe Cose ImportantiMassimoNeroMisga, e Poesia Potente e Chitarra Tonante sono i 10 artisti under 35, provenienti da tutta Italia, che saranno i protagonisti dei Sound BoCS, la prima music farm a sfonfo civile organizzata da Musica contro le mafie in programma dal 7 al 20 settembre a Cosenza nei BocS Art.

I 10 Residenti saranno completamente concentrati sulla creazione tra momenti di registrazione nel Recording Bocs con il technical coach Vladimir Costabile e il producer coach Stefano Amato, lezioni con la vocal coach Cecilia Cesario, momenti di ispirazione per i contenuti con il content coach Gennaro de Rosa, jam session, momenti di condivisione e scrittura e incontri con gli ospiti per stimoli e supporto alla realizzazione delle opere inedite.

«La selezione – ha dichiarato Gennaro de Rosa, presidente dellAss. Musica contro le mafie e direttore artistico del Premio – è stata complessa, ci siamo approcciati allascolto e alla valutazione delle 128 proposte analizzandole nella loro globalità; cercando di andare oltre il materiale inviato, facendo ricerche sulle loro attività. Hanno avuto un peso determinante sia il percorso degli artisti e la vicinanza ad attività, eventi, manifestazioni antimafia e di impegno civile, sia la creatività e lattualità delle proposte».

«In Sound Bocs – ha concluso de Rosa – sperimenteremo quello che abbiamo imparato in questo periodo: virtuale e reale convivranno e si confonderanno. Dobbiamo fare tesoro di questo cambiamento epocale che muterà radicalmente il nostro modo di costruire, lavorare e diffondere buone pratiche attraverso la musica ed i musicisti. Fondamentale sarà avere sempre come obiettivo: la condivisione, il confronto, lunione delle diversità in vista di un traguardo collettivo superiore a quello individuale». (rcs)

COSENZA – Sound BoCS, ancora pochi giorni per iscriversi

Ancora sette giorni per inviare la propria candidatura per partecipare ai Sound BoCS, la Prima Residenza Artistica organizzata da Musica contro le mafie, in programma dal 7 al 20 settembre ai BoCS Art di Cosenza.

I 10 artisti selezionati, poi, con l’immancabile supporto dei 4 coach [Cecilia CesarioVladimir CostabileStefano Amato e Gennaro de Rosa, incontreranno tutti gli ospiti –  già annunciati gli artisti Maurizio CaponeKiaveAnnalisa Insardà; il giornalista Marcello Ravveduto e Pino Gagliardi; i manager ed esperti in marketing Massimo BonelliDaniela Serra e Vincenzo RussolilloNicolò Zaganelli fisicamente o virtualmente.

«In questa nuova normalità – si legge in una nota – con le potenzialità del digitale, non ci sarà più differenza tra virtuale e reale tanto da rendere gli incontri vivi, partecipati, in modalità quanto più possibile vicino alla realtà aumentata. Musica contro le mafie ha avuto la capacità di capire che le norme attuali non sono un impedimento, ma un’occasione per costruire diversamente nuovi spazi di condivisione e socialità».

«Ogni artista – conclude la nota – avrà accesso a una residenza privata nei bocs art di Cosenza, nel pieno rispetto delle norme di distanziamento fisico che non deve tradursi in distanziamento sociale, tanto che la partecipazione sarà più interattiva e coinvolgente che mai, non solo con una giuria di millennials dal vivo, fino al numero consentito, ma con una platea di spettatori senza limiti, anche a km di distanza». (rcs)

COSENZA – La residenza artistica di Musica contro le Mafie

A Cosenza, al via il progetto Sound Bocs, la prima Residenza Artistica a sfondo civile promossa da Musica contro le Mafie, in programma dal 18 al 31 maggio nei BoCS Art.

Il progetto, supportato da Perchicrea del MibactSiae, vedrà dieci artisti impegnati nella creazione di brani inediti ispirati alle tematiche e ai valori di “Musica contro le mafie”: impegno sociale, lotta alle mafie, cittadinanza attiva, critica e consapevole da contrapporre alla globalizzazione delle cattive idee.

Una nuova frontiera, quindi, per un’associazione che ha sempre avuto come scopo la diffusione di buone pratiche e che ora punta a coltivarle.

Gli artisti potranno inviare la propria candidatura a questo indirizzo, esaranno, poi, selezionati dalla direzione artistica e dal comitato scientifico di Musica contro le mafie.

Inoltre, avranno a disposizione 4 coach che li sosterranno in tutte le fasi: da quella creativa della scrittura, al supporto nello studio di registrazione: Cecilia Cesario, Vladmir Costabile, Stefano Amato e Gennaro de Rosa.

La vita nei Bocs, infine, sarà scandita da momenti di creazione e condivisione, pensieri ed emozioni, che confluiranno in un progetto editoriale cartaceo e online dal titolo: Sound bocs diary che conterrà anche i brani, figli di questa esperienza formativa, riproducibili con il metodo del qr code già consolidato nel libro Change your step.100 artisti le parole del cambiamento.

Ad arricchire il percorso formativo degli artisti residenti, Massimo Bonelli, direttore artistico del Primo Maggio Roma e fondatore di ICompany, Marcello Ravveduto, saggista, docente universitario di  Digital Public History, Nicolò Zaganelli, esperto di web e social media marketing, fondatore di Exploding Bands, il rapper Kiave, uno degli Mc più tecnici della vecchia scuola tra i maggiori esponenti del freestyle, Maurizio Capone “Bungt Bangt”, trai pionieri della Eco Music mondiale, Vincenzo Russolillo, patron di Casa Sanremo e presidente di Gruppo Eventi, Daniela Serra, amministratrice di Exit Communication, Annalisa Insardà, attrice e autrice teatrale e Pino Gagliardi Media Director di Artmediamix e Direttore Editoriale di TIMMUSIC. (rcs)