Zazà, il robottino felice di Massimo Sirelli che porta gioia ai bimbi della Calabria

Un grazioso dono ai più piccoli, che arriva dall’artista catanzarese Massimo Sirelli, il papà dei robot d’arte. In un momento difficile come questo, sopratutto per i più piccoli, Sirelli non si è tirato indietro e ha realizzato, per loro, l’illustrazione da colorare di Zazà, il robottino felice, che abbraccia la Calabria.

L’iniziativa, dal titolo Calabria andrà tutto bene e condivisa sui social dallo stesso artista, non è passata inosservata ai Comuni calabresi che, dopo il via libera, hanno voluto regalare un momento di spensieratezza ai loro cittadini più piccoli.

A Sellia, ad esempio, i disegni saranno i protagonisti di una esposizione in un evento a loro dedicato, che sarà organizzato nel piccolo borgo con la presenza dell’artista; a Settingiano, è la ProLoco ad essersi fatta promotrice dell’iniziativa, invitando i bambini a «dare sfogo alla vostra fantasia» e a colorare, con l’aiuto dei genitori, le pagine social. A Sersale, sono arrivati 107 robottini felici che sono stati distribuiti insieme a un astuccio di colori a tutti i bambini della Scuola dell’Infanzia e, una volta colorati, da inviare alla propria Scuola o al sindaco, Salvatore Torchia.

A Taurianova, il robottino Zazà è protagonista di un racconto da scaricare, leggere, colorare e condividere con l’hashtag #robotzazà per il Maggio dei Libri 2020 a cura di Nadia Macrì. L’idea è nata dall’Associazione Multiculturale Mammalucco e l’Associazione di Volontariato Fraternamente, con il patrocinio della Consulta delle Associazioni di Taurianova.

Il robottino Zazà, è arrivato, infine, anche all’Istituto Comprensivo “Patari-Rodari” di Catanzaro, i cui alunni di varie classi seguiranno una serie di attività didattiche di scoperta, studio e approfondimento sul percorso dell’artista. I ragazzi, inoltre, hanno dedicato all’artista un video introduttivo: «Come… ditemi come non posso che essere orgoglioso e commosso?» scrive su Facebook Massimo Sirelli, condividendo il video dell’IC “Patari-Rodari”. (rcz)

I robot dell’artista catanzarese Massimo Sirelli nel film Copperman

«E se vi dicessi che dentro Copperman ci sono i miei robot?», così Massimo Sirelli, l’artista dei robot, annuncia la presenza delle sue creazioni nel film di Eros PuglielliCopperman, in uscita nelle sale  il 7 febbraio.

«I miei robot», così li chiama l’artista catanzarese, Italo, Jhose, Celestin, ed Elio, accompagneranno Luca Argentero, alias Anselmo/Copperman nel film, in un’avventura cinematografica che promette di emozionare il pubblico.

Queste piccole creazioni, se non tesori, che inizialmente erano bulloni arrugginiti, vecchi contenitori di latta, e vecchie radio, hanno trovato nuova vita grazie all’ upcycling di Massimo Sirelli, che gli ha dato «una seconda opportunità».

Se per i piccoli “attori” robotici si tratta di un primo approccio con il grande schermo, sotto forma di cameo, per Massimo Sirelli, invece, si tratta di un prestigioso riconoscimento per il lavoro svolto in questi anni.

L’artista, infatti, con il progetto AdottaUnRobot, ha cercato di sensibilizzare giovani e giovanissimi alle tematiche del riciclo creativo, e del riutilizzo dei materiali di scarto.

«Quando è nato il progetto AdottaUnRobot – ha spiegato Massimo Sirelli – tutto ciò che desideravo era dare una seconda opportunità a dei materiali considerati, ormai, inutili. È nato così un progetto che mi ha portato a ricercare, continuamente, nuovi stimoli e nuove materie prime da cui far nascere nuove storie e nuove idee».

«Sono entusiasta – ha concluso l’artista – che i miei robot accompagnino Copperman in questa bellissima avventura!».

Il film, con Luca Argentero, Galatea RanziAntonia TruppoTommaso Ragno, parla di Anselmo, un uomo speciale: nonostante l’età, continua a guardare il mondo con gli occhi di un bambino. Affascinato fin da piccolo dei supereroi, ogni notte combatte il crimine del suo paesino con l’identità di Copperman. (ams)

Il trailer del film Copperman

CATANZARO: UNA NOTTE AL MUSEO CON MASSIMO SIRELLI

30 agosto – Stasera a Catanzaro, dalle 21.00, presso il Museo Marca, si svolge l’evento “Una notte al museo, visita privata con l’artista”, organizzato dall’artista Massimo Sirelli, autore della mostra “Teneri bulloni”.
L’evento è stato organizzato in occasione dell’ultimo giorno di apertura della mostra, ospitata all’interno del Museo Marca.
La visita, che si svolgerà in orario notturno, sarà guidata dall’artista stesso che, ai suoi ospiti, racconterà i retroscena, i segreti e gli aneddoti che si celano dietro la realizzazione delle sue “creature”. (rcz)