Ttg di Rimini, alla Regione Calabria il Premio “Covid Safety Index”

Prestigioso riconoscimento per la Regione Calabria che, nell’ambito della 58esima edizione del Ttg-Travel Experience di Rimini, è stata premiata dalla Società The Data Appeal Company con il Covid Safety Index.

Tale riconoscimento è stato conferito alla nostra regione per «la gestione dei protocolli Covid-19, come la sanificazione, le regole di distanziamento, gli orari, le modalità di accesso in fase di riapertura da parte degli operatori turistici. Soluzioni e misure anti contagio calabresi sono risultate quelle che più al sicuro hanno fatto sentire i turisti, con un indice di soddisfazione pari al 60,7%, in estate arrivato al 71,6%».

L’analisi ha preso in considerazione 390 mila punti di interesse e 15,7 milioni di tracce digitali, una mole inferiore di dati e informazioni del 28% rispetto agli anni scorsi a causa del minor movimento turistico e quindi di un minor numero di recensioni lasciate dagli utenti in rete.

A ritirarlo nella Italy Arena, durante la cerimonia ufficiale, Maria Antonella Cauteruccio, dirigente della Uoa Promozione della Regione Calabria.

«Questo premio – ha commentato Cauteruccio – è un riconoscimento al lavoro di tutti gli operatori del settore per essere riusciti ad organizzare in sicurezza la tanto sperata ed attesa ripresa dell’attività di accoglienza ed ospitalità».

«Siamo orgogliosi – ha aggiunto – di essere riusciti a trasmettere la percezione di un soggiorno sicuro ai propri ospiti e come Regione ci sentiamo gratificati per i risultati dello sforzo che abbiamo messo in campo attraverso sostegno e supporto agli operatori». (rrm)

Ttg di Rimini, al via gli incontri con i tour operator e i buyer

È cominciata l’avventura di “Calabria straordinaria” al Ttg-Traverl Experience di Rimini, il marketplace del turismo in Italia, in programma fino a venerdì 15 ottobre e che rappresenta, per la Calabria, non solo un momento di business, ma una vera e propria esperienza formativa su strategia, storytelling e contenuti.

I 38 espositori arrivati dalla Calabria stanno promuovendo le novità dell’offerta turistica e consolidando la vendita delle attrazioni già note e di successo. Un’occasione imperdibile, specie dopo il periodo pandemico da Covid-19, per fare promozione e pubbliche relazioni in presenza in un contesto dal respiro internazionale sia dal punto di vista business che consumer.

Un contesto di grande rilievo quello in cui la Regione Calabria torna a promuovere le proprie attrazioni attraverso gli operatori del turismo locale. (rrm)

La Regione Calabria e la Metrocity di Reggio presenti al Ttg-Travel Experience di Rimini

La Regione Calabria e la Città Metropolitana di Reggio Calabria partecipano alle 58esima edizione del Ttg-Travel Experience di Rimini, il marketplace del turismo in Italia che si concluderà venerdì 15 ottobre.

In uno stand di 300 metri quadrati, interamente personalizzato, in una posizione di strategica visibilità nel padiglione C3, saranno presenti 38 operatori turistici arrivati dalla Calabria e sarà la location ideale dove incontrare i buyer nazionali e internazionali, per promuovere le novità dell’offerta turistica e consolidare la vendita delle attrazioni già note e di successo.

Un’occasione imperdibile, specie dopo il periodo pandemico da Covid-19, per fare promozione in presenza in un contesto dal respiro internazionale sia dal punto di vista business che consumer.

Importante, poi, il supporto e il sostegno dato dalla Metrocity – in sinergia con la Camera di Commercio di Reggio Calabria, alle aziende del territorio metropolitano che potranno, così, incontrare centinaia di buyer provenienti da ogni parte del mondo, centinaia di giornalisti e di operatori del settore. 

Dopo mesi di sofferenza per il comparto turistico l’iniziativa vuole essere, dunque, un’opportunità di rinascita e di nuove prospettive per un territorio che ha tutte le carte in regola per offrire al mercato pacchetti turistici differenziati e integrati, che rispondono ad una domanda in forte crescita.

Il Piano di Marketing turistico, recentemente adottato dalla Città Metropolitana, riconosce quale strumento fondamentale le fiere di settore, attività che uniscono la promozione del territorio e il sostegno allo sviluppo economico. Le manifestazioni fieristiche, infatti, da una parte consentono di rafforzare l’immagine e dare visibilità e riconoscibilità al territorio e alla destinazione turistica e, dall’altra parte, permettono di intercettare nuovi clienti ed aprire nuove opportunità di business.

Si punterà alla destagionalizzazione, ai mercati internazionali e alla riconoscibilità delle eccellenze paesaggistiche e culturali, al fine di dare impulso ad un settore chiave per lo sviluppo futuro, valorizzando la bellezza della Città Metropolitana e le attività imprenditoriali del suo territorio.

«Si tratta di un appuntamento importantissimo per il territorio reggino che ha finalmente l’opportunità di tornare da protagonista all’interno dei più prestigiosi circuiti fieristici internazionali», hanno commentato il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà e il consigliere metropolitano con delega al Marketing territoriale, Carmelo Versace.

«Il Ttg Travel Experience di Rimini – hanno proseguito Falcomatà e Versace – è uno di questi e rappresenta il primo passo di un’azione corale e di lungo respiro che la Città metropolitana, su preciso indirizzo dell’amministrazione, sta portando avanti in materia di rilancio e valorizzazione delle eccellenze del territorio, nel quadro delle linee programmatiche che abbiamo fissato nel nuovo piano di Marketing di cui l’Ente si è dotato».

«L’obiettivo – hanno concluso il primo cittadino e il consigliere metropolitano – è quello di utilizzare al meglio queste straordinarie opportunità sostenendo la delicata fase di ripartenza attraverso tutti quegli strumenti che consentano ai nostri operatori del comparto turistico di poter lavorare nelle migliori condizioni e soprattutto dialogare ed interagire con i più qualificati network e player di settore, in ambito nazionale ed estero». (rrm)

Il sindaco di Cittanova alla cena ufficiale col Principe Alberto II di Monaco a Rimini

Una cena importante, dove si sono riuniti, a Rimini, i Comuni italiani legati con il casato dei Grimaldi, e che ha visto la straordinaria partecipazione del Principe Alberto II di Monaco. A questa cena, ufficiale, hanno partecipato anche il sindaco di Cittanova, Francesco Cosentino, e Anselmo La Delfa, presidente del Consiglio comunale.

L’iniziativa è nata grazie al rapporto di amicizia tra le persone e dal desiderio di volare alto, in un momento così complicato per il mondo intero, così hanno dichiarato Simona Ventura e Giovanni Terzi nel presentare il prestigioso incontro con il Principe Alberto di Monaco.

L’Associazione Siti Storici Grimaldi, il cui presidente onorario è proprio il Principe Alberto di Monaco mentre, il presidente operativo è il sindaco di Mentone, Jean-Claude Guibal e Fulvio Gazzola, sindaco di Dolceacqua è vicepresidente, ha lo scopo di riunire tutti i comuni francesi ed italiani che nella loro storia hanno avuto un rapporto con la famiglia Grimaldi.

Partendo da questo legame, l’intento è anche quello di costruire un progetto di promozione turistica internazionale e, grazie alla bellezza ed alla storia del Principato, le varie iniziative potranno avere una straordinaria valenza ed una visibilità di respiro internazionale. Questa cornice potrà rendere protagonisti tanto i luoghi quanto i singoli prodotti tipici proposti dai 17 Comuni associati dove anche Cittanova, con le risorse tipiche espresse dal territorio, avrà una vetrina letteralmente invidiabile.

Seppur il dialogo inizialmente sia stato di natura storica, adesso, grazie al ruolo svolto dall’Associazione il percorso intrapreso assume uno sguardo strategico verso futuro, dove potranno essere sviluppati anche progetti volti alla tutela ambientale, temi per i quali anche il Principato ed in particolare il Principe Alberto di Monaco in persona, sono particolarmente sensibili. (rrm)

La Calabria ai Campionati della cucina italiana di Rimini con il “Team Calabria”

Con il Team Calabria, e con un menù top secret, ci sarà anche la Calabria ai Campionati della Cucina Italiana, in programma a Rimini dal 15 al 18 febbraio, nell’ambito del Salone fieristico internazionale “Beer e Food Attraction”.

Il Team è stato presentato alla stampa nella giornata di ieri all’IIS “Mancini-Tommasi” e, inoltre, sono state presentate le attività dell’Unione Regionale Cuochi Calabria 2020.

Il presidente, Carmelo Fabbricatore, ha dichiarato che «sarà un anno che ci vedrà protagonisti».

«Quest’anno – ha proseguito il presidente Fabbricatore – siamo riusciti a mettere in piedi un team composto da cuochi che provengono da tutta la Calabria».

Inoltre, è stato illustrato, in anteprima, il progetto nazionale di gemellaggi tra prodotti e cucine regionali con le ladies chef di Calabria e Sardegna, che si terrà a breve in due famose località turistiche della nostra regione.

La conferenza, che ha visto la partecipazione di Rocky Mazzaferro, team manager della sezione calabrese e presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Reggio CalabriaMaria Teresa Sposato, responsabile del progetto gemellaggio Lady Chef, e Graziella Cammalleri, dirigente scolastico dell’IIS “Mancini-Tommasi”, si è conclusa con la presentazione della giornata di alta formazione culinaria a cura dello chef Gianluca Tomasi, componente della Nazionale Italiana Cuochi. (zc)

Al Sigep di Rimini ci saranno i pasticceri, gelatieri e artigiani della Calabria

Il Salone Internazionale della gelateria, pasticceriapanificazione di Rimini, in programma dal 18 al 22 gennaio, è giunto alla 41esima edizione.

Edizione che, quest’anno, vedrà la partecipazione di pasticceri, gelatieri e artigiani calabresi dell’Associazione Pasticceri Gelatieri Artigianali, presieduta da Salvatore Ravese, che proporranno al pubblico iniziative per valorizzare e rappresentare la professionalità e la creatività dei pasticceri gelatieri, promuovendo e diffondendo dolci tipici e gelati artigianali prodotti con le materie prime di alta qualità legate al territorio calabrese, con una particolare attenzione al bergamotto, al limone, all’arancia, al mandarino, alla liquirizia, al kiwi e al melograno.

Il Salone, dunque, sarà l’occasione dove gli artigiani del settore avranno la possibilità di esprimere la loro passione, creatività, ricercatezza, grazie ai prodotti di alta qualità a chilometri zero che la Calabria è in grado di offrire. (rrm)

La Calabria alla 36esima edizione del Macfrut di Rimini

Da mercoledì 8 a venerdì 10 maggio, la Regione Calabria parteciperà al Macfrut – Rimini,  la più importante Fiera Internazionale dedicata al settore ortofrutticolo giunto alla 36esima edizione.

Saranno dieci, tra consorzi di tutela ed organizzazioni di produttori, che rappresenteranno a Macfrut 2019 la Calabria dell’ortofrutta e la ricchissima biodiversità regionale, alla conquista dei tantissimi buyers presenti in fiera che, l’anno scorso, ha fatto registrare oltre 43.000 presenze. In particolare, i riflettori saranno puntati sulle produzioni IGP, la Patata della Sila, le Clementine, la Cipolla rossa di Tropea, il Limone di Rocca Imperiale, ma anche sul Finocchio di Isola Capo Rizzuto ed altre orticole rappresentative dei territori regionali.

Inoltre, il Dipartimento Agricoltura, che si avvale della collaborazione con l’Arsac, ha promosso il progetto L’ortofrutta calabrese: valorizzazione dell’innovazione e dello sviluppo dei prodotti, che prevede tre incontri formativi legate alle tematiche delle tecniche innovative, dello sviluppo dei prodotti, della sostenibilità, della conoscenza dei mercati di riferimento e delle produzioni di qualità certificata.

I seminari saranno realizzati con il supporto del Programma di Sviluppo Rurale della Calabria 2014/2020 che ha, tra i suoi obiettivi principali, quello di rafforzare le conoscenze degli operatori rurali e dare loro un supporto in termini di sostegno all’innovazione tecnologica, per favorire lo sviluppo socioeconomico delle aree rurali e dell’intera regione.

Mercoledì 8 maggio, alle 11.00, presso l’Area Informativa della Regione Calabria, l’incontro Valorizzazione delle coltivazioni del comparto ortofrutticolo calabrese: le nuove frontiere del settoreGiovedì 9 maggioalle 11.00, l’incontro Il comparto ortofrutticolo calabrese verso una filiera più sostenibile, mentre venerdì 10 maggio, alle 11.00, l’incontro Tecniche innovative applicabili alla gestione delle colture in Calabria.

Nel corso dei tre incontri, dunque, si affronteranno i temi del miglioramento delle prestazioni globali dell’azienda, con particolare riguardo ad alcune produzioni regionali di qualità; alla conoscenza dei mercati ed allo sviluppo di nuovi prodotti e nuovi servizi; alla sostenibilità ed al miglioramento delle prestazioni globali dell’azienda, alla riduzione dell’impatto aziendale e delle emissioni, alla qualità dell’aria.

«Anche quest’anno – ha dichiarato il Presidente Mario Oliverio – la Regione Calabria sarà presente a Macfrut, che non rappresenta unicamente un momento di business per le nostre realtà produttive, ma anche, e soprattutto, un’occasione di conoscenza e di approfondimento. Soprattutto in questa fase, nella quale l’export dell’agroalimentare calabrese, e in questo caso del comparto ortofrutticolo, è in notevole aumento. A Rimini presenteremo il meglio della nostra produzione certificata e di qualità, che dà garanzie ai consumatori e sta già avendo un forte slancio sui mercati, grazie alle politiche di internazionalizzazione delle produzioni che abbiamo sostenuto ed all’incremento dell’associazionismo tra i produttori calabresi, che hanno compreso la potenza del fare rete per il perseguimento di obiettivi comuni».

«Questi risultati – ha proseguito il presidente Oliverio – sono il frutto di programmazioni mirate a promuovere il territorio e le realtà esistenti, anche grazie alle azioni di promozione messe in atto dalla Regione, grazie anche al coinvolgimento che il Dipartimento Internazionalizzazione ha attuato con le Camere di Commercio».

«La Calabria – ha aggiunto il presidente Oliverio – ha deciso di puntare anche sulla trasformazione e la commercializzazioneper dare valore aggiunto alle nostre produzioni, limitare i costi e garantire occupazione. Proprio qualche giorno fa, a tal proposito, abbiamo inaugurato il Laboratorio per la trasformazione dei derivati del Limone di Rocca Imperiale IGP, un’eccellenza che dà lustro all’intera regione e un importante sostegno all’economia del territorio di produzione».

«Anche attraverso le risorse del PSR – ha specificato il presidente Oliverio – stiamo lavorando per favorire i processi di ammodernamento ed innovazione all’interno delle aziende calabresi, di potenziamento del sistema di informazione rivolto agli operatori del settore ed alle filiere, finalizzato allo scambio di conoscenze, anche con il mondo della ricerca. Lo scopo della Regione è quello di promuovere non solo i nostri prodotti di qualità, ma anche la cultura, le tradizioni e la tipicità dei territori di produzione». (zc)